Omelie riferite al libro: Vangelo secondo Marco, capitolo 2

don Raffaello Ciccone     (Omelia del 10 Agosto 2014)
Commento su 2Sam 12,1-13;2Cor 4,5b-14;Mc 2,1-12
2 Samuele. 12, 1-13
Questa pagina della Scrittura ci sorprende per il coraggio e l'onestà dell'autore biblico, che racconta e non nasconde drammi e peccati terribili del popolo di Dio ed anche di Davide ("un uomo secondo il cuore di Dio": 1 Sam 13,14 è stato detto), mentre, a sua volta, ...

(continua)
Paolo Curtaz     (Omelia del 18 Gennaio 2013)
Commento su Mc 2,1-12
Parla di Dio, il falegname di Nazareth. E guarisce le persone, pare. La curiosità attorno a lui cresce di giorno in giorno. E scuote le coscienze con quelle parole pronunciate con autorevolezza, senza arroganza. Anche i suoi più stretti collaboratori sono spiazzati: Gesù non ama i complimenti e fugg ...
(continua)
don Carlo Occelli     (Omelia del 15 Gennaio 2021)
Commento al Vangelo 15 gennaio 2021

...
(continua)

Paolo Curtaz     (Omelia del 17 Gennaio 2014)

C'è ressa, attorno a Gesù. Tanta di quella gente che gli amici del paralitico decidono di usare i metodi spicci e salgono sulla terrazza della casa ad un unico piano e spostano la copertura fatta di canne e fango per calare il poveraccio. Gesù resta ammirato da tanta costanza e da tanta amicizia e l ...
(continua)
don Nicola Salsa     (Omelia del 17 Gennaio 2020)
Ti sono perdonati i tuoi peccati

...
(continua)

Paolo Curtaz     (Omelia del 16 Gennaio 2015)

Il vangelo di Marco continua con una serie di episodi caratterizzati da alcune domande poste dai presenti. Davanti al paralitico, portato da Gesù grazie alla tenacia di alcuni amici, il Signore afferma che i suoi peccati sono perdonati. Molti, allora (e oggi!) pensavano che la malattia e la disgrazi ...
(continua)
don Nicola Salsa     (Omelia del 15 Gennaio 2021)
Chi può perdonare i peccati? (Mc 2,1-12)

...
(continua)

Casa di Preghiera San Biagio FMA     (Omelia del 15 Gennaio 2016)
Commento su Mc 2, 3-12
«Si recarono da lui portando un paralitico, sorretto da quattro persone. Non potendo però portarglielo innanzi, a causa della folla, scoperchiarono il tetto nel punto dove egli si trovava e, fatta un'apertura, calarono la barella su cui era adagiato il paralitico. Gesù, vedendo la loro fede, diss ...
(continua)
Casa di Preghiera San Biagio FMA     (Omelia del 13 Gennaio 2017)
Commento su Mc 2,10
«Il Figlio dell'uomo ha il potere di perdonare i peccati sulla terra»
Mc 2,10

Come vivere questa Parola?
Nelle difficoltà e nelle sofferenze della vita, Gesù è sempre presente con la sua bontà e la sua onnipotenza: di fronte ad un povero paralitico, impossibilitato a muov ...

(continua)

Casa di Preghiera San Biagio FMA     (Omelia del 12 Gennaio 2018)
Commento su Mc 2,1-2
«Entrò di nuovo a Cafàrnao, dopo alcuni giorni. Si seppe che era in casa e si radunarono tante persone che non vi era più posto neanche davanti alla porta; ed egli annunciava loro la Parola.»
Mc 2,1-2

Come vivere questa Parola?
La prima cosa che Gesù fa, di fronte alle s ...

