Omelie riferite al libro: Vangelo secondo Luca, capitolo 6

don Alessandro Farano     (Omelia del 24 Febbraio 2019)
Lectio Divina - VII Domenica del Tempo Ordinario - Anno C

...
(continua)

CPM-ITALIA Centri di Preparazione al Matrimonio (coppie - famiglie)     (Omelia del 24 Febbraio 2019)
Commento su 1Sam 26,2.7-9.12-13.22-23; Sal 102; 1Cor 15,45-49; Lc 6,27-38
La parola evangelica "guida" di questa domenica è "COME"... ed è in buona sostanza la continuazione delle Beatitudini.
Il testo si può dividere in due parti: nella prima parte c'è un richiamo ad abbandonare la logica del taglione - la cui logica è quella di punire nella stessa misura di ...

(continua)
don Alessandro Farano     (Omelia del 17 Febbraio 2019)
Lectio Divina - VI Domenica del Tempo Ordinario - Anno C

...
(continua)

CPM-ITALIA Centri di Preparazione al Matrimonio (coppie - famiglie)     (Omelia del 13 Febbraio 2022)
Commento su Ger 17,5-8; Sal 1; 1Cor 15,12.16-20; Lc 6,17.20-26
Le letture offrono diverse angolazioni di lettura e di riflessione, vuoi abbastanza scontate altre innovative, come quella con cui mi sono sempre chiesto: come noi leggiamo le Beatitudini come prontuario per una felicità terrena, ma nella stesso tempo continuiamo una vita quotidiana fatta di più sba ...
(continua)
Paolo Curtaz     (Omelia del 09 Settembre 2014)

Luca è l'unico che aggiunge questo particolare, e non di poco conto: prima di scegliere il gruppo dei dodici Gesù ha passato l'intera notte a pregare. Un gruppo che avrebbe dovuto seguirlo più da vicino, essere istruito, aiutarlo, preparagli la strada dell'annuncio. Gli evangelisti non sono concordi ...
(continua)
Paolo Curtaz     (Omelia del 07 Settembre 2013)
Commento su Lc 6,1-5
Ci sono persone appiccicate alle regole, che vivono alla luce della propria autostima, che confondono la fede con un regolamento condominiale. Certo: la norma esplicita e incarna l'amore, è difficile credere nell'amore di una persona che non concretizza le proprie emozioni in scelte coerenti e verif ...
(continua)
don Carlo Occelli     (Omelia del 05 Settembre 2020)
Commento al Vangelo 5 settembre 2020

...
(continua)

Paolo Curtaz     (Omelia del 06 Settembre 2014)

I criticoni ci sono sempre, in ogni contesto. Ma sembrano fiorire rigogliosamente in alcuni ambienti, fra cui quello cattolico. Nelle parrocchie, nei movimenti, nei gruppi... ci sono sempre persone che si arrogano il diritto di criticare, di giudicare, di condannare. Sempre con estrema umiltà e cris ...
(continua)
don Carlo Occelli     (Omelia del 04 Settembre 2021)
Commento al Vangelo 4 settembre 2021

...
(continua)

Paolo Curtaz     (Omelia del 05 Settembre 2015)

Il Figlio dell'uomo è signore del sabato. E della Scrittura, che conosce attentamente, anche nelle sottigliezze e sfumature che sa interpretare. E della storia di Israele, traendo dal passato un utile insegnamento per il presente. E del buon senso di chi, rispettando la Legge nella sua essenz ...
(continua)
don Alessandro Farano     (Omelia del 01 Settembre 2021)
Sabato - XXII del Tempo Ordinario - Anno B - Commento al Vangelo

...
(continua)

don Nicola Salsa     (Omelia del 05 Settembre 2020)
Gesù ci dona il pane della vita

...
(continua)

don Nicola Salsa     (Omelia del 04 Settembre 2021)
La libertà dei figli di Dio (Lc 6,1-5)

...
(continua)

don Marco Scandelli     (Omelia del 04 Settembre 2021)
#2minutiDiVangelo - Sabato XXII TO - É più importante lo spirito della legge che la legge stessa
Commento al Vangelo del XXII sabato del TO - a cura di don Marco Scandelli #2minutiDiVangelo Lc 6 1-5

...
(continua)

don Giampaolo Centofanti     (Omelia del 05 Settembre 2020)

Senza la maturazione nello Spirito di Gesù, Dio e uomo, si rischia di vivere di discernimenti formali, astratti, che in tante cose possono complicare e appesantire inutilmente la vita invece di aiutarla. Siamo esseri umani, tutti bisognosi dell'aiuto di Dio e Gesù in un cammino tende a renderci cons ...
(continua)
don Marco Scandelli     (Omelia del 05 Settembre 2020)
#2minutiDiVangelo - Sabato 5/9 - Tu che cerchi? Una relazione con Dio o un manuale di comportamento?
Commento al Vangelo di sabato 5 settembre 2020 - XXII settimana del Tempo Ordinario - a cura di don Marco Scandelli #2minutiDiVangelo Luca 6 1-5 Gesù oggi ci dice: basta! Quando il seguire una norma rompe la carità e tenta di dividere in buoni e in cattivi, in veri cristiani e in falsi, è m ...
(continua)
Paolo Curtaz     (Omelia del 28 Ottobre 2013)
Commento su Lc 6,12-19
Oggi celebriamo la festa di due apostoli di cui sappiamo poco ma che, come gli altri, hanno partecipato alla splendida avventura della sequela del Maestro. Un'occasione per tornare all'origine del nostro percorso di fede...

Di loro sappiamo ben poco: Simone è soprannominato Cananeo
(continua)

don Carlo Occelli     (Omelia del 28 Ottobre 2020)
Commento al Vangelo 28 ottobre 2020

...
(continua)

Paolo Curtaz     (Omelia del 28 Ottobre 2014)

La liturgia, oggi, ci invita a celebrare la festa di due apostoli di cui sappiamo ben poco: Simone e Giuda. Sono nominati alla fine della lista dei Dodici, e di loro sappiamo ben poco. Come se le loro vite, le loro esperienze fossero poco significative rispetto alla grande testimonianza data al Sign ...
(continua)
don Carlo Occelli     (Omelia del 28 Ottobre 2020)
Commento al Vangelo 28 ottobre 2020

...
(continua)

Paolo Curtaz     (Omelia del 28 Ottobre 2015)

Gesù sta salendo a Gerusalemme. Lì ci sarà la resa dei conti. Lo sa e ha indurito il suo volto: anche se l'ostilità cresce, andrà fino in fondo, senza paura, senza cambiare una virgola del suo messaggio. Si mette in gioco, il Maestro, come solo lui sa fare, prende molto sul serio la sua missione. Ce ...
(continua)
don Carlo Occelli     (Omelia del 28 Ottobre 2021)
Commento al Vangelo 28 ottobre 2021

...
(continua)

Casa di Preghiera San Biagio FMA     (Omelia del 28 Ottobre 2015)
Commento su Lc 6, 12-16
«In quei giorni, Gesù se ne andò sul monte a pregare e passò tutta la notte pregando Dio. Quando fu giorno, chiamò a sé i suoi discepoli e ne scelse dodici, ai quali diede anche il nome di apostoli.: Simone, al quale diede anche il nome di Pietro... Giacomo, Giovanni... Simone, detto Zelota, Giud ...
(continua)
Casa di Preghiera San Biagio FMA     (Omelia del 28 Ottobre 2017)
Commento su Lc,6,12-19
"Avvenne che in quei giorni Gesù andò sulla montagna a pregare e passò la notte in orazione. Quando fu giorno chiamò a sé i suoi discepoli e ne scelse dodici, ai quali diede il nome di apostoli."
Lc,6,12-19

Come vivere questa Parola?
Gesù ha compiuto la sua prima manifest ...

(continua)

don Alessandro Farano     (Omelia del 28 Ottobre 2021)
Ss. Simone e Giuda - Commento al Vangelo

...
(continua)

don Nicola Salsa     (Omelia del 28 Ottobre 2020)
Festa Santi Simone e Giuda (Lc 6,12-19)

...
(continua)

don Nicola Salsa     (Omelia del 28 Ottobre 2021)
La folla cerca Gesù (Lc 6,12-19)

...
(continua)

don Domenico Bruno     (Omelia del 28 Ottobre 2020)
Il nostro audio quotidiano
Per ricevere il commento quotidiano unisciti al canale Telegram @annunciatedaitetti Visita il sito annunciatedaitetti.it Dai uno sguardo anche al canale (continua)
don Domenico Bruno     (Omelia del 28 Ottobre 2021)
Il nostro audio quotidiano
Ricevi ogni giorno il commento direttamente sul tuo telefono: unisciti al canale Telegram @annunciatedaitetti Resta aggiornato col sito: annunciatedaitetti.it Iscriviti ...
(continua)
don Giampaolo Centofanti     (Omelia del 28 Ottobre 2020)

Talora ci si rimprovera di andare da Dio solo quando si ha bisogno. Ma Gesù stesso ha pregato in modo particolare nei momenti decisivi. A chi rivolgersi in quelle circostanze se non a chi ci ama davvero e può tutto? E Gesù orienta a questo anche i suoi discepoli: prima li chiama a sé, poi li invia. ...
(continua)
don Marco Scandelli     (Omelia del 28 Ottobre 2020)
#2minutiDiVangelo - Mercoledì 28/10 - Simone e Giuda: o la necessità del dialogo col Padre!
Commento al Vangelo di mercoledì 28 ottobre 2020 - XXX settimana del Tempo Ordinario - a cura di don Marco Scandelli #2minutiDiVangelo Luca 6 12-16 "Gesù se ne andò sul monte a pregare e passo tutta la notte pregando Dio". Perché non commento il resto? Qui vi è concentrato il grande segreto ...
(continua)
Paolo Curtaz     (Omelia del 10 Settembre 2013)
Commento su Lc 6,12-19
Prega tutta la notte il Signore prima di scendere e scegliere i dodici. Quei dodici. Luca, lo sappiamo, prende come riferimento principale il vangelo di Marco ed è interessante notare come lui solo ci indica che la scelta fu preceduta da una notte di preghiera. D'altronde nel suo vangelo Gesù è spes ...
(continua)
don Carlo Occelli     (Omelia del 07 Settembre 2021)
Commento al Vangelo 7 settembre 2021

...
(continua)

don Alessandro Farano     (Omelia del 02 Settembre 2021)
Martedì - XXIII del Tempo Ordinario - Anno B - Commento al Vangelo

...
(continua)

don Nicola Salsa     (Omelia del 10 Settembre 2019)
E se Gesù chiamasse anche me?

...
(continua)

don Nicola Salsa     (Omelia del 28 Ottobre 2019)
Santi Simone e Giuda

...
(continua)

don Nicola Salsa     (Omelia del 07 Settembre 2021)
Dalla preghiera alla vita (Lc 6,12-19)

...
(continua)

don Marco Scandelli     (Omelia del 07 Settembre 2021)
#2minutiDiVangelo - Martedì XXIII TO - Una Chiesa vera è quella fatta di nomi in "carne ed ossa"
Commento al Vangelo del XXIII martedì del TO - a cura di don Marco Scandelli #2minutiDiVangelo Lc 6 12-19

...
(continua)

don Roberto Rossi     (Omelia del 13 Febbraio 2022)
La vera beatitudine

...
(continua)

don Roberto Rossi     (Omelia del 13 Febbraio 2022)
La sete di felicità e la beatitudine
Noi siamo tutti assetati di felicità, cerchiamo, nella nostra vita, una risposta alle grandi domande che portiamo nel cuore; vogliamo vivere alla grande, assaporare il più possibile della vita, gustare tutto quello che ci è possibile. Gesù fa un discorso tutto particolare, afferma qualcosa di folle; ...
(continua)
Paolo Curtaz     (Omelia del 17 Febbraio 2019)
Video commento a Lc 6,17.20-26

...
(continua)

don Claudio Doglio     (Omelia del 17 Febbraio 2019)
Video commento a Lc 6,17.20-26

...
(continua)

padre Paul Devreux     (Omelia del 17 Febbraio 2019)

Oggi Gesù dichiara beati i suoi discepoli; di che si tratta?
Anzi tutto va ricordato che Gesù viene per promuovere il Regno di Dio, Regno di giustizia e pace e quindi Regno senza poveri. Gesù sogna un mondo senza poveri, senza ingiustizie. Eppure oggi alza lo sguardo sui suoi discepoli e dice a ...

