LA CHIESA

      


> e-mail    > chi siamo    > scripts e banners   > newsletters    > translate ita>eng

LITURGIA

> 26 Febbraio 2012 <

Venerdì 24 Febbraio 2012

Sabato 25 Febbraio 2012

Domenica 26 Febbraio 2012

Lunedì 27 Febbraio 2012

Martedì 28 Febbraio 2012

Mercoledì 29 Febbraio 2012

Giovedì 1 Marzo 2012

Venerdì 2 Marzo 2012

Sabato 3 Marzo 2012

Domenica 4 Marzo 2012


Cerca nella BIBBIA
Per citazione
(es. Mt 28,1-20):
Per parola:

  I DOMENICA DI QUARESIMA (ANNO B)

> Vai direttamente alle OMELIE 

Grado della Celebrazione: DOMENICA
Colore liturgico: Viola
BQ010 ;

Il Vangelo di Marco comincia con una semplice affermazione: “Inizio del Vangelo di Gesù Cristo, Figlio di Dio”.
Giovanni Battista, che aveva annunciato la sua venuta come imminente, battezzò Gesù nel Giordano e in quell’occasione lo Spirito diede testimonianza di Gesù. Marco accenna soltanto al periodo nel deserto e alla tentazione. È il preludio all’inizio del ministero pubblico di nostro Signore. Il suo primo richiamo, che ci viene ripetuto questa domenica, è: “Convertitevi e credete al vangelo”. Egli comincia proprio da quello che era stato il punto centrale dell’insegnamento di Giovanni Battista.
La Quaresima è soprattutto un periodo di riflessione sui misteri della nostra redenzione, al cui centro sono l’insegnamento e la persona di Gesù Cristo. Il Salvatore ha assunto forma umana, cioè quella che è la nostra condizione, e non è nemmeno stato risparmiato dall’esperienza della tentazione. Nella sua natura umana, Gesù ha vissuto in prima persona cosa significhi respingere Satana e porre al primo posto le cose divine. Il nostro Signore e il nostro Dio è in tutto nostra guida e modello.
Cercare di conoscere Cristo significa anche prendere coscienza di quel nostro bisogno di cambiamento di vita che chiamiamo “pentimento”. In particolare è mediante la liturgia della Chiesa che ci avviciniamo a Cristo e facciamo esperienza della sua presenza in mezzo a noi.
Nella liturgia, diventiamo “uno” con Cristo nel mistero grazie al quale egli ha riscattato il mondo.

Scarica il foglietto della Messa >
Scarica le Letture del Lezionario >
Scarica il Salmo Responsoriale Cantato >
Ricevi la Liturgia via mail >
Ascolta il Vangelo >

Antifona d'ingresso
Egli mi invocherà e io lo esaudirò;
gli darò salvezza e gloria,
lo sazierò con una lunga vita. (Sal 91,15-16)

Non si dice il Gloria.


Colletta
O Dio, nostro Padre,
con la celebrazione di questa Quaresima,
segno sacramentale della nostra conversione,
concedi a noi tuoi fedeli
di crescere nella conoscenza del mistero di Cristo
e di testimoniarlo con una degna condotta di vita.
Per il nostro Signore Gesù Cristo...

>

Prima lettura

Gen 9,8-15
L’alleanza fra Dio e Noè liberato dalle acque del diluvio.

Dal libro della Gènesi

Dio disse a Noè e ai suoi figli con lui: «Quanto a me, ecco io stabilisco la mia alleanza con voi e con i vostri discendenti dopo di voi, con ogni essere vivente che è con voi, uccelli, bestiame e animali selvatici, con tutti gli animali che sono usciti dall’arca, con tutti gli animali della terra. Io stabilisco la mia alleanza con voi: non sarà più distrutta alcuna carne dalle acque del diluvio, né il diluvio devasterà più la terra».
Dio disse:
«Questo è il segno dell’alleanza,
che io pongo tra me e voi
e ogni essere vivente che è con voi,
per tutte le generazioni future.
Pongo il mio arco sulle nubi,
perché sia il segno dell’alleanza
tra me e la terra.
Quando ammasserò le nubi sulla terra
e apparirà l’arco sulle nubi,
ricorderò la mia alleanza
che è tra me e voi
e ogni essere che vive in ogni carne,
e non ci saranno più le acque per il diluvio,
per distruggere ogni carne».

Parola di Dio

>

Salmo responsoriale

Sal 24

Tutti i sentieri del Signore sono amore e fedeltà.

Fammi conoscere, Signore, le tue vie,
insegnami i tuoi sentieri.
Guidami nella tua fedeltà e istruiscimi,
perché sei tu il Dio della mia salvezza.

Ricòrdati, Signore, della tua misericordia
e del tuo amore, che è da sempre.
Ricòrdati di me nella tua misericordia,
per la tua bontà, Signore.

