LA CHIESA

      


> e-mail    > chi siamo    > scripts e banners   > newsletters    > translate ita>eng

LITURGIA

> 21 Novembre 2021 <

Venerdì 19 Novembre 2021

Sabato 20 Novembre 2021

Domenica 21 Novembre 2021

Lunedì 22 Novembre 2021

Martedì 23 Novembre 2021

Mercoledì 24 Novembre 2021

Giovedì 25 Novembre 2021

Venerdì 26 Novembre 2021

Sabato 27 Novembre 2021

Domenica 28 Novembre 2021

Newsletter
Per ricevere la Liturgia del giorno inserisci la tua mail:


Cerca nella BIBBIA
Per citazione
(es. Mt 28,1-20):
Per parola:



  XXXIV DOMENICA DEL TEMPO ORDINARIO (ANNO B)
Nostro Signore Gesù Cristo Re dell'Universo

> Vai direttamente alle OMELIE 

Grado della Celebrazione: SOLENNITA'
Colore liturgico: Bianco
Scheda Agiografica: XXXIV DOMENICA DEL TEMPO ORDINARIO (ANNO B)
Nostro Signore Gesù Cristo Re dell'Universo

BO340 ;

Per festeggiare Cristo, re dell’universo, la Chiesa non ci propone il racconto di una teofania splendente. Ma, al contrario, questa scena straziante della passione secondo san Giovanni, in cui Gesù umiliato e in catene compare davanti a Pilato, onnipotente rappresentante di un impero onnipotente. Scena straziante in cui l’accusato senza avvocato è a due giorni dal risuscitare nella gloria, e in cui il potente del momento è a due passi dallo sprofondare nell’oblio. Chi dei due è re? Quale dei due può rivendicare un potere reale (Gv 19,11)? Ancora una volta, secondo il modo di vedere umano, non si poteva che sbagliarsi. Ma poco importa. I giochi sono fatti. Ciò che conta è il dialogo di questi due uomini. Pilato non capisce niente, né dei Giudei, né di Gesù (Gv 18,35), né del senso profondo del dibattito (Gv 18,38). Quanto a Gesù, una sola cosa conta, ed è la verità (Gv 18,37). Durante tutta la sua vita ha servito la verità, ha reso testimonianza alla verità. La verità sul Padre, la verità sulla vita eterna, la verità sulla lotta che l’uomo deve condurre in questo mondo, la verità sulla vita e sulla morte. Tutti campi essenziali, in cui la menzogna e l’errore sono mortali. Ecco cos’è essere re dell’universo: entrare nella verità e renderle testimonianza (Gv 8,44-45). Tutti i discepoli di Gesù sono chiamati a condividere la sua regalità, se “ascoltano la sua voce” (Gv 18,37). È veramente re colui che la verità ha reso libero (Gv 8,32).

Scarica il foglietto della Messa >
Scarica le Letture del Lezionario >
Scarica il Salmo Responsoriale Cantato >
Ricevi la Liturgia via mail >
Leggi la sua scheda su Santiebeati.it >
Condividi questa Liturgia su > Facebook
Ascolta il Vangelo >

Antifona d'ingresso
L'Agnello immolato
è degno di ricevere potenza e ricchezza,
sapienza, forza e onore:
a lui gloria e potenza nei secoli dei secoli. (Ap 5,12;1,6)


Colletta
Dio onnipotente ed eterno,
che hai voluto ricapitolare tutte le cose
in Cristo tuo Figlio, Re dell'universo,
fa' che ogni creatura,
libera dalla schiavitù del peccato,
ti serva e ti lodi senza fine.
Per il nostro Signore Gesù Cristo, tuo Figlio, che è Dio,
e vive e regna con te, nell'unità dello Spirito Santo,
per tutti i secoli dei secoli.

Oppure (Anno B):
O Padre,
che hai mandato nel mondo il tuo Figlio, re e salvatore,
e ci hai resi partecipi del sacerdozio regale,
fa' che ascoltiamo la sua voce,
per essere nel mondo
fermento del tuo regno di giustizia e di pace.
Per il nostro Signore Gesù Cristo, tuo Figlio, che è Dio,
e vive e regna con te, nell'unità dello Spirito Santo,
per tutti i secoli dei secoli.

>

Prima lettura

Dn 7,13-14
Il suo potere è un potere eterno.

Dal libro del profeta Daniele

Guardando nelle visioni notturne,
ecco venire con le nubi del cielo
uno simile a un figlio d’uomo;
giunse fino al vegliardo e fu presentato a lui.
Gli furono dati potere, gloria e regno;
tutti i popoli, nazioni e lingue lo servivano:
il suo potere è un potere eterno,
che non finirà mai,
e il suo regno non sarà mai distrutto.

Parola di Dio

>

Salmo responsoriale

Sal 92

Il Signore regna, si riveste di splendore.

Il Signore regna, si riveste di maestà:
si riveste il Signore, si cinge di forza.

