LA CHIESA

      


> e-mail    > chi siamo    > scripts e banners   > newsletters    > translate ita>eng

LITURGIA

> 22 Novembre 2015 <

Venerdì 20 Novembre 2015

Sabato 21 Novembre 2015

Domenica 22 Novembre 2015

Lunedì 23 Novembre 2015

Martedì 24 Novembre 2015

Mercoledì 25 Novembre 2015

Giovedì 26 Novembre 2015

Venerdì 27 Novembre 2015

Sabato 28 Novembre 2015

Domenica 29 Novembre 2015


Cerca nella BIBBIA
Per citazione
(es. Mt 28,1-20):
Per parola:

  XXXIV DOMENICA DEL TEMPO ORDINARIO (ANNO B)
Nostro Signore Gesù Cristo Re dell'Universo

> Vai direttamente alle OMELIE 

Grado della Celebrazione: SOLENNITA'
Colore liturgico: Bianco
BO340 ;

Per festeggiare Cristo, re dell’universo, la Chiesa non ci propone il racconto di una teofania splendente. Ma, al contrario, questa scena straziante della passione secondo san Giovanni, in cui Gesù umiliato e in catene compare davanti a Pilato, onnipotente rappresentante di un impero onnipotente. Scena straziante in cui l’accusato senza avvocato è a due giorni dal risuscitare nella gloria, e in cui il potente del momento è a due passi dallo sprofondare nell’oblio. Chi dei due è re? Quale dei due può rivendicare un potere reale (Gv 19,11)? Ancora una volta, secondo il modo di vedere umano, non si poteva che sbagliarsi. Ma poco importa. I giochi sono fatti. Ciò che conta è il dialogo di questi due uomini. Pilato non capisce niente, né dei Giudei, né di Gesù (Gv 18,35), né del senso profondo del dibattito (Gv 18,38). Quanto a Gesù, una sola cosa conta, ed è la verità (Gv 18,37). Durante tutta la sua vita ha servito la verità, ha reso testimonianza alla verità. La verità sul Padre, la verità sulla vita eterna, la verità sulla lotta che l’uomo deve condurre in questo mondo, la verità sulla vita e sulla morte. Tutti campi essenziali, in cui la menzogna e l’errore sono mortali. Ecco cos’è essere re dell’universo: entrare nella verità e renderle testimonianza (Gv 8,44-45). Tutti i discepoli di Gesù sono chiamati a condividere la sua regalità, se “ascoltano la sua voce” (Gv 18,37). È veramente re colui che la verità ha reso libero (Gv 8,32).

Scarica il foglietto della Messa >
Scarica le Letture del Lezionario >
Scarica il Salmo Responsoriale Cantato >
Ricevi la Liturgia via mail >
Ascolta il Vangelo >

Antifona d'ingresso
L’Agnello immolato
è degno di ricevere potenza e ricchezza
e sapienza e forza e onore:
a lui gloria e potenza nei secoli, in eterno. (Ap 5,12; 1,6)


Colletta
Dio onnipotente ed eterno,
che hai voluto rinnovare tutte le cose
in Cristo tuo Figlio, Re dell’universo,
fa’ che ogni creatura, libera dalla schiavitù del peccato,
ti serva e ti lodi senza fine.
Per il nostro Signore Gesù Cristo,...

Oppure:
O Dio, fonte di ogni paternità,
che hai mandato il tuo Figlio
per farci partecipi del suo sacerdozio regale,
illumina il nostro spirito,
perché comprendiamo che servire è regnare,
e con la vita donata ai fratelli
confessiamo la nostra fedeltà al Cristo,
primogenito dei morti
e dominatore di tutti i potenti della terra.
Egli è Dio, e vive e regna con te...

>

Prima lettura

Dn 7,13-14
Il suo potere è un potere eterno.

Dal libro del profeta Daniele

Guardando nelle visioni notturne,
ecco venire con le nubi del cielo
uno simile a un figlio d’uomo;
giunse fino al vegliardo e fu presentato a lui.
Gli furono dati potere, gloria e regno;
tutti i popoli, nazioni e lingue lo servivano:
il suo potere è un potere eterno,
che non finirà mai,
e il suo regno non sarà mai distrutto.

Parola di Dio

>

Salmo responsoriale

Sal 92

Il Signore regna, si riveste di splendore.

Il Signore regna, si riveste di maestà:
si riveste il Signore, si cinge di forza.

È stabile il mondo, non potrà vacillare.
Stabile è il tuo trono da sempre,
dall’eternità tu sei.

Davvero degni di fede i tuoi insegnamenti!
La santità si addice alla tua casa
per la durata dei giorni, Signore.

>

Seconda lettura

Ap 1,5-8
Il sovrano dei re della terra ha fatto di noi un regno, sacerdoti per il suo Dio.

Dal libro dell’Apocalisse di san Giovanni apostolo

Gesù Cristo è il testimone fedele, il primogenito dei morti e il sovrano dei re della terra.
A Colui che ci ama e ci ha liberati dai nostri peccati con il suo sangue, che ha fatto di noi un regno, sacerdoti per il suo Dio e Padre, a lui la gloria e la potenza nei secoli dei secoli. Amen.
Ecco, viene con le nubi e ogni occhio lo vedrà,
anche quelli che lo trafissero,
e per lui tutte le tribù della terra
si batteranno il petto.
Sì, Amen!
Dice il Signore Dio: Io sono l’Alfa e l’Omèga, Colui che è, che era e che viene, l’Onnipotente!

Parola di Dio

Canto al Vangelo (Mc 11,9.10)
Alleluia, alleluia.
Benedetto colui che viene nel nome del Signore!
Benedetto il Regno che viene, del nostro padre Davide!
Alleluia.

>

Vangelo

Gv 18,33-37
Tu lo dici: io sono re.


+ Dal Vangelo secondo Giovanni

In quel tempo, Pilato disse a Gesù: «Sei tu il re dei Giudei?». Gesù rispose: «Dici questo da te, oppure altri ti hanno parlato di me?». Pilato disse: «Sono forse io Giudeo? La tua gente e i capi dei sacerdoti ti hanno consegnato a me. Che cosa hai fatto?».
Rispose Gesù: «Il mio regno non è di questo mondo; se il mio regno fosse di questo mondo, i miei servitori avrebbero combattuto perché non fossi consegnato ai Giudei; ma il mio regno non è di quaggiù».
Allora Pilato gli disse: «Dunque tu sei re?». Rispose Gesù: «Tu lo dici: io sono re. Per questo io sono nato e per questo sono venuto nel mondo: per dare testimonianza alla verità. Chiunque è dalla verità, ascolta la mia voce».

