LA CHIESA

      


> e-mail    > chi siamo    > scripts e banners   > newsletters    > translate ita>eng

LITURGIA

> 23 Gennaio 2016 <

Giovedì 21 Gennaio 2016

Venerdì 22 Gennaio 2016

Sabato 23 Gennaio 2016

Domenica 24 Gennaio 2016

Lunedì 25 Gennaio 2016

Martedì 26 Gennaio 2016

Mercoledì 27 Gennaio 2016

Giovedì 28 Gennaio 2016

Venerdì 29 Gennaio 2016

Sabato 30 Gennaio 2016


Cerca nella BIBBIA
Per citazione
(es. Mt 28,1-20):
Per parola:


  Sabato della II settimana del Tempo Ordinario (Anno pari)

> Vai direttamente alle OMELIE 

Grado della Celebrazione: Feria
Colore liturgico: Verde
PO026 ;
L’incomprensione contiene generalmente un’arma nascosta: la calunnia. Gesù, senza volerlo, si trova circondato dall’ostilità, effetto - da parte degli Ebrei - dell’incomprensione. Anche la sua famiglia si inquieta perché ha sentito dire (“si diceva”) che egli è pazzo e non padrone di sé; essa vuole difenderlo.
Coloro che non accettano il messaggio di Gesù Cristo sono senza argomenti, e la loro unica risposta è la calunnia.
Coloro che voltano le spalle alla verità sono nella menzogna e non capiscono che il Messia è venuto per rivelare delle verità sconosciute. Peggio ancora, non capiscono che la grande novità cristiana consiste nel fatto che Gesù Cristo in persona è la Parola-Verità, rivelatrice del Padre, illuminata dallo Spirito.
Il medesimo destino di Gesù è riservato a coloro che vogliono seguire il Maestro. Noi ne abbiamo la prova tramite l’esperienza dei santi. I loro contemporanei li hanno spesso accusati di essere fuori di sé. Molti sono morti torturati e la Chiesa li definisce martiri perché furono testimoni della fede in Gesù Cristo. Colui che aderisce a Gesù Cristo deve sapere che berrà allo stesso calice.

Ricevi la Liturgia via mail >
Ascolta il Vangelo >

Antifona d'ingresso
Tutta la terra ti adori, o Dio, e inneggi a te:
inneggi al tuo nome, o Altissimo. (Sal 66,4)


Colletta
Dio onnipotente ed eterno,
che governi il cielo e la terra,
ascolta con bontà le preghiere del tuo popolo
e dona ai nostri giorni la tua pace.
Per il nostro Signore Gesù Cristo...

>

Prima lettura

2Sam 1,1-4.11-12.17.19.23-27
Come son caduti gli eroi in mezzo alla battaglia?

Dal secondo libro di Samuèle

In quei giorni, Davide tornò dalla strage degli Amaleciti e rimase a Siklag due giorni. Al terzo giorno ecco arrivare un uomo dal campo di Saul con la veste stracciata e col capo cosparso di polvere. Appena giunto presso Davide, cadde a terra e si prostrò. Davide gli chiese: «Da dove vieni?». Rispose: «Sono fuggito dal campo d’Israele». Davide gli domandò: «Come sono andate le cose? Su, dammi notizie!». Rispose: «È successo che il popolo è fuggito nel corso della battaglia, molti del popolo sono caduti e sono morti; anche Saul e suo figlio Giònata sono morti».
Davide afferrò le sue vesti e le stracciò; così fecero tutti gli uomini che erano con lui. Essi alzarono lamenti, piansero e digiunarono fino a sera per Saul e Giònata, suo figlio, per il popolo del Signore e per la casa d’Israele, perché erano caduti di spada.
Allora Davide intonò questo lamento su Saul e suo figlio Giònata:
«Il tuo vanto, Israele,
sulle tue alture giace trafitto!
Come sono caduti gli eroi?
O Saul e Giònata, amabili e gentili,
né in vita né in morte furono divisi;
erano più veloci delle aquile,
più forti dei leoni.
Figlie d’Israele, piangete su Saul,
che con delizia vi rivestiva di porpora,
che appendeva gioielli d’oro sulle vostre vesti.
Come son caduti gli eroi
in mezzo alla battaglia?
Giònata, sulle tue alture trafitto!
Una grande pena ho per te,
fratello mio, Giònata!
Tu mi eri molto caro;
la tua amicizia era per me preziosa,
più che amore di donna.
Come sono caduti gli eroi,
sono perite le armi?».