È stabile il mondo, non potrà vacillare.
Stabile è il tuo trono da sempre,
dall’eternità tu sei.

Davvero degni di fede i tuoi insegnamenti!
La santità si addice alla tua casa
per la durata dei giorni, Signore.

>

Seconda lettura

Ap 1,5-8
Il sovrano dei re della terra ha fatto di noi un regno, sacerdoti per il suo Dio.

Dal libro dell’Apocalisse di san Giovanni apostolo

Gesù Cristo è il testimone fedele, il primogenito dei morti e il sovrano dei re della terra.
A Colui che ci ama e ci ha liberati dai nostri peccati con il suo sangue, che ha fatto di noi un regno, sacerdoti per il suo Dio e Padre, a lui la gloria e la potenza nei secoli dei secoli. Amen.
Ecco, viene con le nubi e ogni occhio lo vedrà,
anche quelli che lo trafissero,
e per lui tutte le tribù della terra
si batteranno il petto.
Sì, Amen!
Dice il Signore Dio: Io sono l’Alfa e l’Omèga, Colui che è, che era e che viene, l’Onnipotente!

Parola di Dio

Canto al Vangelo (Mc 11,9.10)
Alleluia, alleluia.
Benedetto colui che viene nel nome del Signore!
Benedetto il Regno che viene, del nostro padre Davide!
Alleluia.

>

Vangelo

Condividi il Vangelo su >   Facebook Ascolta il Vangelo >    

Gv 18,33-37
Tu lo dici: io sono re.


+ Dal Vangelo secondo Giovanni

In quel tempo, Pilato disse a Gesù: «Sei tu il re dei Giudei?». Gesù rispose: «Dici questo da te, oppure altri ti hanno parlato di me?». Pilato disse: «Sono forse io Giudeo? La tua gente e i capi dei sacerdoti ti hanno consegnato a me. Che cosa hai fatto?».
Rispose Gesù: «Il mio regno non è di questo mondo; se il mio regno fosse di questo mondo, i miei servitori avrebbero combattuto perché non fossi consegnato ai Giudei; ma il mio regno non è di quaggiù».
Allora Pilato gli disse: «Dunque tu sei re?». Rispose Gesù: «Tu lo dici: io sono re. Per questo io sono nato e per questo sono venuto nel mondo: per dare testimonianza alla verità. Chiunque è dalla verità, ascolta la mia voce».

Parola del Signore

Preghiera dei fedeli
Nella festa di Cristo Re dell'universo, innalziamo la nostra preghiera perché il regno di Dio trasformi tutta l'umanità, rendendola capace di sostegno verso i deboli e coloro che vivono ai margini della vita.
Preghiamo insieme e diciamo: Signore, re dell'universo, ascoltaci.

1. Per la Chiesa santa, cattolica e apostolica: porti a tutti l'annuncio del regno di Dio, facendo comprendere a ogni uomo il tempo in cui Dio vuole essere nostro padre, e ci invita a vivere come fratelli e sorelle, preghiamo.
2. Per coloro che ci governano: Dio pieghi le volontà ambiziose che cercano privilegi e ricchezze, e le guidi verso mete di giustizia, di pace e di solidarietà, preghiamo.
3. Per i cristiani che vivono in terre dilaniate dalla guerra e sono vittime di violenza e di odio: la fede li sostenga nella lotta per la libertà, preghiamo.
4. Per i fratelli e le sorelle che si sono addormentati nel Signore: possano celebrare la bontà e la gloria di Dio con gli angeli del cielo, preghiamo.
5. Per la nostra assemblea cristiana: Dio sia sempre il nostro sostegno e ci aiuti a metterci a sua disposizione per trasformare noi stessi e il mondo in cui viviamo, preghiamo.

O Padre, aiutaci a imitare, nella nostra vita, il modo di pensare e la vita di Gesù, nostro fratello e salvatore, perché ogni giorno possiamo far avanzare il suo regno ed aver parte della tua eredità nella vita eterna. Egli vive e regna nei secoli dei secoli.

Preghiera sulle offerte
Ti offriamo, o Padre, il sacrificio di Cristo
per la nostra riconciliazione,
e ti preghiamo umilmente:
il tuo Figlio conceda a tutti i popoli
il dono dell'unità e della pace.
Egli vive e regna nei secoli dei secoli.


PREFAZIO
Cristo Re dell'universo

È veramente cosa buona e giusta,
nostro dovere e fonte di salvezza,
rendere grazie sempre e in ogni luogo
a te, Signore, Padre santo,
Dio onnipotente ed eterno.
Tu con olio di esultanza
hai consacrato Sacerdote eterno
e Re dell'universo il tuo Figlio unigenito,
Gesù Cristo Signore nostro.
Egli, sacrificando se stesso
immacolata vittima di pace sull'altare della croce,
portò a compimento i misteri dell'umana redenzione;
assoggettate al suo potere tutte le creature,
offrì alla tua maestà infinita
il regno eterno e universale:
regno di verità e di vita,
regno di santità e di grazia,
regno di giustizia, di amore e di pace.
E noi,
uniti agli Angeli e agli Arcangeli,
ai Troni e alle Dominazioni
e alla moltitudine dei cori celesti,
cantiamo con voce incessante
l'inno della tua gloria: Santo, ...