(continua)
Paolo Curtaz     (Omelia del 13 Febbraio 2022)
Alzati gli occhi
Alza gli occhi, il Signore, guarda oltre l'orizzonte. Come forse dovremmo fare noi in questi tempi strappati e irrisolti. Alzare lo sguardo per non lasciarci mangiare il cuore dalla paura. Paura del Covid, paura del vaccino, paura dell'altro, diventato nemico. Paura del presente, paura del futuro, ...
(continua)
don Domenico Luciani     (Omelia del 17 Febbraio 2019)
Video commento su Lc 6,17.20-26

...
(continua)

don Giorgio Zevini     (Omelia del 17 Febbraio 2019)
Video Commento a Lc 6, 17.20-26

...
(continua)

don Gianfranco Calabrese     (Omelia del 13 Febbraio 2022)
Video commento su Luca 6,17.20-26

...
(continua)

padre Paul Devreux     (Omelia del 13 Febbraio 2022)
Commento su Luca 6,17.20-26
In quel tempo, Gesù, disceso con i Dodici, si fermò in un luogo pianeggiante. C'era gran folla di suoi discepoli e gran moltitudine di gente da tutta la Giudea, da Gerusalemme e dal litorale di Tiro e di Sidòne. Ed egli, alzati gli occhi verso i suoi discepoli, diceva:
Il fatto che Luca ...

(continua)
don Gianfranco Calabrese     (Omelia del 13 Febbraio 2022)
Video commento su Luca 6,17.20-26

...
(continua)

padre Ermes Ronchi     (Omelia del 17 Febbraio 2019)
«Beati voi» Ma il nostro pensiero dubita
L'essere umano è un mendicante di felicità, ad essa soltanto vorrebbe obbedire. Gesù lo sa, incontra il nostro desiderio più profondo e risponde. Per quattro volte annuncia: beati voi, e significa: in piedi voi che piangete, avanti, in cammino, non lasciatevi cadere le braccia, siete la carovana di ...
(continua)
don Roberto Fiscer     (Omelia del 17 Febbraio 2019)
#StradeDorate - Commento su Luca 6,17.20-26

...
(continua)

don Roberto Fiscer     (Omelia del 13 Febbraio 2022)
#StradeDorate - Commento su Luca 6,17.20-26

...
(continua)

padre Ermes Ronchi     (Omelia del 13 Febbraio 2022)
Dio regala gioia a chi costruisce la pace
Se non siamo come sonnambuli, questo Vangelo ci dà la scossa. «Sono venuto a portare il lieto annuncio ai poveri», aveva detto nella sinagoga, eco della voce di Isaia. Ed eccolo qui, il miracolo: beati voi poveri, Il luogo della felicità è Dio, ma il luogo di Dio è la croce, le infinite croci degli ...
(continua)
Diocesi di Vicenza     (Omelia del 17 Febbraio 2019)
La Parola - Commento al Vangelo di Luca (Lc 6,17.20-26)

...
(continua)

Diocesi di Vicenza     (Omelia del 13 Febbraio 2022)
La Parola - Commento al Vangelo di Luca (Lc 6,17 20-26)

...
(continua)

Missionari della Via     (Omelia del 13 Febbraio 2022)
Beati voi...

...
(continua)

padre Gian Franco Scarpitta     (Omelia del 17 Febbraio 2019)
Concretezza e attualità di un messaggio
A differenza di Matteo (5, 1 - 11), Luca colloca la proclamazione di questo famosissimo discorso non su un monte, ma in una zona pianeggiante alla base di una montagna. Gli esegeti tuttavia danno rilevanza al monte come luogo della divina rivelazione e dell'incontro intimo fra Dio e l'uomo e come Mo ...
(continua)
padre Gian Franco Scarpitta     (Omelia del 13 Febbraio 2022)
Solo Dio è fedele
Il libro di Geremia esordisce oggi con un'amara verità: Maledetto l'uomo che confida nell'uomo. Ovviamente l'agente della maledizione non è Dio, che è sommo Bene e origine di ogni benedizione; solamente si intende dire che chi si affida oltre misura alle persone, in un modo o nell'altro, prima o dop ...
(continua)
Sulla strada - TV2000     (Omelia del 17 Febbraio 2019)
Commento su Luca 6,17.20-26

...
(continua)

padre Antonio Rungi     (Omelia del 17 Febbraio 2019)
Noi, benedizione di Dio
La sesta domenica del tempo ordinario ci parla di benedizione e di maledizione, di beatitudini e di guai, di morte e risurrezione.
Le tre letture bibliche con il salmo, partendo dal profeta Geremia è un gioco di opposti, di termini antitetici che ci aiutano a capire dove sta il bene e dove sta ...

(continua)
diac. Vito Calella     (Omelia del 13 Febbraio 2022)
Parole di sapienza per i ricchi e invito alla scuola dei poveri
Il contesto del discorso "della pianura" Gesù aveva appena scelto i dodici apostoli, essendo rimasto in un luogo solitario e riservato per vivere in atteggiamento di preghiera quella scelta importantissima del gruppo che sarebbe diventato, dopo la sua morte e risurrezione e sotto l'ispirazio ...
(continua)
don Fabio Rosini     (Omelia del 17 Febbraio 2019)
Audio commento al Vangelo del 17 febbraio

...
(continua)

padre Antonio Rungi     (Omelia del 13 Febbraio 2022)
Nella beatitudine, ma a rischio di guai
La parola di Dio della sesta domenica del tempo ordinario ci porta a riflettere su tanti aspetti della vita cristiana e come impegnarsi seriamente a corrispondere in pienezza alla chiamata alla santità universale. A partire dal Vangelo di Luca, con Gesù facciamo anche noi un un'esperienza di ascolto ...
(continua)
don Fabio Rosini     (Omelia del 13 Febbraio 2022)
Commento al Vangelo del 13 febbraio

...
(continua)

Casa di Preghiera San Biagio FMA     (Omelia del 17 Febbraio 2019)
Commento su Lc 6,23ab
Acclamazione al Vangelo
"Alleluia, alleluia.
Rallegratevi ed esultate, dice il Signore, perché, ecco, la vostra ricompensa è grande nel cielo. Alleluia."
Lc 6,23ab

Come vivere questa Parola?
Dopo la pagina vertice del Vangelo di Gesù: quella delle Beatitudini, e ...

(continua)

Omelie.org - autori vari     (Omelia del 13 Febbraio 2022)

COMMENTO ALLE LETTURE Commento a cura di don Paolo Ricciardi Ci siamo lasciati domenica scorsa sulle rive del lago di Gennesaret, pieni di ammirazione e di stupore per una pesca così sovrabbondante che le reti stavano per spezzarsi e le barche per affondare. Era così terminata in ...
(continua)
Omelie.org - autori vari     (Omelia del 17 Febbraio 2019)

COMMENTO ALLE LETTURE Commento a cura di don Massimo Cautero Spero che chi oggi prende sul serio la propria fede - la fede in Cristo Salvezza di Dio - quando fa il suo esame di coscienza e si relaziona con Dio Padre nella preghiera, non abbia in testa di "fare i compiti" tipo: "fa ...
(continua)
Agenzia SIR     (Omelia del 13 Febbraio 2022)
Commento su Luca 6,17.20-26
Beatitudini: un testo così noto ma, forse, poco compreso. Vangelo, questo, che per essere interiorizzato dev'essere anzitutto letto in Gesù, dentro il filo della sua vita. Qui, secondo la narrazione di Luca, è a una svolta radicale.. Prima di erompere in queste parole inaugurali, Gesù era salito su ...
(continua)
don Alessandro Farano     (Omelia del 13 Febbraio 2022)
Domenica - VI settimana del Tempo Ordinario - Anno C - Commento al Vangelo

...
(continua)

don Alessandro Farano     (Omelia del 13 Febbraio 2022)
Domenica VI del Tempo Ordinario - Anno C - Lectio Divina

...
(continua)

don Roberto Seregni     (Omelia del 13 Febbraio 2022)
Beati voi poveri
Qualche settimana fa, mentre rientravo camminando alla casa parrocchiale, ho visto tre bambine che stavano rovistando tra la spazzatura davanti al mercato di San Pedro. Mi sono fermato e le ho salutate, la maggiore delle tre sorelle mi ha riconosciuto e mi ha dato un forte abbraccio. Mi racconta che ...
(continua)
don Claudio Luigi Fasulo     (Omelia del 17 Febbraio 2019)
Audio commento a Lc 6,17.20-26

...
(continua)

Omelie.org (bambini)     (Omelia del 17 Febbraio 2019)

Tutto quello che faremo riuscirà bene! Che bell'augurio ci fa oggi il Signore! Chi di noi quando decide di fare qualcosa non spera in un'ottima riuscita? Se iniziamo un disegno, lo immaginiamo nella nostra mente e ci sembra bellissimo, così ci impegniamo perché finito sia proprio come lo avevamo im ...
(continua)
don Claudio Luigi Fasulo     (Omelia del 13 Febbraio 2022)
E poi... basterebbe ascoltarlo un po' di più!

...
(continua)

don Gaetano Luca (Amore)     (Omelia del 17 Febbraio 2019)

...
(continua)

mons. Erio Castellucci diocesi di Modena-Nonantola     (Omelia del 17 Febbraio 2019)
Beati voi poveri, perché vostro è il Regno di Dio

...
(continua)

Omelie.org (bambini)     (Omelia del 13 Febbraio 2022)

Buona domenica ragazzi. Se avete ascoltato bene, le letture di questa mattina, in particolare la prima lettura del profeta Geremia e il Vangelo di Luca, ci mostrano due modi di vivere: fidandoci o non fidandoci del Signore. Voi vi fidate di qualcuno? Certamente dei genitori, dei nonni, dei fratel ...
(continua)
don Maurizio Prandi     (Omelia del 17 Febbraio 2019)
Una parola per chiunque!
Possiamo leggere il vangelo di oggi in continuità con quanto abbiamo ascoltato domenica scorsa. Sento infatti che c'è un bel collegamento tra le beatitudini di oggi e la vicenda di Pietro e dei suoi compagni, questo collegamento lo chiamo così: dal fallimento alla speranza.
Ricordate com ...

(continua)
Wilma Chasseur     (Omelia del 17 Febbraio 2019)
Audio commento alla liturgia - Lc 6,17.20-26
Clicca qui per scaricare il commento in formato MP3.

Per ascoltare il commento, clicca sul play sulla sinistra del lettore:

(continua)

don Maurizio Prandi     (Omelia del 13 Febbraio 2022)
Un Dio incontrabile
Gesù parla, dice il vangelo, da un luogo pianeggiante; era sul monte, dove tra i discepoli ne ha scelti dodici dopo una notte intera passata in preghiera; sappiamo bene che il monte, nella Bibbia è il luogo dell'incontro con Dio e il vangelo di oggi ci dice una cosa bella: che per non rimanere per c ...
(continua)
don Nicola Salsa     (Omelia del 13 Febbraio 2022)
Beati i poveri, guai ai ricchi (Lc 6,17.20-26)

...
(continua)

don Giovanni Berti     (Omelia del 17 Febbraio 2019)
Dio ha un debole per i deboli
Clicca qui per la vignetta della settimana. "La bella notizia è che Dio ha un debole per i deboli" Ho trovato questo bellissimo passaggio sintetico in un commento di padre Ermes Ronchi nel suo commento a questa pagina evangelic ...
(continua)
Frati Minori Cappuccini     (Omelia del 13 Febbraio 2022)
Commento su Luca 6,17.20-26

...
(continua)

padre Fernando Armellini     (Omelia del 13 Febbraio 2022)
Videocommento su Lc 6,17.20-26

...
(continua)

padre Maurizio De Sanctis     (Omelia del 13 Febbraio 2022)
Il segreto della felicità... è Lui!

