Omelie riferite al libro: Vangelo secondo Marco, capitolo 11

padre Giuseppe De Nardi     (Omelia del 29 Marzo 2015)
Sulla Tua Parola - Mc 11,1-10

...
(continua)

Movimento Apostolico - rito ambrosiano     (Omelia del 07 Dicembre 2014)
Che cosa siete andati a vedere nel deserto?
Gesù è divinamente saggio. Non risponde ai discepoli di Giovanni in modo diretto, così come diretta è stata la domanda: "Sei tu colui che deve venire o dobbiamo aspettare un altro?". Giovanni il Battista aveva già reso testimonianza su Gesù. Le sue parole sono inequivocabili, di una chiarezza ...
(continua)
Movimento Apostolico - rito ambrosiano     (Omelia del 03 Dicembre 2017)
Andate e riferite a giovanni
Giovanni è vero profeta di Dio. Appartiene al vero profeta dare ad ogni uomo la vera Parola di Dio, ma non la scienza, la sapienza, l'intelligenza, la verità contenuta in essa. Queste cose sono dono dello Spirito Santo, purissima grazia del Signore. Solo Cristo Gesù possiede la Parola e la Verità, p ...
(continua)
don Michele Cerutti     (Omelia del 07 Dicembre 2014)

Quando leggo e rileggo la pagina evangelica che fa riferimento all'ingresso in Gerusalemme di Gesù il mio pensiero corre allo sfarzo in cui in Italia assistiamo quando si insedia un Presidente della Repubblica. Ali di folla gremiscono le vie del centro di Roma nel tragitto che porta al Quirinale da ...
(continua)
don Walter Magni     (Omelia del 03 Dicembre 2017)
L'ingresso del Messia
Il Vangelo di questa domenica racconta che Gesù, arrivato dalle parti di Betfage e Betania, si arresta e invita due discepoli a cercare un asino che Gli sarebbe servito per entrare in Gerusalemme. Ancora oggi a Betfage, la tradizione conserva la pietra su cui Gesù pose il Suo piede per salire su que ...
(continua)
don Angelo Casati     (Omelia del 03 Dicembre 2017)
E io come entro?
E' venuto, oggi viene, un giorno verrà. Ce lo stiamo ripetendo ancora una volta in questi giorni di avvento. Ma forse il pericolo è quello di fare l'abitudine. E non solo alle parole, ma anche alle pagine del vangelo. Come se, entrando in un museo, davanti a un quadro tra i più affascinanti, dicessi ...
(continua)
don Angelo Casati     (Omelia del 06 Dicembre 2020)
Io sto con l'asino
Avvento. Ma come viene il Signore? E non è che lui cambi stile, troppo gli è caro il suo. Lo stile fa la persona o meglio la svela. La liturgia ci ripropone l'ingresso di Gesù in Gerusalemme. Fu all'inizio della sua ultima settimana, settimana di passione. Perché? Mi sembra quasi di leggere in quest ...
(continua)
Paolo Curtaz     (Omelia del 29 Maggio 2015)