Antifona alla comunione
Il Signore siede re per sempre:
benedirà il suo popolo con la pace. (Sal 28,10-11)

Oppure (Anno B):
Io sono re e sono venuto nel mondo
per dare testimonianza alla verità. (Cf. Gv 18,37)


Preghiera dopo la comunione
O Padre, che ci hai nutriti
con il pane della vita immortale,
fa' che obbediamo con gioia
ai comandamenti di Cristo, Re dell'universo,
per vivere senza fine con lui nel regno dei cieli.
Egli vive e regna nei secoli dei secoli.


O M E L I E
a cura di
Qumran2.net

Casa di Preghiera San Biagio FMA     (Omelia del 25-11-2018)
Commento su Gv 18,33-37
Pilato allora rientrò nel pretorio, fece chiamare Gesù e gli disse: «Sei tu il re dei Giudei?». 34Gesù rispose: «Dici questo da te, oppure altri ti hanno parlato di me?». 35Pilato disse: «Sono forse io Giudeo? La tua gente e i capi dei sacerdoti ti hanno consegnato a me. Che cosa hai fatto?». 36Rispose Gesù: «Il mio regno non è di questo mondo; se il mio reg ...
(continua)
don Giovanni Berti     (Omelia del 25-11-2018)
Gesù Anti-Re
Clicca qui per la vignetta della settimana. La scena del processo descritta dall'evangelista Giovanni è degna del miglior scrittore di bestseller o del miglior sceneggiatore di Hollywood per quanto riguarda il ribaltamento dei ruoli e la fine ironia spiazzante. Come in certe storie scritte o riportate sugli schermi, chi appare non è quel che sembra e i r ...
(continua)
Paolo Curtaz     (Omelia del 25-11-2018)
Video commento a Gv 18,33-37
...
(continua)
don Claudio Doglio     (Omelia del 25-11-2018)
Video commento a Gv 18,33-37
...
(continua)
Sulla strada - TV2000     (Omelia del 25-11-2018)
Commento su Giovanni 18,33-37
...
(continua)
Wilma Chasseur     (Omelia del 25-11-2018)
Audio commento alla liturgia - Gv 18,33-37
Clicca qui per scaricare il commento in formato MP3.Per ascoltare il commento, clicca sul play sulla sinistra del lettore: ...
(continua)
don Gaetano Luca (Amore)     (Omelia del 25-11-2018)
Alleniamoci a stare nella Verità
...
(continua)
Lingua dei Segni Italiana     (Omelia del 25-11-2018)

...
(continua)
Luca Rubin     (Omelia del 25-11-2018)
Dunque tu sei re?
Pilato disse a Gesù: «Sei tu il re dei Giudei?». Te la sei fatta anche tu questa domanda, a te e a Dio stesso: sei Tu il re? Sei Tu che mi reggi e mi sorreggi? Sei Tu che governi, che sostieni il mondo? Sei Tu la risposta alle mie domande? Ogni domanda contiene una sete, un desiderio da soddisfare, un vuoto da colmare. Questa domanda di Pilato potrebbe appa ...
(continua)
don Domenico Bruno     (Omelia del 25-11-2018)
Gesù è il re, noi la corona
Un re è una guida forte, un modello di uomo pienamente realizzato, una persona con pieni poteri libera di fare tutto ciò che desidera. Parlare di Gesù in questi termini sembrerebbe una cosa strana e del tutto impensabile. In effetti allo sguardo umano Gesù è solo uno che si è battuto per il bene, ma alla fine il male ha avuto la meglio su di lui. Eppure, ...
(continua)
don Marco Pozza     (Omelia del 25-11-2018)
Il Re di cuori
L'armato e il disarmato. Pilato è armato di un'arma gagliarda: del potere. Cristo, oramai ridotto ad un brandello di stracci e schiaffi, il potere non lo ha mai avuto, mai l'ha voluto. Il potere di Pilato, s'intende: «Sei tu il re dei Giudei?» è la domanda che il governatore pone al Suddito. Che, fedele alla sua pedagogia, a domanda risponde con una domanda: ...
(continua)
don Maurizio Prandi     (Omelia del 25-11-2018)
I nostri re
Siamo all'ultima domenica dell'anno liturgico e può essere questa l'occasione di fare una sintesi di quanto il vangelo di Marco e quello di Giovanni (cap 6) ci hanno donato nel corso dell'anno. Che Gesù è il Figlio di Dio ci è stato annunciato da uno straniero, da un pagano che ha visto un uomo morire in croce, e che il pane è perfetto non quando è cotto a p ...
(continua)
don Alberto Brignoli     (Omelia del 25-11-2018)
Un Re che è la Verità
Pensiamo a quante frasi, quanti discorsi facciamo, ogni giorno, nei quali usiamo la parola "verità" o comunque parliamo di verità. "Dimmi la verità" non è solo il ritornello di una famosa canzone "vintage", ma è una delle richieste più "gettonate" in un dialogo a due nel quale si voglia far luce su una situazione non chiara. Lo chiede la madre al figlio che ...
(continua)
don Mario Simula     (Omelia del 25-11-2018)
Il Sangue dell'Amore
Il trono sul quale siede Gesù è un legno di vergogna e di disprezzo. E' ridondante di violenze e di sangue innocente. Raccoglie ogni tragedia umana, mettendola sotto lo sguardo e sopra il cuore di quel Condannato senza bellezza né splendore. Chi crede di essere questo Maestro che mette in discussione la legge servile degli uomini? Chi vuole dominare un con ...
(continua)
Omelie.org - autori vari     (Omelia del 25-11-2018)