...
(continua)

mons. Roberto Brunelli     (Omelia del 17 Febbraio 2019)
Chi sono i ricchi, chi sono i poveri
"C'era gran folla di suoi discepoli e gran moltitudine di gente da tutta la Giudea, da Gerusalemme e dal litorale di Tiro e Sidone". Gesu? e? in Galilea; per ascoltarlo vengono anche da lontano (Gerusalemme e? a oltre cento chilometri) e persino dall'estero (Tiro e Sidone sono citta? del Libano) e i ...
(continua)
mons. Roberto Brunelli     (Omelia del 13 Febbraio 2022)
Ricchi e poveri: non è questione di portafoglio
Geografia del vangelo: nel brano di oggi (Luca 6,20-26) troviamo termini geografici non a tutti familiari. Vi si legge che "C'era gran folla di suoi discepoli e gran moltitudine di gente da tutta la Giudea, da Gerusalemme e dal litorale di Tiro e Sidone". Gesù è in Galilea; per ascoltarlo vengono an ...
(continua)
Wilma Chasseur     (Omelia del 17 Febbraio 2019)
Dov'è il tuo tesoro?
La prima lettura del profeta Geremia è forte: "maledetto l'uomo che confida nell'uomo e mette nelle cose visibili il suo sostegno e benedetto l'uomo che confida nel Signore e mette in Lui la sua fiducia". Alzi la mano chi mette la sua fiducia solo e interamente sul Signore e non sulle cose visibili, ...
(continua)
don Domenico Bruno     (Omelia del 13 Febbraio 2022)
Il nostro audio quotidiano
Gesù, disceso con i Dodici, si fermò in un luogo pianeggiante. C'era gran folla di suoi discepoli e gran moltitudine di gente da tutta la Giudea, da Gerusalemme e dal litorale di Tiro e di Sidòne. Ed egli, alzàti gli occhi verso i suoi discepoli, diceva: «Beati voi, poveri, perché vostro è il ...
(continua)
don Alberto Brignoli     (Omelia del 17 Febbraio 2019)
Beata povertà!
Siamo sinceri: chi di noi, anche solo una volta, una volta sola nella vita, non ha invidiato chi aveva più soldi di lui? Sfido chiunque a dire che non è così. L'avremo fatto in maniera più o meno esplicita, più o meno leggera, più o meno convinta, più o meno rabbiosa. L'avremo detto magari anche sol ...
(continua)
don Alberto Brignoli     (Omelia del 13 Febbraio 2022)
Buoni e cattivi
Non sono "dentro" il mondo della scuola, per cui non so dire se sia ancora così; ma ai miei tempi - quando il concetto di "discriminazione" non esisteva ancora, e gli episodi di quello che ora viene identificato come "bullismo" si risolvevano con un semplice "Lo dico alla mia mamma" - c'era un gioco ...
(continua)
don Marco Pozza     (Omelia del 17 Febbraio 2019)
Quasi quasi mollo tutto e divento felice
L'Uomo è partito: ciò che resta, d'ora innanzi, sarà capire se quell'Uomo sia un folle oppure un santo. Lui, nel frattempo, dice d'essere Iddio: pressa il tempo e minaccia le fondamenta, alza i tappeti e fruga nei sottoscala, alza gli occhi e il mondo si illumina. "Quasi quasi mollo tutto e divento ...
(continua)
don Luciano Cantini     (Omelia del 17 Febbraio 2019)
Rallegratevi ed esultate
Rallegratevi in quel giorno
Papa Francesco ha preso spunto proprio dalle "beatitudini" per dare un titolo alla sua Esortazione sulla chiamata alla santità nel mondo contemporaneo, sostenendo che il Signore ci vuole santi e non si aspetta che ci accontentiamo di un'esistenza mediocre, ...

(continua)
fr. Massimo Rossi     (Omelia del 17 Febbraio 2019)
Commento su Luca 6,17.20-26
Eccoci alle beatitudini di san Luca...meno famose di quelle di Matteo... e completate da quelle che potremmo chiamare le "maletitudini"... (che invece Matteo tace). In verità non si tratta di un'aggiunta particolarmente significativa; è piuttosto un m ...
(continua)
fr. Massimo Rossi     (Omelia del 13 Febbraio 2022)
Commento su Luca 6,17.20-26
Eccoci alla pagina delle Beatitudini, nella versione di san Luca, parecchio diversa da quella più conosciuta di Matteo: il Vangelo di oggi potremmo chiamarlo il "discorso delle Beatitudini e delle Maletituidini", o "dei guai"; dopo aver dichiarato Beat ...
(continua)
fr. Massimo Rossi     (Omelia del 13 Febbraio 2022)
Commento su Luca 6,17.20-26
Il ciclo domenicale delle letture di Quaresima 2022 prevede oggi il Vangelo della Trasfigurazione, nella versione di Luca; leggetela attentamente, scoprirete particolari inediti, rispetto a quelle di Matteo e Marco. Dal terzo evangelista apprendiamo il motivo per il quale Gesù condusse Pietro, Giaco ...
(continua)
Missionari della Via     (Omelia del 17 Febbraio 2019)

Le beatitudini sono le parole più belle e più alte mai pronunciate, parole non di uomini, ma di Dio stesso, che proclama il suo desiderio: che siamo beati, felici, pienamente realizzati. E nel suo farsi uomo, ci mostra e ci indica con la sua vita e con le sue parole il modo di esserlo. Le sue parole ...
(continua)
Missionari della Via     (Omelia del 13 Febbraio 2022)

Il Vangelo di oggi ci parla di Beatitudine, di felicità. Chi non vuole essere felice? Tutti vogliamo essere felici, chi magari cerca la felicità nel lavoro, chi nei soldi, chi nel potere, chi nell'amore, anche chi ruba, a modo suo, vuol possedere per essere felice. «Noi tutti certamente bramiamo ...
(continua)
don Giacomo Falco Brini     (Omelia del 13 Febbraio 2022)
Realizzarsi secondo il Vangelo
Gesù alzò gli occhi verso i suoi discepoli (Lc 6,20). C'era tanta altra gente quel giorno, ma se Luca sottolinea la direzione del suo sguardo, non c'è possibilità di altra interpretazione: le parole che seguono sono per coloro che intendono essere suoi discepoli. Esse sono come i dettagli che ...
(continua)
diac. Vito Calella     (Omelia del 17 Febbraio 2019)
In marcia!
È felice chi è in cammino Quando Gesù pronunciò le beatitudini parlò in aramaico. Probabilmente disse: «"In marcia" voi poveri, "in marcia" voi che ora avete fame, "in marcia" voi che ora piangete, continuate a camminare, quando vi perseguiteranno». Secondo il biblista André Chouraqui ...
(continua)
don Mario Simula     (Omelia del 13 Febbraio 2022)
"Beato", se confidi; "guai", se basti a te stesso
Il cuore di Dio, in certi momenti, attraversa crisi profonde. Prende atto della cattiveria dell'uomo che confida in se stesso e non sa vedere, oltre se stesso, alcuna risorsa per vivere il bene. Quest'uomo autosufficiente, presuntuoso, chiuso nel suo mondo, solitario nell ...
(continua)
Luca Rubin     (Omelia del 17 Febbraio 2019)
Beati voi, Guai a voi
Gesù, disceso con i Dodici, si fermò in un luogo pianeggiante. C'era gran folla di suoi discepoli e gran moltitudine di gente da tutta la Giudea, da Gerusalemme e dal litorale di Tiro e di Sidòne. Questa introduzione è importante. Gesù discende, sta in mezzo alla gente, alla folla. Ge ...
(continua)
don Lucio D'Abbraccio     (Omelia del 17 Febbraio 2019)
Beati i poveri e guai a voi, ricchi!
Oggi, 6° domenica del tempo ordinario, e domenica prossima ascolteremo dal vangelo di Luca, capitolo sesto, quello che comunemente è chiamato il discorso della montagna, che ha inizio con le «beatitudini». Notiamo come Gesù per ben quattro volte usa l'espressione «Beati voi...», e altr ...
(continua)
Paolo De Martino     (Omelia del 13 Febbraio 2022)
Il sogno di Dio? La tua felicità!
All'inizio della vita pubblica di Gesù, gli evangelisti palano di una grande riunione di folle venute dal mondo ebraico e dai territori pagani. Luca fa di questa riunione la cornice di un discorso nel quale Gesù traccia i primi orientamenti del suo insegnamento: è il grande discorso della pianura. ...
(continua)
don Antonino Sgrò     (Omelia del 13 Febbraio 2022)
È la relazione con Cristo che rende beati
Gesù, sceso in un luogo pianeggiante, alza gli occhi verso i discepoli. In questo duplice movimento cogliamo la divina pedagogia del Maestro, che sceglie di abbassarsi per rendere accessibile a noi la suprema legge dell'amore e nel contempo ci racchiude nel medesimo sguardo che Egli eleva al Padre, ...
(continua)
Paolo Curtaz     (Omelia del 11 Settembre 2013)
Commento su Lc 6,20-26
Luca riprende Matteo e il suo discorso della montagna con la strabiliante pagina delle beatitudini. Ma aggiunge qualcosa di suo, scoperto nella sua lunga e meticolosa indagine sull'origine della fede che egli ha conosciuto attraverso la predicazione di Saulo. Sintetizza le beatitudini e aggiunge qua ...
(continua)
don Carlo Occelli     (Omelia del 09 Settembre 2020)
Commento al Vangelo 9 settembre 2020

...
(continua)

Paolo Curtaz     (Omelia del 10 Settembre 2014)

Riecco la pagina delle Beatitudini: la carta costituzionale del Regno, il manuale di comportamento del discepolo, il libretto di istruzioni per la felicità... Quasi sempre dimenticate da noi cattolici, ancora ben legati al Decalogo del primo testamento, rischiamo di perderci una delle indicazioni pi ...
(continua)
Paolo Curtaz     (Omelia del 09 Settembre 2015)

L'evangelista Luca riprende in mano la splendida pagina delle Beatitudini in Matteo e la semplifica, aggiungendo alle quattro beatitudini quattro "guai". Luca contrappone due stili di vita ribaltando le nostre prospettive. Nella logica del mondo sono beati e fortunati quanti vivono la vita che, inve ...
(continua)
don Nicola Salsa     (Omelia del 11 Settembre 2019)
Cosa sei disposto a rischiare per ciò in cui credi?

...
(continua)

don Nicola Salsa     (Omelia del 09 Settembre 2020)
Beati i poveri, vostro è il Regno

...
(continua)

don Giampaolo Centofanti     (Omelia del 09 Settembre 2020)

La debolezza ci mette nela necessità più evidente di chiedere aiuto a Dio e agli uomini, ci può aiutare a comprendere le fragilità altrui. E noi siamo realmente figli, creature bisognose di Dio. Che inganno invece pensare di essere autosufficienti, capaci di gestire la nostra vita da soli. Su questa ...
(continua)
don Marco Scandelli     (Omelia del 09 Settembre 2020)
#2minutiDiVangelo - Mercoledì 9/9 - Si è beati quando ci si accorge che Dio si prende cura di noi!
Commento al Vangelo di mercoledì 9 settembre 2020 - XXIII settimana del Tempo Ordinario - a cura di don Marco Scandelli #2minutiDiVangelo Luca 6 20-26 Si è beati se ci si lascia servire, coccolare, amare da Gesù. Mentre si vive "nei guai" quando si pensa e ci si illude di essere autosuffici ...
(continua)
don Walter Magni     (Omelia del 16 Luglio 2017)
O Signore, nostro Dio, quanto è grande il tuo nome su tutta la terra
La Parola di Dio oggi ci ricorda che siamo tutti degli inguaribili cercatori del volto di Dio. Qualcuno ricorderà le parole dell'Innominato, il feroce e potente assassino descritto da A. Manzoni ne I promessi sposi. Incontrando il cardinale Federigo Borromeo, questi gli dice: "Dio v'ha toccat ...
(continua)
don Angelo Casati     (Omelia del 16 Luglio 2017)
Nessun divieto di accesso
E' intrigante l'accostamento che oggi opera la liturgia: la legge data a Mosè sul monte e le parole affidate ai discepoli da Gesù nella pianura. Basterebbe uno degli episodi a sollecitare la nostra riflessione. Non possiamo raccogliere se non frammenti. Di Mosè ci è stato raccontato che sale una sec ...
(continua)
don Angelo Casati     (Omelia del 12 Luglio 2020)
Dalla cavità di una rupe
Vorrei iniziare il mio commento con voi dalla lettura dell'Esodo: il nostro brano è parte di un contesto di rara bellezza: Mosè da una parte, e Dio che gli parla nella tenda e poi sul monte. Tra montagna e falde del monte accadono parole e gesti che da un lato illuminano e dall'altro riempiono di do ...
(continua)
don Roberto Rossi     (Omelia del 24 Febbraio 2019)
Nessuno è nemico, tutti sono fratelli
Sono tutti capaci di andare dietro agli istinti, alla mentalità mondana, al nuovo paganesimo che si diffonde continuamente. Sono tutti capaci di arrabbiarsi, di litigare, di offendere, di portare avanti rapporti di contrapposizione, di antagonismo, di litigiosità. Ma la vera grandezza d'animo è quel ...
(continua)
don Roberto Rossi     (Omelia del 20 Febbraio 2022)
Amare... chi? Come?

