LA CHIESA

      


> e-mail    > chi siamo    > scripts e banners   > newsletters    > translate ita>eng

LITURGIA

> 1 Novembre 2013 <

Mercoledì 30 Ottobre 2013

Giovedì 31 Ottobre 2013

Venerdì 1 Novembre 2013

Sabato 2 Novembre 2013

Domenica 3 Novembre 2013

Lunedì 4 Novembre 2013

Martedì 5 Novembre 2013

Mercoledì 6 Novembre 2013

Giovedì 7 Novembre 2013

Venerdì 8 Novembre 2013


Cerca nella BIBBIA
Per citazione
(es. Mt 28,1-20):
Per parola:

  TUTTI I SANTI

> Vai direttamente alle OMELIE 

Grado della Celebrazione: SOLENNITA'
Colore liturgico: Bianco
S1101 ;

Festeggiare tutti i santi è guardare coloro che già posseggono l’eredità della gloria eterna. Quelli che hanno voluto vivere della loro grazia di figli adottivi, che hanno lasciato che la misericordia del Padre vivificasse ogni istante della loro vita, ogni fibra del loro cuore. I santi contemplano il volto di Dio e gioiscono appieno di questa visione. Sono i fratelli maggiori che la Chiesa ci propone come modelli perché, peccatori come ognuno di noi, tutti hanno accettato di lasciarsi incontrare da Gesù, attraverso i loro desideri, le loro debolezze, le loro sofferenze, e anche le loro tristezze.
Questa beatitudine che dà loro il condividere in questo momento la vita stessa della Santa Trinità è un frutto di sovrabbondanza che il sangue di Cristo ha loro acquistato. Nonostante le notti, attraverso le purificazioni costanti che l’amore esige per essere vero amore, e a volte al di là di ogni speranza umana, tutti hanno voluto lasciarsi bruciare dall’amore e scomparire affinché Gesù fosse progressivamente tutto in loro. È Maria, la Regina di tutti i Santi, che li ha instancabilmente riportati a questa via di povertà, è al suo seguito che essi hanno imparato a ricevere tutto come un dono gratuito del Figlio; è con lei che essi vivono attualmente, nascosti nel segreto del Padre.

Scarica il foglietto della Messa >
Scarica le Letture del Lezionario >
Ricevi la Liturgia via mail >
Ascolta il Vangelo >

Antifona d'ingresso
Rallegriamoci tutti nel Signore
in questa solennità di tutti i Santi:
con noi gioiscono gli angeli
e lodano il Figlio di Dio.


Colletta
Dio onnipotente ed eterno, che doni alla tua Chiesa
la gioia di celebrare in un’unica festa i meriti e la gloria di tutti i Santi,
concedi al tuo popolo,
per la comune intercessione di tanti nostri fratelli,
l’abbondanza della tua misericordia.
Per il nostro Signore Gesù Cristo...

>

Prima lettura

Ap 7,2-4.9-14
Dopo queste cose vidi: ecco, una moltitudine immensa, che nessuno poteva contare, di ogni nazione, tribù, popolo e lingua.

Dal libro dell’Apocalisse di san Giovanni apostolo

Io, Giovanni, vidi salire dall’oriente un altro angelo, con il sigillo del Dio vivente. E gridò a gran voce ai quattro angeli, ai quali era stato concesso di devastare la terra e il mare: «Non devastate la terra né il mare né le piante, finché non avremo impresso il sigillo sulla fronte dei servi del nostro Dio».
E udii il numero di coloro che furono segnati con il sigillo: centoquarantaquattromila segnati, provenienti da ogni tribù dei figli d’Israele.
Dopo queste cose vidi: ecco, una moltitudine immensa, che nessuno poteva contare, di ogni nazione, tribù, popolo e lingua. Tutti stavano in piedi davanti al trono e davanti all’Agnello, avvolti in vesti candide, e tenevano rami di palma nelle loro mani. E gridavano a gran voce: «La salvezza appartiene al nostro Dio, seduto sul trono, e all’Agnello».
E tutti gli angeli stavano attorno al trono e agli anziani e ai quattro esseri viventi, e si inchinarono con la faccia a terra davanti al trono e adorarono Dio dicendo: «Amen! Lode, gloria, sapienza, azione di grazie, onore, potenza e forza al nostro Dio nei secoli dei secoli. Amen».
Uno degli anziani allora si rivolse a me e disse: «Questi, che sono vestiti di bianco, chi sono e da dove vengono?». Gli risposi: «Signore mio, tu lo sai». E lui: «Sono quelli che vengono dalla grande tribolazione e che hanno lavato le loro vesti, rendendole candide nel sangue dell’Agnello».

Parola di Dio

>

Salmo responsoriale

Sal 23

Ecco la generazione che cerca il tuo volto, Signore.

Del Signore è la terra e quanto contiene:
il mondo, con i suoi abitanti.
È lui che l’ha fondato sui mari
e sui fiumi l’ha stabilito.

Chi potrà salire il monte del Signore?
Chi potrà stare nel suo luogo santo?
Chi ha mani innocenti e cuore puro,
chi non si rivolge agli idoli.

Egli otterrà benedizione dal Signore,
giustizia da Dio sua salvezza.
Ecco la generazione che lo cerca,
che cerca il tuo volto, Dio di Giacobbe.

>

Seconda lettura

1Gv 3,1-3
Vedremo Dio così come egli è.

Dalla prima lettera di san Giovanni apostolo

Carissimi, vedete quale grande amore ci ha dato il Padre per essere chiamati figli di Dio, e lo siamo realmente! Per questo il mondo non ci conosce: perché non ha conosciuto lui.
Carissimi, noi fin d’ora siamo figli di Dio, ma ciò che saremo non è stato ancora rivelato. Sappiamo però che quando egli si sarà manifestato, noi saremo simili a lui, perché lo vedremo così come egli è.
Chiunque ha questa speranza in lui, purifica se stesso, come egli è puro.

Parola di Dio

Canto al Vangelo (Mt 11,28)
Alleluia, alleluia.
Venite a me,
voi tutti che siete stanchi e oppressi,
e io vi darò ristoro.
Alleluia.

>

Vangelo

Mt 5,1-12
Rallegratevi ed esultate, perché grande è la vostra ricompensa nei cieli.


+ Dal Vangelo secondo Matteo

In quel tempo, vedendo le folle, Gesù salì sul monte: si pose a sedere e si avvicinarono a lui i suoi discepoli. Si mise a parlare e insegnava loro dicendo:
«Beati i poveri in spirito,
perché di essi è il regno dei cieli.
Beati quelli che sono nel pianto,
perché saranno consolati.
Beati i miti,
perché avranno in eredità la terra.
Beati quelli che hanno fame e sete della giustizia,
perché saranno saziati.
Beati i misericordiosi,
perché troveranno misericordia.
Beati i puri di cuore,
perché vedranno Dio.
Beati gli operatori di pace,
perché saranno chiamati figli di Dio.
Beati i perseguitati per la giustizia,
perché di essi è il regno dei cieli.
Beati voi quando vi insulteranno, vi perseguiteranno e, mentendo, diranno ogni sorta di male contro di voi per causa mia. Rallegratevi ed esultate, perché grande è la vostra ricompensa nei cieli».

Parola del Signore

Preghiera dei fedeli
Camminiamo sulle strade del mondo come viandanti portatori di speranza, donata a noi da Dio, che ci salva con il sacrificio di Cristo. Grati di questo grande amore osiamo chiedere al Padre supplementi di Grazia, per essere davvero come lui ci vuole.
Preghiamo dicendo: Ascoltaci Signore.

1. Illumina la Chiesa, Signore, con la tua presenza, e fa’ che da essa partano fiumi di pace, perché ogni uomo possa riconoscere nella sua voce la tua e seguire così il richiamo verso la salvezza. Preghiamo.
2. Rendici, o Padre, testimoni fedeli e generosi della tua Parola nelle città degli uomini, perché in ogni comunità risuoni l’annuncio della buona notizia che salva il mondo. Preghiamo.
3. Tuo figlio Gesù ci ha chiesto di pregarti perché tu mandi nuovi operai per la messe degli uomini. Tu sai quanto bisogno abbiamo di ministri santi: irrompi nei cuori e chiamali a te, che sei l’amore, perché ogni uomo si senta operaio del tuo Regno. Preghiamo.
4. Siamo pellegrini nel mondo, Signore, e spesso perdiamo la strada. Illumina la nostra via con la fede in te, perché possiamo vestire la divisa della gioia, che sgorga dalla comunione con te. Preghiamo.
5. La croce è dura da portare, o Padre. Dacci il coraggio della coerenza e della fedeltà, affinché anche nel dolore, vissuto per amore, possiamo condividere il dono di sé che Cristo ha fatto per la salvezza del mondo. Preghiamo.

