LA CHIESA

      


> e-mail    > chi siamo    > scripts e banners   > newsletters    > translate ita>eng

LITURGIA

> 13 Dicembre 2010 <

Sabato 11 Dicembre 2010

Domenica 12 Dicembre 2010

Lunedì 13 Dicembre 2010

Martedì 14 Dicembre 2010

Mercoledì 15 Dicembre 2010

Giovedì 16 Dicembre 2010

Venerdì 17 Dicembre 2010

Sabato 18 Dicembre 2010

Domenica 19 Dicembre 2010

Lunedì 20 Dicembre 2010


Cerca nella BIBBIA
Per citazione
(es. Mt 28,1-20):
Per parola:

  Santa Lucia

> Vai direttamente alle OMELIE 

Grado della Celebrazione: Memoria
Colore liturgico: Rosso
S1213 ; EA031

Santa Lucia, dal nome evocatore di luce, martirizzata probabilmente a Siracusa sotto Diocleziano (c. 304), fa parte delle sette donne menzionate nel Canone Romano. Il suo culto universalmente diffuso è già testimoniato dal sec. V. Un’antifona tratta dal racconto della sua passione la saluta come «sponsa Christi». La sua «deposizione» a Siracusa il 14 dicembre è ricordata dal martirologio geronimiano (sec. VI).

Ricevi la Liturgia via mail >
Ascolta il Vangelo >

Antifona d'ingresso
Questa santa lottò fino alla morte
per la legge del Signore,
non temette le minacce degli empi,
sulla roccia era fondata la sua casa.


Colletta
Riempi di gioia e di luce il tuo popolo, Signore,
per l’intercessione gloriosa
della santa vergine e martire Lucia,
perché noi, che festeggiamo la sua nascita al cielo,
possiamo contemplare con i nostri occhi la tua gloria.
Per il nostro Signore Gesù Cristo...

>

Prima lettura

Nm 24,2-7.15-17
Una stella spunta da Giacobbe.

Dal libro dei Numeri

In quei giorni, Balaam alzò gli occhi e vide Israele accampato, tribù per tribù. Allora lo spirito di Dio fu sopra di lui. Egli pronunciò il suo poema e disse:
«Oracolo di Balaam, figlio di Beor,
e oracolo dell’uomo dall’occhio penetrante;
oracolo di chi ode le parole di Dio,
di chi vede la visione dell’Onnipotente,
cade e gli è tolto il velo dagli occhi.
Come sono belle le tue tende, Giacobbe,
le tue dimore, Israele!
Si estendono come vallate,
come giardini lungo un fiume,
come àloe, che il Signore ha piantato,
come cedri lungo le acque.
Fluiranno acque dalle sue secchie
e il suo seme come acque copiose.
Il suo re sarà più grande di Agag
e il suo regno sarà esaltato».
Egli pronunciò il suo poema e disse:
«Oracolo di Balaam, figlio di Beor,
oracolo dell’uomo dall’occhio penetrante,
oracolo di chi ode le parole di Dio
e conosce la scienza dell’Altissimo,
di chi vede la visione dell’Onnipotente,
cade e gli è tolto il velo dagli occhi.
Io lo vedo, ma non ora,
io lo contemplo, ma non da vicino:
una stella spunta da Giacobbe
e uno scettro sorge da Israele».

Parola di Dio

>

Salmo responsoriale

Sal 24

Fammi conoscere, Signore, le tue vie.

Fammi conoscere, Signore, le tue vie,
insegnami i tuoi sentieri.
Guidami nella tua fedeltà e istruiscimi,
perché sei tu il Dio della mia salvezza.

Ricòrdati, Signore, della tua misericordia
e del tuo amore che è da sempre.
Ricòrdati di me nella tua misericordia,
per la tua bontà, Signore.

Buono e retto è il Signore,
indica ai peccatori la via giusta;
guida i poveri secondo giustizia,
insegna ai poveri la sua via.