...
(continua)

don Roberto Rossi     (Omelia del 20 Febbraio 2022)
Non ci sono nemici... ci sono solo fratelli
Il mondo vive situazioni di forti contrasti, guerre, contrapposizioni, lotte, rivalità per aumentare il proprio potere. Ma anche nella vita semplice di ciascuno di noi, ci accorgiamo di avere tensioni, nervosismi, aggressività, a volte anche atteggiamenti di cattiveria gli uni verso gli altri. Siamo ...
(continua)
Paolo Curtaz     (Omelia del 24 Febbraio 2019)
Video commento a Lc 6,27-38

...
(continua)

padre Gian Franco Scarpitta     (Omelia del 24 Febbraio 2019)
L'esempio è quello di Dio
Il re Saul lo stava perseguitando a morte per motivi di gelosia nei suoi confronti e Davide è stato costretto sempre a scappare e a trovare svariati rifugi per fuggire alla cattura e alla morte. Adesso ha trovato riparo in una caverna. Ha occasione di farlo uccidere facendo colpire alla spalle il su ...
(continua)
Omelie.org - autori vari     (Omelia del 24 Febbraio 2019)

COMMENTO ALLE LETTURE Commento a cura di Lucia Piemontese Nel Vangelo odierno, Gesù pone al centro il comandamento dell'amore ai nemici e della misericordia. Il contesto è ancora quello del "discorso della pianura", dopo la proclamazione delle beatitudini, secondo la versione luca ...
(continua)
don Claudio Doglio     (Omelia del 24 Febbraio 2019)
Video commento a Lc 6,27-38

...
(continua)

Paolo Curtaz     (Omelia del 12 Settembre 2013)
Commento su Lc 6,27-38
Luca riprende e riassume il lungo discorso della montagna che Matteo riporta per tre capitoli del suo vangelo. Lo fa citando solo l'essenziale: la gratuità del dono, la pace come criterio di giudizio, l'amore da donare senza condizioni, utilizzando il paradosso dello schiaffo ricevuto senza opposizi ...
(continua)
don Carlo Occelli     (Omelia del 10 Settembre 2020)
Commento al Vangelo 10 settembre 2020

...
(continua)

Paolo Curtaz     (Omelia del 11 Settembre 2014)

Ci ricordessimo più spesso di questa pagina! Eppure è chiara, evidente, Gesù va dritto al cuore della questione: con la misura con cui misuriamo agli altri sarà misurato anche a noi. Quando giudichiamo senza pietà, quando esprimiamo giudizi taglienti, quando usiamo sempre e solo il nostro ego come m ...
(continua)
don Carlo Occelli     (Omelia del 10 Settembre 2020)
Commento al Vangelo 10 settembre 2020

...
(continua)

Paolo Curtaz     (Omelia del 10 Settembre 2015)

Restiamo ulteriormente spiazzati dalla versione lucana delle beatitudini e dal discorso della montagna. Se già Matteo ci aveva messi in crisi per le parole del Signore Gesù, che riprende alcune delle norme consolidate e riconosciute dai giudei e le riporta all'essenziale, contestandole, Luca pigia a ...
(continua)
don Carlo Occelli     (Omelia del 09 Settembre 2021)
Commento al Vangelo 9 settembre 2021

...
(continua)

don Domenico Luciani     (Omelia del 24 Febbraio 2019)
Video commento su Lc 6,27-38

...
(continua)

don Giorgio Zevini     (Omelia del 24 Febbraio 2019)
Video Commento a Lc 6, 27-38

...
(continua)

don Gianfranco Calabrese     (Omelia del 20 Febbraio 2022)
Video commento su Luca 6,27-38

...
(continua)

don Gianfranco Calabrese     (Omelia del 20 Febbraio 2022)
Video commento su Luca 6,27-38

...
(continua)

padre Paul Devreux     (Omelia del 20 Febbraio 2022)

Domenica scorsa Gesù ha detto che il povero è beato, cioè colui che riconosce di avere bisognoso dell'altro. Oggi Gesù parla ai suoi discepoli e dice:
«A voi che ascoltate, io dico:
Ascoltare nel senso di dargli retta e provare a mettere in pratica ciò che suggerisce.

Amate i ...
(continua)

don Roberto Fiscer     (Omelia del 24 Febbraio 2019)
#StradeDorate - Commento su Luca 6,27-38

...
(continua)

padre Ermes Ronchi     (Omelia del 24 Febbraio 2019)
Il Signore elimina il concetto di nemico
Gesù ha appena proiettato nel cielo della pianura umana il sogno e la rivolta del Vangelo. Ora pronuncia il primo dei suoi "amate". Amate i vostri nemici. Lo farai subito, senza aspettare; non per rispondere ma per anticipare; non perché così vanno le cose, ma per cambiarle. La sapienza umana però ...
(continua)
Diocesi di Vicenza     (Omelia del 24 Febbraio 2019)
La Parola - Commento al Vangelo di Luca (Lc 6,27-38)

...
(continua)

padre Ermes Ronchi     (Omelia del 20 Febbraio 2022)
Dare e avere I conti di Dio non sono come i nostri
Domenica scorsa Gesù aveva proiettato nel cielo della pianura umana un sogno: beati voi poveri, guai a voi ricchi; oggi sgrana un rosario di verbi esplosivi. Amate è il primo; e poi fate del bene, benedite, pregate. E noi pensiamo: fin qui va bene, sono cose buone, ci sta. Ma quello che mi scarnific ...
(continua)
Diocesi di Vicenza     (Omelia del 20 Febbraio 2022)
La Parola - Commento al Vangelo di Luca (Lc 6,27-38)

...
(continua)

Missionari della Via     (Omelia del 20 Febbraio 2022)
Amate e siate misericordiosi

...
(continua)

padre Gian Franco Scarpitta     (Omelia del 20 Febbraio 2022)
Non solo perdonare i nemici, ma anche amarli
Il "discorso della pianura" di cui abbiamo preso visione la settimana scorsa ci dimostra come Dio capovolga tutte le aspettative propriamente terrene per inculcare una cultura del tutto differente dell'essere e dell'agire. Proseguendo adesso lo stesso discorso che ispira sapienza divina, tale capovo ...
(continua)
Sulla strada - TV2000     (Omelia del 24 Febbraio 2019)
Commento su Luca 6,27-38

...
(continua)

don Fabio Rosini     (Omelia del 24 Febbraio 2019)
Audio commento al Vangelo del 24 febbraio

...
(continua)

padre Antonio Rungi     (Omelia del 24 Febbraio 2019)
I verbi del vocabolario cristiano
La parola di Dio della settima domenica del tempo ordinario ci invita a fare un po' di esercizio della lingua italiana, coniugando vari verbi, che si trovano nella religione cristiana e soprattutto nel vangelo. Prendiamo in mano il testo del Vangelo di Luca e troviamo messe in bocca a Gesù espressio ...
(continua)
don Fabio Rosini     (Omelia del 20 Febbraio 2022)

...
(continua)

padre Antonio Rungi     (Omelia del 20 Febbraio 2022)
Amare, perdonare, pregare, donare: i quattro verbi dell'etica cristiana
La parola di Dio di questa settima domenica del tempo ordinario ci presenta una serie di indicazioni di marcia, su cui noi cristiani dobbiamo camminare, sull'esempio di Gesù Cristo. Raccomandazioni che spaziano dall'amore, alla misericordia, alla giustizia, alla gratuità, alla verità e a quanto è ut ...
(continua)
Casa di Preghiera San Biagio FMA     (Omelia del 24 Febbraio 2019)
Commento su Lc 6,27-31
«Gesù disse ai suoi discepoli: "A voi che ascoltate, io dico: amate i vostri nemici, fate del bene a quelli che vi odiano, benedite coloro che vi maledicono, pregate per coloro che vi trattano male. A chi ti percuote sulla guancia, offri anche l'altra; a chi ti strappa il mantello, non rifiutare ...
(continua)
Omelie.org - autori vari     (Omelia del 20 Febbraio 2022)

COMMENTO ALLE LETTURE Commento a cura di padre Gianmarco Paris Continuiamo in questa domenica ad ascoltare il discorso che Gesù ha cominciato domenica scorsa proclamando beati i poveri e mettendo in guardia i ricchi. Parole che stanno oltre ogni logica umana e non ammettono nessun ...
(continua)
Agenzia SIR     (Omelia del 24 Febbraio 2019)

Dopo averci presentato - domenica scorsa - nelle "beatitudini" e nei "guai", il fondamento della vita cristiana, consistente nel "confidare" solo in Dio e non nelle ricchezze o nelle potenze di questa terra, oggi la Paola di Dio ci indica il secondo passo che è anche più impegnativo e più alt ...
(continua)
Monaci Benedettini Silvestrini     (Omelia del 09 Settembre 2021)
Il Vangelo che non necessita commenti
In quel tempo Gesù disse ai suoi discepoli: "A voi che mi ascoltate io dico: Amate i vostri nemici, fate del bene a quelli che vi odiano. Benedite quelli che vi maledicono, pregate per quelli che vi fanno del male. Se qualcuno ti percuote su una guancia, presentagli anche l'altra. Se qualcuno ti str ...
(continua)
don Alessandro Farano     (Omelia del 02 Settembre 2021)
Giovedì - XXIII del Tempo Ordinario - Anno B - Commento al Vangelo

...
(continua)

don Alessandro Farano     (Omelia del 20 Febbraio 2022)
Commento al Vangelo Lc 6,27-38

...
(continua)

don Roberto Seregni     (Omelia del 20 Febbraio 2022)
Siate misericordiosi
Non so se vi è mai successo di svegliarvi nel pieno della notte per una scossa di terremoto, sentire il materasso sussultare, lo strepito dei vetri negli infissi e le urla dei vicini... A me è successo varie volte. Lima è una città altamente sismica e, come i suoi cittadini, ama ballare soprattutto ...
(continua)
don Claudio Luigi Fasulo     (Omelia del 24 Febbraio 2019)
Audio commento a Lc 6,27-38

...
(continua)

don Claudio Luigi Fasulo     (Omelia del 20 Febbraio 2022)
Fare sempre il primo passo

...
(continua)

Omelie.org (bambini)     (Omelia del 24 Febbraio 2019)

Buon giorno ragazzi! Avete ascoltato la preghiera di Colletta che il sacerdote ha letto dopo il canto del Gloria? A me ha colpito proprio tanto perché il sacerdote, a nome nostro, ha chiesto a Dio questa cosa: "Padre clementissimo, che nel tuo unico Figlio ci riveli l'amore gratuito e universale, do ...
(continua)
don Gaetano Luca (Amore)     (Omelia del 24 Febbraio 2019)

...
(continua)

mons. Erio Castellucci diocesi di Modena-Nonantola     (Omelia del 24 Febbraio 2019)
Amate i vostri nemici

...
(continua)

Omelie.org (bambini)     (Omelia del 20 Febbraio 2022)

Carissimi bambini oggi Gesù ci offre un insegnamento che soltanto ad ascoltarlo ci mette in imbarazzo. Non usa mezzi termini, ma ci dice a chiare note chi è il vero cristiano e che cosa deve fare: "Amate i vostri nemici, fate del bene a coloro che vi odiano, benedite coloro che vi maledicono, pregat ...
(continua)
don Nicola Salsa     (Omelia del 12 Settembre 2019)
Perdona per non diventare come chi ti ha fatto del male

...
(continua)

don Maurizio Prandi     (Omelia del 24 Febbraio 2019)
Di terra e di cielo
L'orizzonte nel quale ci stiamo muovendo da qualche settimana a questa parte è quello della smisuratezza dell'amore di Dio; un Dio esagerato lo abbiamo definito e a maggior ragione oggi possiamo dirlo, dopo aver ascoltato una pagina di vangelo che invita a cose che appaiono assurde, in ...
(continua)
Wilma Chasseur     (Omelia del 24 Febbraio 2019)
Audio commento alla liturgia - Lc 6,27-38
Clicca qui per scaricare il commento in formato MP3.

Per ascoltare il commento, clicca sul play sulla sinistra del lettore:

(continua)

don Nicola Salsa     (Omelia del 10 Settembre 2020)
Ama il tuo nemico

...
(continua)

don Maurizio Prandi     (Omelia del 20 Febbraio 2022)
Misericordiosi, per dare alla luce
Appena ascoltata questa pagina di Vangelo, a qualcuno è venuto spontaneo partire dalla fine, come dire che tutto quello che Gesù ci propone è possibile soltanto alla luce di una promessa che è quella misura buona, pigiata, scossa e traboccante che ci viene versata nel grembo. Grazie a Nora siamo par ...
(continua)
don Nicola Salsa     (Omelia del 09 Settembre 2021)
Amate i vostri nemici (Lc 6,27-38)

...
(continua)

don Nicola Salsa     (Omelia del 20 Febbraio 2022)
Amate i vostri nemici (Lc 6,27-38)

...
(continua)

don Alfonso Giorgio Liguori     (Omelia del 20 Febbraio 2022)
Siate misericordiosi, come è misericordioso il Padre vostro

...
(continua)

don Giovanni Berti     (Omelia del 24 Febbraio 2019)
Una Vita Da Dio
Clicca qui per la vignetta della settimana. Un buon insegnante secondo me non è solo quello che conosce bene la propria materia ma è colui che la sa trasmettere a chi impara nel modo giusto. Si tratti di scuola, arte, danza, mus ...
(continua)
Frati Minori Cappuccini     (Omelia del 20 Febbraio 2022)
Commento su Luca 6,27-38

...
(continua)

padre Fernando Armellini     (Omelia del 20 Febbraio 2022)
Videocommento su Lc 6,27-38

...
(continua)

don Marco Scandelli     (Omelia del 09 Settembre 2021)
#2minutiDiVangelo - Giovedì XXIII TO - Non giudicare, non condannare e perdonare: il compimento dell'amore
Commento al Vangelo del XXIII giovedì del TO - a cura di don Marco Scandelli #2minutiDiVangelo Lc 6 27-38

...
(continua)

mons. Roberto Brunelli     (Omelia del 24 Febbraio 2019)
Amare i nemici: un'utopia?
Il vangelo di oggi (Luca 6,27-38) è la diretta continuazione di quello di domenica scorsa. Alla folla accorsa a lui da ogni dove, Gesù espone i caratteri fondamentali della sua etica, cioè le regole di comportamento per chi vuole essere suo seguace. "Beati i poveri; guai ai ricchi", aveva detto, e i ...
(continua)
padre Maurizio De Sanctis     (Omelia del 20 Febbraio 2022)
Amate i vostri nemici... e se il nemico fossi tu stesso?

