LA CHIESA

      


> e-mail    > chi siamo    > scripts e banners   > newsletters    > translate ita>eng

LITURGIA

> 14 Dicembre 2010 <

Domenica 12 Dicembre 2010

Lunedì 13 Dicembre 2010

Martedì 14 Dicembre 2010

Mercoledì 15 Dicembre 2010

Giovedì 16 Dicembre 2010

Venerdì 17 Dicembre 2010

Sabato 18 Dicembre 2010

Domenica 19 Dicembre 2010

Lunedì 20 Dicembre 2010

Martedì 21 Dicembre 2010


Cerca nella BIBBIA
Per citazione
(es. Mt 28,1-20):
Per parola:

  San Giovanni della Croce

> Vai direttamente alle OMELIE 

Grado della Celebrazione: Memoria
Colore liturgico: Bianco
S1214 ; EA032

Giovanni (Fontiveros, Spagna, c. 1542 – Ubeda, 14 dicembre 1591) è fra i grandi maestri e testimoni dell’esperienza mistica. Entrato nel Carmelo ebbe un’accurata formazione umanistica e teologica. Condivise con santa Teresa d’Avila il progetto di riforma dell’Ordine Carmelitano che attuò e visse con esemplare coerenza. Il Signore permise che subisse dolorose incomprensioni da parte dei confratelli di Ordine e di Riforma. In questo cammino di croce, abbracciato per puro amore, ebbe le più alte illuminazioni mistiche di cui è cantore e dottore nelle sue opere: «La salita al monte Carmelo», «La notte oscura dell’anima», «Il cantico spirituale» e «La fiamma viva di amore». Fra le più alte voci della lirica spagnola, è il mistico «del nulla e del tutto», guida sapiente di generazioni di anime alla contemplazione e all’unione con Dio.

Ricevi la Liturgia via mail >
Ascolta il Vangelo >

Antifona d'ingresso
Non ci sia per me altra gloria
che nella croce di nostro Signore Gesù Cristo:
per mezzo suo il mondo è stato crocifisso per me,
e io lo sono per il mondo. (Gal 6,14)


Colletta
O Dio, che hai guidato san Giovanni della Croce
alla santa montagna che è Cristo,
attraverso la notte oscura della rinuncia
e l’amore ardente della croce,
concedi a noi
di seguirlo come maestro di vita spirituale,
per giungere alla contemplazione della tua gloria.
Per il nostro Signore Gesù Cristo...

>

Prima lettura

Sof 3,1-2.9-13
La salvezza messianica è promessa a tutti i popoli.

Dal libro del profeta Sofonìa

Così dice il Signore:
«Guai alla città ribelle e impura,
alla città che opprime!
Non ha ascoltato la voce,
non ha accettato la correzione.
Non ha confidato nel Signore,
non si è rivolta al suo Dio».
«Allora io darò ai popoli un labbro puro,
perché invochino tutti il nome del Signore
e lo servano tutti sotto lo stesso giogo.
Da oltre i fiumi di Etiopia
coloro che mi pregano,
tutti quelli che ho disperso, mi porteranno offerte.
In quel giorno non avrai vergogna
di tutti i misfatti commessi contro di me,
perché allora allontanerò da te
tutti i superbi gaudenti,
e tu cesserai di inorgoglirti
sopra il mio santo monte.
Lascerò in mezzo a te
un popolo umile e povero».
Confiderà nel nome del Signore
il resto d’Israele.
Non commetteranno più iniquità
e non proferiranno menzogna;
non si troverà più nella loro bocca
una lingua fraudolenta.
Potranno pascolare e riposare
senza che alcuno li molesti.

Parola di Dio

>

Salmo responsoriale

Sal 33

Il povero grida e il Signore lo ascolta.

Benedirò il Signore in ogni tempo,
sulla mia bocca sempre la sua lode.
Io mi glorio nel Signore:
i poveri ascoltino e si rallegrino.

Guardate a lui e sarete raggianti,
i vostri volti non dovranno arrossire.
Questo povero grida e il Signore lo ascolta,
lo salva da tutte le sue angosce.

Il volto del Signore contro i malfattori,
per eliminarne dalla terra il ricordo.
Gridano i giusti e il Signore li ascolta,
li libera da tutte le loro angosce.

Il Signore è vicino a chi ha il cuore spezzato,
egli salva gli spiriti affranti.
Il Signore riscatta la vita dei suoi servi;
non sarà condannato chi in lui si rifugia.

Canto al Vangelo ()
Alleluia, alleluia.
Vieni, Signore, non tardare:
perdona i peccati del tuo popolo.
Alleluia.

>

Vangelo

Mt 21,28-32
È venuto Giovanni e i peccatori gli hanno creduto.


