Omelie riferite al libro: Vangelo secondo Luca, capitolo 16

don Alessandro Farano     (Omelia del 29 Settembre 2019)
Lectio Divina - XXVI Domenica del Tempo Ordinario - Anno C

...
(continua)

don Giorgio Zevini     (Omelia del 25 Settembre 2016)
Video Commento a Lc 16,19-31

...
(continua)

don Giorgio Zevini     (Omelia del 18 Settembre 2016)
Video Commento a Lc 16,1-13

...
(continua)

don Alessandro Farano     (Omelia del 22 Settembre 2019)
Lectio Divina - XXV Domenica del Tempo Ordinario - Anno C

...
(continua)

don Roberto Rossi     (Omelia del 18 Settembre 2016)
Non potete servire Dio, che è la vita, e il denaro
Una parabola un po' difficile da interpretare. Ma ciò che appare evidente è che l'amministratore infedele ha saputo, sotto l'urgenza della situazione, provvedere in fretta, con scaltrezza e con furbizia, al suo avvenire. Tutto è male quello che ha fatto, ma il rimedio rapido e drastico adottato è un ...
(continua)
Paolo Curtaz     (Omelia del 22 Settembre 2013)
Commento su Lc 16,1-13
Tutti, se seriamente avvinti dal Maestro, se affascinati dal suo Vangelo, portano una domanda conficcata nel cuore: come cambiare il destino del mondo? Come arginare la deriva dell'economia che spazza la dignità degli uomini, come evitare questa spietata e solo all'apparenza indolore dittatura de ...
(continua)
Paolo Curtaz     (Omelia del 18 Settembre 2016)
Video commento a Lc 16,1-13

...
(continua)

Paolo Curtaz     (Omelia del 22 Settembre 2019)
Video commento a Lc 16,1-13

...
(continua)

padre Antonio Rungi     (Omelia del 22 Settembre 2019)
Poveri ma con dignità, ricchi svuotati di eternità
La parola di Dio di questa XXV domenica del tempo ordinario ci presenta, nel Vangelo di Luca, la parabola dell'amministratore disonesto, dalla quale Gesù fa scaturire una serie di messaggi, raccomandazioni e inviti a non agire in un certo modo, quello appunto della disonestà, dell'affarismo, della v ...
(continua)
don Maurizio Prandi     (Omelia del 18 Settembre 2016)
I poveri: i nostri principi!
Circa le domande che ci stanno accompagnando nel nostro cammino estivo, quelle sulla relazione e sul volto del discepolo, anche le letture di questa domenica possono darci un grande aiuto. In modo particolare credo che ci venga detto che il discepolo è qualcuno che mette al primo posto Dio e non le ...
(continua)
don Claudio Doglio     (Omelia del 18 Settembre 2016)
Video commento a Lc 16,1-13

...
(continua)

don Claudio Doglio     (Omelia del 22 Settembre 2019)
Video commento a Lc 16,1-13

...
(continua)

padre Ermes Ronchi     (Omelia del 18 Settembre 2016)
Coloro che abbiamo servito ci accoglieranno in cielo
Un peccatore che fa lezione ai discepoli, Gesù che mette sulla cattedra un disonesto. E mentre lo fa, lascia affiorare uno dei suoi rari momenti di scoramento: i figli di questo mondo sono più scaltri di voi, figli della luce. Imparate, fosse anche da un peccatore. L'amministratore disonesto fa una ...
(continua)
don Domenico Luciani     (Omelia del 18 Settembre 2016)
Video commento su Lc 16,1-13

...
(continua)

don Domenico Luciani     (Omelia del 22 Settembre 2019)
Video commento su Lc 16,1-13

...
(continua)

padre Ermes Ronchi     (Omelia del 22 Settembre 2019)
Quanta vita avremo lasciato dietro di noi?
La sorpresa: il padrone loda chi l'ha derubato. Il resto è storia di tutti i giorni e di tutti i luoghi, di furbi disonesti è pieno il mondo. Quanto devi al mio padrone? Cento? Prendi la ricevuta e scrivi cinquanta. La truffa continua, eppure sta accadendo qualcosa che cambia il colore del denaro, n ...
(continua)
mons. Antonio Riboldi     (Omelia del 18 Settembre 2016)
Nessun servo può servire a due padroni
Tutti sappiamo che è un inganno alla coscienza ?mettere un piede in due scarpe'! Eppure succede. Ma la Parola di Dio non ammette distorsioni: comprende la nostra debolezza umana, pronta a deviare, ma stimola costantemente al ritorno sulla retta via con il Suo aiuto. Noi, confessiamolo senza paure, ...
(continua)
padre Giuseppe De Nardi     (Omelia del 18 Settembre 2016)
Sulla Tua Parola - Lc 16,1-13

...
(continua)

don Gianfranco Calabrese     (Omelia del 18 Settembre 2016)
Video commento su Luca 16,1-13

...
(continua)

don Roberto Fiscer     (Omelia del 18 Settembre 2016)
#StradeDorate - Commento su Luca 16,1-13

...
(continua)

don Roberto Fiscer     (Omelia del 22 Settembre 2019)
#StradeDorate - Commento su Luca 16,1-13

...
(continua)

padre Gian Franco Scarpitta     (Omelia del 18 Settembre 2016)
Astuti e furbi in vista della carità
Parecchi commentatori considerano le letture di oggi non facili da interpretare e fra questi vi è anche il sottoscritto. Sembra inverosimile che Dio, sia a proposito del profeta Amos (I Lettura) sia in riferimento al furbissimo personaggio evangelico dedito all'amministrazione, legittimi o addirittu ...
(continua)
Diocesi di Vicenza     (Omelia del 18 Settembre 2016)
La Parola - commento a Lc 16,1-13
Commento a cura di padre Giorgio Maria Vasina dell'Ordine dei Frati Servi di Maria. Registrazione effettuata nella Basilica di Monte Berico, Vicenza

...
(continua)

Diocesi di Vicenza     (Omelia del 22 Settembre 2019)
La Parola - Commento al Vangelo di Luca (Lc 16,1-13)

...
(continua)

padre Gian Franco Scarpitta     (Omelia del 22 Settembre 2019)
Il senso vero delle cose terrene
Tutte le volte che incombe un periodo di prosperità e di benessere non mancano le occasioni per deupaperare il prossimo attraverso attività illecite e disoneste; chi è già ricco tende ad accrescere la propria sicurezza materiale approfittando di chi è povero e non di rado si sfruttano a proprio vant ...
(continua)
Sulla strada - TV2000     (Omelia del 18 Settembre 2016)
Commento su Luca 16,1-13

...
(continua)

Sulla strada - TV2000     (Omelia del 22 Settembre 2019)
Commento su Luca 16,1-13

...
(continua)

padre Antonio Rungi     (Omelia del 18 Settembre 2016)
La preghiere e la vita di cuori e mani puri
La parola di Dio di questa domenica, in questo anno della misericordia, ci invita ad elevarci a Dio con la mente e con il cuore, avendo dentro di noi sentimenti puri e comportamenti onesti. La preghiera delle persone corrotte, di chi sfrutta la gente, le umilia, le offende non può essere accetta a D ...
(continua)
don Roberto Farruggio     (Omelia del 18 Settembre 2016)
Video commento alla liturgia - Lc 16,1-13