Buono e retto è il Signore,
indica ai peccatori la via giusta;
guida i poveri secondo giustizia,
insegna ai poveri la sua via.

>

Seconda lettura

1Pt 3,18-22
Quest’acqua, come immagine del battesimo, ora salva anche voi.

Dalla prima lettera di san Pietro apostolo

Carissimi, Cristo è morto una volta per sempre per i peccati, giusto per gli ingiusti, per ricondurvi a Dio; messo a morte nel corpo, ma reso vivo nello spirito. E nello spirito andò a portare l’annuncio anche alle anime prigioniere, che un tempo avevano rifiutato di credere, quando Dio, nella sua magnanimità, pazientava nei giorni di Noè, mentre si fabbricava l’arca, nella quale poche persone, otto in tutto, furono salvate per mezzo dell’acqua.
Quest’acqua, come immagine del battesimo, ora salva anche voi; non porta via la sporcizia del corpo, ma è invocazione di salvezza rivolta a Dio da parte di una buona coscienza, in virtù della risurrezione di Gesù Cristo. Egli è alla destra di Dio, dopo essere salito al cielo e aver ottenuto la sovranità sugli angeli, i Principati e le Potenze.

Parola di Dio

Canto al Vangelo (Mt 4,4)
Lode a te, o Cristo, re di eterna gloria!
Non di solo pane vivrà l’uomo,
ma di ogni parola che esce dalla bocca di Dio.
Lode a te, o Cristo, re di eterna gloria!

>

Vangelo

Mc 1,12-15
Gesù, tentato da satana, è servito dagli angeli


+ Dal Vangelo secondo Marco

In quel tempo, lo Spirito sospinse Gesù nel deserto e nel deserto rimase quaranta giorni, tentato da Satana. Stava con le bestie selvatiche e gli angeli lo servivano.
Dopo che Giovanni fu arrestato, Gesù andò nella Galilea, proclamando il vangelo di Dio, e diceva: «Il tempo è compiuto e il regno di Dio è vicino; convertitevi e credete nel Vangelo».

Parola del Signore

Preghiera dei fedeli
Il Figlio tuo Gesù, vincitore del peccato e della morte, servito nel deserto dagli angeli, ci incoraggia a perseverare nel cammino di conversione. Rivolgiamo fiduciosi al Signore le nostre suppliche.
Lo invochiamo dicendo: Assisti, Signore, il tuo popolo in cammino

1. Per la Chiesa che vive nella contemplazione del cuore del tuo Figlio Gesù, sorgente di vita: sappia sempre rifiutare il male per cercare ogni giorno le vie del bene, preghiamo.
2. Per quanti vivono nell'incoerenza e nella contraddizione senza rendersene conto: l'annuncio del Vangelo possa farsi dolce invito alla ricerca della fede e alla conversione, preghiamo.
3. Per quanti soffrono nel mondo le conseguenze della ingiustizia e della violenza: non venga mai meno la consapevolezza della tua vicinanza, anche attraverso la concreta solidarietà dei cristiani, preghiamo.
4. Per ognuno di noi: possiamo trovare forza e coraggio per combattere i nostri difetti e migliorare i rapporti con il nostro prossimo, preghiamo.

Ascolta, o Padre, la nostra preghiera ed esaudiscila secondo la tua volontà, perché nel nostro cuore non venga mai meno il coraggio per affrontare le prove che incontriamo nella vita. Per Cristo nostro Signore.

Preghiera sulle offerte
Si rinnovi, Signore, la nostra vita
e col tuo aiuto si ispiri sempre più al sacrificio,
che santifica l’inizio della Quaresima,
tempo favorevole per la nostra salvezza.
Per Cristo nostro Signore.


PREFAZIO
Gesù vittorioso sulla tentazione del maligno.

È veramente cosa buona e giusta,
nostro dovere e fonte di salvezza,
rendere grazie sempre e in ogni luogo
a te, Signore, Padre Santo, Dio onnipotente ed eterno,
per Cristo nostro Signore.
Egli consacrò l’istituzione del tempo penitenziale
con il digiuno di quaranta giorni,
e vincendo le insidie dell’antico tentatore
ci insegnò a dominare le seduzioni del peccato,
perché celebrando con spirito rinnovato
il mistero pasquale
possiamo giungere alla Pasqua eterna.
E noi, uniti agli angeli e ai santi,
cantiamo senza fine
l’inno della tua lode: Santo...


Antifona di comunione
“Il regno di Dio è vicino;
convertitevi e credete al vangelo”.