Marco concentra tutta la vita pubblica di Gesù in Galilea, nell'arco di tre anni. Dieci capitoli del suo Vangelo sono dedicati alla sua missione. Gli ultimi quattro capitoli raccontano l'ultima settimana di vita di Gesù a Gerusalemme. Il primo incontro fra Gesù e il tempio si rivela un fallimento: a ...
(continua)
Casa di Preghiera San Biagio FMA     (Omelia del 29 Maggio 2015)
Commento su Mc 11,12-14.20-21
La mattina seguente, mentre uscivano da Betània, ebbe fame. E avendo visto di lontano un fico che aveva delle foglie, si avvicinò per vedere se mai vi trovasse qualche cosa; ma giuntovi sotto, non trovò altro che foglie. Non era infatti quella la stagione dei fichi. E gli disse: «Nessuno possa ma ...
(continua)
Movimento Apostolico - rito romano     (Omelia del 29 Maggio 2015)
Dopo aver guardato ogni cosa attorno
Gesù è persona saggia, prudente, accorta, attenta in ogni cosa. Niente fa perché afferrato dall'istinto del momento. Ogni sua azione è il frutto di purissima obbedienza al Padre suo che è nei cieli. Cristo Signore entra in Gerusalemme, visita il tempio, osserva ogni cosa, vede quanto avviene in esso ...
(continua)
Movimento Apostolico - rito romano     (Omelia del 27 Maggio 2016)
Abbiate fede di averlo ottenuto e vi accadrà
La purificazione che Gesù fa del tempio del Padre suo attesta che lui è vero profeta. I veri profeti hanno sempre purificato l'impuro culto frutto del cuore impuro dell'uomo. Come vero profeta dona un segno della potenza della sua parola. Dice al fico: "Nessuno mai più in eterno mangi i tuoi frut ...
(continua)
Movimento Apostolico - rito romano     (Omelia del 01 Giugno 2018)
Se avete qualcosa contro qualcuno
Il discepolo di Gesù deve essere come il Padre celeste, perfetto come Lui, santo come Lui, misericordioso come Lui, ricco di amore, pietà, perdono, benevolenza come Lui. Il Padre per amore dell'uomo ha dato il Figlio suo Unigenito per la sua salvezza eterna. Non ha perdonato i peccati dell'umanità, ...
(continua)
Paolo Curtaz     (Omelia del 01 Giugno 2013)
Commento su Mc 11,27-33
C'è sempre qualcuno che ha bisogno di rilasciare patentini per ogni cosa. Anche per parlare di Dio! Gesù non ha studiato, non è uno scriba, non è neppure un sacerdote della tribù di Levi, non fa parte di nessuna scuola rabbinica. Peggio: proviene dalla Galilea, regione notoriamente abitata da teste ...
(continua)
Paolo Curtaz     (Omelia del 30 Maggio 2015)

Probabilmente i sacerdoti non hanno assistito alla sfuriata di Gesù nel tempio, che ricorda a tutti le azioni simili compiute nel passato da altri profeti. Avvisati da qualche devoto zelante, subito si preoccupano di intercettare Gesù chiedendogli con quale autorità compie gesti tanto clamorosi. Vog ...
(continua)
Casa di Preghiera San Biagio FMA     (Omelia del 30 Maggio 2015)
Commento su Mc.11, 27-28
Andarono di nuovo a Gerusalemme. E mentre egli si aggirava per il tempio, gli si avvicinarono i sommi sacerdoti, gli scribi e gli anziani e gli dissero: «Con quale autorità fai queste cose? O chi ti ha dato l'autorità di farlo?».
Mc.11, 27-28

Come vivere questa Parola?
Ge ...

(continua)

Movimento Apostolico - rito romano     (Omelia del 30 Maggio 2015)
Con quale autorità fai queste cose?
Gesù ha purificato il tempio, manifestandosi come vero profeta inviato da Dio presso il suo popolo. Ora ogni profeta mai ha ricevuto un solo ordine, o un solo comando dagli uomini. Egli sempre è stato e sempre sarà sotto il pieno governo del Signore. Il profeta fa ciò che gli viene comandato, parlan ...
(continua)
Movimento Apostolico - rito romano     (Omelia del 28 Maggio 2016)
Con quale autorità fai queste cose?
L'autorità del profeta è la sua Parola. Il vero profeta annunzia una parola eterna, che sempre si compie, mai viene meno. Se la parola non si compie, lui non è vero profeta. Il Vangelo è la profezia eterna di Gesù Signore. Essa è la sola Parola vera su tutta la terra. Tutti gli altri: filosofi, teol ...
(continua)
Movimento Apostolico - rito romano     (Omelia del 02 Giugno 2018)
Con quali autorità fai queste cose?
Vi sono autorità che Dio ha dato all'uomo e autorità che a lui sono state negate. Quanto gli è stato concesso è nelle sue facoltà farlo, quanto gli è stato negato, deve astenersi dal farlo anche a prezzo della sua vita. Una delle autorità che non è stata mai data all'uomo e mai gli sarà data è quell ...
(continua)