...
(continua)

don Roberto Farruggio     (Omelia del 18 Settembre 2016)
Video commento alla liturgia con i ragazzi - Lc 16,1-13

...
(continua)

don Roberto Farruggio     (Omelia del 22 Settembre 2019)
Commento alle letture - XXV Domenica del Tempo Ordinario (Anno C)

...
(continua)

Omelie.org - autori vari     (Omelia del 18 Settembre 2016)

COMMENTO ALLE LETTURE Commento a cura di Gigi Avanti Risulta talvolta difficile scoprire il senso profondo delle metafore o il senso nascosto dei paradossi usati da Gesù per far comprendere il mistero delle dinamiche del Regno di Dio. Nel caso del brano riferito da Luca per questa ...
(continua)
Agenzia SIR     (Omelia del 18 Settembre 2016)
Commento su Luca 16,1-13
Cento barili d'olio erano un capitale, corrispondevano a più di tre anni di paga per un operaio. Anche cento misure di grano erano circa 260-280 quintali. Si trattava in ogni caso di un debito enorme, fuori dalla comune capacità. Così come la misericordia del Signore nei nostri confronti: un ...
(continua)
Omelie.org - autori vari     (Omelia del 22 Settembre 2019)

COMMENTO ALLE LETTURE Commento a cura di don Massimo Cautero Guarda un po' che ci tocca sentire, e per giunta da una parabola del Vangelo: gli ?escamotage? della disonestà vengono addirittura lodati. E per giunta dal Signore stesso! Potrebbe chiudersi qui lo ?scandalo? evangelico ...
(continua)
Agenzia SIR     (Omelia del 15 Settembre 2019)
Commento su Luca 16,1-13
I testi biblici della Messa di oggi presentano un tema fondamentale della rivelazione cristiana. Il brano dell'Esodo ci riporta al cammino del popolo ebreo dall'Egitto alla terra promessa: mentre Mosè è sul monte per ricevere le tavole della Legge, il popolo pecca, adorando il vitello d'oro. Dio ...
(continua)
don Luigi Maria Epicoco     (Omelia del 22 Settembre 2019)
Furbi, non solo Santi

...
(continua)

Agenzia SIR     (Omelia del 22 Settembre 2019)
Commento su Luca 16,1-13
Poveri e ricchi, sfruttati e sfruttatori, onesti e disonesti di fronte al giudizio di Dio. È il tema di cui ci parla oggi la Parola di Dio. A partire dal profeta Amos che visse nella terra di Israele nella prima metà del secolo VIII prima di Cristo. In un tempo che vedeva i poveri sfruttati in ma ...
(continua)
Luca Rubin     (Omelia del 22 Settembre 2019)
I conti non tornano (quasi) mai
Un uomo ricco aveva un amministratore, e questi fu accusato dinanzi a lui di sperperare i suoi averi. Lo chiamò e gli disse: ?Che cosa sento dire di te? Rendi conto della tua amministrazione, perché non potrai più amministrare?. Non è mai simpatico avere a che fare col d ...
(continua)
Lingua dei Segni Italiana     (Omelia del 22 Settembre 2019)

...
(continua)

CPM-ITALIA Centri di Preparazione al Matrimonio (coppie - famiglie)     (Omelia del 22 Settembre 2019)
Commento su Am 8,4-7; 1Tm 2,1-8; Lc 16,1-13
Le letture di questa 25esima Domenica del tempo ordinario, anno C, potrebbero farci esclamare: ah finalmente si ammette che anche la ricchezza disonesta può essere usata per essere apprezzati: ?Il padrone lodò quell'amministratore disonesto, perché aveva agito con scaltrezza.?
Quindi, se ...

(continua)
don Claudio Doglio     (Omelia del 18 Settembre 2016)
L'umanità di Gesù dà valore ad ogni persona
Clicca qui per scaricare il commento in formato MP3.

Per ascoltare il commento, clicca sul play sulla sinistra del lettore:


(continua)

don Gaetano Luca (Amore)     (Omelia del 22 Settembre 2019)
Commento su Luca 16,1-13

...
(continua)

mons. Erio Castellucci diocesi di Modena-Nonantola     (Omelia del 22 Settembre 2019)
Fatevi degli amici

...
(continua)

Omelie.org (bambini)     (Omelia del 18 Settembre 2016)

Buona domenica ragazzi! Ormai le scuole sono iniziate e nelle parrocchie le attività sono in ripresa. Anche quest'anno ci faremo compagnia riflettendo insieme sulla Parola che Dio ogni domenica ci dona. È una Parola preziosa che ci aiuta a crescere e a camminare verso un progetto di vita bello, gio ...
(continua)
don Nicola Salsa     (Omelia del 22 Settembre 2019)
Tutto viene da Dio

...
(continua)

frate Attilio Gueli     (Omelia del 22 Settembre 2019)
Opportunismo

...
(continua)

Omelie.org (bambini)     (Omelia del 22 Settembre 2019)

Buon giorno ragazzi e buona domenica. Avete tutti ricominciato la scuola con gioia e con qualche nostalgia per le vacanze trascorse. La vacanza serve proprio a riposarsi, a fare delle cose diverse per poi ritornare con più gioia e nuovo impegno alle cose ordinarie, come appunto la scuola e tutti gli ...
(continua)
Wilma Chasseur     (Omelia del 18 Settembre 2016)
Audio commento alla liturgia - Lc 16,1-13
Clicca qui per scaricare il commento in formato MP3.

Per ascoltare il commento, clicca sul play sulla sinistra del lettore:

(continua)

don Giovanni Berti     (Omelia del 22 Settembre 2019)
Quanto Amore Ho Accumulato Oggi?
Clicca qui per la vignetta della settimana. Questa pagina del Vangelo è una vera sfida alla comprensione. Gesù, con la complicità dell'evangelista Luca, sfida chi ascolta e poi legge le sue parole a comprenderne il significato c ...
(continua)
mons. Roberto Brunelli     (Omelia del 18 Settembre 2016)
Dare ai poveri non è carità ma restituzione
La prima lettura ci dà modo di conoscere i comportamenti dei commercianti di oltre duemila anni fa. "Quando sarà passato il novilunio e si potrà vendere il grano? E il sabato, perché si possa smerciare il frumento, diminuendo l'efa e aumentando il siclo e usando bilance false, per comprare con denar ...
(continua)
Wilma Chasseur     (Omelia del 22 Settembre 2019)
Audio commento alla liturgia - Lc 16,1-13
Clicca qui per scaricare il commento in formato MP3.