Oppure:
Il Signore ti coprirà con la sua protezione,
sotto le sue ali troverai rifugio. (Sal 91,4)


Preghiera dopo la comunione
Il pane del cielo che ci hai dato, o Padre,
alimenti in noi la fede
accresca la speranza,
rafforzi la carità,
e ci insegni ad aver fame di Cristo,
pane vivo e vero,
e a nutrirci di ogni parola
che esce dalla tua bocca.
Per Cristo nostro Signore.


O M E L I E
a cura di
Qumran2.net

Paolo Curtaz     (Omelia del 26-02-2012)
Commento su Marco 1,12-15
Non rendiamo più triste il nostro già triste cristianesimo, rendiamolo più agile, più vero, più temprato, più cattolico. Questo, certo, vorrà dire abbandonare l'uomo vecchio, ma per qualcosa di ben più prezioso di una medaglia d'oro. Gesù inizia la sua vita pubblica nel deserto. C'è molta Bibbia, ...
(continua)
dom Luigi Gioia     (Omelia del 26-02-2012)
Gesù, tentato da Satana, è servito dagli angeli
Clicca qui per scaricare il commento in formato MP3.Per ascoltare il commento, clicca sul play sulla sinistra del lettore: ...
(continua)
Wilma Chasseur     (Omelia del 26-02-2012)

Clicca qui per scaricare il commento in formato MP3.Per ascoltare il commento, clicca sul play sulla sinistra del lettore: ...
(continua)
Casa di Preghiera San Biagio FMA     (Omelia del 26-02-2012)
Commento su Marco 1,12-13
Lo Spirito lo sospinse nel deserto e nel deserto rimase quaranta giorni, tentato da Satana. Stava con le bestie selvatiche e gli angeli lo servivano. Mc 1,12-13 Come vivere questa Parola? Il mistero del Figlio di Dio che, fatto uomo per salvarci, prima di iniziare la sua vita tra la gente viene ...
(continua)
Giovani Missioitalia     (Omelia del 26-02-2012)
Cambio di rotta
Ricominciamo a partire da un cambio di rotta e col Timoniere Giusto! Costruire. Ricostruire la storia personale, sociale ed ecclesiale a partire da Qualcuno che è entrato nel Tempo con tutta la Sua Pienezza! Cercare qualcosa di diverso dentro di noi e attorno a noi. Cominciare da Gesù. Con Gesù c ...
(continua)
don Mario Campisi     (Omelia del 26-02-2012)
Nel deserto per ritrovare la cosa più bella che abbiamo
Non siamo più abituati al silenzio. O forse non lo siamo mai stati. Chi, quando torna a casa, non accende la tv, o la radio per non sentire il peso del silenzio o della solitudine? Parlare di deserto, oggi, è ancora più assurdo. Il silenzio pesa: è un macigno sulla coscienza. Ti spezza in due, se no ...
(continua)
don Luciano Cantini     (Omelia del 26-02-2012)