Parola di Dio

>

Salmo responsoriale

Sal 79

Fa’ splendere il tuo volto, Signore, e noi saremo salvi.

Tu, pastore d’Israele, ascolta,
tu che guidi Giuseppe come un gregge.
Seduto sui cherubini, risplendi
davanti a Èfraim, Beniamino e Manasse.
Risveglia la tua potenza
e vieni a salvarci.

Signore, Dio degli eserciti,
fino a quando fremerai di sdegno
contro le preghiere del tuo popolo?
Tu ci nutri con pane di lacrime,
ci fai bere lacrime in abbondanza.
Ci hai fatto motivo di contesa per i vicini
e i nostri nemici ridono di noi.

Canto al Vangelo (At 16,14b)
Alleluia, alleluia.
Apri, Signore, il nostro cuore
e accoglieremo le parole del Figlio tuo.
Alleluia.

>

Vangelo

Mc 3,20-21
I suoi dicevano: «E' fuori di sé».


+ Dal Vangelo secondo Marco

In quel tempo, Gesù entrò in una casa e di nuovo si radunò una folla, tanto che non potevano neppure mangiare.
Allora i suoi, sentito questo, uscirono per andare a prenderlo; dicevano infatti: «È fuori di sé».

Parola del Signore

Preghiera dei fedeli
Cristo, il santo dei santi, ha operato tra l'incomprensione e le opposizioni. Chiediamo con fiducia al Padre di non lasciarci intimorire dalle opposizioni e dalle difficoltà, ma di testimoniare con coraggio la nostra fede, dicendo:
Donaci, o Padre, la forza del tuo Spirito.

Sostieni la Chiesa nel suo compito profetico di richiamare gli uomini al vero Dio e di abbandonare i falsi valori del mondo. Noi ti invochiamo:
Concedi al Papa e ai vescovi la luce per riconoscere le necessità del nostro tempo, e dona loro una grande sollecitudine verso i poveri. Noi ti invochiamo:
Aiuta i perseguitati e i prigionieri politici, incarcerati per la ricerca di verità e libertà, perché si sentano confortati da Cristo crocifisso. Noi ti invochiamo:
Guida le famiglie del nostro paese verso rapporti di vero amore, che rafforzi la libertà interiore dei loro componenti. Noi ti invochiamo:
Donaci la capacità di correggerci l'un l'altro fraternamente, senza cedere alla critica maligna e alla condanna del prossimo. Noi ti invochiamo:
Per le famiglie colpite da disgrazie e da lutti.
Perché siamo consapevoli dell'immenso valore della messa.

O Padre nostro e nostro Signore, ti presentiamo con piena confidenza le necessità di tutti gli uomini e il nostro sforzo di costruire una società più umana: vieni a salvarci con la tua grazia onnipotente perché ci accostiamo al tuo Cristo, perfetto sacrificio per i secoli eterni. Amen.

Preghiera sulle offerte
Concedi a noi tuoi fedeli, Signore,
di partecipare degnamente ai santi misteri
perché, ogni volta che celebriamo
questo memoriale del sacrificio del tuo Figlio,
si compie l’opera della nostra redenzione.
Per Cristo nostro Signore.


Antifona di comunione
Dinanzi a me hai preparato una mensa
e il mio calice trabocca. (Sal 23,5)

Oppure:
Abbiamo conosciuto l’amore che Dio
ha per noi e vi abbiamo creduto. (1Gv 4,16)


Preghiera dopo la comunione
Infondi in noi, o Padre, lo Spirito del tuo amore,
perché nutriti con l’unico pane di vita
formiamo un cuor solo e un’anima sola.
Per Cristo nostro Signore.