Canto al Vangelo (Sal 85,8)
Alleluia, alleluia.
Mostraci, Signore, la tua misericordia
e donaci la tua salvezza.
Alleluia.

>

Vangelo

Mt 21,23-27
Il battesimo di Giovanni da dove veniva?


+ Dal Vangelo secondo Matteo

In quel tempo, Gesù entrò nel tempio e, mentre insegnava, gli si avvicinarono i capi dei sacerdoti e gli anziani del popolo e dissero: «Con quale autorità fai queste cose? E chi ti ha dato questa autorità?».
Gesù rispose loro: «Anch’io vi farò una sola domanda. Se mi rispondete, anch’io vi dirò con quale autorità faccio questo. Il battesimo di Giovanni da dove veniva? Dal cielo o dagli uomini?».
Essi discutevano fra loro dicendo: «Se diciamo: “Dal cielo”, ci risponderà: “Perché allora non gli avete creduto?”. Se diciamo: “Dagli uomini”, abbiamo paura della folla, perché tutti considerano Giovanni un profeta».
Rispondendo a Gesù dissero: «Non lo sappiamo». Allora anch’egli disse loro: «Neanch’io vi dico con quale autorità faccio queste cose».

Parola del Signore

Preghiera dei fedeli
La fede ci assicura che Gesù è presente in mezzo a noi come Salvatore. Animati da questa certezza, per mezzo di lui, ci rivolgiamo al Padre dicendo:
Mostraci la tua verità, o Signore.

Per la Chiesa, perchè abbia fiducia nella forza e nell'autorità proprie della Parola di Dio. Preghiamo:
Per i popoli che non conoscono ancora il vangelo, ma hanno ricche tradizioni religiose e culturali, perchè si aprano alla pienezza della verità e della luce portate da Cristo. Preghiamo:
Per i cristiani, perchè riconoscano il bene operato anche fuori dei confini visibili della Chiesa e ne diano lode all'unico Padre che opera in tutti. Preghiamo:
Per quanti si trovano nel bisogno a causa della disoccupazione, perchè trovino nelle comunità cristiane aiuto e sostegno concreti. Preghiamo:
Per quanti vivono aspettando qualcosa, perchè la loro attesa li apra a Colui che dà risposta a tutto il bisogno dell'uomo. Preghiamo:
Per chi esercita il ministero della Parola.
Per chi sta preparando il presepio in parrocchia o in casa.

Padre santo e giusto, che non lasci mai inascoltato il grido dei, tuoi figli, esaudisci le nostre preghiere e fa’ che, dopo aver sperimentato la tua sollecitudine paterna, ancora di più ti amiamo e ti siamo riconoscenti. Per Cristo nostro Signore. Amen.

Preghiera sulle offerte
I doni che ti presentiamo
nel glorioso ricordo della santa martire Lucia
ti siano graditi, Signore, come fu preziosa ai tuoi occhi
l'offerta della sua vita.
Per Cristo ...


Antifona di comunione
"Chi vuol venire dietro a me, rinneghi se stesso,
prenda la sua croce e mi segua", dice il Signore.


Preghiera dopo la comunione
Signore, che hai glorificato santa Lucia
con la corona della verginità e del martirio,
per la comunione a questo sacro convito
donaci una forza nuova perché superiamo ogni male
e raggiungiamo la gloria del cielo. Per Cristo …