Per ascoltare il commento, clicca sul play sulla sinistra del lettore:

(continua)

mons. Roberto Brunelli     (Omelia del 22 Settembre 2019)
Non è carità ma restituzione
La prima lettura ci dà modo di conoscere i comportamenti dei commercianti di oltre duemila anni fa. "Quando sarà passato il novilunio e si potrà vendere il grano? E il sabato, perché si possa smerciare il frumento, diminuendo l'efa e aumentando il siclo e usando bilance false, per comprare con denar ...
(continua)
padre Fernando Armellini     (Omelia del 22 Settembre 2019)
Videocommento su Lc 16,1-13

...
(continua)

don Alberto Brignoli     (Omelia del 18 Settembre 2016)
La ricchezza non può schiacciarci
"Almeno tu, Signore...": è ciò che, di primo acchito, mi sento di dire davanti a questo brano di Vangelo, così strano, così particolare, così provocatorio, così...illegale, anche. Sì, perché un Dio che esalta e loda la disonestà non ce lo saremmo mai aspettato. Anzi, semmai il contrario: ovvero, un ...
(continua)
don Alberto Brignoli     (Omelia del 22 Settembre 2019)
Giustamente disonesti
Che rapporto c'è tra l'uomo credente e la ricchezza? Che cosa pensa Dio, riguardo alle ricchezze? Sono interrogativi complessi che, a mio parere, trovano una risposta efficace nell'ultima frase del Vangelo di oggi: ?Non potete servire Dio e la ricchezza?. Ovvero, Dio e la ricchezza non possono stare ...
(continua)
don Simone Salvadore     (Omelia del 18 Settembre 2016)
E se non siete stati fedeli nella ricchezza altrui, chi vi darà la vostra?
Se non si è capaci di amministrare la ricchezza terrena con giustizia e fedeltà, come si potrà essere capaci di amministrare la vera ricchezza che sono la vita in Cristo, i doni spirituali e la salvezza? Questo a dimostrare che la considerazione superficiale e l'indulgenza verso le gestioni "alle ...
(continua)
don Claudio Luigi Fasulo     (Omelia del 22 Settembre 2019)
Audio commento al Vangelo della Venticinquesima domenica del Tempo Ordinario (Anno C - Lc 16,1-13)

...
(continua)

Movimento Apostolico - rito romano     (Omelia del 18 Settembre 2016)
Il padrone lodò quell'amministratore disonesto
Gesù vuole discepoli pieni di Spirito Santo e di saggezza. Li vuole con quella sapienza "fluida", "duttile", capace di trasformare in grazia di salvezza e di redenzione anche la polvere del suolo. Non li vuole di sapienza rigida, ferrea, cementata, legalizzata, imprigionata in delle norme vec ...
(continua)
Movimento Apostolico - rito romano     (Omelia del 22 Settembre 2019)
Il padrone lodò quell'amministratore disonesto
La vita è un presente nel quale si prepara il futuro, è tempo che deve generare l'eternità beata, è momento attuale dal quale inevitabilmente viene concepito il dopo. È sufficiente distrarsi un solo istante e il dopo diviene irrimediabilmente compromesso. Basta consegnarsi a un solo peccato e spesso ...
(continua)
don Marco Pozza     (Omelia del 18 Settembre 2016)
Siate scaltri, per favore!
Non è gran-cosa l'amicizia: piuttosto è un milione di piccole cose. Dove gli amici sono come le pareti della casa: a volte ci si appoggia su di loro, altre volte basta anche solo sapere che ci sono per vivere meno impauriti. Appena giunta notizia del suo licenziamento - per una causa giusta o ingius ...
(continua)
don Marco Pozza     (Omelia del 22 Settembre 2019)
Tanto quando muoiono sono tutti santi
Amava fare-la-cresta alle cose: all'asfalto, alla costruzione di un viadotto, ad un litro d'olio, ad un chilo di farina, ad un sacco di grano. Se il mondo è fatto di scale, lui amava prendere l'ascensore. Così facendo, s'ingrassò lui ingrossando le sue tasche. Si comportò come fosse il padrone, pur ...
(continua)
don Luciano Cantini     (Omelia del 18 Settembre 2016)
Servitori di un unico Dio
Un amministratore
Di amministrazione, di denaro, di ricchezza e povertà, elemosina, Luca parla spesso; sono argomenti che rivelano il cuore dell'uomo, il suo sentire, le sue relazioni, la sua verità, fino a dare la percezione del suo intimo più profondo: dov'è il vostro tesoro, là sar ...

(continua)
don Luciano Cantini     (Omelia del 22 Settembre 2019)
Il nostro Amen
Che cosa sento dire di te?
La parabola che Gesù racconta ci dà una immagine del tempo in cui era abbastanza frequente il latifondo affidato a fattori e amministratori la cui ricompensa era spesso determinata da una percentuale dei prodotti.
L'amministratore della parabola è accusato ...

(continua)
fr. Massimo Rossi     (Omelia del 18 Settembre 2016)
Commento su Luca 16,1-13
...E dopo la parabola del Figliol prodigo ascoltata domenica scorsa, oggi il Vangelo di Luca ce ne propone un'altra, per metterci in guardia dalle insidie della ricchezza, in particolare del denaro, che il Vangelo chiama letteralmente mammona, demonio di iniquità. ...
(continua)
fr. Massimo Rossi     (Omelia del 22 Settembre 2019)
Commento su Luca 16,1-13
Storie di ordinaria corruzione... la disonestà è vecchia quanto il mondo. Così come vecchio quanto il mondo è il contrasto quasi fisiologico tra denaro e fede, tra beni materiali e beni spirituali, o, per dirla con san Paolo, tra cose di quaggiù e cose di lassù (cfr. Col 3). Ricordiamo tutti ...
(continua)
don Luca Garbinetto     (Omelia del 22 Settembre 2019)
Scaltri perché fedeli
L'onestà è un valore umano, ed essere onesti è una virtù encomiabile, di cui a volte si ha tanta nostalgia nelle vicende sociali e politiche del nostro Paese. Ma non è necessario attingere al Vangelo per richiamare questa verità. Quando poi si commette un errore, è opportuno, seppure a volte faticos ...
(continua)
Carla Sprinzeles     (Omelia del 18 Settembre 2016)
Commento su Amos 8,4-7; Luca 16,1-13
Oggi la liturgia ci propone di fare una scelta: non si può dedicare la propria vita a Dio, cioè al Regno, e insieme dedicarla alla ricchezza.
Occorre fare una scelta.
Nella prima fase della nostra esistenza, tutti ci troviamo a servire le cose, cioè dedicati ai beni: ai giocattoli prima, ...

(continua)
Missionari della Via     (Omelia del 18 Settembre 2016)

Dopo le parabole sulla misericordia, tutto il capitolo 16 del Vangelo di Luca è centrato sull'uso cristiano della ricchezza. La parabola di oggi, del "fattore astuto", ci fa domandare: ma Gesù sta lodando la disonestà di quest'uomo? Ovviamente no, infatti poi Gesù parla dell'importanza della fedeltà ...
(continua)
Missionari della Via     (Omelia del 22 Settembre 2019)

Il Vangelo di questa domenica ci presenta prima una parabola e poi una serie di ammonimenti che commentano l'uso delle ricchezze, di ciò che ci è stato affidato.
Come non scorgere in questo proprietario terreno il nostro Signore, colui al quale appartiene tutta la terra? Come non scorgere in q ...