Sappiamo, Signore, che tu ci ami. Che cosa potremmo chiedere di più? Eppure siamo qui a pregarti perché tu ci sostenga con la tua dolcezza, facendoci sperimentare la tua presenza amorevole. Te lo chiediamo per Cristo nostro Signore.

-------------
oppure:

Nella comunione di tutti i Santi, nata dal dono della vita di Cristo Gesù e dall'effusione dello Spirito, eleviamo la nostra preghiera a Dio, fonte di ogni santità.
Preghiamo insieme e diciamo: Dona lo Spirito di santità, o Signore.

1. Alla tua Chiesa, comunione di santi segnati dal sigillo dello Spirito nel Battesimo e nella Confermazione, preghiamo.
2. Agli uomini di Dio guidati dal dono delle Spirito, perché rendano una testimonianza efficace di una vita nuova e di amore donato e condiviso, preghiamo.
3. A tutti gli uomini che cercano Dio sulle strade della giustizia e della pace, perché possano partecipare alla beatitudine promessa da Cristo a tutti i salvati, preghiamo.
4. Ai poveri, agli afflitti della terra, agli affamati e assetati, perché trovino conforto e speranza in Dio, solidarietà nei credenti e giustizia nelle istituzioni, preghiamo.
5. A tutti noi che abbiamo ascoltato l'annuncio delle Beatitudini, perché la nostra gioia sia riposta nel Signore e il nostro cammino ci conduca alla santità, preghiamo.

Opera in noi, Signore, mediante il tuo Spirito, una profonda trasformazione, che renda visibile la santità che tu ci hai donato e che rinnovi continuamente la nostra vita, fino a giungere alla pienezza della comunione con te e con tutti i fratelli. Per Cristo nostro Signore.

-------------
oppure:

Il Signore ci chiama alla santità mostrandoci in Gesù la mèta. È a lui, in quanto Cristiani, che dobbiamo rivolgere lo sguardo.
Preghiamo insieme e diciamo: Signore, donaci di seguire il tuo esempio.

1. Perché ascoltiamo sempre la tua parola di verità e su di essa modelliamo la nostra vita. Preghiamo.
2. Perché sappiamo mantenere un cuore disponibile alla tua grazia al di là dei nostri fallimenti. Preghiamo.
3. Perché riusciamo a riconoscerci e ad amarci come figli di Dio. Preghiamo.
4. Perché non siamo mai orgogliosi dei nostri sacrifici, ma coscienti della nostra miseria. Preghiamo.

O Padre, aiutaci a saper desiderare la vera felicità: la nostra santità, la salvezza che tu ci doni. Te lo chiediamo per Cristo nostro Signore.

Preghiera sulle offerte
Ti siano graditi, Signore,
i doni che ti offriamo in onore di tutti i Santi:
essi che già godono della tua vita immortale,
ci proteggano nel cammino verso di te.
Per Cristo nostro Signore.


PREFAZIO
La gloria della Gerusalemme celeste.

È veramente cosa buona e giusta,
nostro dovere e fonte di salvezza,
rendere grazie sempre e in ogni luogo
a te, Signore, Padre santo,
Dio onnipotente ed eterno.
Oggi ci dai la gioia di contemplare la città del cielo,
la santa Gerusalemme che è nostra madre,
dove l’assemblea festosa dei nostri fratelli
glorifica in eterno il tuo nome.
Verso la patria comune noi, pellegrini sulla terra,
affrettiamo nella speranza il nostro cammino,
lieti per la sorte gloriosa
di questi membri eletti della Chiesa,
che ci hai dato come amici e modelli di vita.
Per questo dono del tuo amore,
uniti all’immensa schiera degli angeli e dei santi,
cantiamo con gioiosa esultanza la tua lode: Santo...


Antifona di comunione
Beati i puri di cuore, perché vedranno Dio.
Beati gli operatori di pace,
perché saranno chiamati figli di Dio.
Beati i perseguitati a causa della giustizia,
perché di essi è il regno dei cieli. (Mt 5,8-10)


Preghiera dopo la comunione
O Padre, unica fonte di ogni santità,
mirabile in tutti i tuoi Santi,
fa’ che raggiungiamo anche noi la pienezza del tuo amore,
per passare da questa mensa eucaristica,
che ci sostiene nel pellegrinaggio terreno,
al festoso banchetto del cielo.
Per Cristo nostro Signore.


O M E L I E
a cura di
Qumran2.net

Agenzia SIR     (Omelia del 01-11-2013)
Commento su Mt 5,1-12
Il Magnificat è il miglior commento alle Beatitudini. Otto volte "beati" per capire le beatitudini, cosa vuol dire Gesù che proclama beati i maledetti: i poveri, gli affamati, gli assetati, i disonorati, i mansueti e i pacifici che vengono perseguitati perché vogliono la pace. Le beatitudini sono ...
(continua)
Monastero Domenicano Matris Domini     (Omelia del 01-11-2013)
Commento su Prima Giovanni 3,1-3
Collocazione del brano La prima lettera di Giovanni si presenta come la trascrizione di un'omelia riguardante lo stile di vita di colui che ha ricevuto il battesimo. Probabilmente circolava nelle prime comunità cristiane che si rifacevano alla predicazione di Giovanni e ne ripetevano i temi fondam ...
(continua)
Monastero Domenicano Matris Domini     (Omelia del 01-11-2013)
Commento su Matteo 5,1-12
Collocazione del brano In questa solennità in cui si ricordano tutti i Santi che già gioiscono in paradiso insieme al Signore, la Chiesa ci invita a riflettere insieme sulle beatitudini. Dopo aver sostenuto la tentazione nel deserto e aver incominciato la sua predicazione, Gesù sale sul monte e c ...
(continua)
Eremo San Biagio     (Omelia del 01-11-2013)
Commento su Matteo 5,1-3
«Gesù, vedendo le Tolte, salì sulla montagna e, messosi a sedere, gli si avvicinarono i suoi discepoli. Prendendo allora la parola ti ammaestrava dicendo: Beati!" Mt5,1-3 Come vivere questa parola? C'è uno sfondo di moltitudine e un gruppetto più ridotto. Gesù parla a tutti, anche se l'ammaestra ...
(continua)
don Roberto Rossi     (Omelia del 01-11-2013)
Un giorno per tutti
Fortissima la festa di tutti i santi! Perché i santi famosi, quelli che hanno la statua nelle chiese o nelle piazze, sono importanti, ma met­tono anche un po' di timore. Uno dice:"Quelli facevano miracoli clamorosi, affrontavano sacrifici enormi e addirittura la morte. Bra­vissimi! Ma chi ce la fa a ...
(continua)
don Marco Pedron     (Omelia del 01-11-2013)
La vita è un dono da donare
"Vedendo le folle salì sulla montagna" (Mt 5,1). Gesù non allontana le folle ma le attira sul monte. Il monte indica la condizione divina. Non è più come nell'A.T. dove c'era timore, paura di avvicinarsi a Dio. Adesso avvicinarsi a Dio fa vivere. Letteralmente è "salì sul monte": non uno qualunque ...
(continua)
don Luciano Cantini     (Omelia del 01-11-2013)
Un sandwich
Beati... La proclamazione delle beatitudini non è una serie di formule augurali, prospettiva del futuro che giungerà al momento del compimento. Piuttosto è una affermazione, una costatazione di fatto, la proclamazione della situazione presente. Beati i poveri in spirito, perché di essi è il regn ...
(continua)
padre Antonio Rungi     (Omelia del 01-11-2013)
Tutti siamo chiamati alla santità
Oggi la chiesa ci fa celebrare tutti insieme quanti godono della visione beatifica di Dio nel Santo Paradiso. E' una solennità a cavallo tra il vecchio anno liturgico che volge al termine ed il nuovo che si appresta all'orizzonte. Come dire che è un ricordo tra quelli che già fanno parte della glori ...
(continua)
don Alberto Brignoli     (Omelia del 01-11-2013)
Gente come noi
Credo sia difficile trovare un mondo così variegato e variopinto come la Chiesa. Nelle nostre comunità parrocchiali o più in generale nei raggruppamenti di persone che ruotano intorno ad una comunità di fede cristiana troviamo veramente di tutto. Dalla persona semplice al letterato, dal laico impegn ...
(continua)
Omelie.org - autori vari     (Omelia del 01-11-2013)