O M E L I E
a cura di
Qumran2.net

Movimento Apostolico - rito romano     (Omelia del 15-12-2014)
Il battesimo di Giovanni da dove veniva?
Capi dei sacerdoti, anziani del popolo, farisei, scribi, non perdono occasioni. Quando Gesù è a tiro, sempre gli assestano dei colpi per farlo cadere in quale loro trappola di morte. Tra loro e Gesù non vi è antipatia, astio, invidia, gelosia, o cose del genere. Vi è incompatibilità ontologica, teol ...
(continua)
Casa di Preghiera San Biagio FMA     (Omelia del 15-12-2014)
Commento su Nm 24, 2-5; 15-17
«Oracolo di Balaam, figlio di Beor, e oracolo dell'uomo dall'occhio penetrante, oracolo di chi ode le parole di Dio, di chi vede la visione dell'Onnipotente, cade e gli è tolto il velo dagli occhi. Come sono belle le tue tende, Giacobbe, le tue dimore, Israele! [...] Io lo vedo, ma non ora, io lo co ...
(continua)
Riccardo Ripoli     (Omelia del 16-12-2013)
Siete scoraggiati?
Con quale autorità fai questo? Quante volte ci sentiamo scoraggiati per aver speso una vita per il bene della famiglia e questa va a rotoli, per il bene di un figlio che è comunque entrato su una brutta strada, per il rispetto degli altri e non c'è un sol uomo disposto a proteggerti e supportarti ...
(continua)
Movimento Apostolico - rito romano     (Omelia del 16-12-2013)
Non lo sappiamo
Intelligenza, sapienza, capacità e luce soprannaturale per leggere e interpretare la vita di Cristo Gesù è un dono attuale dell'Onnipotente Signore della storia, di ogni storia. Se il Signore, per un motivo arcano che solo Lui conosce, priva l'uomo di un così grande dono, il privato del dono di Dio ...
(continua)
Casa di Preghiera San Biagio FMA     (Omelia del 16-12-2013)
Commento su Numeri 24, 2-7
Balaam alzò gli occhi e vide Israele accampato, tribù per tribù. Allora lo spirito di Dio fu sopra di lui. Egli pronunciò il suo poema e disse: «Oracolo di Balaam, figlio di Beor, e oracolo dell'uomo dall'occhio penetrante; oracolo di chi ode le parole di Dio, di chi vede la visione dell'Onnipotent ...
(continua)
Monaci Benedettini Silvestrini     (Omelia del 12-12-2011)
La Verità trionfa.
Bàalam, un mago prezzolato per maledire Israele, viene sorprendentemente ispirato dal Dio altissimo e invece di maledire tesse uno splendido elogio del popolo di Dio: "Come sono belle le tue tende, Giacobbe, le tue dimore, Israele! Si estendono come vallate, come giardini lungo un fiume, come àloe, ...
(continua)
Casa di Preghiera San Biagio FMA     (Omelia del 12-12-2011)
Commento su Numeri 24,15
Oracolo di Balaam...oracolo dell'uomo dagli occhi penetranti; oracolo di chi ode le parole di Dio e conosce la scienza dell'Altissimo. Nm 24,15 Come vivere questa Parola? La tradizione cristiana ha letto questo oracolo di Balaam in chiave messianica. Cristo stesso è la stella che irradia l'infini ...
(continua)
Movimento Apostolico - rito romano     (Omelia del 12-12-2011)
Con quale autorità fai queste cose? E chi ti ha dato questa autorità?
Gesù aveva purificato il tempio di Gerusalemme: "Mentre egli entrava in Gerusalemme, tutta la città fu presa da agitazione e diceva: «Chi è costui?». E la folla rispondeva: «Questi è il profeta Gesù, da Nàzaret di Galilea». Gesù entrò nel tempio e scacciò tutti quelli che nel tempio vendevano e comp ...
(continua)
Monaci Benedettini Silvestrini     (Omelia del 13-12-2010)
La cecità
Oggi la Chiesa ci presenta la figura di Santa Lucia, vergine e martire di Siracusa, invocata come protettrice della vista. E' il suo stesso nome, Lucia, portatrice di luce, che le conferisce questo appellativo. Data l'importanza nella nostra vita di questo organo che è l'occhio, oggi le chiese, che ...
(continua)
Casa di Preghiera San Biagio FMA     (Omelia del 13-12-2010)