COMMENTO ALLE LETTURE Commento a cura di padre Gianmarco Paris Il segreto del Re La liturgia di quest'ultima domenica dell'anno liturgico ci fa contemplare il mistero del regno di Dio che viene a noi nei tratti sfigurati di un Gesù sconfitto, oltraggiato e preso in giro da annoiati soldati romani, che, davanti a Pilato dichiara: «Io sono re» (18, 37). ...
(continua)
Omelie.org (bambini)     (Omelia del 25-11-2018)

Oggi è la solennità di Cristo Re dell'Universo, un Re davvero speciale! È l'ultima domenica dell'Anno Liturgico e, prima di riflettere con voi sull'importanza della festa di oggi, vorrei dirvi che cos'è l'Anno Liturgico. Come l'anno civile è diviso in stagioni, mesi, giorni, così per la Chiesa esiste l'Anno Liturgico. L'Anno Liturgico è scandito dalle tap ...
(continua)
don Fabio Rosini     (Omelia del 25-11-2018)
Audio commento al Vangelo del 25 novembre
...
(continua)
don Alessandro Farano     (Omelia del 25-11-2018)
Lectio Divina - Domenica di Cristo Re dell'Universo - Anno B
...
(continua)
mons. Roberto Brunelli     (Omelia del 25-11-2018)
E' possibile sederglisi accanto
Tra le opere principali di quel gigante del pensiero che fu Sant'Agostino si colloca "La città di Dio", nella quale egli espone la sua visione della storia. Protagonista, dice, ne è l'uomo, che di fronte alla realtà in cui è immerso assume liberamente l'uno o l'altro di due atteggiamenti opposti: l'amore di sé, o l'amore di Dio. Questi due poli determinano ...
(continua)
diac. Vito Calella     (Omelia del 25-11-2018)
Siamo «dalla verità» con Gesù «testimone della verità»
I dirigenti del popolo di Israele, identificati dall'evangelista Giovanni con il nome di «Giudei» furono accusati da Gesù di «amare la gloria degli uomini più che la gloria di Dio» (Gv 12, 43). Erano i capi religiosi dell'istituzione del tempio di Gerusalemme ed esercitavano la loro autorità religiosa come dei re alla maniera umana. Ora essi portarono Gesù, ...
(continua)
don Luigi Maria Epicoco     (Omelia del 25-11-2018)
Regalità differenti
...
(continua)
padre Ermes Ronchi     (Omelia del 25-11-2018)
Un nuovo regno, dove il più potente è colui che serve
Osserviamo la scena: due poteri uno di fronte all'altro; Pilato e il potere inesorabile dell'impero; Gesù, un giovane uomo disarmato e prigioniero. Pilato, onnipotente in Gerusalemme, ha paura; ed è per paura che consegnerà Gesù alla morte, contro la sua stessa convinzione: non trovo in lui motivo di condanna. Con Gesù invece arriva un'aria di libertà e di ...
(continua)
don Luciano Cantini     (Omelia del 25-11-2018)
Per dare testimonianza alla verità
«Sei tu il re dei Giudei?» Povero Pilato! [e poveri noi] gli hanno portato una gatta da pelare, una questione religiosa intrigata e per lui incomprensibile che è stata "buttata in politica". Quando le carte si mescolano, e sono bravi prestigiatori a farlo, difficilmente ci si capisce qualche cosa perché siamo indotti ad osservare altrove e non dove avviene ...
(continua)
don Domenico Luciani     (Omelia del 25-11-2018)
Video commento su Gv 18,33-37
...
(continua)
padre Antonio Rungi     (Omelia del 25-11-2018)
La regalità di Cristo, modello di dono e di servizio
Oggi si conclude l'anno liturgico e questa XXXIV domenica del tempo ordinario pone alla nostra riflessione la regalità di Cristo, quale modello di servizio per ogni discepolo del Signore. La solennità di oggi, infatti, può considerarsi la sintesi di un cammino spirituale che abbiamo sicuramente svolto nel corso di quest'anno liturgico che volge al termine. ...
(continua)
don Roberto Fiscer     (Omelia del 25-11-2018)
#StradeDorate - Commento su Giovanni 18,33-37
...
(continua)
don Claudio Luigi Fasulo     (Omelia del 25-11-2018)
Audio commento al Vangelo della solennità di N. S. Gesù Cristo Re dell'Universo (Anno B - Gv 18,33-37)
...
(continua)
Wilma Chasseur     (Omelia del 25-11-2018)
Cosa succede in paradiso?
Cristo Re: re di che cosa? Di tutto l'Universo. Se non lo crediamo siamo eretici. Se non crediamo che l'universo è stato creato da Dio, ma dal caso o da qualche altra causa, neghiamo una verità di fede, la prima del nostro Credo: "Credo in Dio onnipotente creatore del cielo e della terra". ? Chi l'ha lanciato? E che l'universo sia stato creato ne abbia ...
(continua)
Diocesi di Vicenza     (Omelia del 25-11-2018)
La Parola - Commento al Vangelo di Giovanni (Gv 18,33-37)
...
(continua)
padre Gian Franco Scarpitta     (Omelia del 25-11-2018)
Una logica differente del regnare