COMMENTO ALLE LETTURE Commento a cura di Padre Gianmarco Paris A volte penso che la vita cristiana non sia molto di più che imparare a vivere la quotidianità dei nostri giorni con il desiderio di ascoltare il Vangelo, di fare della parola di Gesù una presenza amica, un riferimento sicuro. La li ...
(continua)
don Marco Pratesi     (Omelia del 01-11-2013)
Ruminare i Salmi - Salmo 24,3 (Tutti i Santi)
Ruminare i Salmi - Salmo 24 (Vulgata / liturgia 23),3 (Tutti i Santi) CEI Chi potrà salire il monte del Signore? TILC Chi è degno di salire al monte del Signore? NV Quis ascendet in montem Domini? Apocalisse 7,13-14 Uno degli anziani allora si rivolse a me e disse: «Questi, che sono vestiti ...
(continua)
Riccardo Ripoli     (Omelia del 01-11-2013)
Beati voi
Rallegratevi sevi offendono C'è nella storia del mondo un filo conduttore. Ci sono, ci sono stati e sempre ci saranno i forti e i deboli. Tra i forti troviamo spesso chi ha imposto, anche con la violenza, le proprie regole ai più deboli, troviamo prepotenze, cattiverie, dittature, maltrattamenti, ...
(continua)
padre Gian Franco Scarpitta     (Omelia del 01-11-2013)
Santità soggettiva, oggettiva... Comunque santità
"Credo la Chiesa Una, Santa, Cattolica e Apostolica... " Queste è l'espressione del Credo che, recitata ogni Domenica alla Messa, ci risulta segnatamente più marcata e si ricorda con più facilità. Con essa esprimiamo di credere nell'unica Chiesa che è il popolo della Nuova Alleanza, scaturito dalla ...
(continua)
CPM-ITALIA Centri di Preparazione al Matrimonio (coppie - famiglie)     (Omelia del 01-11-2013)
Commento su Apocalisse 7,2 - 4. 9 - 14; Salmo 23; Prima Giovanni 3,1 - 3; Matteo 5,1 - 12 a
Nelle domeniche passate la liturgia ci ricordava l'importanza della preghiera, e quale debba essere il giusto modo di pregare per entrare in una relazione profonda con Dio Padre. Il primo novembre la liturgia ci ripropone la festa di tutti i santi, ma proprio tutti, cioè anche quelli che non compai ...
(continua)
fr. Massimo Rossi     (Omelia del 01-11-2013)
Commento su Matteo 5,1-12
Parlando della santità, è necessario precisare un fatto, ma anche smentire una convinzione assai diffusa tra i cristiani: la canonizzazione di un testimone della fede non aggiunge nulla alla vita di lui, di lei, nulla che non fosse già parte della sua vicenda terrena. La Chiesa non costituisce i San ...
(continua)
Movimento Apostolico - rito romano     (Omelia del 01-11-2013)
Gesù salì sul monte
Non esiste vera comunità senza vera legge. La legge falsa fa la comunità falsa. La legge vera fa la comunità vera. L'assenza di legge getta la comunità nel caos, nel sentire personale, nello smarrimento. Nell'Antichità Dio ha costruito la sua comunità sui Comandamenti. È su di essi che ha stretto l' ...
(continua)
Paolo Curtaz     (Omelia del 01-11-2012)
Commento su Matteo 5,1-12a
Oggi la Chiesa celebra in un'unica festa la santità che Dio riversa sugli uomini che confidano in lui. Un festa straordinaria, che fa crescere in noi il desiderio di imitare i santi nella loro amicizia con Dio! Che bello diventare santi! Certo non per le statue e i devoti che accendono i ceri a sca ...
(continua)
Monastero Domenicano Matris Domini     (Omelia del 01-11-2012)
Commento su Apocalisse 7,2-4.9-14; Salmo 23/24; Prima Giovanni 3,1-3; Matteo 5,1-12.
Lectio 1Vedendo le folle, Gesù salì sul monte: si pose a sedere e si avvicinarono a lui i suoi discepoli. 2Si mise a parlare e insegnava loro dicendo: Questi primi due versetti servono da transizione tra il discorso della montagna e il brano precedente e ci offrono un introduzione solenne: Gesù co ...
(continua)
don Luciano Cantini     (Omelia del 01-11-2012)
Lo vedremo
Figli di Dio Siamo figli di Dio... perché? la prima risposta, semplice è che siamo sue creature: egli ci ha fatti e noi siamo suoi (Sal 100,3). Il racconto della creazione fa iniziare la storia da un solo uomo, perché chiara fosse la vocazione all'unità e non soltanto della coppia. Dal racconto bib ...
(continua)
Omelie.org - autori vari     (Omelia del 01-11-2012)

COMMENTO ALLE LETTURE a cura di Marco Simeone Oggi è la festa di tutti i santi, una festa che introduce questo binomio "tutti i santi e tutti i defunti" così caro a tutti noi. Il brano di riferimento tratto dal Vangelo è quello delle beatitudini. Vi confesso che fin da bambino ho avuto un rapp ...
(continua)
Riccardo Ripoli     (Omelia del 01-11-2012)
Rallegratevi ed esultate
La bellezza dell'avere Fede in Dio, ciò che fa la differenza con chi non crede, è la capacità di riuscire a vedere le cose brutte che ci capitano nella vita come una benedizione, come un qualcosa che ci avvicina a Dio, alla meta finale del nostro viaggio verso la vita eterna. E' Gesù nel Vangelo a d ...
(continua)
don Giovanni Berti     (Omelia del 01-11-2012)
Beati perché poveri contro le povertà
Clicca qui per la vignetta della settimana. Simone e Clara, 37 anni lui e 33 lei, sono sposati da 8 anni, e ora hanno due bambini di 4 e 2 anni, Francesco e Noemi. Stanno partendo per il Messico, non per una vacanza, ma per andare a vivere in mezzo ai poveri in uno dei quartieri più poveri di Cit ...
(continua)
padre Sergio Tellan, OFM cap.     (Omelia del 01-11-2012)
Video commento a Mt 5, 1-12
...
(continua)
don Giorgio Zevini     (Omelia del 01-11-2012)
Video Commento a Mt 5,1-12
You need to install or upgrade Flash Player to view this content, install or upgrade by clicking here. ...
(continua)
don Alberto Brignoli     (Omelia del 01-11-2012)
Santi nello Spirito delle Beatitudini
Quando ascoltiamo un brano come quello delle Beatitudini di Matteo, possiamo correre diversi rischi. Un primo rischio è quello di interpretarle come un'aspirazione futura, come un destino al quale tendere in un mondo che non è certo l'attuale, e in attesa del quale siamo invitati a vivere le differ ...
(continua)
padre Paul Devreux     (Omelia del 01-11-2012)