Dalla Parola del giorno Rispondendo a Gesù dissero: Non lo sappiamo. Come vivere questa Parola? Dopo l'episodio nel Tempio quando Gesù ha scacciato i mercanti, i capi dei sacerdoti e gli anziani del popolo pensano di mettere Gesù alla prova di fronte alla folla. Quindi domandano: "Con quale aut ...
(continua)
Movimento Apostolico - rito romano     (Omelia del 13-12-2010)
Con quale autorità fai queste cose?
Può l'uomo cogliere con la sua intelligenza la verità, distinguendo la verità superiore da quelli inferiore, quella alta da quella bassa, quella forte da quella debole, quella semplice da quella complessa? Può l'uomo dire questa verità è migliore di quell'altra? Oppure questa è verità e l'altra è fa ...
(continua)
Paolo Curtaz     (Omelia del 14-12-2009)

Scene da un'incomprensione. Gesù sta sulle scatole ai sadducei, conservatori e alleati con i romani, perché mete in discussione la loro gestione del tempio, ma anche ai farisei, perché fanno della loro devozione un'occasione di superbia e di separazione dagli umili, e sta sulle scatole anche agli sc ...
(continua)
don Luciano Sanvito     (Omelia del 14-12-2009)
Autorità sua e nostra
L'AUTORITA' DI GESU' ENTRA IN NOI SE LA NOSTRA ACCEDE A LUI Se ci affidiamo nella nostra capacità di essere autorevoli non solo a noi stessi, ma anche a Gesù, riferendoci alla sua autorità, ecco che la sua energia e la sua capacità di discernere le realtà e di spiegare ogni cosa che avviene attra ...
(continua)
Monaci Benedettini Silvestrini     (Omelia del 14-12-2009)
Con quale autorità?
La gente umile, dal cuore semplice, si accorge immediatamente che il parlare di Cristo è diverso da quello degli scribi e dei farisei: «Rimanevano colpiti - dice l'evangelista - dal suo insegnamento, perché parlava con autorità e non come i loro scribi». Non era perciò necessario interrogare Cristo ...
(continua)
Casa di Preghiera San Biagio FMA     (Omelia del 14-12-2009)

Dalla Parola del giorno "Neanch'io vi dico con quale autorità faccio queste cose". Come vivere questa Parola? Mentre Gesù insegnava nel Tempio, dopo l'episodio della profanazione, i capi dei sacerdoti e gli anziani del popolo gli dissero: "Con quale autorità fai queste cose? E chi ti ha dato qu ...
(continua)
Paolo Curtaz     (Omelia del 15-12-2008)

Gesù è accusato di non essere un dottore della Legge, di non avere studiato, di non essere incaricato da nessuno a predicare come sta facendo...Gesù non offre credenziali, si appella al Battista, appena ucciso e considerato un grande profeta dalla folla: neppure lui aveva delle credenziali e, anzi, ...
(continua)
Casa di Preghiera San Biagio FMA     (Omelia del 15-12-2008)

Dalla Parola del giorno Io lo vedo, ma non ora, io lo contemplo, ma non da vicino: una stella spunta da Giacobbe e uno scettro sorge da Israele. Come vivere questa Parola? Dio fa annunciare da un pagano la nascita del Messia. I testi più antichi della Bibbia ammettono senza difficoltà che un pa ...
(continua)
a cura dei Carmelitani     (Omelia del 15-12-2008)
Commento Matteo 21,23-27
1) Preghiera Ascolta, o Padre, la nostra preghiera, e con la luce del tuo Figlio che viene a visitarci rischiara le tenebre del nostro cuore. Per il nostro Signore Gesù Cristo... 2) Lettura Dal Vangelo secondo Matteo 21,23-27 In quel tempo, entrato Gesù nel tempio, mentre insegnava ...
(continua)
   > Translate this page (italian > english) with Google