+ Dal Vangelo secondo Matteo

In quel tempo, Gesù disse ai capi dei sacerdoti e agli anziani del popolo: «Che ve ne pare? Un uomo aveva due figli. Si rivolse al primo e disse: “Figlio, oggi va’ a lavorare nella vigna”. Ed egli rispose: “Non ne ho voglia”. Ma poi si pentì e vi andò. Si rivolse al secondo e disse lo stesso. Ed egli rispose: “Sì, signore”. Ma non vi andò. Chi dei due ha compiuto la volontà del padre?». Risposero: «Il primo».
E Gesù disse loro: «In verità io vi dico: i pubblicani e le prostitute vi passano avanti nel regno di Dio. Giovanni infatti venne a voi sulla via della giustizia, e non gli avete creduto; i pubblicani e le prostitute invece gli hanno creduto. Voi, al contrario, avete visto queste cose, ma poi non vi siete nemmeno pentiti così da credergli».

Parola del Signore

Preghiera dei fedeli
La parola ascoltata è viva e penetrante: da Dio imploriamo che essa porti in noi frutti abbondanti di conversione. Preghiamo insieme e diciamo:
Convertici, o Signore.

Per la santa Chiesa, perchè confidi solo in Dio e resti il popolo umile e povero che egli vuole riservarsi. Preghiamo:
Perchè il vangelo di Gesù raggiunga tutti i popoli e da ogni parte della terra si levino voci di lode e di benedizione a Dio Padre. Preghiamo:
Per le persone che siamo soliti condannare, perchè il Signore ci aiuti a cogliere la sofferenza che nasce dalla loro incapacità di uscire da certi limiti o situazioni. Preghiamo:
Per quanti non hanno saputo accogliere l'invito di Dio ad una particolare vocazione, perchè anche nell'attuale stato di vita rispondano alle sollecitazioni che egli offre loro. Preghiamo:
Per noi qui presenti, perchè l'esperienza dei nostri molti <> detti al Signore, ci aiuti ad essere misericordiosi verso tutti. Preghiamo:
Per chi sente il bisogno di essere perdonato.
Per i confessori.

O Padre, ricco di misericordia e di perdono, accoglici ogni volta che, pentiti e umiliati, ritorniamo a te, e per la forza del pane eucaristico che ora insieme spezziamo, rendici perseveranti nel bene. Per Cristo nostro Signore. Amen.

Preghiera sulle offerte
Accogli, o Padre, le nostre offerte
nel ricordo di san Giovanni della Croce,
e fa’ che testimoniamo nella santità della vita
la passione di Gesù che celebriamo nel mistero.
Per Cristo nostro Signore.


Antifona di comunione
“Chi vuol venire dietro a me,
rinneghi se stesso,
prenda la sua croce e mi segua”, dice il Signore. (Mt 16,24)


Preghiera dopo la comunione
La comunione a questo sacrificio, o Padre,
ci doni la sapienza della croce
che ha illuminato il tuo sacerdote san Giovanni,
perché aderiamo pienamente a Cristo
e collaboriamo, nella Chiesa,
alla redenzione del mondo.
Per Cristo nostro Signore.


O M E L I E
a cura di
Qumran2.net

Movimento Apostolico - rito romano     (Omelia del 16-12-2014)
Giovanni infatti venne a voi sulla via della giustizia
Dinanzi alla vera luce che brilla, ognuno è responsabile del rifiuto di essa. L'altro si perde, ma per propria colpa. È sempre nostra la colpa e quindi la responsabilità della sua perdizione eterna, se ci sottraiamo nell'adempiere bene il nostro ministero dell'annunzio, del ricordo, dell'invito alla ...
(continua)
Casa di Preghiera San Biagio FMA     (Omelia del 16-12-2014)
Commento su Mt 21,28-31
«Un uomo aveva due figli. Si rivolse al primo e disse: "Figlio, oggi va' a lavorare nella vigna". Ed egli rispose: "Non ho voglia". Ma poi si pentì e vi andò. Si rivolse al secondo e disse lo stesso. Ed egli rispose: "Sì, signore". Ma non vi andò. Chi dei due ha compiuto la volontà del padre? Rispos ...
(continua)
Monaci Benedettini Silvestrini     (Omelia del 13-12-2011)
La salvezza è per tutti i popoli
Una delle verità della nostra fede, sostenuta dalla rivelazione, è che il nostro Dio è un Dio che salva, è un Dio che ama tutti i suoi figli e a tutti offre la salvezza. Sarebbe gravemente riduttivo pensare che il Natale possa essere un evento riservato ai fedeli di fede cattolica cristiana. Egli vi ...
(continua)
Casa di Preghiera San Biagio FMA     (Omelia del 13-12-2011)
Commento su Matteo 21,31
In verità vi dico: "I pubblicani e le prostitute vi passano avanti nel regno di Dio". Mt 21,31 Come vivere questa Parola? Si è appena consumata una controversia tra Gesù e i sommi sacerdoti che insieme agli anziani del popolo, in malafede, lo avevano interpellato sulla sua autorità. Al rifiuto di ...
(continua)
Movimento Apostolico - rito romano     (Omelia del 13-12-2011)
I pubblicani e le prostitute invece gli hanno creduto
Ogni uomo onesto, anche se grande peccatore, dinanzi alla verità si arrende, si consegna ad essa, si lascia conquistare dalla sua luce. La verità è data all'uomo diverse volte, in molti modi. La sua essenza è però una sola: luce, splendore, riflesso divino, sapienza, saggezza. Ogni mente, libera da ...
(continua)
Monaci Benedettini Silvestrini     (Omelia del 14-12-2010)
Un popolo umile e povero
Il servizio del Signore esige prontezza e coerenza. Nel brano evangelico ci viene presentato il caso di due figli di cui il primo aderisce subito alle richieste del padre per rinnegarle un momento dopo. L'altro invece, dopo un moto di protesta all'ordine ricevuto, esegue la volontà del padre. Alla d ...
(continua)
Casa di Preghiera San Biagio FMA     (Omelia del 14-12-2010)