Oggi facciamo festa per tutti quei fratelli che si sono avvicinati a Dio durante la loro vita e che hanno provato a mettere anche in noi questo desiderio di comunione con il Signore. Oggi tocca a noi. Siamo tutti chiamati alla santità, ed è bene che ci rendiamo conto che o saremo santi o non sare ...
(continua)
padre Gian Franco Scarpitta     (Omelia del 01-11-2012)
Tutti quanti, indistintamente
Il calendario liturgico ordinariamente ne contempla uno (anche più) al giorno; ve ne sono alcuni per i quali la liturgia prevede un culto speciale, altri che vengono solo appena menzionati nelle rubriche e nei Messali, come pure tanti altri che passano inosservati poiché citati solamente nelle volum ...
(continua)
Eremo San Biagio     (Omelia del 01-11-2012)
Commento su Salmo 23 (24), 3-4
Chi salirà il monte del Signore Chi starà nel suo luogo santo? Chi ha mani innocenti e cuore puro, chi non pronuncia menzogne. Salmo 23 (24), 3-4 Come vivere questa Parola? Quando salivano processionalmente a Gerusalemme per entrare nel tempio santo perché luogo sacro a Dio, gli Israeliti eran ...
(continua)
Movimento Apostolico - rito romano     (Omelia del 01-11-2012)
Beati i poveri in spirito, perché di essi è il regno dei cieli
La vera beatitudine di un uomo è nella sua comunione con Dio: comunione di verità, obbedienza, grazia, ascolto di ogni sua Parola che oggi rivolge al cuore e alla mente. È Dio la beatitudine sulla terra e nei cieli, nel tempo e nell'eternità. Chi è con Dio, ha tutto, non gli manca nulla. Anche se no ...
(continua)
CPM-ITALIA Centri di Preparazione al Matrimonio (coppie - famiglie)     (Omelia del 01-11-2012)
Commento su Apocalisse 7,2-4.9-14, Salmo 23, Prima Giovanni 3,1-3, Matteo 5,1-12
Oggi, festa di tutti i Santi, la Chiesa ci propone come Evangelo il brano di Matteo 5,1-12: le "Beatitudini". Mi soffermo in particolare su di esse, perché è troppo grande la commozione che mi assale quando leggo questa Parola. E subito mi viene in mente, per quella sorta di associazione di idee c ...
(continua)
don Luciano Sanvito     (Omelia del 01-11-2011)
Un sandwich
Beati La proclamazione delle beatitudini non è una serie di formule augurali, prospettiva del futuro che giungerà al momento del compimento. Piuttosto è una affermazione, una costatazione di fatto, la proclamazione della situazione presente. Beati i poveri in spirito, perché di essi è il regno d ...
(continua)
Omelie.org - autori vari     (Omelia del 01-11-2011)

COMMENTO ALLE LETTURE a cura di Padre Alvise Bellinato LODARE DIO FA BENE ALLA SALUTE Forse qualche volta ci sarà capitato di chiederci perché in chiesa lodiamo Dio. Cantiamo "Gloria a Dio nell'alto dei cieli", celebriamo le "Lodi mattutine", gli facciamo... un sacco di complimenti. Chiede ...
(continua)
Monastero Janua Coeli     (Omelia del 01-11-2011)

Beati... tutti noi lo siamo se solo abbiamo il coraggio di attraversare le zone scoscese delle nostre esperienze quotidiane. La beatitudine è un segreto di appartenenza al cielo, a quanto di più ci possa attrarre nel tempo che fugge. La povertà in Dio non è privazione, è pensare se stessi e ogni co ...
(continua)
don Mario Campisi     (Omelia del 01-11-2011)
Tutto al contrario
Io vedo che in questo mondo i beati sono altri, sono quelli che riescono a raggirare le leggi e la giustizia corrompendo, sono quelli che riescono a truffare lo stato non pagando le tasse, sono quelli che se ne fregano della pace e sono per la guerra, sono quelli che si vendicano anziché perdonare, ...
(continua)
don Maurizio Prandi     (Omelia del 01-11-2011)
Commento su Matteo 5,1-12
Abbiamo vissuto, nelle nostre comunità, l'ascolto della liturgia della parola di questo giorno come la naturale continuazione di quella domenicale, il cui messaggio abbiamo riassunto così: assomigliare a Gesù, essere specchio della sua vita. In questa direzione ci è sembrato andassero le tre letture ...
(continua)
Eremo San Biagio     (Omelia del 01-11-2011)
Commento su Matteo 5,3
Beati i poveri in spirito, perché di essi è il regno dei cieli. Mt 5,3 Come vivere questa Parola? È questo l'inizio di quello che forse è l'annuncio più rivoluzionario mai udito sulla faccia della terra. L'attenzione va messa su quel "beati" che è la parola chiave (ripetuta ben nove volte), per ...
(continua)
don Giovanni Berti     (Omelia del 01-11-2011)
Santi... e indignati!
Clicca qui per la vignetta della settimana La difesa della memoria dei santi non passa dal prendersela come ogni anno con Halloween il 31 di ottobre, ma prendendo la loro strada nella vita di tutti i 365 giorni dell'anno. Personalmente l'annuale crociata anti-Halloween, supportata da studi e art ...
(continua)
Gaetano Salvati     (Omelia del 01-11-2011)
La santità come risposta all'Amore
"Ecco la generazione che cerca il tuo volto, Signore", recita il ritornello del Salmo. Il canto del salmista sembra compendiare il motivo per cui, oggi in maniera particolare, la Chiesa invita tutti i fedeli a ricordare l'esempio lasciato dai santi e dalle sante. Ma chi sono i santi? Innanzitutto, ...
(continua)
don Luigi Trapelli     (Omelia del 01-11-2011)
Chiamati alla santità
Oggi è un grande giorno di festa. E' la nostra festa. La festa di tutti i Santi, quelli sul calendario, ma anche coloro che, nella loro vita normale, vivono una santità. In fondo, ogni cristiano aspira a vivere la santità. Pensiamo solamente a quelle tante persone che ci hanno precedute nel segno de ...
(continua)
padre Paul Devreux     (Omelia del 01-11-2011)

Giovanni, nell'Apocalisse, vede 144.000 salvati. Diviso per 12 = 12.000. questo significa che i salvati sono mille per ogni tribù di Israele, vale a dire un infinità, più un'altra moltitudine immensa proveniente da ogni dove. E tutti stanno in piedi davanti a Dio. Non seduti, né in ginocchio; stanno ...
(continua)
don Alberto Brignoli     (Omelia del 01-11-2011)
I Santi, nostri concittadini
La ricorrenza che ogni anno ci fa incontrare con le figure e le vite dei Santi nella loro totalità è, per noi credenti, anche motivo di interrogativi, oltre che di preghiera e di riflessione. I Santi sono senza ombra di dubbio figure da invocare, come intermediari di Grazie presso Dio, e quest'oggi ...
(continua)
padre Sergio Tellan, OFM cap.     (Omelia del 01-11-2011)
Video commento a Mt 5, 1-12
...
(continua)
Movimento Apostolico - rito romano     (Omelia del 01-11-2011)
Beati i puri di cuore, perché vedranno Dio
Tra il santo e il non santo la differenza è nel cuore. Il santo ha il cuore di carne, posto nel suo petto per vera creazione dell'Onnipotente Signore, secondo la profezia di Ezechiele: "Darò loro un cuore nuovo, uno spirito nuovo metterò dentro di loro. Toglierò dal loro petto il cuore di pietra, da ...
(continua)
padre Gian Franco Scarpitta     (Omelia del 01-11-2011)
Tutti quanti, in ugual misura
Il calendario appeso alla parete della nostra stanza ne ricorda uno al giorno, ma in realtà sono molti di più. Ve ne sono parecchi infatti di rinomati e venerati dal consenso globale della devozione che li riverisce sommamente nelle loro raffigurazioni di icone, ritratti e illustrazioni su cui si re ...
(continua)
CPM-ITALIA Centri di Preparazione al Matrimonio (coppie - famiglie)     (Omelia del 01-11-2011)
Commento su Apocalisse 7,2-4.9-14, Salmo 23, Prima Giovanni 3,1-3, Matteo 5,1-12
La festa di oggi celebra il sogno di Dio, il Suo desiderio più grande: vedere nei suoi figli l'impronta della sua stessa immagine, la più vera, cioè la gioia senza fine. Le letture di questa festa ci aiutano a capire chi è veramente il cristiano. Cristiano è colui che vive lo spirito che anima le b ...
(continua)
don Roberto Seregni     (Omelia del 30-10-2011)
Il sogno di Gesù
Qualche anno fa decisi di fare un percorso di lettura del Vangelo con un gruppo di adolescenti per riscoprire insieme la vera umanità di Gesù. Quasi verso la fine di questi incontri, una ragazza mi chiese: "Ma don, Gesù sognava come noi?". Devo confessare che la domanda mi colse un po' impreparato. ...
(continua)
don Daniele Muraro     (Omelia del 01-11-2010)
Fedeli e santi
Giovedì passato i nostri Vescovi hanno presentato a tutti gli "Orientamenti pastorali per il decennio 2010-2020". In essi viene tracciato il cammino che la Chiesa italiana si impegna a percorrere nei prossimi anni. Il documento si intitola: "Educare alla vita buona del Vangelo". Avremo tempo di par ...
(continua)
Movimento Apostolico - rito romano     (Omelia del 01-11-2010)
Beati i poveri in spirito
Nulla di tutto questo nelle Beatitudini. Qui non ci sono norme da osservare, regole da praticare, leggi da vivere, statuti da mettere in pratica. C'è invece un uomo che è chiamato a vivere in modo diverso da come comunemente si vive. A quest'uomo è richiesto di vestire un nuovo essere, una nuova vit ...
(continua)
Agenzia SIR     (Omelia del 01-11-2010)