Anche se al giorno d'oggi si preferisce contemplarne la figura prettamente "sociale" e "impegnata" quale può essere quella del fautore di miracoli, del guaritore e del sollecito uomo di misericordia che interviene a favore dei deboli e degli oppressi, non va dimenticato che Gesù Cristo è pur sempre il Signore e il Re dell'Universo. Questa fu probabilmente un ...
(continua)
don Lucio D'Abbraccio     (Omelia del 25-11-2018)
Tu lo dici: io sono re
L'anno liturgico si conclude con la celebrazione della regalità di Nostro Signore Gesù Cristo che, risorto da morte e asceso al cielo, ha ricevuto dal Padre «ogni potere in cielo e in terra» (Mt 28, 18). È lui «l'Alfa e l'Omega, il Principio e la Fine» (Ap 21, 6; 1, 8; 22, 13); è lui che «verrà nella gloria e il cui regno non avrà fine», come affermiamo nell ...
(continua)
fr. Massimo Rossi     (Omelia del 25-11-2018)
Commento su Giovanni 18,33-37
...E con questa settimana, finisce l'anno liturgico. Domenica prossima saremo già in Avvento! In verità, l'Avvento è cominciato da un po'... Nelle strade del centro c'è già aria di Natale, il Natale dei consumi, il Natale dei regali, il Natale dei pranzi e delle cene da sentirsi male... Beh, una volta tanto, possiamo allentare la tensione, mettere da parte ...
(continua)
don Giorgio Zevini     (Omelia del 25-11-2018)
Video Commento a Gv 18, 33b-37
...
(continua)
CPM-ITALIA Centri di Preparazione al Matrimonio (coppie - famiglie)     (Omelia del 25-11-2018)
Commento su Dn 7,13-14; Sal 92; Ap 1,5-8; Gv 18,33-37
L'ultima domenica dell'anno liturgico proclama Gesù re dell'universo. La festa di Cristo Re fu istituita, nel 1925, dal Papa Pio XI e suscitò molte obiezioni in quanto ci si chiese: è questo il momento di dare a Cristo il titolo i re nel momento in cui le vecchie monarchie scompaiono o tendono a scomparire ( la famiglia dello zar di Russia era già stata fuc ...
(continua)
padre Fernando Armellini     (Omelia del 25-11-2018)
Videocommento su Gv 18,33-37
...
(continua)
Monastero Domenicano Matris Domini     (Omelia del 22-11-2015)
Commento su Ap 1,5-8
Collocazione del brano Questo brano fa parte della prima pagina dell'Apocalisse, che si apre come una specie di lettera inviata dall'apostolo Giovanni alle sette chiese che sono nell'Asia (cioè nell'attuale Turchia). Giovanni invia a queste chiese la grazia e la pace che vengono dal Padre e da Gesù Cristo. Nel citare quest'ultimo indica le sue caratteristi ...
(continua)
don Giovanni Berti     (Omelia del 22-11-2015)
Amati e non armati
Clicca qui per la vignetta della settimana. Quale è la risposta al terrore di questi giorni, che sembra davvero infiammare le nostre strade europee mentre già brucia da tempo in altre parti del mondo? Dietro il paravento di motivi religiosi, si intravedono i veri motivi che alimentano la violenza, e ancora una volta è la sete di denaro e di potere, il ve ...
(continua)
Wilma Chasseur     (Omelia del 22-11-2015)
Audio commento alla liturgia - Gv 18,33-37
Clicca qui per scaricare il commento in formato MP3.Per ascoltare il commento, clicca sul play sulla sinistra del lettore: ...
(continua)
don Nazareno Galullo (giovani)     (Omelia del 22-11-2015)
Un Re spodestato
La festa di oggi trova la sua forza non nelle logiche di questo mondo. Infatti questo mondo ha Re potenti, che hanno eserciti per difendere. Gesu è un re spodestato dal trono umano. Anzi, sul trono umano Gesù non vi è mai salito. Ha rinunciato a tutto per regnare davvero. E qual è il suo trono? Il suo trono di potenza è la croce. Lì c'è tutta la potenza del ...
(continua)
don Claudio Doglio     (Omelia del 22-11-2015)
Ha fatto di noi un regno, sacerdoti per Dio
Clicca qui per scaricare il commento in formato MP3.Per ascoltare il commento, clicca sul play sulla sinistra del lettore: ...
(continua)
don Maurizio Prandi     (Omelia del 22-11-2015)
L'amore ci fa Re
Celebriamo la solennità di Gesù, re dell'universo. È l'ultima domenica dell'anno liturgico ed è bello poter riflettere, pregare, contemplare qualcuno, Gesù appunto, che si è sempre speso per proclamare, come centro e cuore del suo Vangelo, il Regno di Dio. Regno di Dio che secondo quanto abbiamo appena ascoltato ha una caratteristica fondamentale: non è di ...
(continua)
Casa di Preghiera San Biagio FMA     (Omelia del 22-11-2015)
Commento su Dn 7, 14
il suo potere è un potere eterno, che non finirà mai, e il suo regno non sarà mai distrutto. Dn 7, 14 Come vivere questa Parola? Di potere ha parlato il Papa anche a Firenze, durante il convegno ecclesiale di pochi giorni fa. Quando la preoccupazione di quello che valiamo, possiamo, incidiamo nella società e siamo da questa considerati, diventa un'ossess ...
(continua)
don Luca Garbinetto     (Omelia del 22-11-2015)