Parola del Signore

Preghiera dei fedeli
Nella festa di Cristo Re dell'universo, innalziamo la nostra preghiera perché il regno di Dio trasformi tutta l'umanità, rendendola capace di sostegno verso i deboli e coloro che vivono ai margini della vita.
Preghiamo insieme e diciamo: Signore, re dell'universo, ascoltaci.

1. Per la Chiesa santa, cattolica e apostolica: porti a tutti l'annuncio del regno di Dio, facendo comprendere a ogni uomo il tempo in cui Dio vuole essere nostro padre, e ci invita a vivere come fratelli e sorelle, preghiamo.
2. Per coloro che ci governano: Dio pieghi le volontà ambiziose che cercano privilegi e ricchezze, e le guidi verso mete di giustizia, di pace e di solidarietà, preghiamo.
3. Per i cristiani che vivono in terre dilaniate dalla guerra e sono vittime di violenza e di odio: la fede li sostenga nella lotta per la libertà, preghiamo.
4. Per i fratelli e le sorelle che si sono addormentati nel Signore: possano celebrare la bontà e la gloria di Dio con gli angeli del cielo, preghiamo.
5. Per la nostra assemblea cristiana: Dio sia sempre il nostro sostegno e ci aiuti a metterci a sua disposizione per trasformare noi stessi e il mondo in cui viviamo, preghiamo.

O Padre, aiutaci a imitare, nella nostra vita, il modo di pensare e la vita di Gesù, nostro fratello e salvatore, perché ogni giorno possiamo far avanzare il suo regno ed aver parte della tua eredità nella vita eterna. Egli vive e regna nei secoli dei secoli.

Preghiera sulle offerte
Accetta, o Padre,
questo sacrificio di riconciliazione,
e per i meriti del Cristo tuo Figlio
concedi a tutti i popoli il dono dell’unità e della pace.
Egli vive e regna nei secoli dei secoli.


PREFAZIO
Cristo sacerdote e re dell’universo.

E veramente cosa buona e giusta,
nostro dovere e fonte di salvezza,
rendere grazie sempre e in ogni luogo
a te, Signore, Padre santo,
Dio onnipotente ed eterno.
Tu con olio di esultanza
hai consacrato Sacerdote eterno
e Re dell’universo il tuo unico Figlio,
Gesù Cristo nostro Signore.
Egli, sacrificando se stesso
immacolata vittima di pace sull’altare della Croce,
operò il mistero dell’umana redenzione;
assoggettate al suo potere tutte le creature,
offrì alla tua maestà infinita
il regno eterno e universale:
regno di verità e di vita,
regno di santità e di grazia,
regno di giustizia, di amore e di pace.
E noi,
uniti agli Angeli e agli Arcangeli,
ai Troni e alle Dominazioni
e alla moltitudine dei Cori celesti,
cantiamo con voce incessante
l’inno della tua gloria: Santo...


Antifona di comunione
Re in eterno siede il Signore:
benedirà il suo popolo nella pace. (Sal 29,10-11)

Oppure:
“Io sono re e sono venuto nel mondo
per rendere testimonianza alla verità”. (Gv 18,37)


Preghiera dopo la comunione
O Dio, nostro Padre, che ci hai nutriti
con il pane della vita immortale,
fa’ che obbediamo con gioia
a Cristo, Re dell’universo,
per vivere senza fine con lui
nel suo regno glorioso.
Egli vive e regna nei secoli dei secoli.


O M E L I E
a cura di
Qumran2.net

don Giovanni Berti     (Omelia del 22-11-2015)
Amati e non armati
Clicca qui per la vignetta della settimana. Quale è la risposta al terrore di questi giorni, che sembra davvero infiammare le nostre strade europee mentre già brucia da tempo in altre parti del mondo? Dietro il paravento di motivi religiosi, si intravedono i veri motivi che alimentano la violenz ...
(continua)
Wilma Chasseur     (Omelia del 22-11-2015)
Audio commento alla liturgia - Gv 18,33-37
Clicca qui per scaricare il commento in formato MP3.Per ascoltare il commento, clicca sul play sulla sinistra del lettore: ...
(continua)
don Nazareno Galullo (giovani)     (Omelia del 22-11-2015)
Un Re spodestato
La festa di oggi trova la sua forza non nelle logiche di questo mondo. Infatti questo mondo ha Re potenti, che hanno eserciti per difendere. Gesu è un re spodestato dal trono umano. Anzi, sul trono umano Gesù non vi è mai salito. Ha rinunciato a tutto per regnare davvero. E qual è il suo trono? Il ...
(continua)
don Claudio Doglio     (Omelia del 22-11-2015)
Ha fatto di noi un regno, sacerdoti per Dio
Clicca qui per scaricare il commento in formato MP3.Per ascoltare il commento, clicca sul play sulla sinistra del lettore: ...
(continua)
don Maurizio Prandi     (Omelia del 22-11-2015)
L'amore ci fa Re
Celebriamo la solennità di Gesù, re dell'universo. È l'ultima domenica dell'anno liturgico ed è bello poter riflettere, pregare, contemplare qualcuno, Gesù appunto, che si è sempre speso per proclamare, come centro e cuore del suo Vangelo, il Regno di Dio. Regno di Dio che secondo quanto abbiamo a ...
(continua)
Casa di Preghiera San Biagio FMA     (Omelia del 22-11-2015)
Commento su Dn 7, 14
il suo potere è un potere eterno, che non finirà mai, e il suo regno non sarà mai distrutto. Dn 7, 14 Come vivere questa Parola? Di potere ha parlato il Papa anche a Firenze, durante il convegno ecclesiale di pochi giorni fa. Quando la preoccupazione di quello che valiamo, possiamo, incidiamo ne ...
(continua)
don Luca Garbinetto     (Omelia del 22-11-2015)