O M E L I E
a cura di
Qumran2.net

Monaci Benedettini Silvestrini     (Omelia del 23-01-2016)
È fuori di sè
Noi, esseri umani, ordinariamente stiamo tutti molto attenti per comprendere e definire al meglio i contorni della normalità e cerchiamo di conformarci ad essi per essere felicemente annoverati nella schiera dei cosiddetti "normali". Ci siamo dotati perciò di norme e di paràmetri sempre più precisi ...
(continua)
Movimento Apostolico - rito romano     (Omelia del 23-01-2016)
Uscirono per andare a prenderlo
Sappiamo dalla Scrittura che il Re Davide fu giudicato "fuori di sé", "uomo da nulla", perché manifestò tutta la sua gioia, danzando davanti all'arca del Signore che veniva portata in Gerusalemme. Dinanzi a Dio l'uomo veramente è un niente, un "fuori di sé". Di fronte a Dio non vi è alcuna dignità d ...
(continua)
Casa di Preghiera San Biagio FMA     (Omelia del 23-01-2016)
Commento su Mc 3,20-21
"In quel tempo, Gesù entrò in una casa e si radunò di nuovo attorno a lui molta folla. Al punto che non potevano neppure prendere cibo. Allora i suoi. Sentito questo, uscirono per andare a prenderlo; poiché dicevano: "E' fuori di sé"." Mc 3,20-21 Come vivere questa Parola? Di nuovo una grande fol ...
(continua)
Movimento Apostolico - rito romano     (Omelia del 24-01-2015)
Uscirono per andare a prenderlo
Gesù non solo è considerato pazzo. È anche accusato di essere indemoniato. È questa un'accusa infamante, lesiva per la sua credibilità. È un'accusa che viene dai Giudei. Prima questi lo infamavano di alleanza con il demonio. Ora superano anche questo capo di infamia. Lo dichiarano pazzo e indemoniat ...
(continua)
Casa di Preghiera San Biagio FMA     (Omelia del 24-01-2015)
Commento su Mc 3, 21
«Allora i suoi [...] uscirono per andare a prenderlo; dicevano infatti: "È fuori di sé"» Mc 3, 21 Come vivere questa Parola? Gesù ha subito molte incomprensioni da parte delle persone che gli erano vicine, anche dai suoi stessi parenti, che lo considerano quasi impazzito e vogliono quindi tenerlo ...
(continua)
Paolo Curtaz     (Omelia del 21-01-2012)
Commento su Marco 3,20-21
È matto Gesù, siamo sinceri. Fuori come un balcone, pazzo da legare. Non si risparmia, dedica tutto il suo tempo all'annuncio del Regno. Si dimentica di mangiare in un tempo in cui mangiare era privilegio di pochi. È matto, fuori di testa perché contraddice il nostro modo di vivere, di intendere la ...
(continua)
Casa di Preghiera San Biagio FMA     (Omelia del 21-01-2012)
Commento su 2 Samuele 1,11
Davide afferrò le sue vesti e le stracciò; così fecero tutti gli uomini che erano con lui. 2 Sam 1,11 Come vivere questa parola? Davide piange la morte di Saul e del figlio come quella di due carissimi amici. Al di là dei problemi che Saul gli ha causato, egli riesce a vedere la grandezza di qu ...
(continua)
Monaci Benedettini Silvestrini     (Omelia del 21-01-2012)
«E' fuori di sé»
Gesù fa scandalo per purificare i cuori; Gesù penetra nelle coscienze in modo profondo per la salvezza; Gesù chiede una fede totale e completa perché la fede si rafforzi; Gesù rende evidenti tutte le contraddizioni per sanarle. C'è chi si oppone in modo ipocrita e chiude il cuore a questa conversion ...
(continua)
Movimento Apostolico - rito romano     (Omelia del 21-01-2012)
Tanto che non potevano neppure mangiare
Gesù è la Sapienza eterna fattasi carne. È però anche la perfetta saggezza umana. Vi è in Lui una corrispondenza di conformità piena tra la sua Saggezza divina e quella umana. Quest'ultima è sempre un riflesso della prima. Per cui in Gesù non vi è mai stata una benché minima discrepanza o dissonanza ...
(continua)
Casa di Preghiera San Biagio FMA     (Omelia del 22-01-2011)
Comenti su Marco 3,21
Allora i suoi [...] uscirono per andare a prenderlo; dicevano infatti: "È fuori di sé". Mc 3,21 Come vivere questa Parola? L'evangelista Marco annota che la folla stringeva Gesù per le strade e dentro le abitazioni, a tal punto che lui e i suoi "non avevano più tempo per prendere cibo". Quelli che ...
(continua)
Monaci Benedettini Silvestrini     (Omelia del 22-01-2011)
Nulla noi temiamo nel nome di Gesù Cristo.
Oggi è festa del titolare della nostra chiesa monastica. San Vincenzo era diacono del Vescovo Valerio di Saragozza in Spagna. E assieme con lui egli venne martirizzato, con duri supplizi, a Valenza nel 304. Sant'Agostino ne fa l'elogio in un famoso discorso, affermando che il diacono Vincenzo aveva ...
(continua)
Movimento Apostolico - rito romano     (Omelia del 22-01-2011)
Uscirono per andare a prenderlo; dicevano infatti: È fuori di sé
Nella sua vita terrena Gesù subì ogni sorta di incomprensione. Credo che sole quelle pochissime persone presenti alla sua croce lo abbiamo compreso, creduto, obbedito, seguito in ogni sua Parola. Ecco come l'Evangelista Giovanni racconta questo momento del Golgota: "Stavano presso la croce di Gesù s ...
(continua)
don Luciano Sanvito     (Omelia del 23-01-2010)
Un Dio logico?
Per noi, che ci siamo abituati a un Gesù ormai normale, logico e dalla parola ben chiara e distinta, fa bene ogni tanto sentirci proclamare questo Vangelo del "fuori di sè". Un Gesù che non corrisponde agli schemi prefissati e alla logica umana ci aiuta a riprendere di Lui la forza insita dello S ...
(continua)
Casa di Preghiera San Biagio FMA     (Omelia del 23-01-2010)