(continua)
don Giacomo Falco Brini     (Omelia del 22 Settembre 2019)
Tra il profumo del Vangelo e la puzza del denaro
La parabola che Gesù racconta oggi risulta generalmente alquanto enigmatica a lettori e commentatori, ancor più per la sua collocazione: subito dopo la splendida triade parabolica sulla misericordia del Padre. Il racconto è forse mutuato da una vicenda reale. Un ricco proprietario scopre che il suo ...
(continua)
diac. Vito Calella     (Omelia del 22 Settembre 2019)
Il ?saccheggio? della misericordia del Padre
Una parabola scomoda e difficile da comprendere Siamo di fronte ad una delle parabole più difficili da capire perché Gesù propone la situazione di un amministratore che si approfitta del suo padrone, arricchendosi di nascosto con l'amministrazione dei beni che non gli appartengono. Quando vi ...
(continua)
don Mario Simula     (Omelia del 22 Settembre 2019)
Il peso del denaro che non frutta per il Regno
La parola di Dio, in certi momenti, ci conduce a riflettere sulle nostre responsabilità umane e sociali. Un profeta umile, un pastore, un semplice contadino scelto da Dio, ha il coraggio di stigmatizzare il comportamento di coloro che calpestano il povero e sterminano gli umili. Persone pront ...
(continua)
don Lucio D'Abbraccio     (Omelia del 22 Settembre 2019)
Non potete servire Dio e la ricchezza!
La parabola odierna di questa domenica ha come protagonista un amministratore disonesto. Perché Gesù racconta questa parabola? Per farci comprendere che il male serve a farci riflettere: Gesù evidentemente non loda la disonestà dell'amministratore, ma loda la sua abilità. Il Signore, rivolgendosi a ...
(continua)
Paolo Curtaz     (Omelia del 08 Novembre 2013)
Commento su Lc 16,1-8
È furbo l'amministratore della parabola. Disonesto e ladro ma furbo. E Gesù loda la sua astuzia e la sua intraprendenza, non loda certo la sua disonestà ma riconosce, con un sorriso, che quel tale è riuscito a prepararsi la pensione dopo aver capito l'aria che stava tirando. Scoperto ad intrallazzar ...
(continua)
Paolo Curtaz     (Omelia del 07 Novembre 2014)

Ci lascia sempre perplessi la lettura di questa parabola inusuale. Forse Gesù sta lodando chi passa il tempo a rubare? Siamo travolti dal malcostume che ha ridotto l'Italia ad un paese in crisi perenne dove chi può approfitta del bene comune e pensa solo ai propri interessi. Gesù intende in qualche ...
(continua)
Paolo Curtaz     (Omelia del 06 Novembre 2015)

Gesù loda l'amministratore disonesto. Non perché è disonesto e ha fatto la cresta sui beni che, in teoria, avrebbe dovuto amministrare per conto del padrone. Gesù non ci invita certo alla corruzione o alla collusione! Loda la sua scaltrezza: è stato scoperto e sa che lo aspetta un pessimo futuro. Co ...
(continua)
Casa di Preghiera San Biagio FMA     (Omelia del 04 Novembre 2016)
Commento su Lc 16, 3-8
«L'amministratore disse tra sé: "Che cosa farò, ora che il mio padrone mi toglie l'amministrazione? Zappare, non ne ho la forza; mendicare, mi vergogno. So io che cosa farò perché, quando sarò stato allontanato dall'amministrazione, ci sia qualcuno che mi accolga in casa sua". Chiamò uno per uno ...
(continua)
Casa di Preghiera San Biagio FMA     (Omelia del 10 Novembre 2017)
Commento su Lc 16,8
?I figli di questo mondo verso i loro pari sono più scaltri dei figli della luce?
Lc 16,8

Come vivere questa Parola?
Non una sola volta mi è capitato di raddrizzare qualche interpretazione errata della parabola a cui appartiene questa asserzione.
Si sa, la scaltrezza ...

(continua)

don Nicola Salsa     (Omelia del 08 Novembre 2019)
Nulla è davvero tuo

...
(continua)

don Nicola Salsa     (Omelia del 06 Novembre 2020)
Più spendi più ci guadagni (Lc 16,1-8)

...
(continua)

Movimento Apostolico - rito romano     (Omelia del 07 Novembre 2014)
Zappare, non ne ho la forza; mendicare, mi vergogno
Esempio di buona amministrazione è Giuseppe, il figlio di Giacobbe. Con la sua sapienza, saggezza, perizia fa' sì che il Faraone diventi proprietario di tutto il suo regno. Ogni territorio viene comprato in cambio di grano e consegnato al Re d'Egitto. Quando fu esaurito il denaro della terra d'E ...
(continua)
don Domenico Bruno     (Omelia del 06 Novembre 2020)
Il nostro audio quotidiano
Per ricevere il commento quotidiano unisciti al canale Telegram @annunciatedaitetti Visita il sito annunciatedaitetti.it Dai uno sguardo anche al canale (continua)
don Giampaolo Centofanti     (Omelia del 06 Novembre 2020)

Questa parabola non a caso segue quella del figliol prodigo. L'amministratore disonesto è il figlio maggiore che sembra essersi impossessato della conduzione dell'azienda del padre imponendo criteri efficientisti, senza misericordia e comprensione. Ma così la vita muore e il figlio maggiore si trova ...
(continua)
Movimento Apostolico - rito romano     (Omelia del 06 Novembre 2015)
Prendi la tua ricevuta e scrivi ottanta
Gesù è venuto non solo per insegnarci la grande saggezza per trasformare tutte le cose della terra, compreso il nostro stesso corpo, in vita eterna, ma anche per offrirci ogni grazia nello Spirito Santo e ogni suo dono perché questo possa avvenire. Se non operiamo questa trasformazione, saremo danna ...
(continua)
don Marco Scandelli     (Omelia del 06 Novembre 2020)
#2minutiDiVangelo - Venerdì 6/11 - Impariamo dai nostri errori. Prima che sia troppo tardi!
Commento al Vangelo di venerdì 6 novembre 2020 - XXXI settimana del Tempo Ordinario - a cura di don Marco Scandelli #2minutiDiVangelo Lc 16 1-8 L'amministratore - scoperto a sperperare gli averi del suo padrone - decide di chiamare uno ad uno tutti i debitori chiedendo quanto fosse stato st ...
(continua)
Movimento Apostolico - rito romano     (Omelia del 04 Novembre 2016)
Rendi conto della tua amministrazione
Per tutti viene il giorno del rendimento dei conti. Quando quel giorno verrà, si chiudono i registri, si sigillano i libri, si presentano dinanzi alla corte del Dio Onnipotente, Signore e Giudice, e sarà Lui a leggerli e a giudicare la regolarità di ogni transazione scritta in essi. All'amministrato ...
(continua)
Movimento Apostolico - rito romano     (Omelia del 08 Novembre 2019)
Tu quanto devi al mio padrone?
Dio ha creato il presente dell'uomo, ha posto però il futuro, sia quello nel tempo che quello eterno non nelle sue mani, nella sua volontà, nelle sue scelte, ma nell'ascolto della sua voce, nell'obbedienza alla sua volontà. Ascolti Dio? Il tuo futuro è nella vita. Non ascolti Dio? Il tuo futuro è ne ...
(continua)
Paolo Curtaz     (Omelia del 25 Settembre 2016)
Video commento a Lc 16,19-31

...
(continua)

don Roberto Rossi     (Omelia del 25 Settembre 2016)
La parabola del ricco egoista e del povero Lazzaro nell'umanità di oggi
La parabola, presa in se stessa, suscita una problematica sulle relazioni tra ricchi e poveri, ma non ha lo scopo di dare al povero un annunzio alienante e di consolarlo con la speranza della beatitudine eterna, ma di far capire quanto sia grave e carica di conseguenze l'indifferenza del ricco che n ...
(continua)
Paolo Curtaz     (Omelia del 29 Settembre 2013)
Commento su Lc 16,19-31
Dio conosce per nome il povero Lazzaro mentre non ha nome il ricco epulone che non viene descritto come una persona particolarmente malvagia, ma solo troppo assorbita dalle sue cose per accorgersi del povero che muore davanti a causa sua...