Lo Spirito sospinse Gesù nel deserto Lo stile liturgico ha eluso l'espressione "subito". Gesù era appena uscito dall'acqua del battesimo, aveva ascoltato la voce del Padre che lo riconosceva come suo figlio prediletto. Subito Lo Spirito lo getta fuori, nel deserto. La parola suggerita dal vangelo è ...
(continua)
don Marco Pozza     (Omelia del 26-02-2012)
Il Vangelo è una storia del picchio
L'Uomo più ambizioso di tutta la storia dell'umanità. E di conseguenza pure la Sua storia - scritta da chi dopo di Lui ne accetterà la sfida della sequela - verrà tacciata d'essere la storia più ambiziosa dell'umanità. Un Uomo arrivato a trent'anni senza spendere parola alcuna, una sera consegnò l'u ...
(continua)
don Luigi Trapelli     (Omelia del 26-02-2012)
Il tempo della conversione
E' iniziato il tempo forte della Quaresima, tempo di mutamento e di conversione. Il breve testo di Marco, ci presenta in maniera sobria questo tempo. Gesù è spinto dallo Spirito nel deserto, dove rimane quaranta giorni tentato da Satana. E' lo Spirito a mandare Gesù proprio verso il suo avversari ...
(continua)
don Giovanni Berti     (Omelia del 26-02-2012)
Anche noi nel deserto con Gesù
Clicca qui per la vignetta della settimana Questa è una di quelle occasioni nelle quali andare a leggersi il testo completo del Vangelo aiuta a capire meglio il senso del messaggio. Andando al versetto 12 del primo capitolo del Vangelo di Marco troviamo così: "Subito dopo lo Spirito lo sospinse ...
(continua)
don Marco Pedron     (Omelia del 26-02-2012)
Tutto viene da Lui
Con questo vangelo inizia la Quaresima. Le tentazioni sono sempre il vangelo che la liturgia ci propone nella prima domenica di ogni quaresima. Le tentazioni non sono un fatto storico come pensiamo noi (cioè che fisicamente Gesù se ne stia stato quaranta giorni con il diavolo). Sono una riflessione ...
(continua)
don Luca Orlando Russo     (Omelia del 26-02-2012)
Il regno di Dio è qui
Il Vangelo di questa prima domenica di quaresima sebbene si compone di soli 4 versetti ci presenta ben due scene distinte fra di loro, che necessitano di una trattazione separata. La prima, infatti, ben si collega alla scena precedente che è quella del Battesimo. La seconda, invece, inizia quella se ...
(continua)
Gaetano Salvati     (Omelia del 26-02-2012)
Serve un deserto nella nostra vita
L'incontro con Cristo risorto, senso ultimo della Quaresima, deve compiersi mediante una profonda preparazione spirituale, da attuare in gesti d'amore verso il prossimo, e nell'annuncio della liberazione ultimata da Gesù. La liturgia della Parola, a riguardo, ci offre la possibilità di sfruttare al ...
(continua)
mons. Antonio Riboldi     (Omelia del 26-02-2012)
Convertitevi e credete al Vangelo
In questa prima domenica di Quaresima sembra che Gesù ci indichi come vivere il grande dono della Quaresima. Un tempo davvero di grazie che non può essere consegnato alla normalità, troppe volte senza senso. E per ottenere che questo tempo, e non solo, sia vissuto bene, il Vangelo ci avverte: "In ...
(continua)
don Claudio Doglio     (Omelia del 26-02-2012)
Video commento a Mc 1, 12-15
...
(continua)
don Valentino Porcile     (Omelia del 26-02-2012)
Video commento a Mc 1, 12-15
...
(continua)
don Alberto Brignoli     (Omelia del 26-02-2012)
Alla riscoperta di Dio
E così, anche quest'anno ci ritroviamo, come ogni anno, a vivere la preparazione al mistero più grande della nostra fede, quello della Redenzione, attraverso il tempo penitenziale della Quaresima. Un tempo austero, senza ombra di dubbio, che ben si accompagna all'austerità che a livello socio-econom ...
(continua)
padre Ermes Ronchi     (Omelia del 26-02-2012)
Il regno di Dio è vicino, fidiamoci
Il Vangelo di Marco non riporta, a differenza di Luca e Matteo, il conte­nuto delle tentazioni di Ge­sù, ma ci ricorda l'essen­ziale: essere tentato vuol dire dover scegliere. La ten­tazione è sempre una scel­ta tra due amori. E vinci quando scegli l'amore più grande. Scegliere è vivere. Noi moriam ...
(continua)
Agenzia SIR     (Omelia del 26-02-2012)
Commento su Mc 1,12-15
Servendosi del linguaggio e delle immagini bibliche, l'evangelista Marco ci dice che tutta l'esistenza di Gesù, rappresentata dal numero quaranta, è stata un drammatico confronto fra lui e il tentatore. Così, subito dopo il battesimo al Giordano, viene per Gesù la tentazione e la prova. Anche la vit ...
(continua)
Ileana Mortari - rito romano     (Omelia del 26-02-2012)
Gesù rimase nel deserto quaranta giorni
Nel ciclo triennale della Quaresima la Liturgia Romana della Parola ci fa ripercorrere le grandi tappe della storia della salvezza, scandite dalla 1° lettura: così ad esempio nella 1° domenica di Quaresima dell'anno A leggiamo la creazione dei progenitori e il peccato originale, nel B la vicenda di ...
(continua)
don Roberto Seregni     (Omelia del 26-02-2012)
Un tempo per...
La pioggia colorata di coriandoli ha già lasciato spazio alle Ceneri, segno pasquale che ci ha introdotto nel grande tempo della Quaresima. Sistemati in ordine i travestimenti del carnevale, ora è tempo di abbandonare tutte le nostre maschere. Con Gesù ci inoltriamo nel deserto per quaranta giorni. ...
(continua)
don Roberto Rossi     (Omelia del 26-02-2012)
Tentazione, conversione, fede, vangelo
C'è una preghiera che dice così: "Gesù hai provato anche tu la tentazione, anche tu hai chiamato Dio in tuo aiuto: insegnaci la tua pazienza, la tua fedeltà; accresci la nostra fede". La Quaresima è ricca di significati per la vita della Chiesa e dei singoli cristiani. E' un tempo di purificazio ...
(continua)
don Domenico Luciani     (Omelia del 26-02-2012)
Video commento a Mc 1, 12-15
...
(continua)
mons. Gianfranco Poma     (Omelia del 26-02-2012)
Lo Spirito sospinse Gesù nel deserto
Ogni anno iniziamo la quaresima leggendo il racconto delle tentazioni di Gesù. Quest'anno, dedicato alla lettura continua del Vangelo di Marco, ci troviamo di fronte ad una pagina evangelica nella quale manca la descrizione particolareggiata delle tentazioni trasmessa dagli altri due sinottici, Matt ...
(continua)
Paolo Curtaz     (Omelia del 26-02-2012)
Fiere e angeli
Via le maschere, adesso. Quelle di Carnevale, certo, ma soprattutto quelle che indossiamo sempre. Inizia la Quaresima, il tempo che ogni anno ci viene donato per tornare all'essenziale, per tornare a noi stessi, per fare in modo che l'anima ci raggiunga, per incontrare Dio. Lo desideriamo, certo, ...
(continua)
Paolo Curtaz     (Omelia del 26-02-2012)
Video commento a Mc 1, 12-15
...
(continua)
Omelie.org - autori vari     (Omelia del 26-02-2012)