Il Regno di Dio è il Regno della verità! Gesù è Re perché Egli è la Verità! Per questo motivo il Regno di Gesù non è di quaggiù: perché i regni di questo nostro mondo violento e affannato non sono fondati sulla verità. Assistiamo addolorati e impauriti, sconvolti e a tratti intolleranti gli uni v ...
(continua)
don Luciano Cantini     (Omelia del 22-11-2015)
Chi lo ha detto?
«Sei tu il re dei Giudei?» Non è facile, né semplice, uscire dall'equivoco che si trascina da duemila anni. Se facciamo riferimento alla petizione per richiedere l'istituzione di questa festività per riparare gli oltraggi fatti a Gesù Cristo dall'ateismo ufficiale siamo nel 1923 e fu Pio XI due an ...
(continua)
don Marco Pedron     (Omelia del 22-11-2015)
Se non sei nella verità, non puoi seguirmi
Prima di questo vangelo Gesù è già stato interrogato da Anna e dal sommo sacerdote Caifa (Gv 18,12-27). I capi religiosi però non potevano condannarlo a morte. In questo vangelo, allora, c'è il primo interrogatorio da parte di Pilato, procuratore romano nei confronti di Gesù. 33 Pilato allora rie ...
(continua)
don Roberto Rossi     (Omelia del 22-11-2015)
Tu sei Re, il nostro Salvatore
Nella domenica che conclude l'anno liturgico la Chiesa celebra la festa di Cristo Re. Cristo è l'Alfa e l'Omega, il Principio e la Fine, o meglio il Compimento di tutte le cose. Cristo è il re dell'universo, è il re di tutti e di ciascuno. Cristo è il mio re: Colui che mi ha conquistato dando tutto ...
(continua)
don Alberto Brignoli     (Omelia del 22-11-2015)
Un regno di verità e di amore
Si chiude un Anno Liturgico, e per la Chiesa è un momento molto significativo, soprattutto perché non ci si preoccupa di stare dietro a festeggiamenti o celebrazioni commemorative, ma ci si proietta già nella prospettiva del nuovo anno, che inizieremo la prossima domenica, con il Tempo di Avvento. L ...
(continua)
fr. Massimo Rossi     (Omelia del 22-11-2015)
Commento su Giovanni 18,33-37
Il Vangelo di oggi è tratto dal Cap.18 che riporta l'interrogatorio di Pilato a Gesù; in realtà il quarto evangelista capovolge le parti: è Gesù che interroga Pilato; il Figlio di Dio devia la discussione dall'accusa mossa contro di lui (dai sommi sacerdoti) alla natura della Verità, per poi identif ...
(continua)
don Claudio Doglio     (Omelia del 22-11-2015)
Video commento a Gv 18,33-37
...
(continua)
Missionari della Via     (Omelia del 22-11-2015)

Oggi si conclude l'anno liturgico con una bellissima affermazione: Gesù è vera- mente il Re dell'universo! Non dobbiamo dimenticare che Gesù è sì uomo come noi, mite e umile, ma al contempo è Re e Signore, cioè Dio! A che ci servirebbe, del resto, un Cristo solo umile e perseguitato come noi, se non ...
(continua)
don Giacomo Falco Brini     (Omelia del 22-11-2015)
Per questo io sono nato
Domenica scorsa abbiamo ascoltato dal vangelo di Marco una parte del discorso escatologico del Signore. Egli ci assicura che la storia dell'umanità ha una meta ben precisa, certissima: il suo corso volge verso un fine in cui tutti gli uomini saranno chiamati a render conto della propria vita davanti ...
(continua)
Omelie.org - autori vari     (Omelia del 22-11-2015)

COMMENTO ALLE LETTURE Commento a cura di padre Alvise Bellinato Cos'è il Regno di Dio? Oggi celebriamo la solennità di Cristo Re, ultima Domenica dell'anno liturgico, e possiamo domandarci di che Regno è Re Gesù Cristo. Nella preghiera del Padre nostro, all'inizio, noi diciamo: "Padre nostr ...
(continua)
Omelie.org (bambini)     (Omelia del 22-11-2015)

Oggi si conclude un anno secondo il calendario della chiesa, domenica prossima ci si inizia a preparare al Natale. Questa domenica finale ci ricorda che Gesù è il Re di un Regno particolare: l'Universo. Ma che cosa vuole dire, oggi, per noi questa festa? Che Gesù è il re del Paradiso? Che il regno ...
(continua)
padre Ermes Ronchi     (Omelia del 22-11-2015)
Un regno che libera, un re che si fa servitore
Due re, uno di fronte all'altro. Pilato, la massima autorità civile e militare in Israele, il cui potere supremo è di infliggere la morte; Gesù che invece ha il potere, materno e creatore, di dare la vita in pienezza. Chi dei due è più libero, chi è più uomo? Pilato, circondato dalle sue legioni, p ...
(continua)
don Marco Pozza     (Omelia del 22-11-2015)
I barbagianni e un Dio-spremuto
Non era nato burocrate: era un ragazzo vivace d'indole e d'ingegno, discendente diretto di buonissimi maestri dell'epoca. Maestri d'epoca. Il suo punto forte era la filosofia, uno dei passatempi per gente nata nel crinale di un'epoca nella quale la vera saggezza stava per diventare follia, follia cr ...
(continua)
padre Antonio Rungi     (Omelia del 22-11-2015)
Nostro Signore Gesù Cristo Re dell'Universo, conforto e speranza nel nostro cammino verso l'eternità
Con questa domenica si conclude l'anno liturgico 2014/15 e si conclude con la solennità di Nostro Signore Gesù Cristo Re dell'Universo. Una domenica di sintesi e di ricapitolazione, di revisione del cammino spirituale compiuto in questo anno di grazia, durante il quale si sono verificati tanti event ...
(continua)
mons. Antonio Riboldi     (Omelia del 22-11-2015)
Solennità di Cristo Re: un potere che si fa dono
Pare che Gesù abbia scelto i momenti più drammatici per affermare le grandi verità che non ammettono ombre. Davanti a Pilato che aveva il potere di giudicare e condannare, Gesù si doveva difendere da una precisa accusa: ?Sei tu il re dei Giudei?'. Agli occhi di Pilato poteva essere una grottesca in ...
(continua)
don Gianfranco Calabrese     (Omelia del 22-11-2015)
Video commento su Giovanni 18,33-37
...
(continua)
don Michele Cerutti     (Omelia del 22-11-2015)