(continua)

don Michele Cerutti     (Omelia del 10 Agosto 2014)

Dio l'Onnipotente è sempre sorprendente. Egli sa commuoversi davanti al nostro pentimento anche se il peccato che abbiamo commesso è grande. Si racconta che San Luigi Orione, in occasione di una predicazione in una parrocchia esortando al pentimento e al Sacramento della Confessione, affermò che il ...
(continua)
don Walter Magni     (Omelia del 02 Agosto 2020)
Ridonami, Signore, la gioia del perdono
Il vangelo di questa domenica narra che Gesù, rivolgendoSi a un paralitico che Gli era stato calato dal tetto mentre stava predicando, dice: "Ti sono perdonati i peccati". C'è forse un nesso tra malattia e peccato? Perché perdonare pubblicamente un paralitico per i suoi peccati? Per i farisei ...
(continua)
don Angelo Casati     (Omelia del 02 Agosto 2020)
Ho negli occhi i quattro del vangelo
L'inimmaginabile. Io oggi con voi vorrei inseguire questa suggestione dell'"inimmaginabile". L'inimmaginabile, davanti a gente seduta. Inimmaginabile, cioè un accadimento che ti lascia a bocca aperta, ad occhi sgranati. Mai ti avrebbe sfiorato l'idea. E sullo sfondo mi rimane l'impresa di quei quatt ...
(continua)
don Domenico Bruno     (Omelia del 15 Gennaio 2021)
Il nostro audio quotidiano
Ricevi ogni giorno il commento direttamente sul tuo telefono: unisciti al canale Telegram @annunciatedaitetti Resta aggiornato col sito: annunciatedaitetti.it Iscriviti ...
(continua)
don Marco Scandelli     (Omelia del 15 Gennaio 2021)
#2minutiDiVangelo Venerdì 15: preferisci essere sano o essere salvato?
Commento al Vangelo del Venerdì della Prima Settimana del Tempo Ordinario - Anno Pari - a cura di don Marco Scandelli #2minutiDiVangelo ---- Mc 2 1-12 Il miracolo che compie Gesù oggi è abbastanza semplice rispetto agli standard cui normalmente è sottoposto. Un uomo che non riusciva a ca ...
(continua)
Paolo Curtaz     (Omelia del 19 Gennaio 2013)
Commento su Mc 2,13-17
La guarigione del paralitico come manifestazione del perdono dei suoi peccati ha turbato gli animi dei benpensanti. Ma non è finita, il meglio deve ancora venire. La religione ebraica divideva il mondo in due parti distinte, poneva dei confini invalicabili: ciò che appartiene a Dio, che è puro, e ci ...
(continua)
don Carlo Occelli     (Omelia del 16 Gennaio 2021)
Commento al Vangelo 16 gennaio 2021

...
(continua)

Paolo Curtaz     (Omelia del 18 Gennaio 2014)

Cafarnao è una città posta sul confine. Un piccolo borgo di pescatori che ottiene visibilità dopo la divisione del Regno da parte dei figli di Erode. E dove c'è confine c'è passaggio e pedaggio. Così Matteo, odiato esattore delle tasse, pensa di avere risolto i suoi problemi economici appoggiato, pe ...
(continua)
don Nicola Salsa     (Omelia del 18 Gennaio 2020)
Sono venuto per i peccatori

...
(continua)

Paolo Curtaz     (Omelia del 17 Gennaio 2015)

Perché quest'uomo mangia con i peccatori? La seconda domanda dell'inizio del vangelo di Marco è posta dai farisei, scandalizzati dal fatto che Gesù, senza porsi alcun problema, cena e festeggia col pubblicano Levi, peccatore accanito e conosciuto, esattore delle tasse per conto dei romani. No ...
(continua)
don Nicola Salsa     (Omelia del 16 Gennaio 2021)
Non sono venuto per i sani ma per i malati (Mc 2,13-17)

...
(continua)

Casa di Preghiera San Biagio FMA     (Omelia del 16 Gennaio 2016)
Commento su Mc 2, 14-17
«Gesù, passando, vide Levi, il figlio di Alfeo, seduto al banco delle imposte, e gli disse: "Seguimi". Ed egli si alzò e lo seguì. Mentre stava a tavola in casa di lui, anche molti pubblicani e peccatori erano a tavola con Gesù e i suoi discepoli; erano molti infatti quelli che lo seguivano. Allo ...
(continua)
Casa di Preghiera San Biagio FMA     (Omelia del 14 Gennaio 2017)
Commento su Mc 2,17
«Non sono venuto a chiamare i giusti, ma i peccatori»
Mc 2,17

Come vivere questa Parola?
Gesù si manifesta veramente come il salvatore: è e venuto per chiamare e guarire i peccatori: vede Levi, figlio di Alfeo, seduto al banco delle imposte e lo chiama; subito Levi rispon ...