COMMENTO ALLE LETTURE a cura di Rocco Pezzimenti 1. Brani, a prima vista, misteriosi quelli delle letture odierne, ma brani fondamentali se è vero che nelle poche righe del Vangelo odierno è proposto l'invito fondamentale per un'autentica vita di fede cristiana: "convertitevi e credete al vange ...
(continua)
Omelie.org (bambini)     (Omelia del 26-02-2012)

Sono certa che vi siete accorti che oggi si "respira" un colore diverso qui in Chiesa... il viola. Da qualche anno questo è un colore che ha "preso piede" nei guardaroba, è diventato di moda! Penso che tutti voi abbiate a casa una maglietta o una felpa o qualcos'altro di viola... Beh, cosa dite del ...
(continua)
mons. Roberto Brunelli     (Omelia del 26-02-2012)
Ha condiviso persino la nostra debolezza
Prima domenica di quaresima: come ogni anno, il passo evangelico proposto (Marco 1,12-15) è quello di Gesù che si ritira per quaranta giorni nel deserto, dove subisce le tentazioni di satana. A differenza di Matteo e Luca, l'evangelista Marco non descrive il contenuto delle tentazioni, dando così ri ...
(continua)
padre Gian Franco Scarpitta     (Omelia del 26-02-2012)
Una vittoria possibile
Dopo la pena, finalmente la gioia. Il diluvio è stato necessario perché la creazione, contaminata dalle brutture del peccato umano, venisse riportata al suo stato di originaria bellezza e perché la stessa umanità fosse liberata sin dalla radice da ogni sorta di male; è stato necessario che Dio mand ...
(continua)
Wilma Chasseur     (Omelia del 26-02-2012)
Come vincere le tentazioni?
Quaresima. Oggi andiamo con Gesù nel deserto, luogo dell'incontro e dell'intimità con Dio, ma anche della lotta con il tentatore: quello, non va mai in ferie e neanche in pensione, ed è sempre lì dietro l'angolo a farci lo sgambetto. Da quando è caduto e decaduto non sopporta di vederci in piedi e c ...
(continua)
padre Sergio Tellan, OFM cap.     (Omelia del 26-02-2012)
Video commento a Mc 1, 12-15
...
(continua)
Movimento Apostolico - rito romano     (Omelia del 26-02-2012)
Nel deserto rimase quaranta giorni, tentato da Satana
Satana mai lascerà in pace per un solo istante un solo uomo che vive sulla nostra terra. La sua è una guerra atipica, subdola, ingannatrice. Le insidie di ieri sono un nulla di fronte a quelle di oggi e quelle di domani saranno ancora più subdole e perniciose. Chi vuole servire il Signore, sappia ch ...
(continua)
padre Fernando Armellini     (Omelia del 26-02-2012)
Video commento su Marco 1,12-15
...
(continua)
CPM-ITALIA Centri di Preparazione al Matrimonio (coppie - famiglie)     (Omelia del 26-02-2012)
Commento su Genesi 9,8-15; Salmo 24; Prima Pietro 3,18-22; Marco 1,12-15
La giornata odierna è la prima dei domeniche del ciclo quaresimale, iniziato il giorno di Mercoledì delle ceneri, la cui durata è di quaranta giorni. Le ceneri che, il Mercoledì appena trascorso, sono state imposte dal presbitero, nella nostra fronte hanno un grande significa anzi significano, a mio ...
(continua)
Monastero Domenicano Matris Domini     (Omelia del 01-03-2009)
Commento su Marco 1,12-15
Lectio Contesto Il ciclo delle letture domenicali della quaresima si apre ogni anno con i testi della tentazione di Gesù nel deserto (I domenica) e della trasfigurazione (II domenica) che ci presentano alcuni degli elementi portanti di questo tempo liturgico. Nella prima domenica il brano delle te ...
(continua)
Paolo Curtaz     (Omelia del 01-03-2009)