Si conclude un anno liturgico. La solennità di Cristo Re ci dice che il centro rimane Cristo: è Lui l'inizio e la fine. Il nuovo anno si apre nella logica dell'attesa con l'Avvento e si chiude nella dimensione della Regalità. Gesù atteso, nato, morto e risorto è Re. Tutte le feste ruotano intorno a ...
(continua)
don Domenico Luciani     (Omelia del 22-11-2015)
Video commento su Gv 18,33-37
...
(continua)
don Lello Ponticelli     (Omelia del 22-11-2015)
Prediche senza Pulpito - Commento al Vangelo
...
(continua)
don Roberto Fiscer     (Omelia del 22-11-2015)
#StradeDorate - Commento su Giovanni 18,33-37
...
(continua)
Movimento Apostolico - rito romano     (Omelia del 22-11-2015)
Per dare testimonianza alla verità
Se ponessimo su una linea uno dopo l'altro Noè, Abramo, Isacco, Giacobbe, Giuseppe, Mosè, Giosuè, Samuele, Davide, Osea, Amos, Isaia, Geremia, Ezechiele, Daniele, tutti gli altri profeti e giusti dell'Antico Testamento, e su un'altra linea difronte il solo Cristo Gesù, la luce divina di Lui rendereb ...
(continua)
Agenzia SIR     (Omelia del 22-11-2015)

Lo scontro tra Gesù e Pilato non è un dialogo filosofico sulla verità; è un interrogatorio tragico dentro un vero processo. L'intero Vangelo di Giovanni, dall'inizio alla fine, è segnato dall'idea dello scontro tra la luce e le tenebre, tra la fede e l'incredulità, tra Gesù e il mondo. Ora siamo all ...
(continua)
don Giorgio Zevini     (Omelia del 22-11-2015)
Video commento a Gv 18, 33-37
...
(continua)
mons. Roberto Brunelli     (Omelia del 22-11-2015)
Un'alternativa alla barbarie di Parigi
Mentre abbiamo ancora negli occhi e nel cuore l'orrore per quanto è avvenuto a Parigi, oggi si prospetta davanti a noi la radiosa immagine di Cristo Re. Non potrebbe darsi confronto più eloquente: da un lato i barbari che sterminano gli innocenti (e, orrore su orrore, in nome di Dio); dall'altro un ...
(continua)
Michele Antonio Corona     (Omelia del 22-11-2015)

La prima lettura tratta da Daniele presenta la celebre ed enigmatica figura del Figlio dell'uomo. Essa si contrappone in modo netto alla presentazione delle precedenti quattro bestie, le quali rappresentano il potere prepotente e bruto della politica del tempo. I re di ogni angolo della terra si c ...
(continua)
Diocesi di Vicenza     (Omelia del 22-11-2015)
La Parola - commento a Gv 18, 33-37
Commento di padre Lorenzo Altissimo, religioso francescano della comunità di santa Lucia, Vicenza Registrato nella cappella della Grotta di Lourdes nella chiesa di santa Lucia, Vicenza ...
(continua)
Carla Sprinzeles     (Omelia del 22-11-2015)