Dio non conosce il ricco epulone, egli basta a s ...
(continua)

Paolo Curtaz     (Omelia del 29 Settembre 2019)
Video commento a Lc 16,19-31

...
(continua)

padre Gian Franco Scarpitta     (Omelia del 29 Settembre 2019)
A giudicarci saranno anche loro
L'insegnamento della scorsa Domenica metteva in guardia contro la ricchezza materiale considerata come fine ultimo: quando il denaro e i beni di consumo non fungono da strumento di carità e di ausilio soprattutto per i più poveri e bisognosi, diventano non soltanto occasione di peccato e di sdegno d ...
(continua)
Paolo Curtaz     (Omelia del 28 Febbraio 2013)
Commento su Lc 16,19-31
Non ha nome il ricco che banchetta senza accorgersi del povero che muore alla sua porta (!).Solo un aggettivo lo identifica: epulone, cioè esagerato, crapulone. Non ha un nome: Dio non lo conosce, non sa chi sia. Non ha un nome, non ha identità come, invece, ha il povero Lazzaro che riceve solo atte ...
(continua)
Paolo Curtaz     (Omelia del 20 Marzo 2014)

Non ha un nome il ricco della parabola di oggi. E non si dice che sia una brutta persona, affatto. È solo molto impegnato a far girare i soldi, a far fruttare (presumo legittimamente) i suoi denari, niente di più. Ma la sua vista è drammaticamente miope: non si accorge nemmeno del povero Lazzaro che ...
(continua)
Omelie.org - autori vari     (Omelia del 25 Settembre 2016)

COMMENTO ALLE LETTURE Commento a cura di padre Alvise Bellinato IL PERICOLO DELLA RICCHEZZA Il tema affrontato dalla Liturgia in questa XXVI Domenica del tempo ordinario è il pericolo rappresentato dal cattivo uso delle ricchezze. Esso ricorre chiaramente nelle tre lett ...
(continua)
don Claudio Doglio     (Omelia del 25 Settembre 2016)
Video commento a Lc 16,19-31

...
(continua)

Paolo Curtaz     (Omelia del 05 Marzo 2015)

Dell'uomo ricco della parabola di oggi non si dice nulla, non ha nemmeno un nome, e, probabilmente, non è una brutta persona. Ha invece un nome il povero che mendica alla sua porta: Lazzaro. Il ricco è troppo concentrato nelle sue cose per accorgersi di questo uomo che muore di fame sotto casa sua. ...
(continua)
don Claudio Doglio     (Omelia del 29 Settembre 2019)
Video commento a Lc 16,19-31

...
(continua)

padre Paul Devreux     (Omelia del 25 Settembre 2016)

L'intenzione di Gesù non è quella di parlarci del paradiso e dell'inferno. Come Dante usa categorie dell'aldilà per raccontarci il suo cammino, cosi Gesù usa delle immagini comuni alla gente del suo tempo per dare un messaggio che vuole essere una buona notizia. Ne' si può liquidare questa parabola ...
(continua)
don Domenico Luciani     (Omelia del 25 Settembre 2016)
Video commento su Lc 16,19-31

...
(continua)

padre Ermes Ronchi     (Omelia del 25 Settembre 2016)
Il peccato del ricco è l'indifferenza verso il povero
La parabola del ricco senza nome e del povero Lazzaro è una di quelle pagine che ci portiamo dentro come sorgente di comportamenti meno disumani. Un ricco senza nome, per cui il denaro è diventato l'identità, la seconda pelle. Il povero invece ha il nome dell'amico di Betania. Il Vangelo non usa ma ...
(continua)
don Domenico Luciani     (Omelia del 29 Settembre 2019)
Video commento su Lc 16,19-31

...
(continua)

padre Ermes Ronchi     (Omelia del 29 Settembre 2019)
Il peccato del ricco? Non vedere i bisognosi
Una parabola dura e dolce, con la morte a fare da spartiacque tra due scene: nella prima il ricco e il povero sono contrapposti in un confronto impietoso; nella seconda, si intreccia, sopra il grande abisso, un dialogo mirabile tra il ricco e il padre Abramo. Prima scena: un personaggio avvolto di p ...
(continua)
Casa di Preghiera San Biagio FMA     (Omelia del 20 Marzo 2014)
Commento su Lc 16,24
«Nella vita, tu hai ricevuto i tuoi beni, e Lazzaro i suoi mali; ma ora lui è consolato, tu invece sei in mezzo ai tormenti». Lc 16,24
Come vivere questa Parola?
Il vangelo di oggi ci presenta due figure significative per la nostra vita cristiana. Il povero Lazzaro, ...

(continua)
Casa di Preghiera San Biagio FMA     (Omelia del 05 Marzo 2015)
Commento su Lc 16, 30-31
Se dai morti qualcuno andrà da loro, si convertiranno". Abramo rispose: "Se non ascoltano Mosè e i Profeti, non saranno persuasi neanche se uno risorgesse dai morti".
Lc 16, 30-31

Come vivere questa Parola?
Quante volte Gesù cerca di preparare i suoi discepoli alla resurr ...

(continua)

padre Giuseppe De Nardi     (Omelia del 25 Settembre 2016)
Sulla Tua Parola - Lc 16,19-31

...
(continua)

mons. Antonio Riboldi     (Omelia del 25 Settembre 2016)
Poveri in spirito oggi, per diventare ?ricchi' eternamente!
Oggi, ?diventare ricchi', da quanto possiamo capire attraverso i massmedia e l'opinione pubblica, è diventata la ?favola' degli adulti, che ha i suoi giornali specializzati, con tanti servizi su ?cosa fanno', ?come e dove vivono i paperoni o i vip', coloro che sono classificati come gli ?idoli' del ...
(continua)
don Gianfranco Calabrese     (Omelia del 25 Settembre 2016)
Video commento su Luca 16,19-31

...
(continua)

don Roberto Fiscer     (Omelia del 25 Settembre 2016)
#StradeDorate - Commento su Luca 16,19-31

...
(continua)

padre Gian Franco Scarpitta     (Omelia del 25 Settembre 2016)
Guai ai ricchi, beati voi poveri
«Guai ai ricchi che ora ridono nella loro sazietà, beati i poveri che ora piangono e hanno fame» (Luca 6, 20ss) è un ammonimento inserito nel capitolo in cui Luca espone le Beatitudini e le corrispondenti condanne (guai) che ad esse sono in antitesi. Esso riprova la falsa sicurezza di chi si agghind ...
(continua)
don Roberto Fiscer     (Omelia del 29 Settembre 2019)
#StradeDorate - Commento su Luca 16,19-31

...
(continua)

Diocesi di Vicenza     (Omelia del 25 Settembre 2016)
La Parola - commento a Lc 16,19-31
Commento a cura di padre Giorgio Maria Vasina dell'Ordine dei Frati Servi di Maria. Registrazione effettuata nella Basilica di Monte Berico, Vicenza