(continua)

Casa di Preghiera San Biagio FMA     (Omelia del 13 Gennaio 2018)
Commento su Mc 2,13-17
«Uscì di nuovo lungo il mare; tutta la folla veniva a lui ed egli insegnava loro. Passando, vide Levi, il figlio di Alfeo, seduto al banco delle imposte, e gli disse: «Seguimi». Ed egli si alzò e lo seguì. Mentre stava a tavola in casa di lui, anche molti pubblicani e peccatori erano a tavola con ...
(continua)
Monaci Benedettini Silvestrini     (Omelia del 14 Gennaio 2017)
Cercare Dio per davvero, e nulla mai anteporre all'amore di Cristo!
Il cuore dei santi è fisso in Gesù, l'obbedienza alla Parola di Dio ci porta infallibilmente a Lui, "che si è fatto povero e obbediente fino ala morte e alla morte di Croce, ma è per questo che Dio lo ha esaltato e gli ha dato un Nome sopra ogni altro nome", come scrive San Paolo. L'umiltà ci porta ...
(continua)
don Michele Cerutti     (Omelia del 24 Febbraio 2019)
Commento su Marco 2,13-17
Siamo nel capitolo 2 del Vangelo di Marco. Gesù sta muovendo i suoi primi passi nel ministero pubblico. Nel primo capitolo l'evangelista indica la giornata di Gesù dopo aver tratteggiato in pochi versetti il Battesimo e la tentazione nel deserto che segnano l'avvio ufficiale della sua missione.
...

(continua)
don Walter Magni     (Omelia del 24 Febbraio 2019)

Nelle due domeniche che precedono l'inizio della Quaresima la liturgia, quasi volesse scavare nel cuore stesso di Dio, ci riporta con insistenza al tema della misericordia. In modo particolare questa domenica viene chiamata della divina clemenza. Come anche afferma Paolo scrivendo a Timoteo: ...
(continua)
don Angelo Casati     (Omelia del 24 Febbraio 2019)
Una questione di sguardi
Ci accompagnano verso i giorni della quaresima due racconti di misericordia. Gesù e Levi oggi, Gesù e Zaccheo la prossima domenica. Oggi la chiamata di Levi. Noi per lo più lo ricordiamo con il nome di Matteo: così prende nome infatti l'esattore delle tasse nel vangelo di Matteo. Gesù - è scritto - ...
(continua)
don Domenico Bruno     (Omelia del 16 Gennaio 2021)
Il nostro audio quotidiano
Ricevi ogni giorno il commento direttamente sul tuo telefono: unisciti al canale Telegram @annunciatedaitetti Resta aggiornato col sito: annunciatedaitetti.it Iscriviti ...
(continua)
don Marco Scandelli     (Omelia del 16 Gennaio 2021)
#2minutiDiVangelo Sabato 16: nessuno di noi è santo, ma Gesù ci chiede comunque di seguirlo
Commento al Vangelo del Sabato della Prima Settimana del Tempo Ordinario - Anno Pari - a cura di don Marco Scandelli #2minutiDiVangelo ---- Mc 2 13-17 Diciamoci la verità: nessuno di noi è un santo, ma a ciascuno di noi Gesù chiede di seguirlo come ha fatto con Levi. Egli non ha opposto ...
(continua)
Paolo Curtaz     (Omelia del 21 Gennaio 2013)
Commento su Mc 2,18-22
Non è più il tempo del digiuno come per i discepoli del Battista: ormai lo sposo è arrivato. Gesù invita l'uditorio a cogliere la radicale differenza fra lui e Giovanni: questi è stato inviato a preparargli la strada. Perciò Giovanni vive nell'ascesi e nella penitenza, secondo il tradizionale modell ...
(continua)
don Carlo Occelli     (Omelia del 18 Gennaio 2021)
Commento al Vangelo 18 gennaio 2021

...
(continua)

Paolo Curtaz     (Omelia del 20 Gennaio 2014)

No, certo, non è possibile digiunare quando siamo invitati ad una festa di nozze, specialmente quando siamo amici dello sposo. Con questo semplice ragionamento Gesù smonta le pretestuose accuse che vengono mosse ai suoi discepoli (li difende!) di essere poco devoti. Certo, ci sarà una momento in cui ...
(continua)
Paolo Curtaz     (Omelia del 19 Gennaio 2015)