...
(continua)

don Domenico Bruno     (Omelia del 24 Febbraio 2019)
Ognuno dona ciò che ha nel cuore
Nel Vangelo di Lc 6,27-38, Gesù fa una sostanziale differenza tra chi segue Cristo e chi segue il mondo. Mentre coloro che seguono il mondo credono sia sufficiente perdonare chi ci ha fatto un torto, il Signore svela che il cristiano non può fermarsi a questo, ma deve superare perfino il perdono ste ...
(continua)
mons. Roberto Brunelli     (Omelia del 20 Febbraio 2022)
Il Padre modello di comportamento
Nel vangelo di domenica scorsa si è visto che alla folla accorsa a lui da ogni dove, Gesù ha esposto i caratteri fondamentali della sua etica, cioè le regole di comportamento per chi vuole essere suo seguace. "Beati i poveri; guai ai ricchi", aveva detto, e il seguito chiarisce che non è una questio ...
(continua)
Wilma Chasseur     (Omelia del 24 Febbraio 2019)
L'Everest del cristianesimo
Ahimè, il cammino si fa sempre più arduo e in salita, da rimanere senza fiato! Questo è "l'Everest del cristianesimo," come lo definisce don Domenico Machetta.Se il Vangelo di domenica scorsa era difficilissimo, questo di oggi è addirittura impossibile. Mi viene da pensare che sarà riferendosi a que ...
(continua)
don Alberto Brignoli     (Omelia del 24 Febbraio 2019)
E il mio premio?
"Non giudicate e non sarete giudicati; non condannate e non sarete condannati; perdonate e sarete perdonati. Date e vi sarà dato: una misura buona, pigiata, colma e traboccante vi sarà versata nel grembo, perché con la misura con la quale misurate, sarà misurato a voi in cambio". E poco prima: "Come ...
(continua)
don Alberto Brignoli     (Omelia del 20 Febbraio 2022)
Io penso positivo!
Se qualcuno ci chiedesse di trovare una differenza tra la morale dell'Antico Testamento e quella del Nuovo Testamento, un brano di Vangelo come quello che abbiamo ascoltato oggi ci offrirebbe la miglior risposta possibile. Se, infatti, consideriamo le Dieci Parole dell'Alleanza (quelle che conosciam ...
(continua)
don Marco Pozza     (Omelia del 24 Febbraio 2019)
La teoria della razza (nuova)
Le sue parole sono nude, piane, scarne: nessuna traccia di filosofia. Dopo queste parole è chiaro al mondo che l'Uomo finirà male: non poteva che finire così la storia dell'Uomo che predicava l'Amore ad oltranza. L'uomo che sognava di far nascere al mondo la razza-pura del Cielo. Dopo le bestie i ba ...
(continua)
don Luciano Cantini     (Omelia del 24 Febbraio 2019)
Coi piedi sulla terra
A voi che ascoltate
Gesù, dopo aver parlato nella sinagoga a Nazareth, alla folla e ai discepoli radunati in un luogo pianeggiante, parla a voi che ascoltate. Il Signore parla, ma non tutti sono disposti ad ascoltare, si può affermare che Egli focalizza le sue parole unicamente su ...

(continua)
fr. Massimo Rossi     (Omelia del 24 Febbraio 2019)
Commento su Luca 6,27-38
In occasione del Giubileo straordinario del 2000 - son già passati vent'anni! come vola il tempo! -, si parlò molto e si scrisse ancora di più sulla differenza cristiana. Un mio confratello sostiene di non averla mai trovata sta differenza cristiana... Credo che la differenza cristiana si p ...
(continua)
fr. Massimo Rossi     (Omelia del 20 Febbraio 2022)
Commento su Luca 6,27-38
Domenica scorsa abbiamo riflettuto sulla distinzione tra poveri e ricchi presente in ogni forma di società, distinzione che diventa distanza, una distanza in costante aumento, purtroppo: l'economia è al servizio della crescita: crescita del PIL, crescita dell'occupazione, crescita degli inves ...
(continua)
don Luca Garbinetto     (Omelia del 20 Febbraio 2022)
La misura colma e traboccante
Una donna va al mercato, ad acquistare grano, da utilizzare per fare il pane e nutrire tutta la famiglia.
Oppure per seminare ancora, dopo aver mietuto quanto già maturo. Non ci sono buste o contenitori moderni, le ceste hanno i buchi, possono cadere i grani. Ma c'è l'inseparabile grembi ...

(continua)
don Michele Cerutti     (Omelia del 02 Ottobre 2016)

Anche in questa domenica ci lasciamo scuotere dalle testimonianze che arrivano da diverse parti del mondo per mostrare come il fregiarsi del nome cristiano non è semplice e molte volte può essere scomodo.
In questo tempo dell'anno la liturgia ambrosiana conteggia le domeniche successive al Mart ...

(continua)
Missionari della Via     (Omelia del 24 Febbraio 2019)

Dopo le beatitudini prosegue il discorso di Gesù sulla vita del discepolo, del cristiano.
Il capitolo 6 di Lc che stiamo meditando era usato dalla Chiesa antica come catechesi battesimale. Nelle parole di Gesù ivi contenute c'è tutto, specie in quel "siate misericordiosi come il Padre", ...

(continua)
don Giampaolo Centofanti     (Omelia del 10 Settembre 2020)

Vari doni possono aprire alla sequela di Gesù. Tra questi per esempio la gioia di amare, la fiducia nell'aiuto di Dio, la speranza che Dio è il Dio che viene a portarci sulla via della felicità. Oggi vorrei evidenziare una grazia che quando viene effusa può persuadere profondamente a restare fedeli ...
(continua)
Missionari della Via     (Omelia del 20 Febbraio 2022)

Nel Vangelo di questa domenica siamo ad uno dei punti più alti della dottrina evangelica, un punto paradossale: l'amore al nostro nemico, a colui che mi schiaffeggia, a colui che mi ruba il vestito, a colui che mi costringe ad accompagnarlo un miglio, cioè a fare un lavoro oltre la misura massima. S ...
(continua)
don Giacomo Falco Brini     (Omelia del 20 Febbraio 2022)
Quell'amore altissimo nascosto bassissimo
Se le paradossali beatitudini di domenica scorsa, portale della vita cristiana, risultano ragionevoli solo alle orecchie degli aspiranti discepoli, quanto più le parole successive del vangelo di oggi. Il Signore Gesù alza l'asticella e chiarisce, a chi ha ancora voglia di ascoltarlo (Lc 6,27), quale ...
(continua)
don Walter Magni     (Omelia del 02 Ottobre 2016)
Signore, conservo nel cuore le tue parole
Il vangelo di oggi è tratto dal discorso della Pianura di Luca. Contrariamente a Matteo che descrive Gesù che sale su una montagna (Mt 5,1), Luca afferma che Gesù, "disceso con loro, si fermò in un luogo pianeggiante" (6,17). Come se con questa Sua discesa Gesù volesse raggiungere la n ...
(continua)
don Angelo Casati     (Omelia del 02 Ottobre 2016)
Più forte della morte è l'amore
Spero che mi perdonerete, ma la mia oggi sarà un'omelia un po' anomala. Oggi infatti avrei dovuto commentare il brano, che ora abbiamo ascoltato, dal vangelo di Luca. Ebbene poco più di un mese fa, in una domenica di fine agosto, noi abbiamo letto nella nostra liturgia il brano parallelo nella versi ...
(continua)
don Angelo Casati     (Omelia del 29 Settembre 2019)
Dove nascono i fiori?
Non è facile commentare queste pagine che chiedono un'apertura del cuore. Sono parole - diciamolo - anche scomode e uno dei modi più facili per svigorirne la forza sarebbe interpretare questi detti di Gesù come un modo di dire: si fa per dire. Per poi concludere che, nella realtà del vivere quotidia ...
(continua)
diac. Vito Calella     (Omelia del 24 Febbraio 2019)
Avere «grazia» per diventare sempre più figli dell'Altissimo
Le beatitudini ci invitano a partire dalla scuola dei poveri. La vita è un investimento per la felicità. La proposta cristiana consiste nel partire dalla scuola dei poveri, cioè di coloro che sono segnati da perdite dolorose di salute fisica e mentale, senza la sicurezza di soldi e di beni, ...
(continua)
diac. Vito Calella     (Omelia del 20 Febbraio 2022)
La regola d'oro e la misericordia del Padre per andare oltre l'uomo terreno
L'apostolo Paolo, scrivendo ai Corinzi, ci dice che il condizionamento dei nostri istinti egoistici convive con la forza dello Spirito Santo già presente e agente in ognuno di noi. Lo Spirito Santo ci è stato gratuitamente donato da Gesù, morto sulla croce e risuscitato, perché è attraverso questo ...
(continua)
don Domenico Bruno     (Omelia del 20 Febbraio 2022)
Un gesto d'amore disarma il nemico
?Se amate quelli che vi amano, quale gratitudine vi è dovuta? Anche i peccatori amano quelli che li amano. E se fate del bene a coloro che fanno del bene a voi, quale gratitudine vi è dovuta? Anche i peccatori fanno lo stesso. E se prestate a coloro da cui sperate ricevere, quale gratitudine vi è ...
(continua)
don Mario Simula     (Omelia del 24 Febbraio 2019)
Quella porta stretta che ci butta nel cuore di Dio
Il perdono rivela la misura colma di un cuore che sa fare spazio dentro di se, perché ognuno "vi trovi casa".
Ognuno. Anche il nemico. Anche chi ci fa del male. Anche chi ci mette in cattiva luce. Anche chi non è leale con noi.
La casa
(continua)
don Marco Scandelli     (Omelia del 10 Settembre 2020)
#2minutiDiVangelo - Giovedì 10/9 - Signore, almeno donami di pregare per coloro che mi fanno il male
Commento al Vangelo di giovedì 10 settembre 2020 - XXIII settimana del Tempo Ordinario - a cura di don Marco Scandelli #2minutiDiVangelo Luca 6 27-38 Se Gesù mi avesse chiesto di essere indifferente, si. Sarebbe andato bene. Se mi avesse detto di girar la faccia e non salutare, in modo da n ...
(continua)
Luca Rubin     (Omelia del 24 Febbraio 2019)
Il tessuto dell'amore
Una serie di fili intrecciati fittamente tra loro, vari colori che sfumano in un'armonia che lascia senza parole, e dà voce, finalmente, alla Parola: come un arazzo è la pagina di vangelo di oggi, e proprio perché è un intreccio straordinariamente equilibrato, non andremo a sfilacciare la trama, ma ...
(continua)
don Lucio D'Abbraccio     (Omelia del 24 Febbraio 2019)
Amate i vostri nemici
L'insegnamento di Gesù che abbiamo ascoltato nel vangelo di oggi, anche da molti che si dicono cristiani, è ritenuto impossibile da realizzare. Riusciamo noi a perdonare a chi ci fa del male? Riusciamo ad amare coloro che ci odiano? Riusciamo a benedire chi ci maledice e pregare per coloro che ci tr ...
(continua)
Paolo De Martino     (Omelia del 20 Febbraio 2022)
Il cuore della fede
Siamo al vertice del discorso della pianura con cui Gesù ha posto in mano la "magna charta" del suo Vangelo. Alla folla accorsa a lui da ogni parte, Gesù espone le regole di comportamento per chi vuole seguirlo. Si vede che vivete le beatitudini? Si vede che siete miei discepoli? Sono queste le prov ...
(continua)
don Antonino Sgrò     (Omelia del 20 Febbraio 2022)
Chi ama i nemici somiglia al Padre
Una serie interminabile di imperativi scandisce l'insegnamento di Gesù, che si configura come un incalzante invito ad optare per l'amore in ogni circostanza, fino alla sua manifestazione massima, ossia l'amore per il nemico. I termini estremi del discorso tracciano lo sfondo che rende possibili tali ...
(continua)
Paolo Curtaz     (Omelia del 25 Febbraio 2013)
Commento su Lc 6,36-38
Sulle labbra del Maestro sembra sempre tutto così semplice! L'invito alla conversione, l'accogliere la presenza di Dio nella nostra vita, comporta inevitabilmente un cambiamento. Un cambiamento che si nota, che si misura, un "fare" da cui non scaturisce la fede ma che la incarna e la manifesta. Siam ...
(continua)
Paolo Curtaz     (Omelia del 17 Marzo 2014)

Va bene la giustizia. E siamo chiamati ad essere coerenti, nel limite del possible. E ad essere figli della luce in mezzo ad una generazione degenere. Va bene anche denunciare le ingiustizie e difendere i deboli. Ma, ammonisce Gesù, alla fine l'unica cosa che conta veramente è la misericordia. Siamo ...
(continua)
Paolo Curtaz     (Omelia del 02 Marzo 2015)

Matteo, nei giorni scorsi, ha concluso il discorso della montagna chiedendoci di diventare perfetti come il Padre. Luca lo corregge leggermente e ci chiede di diventare misericordiosi come il Padre. La perfezione di Dio consiste nell'usare misericordia, nell'avere compassione, nell'accogliere il fig ...
(continua)
don Carlo Occelli     (Omelia del 01 Marzo 2021)
Commento al Vangelo 1 marzo 2021

...
(continua)

don Carlo Occelli     (Omelia del 14 Marzo 2022)
Commento al Vangelo 14 marzo 2022

...
(continua)

Casa di Preghiera San Biagio FMA     (Omelia del 13 Marzo 2017)
Commento su Lc 6, 37-38
«Non giudicate e non sarete giudicati; non condannate e non sarete condannati; perdonate e sarete perdonati. Date e vi sarà dato: una misura buona, pigiata, colma e traboccante vi sarà versata nel grembo, perché con la misura con la quale misurate, sarà misurato a voi in cambio».
Lc 6, 37-38 ...