...
(continua)

Diocesi di Vicenza     (Omelia del 29 Settembre 2019)
La Parola - Commento al Vangelo di Luca (Lc 16,19-31)

...
(continua)

don Giacomo Falco Brini     (Omelia del 25 Settembre 2016)
L'aldilà comincia aldiqua'
La vita non ci è data in proprietà. Ci è data in amministrazione. Questo è quello che dice la Bibbia dappertutto. Che ci piaccia o non ci piaccia, finiremo per metterla al servizio di qualcuno o di qualcosa. Questo il senso profondo del vangelo di domenica scorsa, nel racconto della parabola dell'am ...
(continua)
Sulla strada - TV2000     (Omelia del 25 Settembre 2016)
Commento su Luca 16,19-31

...
(continua)

Sulla strada - TV2000     (Omelia del 29 Settembre 2019)
Commento su Luca 16,19-31

...
(continua)

padre Antonio Rungi     (Omelia del 25 Settembre 2016)
Finirà il sistema di vita dei buontemponi. E quando, Signore?
Il profeta Amos nel testo della prima lettura di questa XXVI Domenica del tempo ordinario, ha le caratteristiche di un fortissimo rimprovero verso tutti coloro che pensano di godersi la vita, ai danni degli altri, consumando, sprecando beni, cerando solo soddisfazioni e piaceri della carne. Evidente ...
(continua)
padre Antonio Rungi     (Omelia del 29 Settembre 2019)
Cesserà l'orgia dei dissoluti? Inizierà il tempo della rettitudine?
La parola di Dio di questa 26 domenica del tempo ordinario, soprattutto nel testo del Vangelo, è una delle pagine, più belle in assoluto di tutto il vangelo, in quanto ci presenta verità di fede sacrosante, dalle quali non si può prescindere per giudicare il nostro agire e quello degli altri.
E ...

(continua)
Casa di Preghiera San Biagio FMA     (Omelia del 25 Febbraio 2016)
Commento su Lc16,19-31
"In quel tempo, Gesù disse ai farisei: "c'era un uomo ricco che vestiva di porpora e bisso e tutti i giorni banchettava lautamente. Un mendicante, di nome Lazzaro, giaceva alla sua porta, coperto di piaghe, bramoso di sfamarsi di quello che cadeva dalla mensa del ricco. Perfino i cani venivano a ...
(continua)
Casa di Preghiera San Biagio FMA     (Omelia del 16 Marzo 2017)
Commento su Lc 16, 25-26
Abramo rispose: «Figlio, ricordati che, nella vita, tu hai ricevuto i tuoi beni, e Lazzaro i suoi mali; ma ora in questo modo lui è consolato, tu invece sei in mezzo ai tormenti. Per di più, tra noi e voi è stato fissato un grande abisso: coloro che di qui vogliono passare da voi, non possono, né ...
(continua)
don Roberto Farruggio     (Omelia del 25 Settembre 2016)
Video commento alla liturgia - Lc 16,19-31

...
(continua)

don Roberto Farruggio     (Omelia del 25 Settembre 2016)
Video commento alla liturgia con i ragazzi - Lc 16,19-31

...
(continua)

Casa di Preghiera San Biagio FMA     (Omelia del 01 Marzo 2018)
Commento su Lc 16, 31
?Se non ascoltano Mosè e i Profeti, non saranno persuasi neanche se uno risorgesse dai morti?.
Lc 16, 31

Come vivere questa Parola?
La parabola di Luca dell'uomo ricco e di Lazzaro, esprime la delusione per l'indifferenza nei confronti della salvezza che tanti profeti ave ...

(continua)

Casa di Preghiera San Biagio FMA     (Omelia del 29 Settembre 2019)
Commento su 1Tm 6,11
«Tu, uomo di Dio (...) tendi alla giustizia, alla pietà, alla fede alla carità, alla pazienza, alla mitezza»
1Tm 6,11

Come vivere questa Parola?
Timoteo era un caro discepolo e collaboratore di San Paolo che gli aveva raccomandato di astenersi dal male. Qui lo esorta a es ...

(continua)

don Roberto Farruggio     (Omelia del 29 Settembre 2019)
Commento alle letture - XXVI Domenica del Tempo Ordinario (Anno C)

...
(continua)

don Fabio Rosini     (Omelia del 22 Settembre 2019)
Commento al Vangelo del 22 settembre

...
(continua)

don Fabio Rosini     (Omelia del 29 Settembre 2019)
Commento al Vangelo del 29 settembre

...
(continua)

Agenzia SIR     (Omelia del 25 Settembre 2016)
Commento su Luca 16,19-31
Gesù parla ancora ai farisei che si sentono più volte chiamati in causa perché "erano attaccati al denaro" e perciò "si beffavano" di lui. In questa pagina sono rappresentati dal ricco e sono descritti come coloro che non ascoltano Mosè e i Profeti e neanche se uno ...
(continua)
don Alessandro Farano     (Omelia del 12 Marzo 2020)
Video commento al Vangelo - Giovedì- II Settimana di Avvento - Anno A

...
(continua)

Agenzia SIR     (Omelia del 29 Settembre 2019)
Commento su Luca 16,19-31
Cos'è che dà senso alla vita terrena dell'uomo garantendogli, allo stesso tempo, la vita eterna. È il tema che, soprattutto i brani biblici di Amos e di Luca, presentano oggi. Amos, profeta vissuto nell'VIII secolo avanti Cristo nel regno di Israele, descrive l'opulenza dei ricchi che pensano sol ...
(continua)
don Luigi Maria Epicoco     (Omelia del 29 Settembre 2019)
Il volto di Lazzaro

...
(continua)

don Gaetano Luca (Amore)     (Omelia del 29 Settembre 2019)

...
(continua)

CPM-ITALIA Centri di Preparazione al Matrimonio (coppie - famiglie)     (Omelia del 29 Settembre 2019)
Commento su Am 6,1.4-7; Sal 145; 1Tm 6,11-16; Lc 16,19-31
In questa 26a Domenica del tempo ordinario, la liturgia ci proclama, alla lettura del brano Evangelico, la parabola del povero e muto Lazzaro, il cui nome significa ?Dio aiuta?, seduto davanti alla porta, del cosi detto ? ricco epulone?. Una situazione, molto simile, è denunciata dal profeta Amos, n ...
(continua)
mons. Erio Castellucci diocesi di Modena-Nonantola     (Omelia del 29 Settembre 2019)
Se non ascoltano...

...
(continua)

don Nicola Salsa     (Omelia del 29 Settembre 2019)
Il ricco e il povero

...
(continua)

don Nicola Salsa     (Omelia del 12 Marzo 2020)
Il povero Lazzaro

...
(continua)

Omelie.org (bambini)     (Omelia del 25 Settembre 2016)

L'evangelista Luca ci parla oggi di una persona di nome Lazzaro. Chi si ricorda di quando abbiamo incontrato, sempre nel Vangelo, un altro Lazzaro? Bravi! Lazzaro era il fratello di Marta e Maria: era quell'uomo che era morto e che già da tre giorni era nel sepolcro, era colui per il quale il Sign ...
(continua)
frate Attilio Gueli     (Omelia del 29 Settembre 2019)
Incidente

...
(continua)

don Claudio Doglio     (Omelia del 25 Settembre 2016)
Tu, uomo di Dio, combatti la buona battaglia
Clicca qui per scaricare il commento in formato MP3.

