Omelie riferite al libro: Lettera ai Romani, capitolo 4

Movimento Apostolico - rito ambrosiano     (Omelia del 24 Giugno 2018)
Mi ha ordinato Lui di che cosa parlare
DOMENICA 24 GIUGNO Ogni mediatore, ministro, apostolo, maestro, profeta, dottore, evangelista della Parola di Dio deve conoscere la sua altissima responsabilità. Sia nella Parola scritta che anche in quella che il Signore gli rivolge di volta in volta, mai dovrà mettere nulla di suo. Come ascolta c ...
(continua)
don Raffaello Ciccone     (Omelia del 09 Febbraio 2014)
Commento su Is 66,18b-22; Rm 4, 13-17; Gv 4, 46-54
Isaia. 66, 18b-22
Il profeta, che conclude il libro di Isaia, apre orizzonti splendidi e sconcertanti al popolo d'Israele. L'esperienza a Babilonia, con la deportazione dal proprio paese, ha sconvolto le abitudini ed ha obbligato ad un rapporto nuovo con il Signore. Il popolo, che si è ...

(continua)
Casa di Preghiera San Biagio FMA     (Omelia del 17 Ottobre 2015)
Commento su Rm. 4,18
"Abramo ebbe fede sperando contro ogni speranza, e così divenne padre di molti popoli, come gli era stato detto."
Rm. 4,18

Come vivere questa Parola?
La fede, quella autentica, è la grande scommessa della vita. Abramo, che San Paolo ha chiamato "nostro Padre nella fede", ...

(continua)