La causa delle beatitudini è lo sguardo di Gesù. Ha davanti e vicino a sé i discepoli, più distante e in basso la folla di quelli che lo seguono. "Vedendoli", Gesù parla come maestro e come profeta e disegna il profilo del "beato", l'uomo nuovo che tanto gli somiglia. Le beatitudini - ciascuna e tut ...
(continua)
don Marco Pedron     (Omelia del 01-11-2010)
Regole per andare avanti
La Chiesa oggi celebra la festa di Tutti i Santi: non solo quelli grandi, conosciuti e famosi, ma anche quelli che nessuno ricorderà se non chi li ha portati nel proprio cuore e che grazie a loro è cresciuto, cambiato, si è trasformato, è stato amato. Ognuno ha i suoi santi e i suoi angeli: tutti n ...
(continua)
don Mario Campisi     (Omelia del 01-11-2010)

...il messaggio delle beatitudini ci dice che è proprio nelle situazioni umane più difficili che Dio ci viene incontro....la santità non è un premio finale di "buona condotta", data solo a quei pochi che la Chiesa ufficialmente proclama. La santità è un "incentivo" iniziale che è dato a tutti. A tut ...
(continua)
Monaci Benedettini Silvestrini     (Omelia del 01-11-2010)
I veri beati
Oggi la Chiesa militante, tutti noi che siamo ancora in cammino verso la patria beata, ci uniamo alla Chiesa gloriosa, alla schiera dei santi nei cieli. Lo facciamo durante tutto l'anno quando ricorre il loro "dies natalis", come viene definito, il giorno cioè della loro morte, ma nell'arco dell'ann ...
(continua)
don Luca Orlando Russo     (Omelia del 01-11-2010)
Beati voi...
Di solito, quando si parla di santi tra noi se ne parla come se fossero dei marziani, dei personaggi da venerare, da mettere sull'altare, su di un piedistallo molto in alto, distanti da ciascuno di noi. In fondo questo meccanismo così sottile ha un solo obiettivo: la vita dei santi è talmente straor ...
(continua)
don Roberto Seregni     (Omelia del 01-11-2010)
Il più grande desiderio
Oggi celebriamo la festa del più grande desiderio di Dio. Desiderio di bellezza, trasparenza e semplicità. Desiderio di pienezza, gioia e vitalità. Desiderio, in una parola, di santità. La festa di oggi è questo: celebriamo il sogno di Dio, l'esaudimento del Suo desiderio più grande. E' la fes ...
(continua)
padre Sergio Tellan, OFM cap.     (Omelia del 01-11-2010)
Video commento a Mt 5, 1-12
...
(continua)
mons. Antonio Riboldi     (Omelia del 01-11-2010)
Vocazione del cristiano, la santità
Questo mese, per la Festa di tutti i Santi e la Commemorazione dei defunti, ci offre la necessaria riflessione sul fine ultimo della nostra vita: dalla morte alla Vita. Così scrive S. Giovanni apostolo: "Carissimi, vedete quale grande amore ci ha dato il Padre, di essere chiamati figli di Dio, e lo ...
(continua)
don Giovanni Berti     (Omelia del 01-11-2010)
Il canto delle beatitudini...
Clicca qui per la vignetta della settimana. Mi piace ogni tanto, come succede in questa festa dei Santi, tornare su questo monte insieme ai discepoli per ascoltare Gesù e le sue parole. Le ho sentite un sacco di volte, e proprio per questo voglio riascoltare questo che sento come un canto che da ...
(continua)
Eremo San Biagio     (Omelia del 01-11-2010)

Dalla Parola del giorno Beati gli operatori di pace, perché saranno chiamati figli di Dio. Come vivere questa Parola? Con facilità e forse anche con una certa superficialità si accosta la beatitudine alla santità: i santi sono beati, si afferma, ma poi, di atto, si considera la beatitudine co ...
(continua)
Omelie.org - autori vari     (Omelia del 01-11-2010)
Commento su Matteo 5,1-12a
COMMENTO ALLE LETTURE a cura di don Giampaolo Perugini Voglio vederci chiaro! «Vidi poi...» (Ap 7,2). Giovanni ha una visione della realtà futura... Non so come facciano gli artisti, ma loro vedono qualcosa che io non riesco a vedere. Di fronte a un blocco di marmo Michelangelo vedeva già la ...
(continua)
padre Gian Franco Scarpitta     (Omelia del 01-11-2010)
A tutti la stessa gloria
Il calendario liturgico ordinariamente ne contempla uno (anche più) al giorno; ve ne sono alcuni per i quali la liturgia prevede un culto speciale, altri che vengono solo appena menzionati nelle rubriche e nei Messali, come pure tanti altri che passano inosservati poiché citati solamente nelle volum ...
(continua)
don Alberto Brignoli     (Omelia del 01-11-2010)
Pregate per noi!
"Beato te che hai la possibilità andare in vacanza!". "Beata te che hai un marito e dei figli d'oro!". "Beato lui che si può permettere una macchina nuova!". "Beato quello che ha vinto al Superenalotto!". "Beati voi che avete i nonni che vi tengono i bambini!". ...e via di seguito, a definire " ...
(continua)
don Carlo Occelli     (Omelia del 01-11-2010)
Essere noi stessi!
Sono giorni speciali questi. Forse è solamente ai santi che noi percepiamo l'effettivo arrivo dell'autunno: la natura se ne va a dormire e anche noi preferiamo ritirarci al caldo, nelle nostre case. Anche se viviamo due giorni ben distinti con la Solennità di tutti i santi e la commemorazione dei n ...
(continua)
don Carlo Occelli     (Omelia del 01-11-2010)
Essere noi stessi!
...
(continua)
CPM-ITALIA Centri di Preparazione al Matrimonio (coppie - famiglie)     (Omelia del 01-11-2010)

La santità è una chiamata già fatta nell'Antico Testamento e che trova completamento con la venuta nella storia di N.S.G.C. Già nella Bibbia troviamo l'imperativo "siate santi" perché Io sono santo (Kadosh - diverso, differenziato come giustificazione alla diversità come dovere esistenziale dell'Uo ...
(continua)
Il pane della domenica     (Omelia del 01-11-2010)
La città di Dio abitata da cittadini degni del vangelo
Rallegratevi ed esultate, perché grande è la vostra ricompensa nei cieli Dopo aver camminato con Gesù, alla scuola del suo vangelo e per quasi un anno ed aver ripercorso le principali tappe della sua vita come memoriale, siamo invitati dalla liturgia odierna a guardare il cielo e a contemplare, m ...
(continua)
Monastero Domenicano Matris Domini     (Omelia del 01-11-2009)
Commento su Matteo 5,1-12a
Lectio La coincidenza della XXXI domenica con la solennità di tutti i santi ci permette di meditare sul testo delle beatitudini dell'evangelista Matteo che apre il cosiddetto discorso della montagna. Il brano ha un carattere programmatico e il gruppo delle otto beatitudini lo apre egregiamente; il ...
(continua)
Paolo Curtaz     (Omelia del 01-11-2009)