Per ascoltare il commento, clicca sul play sulla sinistra del lettore:


(continua)

don Fabio Zaffuto     (Omelia del 12 Marzo 2020)
Ti vai ammorbidendo o ti vai abbrutendo? Video commento su Lc 16,19-31

...
(continua)

don Maurizio Prandi     (Omelia del 25 Settembre 2016)
La maschera o il volto... le cose o le relazioni
Continua, nella liturgia domenicale, quel filone che domenica scorsa è stato aperto e che ci aiuta a scoprire sempre di più il nostro volto di discepoli, filone importante perché ci fa riflettere sull'importanza che diamo alle cose, alle ricchezze. Ciò che davvero conta, ci dice la liturgia, è non s ...
(continua)
don Giovanni Berti     (Omelia del 25 Settembre 2016)
Distante incolmabili
Clicca qui per la vignetta della settimana. "Quanto è distante...?" Quanto è distante l'Italia dalla Nuova Zelanda dall'altro capo del nostro pianeta? Quando è distante la Terra dalla Luna, dal pianeta più vicino o quello più ...
(continua)
don Giovanni Berti     (Omelia del 29 Settembre 2019)
Basta Alzare Lo Sguardo...
Clicca qui per la vignetta della settimana. Ricordo di un episodio buffo che mi è capitato viaggiando nell'era pre-googlemaps, cioè prima delle cartine digitali che sul telefono ti dicono subito dove sei e dove si trova esattame ...
(continua)
Wilma Chasseur     (Omelia del 25 Settembre 2016)
Audio commento alla liturgia - Lc 16,19-31
Clicca qui per scaricare il commento in formato MP3.

Per ascoltare il commento, clicca sul play sulla sinistra del lettore:

(continua)

mons. Roberto Brunelli     (Omelia del 25 Settembre 2016)
Inferno o paradiso: è una scelta fatta qui
Un doppio monito presentano le letture di oggi, circa le conseguenze dei propri comportamenti. Continua il discorso sui beni materiali: domenica scorsa si parlava dei beni male acquisiti, tramite imbrogli e vessazioni; oggi, dei beni male usati, perché sprecati nel superfluo, ignorando chi è nel bis ...
(continua)
Wilma Chasseur     (Omelia del 29 Settembre 2019)
Audio commento alla liturgia - Lc 16,19-31
Clicca qui per scaricare il commento in formato MP3.

Per ascoltare il commento, clicca sul play sulla sinistra del lettore:

(continua)

mons. Roberto Brunelli     (Omelia del 29 Settembre 2019)
Il povero ha un nome; il ricco no
Le letture di oggi continuano il discorso sui beni materiali: domenica scorsa si parlava dei beni male acquisiti, tramite imbrogli e vessazioni; oggi, dei beni male usati, perché sprecati nel superfluo, ignorando chi è nel bisogno. Il profeta Amos, nel brano di domenica scorsa, aveva parlato dei co ...
(continua)
padre Fernando Armellini     (Omelia del 29 Settembre 2019)
Videocommento su Lc 16,19-31

...
(continua)

mons. Roberto Brunelli     (Omelia del 29 Settembre 2019)
Per la fede non ci sono vacanze
Il poco noto profeta Abacuc conclude la prima lettura di oggi con un'espressione, ripresa da Paolo nella lettera ai Romani, e in seguito chiave delle posizioni di Martin Lutero: "il giusto vivrà per la sua fede". Di fede parla anche il vangelo (Luca 17,5-10) e per commentarlo può essere utile una pr ...
(continua)
don Simone Salvadore     (Omelia del 25 Settembre 2016)
Lazzaro e il ricco "festaiolo e mangione".
Non è necessario essere persone malvage, per creare degli abissi e dei burroni nelle relazioni. La ricchezza... il potere con tutte le sue prerogative e i suoi privilegi... l'intelligenza e i carismi più grandi,...la bellezza estetica stessa di una persona..., possono indurla a rifugiarsi in una fa ...
(continua)
don Alberto Brignoli     (Omelia del 25 Settembre 2016)
Nel nome del povero. Cioè, di Dio.
Se sapessimo chiamare le cose e soprattutto le persone con il loro nome, ci accorgeremmo che le situazioni che incontriamo nella nostra vita di ogni giorno non sono tutte uguali e non sono affatto impersonali, ma hanno una loro ben precisa identità. Perché quando cose o persone diventano un insieme ...
(continua)
Movimento Apostolico - rito ambrosiano     (Omelia del 31 Luglio 2016)
Con quello che cadeva dalla tavola del ricco
Lazzaro è il vero modello del povero secondo il Vangelo di nostro Signore Gesù Cristo. È L'uomo senza alcun desiderio delle cose degli altri. Lui non desidera sfamarsi di ciò che è sulla tavola del ricco. Sarebbe un peccare contro il Signore. Si desidererebbero le cose degli altri e questo desiderio ...
(continua)
Movimento Apostolico - rito romano     (Omelia del 20 Marzo 2014)
Tra noi e voi è stato fissato un grande abisso
Sono molti i cristiani che disertano abitualmente la celebrazione domenicale dell'Eucaristia. La domenica non è più il giorno del Signore, è divenuto il giorno dell'uomo. Tutti però partecipano prima o poi ad una liturgia funebre per onorare un loro congiunto, un loro amico, per amore, per dovere, p ...
(continua)
don Claudio Luigi Fasulo     (Omelia del 29 Settembre 2019)
Audio commento al Vangelo della Ventiseiesima domenica del Tempo Ordinario (Anno C - Lc 16,19-31)

...
(continua)