La Quaresima è il tempo della verità, della verifica della propria vita, della preparazione al grande evento. Un tempo di ascesi, appunto, parola che, in greco, significa semplicemente "allenamento". A morte la mortificazione, allora, viva la vivificazione. Gesù inizia la sua vita pubblica nel ...
(continua)
Wilma Chasseur     (Omelia del 01-03-2009)
Convertitevi e credete al vangelo
Come ogni anno, le letture della prima domenica di Quaresima, ruotano attorno al tema della tentazione. " In quel tempo, lo Spirito condusse Gesù nel deserto ed egli vi rimase quaranta giorni, tentato da satana; stava con le fiere e gli angeli lo servivano". Questo accenno alla pacifica coabitazion ...
(continua)
padre Sergio Tellan, OFM cap.     (Omelia del 01-03-2009)
Video commento a Mc 1,12-15
...
(continua)
don Valentino Porcile     (Omelia del 01-03-2009)
Video commento a Mc 1,12-15
...
(continua)
don Ezio Stermieri     (Omelia del 01-03-2009)
Là dove l'uomo non è più capace
I quaranta giorni che ci guidano alla Pasqua: il Passaggio di Cristo nella nostra vita, datore dello Spirito che ci libera dal male, dalla legge che uccide la responsabilità dell'essere uomini e dalla morte si aprono con una grande icona che Marco eleva allo sguardo di chi si mette al seguito di Ges ...
(continua)
don Daniele Muraro     (Omelia del 01-03-2009)
Per me vivere è Cristo
Con la celebrazione di mercoledì scorso e l?imposizione sul capo delle Ceneri la nostra comunità cristiana è entrata nel tempo forte della Quaresima. Per questo periodo la Diocesi di Verona propone un tema collegato all?anno paolino: ?Per me il vivere è Cristo!?. La frase viene dalla lettera ai Fil ...
(continua)
Monastero Janua Coeli     (Omelia del 01-03-2009)
Rimase nel deserto
Un giorno di deserto fa piacere a tutti: un po' di silenzio, di pace, lontano dai rumori, dal traffico, dal lavoro. Un giorno con i propri pensieri. Uno spazio per fare il punto della situazione. Un tempo per riposare un po' dai mille affanni. Ma dopo un giorno, un lunghissimo giorno in cui stare pe ...
(continua)
padre Antonio Rungi     (Omelia del 01-03-2009)
Una Quaresima nel segno della conversione piena e sincera
Con il mercoledì delle Ceneri siamo entrati nel tempo della Quaresima. Quaranta giorni di preparazione alla Pasqua. Come mercoledì scorso, così oggi, il Vangelo ci parla di conversione, ovvero del cambiamento più o meno radicale per incontrare Cristo nella parola, nell?eucaristia, nella carità, nell ...
(continua)
LaParrocchia.it     (Omelia del 01-03-2009)
Il tempo, l'uomo e Dio
La Quaresima, la scomparsa di Giovanni il Battista, l'ingresso di Gesù, il Deserto, L'Annuncio del Regno sono realtà che segnano il nostro Tempo. Si può tranquillamente dire che il tempo ottiene una svolta qualitativa: non si guarda al futuro in una forma incerta, ansiosa, confusa e vaga, ma tutto ...
(continua)
don Maurizio Prandi     (Omelia del 01-03-2009)
Un Dio tentato
L?ascolto domenicale nel tempo di Quaresima comincia sempre con il porre al centro Gesù tentato nel deserto. Cercando quindi di seguire il percorso che domenica scorsa vi indicavo, la nostra ricerca del Volto giunge già ad un primo, sorprendente ed importante traguardo: Gesù ci rivela il volto di un ...
(continua)
padre Paul Devreux     (Omelia del 01-03-2009)

In questa prima domenica di quaresima, la Chiesa ci propone il Vangelo di Marco, sintetico ma completo, che racconta le tentazioni di Gesù nel deserto. Vi sono cinque personaggi: lo Spirito, Gesù, gli animali, gli angeli e infine il tentatore. Tutto questo ricorda il racconto della creazione nella G ...
(continua)
padre Ermes Ronchi     (Omelia del 01-03-2009)
In cammino sull?abisso dell?amore
Lo Spirito lo sospinse nel deserto. E vi ri­mase quaranta gior­ni tentato da Satana. Può apparire strano che sia lo Spirito a spingere Gesù verso la prova, eppure il Vangelo è chiaro: Gesù è sospinto dallo Spirito in un pellegrinaggio verso il luogo del cuore, là dove tutto si decide, verso la scelt ...
(continua)
Totustuus     (Omelia del 01-03-2009)