Oggi si festeggia Cristo Re, a noi, detto così ci pare fuori tempo e poco importante. Non è così, pensate che è stato il motivo per cui hanno ucciso Gesù, c'era scritto sulla croce! Allora vediamo di capirci qualcosa. Nella fantasia di molti, un re è felice perché possiede potere e ricchezza, per ...
(continua)
padre Giuseppe De Nardi     (Omelia del 22-11-2015)
Sulla Tua Parola - Gv 18,33-37
...
(continua)
padre Gian Franco Scarpitta     (Omelia del 22-11-2015)
Il Regno che si oppone ai nostri
Nel momento in cui sto stendendo queste righe, il mondo è sconvolto da un teterrimo avvenimento che in questi giorni ci rende tutti sgomenti, ansiosi e in preda al panico e alle perplessità sul nostro futuro: una serie di stragi efferate, consumate una dietro l'altra a poca distanza di tempo in sei ...
(continua)
Paolo Curtaz     (Omelia del 22-11-2015)
Video commento a Gv 18,33-37
...
(continua)
don Marco Pratesi     (Omelia del 22-11-2015)
Ruminare i Salmi - Salmo 93,2 (Cristo Re dell'universo, anno B)
Ruminare i Salmi - Salmo 93 (Vulgata / liturgia 92),2 - (Cristo Re dell'universo, anno B) CEI Stabile è il tuo trono da sempre, dall'eternità tu sei. TILC Tu sei eterno, o Signore, saldo è il tuo trono, da sempre. Apocalisse 1,8 Dice il Signore Dio: «Io sono l'Alfa e l'Omèga, Colui che è, c ...
(continua)
CPM-ITALIA Centri di Preparazione al Matrimonio (coppie - famiglie)     (Omelia del 22-11-2015)
Commento su Dn 7,13-14; Sal 92; Ap 1,5-8; Gv 18,33-37
Domenica scorsa la liturgia ci ha presentato il ritorno trionfale e glorioso del Cristo risorto. Gesù invita l'uomo a considerare con grande pazienza e costanza il tempo in cui gli è concesso di vivere per arrivare attraverso una vita gioiosa e fedele alla felicità perenne. Anche la Chiesa, testi ...
(continua)
padre Fernando Armellini     (Omelia del 22-11-2015)
Video commento su Gv 18,33-37
...
(continua)
Movimento Apostolico - rito ambrosiano     (Omelia del 22-11-2015)
Viene dopo di me colui che è più forte di me
Io sono fermamente convinto che se ogni fondatore di religione avesse l'onestà di dire ad ogni suo discepolo che la verità va sempre cercata, perché è infinita come Dio è infinito, nel mondo si aprirebbe una finestra sull'eternità, sulla trascendenza, sul vero mistero che avvolge ogni uomo. Invece o ...
(continua)
Paolo Curtaz     (Omelia del 25-11-2012)
Commento su Giovanni 18,33b-37
Una "non festa" conclude il nostro anno liturgico, una festa all'apparenza solenne, che parla di re, che parla di trionfi, che rispolvera antichi fasti di una chiesa militante in perenne scontro col potere mondano, che immagina, forse ingenuamente, una vittoria definitiva di Cristo più ambita che re ...
(continua)
Monastero Domenicano Matris Domini     (Omelia del 25-11-2012)
Commento su Giovanni 18,33b-37.
Collocazione del brano La solennità di questa domenica, l'ultima dell'anno liturgico, è dedicata a Cristo Re dell'universo. Poiché Marco non presenta brani che illustrino a sufficienza la regalità di Gesù, la liturgia ricorre ancora una volta al Vangelo di Giovanni. Il brano scelto è tratto dal pro ...
(continua)
mons. Vincenzo Paglia     (Omelia del 25-11-2012)
Commento su Daniele 7,13-14; Salmo 92; Apocalisse 1,5-8; Giovanni 18,33-37
Introduzione Per festeggiare Cristo, re dell'universo, la Chiesa non ci propone il racconto di una teofania splendente. Ma, al contrario, questa scena straziante della passione secondo san Giovanni, in cui Gesù umiliato e in catene compare davanti a Pilato, onnipotente rappresentante di un impero o ...
(continua)
Wilma Chasseur     (Omelia del 25-11-2012)
Audio commento su Gv 18,33-37
Clicca qui per scaricare il commento in formato MP3.Per ascoltare il commento, clicca sul play sulla sinistra del lettore: ...
(continua)
don Luigi Trapelli     (Omelia del 25-11-2012)
Regnare servendo
?Siamo al termine di questo anno liturgico che ha visto come Vangelo principale Marco. Oggi, festa di Cristo Re, troviamo un testo di Giovanni che ci parla delle ultime ore di Gesù e precisamente l'incontro tra Gesù e Pilato nel pretorio.? Divido il testo in tre parti. ?1. Pilato vuole capire s ...
(continua)
mons. Giuseppe Giudice     (Omelia del 25-11-2012)
"Che cos'è la verità?"
Nell'ultima domenica dell'anno liturgico siamo invitati a ri-centrare nella fede il nostro sguardo sull'essenziale: Gesù Cristo. Davvero degni di fede i tuoi insegnamenti! Il potere, maschera di ieri e di oggi, sempre si chiede: sei tu il Re? E Gesù a Pilato, di ieri e di oggi, risponde: «dici ques ...
(continua)
don Roberto Rossi     (Omelia del 25-11-2012)
Festa di Cristo RE. Affidiamoci a Gesù, il Signore
Gesù si dichiara Re, Re della nostra vita, Re della nostra storia personale e umana. Un Re che non ci tiene sottomessi, ma ci libera. Ci libera da tutte le tentazioni e schiavitù mondane che ci fanno male, che fanno male a tutti. Lui è il liberatore, il Salvatore. Noi siamo felici di essere suoi, di ...
(continua)
don Giovanni Berti     (Omelia del 25-11-2012)
Cristo Re senza trono e senza scettro
Clicca qui per la vignetta della settimana. La domenica che precede l'inizio dell'Avvento, per tradizione, è dedicata a Cristo Re. Ho provato a cercare qualche immagine a riguardo, e mi sono venuti tra le mani alcuni piccoli santini che rappresentano Gesù con un'alta corona d'oro e pietre prezios ...
(continua)
don Roberto Seregni     (Omelia del 25-11-2012)
Una Croce per trono
Scrivo da Salamanca, in Spagna. Sono qui per studiare il Castigliano prima della mia partenza per il Perù dove inizierò un nuovo capitolo della mia vita come missionario fidei-donum nella periferia nord di Lima, nella Diocesi di Carabayllo. Studio all'Università di Salamanca, nel corso per stranieri ...
(continua)
Paolo Curtaz     (Omelia del 25-11-2012)
Re e sudditi
Una non festa conclude il nostro anno liturgico, una festa all'apparenza solenne, che parla di re, che parla di trionfi, che forse occhieggia con nostalgia ad antichi fasti di una chiesa militante in perenne scontro col potere mondano, potere talora segretamente desiderato, talora contrastato, che i ...
(continua)
don Marco Pozza     (Omelia del 25-11-2012)
La differenza è tra maschile e femminile
Al maschile o al femminile: e sarà tutta un'altra cosa. Perché quel giorno, accampati all'ombra di una Bellezza Crocifissa, scopriremo che un conto sarà stato declinare l'avventura cristiana al genere femminile e tutt'altra cosa sarà stata viverla addossandole l'austerità e la virilità della forza m ...
(continua)
Paolo Curtaz     (Omelia del 25-11-2012)
Video commento a Gv 18, 33-37
...
(continua)
don Claudio Doglio     (Omelia del 25-11-2012)
Video commento a Gv 18, 33-37
...
(continua)
Agenzia SIR     (Omelia del 25-11-2012)
Commento su Gv 18,33-37
L'ultima domenica dell'anno liturgico è la festa di Gesù Re dell'Universo, e la Parola ce lo mostra umiliato, giudicato e condannato da Ponzio Pilato, il peggior despota che abbia mai governato per conto di Roma e del suo esercito, il più catastrofico dei grandi invasori. Filone di Alessandria accus ...
(continua)
Casa di Preghiera San Biagio FMA     (Omelia del 25-11-2012)
Commento su Giovanni 18,37
Allora Pilato gli disse: «Dunque tu sei re?». Rispose Gesù: «Tu lo dici: io sono re. Per questo io sono nato e per questo sono venuto nel mondo: per dare testimonianza alla verità. Chiunque è dalla verità, ascolta la mia voce» Gv 18,37 Come vivere questa Parola? Oggi celebriamo la solennità di Ge ...
(continua)
don Marco Pedron     (Omelia del 25-11-2012)
La verità ti farà libero
Oggi la chiesa celebra la festa di Cristo Re. La parola "re" evoca re e regine, troni, potere, regge, servi, sfarzi, corone, oro, ecc. Ma il vangelo ci presenterà un altro re. Il vangelo di oggi infatti ci propone un dialogo fra Gesù e Pilato durante la Passione di Gv. Che cosa sta succedendo? Ge ...
(continua)
don Domenico Luciani     (Omelia del 25-11-2012)
Video commento a Gv 18,33-37
...
(continua)
Gaetano Salvati     (Omelia del 25-11-2012)
La verità in una Persona
Il dialogo fra il Signore Gesù e Pilato ci permette di comprendere che il senso della Sua regalità risiede nella Sua persona, incarnata nelle vicende del mondo per risollevarci dal peccato, e consegnata nelle mani dei nemici per renderci concittadini del Suo regno. Per crescere nell'assoluto legame ...
(continua)
padre Ermes Ronchi     (Omelia del 25-11-2012)
La regalità di Cristo è pienezza d'umano
Due uomini, Pilato e Gesù, uno di fronte all'altro. Il con­fronto di due poteri opposti: Pilato, circondato di legio­nari armati, è dipendente dalle sue paure; Gesù, libero e disarmato, dipende solo da ciò in cui crede. Un potere si fonda sulla verità delle armi e della forza, l'altro sulla for­za d ...
(continua)
don Alberto Brignoli     (Omelia del 25-11-2012)
Segno del Regno, senza coincidenze
Quando, l'11 dicembre del 1925, al termine dell'Anno Santo, Pio XI istituì la Solennità di Cristo Re dell'Universo, si trovava inserito in un contesto mondiale sul quale incombevano - in particolare sull'Europa - pericolose forme di totalitarismo politico: dal nazismo al comunismo, solo per citare i ...
(continua)
Movimento Apostolico - rito romano     (Omelia del 25-11-2012)
Chiunque è dalla verità, ascolta la mia voce
Le Antiche Profezie annunziava la venuta del Signore in Sion in veste di Re potente, vittorioso, forte, valoroso. Lo vedevano come il Signore degli eserciti celesti. Del Signore è la terra e quanto contiene: il mondo, con i suoi abitanti. È lui che l'ha fondato sui mari e sui fiumi l'ha stabilito ...
(continua)
Giovani Missioitalia     (Omelia del 25-11-2012)
Tu sei re?
La verità, in senso giuridico e morale, è l'opposto del falso. La menzogna è la negazione della verità. Ma per negare la verità, bisogna prima averla innanzitutto "ascoltata". E, giustamente, come riportato nel brano del Vangelo di Giovanni (Gv 18,33-37), ch ne sa Pilato della dinastia dei re della ...
(continua)
mons. Antonio Riboldi     (Omelia del 25-11-2012)
Un potere che si fa dono
La Chiesa chiude l'anno liturgico con la Solennità di Cristo Re. La storia della salvezza inizia con la venuta e presenza tra di noi del Figlio di Dio. sappiamo tutti che, dopo il peccato originale, l'uomo aveva escluso se stesso dalla partecipazione alla vita stessa di Dio. Con la scelta libera di ...
(continua)
don Giorgio Zevini     (Omelia del 25-11-2012)
Video Commento a Gv 18,33-37
You need to install or upgrade Flash Player to view this content, install or upgrade by clicking here. ...
(continua)
mons. Roberto Brunelli     (Omelia del 25-11-2012)
Re di giustizia e di pace, Re della verità
Tra le opere principali di quel gigante del pensiero che fu Sant'Agostino si colloca senz'altro "La città di Dio", nella quale egli espone la sua visione della storia. Protagonista, dice, ne è l'uomo, che di fronte alla realtà in cui è immerso assume liberamente l'uno o l'altro di due atteggiamenti ...
(continua)
Omelie.org - autori vari     (Omelia del 25-11-2012)