Santi subito! Celebrare la solennità di tutti i santi significa mettere al centro della nostra vita l'obiettivo della piena realizzazione in Dio. Non c'è che una tristezza, quella di non essere santi! L'unico Santo è Dio, è lui che che vuole condividere con l'umanità la sua pienezza, la sua reali ...
(continua)
Wilma Chasseur     (Omelia del 01-11-2009)
Audio commento a Mt 5,1-12a
Clicca qui per scaricare il commento in formato MP3.Per ascoltare il commento, clicca sul play sulla sinistra del lettore: ...
(continua)
Wilma Chasseur     (Omelia del 01-11-2009)
Abitati dalla gloria di Dio
1. Una moltitudine immensa La festa di tutti i Santi ci ricorda le realtà ultime e il destino futuro che ci aspetta. La prima lettura ci mostra la grande visione di Giovanni: quella "moltitudine immensa che nessuno poteva contare, di ogni nazione, razza, popolo e lingua. Tutti stavano in piedi dav ...
(continua)
mons. Gianfranco Poma     (Omelia del 01-11-2009)
Gesù aprì la bocca e disse: Beati i poveri in spirito
La festa di Tutti i santi cade quest'anno di domenica: si interrompe la serie delle domeniche del tempo ordinario e la lettura del Vangelo di Marco è sostituita da una delle pagine più note del Vangelo di Matteo, quella delle "Beatitudini" (Matt.5,1-12) con cui inizia il "discorso della montagna" (M ...
(continua)
don Daniele Muraro     (Omelia del 01-11-2009)
San Giovanni Maria Vianney
"I santi non tutti hanno iniziato bene, ma tutti hanno terminato bene!" notava con arguzia Giovanni Maria Vianney, il Curato d'Ars, e questa osservazione può essere confermata dal racconto della sua esistenza. Dichiarato santo patrono di tutti i parroci del mondo già nel 1929 e riproposto alla cons ...
(continua)
don Maurizio Prandi     (Omelia del 01-11-2009)
La misericordia di Dio non si può misurare
Possiamo trovare, nella liturgia della parola di oggi una bella risposta alla domanda: Chi sono i santi? Questa ce la dà il salmo che abbiamo pregato in risposta alla prima lettura: Ecco la generazione che lo cerca, che cerca il tuo volto, Dio di Giacobbe. Santi sono tutti coloro che cercano il volt ...
(continua)
Monastero Janua Coeli     (Omelia del 01-11-2009)
Beati voi
Beato l'uomo che ha cura del debole: nel giorno della sventura il Signore lo libera. Il Signore veglierà su di lui, lo farà vivere beato sulla terra. Si può vivere beato sulla terra? Se tu vivi in Dio vale a dire a livello del Capo, Cristo, già in cielo, allora vivi la beatitudine della sazietà in q ...
(continua)
don Giovanni Berti     (Omelia del 01-11-2009)
Beati sul "red carpet" del Vangelo
Clicca qui per la vignetta della settimana Nei giorni scorsi si è svolto a Roma il Festival del cinema. Oltre che dei film, come sempre, molto si è parlato dei vari personaggi che popolano il mondo del cinema. Il tappeto rosso che come in ogni festival che si rispetti, sta davanti all'ingresso d ...
(continua)
LaParrocchia.it     (Omelia del 01-11-2009)
La santità
Quando si legge questa pagina del vangelo, si tende sempre a sottolineare e a puntualizzare il contenuto delle beatitudini bypassando i primi due versetti che sono di un'importanza fondamentale per la lettura e comprensione del testo seguente. Proprio in questo "cappello" al primo grande discorso t ...
(continua)
don Roberto Rossi     (Omelia del 01-11-2009)
La festa degli uomini buoni
I primi giorni del mese di novembre sono nella nostra memoria legati al ricordo dei nostri defunti e alla visita ai cimiteri. Ma facilmente dimentichiamo che la commemorazione che facciamo dei nostri morti è preceduta dalla festa di Tutti i Santi. Siamo - per una singolare coincidenza - invitati ...
(continua)
padre Antonio Rungi     (Omelia del 01-11-2009)
I diversi aspetti e la varietà della santità
Celebriamo oggi la Solennità di Tutti i Santi, in questa prima domenica di novembre, che apre il mese dei morti. Domani, infatti, ricorderemo nell'annuale commemorazione di tutti i fedeli defunti, quanti hanno lasciato questo mondo e godono o sono in attesa di godere della visione beatifica di Dio. ...
(continua)
mons. Vincenzo Paglia     (Omelia del 01-11-2009)
Rallegratevi ed esultate, perchè grande è la vostra ricompensa nei cieli
La Chiesa, davvero madre e maestra, che opera in ogni modo per spingere i suoi figli alla santità, ci viene incontro presentandoci oggi la grande schiera dei santi comuni. Potremmo dire che i santi di cui si fa oggi memoria sono la moltitudine di coloro che, come il pubblicano, hanno ammesso il loro ...
(continua)
Agenzia SIR     (Omelia del 01-11-2009)

Sul muro di una casa di riposo, una mattonella con le beatitudini degli anziani: "Beati quelli che mi guardano con simpatia... beati quelli che stringono le mie mani tremanti... beati quelli che non si stancano di ascoltarmi... beati quelli che comprendono il mio camminare stanco...". Ma quante sono ...
(continua)
padre Ermes Ronchi     (Omelia del 01-11-2009)
Nelle Beatitudini la regola della santità
Non ci stanchiamo mai di ascoltare le nove beatitu­dini, anche se le sappia­mo bene, anche se certi di non ca­pirle. Esse riaccendono la nostal­gia prepotente di un mondo fatto di bontà, di non violenza, di sin­cerità, di solidarietà. Disegnano un modo tutto diverso di essere uomini, amici del gener ...
(continua)
mons. Antonio Riboldi     (Omelia del 01-11-2009)
Solennità di tutti i Santi: il giorno decisivo della vita
Credo che la saggezza di ognuno di noi è nel pensare alla vita come ad un cammino con una vocazione: una grande prova, che tutti, senza eccezioni, siamo chiamati a superare. La vita è un dono del Padre e, come tutti i suoi doni, appartiene all'eternità. Qui sulla terra abbiamo un compito: adempiere ...
(continua)
padre Romeo Ballan     (Omelia del 01-11-2009)
I Santi: l?energia che trasforma il mondo
Riflessioni Le donne e gli uomini che riempiono il calendario annuale dei santi e dei beati della Chiesa sono molti, ma quelli che sono scritti nel Libro della Vita, il registro di Dio, sono infinitamente di più. Di tutti loro fa memoria e ad essi si rivolge oggi la preghiera supplicante della Chie ...
(continua)
don Remigio Menegatti     (Omelia del 01-11-2009)
Ecco la generazione che cerca il tuo Volto, Signore
PREGHIERA DI COLLETTA Dio onnipotente ed eterno, che doni alla tua Chiesa la gioia di celebrare in un'unica festa i meriti e la gloria di tutti i Santi, concedi al tuo popolo, per la comune intercessione di tanti nostri fratelli, l'abbondanza della tua misericordia. Per il nostro Signore... Dato ...
(continua)
don Roberto Seregni     (Omelia del 01-11-2009)
I veri Beati...
"Beati" è la prima parola del Rabbì di Nazareth nel suo discorso dal monte. E' la prima parola del ribaltamento dei poteri e delle gerarchie. Gesù si è schierato, i beati sono loro. In questa sovversione sta la radice della santità che oggi celebriamo. Ognuno di noi è chiamato a far sua questa logi ...
(continua)
mons. Roberto Brunelli     (Omelia del 01-11-2009)
I santi, un segno
La serie delle domeniche del tempo ordinario oggi si interrompe, ricorrendo la solennità di Ognissanti (o meglio, nel suo titolo corretto, "Tutti i santi") che per la Diocesi di Mantova avrà un'appendice giovedì, quando si ricorderanno insieme quanti di loro, per nascita o altri motivi, ad essa sono ...
(continua)
Omelie.org - autori vari     (Omelia del 01-11-2009)

COMMENTO ALLE LETTURE a cura di don Giampiero Ialongo Se ricordate, una pubblicità di qualche anno fa' che promuoveva la vendita di uno spumante aveva coniato questo slogan: "Per molti ma non per tutti!". Questa idea, nonostante quanto la Bibbia e la Chiesa ci dicono sulla santità, è radicata ...
(continua)
Omelie.org (bambini)     (Omelia del 01-11-2009)