(continua)
Casa di Preghiera San Biagio FMA     (Omelia del 26 Febbraio 2018)
Commento su Lc 6, 38
"Date e vi sarà dato: una misura buona, pigiata, colma e traboccante vi sarà versata nel grembo, perché con la misura con la quale misurate, sarà misurato a voi in cambio."
Lc 6, 38

Come vivere questa Parola?
Abbiamo bisogno ogni giorno di orientamenti che ci aiutino a tr ...

(continua)

don Alessandro Farano     (Omelia del 09 Marzo 2020)
Video commento al Vangelo - Lunedì - II Settimana di Quaresima - Anno A

...
(continua)

Casa di Preghiera San Biagio FMA     (Omelia del 18 Marzo 2019)
Commento su Lc 6,36-38
"In quel tempo, Gesù disse ai suoi discepoli: "siate misericordiosi, come è misericordioso è il Padre vostro. Non giudicate e non sarete giudicati; non condannate e non sarete condannati; perdonate e vi sarà perdonato; date e vi sarà dato; una buona misura, pigiata, scossa e traboccante vi sarà v ...
(continua)
don Alessandro Farano     (Omelia del 01 Marzo 2021)
Lunedì della II settimana di Quaresima - Commento al Vangelo

...
(continua)

Monaci Benedettini Silvestrini     (Omelia del 14 Marzo 2022)
Perdonate e vi sarà perdonato
Apriamo questa seconda settimana di quaresima con una esortazione molto interessante. "Siate misericordiosi, come è misericordioso il Padre vostro". Lo sappiamo, il vangelo di Luca viene chiamato vangelo della misericordia, perché più degli altri evangelisti, mette l'accento sulla misericordia. La m ...
(continua)
don Alessandro Farano     (Omelia del 14 Marzo 2022)
Lunedì - II settimana di Quaresima - Anno C - Commento al Vangelo

...
(continua)

don Nicola Salsa     (Omelia del 09 Marzo 2020)
Date e vi sarà dato

...
(continua)

don Nicola Salsa     (Omelia del 01 Marzo 2021)
Non giudicate e non sarete giudicati (Lc 6,36-38)

...
(continua)

don Nicola Salsa     (Omelia del 14 Marzo 2022)
Siate misericordiosi come Dio Padre (Lc 6,36-38)

...
(continua)

don Fabio Zaffuto     (Omelia del 09 Marzo 2020)
Nun c'è chiù nuddu ca' ti po' ncucchiari i tiesti! Nessuno ti può obbligare a fare la pace! Video commento su Lc 6,36-38

...
(continua)

don Domenico Bruno     (Omelia del 01 Marzo 2021)
Il nostro audio quotidiano
Ricevi ogni giorno il commento direttamente sul tuo telefono: unisciti al canale Telegram @annunciatedaitetti Resta aggiornato col sito: annunciatedaitetti.it Iscriviti ...
(continua)
don Domenico Bruno     (Omelia del 14 Marzo 2022)
Il nostro audio quotidiano
In quel tempo, Gesù disse ai suoi discepoli:?«Siate misericordiosi, come il Padre vostro è misericordioso.?Non giudicate e non sarete giudicati; non condannate e non sarete condannati; perdonate e sarete perdonati. Date e vi sarà dato: una misura buona, pigiata, colma e traboccante vi sarà versa ...
(continua)
don Marco Scandelli     (Omelia del 01 Marzo 2021)
#2minutiDiVangelo Lunedì II Quaresima - La misericordia è la forma di amore nei confronti di chi ci ha fatto del male
Commento al Vangelo del Lunedì II di Quaresima Anno B - a cura di don Marco Scandelli #2minutiDiVangelo ---- Lc 6 36-38 ---- Guardiamo le etimologie delle due parole. La parola amore (sebbene gli studiosi dicano che questa etimologia non è affatto probabile) deriva da a-mors, cioè sen ...
(continua)
Paolo Curtaz     (Omelia del 13 Settembre 2013)
Commento su Lc 6,39-42
La richiesta di Gesù è diventata proverbiale ed è colma di buon senso: come possiamo condurre un cieco se noi per primi siamo ciechi? Come possiamo togliere la pagliuzza dall'occhio del fratello se prima non togliamo la trave che portiamo nel nostro occhio? Quanto è vero ciò che dice il Signore! Ist ...
(continua)
don Carlo Occelli     (Omelia del 11 Settembre 2020)
Commento al Vangelo 11 settembre 2020

...
(continua)

Paolo Curtaz     (Omelia del 12 Settembre 2014)

Prima di accusare gli altri e di ergerci a giudici, dice il Signore, dobbiamo guardare nelle profondità del nostro cuore, analizzare la nostra vita con obiettività, usando gli stessi criteri con cui stiamo guardando alla vita degli altri. Il rischio, molto diffuso, è quello di essere sempre molto ac ...
(continua)
don Carlo Occelli     (Omelia del 10 Settembre 2021)
Commento al Vangelo 10 settembre 2021

...
(continua)

Paolo Curtaz     (Omelia del 11 Settembre 2015)

Il rischio c'è eccome. Quello di essere come delle guide cieche che conducono altri. Per cadere entrambi in un fosso. Siamo guide cieche quando pretendiamo di conoscere la strada, senza ammettere con umiltà che Cristo è l'unica via, siamo guide cieche, come spiega magnificamente il Signore, quando, ...
(continua)
don Alessandro Farano     (Omelia del 02 Settembre 2021)
Venerdì - XXIII del Tempo Ordinario - Anno B - Commento al Vangelo

...
(continua)

don Nicola Salsa     (Omelia del 13 Settembre 2019)
Imparare a guardarsi per aiutare a guardare

...
(continua)

don Nicola Salsa     (Omelia del 11 Settembre 2020)
Uno sguardo di misericordia

...
(continua)

don Nicola Salsa     (Omelia del 10 Settembre 2021)
Guardarsi per saper guardare (Lc 6,39-42)

...
(continua)

don Marco Scandelli     (Omelia del 10 Settembre 2021)
#2minutiDiVangelo - Venerdì XXIII TO - Peccatori che cercano di migliorarsi con fatica nella quotidianità
Commento al Vangelo del XXIII venerdì del TO - a cura di don Marco Scandelli #2minutiDiVangelo Lc 6 39-42

...
(continua)

don Giampaolo Centofanti     (Omelia del 11 Settembre 2020)

Sentirsi alla sequela di Gesù è la via per non impancarci a giudici degli altri. Ognuno ha il proprio cammino personalissimo che solo Dio conosce e aiuta con amore a percorrere. Un bravo padre spirituale può aiutare il discepolo a cercare le adeguate strade della sua crescita, della sua vita ma è or ...
(continua)
don Marco Scandelli     (Omelia del 11 Settembre 2020)
#2minutiDiVangelo - Venerdì 11/9 - La trave nell'occhio è il pregiudizio contro i peccatori
Commento al Vangelo di venerdì 11 settembre 2020 - XXIII settimana del Tempo Ordinario - a cura di don Marco Scandelli #2minutiDiVangelo Luca 6 39-42 Il fratello che sbaglia e che noi siamo chiamati ad accompagnare verso il Signore potrebbe anche aver commesso un numero di peccati sproposit ...
(continua)
don Roberto Rossi     (Omelia del 27 Febbraio 2022)
Frutti di fraternità e di pace

...
(continua)

don Roberto Rossi     (Omelia del 27 Febbraio 2022)
La pagliuzza, la trave, la strada, i frutti
Viviamo questo giorno di Dio, tutti uniti nella preoccupazione e nella preghiera incessante per la pace. Vogliamo noi per primi, nel nostro piccolo, nella nostra vita ordinaria, cercare di essere persone di pace, di sincerità, di trasparenza, di amore vero, cioè disinteressato; persone che portano f ...
(continua)
Paolo Curtaz     (Omelia del 03 Marzo 2019)
Video commento a Lc 6,39-45

...
(continua)

padre Antonio Rungi     (Omelia del 27 Febbraio 2022)
La trave della guerra e la pagliuzza della pace
La parola di Dio di questa ottava domenica del tempo ordinario capita a proposito di quello che sta vivendo il mondo in questi giorni. Una guerra nel cuore dell'Europa nessuno mai l'avrebbe immaginata nel 2022, dopo due anni di pandemia e sofferenza globale. Eppure è successo per responsabilità dire ...
(continua)
don Claudio Doglio     (Omelia del 03 Marzo 2019)
Video commento a Lc 6,39-45

...
(continua)

don Domenico Luciani     (Omelia del 03 Marzo 2019)
Video commento su Lc 6,39-45

...
(continua)

Paolo Curtaz     (Omelia del 27 Febbraio 2022)
Saldi e irremovibili
Non ho nessun maestro, non scherziamo. Sono libero, decido io, ragiono e poi scelgo. E poi sono fatto così. E c'è un sacco di gente peggio di me, quindi, insomma, anche se non sono un santo non sono poi così tanto male. Pensa ai delinquenti, ad esempio. O agli stupratori. O ai politici ladri. E i ...
(continua)
don Giorgio Zevini     (Omelia del 03 Marzo 2019)
Video Commento a Lc 6, 39-45

...
(continua)

padre Paul Devreux     (Omelia del 03 Marzo 2019)

Mi viene spontaneo citare questi detti di Gesù per pretendere di non essere giudicato.
Come mai non vedo la trave che ho nell'occhio, mentre vedo benissimo i difetti degli altri?
Mi sembra di capire che la mia cecità e tendenza a giudicare viene da un bisogno: il bisogno di sopravvivenza. ...

(continua)
don Gianfranco Calabrese     (Omelia del 27 Febbraio 2022)
Video commento su Luca 6,39-45

...
(continua)

padre Paul Devreux     (Omelia del 27 Febbraio 2022)

In quel tempo, Gesù disse ai suoi discepoli una parabola:
«Può forse un cieco guidare un altro cieco? Non cadranno tutti e due in un fosso?

Com'è possibile ciò? Voi vi lascereste guidare da un cieco? Io no. E' possibile solo se io non so che l'altro è cieco e che chi mi guida non s ...