COMMENTO ALLE LETTURE a cura di Padre Gianmarco Paris Cerchiamo un re? La fine dell'anno liturgico ci fa incontrare con due aspetti importanti della nostra fede (che vogliamo riscoprire, assaporare di nuovo, in questo anno della fede): la venuta finale del figlio dell'uomo (domenica scorsa) ...
(continua)
Omelie.org (bambini)     (Omelia del 25-11-2012)

Oggi è una domenica super importante perché festeggiamo Gesù Re dell'universo! Direi proprio che è un re davvero speciale, che dite voi bambini? Di solito i re regnano su qualche città, o su qualche popolo, o qualche nazione... qui invece parliamo di un Re di tutto l'universo: tutto ciò che c'è su ...
(continua)
Wilma Chasseur     (Omelia del 25-11-2012)
Cristo re: di quale universo?
Cristo Re: re di che cosa? Di tutto l'Universo. Se non lo crediamo siamo eretici. Se non crediamo che l'universo è stato creato da Dio, ma dal caso o da qualche altra causa, neghiamo una verità di fede, la prima del nostro Credo: "Credo in Dio onnipotente creatore del cielo e della terra". Eppur ...
(continua)
don Luciano Cantini     (Omelia del 25-11-2012)
Verità
Gli dice Pilato: «Che cos'è la verità?». Questa domanda - nel versetto successivo al testo liturgico - così emblematica che non attende risposta, ci consegna l'animo del colloquio precedente. Non c'è né ironia né disprezzo ma ci tramanda il senso della incomprensione di Pilato e di tanti politici ...
(continua)
Riccardo Ripoli     (Omelia del 25-11-2012)
La tua gente e i sommi sacerdoti ti hanno consegnato a me
Quante volte davanti alle ingiustizie ci siamo lavati le mani come ha fatto Ponzio Pilato? Quante volte abbiamo visto un barbone per la strada dormire sotto i cartoni ed abbiamo detto "qualcuno ci penserà, non è affar mio" Quante volte abbiamo saputo di un bambino in una brutta situazione ed abbia ...
(continua)
padre Gian Franco Scarpitta     (Omelia del 25-11-2012)
Testimone della Verità e del Regno di amore
Che la Chiesa si sia macchiata in passato di irresponsabilità in ordine all'esercizio di un potere temporale dispotico e sproporzionato che favoriva i lussi del clero e del papato è una realtà purtroppo indubbia. Che tuttavia l'insegnamento della Chiesa sia sempre stato quello della semplicità, dell ...
(continua)
padre Sergio Tellan, OFM cap.     (Omelia del 25-11-2012)
Video commento a Gv 18, 33-37
...
(continua)
CPM-ITALIA Centri di Preparazione al Matrimonio (coppie - famiglie)     (Omelia del 25-11-2012)
Commento su Primo Daniele 7,13-14; Salmo 92; Apocalisse 1,5-8; Giovanni Gv 18,33-37;
Con questa domenica siamo giunti alla fine dell'anno liturgico. Nel corso di questo anno abbiamo ascoltato e meditato le pagine più importanti del Vangelo di Marco, nel quale abbiamo letto il racconto della prima missione di Gesù: «Gesù cominciò a predicare il suo messaggio dicendo "Cambiate vita, p ...
(continua)
Monastero Domenicano Matris Domini     (Omelia del 22-11-2009)
Commento su Giovanni 18,33-37
Lectio Contesto Il brano scelto per l'ultima domenica dell'Anno liturgico, solennità di Cristo Re, nell'anno B è tratto dal vangelo di Giovanni, più precisamente dal brano del processo davanti a Pilato in cui il tema della regalità di Gesù è centrale. A questo processo sono dedicati in parte i c ...
(continua)
Wilma Chasseur     (Omelia del 22-11-2009)
Audio commento a Gv 18,33b-37
Clicca qui per scaricare il commento in formato MP3.Per ascoltare il commento, clicca sul play sulla sinistra del lettore: ...
(continua)
Wilma Chasseur     (Omelia del 22-11-2009)
Cosa regna nel nostro cuore?
Siamo giunti ancora una volta alla fine dell'anno liturgico e lo concludiamo con la solenne e bellissima festa di Cristo Re, Signore dell'Universo e della storia. ? 1/ Un Regno dell'altro mondo... Quel titolo di Re, gli era stato attribuito da Pilato, procuratore romano pagano, che gli aveva d ...
(continua)
don Daniele Muraro     (Omelia del 22-11-2009)
Uno e tutti
Il nostro Vescovo Giuseppe ci ha proposto come tema per l'anno quello della comunione e della corresponsabilità. Lo affronteremo in maniera particolare durante il tempo di Avvento, ma già in questa ultima Domenica dell'anno liturgico voglio cominciare a parlarne. Citando il Sinodo Diocesano il Vesc ...
(continua)
don Maurizio Prandi     (Omelia del 22-11-2009)
I nostri Re
Certamente il re è una persona importante... e a dire che Gesù è re si corre lo stesso rischio, dal punto di vista relazionale, che corriamo pensando ai re dei nostri giorni: li consideriamo inarrivabili, inavvicinabili e quindi a priori scartiamo l'ipotesi di instaurare un rapporto, un'amicizia. Qu ...
(continua)
padre Antonio Rungi     (Omelia del 22-11-2009)
La solennità di Cristo Re dell'universo
Celebriamo oggi la XXXIV domenica del tempo ordinario, ultima domenica dell'anno liturgico, solennità di Cristo Re dell'universo. La parola di Dio ci porta nel cuore del mistero della sofferenza e dell'amore di Cristo e soprattutto al momento della sua passione, condanna a morte e all'incontro di Ge ...
(continua)
Monastero Janua Coeli     (Omelia del 22-11-2009)
Testimonianza alla verità
O Dio, tu sei il mio Dio, all'aurora ti cerco. Di te ha sete l'anima mia. A te anela la mia carne, come terra deserta, arida, senz'acqua ... sono le parole di ogni regalità. È nel bisogno e nella ricerca, nell'inquietudine che potrò comprendere le vie della verità. Quando mi sazio di qualcosa, non c ...
(continua)
LaParrocchia.it     (Omelia del 22-11-2009)
I due regni
L'incontro tra Gesù e Pilato fa da guida in questa domenica in cui celebriamo la solennità di Gesù Cristo re dell'Universo. Il contesto come tutti sappiamo è quello della Passione e il momento preciso è l'interrogatorio a cui Gesù si sottopone per dire la sua verità. Voglio marcare due tratti essen ...
(continua)
don Roberto Rossi     (Omelia del 22-11-2009)