SCHEMA RIASSUNTIVO Tema: Fedeltà di Dio 1. Dio è fedele e perciò stringe un'alleanza. a) La alleanza è un patto di amicizia, di sicurezza tra i membri dell'alleanza. È un patto di non-tradimento. b) Da parte di Dio, l'alleanza è totalmente gratuita: egli non ha niente da guadagnare, non trae ...
(continua)
don Roberto Rossi     (Omelia del 01-03-2009)
Conversione e fede
Gesù vive la preghiera e il digiuno nel deserto di Giudea e viene tentato dal maligno. C?è una stretta connessione tra vita cristiana e tentazione. La vita cristiana è vivere da figli di Dio, ma contemporaneamente si è in una situazione di verifica permanente. Essere figli esige una ratifica quotidi ...
(continua)
don Giovanni Berti     (Omelia del 01-03-2009)
Gesù nel reality del deserto
Clicca qui per la vignetta della settimana. Non sono appassionato di Reality Show e confesso di non averne mai seguito uno in particolare. Non sono qui a lanciare l?ennesima condanna su questo tipo di programma televisivo, mi incuriosisce solamente l?idea che sta alla base, almeno così pare a me, ...
(continua)
Casa di Preghiera San Biagio FMA     (Omelia del 01-03-2009)

Dalla Parola del giorno In quel tempo, lo Spirito sospinse Gesù nel deserto ed egli vi rimase quaranta giorni, tentato da Satana. Come vivere questa Parola? L?espressione del Vangelo di Marco è sintetica. L?evangelista non si sofferma sui tipi di tentazione a cui è stato sottoposto il Maestro. ...
(continua)
mons. Vincenzo Paglia     (Omelia del 01-03-2009)
Gesù, tentato da Satana, è servito dagli angeli
Mercoledì abbiamo iniziato la Quaresima. La proposta è semplice, diretta, perché deve penetrare nelle tante abitudini, convinzioni, in quella selva di difese e di diffidenze che ci rendono sempre uguali a noi stessi, poco vulnerabili, incapaci di umiliarci in un inizio che è sempre necessariamente p ...
(continua)
padre Mimmo Castiglione     (Omelia del 01-03-2009)
Arcobaleno!
Ricostruisce il nuovo Adamo. Tregua. Bisogna ricomporre signoria di sé! È l?ora d?apparire reali. Ascesi! Ristabilire relazioni vere! Essendo austeri. Stando con le belve in armonia. Di nuovo nel giardino. Nessuna ostilità ora. Niente paure. Cessati i misfatti, le acque del diluvio ormai ...
(continua)
mons. Antonio Riboldi     (Omelia del 01-03-2009)
Ed eccoci in Quaresima: 'Ricordati uomo...'
Sentiamo tutti che stiamo vivendo un momento difficile, non solo per la crisi economica, ma per una crisi più profonda: si ha l'impressione che molti abbiano smarrito il senso della vita. Per questo giunge opportuno e necessario un tempo di riflessione, che porti ad un rinnovamento, a ritrovare le ...
(continua)
Omelie.org - autori vari     (Omelia del 01-03-2009)

COMMENTO ALLE LETTURE a cura di don Giampaolo Perugini Che cos?è la quaresima? Perché esiste? Che importanza ha per noi? Come vivremo questi giorni così diversi eppure così uguali a tutti gli altri giorni? Io stabilisco la mia alleanza con voi. * È Dio che parla e per due volte ripete que ...
(continua)
Omelie.org (bambini)     (Omelia del 01-03-2009)