(continua)
don Roberto Fiscer     (Omelia del 03 Marzo 2019)
#StradeDorate - Commento su Luca 6,39-45

...
(continua)

padre Ermes Ronchi     (Omelia del 03 Marzo 2019)
La fecondità è la prima legge di un albero
L'uomo buono dal buon tesoro del suo cuore trae fuori il bene. Il buon tesoro del cuore: una definizione così bella, così piena di speranza, di ciò che siamo nel nostro intimo mistero. Abbiamo tutti un tesoro buono custodito in vasi d'argilla, oro fino da distribuire. Anzi il primo tesoro è il nostr ...
(continua)
Diocesi di Vicenza     (Omelia del 03 Marzo 2019)
La Parola - Commento al Vangelo di Luca (Lc 6,39-45)

...
(continua)

padre Ermes Ronchi     (Omelia del 27 Febbraio 2022)
Chi non ama vede solo il male attorno a sé
Perché guardi la pagliuzza che è nell'occhio di tuo fratello? Notiamo la precisione del verbo: perché "guardi", e non semplicemente "vedi"; perché osservi, fissi lo sguardo su pagliuzze, sciocchezze, piccole cose storte, scruti l'ombra anziché la luce di quell'occhio? Con una sorta di piacere malign ...
(continua)
Diocesi di Vicenza     (Omelia del 27 Febbraio 2022)
La Parola - Commento al Vangelo di Luca (Lc 6,39-45)

...
(continua)

Missionari della Via     (Omelia del 27 Febbraio 2022)
La pagliuzza e la trave

...
(continua)

padre Gian Franco Scarpitta     (Omelia del 03 Marzo 2019)
Cuore e non vanità
Durante gli anni di Seminario vi erano delle circostanze in cui mi chiedevo se, terminati gli anni di formazione e intraprendendo le attività pastorali, sarei stato all'altezza di ogni situazione; interrogativi che credo interessino chiunque sia avviato a una vita di speciale missione o consacrazion ...
(continua)
Sulla strada - TV2000     (Omelia del 03 Marzo 2019)
Commento su Luca 6,39-45

...
(continua)

diac. Vito Calella     (Omelia del 27 Febbraio 2022)
Umili discepoli del Maestro col cuore ricolmo di Parola ed Eucaristia
Chi parla con saggezza è Colui che insegna con amore, la sua vita in totale obbedienza è per noi luce, cammino, vigore. Gesù è veramente nostro Maestro e Signore? Chi è il primo educatore della nostra vita? Queste domande nascono perché ci sono tre tentazioni. La prima tentazion ...
(continua)
padre Antonio Rungi     (Omelia del 03 Marzo 2019)
Guide, maestri e frutti buoni
La parola di Dio di questa ottava domenica del tempo ordinario si ci concentra u alcuni concetti: guide, maestri e frutti buoni. Partendo dal Vangelo, tratto da San Luca, questo riporta alcune espressioni di Gesù molto adatte a descrivere questo nostro tempo: "Può forse un cieco guidare un altro cie ...
(continua)
don Fabio Rosini     (Omelia del 03 Marzo 2019)
Audio commento al Vangelo del 3 marzo

...
(continua)

don Fabio Rosini     (Omelia del 27 Febbraio 2022)
Commento al Vangelo del 27 febbraio

...
(continua)

Omelie.org - autori vari     (Omelia del 03 Marzo 2019)

COMMENTO ALLE LETTURE Commento a cura di Salvatore Maurizio Sessa Il giudizio del cieco e la preghiera di chi vede 1. Primo sbigottimento Dopo le folgoranti (e disturbanti) parole di domenica scorsa sull'amore al nemico (cf. Lc 6,27-38) oggi si potrebbe "tranquillamente ...
(continua)
Omelie.org - autori vari     (Omelia del 27 Febbraio 2022)

COMMENTO ALLE LETTURE Commento a cura di Giuseppe Di Stefano È tutta questione di occhi Il discorso della pianura, apertosi con le "Beatitudini", si conclude in Luca, con un insegnamento per i discepoli, chiamati a diventare a loro volta, guide per altri, con la parola e c ...
(continua)
Agenzia SIR     (Omelia del 03 Marzo 2019)
Commento su Luca 6,39-45
I testi della Parola di Dio delle domeniche precedenti la Quaresima, a partire dai brani evangelici di Luca, presentano i fondamenti della vita cristiana: essa è centrata su Gesù che viene per una salvezza universale; è vocazione e, allo stesso tempo, missione, fondata sull'amore del prossimo ...
(continua)
Agenzia SIR     (Omelia del 27 Febbraio 2022)
Commento su Luca 6,39-45
Nel seguito del Discorso della pianura che Gesù, sceso dal monte, ha inaugurato con le beatitudini, sopraggiunge un'ulteriore "discesa" in regioni scabrose. Come l'annuncio delle beatitudini -paradossalmente - prende luce ulteriore dai "guai" che vengono proclamati da Gesù quasi in controcanto, così ...
(continua)
Monaci Benedettini Silvestrini     (Omelia del 27 Febbraio 2022)
Per essere ?Guide?
«Io sono la luce del mondo». È una delle affermazioni solenni di Gesù. La sua Luce è la divina sublime sapienza, è la Verità che fuga le tenebre e gli errori del nostri spirito. In questo contesto meditiamo il Vangelo di oggi: «Può forse un cieco guidare un altro cieco»? Proprio a favore di un cieco ...
(continua)
don Alessandro Farano     (Omelia del 27 Febbraio 2022)
Domenica VIII del Tempo Ordinario - Anno C - Lectio Divina

...
(continua)

don Alessandro Farano     (Omelia del 27 Febbraio 2022)
Domenica - VIII settimana del Tempo Ordinario - Anno C - Commento al Vangelo

...
(continua)

don Roberto Seregni     (Omelia del 27 Febbraio 2022)
Dal buon tesoro del suo cuore
La vita cristiana è l'arte di ricominciare. Nessuno è inchiodato ai suoi errori o alle sue cadute, la mano di Cristo è sempre tesa in aiuto di coloro che vogliono rialzarsi e camminare con Lui. Non importa quanto grande è il tuo peccato, non importa quante volte sei caduto. L'unica cosa che conta è ...
(continua)
don Claudio Luigi Fasulo     (Omelia del 03 Marzo 2019)
Audio commento a Lc 6,39-45

...
(continua)

don Claudio Luigi Fasulo     (Omelia del 27 Febbraio 2022)
3 G: guidare, giudicare e generare

...
(continua)

Omelie.org (bambini)     (Omelia del 03 Marzo 2019)

Un giorno una giovane mamma, preoccupata per il bambino di tre anni assai vivace che anche di notte teneva tutti svegli, si recò da Gandhi per chiedere consiglio a riguardo. Il Mahatma dopo aver ascoltato con attenzione il problema, la esorta a ritornare da lui dopo quindici giorni. La signora se ne ...
(continua)
don Gaetano Luca (Amore)     (Omelia del 03 Marzo 2019)
La bocca parla dalla pienezza del cuore

...
(continua)

mons. Erio Castellucci diocesi di Modena-Nonantola     (Omelia del 03 Marzo 2019)
Ogni albero si riconosce dal suo frutto

...
(continua)

Omelie.org (bambini)     (Omelia del 27 Febbraio 2022)

l Vangelo di oggi ci presenta tante immagini su cui riflettere... ci parla di due ciechi, di un discepolo e un maestro, della trave e della pagliuzza nell'occhio, dell'albero buono e dell'albero cattivo, di fichi che non si raccolgono dagli spini, di uva che non si vendemmia da un rovo, dell'uomo bu ...
(continua)
don Maurizio Prandi     (Omelia del 27 Febbraio 2022)
Briciole di luce
Trovo particolarmente difficile parlare, commentare il vangelo questa domenica; la difficoltà nasce dal fatto che nel vangelo si parla di sguardo, si parla di occhi e io mi domando di che cosa si riempie il mio sguardo? Il mio sguardo in questi giorni si riempie del dolore di tante persone che sono ...
(continua)
Wilma Chasseur     (Omelia del 03 Marzo 2019)
Audio commento alla liturgia - Lc 6,39-45
Clicca qui per scaricare il commento in formato MP3.

Per ascoltare il commento, clicca sul play sulla sinistra del lettore:

(continua)

don Nicola Salsa     (Omelia del 27 Febbraio 2022)
Per una vita che porta frutto (Lc 6,39-45)

...
(continua)

don Alfonso Giorgio Liguori     (Omelia del 27 Febbraio 2022)
Può forse un cieco guidare un altro cieco?

...
(continua)

Frati Minori Cappuccini     (Omelia del 27 Febbraio 2022)
Commento su Luca 6,39-45

...
(continua)

don Giovanni Berti     (Omelia del 03 Marzo 2019)
Gettiamo Le Maschere
Clicca qui per la vignetta della settimana. Ipocrita! E' una parola forte che usiamo spesso per attaccarci gli uni gli altri, quando vogliamo in un colpo solo dire quel che pensiamo di male della sincerità e rettitudine del pro ...
(continua)
padre Fernando Armellini     (Omelia del 27 Febbraio 2022)
Videocommento su Lc 6,39-45

...
(continua)

padre Maurizio De Sanctis     (Omelia del 27 Febbraio 2022)
Siamo discepoli o maestri? Produciamo fichi o uva o spine e rovi?

...
(continua)

Missionari della Via     (Omelia del 03 Marzo 2019)

In questa domenica Gesù ci presenta i buoni maestri e i cattivi maestri.
Quelli buoni sanno che vivono della misericordia di Dio, che li ha illuminati sulla trave da togliere dai loro occhi e sul loro continuo bisogno di essere purificati. Sono maestri che sanno trasmettere tutto ciò ai loro d ...

(continua)
mons. Roberto Brunelli     (Omelia del 03 Marzo 2019)
La bocca esprime la verità del cuore
Continua, col vangelo odierno (Luca 6,39-45), il discorso di Gesù cominciato col "Beati i poveri" che abbiamo ascoltato due domeniche fa e proseguito con l'"Amate i vostri nemici" di domenica scorsa. Oggi apprendiamo in particolare precetti relativi all'ipocrisia: "Perché guardi la pagliuzza che è n ...
(continua)
don Domenico Bruno     (Omelia del 03 Marzo 2019)
Il tesoro del cuore
Siamo chiamati a riflettere il tesoro che abbiamo scelto di custodire nel cuore. Il cuore non è solo la sede dei sentimenti, ma è il motore che nutre la nostra vita, è la stanza più intima che nasconde la persona che siamo davvero. Spesso quella stanza la lasciamo chiusa per proteggerci, perch ...
(continua)
mons. Roberto Brunelli     (Omelia del 27 Febbraio 2022)
Attenti a quanto dal cuore sovrabbonda
Il discorso di Gesù, cominciato col "Beati i poveri" che abbiamo ascoltato due domeniche fa e proseguito con l'"Amate i vostri nemici" di domenica scorsa, continua col vangelo odierno (Luca 6,39-45), imperniato su precetti relativi all'ipocrisia: "Perché guardi la pagliuzza che è nell'occhio del tuo ...
(continua)
don Alberto Brignoli     (Omelia del 03 Marzo 2019)
Il cuore non si maschera. Neppure a Carnevale.
Sono svariati, in ogni parte del mondo, i modi per festeggiare il Carnevale. Ci sono paesi e città in cui la sfilata dei carri allegorici occupa tempi di preparazione di un anno intero; i balli carnevaleschi di alcune nazioni, con migliaia di comparse per ogni compagnia di ballo, comportano anche an ...
(continua)
don Alberto Brignoli     (Omelia del 27 Febbraio 2022)
Dal bene viene il bene; dal male viene il male. Nessun dubbio.
Quando fu scritto il libro del Siracide - fra il terzo e il secondo secolo avanti Cristo - il mondo mediorientale (e non solo) stava sperimentando un'egemonia, una dominazione, che non era solo quella delle armi di eserciti stranieri, bensì apparteneva alla sfera della cultura e del pensiero. La dom ...
(continua)
don Marco Pozza     (Omelia del 03 Marzo 2019)
L'uva dai rovi: la pirlata di Lucifero
E' Uomo terra-terra il Cristo dei Vangeli. Non potrebbe essere altrimenti dal momento che, come spesso mi corregge papa Francesco, quando la teoria non riesce ad attecchire nella concretezza non è la storia ad essere erronea ma il nostro sguardo su di essa ad essere fallace. Pane al pane, vino al vi ...
(continua)
don Luciano Cantini     (Omelia del 03 Marzo 2019)
Nell'occhio di tuo fratello
Una parabola
Prima di addentrarsi nel nostro testo è bene richiamare i versetti precedenti, letti al termine del vangelo di domenica scorsa e che sono il fulcro su cui poggia tutto l'impianto del discorso di Gesù: Siate misericordiosi, come il Padre vostro è misericordioso (Lc 6,3 ...

(continua)
fr. Massimo Rossi     (Omelia del 03 Marzo 2019)
Commento su Luca 6,39-45
Il Vangelo di oggi, segue quello delle beatitudini e del perdono. Si tratta di un unico grande discorso, articolato e complesso, che la liturgia sintetizza in pillole, una per ogni domenica... La pagina di stamani costituisce una raccolta di brevi detti del Signore, div ...
(continua)
fr. Massimo Rossi     (Omelia del 27 Febbraio 2022)
Commento su Luca 6,39-45
"...la sua bocca infatti esprime ciò che dal cuore sovrabbonda.": cominciamo dalla fine... Le parole che pronunciamo non sono solo parole, "...così, tanto per dire...": rivelano i nostri pensieri, le nostre convinzioni profonde, le nostre precise intenzioni: soprattutto ...
(continua)
don Luca Garbinetto     (Omelia del 27 Febbraio 2022)
Si vede con il cuore
La vista dipende dal cuore.
Si guarda il mondo e la vita con lo sguardo che attinge alle fonti di ciò che scorre nell'intimo di se stessi. Il cuore (lev), nel linguaggio biblico, non è soltanto la dimora dei sentimenti e delle emozioni, bensì il nucleo centrale della persona, dove ...