La Chiesa conclude l'anno liturgico con una grande festa a Gesù, chiamandolo con il titolo di Re. Ogni Domenica, partecipando a Messa festeggiamo Gesù come vincitore della morte. È il re vincitore con le armi del Bene e dell'Amore. Il regno di Gesù è il regno della croce o, meglio ancora, il regno d ...
(continua)
don Claudio Doglio     (Omelia del 22-11-2009)
Video commento alle letture (Vangelo: Gv 18, 33b - 37)
...
(continua)
padre Paul Devreux     (Omelia del 22-11-2009)

Oggi festeggiamo Cristo Re. Creata da Pio XI negli anni ?20. Si chiamava festa di Cristo Re, ora si dice Cristo Re dell'universo, così definisce colui che deve venire sulle nubi del cielo, di cui san Paolo parla spesso e che sin d'ora esercita il suo potere universale. Un buon re si prende cura ...
(continua)
padre Ermes Ronchi     (Omelia del 22-11-2009)
Un regno d?amore che rende liberi
Pilato e Gesù uno di fronte all'altro. Pilato è l'uomo del potere e della paura insieme, per paura consegnerà Gesù al­la morte, contro il suo stes­so parere. Gesù invece è l'uomo della libertà. Lo leg­giamo nelle sue risposte co­sì franche e nitide. Allora chi è più uomo Due volte Pilato domanda: Tu ...
(continua)
don Giovanni Berti     (Omelia del 22-11-2009)
Cristo Re di un regno senza confini
Clicca qui per la vignetta della settimana. Con i ragazzi di catechismo in questi giorni sto affrontando il tema di Cristo Re. Nella catechesi prendo spesso spunto dal Vangelo della domenica, mettendolo come sfondo e punto di riferimento delle varie attività che, ovviamente, sono calibrate a seco ...
(continua)
Casa di Preghiera San Biagio FMA     (Omelia del 22-11-2009)

Dalla Parola del giorno "Chiunque è dalla verità, ascolta la mia voce". Come vivere questa Parola? "Io sono Re!". Nel Vangelo di oggi, Gesù afferma chiaramente e con deliberazione la sua identità e la sua missione. Egli è Re e il suo Regno non è di questo mondo; è venuto da Dio per dare testim ...
(continua)
mons. Antonio Riboldi     (Omelia del 22-11-2009)
Solennità di Cristo, Re dell?Universo
La Chiesa chiude il suo anno liturgico, con la solennità di Cristo Re. L'anno liturgico, agli occhi di Dio, è tempo senza fine, in cui si intreccia il dialogo tra Dio Creatore e noi uomini. Un dialogo in cui Dio non si arrende ai ?no' dell'uomo, ma va oltre, cercando di vincere la nostra resistenza ...
(continua)
mons. Gianfranco Poma     (Omelia del 22-11-2009)
Dunque, tu sei Re?
Con questa domenica concludiamo l'anno liturgico, celebrando la festa di "Nostro Signore Gesu' Cristo re dell'universo". Con la prossima domenica inizieremo il nuovo anno, con l' "Avvento": così la fine aggancia l'inizio e sempre più lasciandoci afferrare dal mistero di Cristo sperimentiamo che nell ...
(continua)
don Marco Pratesi     (Omelia del 22-11-2009)
Il suo regno non avrà fine
Per comprendere la visione del Figlio dell'uomo occorre tenere presenti le visioni precedenti. Il veggente infatti ha prima veduto una sequenza di quattro mostri provenienti dal mare (simbolo del nulla demoniaco): un leone con ali d'aquila, un orso, un leopardo con quattro ali e quattro teste, una q ...
(continua)
don Roberto Seregni     (Omelia del 22-11-2009)
Regalità d'amore
La luce fresca del mattino entra di traverso nella stanza dove mi ritiro per la preghiera e la meditazione. Il Crocifisso di legno, che mi accompagna dal giorno dell'ordinazione, è immerso dal sole. Mi fermo. Freno il fiume di pensieri di una mattina piena di impegni. Mi siedo. Ecco il nostro re ...
(continua)
don Remigio Menegatti     (Omelia del 22-11-2009)
Il Signore regna, si riveste di splendore
PREGHIERA DI COLLETTA O Dio, fonte di ogni paternità, che hai mandato il tuo Figlio per farci partecipi del suo sacerdozio regale, illumina il nostro spirito, perché comprendiamo che servire è regnare, e con la vita donare ai fratelli confessiamo la nostra fedeltà al Cristo, primogenito dei morti e ...
(continua)
mons. Roberto Brunelli     (Omelia del 22-11-2009)
Una corona, ma di spine
Lo sguardo al futuro, che caratterizza le ultime domeniche dell'anno liturgico, si conclude oggi con la solenne prospettiva di Cristo Re. Parlare di lui come di un re, manifesta in realtà la povertà del nostro linguaggio, che associa a questa parola le figure di uomini - si chiamino re, o imperatori ...
(continua)
padre Mimmo Castiglione     (Omelia del 22-11-2009)
Guardie del corpo, lunghezze d?onda ed occasioni perse!
Interpellato è Pilato! S'attende risposta! Presa di posizione. Personale, e non per sentito dire. Cosa pensa? Da ciò che dice, dalla sua risposta dipenderà la decisione. Dal suo giudizio, la liberazione! E invece?! Gesù non si difende. Ancora chiede e si consegna. Al vituperio, al tradimento. R ...
(continua)
Omelie.org - autori vari     (Omelia del 22-11-2009)