Il brano di oggi comincia con una gita fuori città: Gesù e i Dodici sono su una montagna, poco lontano da Cafarnao. È una piccola montagna, in realtà, non molto in alto: più che altro una collinetta, quindi non richiede una scalata per salirvi in cima. E infatti molta gente ha seguito il Rabbi e gli ...
(continua)
don Marco Pedron     (Omelia del 01-11-2009)
Percorsi di felicità
Oggi la chiesa celebra la festa di Tutti i Santi. Ci sono i Santi che tutti ricordiamo: Padre Pio, Madre Teresa, Papa Giovanni XXIII, Massimiliano Kolbe, Francesco d'Assisi, Antonio da Padova, ecc. Ma c'è anche una schiera sconosciuta di uomini e donne che hanno vissuto in maniera "santa" e che hann ...
(continua)
don Claudio Doglio     (Omelia del 01-11-2009)
Video commento alle letture (vangelo: Mt 5,1-12a)
...
(continua)
Paolo Curtaz     (Omelia del 01-11-2009)
Video commento a Mt 5,1-12a
Clicca qui per leggere il testo del commento di Paolo Curtaz per la stessa domenica. ...
(continua)
Paolo Curtaz     (Omelia del 01-11-2009)
Santi subito!
Oggi è la festa dei santi, la festa del nostro destino, della nostra chiamata. La Chiesa in cammino, fatta di santi e di peccatori, ci invita a guardare alla verità profonda di ogni uomo: dietro ogni sguardo, dentro ognuno di noi, si nasconde un santo potenziale. Noi crediamo che ogni uomo nasce p ...
(continua)
Monaci Benedettini Silvestrini     (Omelia del 01-11-2009)
Festa di tutti i santi
È una bella festa quella di oggi: celebriamo la fedeltà di Dio nei nostri confronti e quella degli uomini verso Dio: da questo felice connubio nasce e sgorga la santità. Dio, il tre volte Santo, ne è il primo autore, gli uomini, fedeli fino all'eroismo, sono coloro che hanno ricevuto la grazia e la ...
(continua)
don Valentino Porcile     (Omelia del 01-11-2009)
Video commento a Mt 5,1-12a
...
(continua)
CPM-ITALIA Centri di Preparazione al Matrimonio (coppie - famiglie)     (Omelia del 01-11-2009)

Oggi, primo novembre, celebriamo la festa di tutti i santi, gioiamo e lodiamo Dio che, ha fatto della terra un giardino in cui sono germogliati tanti fiori, di ogni età e condizione sociale, "lingua popolo e nazione". Ogni santo è diverso dall'altro, ma tutti portano impresso il " sigillo" di Cristo ...
(continua)
padre Gian Franco Scarpitta     (Omelia del 01-11-2009)
Cercansi santi con urgenza in ogni luogo
Ordinariamente li si venera nell'ordine di uno al giorno; parecchi di loro sono rinomati e venerati dal consenso globale della devozione che li riverisce sommamente nelle loro raffigurazioni tramite icone, ritratti e illustrazioni su cui si realizzano grosse industrie commerciali; altri sono meno ve ...
(continua)
padre Sergio Tellan, OFM cap.     (Omelia del 01-11-2009)
Video commento a Mt 5,1-12
...
(continua)
Suor Giuseppina Pisano o.p.     (Omelia del 01-11-2009)
Quella moltitudine immensa, che nessuno poteva contare
Sono i santi che la Chiesa oggi ricorda, senza necessità di farne i nomi; sono uomi e donne che hanno cercato ed amato intensamente Dio; persone, delle quali, forse, non conosciamo nulla, ma che nel lungo corso dei secoli hanno accolto la parola di Cristo che disse:" Vi ho dato l'esempio, perché, co ...
(continua)
Paolo Curtaz     (Omelia del 01-11-2008)

Auguri! Oggi la Chiesa, colma di gratitudine e di buon umore, dà lode al Santo, l'inconoscibile, l'assoluto, che condivide la sua perfezione con uomini e donne che si lasciano abitare dalla luce. Che nostalgia... Se riusciamo a mettere i Santi accanto a noi, ci accorgeremo che la loro santità non ...
(continua)
padre Sergio Tellan, OFM cap.     (Omelia del 01-11-2008)
Video commento a Mt 5,1-12a
...
(continua)
don Roberto Rossi     (Omelia del 01-11-2008)
La moltitudine immensa
E? la festa di tutti i Santi. In questa solennità il nostro cuore, oltrepassando i confini del tempo e dello spazio, si dilata alle dimensioni del Cielo. Agli inizi del Cristianesimo, i membri della Chiesa venivano chiamati anche "i santi". Nella Prima Lettera ai Corinzi, ad esempio, san Paolo si ri ...
(continua)
LaParrocchia.it     (Omelia del 01-11-2008)
Amici di Dio e amici degli uomini
"Quelli che sono vestiti di bianco, chi sono e donde vengono?" (Ap 7,13). È necessario rispondere a questa domanda, se vogliamo che la festa di tutti i santi non sia un sogno sganciato dalla realtà della nostra esistenza, ma la celebrazione di ciò verso cui noi stessi ci stiamo incamminando. Perché ...
(continua)
don Giovanni Berti     (Omelia del 01-11-2008)
Il Vangelo è possibile!
Clicca qui per la vignetta della settimana. Quando entro in certe chiese, specialmente se sono vecchie, rimango sempre colpito dal gran numero di raffigurazioni di santi posti su altari o nicchie, dipinti su tela o scolpiti nella pietra o nel legno. Di tanti Santi posso riconoscere l?identità dal ...
(continua)
padre Paul Devreux     (Omelia del 01-11-2008)

Oggi, festa di tutti i santi, è la festa di tutti quelli che si sono dati da fare per creare un mondo più giusto, di tutti quelli che hanno amato, di tutti quelli che hanno dato la vita per qualcuno o per qualche cosa di utile all?umanità. Oggi tocca a noi. Siamo tutti chiamati alla santità, alla ...
(continua)
padre Romeo Ballan     (Omelia del 01-11-2008)
Santi e defunti: solidarietà e intercessione missionaria
Riflessioni Festa di famiglia, festa di fraternità solidale! La festa di tutti i santi e il ricordo di tutti i fedeli defunti ci fanno sentire tutti membri di una famiglia grande, allargata fino ai confini del mondo. Sono due giornate (1 e 2 novembre) che ci riportano ad una nostra celebrazione fam ...
(continua)
mons. Antonio Riboldi     (Omelia del 01-11-2008)
La vita, un cammino verso il Cielo
È vera saggezza quella della Chiesa, che invita tutti a riflettere su due verità così strettamente ?legate? da formarne una sola: commemorare i morti e la festa di tutti i Santi. Quando nasciamo - se crediamo - Dio ci fa dono della vita per una sola ragione: ?correre? verso la Sua Casa. In altre pa ...
(continua)
Eremo San Biagio     (Omelia del 01-11-2008)

Dalla Parola del giorno Essi sono coloro che sono passati attraverso la grande tribolazione e hanno lavato le loro vesti, rendendole candide nel sangue dell?Agnello. Come vivere questa Parola? Offrendoci questa pericope dell?Apocalisse, libro conclusivo della Bibbia, ci viene regalata l?opportu ...
(continua)
Agenzia SIR     (Omelia del 01-11-2008)

Oggi il calendario si dilata: non uno, non due, ma tutti i Santi! Sì, perché il paradiso è popolato da una schiera che nessuno può contare. Sono i Santi anonimi, avvolti dal manto del silenzio. Sono i Santi delle nostre famiglie e nessuno di noi ne è privo. Sono anche i Santi non dichiaratamente cri ...
(continua)
don Roberto Seregni     (Omelia del 01-11-2008)
Il sogno più grande di Gesù
Qualche anno fa decisi di fare un percorso di lettura del Vangelo con un gruppo di adolescenti per riscoprire insieme la vera umanità di Gesù. Quasi verso la fine di questi incontri, una ragazza sveglia mi chiese: ?Ma don, Gesù sognava come noi??. Devo confessare che la domanda mi colse un po? impre ...
(continua)
Omelie.org - autori vari     (Omelia del 01-11-2008)