(continua)
Missionari della Via     (Omelia del 27 Febbraio 2022)

«Può forse un cieco guidare un altro cieco?». Paradossale la frase di Gesù ma oggi più che mai veritiera! Siamo sul campo della vista. In tanti pensano di vedere bene le cose pretendendo di guidare altri, occorre anche capire chi è il maestro che ci educa. Spesso ragioniamo secondo categorie ...
(continua)
don Giacomo Falco Brini     (Omelia del 03 Marzo 2019)
Ciò che guida Gesù e il suo discepolo
Sono di rientro dalla Terra Santa. Per me è stata la prima volta. Ho vissuto il pellegrinaggio come un nuovo viaggio di nozze. Lo stupore e il dolore mi hanno accompagnato (è mancato improvvisamente un pellegrino del mio gruppo a Betlemme), e ho imparato ancora una volta come essi possano sorprenden ...
(continua)
diac. Vito Calella     (Omelia del 03 Marzo 2019)
Il buon frutto del nostro parlare esprime ciò che dal cuore sovrabbonda
La qualità di un albero e dei suoi frutti non dipende solo dall'albero. La vita e la qualità di un albero dipendono dalla sua radice insieme al terreno fertile, all'acqua, al sole e anche al lavoro dell'agricoltore, il quale prepara il terreno e si prende cura dell'albero, potandolo e proteg ...
(continua)
don Domenico Bruno     (Omelia del 27 Febbraio 2022)

Ogni albero infatti si riconosce dal suo frutto: non si raccolgono fichi dagli spini, né si vendemmia uva da un rovo. L'uomo buono dal buon tesoro del suo cuore trae fuori il bene; l'uomo cattivo dal suo cattivo tesoro trae fuori il male: la sua bocca infatti esprime ciò che dal cuore sovrabbonda ...
(continua)
don Mario Simula     (Omelia del 03 Marzo 2019)
Che uomo sei? Ascolta le parole che usi. Tu sei le tue parole
Vuoi conoscere un uomo? Ascolta con attenzione le sue parole. Dentro il nostro cuore è scritto un vocabolario infinito. Le parole sembrano gettate alla rinfusa. In realtà, quando ci esprimiamo, riusciamo a selezionare quelle buone e quelle cattive, a seconda dei nostri sentimenti.
Mentre ...

(continua)
don Lucio D'Abbraccio     (Omelia del 03 Marzo 2019)
Togli prima la trave dal tuo occhio
In questa 8ª domenica del tempo ordinario, sia nella prima lettura, come nel vangelo, viene data importanza alla parola per riconoscere una persona che sia realmente retta e buona e non copra (con la stessa parola, ossia con l'ipocrisia) il proprio pensiero e le proprie azioni. Infatti in entrambi i ...
(continua)
Paolo De Martino     (Omelia del 27 Febbraio 2022)
Occhio alle guide
Nell'ultima parte del discorso della pianura, Luca ha raccolto diverse sentenze che definisce "parabole" e che riguardano soprattutto la vita dei credenti nelle comunità. Queste brevi sentenze sono espresse con delle coppie: due ciechi, discepolo e maestro, due fratelli, due alberi, due uomini, due ...
(continua)
don Antonino Sgrò     (Omelia del 27 Febbraio 2022)
Puntare al cuore
Alcune frasi di Gesù sono diventate celebri, tanto da configurarsi come universali e imperniare il linguaggio delle culture in cui il vangelo si è diffuso. Esse evidentemente impressionarono i diretti uditori, che le meditarono e le adottarono, ritenendole adatte a descrivere la relazione con se ste ...
(continua)
don Franco Manzi     (Omelia del 20 Ottobre 2019)

...
(continua)

don Michele Cerutti     (Omelia del 16 Ottobre 2016)

La Chiesa ambrosiana festeggia la dedicazione del Duomo. Cosa significa questa ricorrenza datata nella storia? 1577 San Carlo nel pieno della peste a Milano istituisce questa festa che ha origini lontane per chiedere la protezione sulla città e sulla Diocesi. Oggi questa festa tende risvegliare il s ...
(continua)
don Walter Magni     (Omelia del 16 Ottobre 2016)
Rendete grazie al Signore, il suo amore è per sempre
Con la solennità della Dedicazione del Duomo, il Tempo dopo Pentecoste percorre l'ultimo tratto dell'anno liturgico e il titolo liturgico di questa domenica fissa la sua attenzione sulla bella architettura del nostro Duomo, della nostra Chiesa cattedrale, immagine della bellezza del po ...
(continua)
don Angelo Casati     (Omelia del 16 Ottobre 2016)
Bussa per uscire
Oggi siamo chiamati a ricordare la dedicazione a Dio della Cattedrale, il nostro duomo, dico "nostro", perché è la chiesa di tutti. Al di là di ogni distinzione. Vado per immagini. Che cosa ci attira? Ho visto con emozione questa estate la lunga fila di coloro che lo volevano visitarlo, una fila che ...
(continua)
don Angelo Casati     (Omelia del 20 Ottobre 2019)
E' tempo!
Oggi la liturgia ci invita a fare memoria della dedicazione a Dio del nostro Duomo, la nostra chiesa madre. Ci sono immagini - voi me lo insegnate - che ci fanno respirare bellezza al solo pensarle. Una di queste è per tanti di noi la nostra cattedrale, ricercata e amata. Sbuchi da una metropolitana ...
(continua)
don Carlo Occelli     (Omelia del 12 Settembre 2020)
Commento al Vangelo 12 settembre 2020

...
(continua)

Paolo Curtaz     (Omelia del 13 Settembre 2014)

Se non si vede proprio mai dai nostri gesti che siamo discepoli, qualcosa non torna... Gesù è molto attento alla coerenza fra le parole e i fatti anche se non dobbiamo far diventare la coerenza un idolo! È indubbio che se davvero abbiamo incontrato Dio, questo incontro emerge dalle nostre scelte, da ...
(continua)
don Carlo Occelli     (Omelia del 11 Settembre 2021)
Commento al Vangelo 11 settembre 2021

...
(continua)

Paolo Curtaz     (Omelia del 12 Settembre 2015)

Si vede che siamo cristiani? Si vede dalle nostre scelte, dalle nostre decisioni, dalle nostre opere? Davvero il Vangelo è cresciuto in noi, portando frutto? La domanda che pone il Signore ci inquieta e ci scuote, giustamente. Perché dobbiamo stare attenti a non ingannarci, a non raccontarci delle f ...
(continua)
don Alessandro Farano     (Omelia del 02 Settembre 2021)
Sabato - XXIII del Tempo Ordinario - Anno B - Commento al Vangelo

...
(continua)

don Nicola Salsa     (Omelia del 12 Settembre 2020)
Il tesoro del proprio cuore

...
(continua)

don Nicola Salsa     (Omelia del 11 Settembre 2021)
Non sono solo Parole (Lc 6,43-49)

...
(continua)

don Marco Scandelli     (Omelia del 11 Settembre 2021)
#2minutiDiVangelo - Sabato XXIII TO - Scavare dentro di sé per fare emergere l'amore a frotte!
Commento al Vangelo del XXIII sabato del TO - a cura di don Marco Scandelli #2minutiDiVangelo Lc 6 43-49

...
(continua)

don Giampaolo Centofanti     (Omelia del 12 Settembre 2020)

Questo detto di Gesù viene talora frainteso. L'albero buono è Gesù, che può costruire al di là dell'operato degli uomini. Che in una certa situazione vi siano tanti buoni frutti non attesta automaticamente la validità di quelle guide spirituali. Piuttosto l'affidabilità di quelle persone si vede dal ...
(continua)
don Marco Scandelli     (Omelia del 12 Settembre 2020)
#2minutiDiVangelo - Sabato 12/9 - Con quale "accento" vivi la tua vita? Uno buono?
Commento al Vangelo di sabato 12 settembre 2020 - XXIII settimana del Tempo Ordinario - a cura di don Marco Scandelli #2minutiDiVangelo Luca 6 43-49 Impariamo oggi a riconoscere la bontà dei cammini che stiamo compiendo e se non ne abbiamo uno interroghiamoci su come e dove possiamo trovarn ...
(continua)
Paolo Curtaz     (Omelia del 09 Settembre 2013)
Commento su Lc 6,6-11
La disputa sul sabato giunge al suo apice di incomprensione e di violenza. I farisei e gli scribi sbroccano, sono fuori di sé, danno di matto quando Gesù li mette al muro. Non è certo venuto per trasgredire le norme, anche se sa ben distinguere cosa viene da Dio e cosa viene dagli uomini, i famosi n ...
(continua)
don Carlo Occelli     (Omelia del 07 Settembre 2020)
Commento al Vangelo 7 settembre 2020

...
(continua)

don Carlo Occelli     (Omelia del 06 Settembre 2021)
Commento al Vangelo 6 settembre 2021

...
(continua)

Paolo Curtaz     (Omelia del 07 Settembre 2015)

Nuovamente il sabato, nuovamente una norma che viene travolta e stravolta dal legalismo. Nuovamente una feroce disputa contro chi crede di essere fedele alla Legge e gradito a Dio e che, invece, ne tradisce il volto. Il poveraccio con la mano paralizzata che viene guarito di sabato è l'occasione per ...
(continua)
don Alessandro Farano     (Omelia del 01 Settembre 2021)
Lunedì 6 - XXIII del Tempo Ordinario - Anno B - Commento al Vangelo

...
(continua)

don Nicola Salsa     (Omelia del 09 Settembre 2019)
La disabilità è il cuore di una comunità?

...
(continua)

don Nicola Salsa     (Omelia del 07 Settembre 2020)
Stendi la tua mano

...
(continua)

don Nicola Salsa     (Omelia del 06 Settembre 2021)
Mettere al centro chi viene escluso (Lc 6,6-11)

...
(continua)

don Marco Scandelli     (Omelia del 06 Settembre 2021)
#2minutiDiVangelo - Lunedì XXIII TO - Abbracciamo i nostri difetti perché sono il mezzo attraverso cui Gesù ci salva
Commento al Vangelo del XXIII lunedì del TO - a cura di don Marco Scandelli #2minutiDiVangelo Lc 6 6-11

...
(continua)

don Giampaolo Centofanti     (Omelia del 07 Settembre 2020)

Quando l'uomo è divorato dai propri interessi non c'è verità, carità, buonsenso, che tenga. In un cammino graduale e sereno nella Luce si imparano a distinguere tante cose. Anche questa è una grazia e una lezione che si apprende: solo lo Spirito di Gesù ci può condurre sempre più in una vita, in uno ...
(continua)
don Marco Scandelli     (Omelia del 07 Settembre 2020)
#2minutiDiVangelo - Lunedì 7/9 - Se Dio usasse la nostra implacabilità, da tempo c'avrebbe fulminati
Commento al Vangelo di domenica 6 settembre 2020 - XXII settimana del Tempo Ordinario - a cura di don Marco Scandelli #2minutiDiVangelo Luca 6 6-11 Impariamo anzitutto a conoscere quali sono le regole della Chiesa. Ma poi applichiamole con estrema carità e discernimento: perché se Dio usass ...
(continua)
don Alessandro Farano     (Omelia del 03 Marzo 2019)
Lectio Divina - VIII Domenica del Tempo Ordinario - Anno C

...
(continua)

CPM-ITALIA Centri di Preparazione al Matrimonio (coppie - famiglie)     (Omelia del 03 Marzo 2019)
Commento su Sir 27,5-8; Sal 91; 1Cor 15,54-58; Lc 6,39-45
Le letture dell'odierna liturgia sembrano ambigue in quanto ci danno uno sguardo sull'uomo che sembra ambiguo. La prima di esse parla dell'uomo con parole che sembrano ispirate da pessimismo, così pure il vangelo, la seconda con parole di ottimismo, pur riscontrando dei segni inequivocabili di corru ...
(continua)
CPM-ITALIA Centri di Preparazione al Matrimonio (coppie - famiglie)     (Omelia del 27 Febbraio 2022)
Commento su Sir 27,5-8; Sal 91; 1Cor 15,54-58; Lc 6,39-45
L'ufficio delle letture di questa domenica consentono di dare al nostro comportamento un duplice giudizio: uno ottimistico l'altro negativo, perché gravido di un indubbio pessimismo.
Il cristiano è chiamato a vivere secondo il vangelo, e pertanto deve preoccuparsi, prima di tutto, della rettitu ...

(continua)