Il Regno di Dio è il Regno della verità! Gesù è Re perché Egli è la Verità! Per questo motivo il Regno di Gesù non è di quaggiù: perché i regni di questo nostro mondo violento e affannato non sono fondati sulla verità. Assistiamo addolorati e impauriti, sconvolti e a tratti intolleranti gli uni verso gli altri, alla corsa agli armamenti, alla legge della ...
(continua)
don Luciano Cantini     (Omelia del 22-11-2015)
Chi lo ha detto?
«Sei tu il re dei Giudei?» Non è facile, né semplice, uscire dall'equivoco che si trascina da duemila anni. Se facciamo riferimento alla petizione per richiedere l'istituzione di questa festività per riparare gli oltraggi fatti a Gesù Cristo dall'ateismo ufficiale siamo nel 1923 e fu Pio XI due anni dopo a stabilirne l'istituzione. Più che una affermazione ...
(continua)
don Marco Pedron     (Omelia del 22-11-2015)
Se non sei nella verità, non puoi seguirmi
Prima di questo vangelo Gesù è già stato interrogato da Anna e dal sommo sacerdote Caifa (Gv 18,12-27). I capi religiosi però non potevano condannarlo a morte. In questo vangelo, allora, c'è il primo interrogatorio da parte di Pilato, procuratore romano nei confronti di Gesù. 33 Pilato allora rientrò nel pretorio, fece chiamare Gesù e gli disse: «Sei tu i ...
(continua)
don Roberto Rossi     (Omelia del 22-11-2015)
Tu sei Re, il nostro Salvatore
Nella domenica che conclude l'anno liturgico la Chiesa celebra la festa di Cristo Re. Cristo è l'Alfa e l'Omega, il Principio e la Fine, o meglio il Compimento di tutte le cose. Cristo è il re dell'universo, è il re di tutti e di ciascuno. Cristo è il mio re: Colui che mi ha conquistato dando tutto se stesso, colui che mi ha liberato, mi ha fatto suo, per v ...
(continua)
don Alberto Brignoli     (Omelia del 22-11-2015)
Un regno di verità e di amore
Si chiude un Anno Liturgico, e per la Chiesa è un momento molto significativo, soprattutto perché non ci si preoccupa di stare dietro a festeggiamenti o celebrazioni commemorative, ma ci si proietta già nella prospettiva del nuovo anno, che inizieremo la prossima domenica, con il Tempo di Avvento. L'Anno Liturgico trova proprio nella sua circolarità un aspet ...
(continua)
fr. Massimo Rossi     (Omelia del 22-11-2015)
Commento su Giovanni 18,33-37
Il Vangelo di oggi è tratto dal Cap.18 che riporta l'interrogatorio di Pilato a Gesù; in realtà il quarto evangelista capovolge le parti: è Gesù che interroga Pilato; il Figlio di Dio devia la discussione dall'accusa mossa contro di lui (dai sommi sacerdoti) alla natura della Verità, per poi identificare la Verità con la sua persona. Ma, al Governatore roman ...
(continua)
don Claudio Doglio     (Omelia del 22-11-2015)
Video commento a Gv 18,33-37
...
(continua)
Missionari della Via     (Omelia del 22-11-2015)