?A volte si pensa che la santità sia una condizione di privilegio riservata a pochi eletti. In realtà, diventare santo è il compito di ogni cristiano, anzi, potremmo dire, di ogni uomo! Scrive l?Apostolo che Dio da sempre ci ha benedetti e ci ha scelti in Cristo "per essere santi e immacolati al suo ...
(continua)
don Marco Pedron     (Omelia del 01-11-2008)
La fortezza incrollabile
Il vangelo di oggi ci propone le beatitudini. Le beatitudini sono il messaggio di Gesù, il suo manifesto, il suo libro di testo, e ci mostrano un?immagine di Dio e un?immagine dell?uomo. Dicono, cioè, chi sono Dio e l?uomo per Gesù. Nell?A.T, Mosé era salito sul monte Sinai e aveva dato i 10 comanda ...
(continua)
Monaci Benedettini Silvestrini     (Omelia del 01-11-2008)
Gli amici del cielo
"Dopo ciò, apparve una moltitudine immensa, che nessuno poteva contare, di ogni nazione, razza, popolo e lingua. Tutti stavano in piedi davanti al trono e davanti all'Agnello, avvolti in vesti candide, e portavano palme nelle mani". San Giovanni nella sua visione apocalittica ci trasporta in un mond ...
(continua)
padre Gian Franco Scarpitta     (Omelia del 01-11-2008)
A Cristo spronati dai Santi
Dalla Prima Lettera di Giovanni ci proviene un monito ben determinato: ?Chi dice di dimorare in Cristo, deve comportarsi come lui si è comportato?(1 Gv 2, 6), precisando che si è dei mentitori quando si dice di conoscere Gesù ma non si osserva la sua Parola e i suoi comandamenti soprattutto il monit ...
(continua)
CPM-ITALIA Centri di Preparazione al Matrimonio (coppie - famiglie)     (Omelia del 01-11-2008)

Dove stiamo andando? Qual è la meta della nostra vita? In questo giorno di festa sono più che mai di attualità queste domande che dovrebbero segnare la nostra vita. Presi delle nostre occupazioni e pre-occupazioni quotidiane è facile che si perda di vista la meta finale. Dove pensiamo di voler an ...
(continua)
don Daniele Muraro     (Omelia del 01-11-2007)

Secondo le ultime parole del Vangelo appena letto i Santi sono coloro che hanno ottenuto da Dio una grande ricompensa per l'eternità. Essi perciò sono nella felicità e la solennità di oggi è una festa di gioia e di esultanza, come quando si vede il proprio campione attraversare vittorioso la linea d ...
(continua)
padre Raniero Cantalamessa     (Omelia del 01-11-2007)
Chi sono i santi
Da tempo gli scienziati mandano segnali nel cosmo in attesa di risposte da parte di esseri intelligenti esistenti in qualche pianeta sperduto. La Chiesa da sempre intrattiene un dialogo con abitanti di un altro mondo, i santi. Questo è ciò che proclamiamo dicendo: "Credo nella comunione dei santi". ...
(continua)
Monastero Janua Coeli     (Omelia del 01-11-2007)

Santità: una parola che invita oppure una parola che spaventa. La santità non esiste, perché non è una dottrina né una capacità. Esistono i santi, persone capaci di accogliere Dio sempre e comunque nello spazio della propria umanità. Vuoi rischiare di non essere santo? è sufficiente che tu non sia u ...
(continua)
don Giovanni Berti     (Omelia del 01-11-2007)
Beato anch'io...
Clicca qui per la vignetta della settimana. Gesù, dopo aver guardato le folle, sale sulla montagna e insegna ai suoi discepoli le beatitudini. Mi ha colpito questo sguardo preliminare di Gesù verso tutta la gente che gli sta attorno che sembra esser la scintilla che motiva tutto l'insegnamento da ...
(continua)
Comunità Missionaria Villaregia (giovani)     (Omelia del 01-11-2007)

La liturgia ci regala prima la festa dei santi e poi la festa dei defunti. Avrebbe potuto essere il contrario: celebrare prima la morte e dopo la santità, ma la recente beatificazione di Madre Teresa ci ricorda, come lei stessa diceva a un giornalista che le chiedeva cosa provava ad essere acclamata ...
(continua)
Antonio Pinizzotto     (Omelia del 01-11-2007)
In un'unica festa i meriti e la gloria di tutti i Santi
La Liturgia odierna ci invita a volgere il nostro sguardo verso Dio, il tre volte "Santo", per contemplare la bellezza della Sua Santità e il riflesso della stessa Santità in noi. Dio è il "Santo"; ma Egli, nel Suo ineffabile Mistero d'Amore, non ha esitato a donarci la Sua Santità, perché il creat ...
(continua)
Omelie.org - autori vari     (Omelia del 01-11-2007)

Desidèri terra terra Immaginiamo per un istante che ognuno di noi avesse la possibilità di realizzare tre desideri come Aladino.. Quali desideri esprimereste? Fate questo esercizio in un attimo di silenzio. Visualizzate la classifica: al primo posto, al secondo posto, al terzo posto. La festa di o ...
(continua)
Monaci Benedettini Silvestrini     (Omelia del 01-11-2007)
Se tanti e tante, perchè non io?
La festa di Tutti i Santi è una giornata di gioia, di speranza, di fede. Noi viviamo per tutto l'anno la comunione dei santi: li sentiamo a noi vicini, ci sono proposti e li riconosciamo come modelli di vita, li invochiamo come nostri intercessori, li festeggiamo nel giorno della loro nascita al Cie ...
(continua)
mons. Antonio Riboldi     (Omelia del 01-11-2007)
Testimoni di Gesù Risorto
Nella solennità di 'Tutti i Santi', che precede la commemorazione dei Defunti, la Chiesa ama presentarci quello che sarà il nostro vero domani. Sappiamo tutti che questa vita è un breve pellegrinaggio che Dio, il Padre, creandoci, 'ha pensato' per noi, per giungere alla felicità eterna con Lui. E ta ...
(continua)
padre Paul Devreux     (Omelia del 01-11-2007)

Oggi festeggiamo tutti i Santi; nata per ricordare i martiri, è anche la festa di coloro in cui la Chiesa si riconosce, quelli che prende a modello. Ed è anche la festa nostra, che siamo in cammino verso il Signore, e quindi verso la santità. Festa di luce e gioia, un po' oscurata dal fatto che l ...
(continua)
Eremo San Biagio     (Omelia del 01-11-2007)
Commento su 1Gv 3,1-3
Dalla Parola del giorno Carissimi, noi fin d'ora siamo figli di Dio, ma ciò che saremo non è stato ancora rivelato. Ma sappiamo però che quando Egli si sarà manifestato, noi saremo simili a Lui, perché lo vedremo così come Egli è. Chiunque ha questa speranza in Lui purifica se stesso come Egli è pu ...
(continua)
don Marco Pratesi     (Omelia del 01-11-2007)
La buona battaglia
La Parola della festa odierna attira la nostra attenzione, tra le altre cose, su un fatto in qualche modo sconcertante: il cristiano, il santo, è un martire. Il capitolo 7 dell'Apocalisse con le sue due visioni (prima lettura), va letto in relazione al quinto sigillo (6,9-11), dove il veggente cont ...
(continua)
padre Gian Franco Scarpitta     (Omelia del 01-11-2007)
Uomini che ci spronano
1."Essi sono coloro che sono passati attraverso la grande tribolazione e hanno lavato le loro vesti rendendole candide col sangue dell'Agnello" Con questa immagine il libro dell'Apocalisse indica coloro che si sono resi partecipi del sacrificio espiativo di Cristo, Agnello senza macchia e che adesso ...
(continua)
don Ezio Stermieri     (Omelia del 01-11-2006)
tocca a noi
Come ogni anno, unità di misura del tempo che scorre, alla natura che sembra addormentarsi e la nostra esistenza il tempo che ci mette una foglia a cadere dall'albero, interpretazione cristiana della vita illuminata dal bagliore di Cristo risorto dice la sua verità sul nascere e sul morire, sull'ess ...
(continua)
don Daniele Muraro     (Omelia del 01-11-2006)

Il commento segue lo schema predisposto dall'autore per ogni anno liturgico, che potete trovare cliccando qui. Celebriamo la solennità di Tutti i santi. Come ci dice la prima lettura i Santi sono "una moltitudine immensa, che nessuno poteva contare, di ogni nazione, razza, popolo e lingua.". In ...
(continua)
don Maurizio Prandi     (Omelia del 01-10-2006)

La preghiera Colletta della festa di oggi chiede a Dio l'abbondanza della sua misericordia... la fonte della santificazione dell'uomo è la misericordia di Dio allora e oggi celebriamo la vittoria della bontà e della misericordia di Dio sul peccato dell'uomo, sulla debolezza dell'uomo. Le letture di ...
(continua)
   > Translate this page (italian > english) with Google