Perché i tuoi discepoli non digiunano? La terza domanda posta dai farisei a Gesù nasconde un'accusa di poca devozione da parte di Gesù e dei suoi discepoli, altrove accusati di essere dei mangioni e dei beoni. I farisei, che digiunano spesso, hanno un'idea ben precisa di religiosità: il pio i ...
(continua)
don Nicola Salsa     (Omelia del 20 Gennaio 2020)
Lo sposo è con noi

...
(continua)

don Nicola Salsa     (Omelia del 18 Gennaio 2021)
Ritrovare senso alla pratica religiosa (Mc 2,18-22)

...
(continua)

Casa di Preghiera San Biagio FMA     (Omelia del 19 Gennaio 2015)
Commento su Mc 2, 22
«[...] Ma vino nuovo in otri nuovi!»
Mc 2, 22

Come vivere questa Parola?
Il vangelo di oggi ci ricorda la novità di vita apportata da Cristo, attraverso due paragoni significativi: non si mette la stoffa vecchia su un panno nuovo e il vino nuovo in otri vecchi. L'esistenz ...

(continua)

Casa di Preghiera San Biagio FMA     (Omelia del 18 Gennaio 2016)
Commento su Mc 2, 22
"Nessuno versa vino nuovo in otri vecchi, altrimenti il vino spaccherà gli otri e si perdono vino e otri, ma vino nuovo in otri nuovi."
Mc 2, 22

Come vivere questa Parola?
Ma che cosa significa mettere vino nuovo in otri nuovi? L'evangelista avverte il pericolo che anche ...

(continua)

Casa di Preghiera San Biagio FMA     (Omelia del 16 Gennaio 2017)
Commento su Mc 2,18-19
Si recarono allora da Gesù e gli dissero: "Perché i discepoli di Giovanni e i discepoli dei farisei digiunano, mentre i tuoi discepoli non digiunano?". Gesù disse loro: "Possono forse digiunare gli invitati a nozze quando lo sposo è con loro?".
Mc 2,18-19

Come vivere questa Parola ...
(continua)

Casa di Preghiera San Biagio FMA     (Omelia del 21 Gennaio 2019)
Commento su Mc 2,18-22
«I discepoli di Giovanni e i farisei stavano facendo un digiuno. Vennero da Gesù e gli dissero: «Perché i discepoli di Giovanni e i discepoli dei farisei digiunano, mentre i tuoi discepoli non digiunano?». Gesù disse loro: «Possono forse digiunare gli invitati a nozze, quando lo sposo è con loro? ...
(continua)
don Domenico Bruno     (Omelia del 18 Gennaio 2021)
Il nostro audio quotidiano
Ricevi ogni giorno il commento direttamente sul tuo telefono: unisciti al canale Telegram @annunciatedaitetti Resta aggiornato col sito: annunciatedaitetti.it Iscriviti ...
(continua)
don Marco Scandelli     (Omelia del 18 Gennaio 2021)
#2minutiDiVangelo Lunedì 18: Ma perché fare i bacchettoni con chi ancora è in cammino nella fede?
Commento al Vangelo del Lunedì della Seconda Settimana del Tempo Ordinario - Anno Pari - a cura di don Marco Scandelli #2minutiDiVangelo ---- Mc 2 18-22 Gesù è chiaro: nel percorso della iniziazione cristiana occorre gradualità. Arriverà il tempo anche dei digiuni ma ora non è opportuno. ...
(continua)
Paolo Curtaz     (Omelia del 22 Gennaio 2013)
Commento su Mc 2,23-28
Non è lecito, è proibito, è vietato... Quante volte confondiamo la fede con il rispetto scrupoloso di infinite norme attribuite a Dio! Come se credere, in fondo, coincidesse col comportarsi bene, da bravi ragazzi, irreprensibilmente. Certo: quando incontriamo Dio la nostra vita si trasforma, si tras ...
(continua)
Paolo Curtaz     (Omelia del 21 Gennaio 2014)