COMMENTO ALLE LETTURE a cura di don Pino Pulcinelli * Chi ha letto il Piccolo Principe si ricorderà del primo dei pianeti che egli era andato a visitare per cercare un'occupazione e per istruirsi. Il primo era abitato da un re, vestito di porpora e d'ermellino, sedeva su un trono semplice e ma ...
(continua)
Omelie.org (bambini)     (Omelia del 22-11-2009)

Oggi celebriamo con tutta la Chiesa un'eucaristia due volte festosa. Innanzi tutto perché con questa domenica concludiamo un anno liturgico, cominciato con la prima domenica d'Avvento dodici mesi fa. Lo so, lo so che l'anno del calendario non è ancora terminato e che alla festa di Capodanno manca a ...
(continua)
Paolo Curtaz     (Omelia del 22-11-2009)
Che razza di re!
Una non festa conclude il nostro anno liturgico, una festa all'apparenza solenne, che parla di re, che parla di trionfi, che rispolvera - forse - antichi fasti di una chiesa militante in perenne scontro col potere mondano, potere talora segretamente desiderato, talora contrastato, che immagina, fo ...
(continua)
padre Romeo Ballan     (Omelia del 22-11-2009)
Il Regno di un Dio crocifisso, che non fallisce
Riflessioni Che strano modo di proclamarsi Re! Il Cristo della Passione, in dialogo con il procuratore romano (Vangelo), ha le insegne da re: una corona sul capo, un bastone in mano, un manto scarlatto, i saluti ossequiosi dei soldati... Tutti segni di un re sconfitto! Ormai i capi religiosi, la ge ...
(continua)
don Marco Pedron     (Omelia del 22-11-2009)
Tu lo dici, io sono re
È l'ultima domenica dell'anno liturgico. Domenica prossima sarà la prima di Avvento e cominceremo un nuovo vangelo, quello di Lc. Un altro anno si chiude perché un altro se ne riapra. L'anno scolastico si chiude a Giugno; l'anno del calendario, dell'economia si chiude il 31 dicembre; l'anno della ch ...
(continua)
Paolo Curtaz     (Omelia del 22-11-2009)
Video commento a Gv 18,33b-37
...
(continua)
Monaci Benedettini Silvestrini     (Omelia del 22-11-2009)
Cristo Re dell?universo
Tutta la nostra storia è indelebilmente segnata dall'evento Cristo. Tutta la nostra liturgia tende come ad un approdo, ad un culmine, alla scoperta e alla solenne proclamazione della sovranità e regalità del nostro Salvatore e Signore. Così ogni anno concludiamo ed iniziamo l'anno liturgico, Ciò che ...
(continua)
padre Sergio Tellan, OFM cap.     (Omelia del 22-11-2009)
Video commento a Gv 18,33b-37
...
(continua)
don Valentino Porcile     (Omelia del 22-11-2009)
Video commento a Gv 18,33b-37
...
(continua)
CPM-ITALIA Centri di Preparazione al Matrimonio (coppie - famiglie)     (Omelia del 22-11-2009)

Le letture di questa domenica dedicata a Cristo Re ci parlano di un "mondo" parallelo a quello in cui viviamo, un mondo che verrà, come ci annuncia il profeta Daniele, un mondo in cui Gesù si proclama Re. A leggere le risposte date da Gesù a Pilato ci e venuta subito alla mente una domanda: che ruo ...
(continua)
padre Gian Franco Scarpitta     (Omelia del 22-11-2009)
Regalità vuol dire servizio, cioè amore
Con i percorsi dell'anno liturgico la Chiesa ci accompagna per tutti i dodici mesi dell'anno nella celebrazione del mistero di Cristo che ci si rende presente nella nostra vita come prospettiva di salvezza attraverso le varie tappe e i vari contesti celebrativi. Durante questo anno, Cristo è sempre ...
(continua)
Agenzia SIR     (Omelia del 22-11-2009)
Commento su Giovanni 18,33b-37
Quello tra Gesù e Pilato non è il dialogo fra due filosofi e neppure un colloquio fra un politico e un rappresentante religioso. Quello che ascoltiamo nel Vangelo di questa Domenica che chiude l'anno liturgico, è un frammento di un processo in piena regola. In realtà tutto il Vangelo di Giovanni è g ...
(continua)
Il pane della domenica     (Omelia del 22-11-2009)
Re di un popolo di re
Tu lo dici; io sono re Un mondo nuovo, senza ingiustizie, senza violenze, senza sofferenze: chi non lo sogna? Solo Dio potrebbe realizzarlo. Ma, intanto, dov'è Dio nel nostro mondo? Dov'è il suo regno nella storia? Dove sono le tracce della sua presenza? Sono domande assillanti di credenti e non, ...
(continua)
Suor Giuseppina Pisano o.p.     (Omelia del 22-11-2009)
Gesù Cristo: il principe dei re della terra
Con la solennità di Cristo Re, "il principe dei re della terra", come scrive l'apostolo Giovanni, si conclude l'anno liturgico, durante il quale, abbiamo celebrato e meditato i principali misteri della vita del Redentore: l'annuncio della sua incarnazione, l'attesa dell sua venuta, la nascita, la fa ...
(continua)
   > Translate this page (italian > english) with Google