Oggi si conclude l'anno liturgico con una bellissima affermazione: Gesù è vera- mente il Re dell'universo! Non dobbiamo dimenticare che Gesù è sì uomo come noi, mite e umile, ma al contempo è Re e Signore, cioè Dio! A che ci servirebbe, del resto, un Cristo solo umile e perseguitato come noi, se non fosse anche abbastanza potente da salvarci e cambiare la no ...
(continua)
don Giacomo Falco Brini     (Omelia del 22-11-2015)
Per questo io sono nato
Domenica scorsa abbiamo ascoltato dal vangelo di Marco una parte del discorso escatologico del Signore. Egli ci assicura che la storia dell'umanità ha una meta ben precisa, certissima: il suo corso volge verso un fine in cui tutti gli uomini saranno chiamati a render conto della propria vita davanti a Colui che ha vinto il mondo e che tiene saldo nelle sue m ...
(continua)
Omelie.org - autori vari     (Omelia del 22-11-2015)

COMMENTO ALLE LETTURE Commento a cura di padre Alvise Bellinato Cos'è il Regno di Dio? Oggi celebriamo la solennità di Cristo Re, ultima Domenica dell'anno liturgico, e possiamo domandarci di che Regno è Re Gesù Cristo. Nella preghiera del Padre nostro, all'inizio, noi diciamo: "Padre nostro che sei nei cieli, sia santificato il tuo nome, venga il t ...
(continua)
Omelie.org (bambini)     (Omelia del 22-11-2015)

Oggi si conclude un anno secondo il calendario della chiesa, domenica prossima ci si inizia a preparare al Natale. Questa domenica finale ci ricorda che Gesù è il Re di un Regno particolare: l'Universo. Ma che cosa vuole dire, oggi, per noi questa festa? Che Gesù è il re del Paradiso? Che il regno di cui parla è qualcosa di lontano e irrealizzabile? Quind ...
(continua)
padre Ermes Ronchi     (Omelia del 22-11-2015)
Un regno che libera, un re che si fa servitore
Due re, uno di fronte all'altro. Pilato, la massima autorità civile e militare in Israele, il cui potere supremo è di infliggere la morte; Gesù che invece ha il potere, materno e creatore, di dare la vita in pienezza. Chi dei due è più libero, chi è più uomo? Pilato, circondato dalle sue legioni, prigioniero delle sue paure, oppure Gesù, un re disarmato che ...
(continua)
don Marco Pozza     (Omelia del 22-11-2015)
I barbagianni e un Dio-spremuto
Non era nato burocrate: era un ragazzo vivace d'indole e d'ingegno, discendente diretto di buonissimi maestri dell'epoca. Maestri d'epoca. Il suo punto forte era la filosofia, uno dei passatempi per gente nata nel crinale di un'epoca nella quale la vera saggezza stava per diventare follia, follia cristiana e ardita. Non era nato burocrate, Pilato, lo era div ...
(continua)
padre Antonio Rungi     (Omelia del 22-11-2015)
Nostro Signore Gesù Cristo Re dell'Universo, conforto e speranza nel nostro cammino verso l'eternità
Con questa domenica si conclude l'anno liturgico 2014/15 e si conclude con la solennità di Nostro Signore Gesù Cristo Re dell'Universo. Una domenica di sintesi e di ricapitolazione, di revisione del cammino spirituale compiuto in questo anno di grazia, durante il quale si sono verificati tanti eventi ecclesiali che non possiamo dimenticare; come non possiamo ...
(continua)
mons. Antonio Riboldi     (Omelia del 22-11-2015)
Solennità di Cristo Re: un potere che si fa dono
Pare che Gesù abbia scelto i momenti più drammatici per affermare le grandi verità che non ammettono ombre. Davanti a Pilato che aveva il potere di giudicare e condannare, Gesù si doveva difendere da una precisa accusa: ?Sei tu il re dei Giudei?'. Agli occhi di Pilato poteva essere una grottesca invenzione degli avversari di Gesù. Come poteva infatti uno es ...
(continua)
don Gianfranco Calabrese     (Omelia del 22-11-2015)
Video commento su Giovanni 18,33-37
...
(continua)
don Michele Cerutti     (Omelia del 22-11-2015)