Dalla Parola del giorno In verità io vi dico: i pubblicani e le prostitute vi passano avanti nel regno di Dio. Come vivere questa Parola? Gesù continua il suo discorso circa l'autorità con i capi dei sacerdoti e gli anziani del popolo, cioè con i leaders religiosi e politici di quel tempo in I ...
(continua)
Movimento Apostolico - rito romano     (Omelia del 14-12-2010)
Chi dei due ha compiuto la volontà del padre?
Ogni venuta di Dio nella nostra storia è per inserirci nella sua verità in modo sempre più inglobante e universale. Dio non viene per lasciarci nel nostro torpore, nelle nostre piccole abitudini, tradizioni mute. Non viene neanche per lasciarci marcire nel nostro pensiero umano che tutto trasforma e ...
(continua)
Paolo Curtaz     (Omelia del 15-12-2009)

Non serve l'apparenza per incontrare Dio, neppure quella santa. I più devoti, i religiosi, i sacerdoti, nonostante la loro cultura, la loro conoscenza, la loro pratica religiosa, non hanno riconosciuto il Battista, figuriamoci il Signore! La spiegazione, secondo Gesù, è in un cuore che non sa fidars ...
(continua)
don Luciano Sanvito     (Omelia del 15-12-2009)
Risposte di fede
LA FEDE NON SI MISURA DALLE PAROLE Per noi, abituati a mostrare la fede con tante parole, spesso inutili e dannose a noi stessi (piacevoli a noi ma non valevoli alla nostra vita) e anche agli altri, il richiamo a misurare la fede sull'atteggiamento vitale. LA FEDE SI MISURA AL MOMENTO DEL DU ...
(continua)
Monaci Benedettini Silvestrini     (Omelia del 15-12-2009)
La volontà del Padre!
Fatti e non parole! È facile infatti proclamare verità, predicare il vangelo, proporre agli altri determinati comportamenti, ciò che conta è agire, è testimoniare con le opere quanto si afferma con la voce. La parabola che Gesù ci propone è quanto mai eloquente: può capitare a chiunque di dare un mo ...
(continua)
Casa di Preghiera San Biagio FMA     (Omelia del 15-12-2009)
Commento su Matteo 21,29
Dalla Parola del giorno "Egli gli rispose: Non ne ho voglia. Ma poi si pentì e vi andò". Come vivere questa Parola? Il Padre nella parabola è Dio e la vigna il regno di Dio. I figli siamo tutti noi, con il nostro personale modo di rapportarci con Dio. Finita la parabola, Gesù fa la domanda: "C ...
(continua)
Paolo Curtaz     (Omelia del 16-12-2008)

Ci avviciniamo al Natale, amici, e la Parola diventa più affilata. Gesù ci ammonisce: vi fate passare davanti dalle prostitute e dai ladri perché fate come il fratello nella parabola che dice di andare alla vigna e poi non ci va. Il Signore vuole la verità dei gesti, non il teatrino della fede. Fra ...
(continua)
Casa di Preghiera San Biagio FMA     (Omelia del 16-12-2008)

Dalla Parola del giorno Farò restare in mezzo a te un popolo umile e povero; confiderà nel nome del Signore il resto di Israele. Come vivere questa Parola? Intorno al 640 a.C, in un?epoca in cui il regno del nord è stato distrutto e non esiste più, mentre quello di Giuda è in decadenza, un prof ...
(continua)
a cura dei Carmelitani     (Omelia del 16-12-2008)

1) Preghiera O Padre, che per mezzo del tuo unico Figlio, hai fatto di noi una nuova creatura, guarda all?opera del tuo amore misericordioso, e con la venuta del Redentore salvaci dalle conseguenze del peccato. Per il nostro Signore Gesù Cristo... 2) Lettura Dal Vangelo secondo Ma ...
(continua)
   > Translate this page (italian > english) with Google