Omelie riferite al libro: Lettera ai Romani, capitolo 3

don Raffaello Ciccone     (Omelia del 03 Marzo 2013)
Commento su Deuteronomio 6,4a;18,9-22; Romani 3,21-26; Giovanni 8, 31-59
Deuteronomio 6,4a;18,9-22
Mosč sta preparando l'entrata nella terra d'Israele che il Signore ha destinato al suo popolo.
Abitare una terra significa trasformarla come una propria casa: vi si sviluppa il lavoro, si costruiscono le abitazioni, si pongono i segni di culto. In particola ...

(continua)
Casa di Preghiera San Biagio FMA     (Omelia del 17 Ottobre 2013)
Commento su Romani 3, 23 - 24
Tutti hanno peccato e sono privi della gloria di Dio; ma sono giustificati gratuitamente per la sua grazia per mezzo della redenzione che č in Cristo Gesų. Rom 3, 23 - 24
Come vivere questa Parola?
Oggigiorno, si fa un gran parlare di par condicio e di quote ...

(continua)
Casa di Preghiera San Biagio FMA     (Omelia del 15 Ottobre 2015)
Commento su Rm.3,21b-22
"La giustizia di Dio, testimoniata dalla legge e dai profeti: giustizia di Dio per mezzo della fede in Gesų Cristo per tutti quelli che credono".
Rm.3,21b-22

Come vivere questa Parola?
Vogliamo ricordarci che il termine "giustizia" nella Bibbia ha un significato molto amp ...

(continua)

Casa di Preghiera San Biagio FMA     (Omelia del 13 Ottobre 2011)
Commento su Romani 3,28
L'uomo č giustificato per la fede, indipendentemente dalle opere della Legge. (Rm 3,28)
Come vivere questa Parola?
Creato per la libertā, l'uomo non ha ancora cessato di adorare le catene. Si ribella di fronte alle imposizioni ma poi striscia ai piedi di chi ne inceppa il pas ...

(continua)