Si conclude un anno liturgico. La solennità di Cristo Re ci dice che il centro rimane Cristo: è Lui l'inizio e la fine. Il nuovo anno si apre nella logica dell'attesa con l'Avvento e si chiude nella dimensione della Regalità. Gesù atteso, nato, morto e risorto è Re. Tutte le feste ruotano intorno a Lui anche quelle legate alla Vergine Maria e ai Santi. Sì p ...
(continua)
don Domenico Luciani     (Omelia del 22-11-2015)
Video commento su Gv 18,33-37
...
(continua)
don Lello Ponticelli     (Omelia del 22-11-2015)
Prediche senza Pulpito - Commento al Vangelo
...
(continua)
don Roberto Fiscer     (Omelia del 22-11-2015)
#StradeDorate - Commento su Giovanni 18,33-37
...
(continua)
Agenzia SIR     (Omelia del 22-11-2015)

Lo scontro tra Gesù e Pilato non è un dialogo filosofico sulla verità; è un interrogatorio tragico dentro un vero processo. L'intero Vangelo di Giovanni, dall'inizio alla fine, è segnato dall'idea dello scontro tra la luce e le tenebre, tra la fede e l'incredulità, tra Gesù e il mondo. Ora siamo all'epilogo, all'ultima udienza. Dietro Pilato, che rappresenta ...
(continua)
don Giorgio Zevini     (Omelia del 22-11-2015)
Video commento a Gv 18, 33-37
...
(continua)
mons. Roberto Brunelli     (Omelia del 22-11-2015)
Un'alternativa alla barbarie di Parigi
Mentre abbiamo ancora negli occhi e nel cuore l'orrore per quanto è avvenuto a Parigi, oggi si prospetta davanti a noi la radiosa immagine di Cristo Re. Non potrebbe darsi confronto più eloquente: da un lato i barbari che sterminano gli innocenti (e, orrore su orrore, in nome di Dio); dall'altro un Re che si è lasciato inchiodare alla croce. La violenza impo ...
(continua)
Michele Antonio Corona     (Omelia del 22-11-2015)

La prima lettura tratta da Daniele presenta la celebre ed enigmatica figura del Figlio dell'uomo. Essa si contrappone in modo netto alla presentazione delle precedenti quattro bestie, le quali rappresentano il potere prepotente e bruto della politica del tempo. I re di ogni angolo della terra si comportano come le quattro bestie (leone, orso, leopardo, spa ...
(continua)
Diocesi di Vicenza     (Omelia del 22-11-2015)
La Parola - commento a Gv 18, 33-37
Commento di padre Lorenzo Altissimo, religioso francescano della comunità di santa Lucia, Vicenza Registrato nella cappella della Grotta di Lourdes nella chiesa di santa Lucia, Vicenza ...
(continua)
Carla Sprinzeles     (Omelia del 22-11-2015)

Oggi si festeggia Cristo Re, a noi, detto così ci pare fuori tempo e poco importante. Non è così, pensate che è stato il motivo per cui hanno ucciso Gesù, c'era scritto sulla croce! Allora vediamo di capirci qualcosa. Nella fantasia di molti, un re è felice perché possiede potere e ricchezza, perché fa quello che vuole, è al centro dell'attenzione, non ha ...
(continua)
padre Giuseppe De Nardi     (Omelia del 22-11-2015)
Sulla Tua Parola - Gv 18,33-37
...
(continua)
padre Gian Franco Scarpitta     (Omelia del 22-11-2015)
Il Regno che si oppone ai nostri
Nel momento in cui sto stendendo queste righe, il mondo è sconvolto da un teterrimo avvenimento che in questi giorni ci rende tutti sgomenti, ansiosi e in preda al panico e alle perplessità sul nostro futuro: una serie di stragi efferate, consumate una dietro l'altra a poca distanza di tempo in sei diversi punti della città, ha bagnato di sangue le strade di ...
(continua)
Paolo Curtaz     (Omelia del 22-11-2015)
Video commento a Gv 18,33-37
...
(continua)
don Marco Pratesi     (Omelia del 22-11-2015)
Ruminare i Salmi - Salmo 93,2 (Cristo Re dell'universo, anno B)
Ruminare i Salmi - Salmo 93 (Vulgata / liturgia 92),2 - (Cristo Re dell'universo, anno B) CEI Stabile è il tuo trono da sempre, dall'eternità tu sei. TILC Tu sei eterno, o Signore, saldo è il tuo trono, da sempre. Apocalisse 1,8 Dice il Signore Dio: «Io sono l'Alfa e l'Omèga, Colui che è, che era e che viene, l'Onnipotente!». Giovanni 18,37 «Io son ...
(continua)
CPM-ITALIA Centri di Preparazione al Matrimonio (coppie - famiglie)     (Omelia del 22-11-2015)
Commento su Dn 7,13-14; Sal 92; Ap 1,5-8; Gv 18,33-37
Domenica scorsa la liturgia ci ha presentato il ritorno trionfale e glorioso del Cristo risorto. Gesù invita l'uomo a considerare con grande pazienza e costanza il tempo in cui gli è concesso di vivere per arrivare attraverso una vita gioiosa e fedele alla felicità perenne. Anche la Chiesa, testimone di fatti sconcertanti e terribili, sa che il Cristo è i ...
(continua)