Mercoledì scorso, con il segno dell?imposizione delle Ceneri, siamo entrati nel Tempo di Quaresima: ce ne accorgiamo dal colore dei paramenti, dall?assenza di fiori sull?altare, dal non aver cantato l?Alleluia prima del Vangelo. Tutti questi segni ci dicono che è un tempo importante, ma non vorrei ...
(continua)
don Remigio Menegatti     (Omelia del 01-03-2009)
Tutti i sentieri del Signore sono amore e fedeltà
PREGHIERA DI COLLETTA Dio paziente e misericordioso, che rinnovi nei secoli la tua alleanza con tutte le generazioni, disponi i nostri cuori all'ascolto della tua parola, perché in questo tempo che tu ci offri si compia in noi la vera conversione. Per Cristo nostro Signore... Dio paziente e mis ...
(continua)
don Marco Pedron     (Omelia del 01-03-2009)
Angeli e demoni
Siamo all?inizio del vangelo di Mc, dopo la discesa dello Spirito su Gesù (1,10) avvenuta nel Battesimo. Gesù aveva appena fatto l?esperienza della vicinanza di Dio, della sua presenza, dell?essere amato, accolto e voluto incondizionatamente. Adesso, però, Gesù fa una nuova esperienza: quaranta gio ...
(continua)
don Roberto Seregni     (Omelia del 01-03-2009)
Nel deserto
La pioggia colorata di coriandoli ha già lasciato spazio alle Ceneri, segno pasquale che ci ha introdotto nel grande tempo della Quaresima. Sistemati in ordine i travestimenti del carnevale, ora è tempo di abbandonare tutte le nostre maschere e guardarci dentro con autenticità. Con Gesù ci inoltria ...
(continua)
mons. Roberto Brunelli     (Omelia del 01-03-2009)
Il tempo della cura
Come ogni anno, anche oggi, prima domenica di quaresima, si legge il passo evangelico di Gesù che si ritira per quaranta giorni nel deserto, dove subisce le tentazioni di satana. A differenza di Matteo e Luca, l?evangelista Marco non descrive il contenuto delle tentazioni, dando così rilievo al fatt ...
(continua)
Paolo Curtaz     (Omelia del 01-03-2009)
Lasciarci raggiungere
Rieccoci in quaresima. Deposte le maschere, quelle carnevalizie e quelle, molto più difficili da togliere, che la vita o l?abitudine ci fanno indossare, ci è proposto, come ogni anno, un tempo di essenzialità per preparaci alla Pasqua, per permettere alla nostra anima di raggiungerci, per verificar ...
(continua)
Monaci Benedettini Silvestrini     (Omelia del 01-03-2009)
Camminiamo con Gesù, il tempo è compiuto
In questo mese di marzo si apre dinanzi a noi il grande mistero della Quaresima, alla quale ci ha introdotti la Liturgia delle Ceneri. E? un invito ad inoltrarsi nel deserto insieme a Gesù, che in questo modo si dispone per la battaglia decisiva alla quale si è preparato nel corso di tutta la sua vi ...
(continua)
padre Romeo Ballan     (Omelia del 01-03-2009)
Nel deserto un uomo sa quanto vale
Riflessioni ?Nel deserto un uomo sa quanto vale: vale quanto valgono i suoi dèi?. Cioè i suoi ideali, le sue risorse interiori. Lo scrive Antoine de Saint-Exupéry, l?autore del Piccolo Principe. Nel deserto, anche Gesù ha dimostrato quanto vale! È entrato nel deserto nella sua realtà di Dio-in-carn ...
(continua)
Agenzia SIR     (Omelia del 01-03-2009)
Commento su Marco 1,12-15
Due soli periodi, appena quattro versetti del Vangelo di Marco, per contenere la tentazione e l'inizio del ministero di Gesù, che è anche il riepilogo della sua predicazione. Allora questo pezzo di Vangelo merita molta attenzione; non a caso la liturgia lo colloca nella prima Domenica del tempo di Q ...
(continua)
don Marco Pratesi     (Omelia del 01-03-2009)
Alleanza
Il diluvio rappresenta il momento in cui la creazione sta per tornare là da dove è venuta, l'informe caos iniziale: essa è sul punto di tornare al nulla. Questa inversione rispetto alla direzione impressa dall'atto creatore è da ascriversi alla cattiveria umana (cf. 6,5; 8,21), che è in grado di tra ...
(continua)
padre Gian Franco Scarpitta     (Omelia del 01-03-2009)
Passare per il deserto e poi uscirne
Gli Israeliti sperimentano prima il deserto con le sue insicurezze e le sue privazioni, per poi convincersi dell?inutilità del peccato e della tracotanza dell?uomo e della grandezza di Dio che ama e riconcilia. Infatti la disavventura del popolo nella steppa è avvincente e multilaterale, piena di es ...
(continua)
Suor Giuseppina Pisano o.p.     (Omelia del 01-03-2009)

«Il tempo è compiuto e il regno di Dio è vicino; convertitevi e credete al vangelo»; queste le parole di Gesù, che la Chiesa proclama all'inizio di un nuovo cammino quaresimale, un cammino è mai ripetitivo, né semplicemente " rituale", perché inoltrarsi nel Mistero della redenzione dell'uomo, operat ...
(continua)
CPM-ITALIA Centri di Preparazione al Matrimonio (coppie - famiglie)     (Omelia del 01-03-2009)

Mercoledì, con la celebrazione delle ceneri, ha avuto inizio il tempo di quaresima, che dura quaranta giorni e prepara alla Pasqua. E? un tempo particolare, dedicato al perdono e alla penitenza, di riscoperta della propria realtà di peccatori, per affidarsi alla misericordia di Dio. E? il tempo part ...
(continua)
Il pane della domenica     (Omelia del 01-03-2009)
Benedizione, tentazione, conversione: il trinomio del cammino quaresimale
Gesù, tentato da satana, è servito dagli angeli Da mercoledì scorso, con la liturgia delle Ceneri, è ricominciato anche quest?anno il nostro cammino verso la Pasqua. Ma non celebriamo noi la morte e la risurrezione del Signore tutte le domeniche? e non cerchiamo ogni giorno di camminare verso Dio ...
(continua)
   > Translate this page (italian > english) with Google