Grande cosa il sabato, il riposo settimanale! Una delle intuizioni per cui l'umanità ha da ringraziare il popolo ebraico. Gli schiavi non riposano mai, perciò la norma del riposo sabbatico era così importante: per ricordare ad Israele che ora erano dei figli e che come tali si dovevano comportare. M ...
(continua)
don Carlo Occelli     (Omelia del 19 Gennaio 2021)
Commento al Vangelo 19 gennaio 2021

...
(continua)

Paolo Curtaz     (Omelia del 20 Gennaio 2015)

Perché i tuoi discepoli fanno ciò che non è lecito di sabato? I farisei vogliono mettere in difficoltà Gesù accusandolo di non far rispettare il riposo dello shabbat. Gesù, che conosce minuziosamente la Scrittura!, cita l'episodio in cui Davide, in fuga da Saul, chiede e ottiene i pani destin ...
(continua)
don Nicola Salsa     (Omelia del 21 Gennaio 2020)
Superbia spirituale

...
(continua)

Casa di Preghiera San Biagio FMA     (Omelia del 20 Gennaio 2015)
Commento su Mc 2, 27
"[...] Il sabato è stato fatto per l'uomo e non l'uomo per il sabato!»
Mc 2, 27

Come vivere questa Parola?
Gesù dimostra la sua amicizia e la sua comprensione difendendo i discepoli accusati di violare il sabato, perché in tale giorno essi raccoglievano le spighe. Inoltre ...

(continua)

don Nicola Salsa     (Omelia del 19 Gennaio 2021)
La libertà di servire (Mc 2,23-28)

...
(continua)

Casa di Preghiera San Biagio FMA     (Omelia del 19 Gennaio 2016)
Commento su Mc 2, 23-28
"Avvenne che in giorno di sabato, Gesù passava per i campi di grano, e i discepoli, camminando cominciarono a strappare le spighe. I farisei gli dissero: "Vedi, perché essi fanno di sabato quel che non è permesso?" Ma egli rispose loro: "Non avete mai letto che cosa fece Davide quando si trovò ne ...
(continua)
Casa di Preghiera San Biagio FMA     (Omelia del 17 Gennaio 2017)
Commento su Mc 2, 27-28
«E diceva loro: " Il sabato è stato fatto per l'uomo e non l'uomo per il sabato! Perciò il Figlio dell'uomo è signore anche del sabato"»
Mc 2, 27-28

Come vivere questa Parola?
"Il sabato è stato fatto per l'uomo". Con questa affermazione viene colpito al cuore ogni morali ...

(continua)

Casa di Preghiera San Biagio FMA     (Omelia del 16 Gennaio 2018)
Commento su Mc 2, 27-28
«Il sabato è stato fatto per l'uomo e non l'uomo per il sabato, perciò il Figlio dell'uomo è signore anche del sabato.»
Mc 2, 27-28

Come vivere questa Parola?
Per il popolo ebraico il sabato non era soltanto un'istituzione riferibile al culto. Veniva concepito come uno ?s ...

(continua)

Casa di Preghiera San Biagio FMA     (Omelia del 22 Gennaio 2019)
Commento su Mc 2,23-28
«Di sabato Gesù passava fra campi di grano e i suoi discepoli, mentre camminavano, si misero a cogliere le spighe. I farisei gli dicevano: «Guarda! Perché fanno in giorno di sabato quello che non è lecito?». Ed egli rispose loro: «Non avete mai letto quello che fece Davide quando si trovò nel bis ...
(continua)
don Domenico Bruno     (Omelia del 19 Gennaio 2021)
Il nostro audio quotidiano
Ricevi ogni giorno il commento direttamente sul tuo telefono: unisciti al canale Telegram @annunciatedaitetti Resta aggiornato col sito: annunciatedaitetti.it Iscriviti ...
(continua)
don Marco Scandelli     (Omelia del 19 Gennaio 2021)
#2minutiDiVangelo Martedì 19: Le leggi nella Chiesa sono orientate soltanto a salvare le anime. Non ad ucciderle
Commento al Vangelo del Martedì della Seconda Settimana del Tempo Ordinario - Anno Pari - a cura di don Marco Scandelli #2minutiDiVangelo ---- Mc 2 23-28 La risposta di Gesù a chi critica i suoi discepoli ci fa comprendere la sua impazienza! Notate: Gesù non è mai impaziente con i peccat ...
(continua)