Dalla Parola del giorno È successo che il popolo è fuggito nel corso della battaglia, molti del popolo sono caduti e sono morti; anche Saul e suo figlio Gionata sono morti. Come vivere questa Parola? Troviamo, in questo brano, un racconto della morte di Saul che si diversifica nei particolari d ...
(continua)
Paolo Curtaz     (Omelia del 24-01-2009)

La piccola, piccante annotazione di Marco ci lascia sgomenti e un'altra volta, nel suo vangelo, l'evangelista annoterà l'incomprensione dei famigliari di Gesù, annoverando tra questi, a sorpresa, sua madre. È molto forte questa cosa, quasi destabilizzante. Gesù appare come uno che taglia i rapporti ...
(continua)
don Luciano Sanvito     (Omelia del 24-01-2009)
"E' fuori di sè!"
Far rientrare Dio nella logica umana... Non è solo il tentativo fatto dai parenti di Gesù, che sentendo come Lui si comporta vanno a recuperarlo perché "...è fuori di sè". E' anche la tentazione del mondo di oggi, anche del mondo religioso, che vuole applicare a Dio gli schemi del comportament ...
(continua)
Paolo Curtaz     (Omelia del 26-01-2008)

Timoteo e Tito sono due tra i primi collaboratori di Paolo, responsabili delle prime comunità fondate da Paolo, destinatari di alcune sue lettere. Affondiamo le nostre radici nella vivacità del primo cristianesimo e impariamo da questi santi a rinvigorire le nostre stanche comunità... Oggi ricord ...
(continua)