Movimento Apostolico - rito romano     (Omelia del 05 Marzo 2015)
Erano i cani che venivano a leccare le sue piaghe
Il Padre celeste ha mandato a quest'uomo ricco la chiave per entrare nel regno dei cieli e costui neanche l'ha vista. È partito per l'eternità senza chiave. I cibi non sono chiave per il Paradiso e neanche i vestiti. Come non lo sono le vacanze esotiche, i grandi pellegrinaggi, le gite turistiche, i ...
(continua)
Movimento Apostolico - rito romano     (Omelia del 25 Febbraio 2016)
Con quello che cadeva dalla tavola del ricco
Ogni parola del Vangelo è messa, collocata, installata in esso dallo Spirito Santo ed è rivelatrice di una verità divina ed è obbligatorio per noi trarla fuori, metterla in evidenza, collocarla sul candelabro perché faccia luce ad ogni uomo. Un comandamento della Legge del Sinai proibisce di desider ...
(continua)
Movimento Apostolico - rito romano     (Omelia del 25 Settembre 2016)
Li ammonisca severamente
Il ricco cattivo ha fallito tutta la sua vita. Si trova tra le fiamme del fuoco eterno. Dall'inferno ha un solo desiderio: che nessun suo famigliare finisca dentro. Lui conferma quanto è scritto nel Libro della Sapienza sui dannati che dalla perdizione eterna confessano la vanità e l'inutilità della ...
(continua)
Movimento Apostolico - rito romano     (Omelia del 16 Marzo 2017)
Stando negli inferi fra i tormenti
Nella Scrittura anche i dannati parlano a quanti sono ancora sulla terra, mostrando la loro miserevole sorte eterna, perché altri non li seguano nella loro stoltezza e insipienza. Nel Libro della Sapienza essi proclamano la brevità della vita nel corpo, mentre eterna è la vita che viene dopo. A che ...
(continua)
Movimento Apostolico - rito romano     (Omelia del 21 Marzo 2019)
Ogni giorno si dava a lauti banchetti
Tutti sappiamo che la Parola del Signore è la sola via che conduce alla vita eterna. Tutti conosciamo le regole del giudizio di Dio che sarà fondato sulle nostre opere, sia in bene che in male. Perché allora non facciamo il bene ed evitiamo il male? Il motivo della nostra chiusura nel male ce lo off ...
(continua)
Movimento Apostolico - rito romano     (Omelia del 29 Settembre 2019)
Tra noi e voi è stato fissato un grande abisso
Prima che Gesù facesse parlare il ricco cattivo dall'inferno per manifestarci quali sono le pene e le sofferenze dell'inferno eterno, il Signore Dio aveva già fatto parlare i dannati per rivelarci la profondità, l'ampiezza, la larghezza della loro stoltezza e insipienza. Per un attimo di tempo, anzi ...
(continua)
don Marco Pozza     (Omelia del 25 Settembre 2016)
Storia di un Dio politicamente scorretto
La premessa fu compito della Madre annunciarla al mondo, appena dopo la grande Annunciazione a lei. Era così d'intrigo quel rovesciamento, che si fece addirittura canto, nel Magnificat: «Ha rovesciato i potenti dai troni, ha innalzato gli umili» (Lc 1,52). Pochi, allora, s'accorsero ch'era la premes ...
(continua)
don Marco Pozza     (Omelia del 29 Settembre 2019)
Il futuro del menefreghismo
Entrando in casa di fretta, l'avrà pure calpestato, qualche volta, quell'uomo cencioso che «stava alla sua porta». Che a quell'uomo ricco non gli importasse niente di Lazzaro è troppo facile a credersi. Semplicemente aveva imparato a fare a meno del povero nell'organizzarsi le giornate: ?Un p ...
(continua)
don Luciano Cantini     (Omelia del 25 Settembre 2016)
Ha rovesciato i potenti dai troni
C'era un uomo ricco
Il contrappasso [derivato dal latino medievale contrapassum, composto di contra "al contrario" e passus "soffrire": soffrire al contrario] è usato in molti modi per rappresentare la giustizia di Dio. Già nel Cantico della Vergine Maria: ha rico ...

(continua)
don Luciano Cantini     (Omelia del 29 Settembre 2019)
Un grande abisso
Stava alla sua porta
?MESTRE. Pulisce volontariamente i marciapiedi e le strade di Mestre con la propria scopa, spiegando di voler così integrarsi, ma l'azione di Monday, un giovane nordafricano, non è stata apprezzata dai vigili che l'hanno multato di 350 euro. Perché, è scritto nel ...

(continua)
fr. Massimo Rossi     (Omelia del 25 Settembre 2016)
Commento su Luca 16,19-31
Il Vangelo della scorsa domenica ricordava che la ricchezza condanna spesso a trovarsi sul versante del male; la povertà, invece, è la condizione interiore della persona buona, destinata a riposare in eterno nel seno di Abramo: è paradossale, in una cultura come quella semitica, ove era forte la con ...
(continua)
fr. Massimo Rossi     (Omelia del 29 Settembre 2019)
Commento su Luca 16,19-31
Ai tempi di Gesù, si credeva che la condizione degli uomini in terra venisse per così dire retribuita dopo la morte con una (condizione) uguale-contraria, la quale durava tutta l'eternità: cosiddetta regola del contrappasso. Chi ha letto la Divina Commedia, ...
(continua)
don Michele Cerutti     (Omelia del 31 Luglio 2016)
Commento su Luca 16,19-31
La Parola di Dio offerta dalla liturgia ha il compito di scuoterci e scuoterci in maniera forte. Inquadriamo bene le letture per offrire una sintesi.
La prima lettura ci parla di Acab re potente. Fu un sovrano che su influenza e pressione di sua moglie Gezabele di stirpe cananea abbandonò la fe ...

(continua)
Carla Sprinzeles     (Omelia del 25 Settembre 2016)
Commento su Amos 6,1-7; Luca 16,19-31
Oggi la liturgia ci invita a prendere consapevolezza che ogni nostra azione, ogni scelta che compiamo nella storia incide nel nostro futuro.
Viene utilizzata la metafora del pranzo e c'è un riferimento alla ricchezza che abbiamo.
Il rischio è che non vediamo le sofferenze degli altri, cioè ...

(continua)
Missionari della Via     (Omelia del 25 Settembre 2016)

Continua lo splendido insegnamento di Gesù sull'uso dei beni, che Luca ci propone nel capitolo 16 del Vangelo.
Oggi il nostro Maestro ci propone una parabola, dove incontriamo due personaggi: un uomo ricco, di cui non è nemmeno ricordato il nome, e Lazzaro, il povero malato, il cui nome signifi ...

(continua)
Missionari della Via     (Omelia del 29 Settembre 2019)

Il brano evangelico di questa domenica ci propone una parabola di Gesù sull'uso della ricchezza.
«C'era un uomo ricco», inizia così questa parabola, un uomo ricco, ma senza un nome, ciò che lo definisce è come veste e come mangia: veste splendidamente e mangia benissimo e in abbondanza. Egli o ...

(continua)
don Giacomo Falco Brini     (Omelia del 29 Settembre 2019)
Agenti di Dio sotto copertura di piaghe
Per il vangelo di domenica scorsa la nostra vita è una roba troppo grande per saperla amministrare bene e da soli. Meglio accettare la realtà di essere tutti amministratori disonesti (chi più e chi meno, questo solo Dio lo sa). Oppure, uscendo da quella parabola per entrare in un'altra, di essere tu ...
(continua)
don Walter Magni     (Omelia del 31 Luglio 2016)
Ascolta, Signore, il povero che t'invoca
Domenica scorsa Gesù, dopo che il giovane ricco se n'era andato triste, constatava: "quanto è difficile, per quelli che possiedono ricchezze, entrare nel regno di Dio" (Lc 18,24). Gesù ritorna sul tema della ricchezza col racconto della parabola del ricco gaudente, per evidenziare che quando si ha a ...
(continua)
diac. Vito Calella     (Omelia del 29 Settembre 2019)
«Dio ci aiuta» per Cristo, con Cristo e in Cristo, nostro «Lazzaro».
La vita eterna è comunione; l'inferno è isolamento, abisso, separazione. La vita eterna non comincia dopo la nostra morte, ma dal giorno del nostro concepimento nel ventre materno. Ci sono due fasi di questa eternità: la prima è quella che si gioca in questo mondo, tra le soglie della nascit ...
(continua)
don Mario Simula     (Omelia del 29 Settembre 2019)
Una sicurezza senza nome e una povertà che riceve il nome da Dio
Non si può vivere come se Dio non ci fosse. L'uomo che crede di aver trovato la propria libertà e il proprio successo personale in questa illusione, si apre alla più cocente delle delusioni. Costruisce una vita, magari piena di baldoria, ma sicuramente priva di gioia. Dio è in noi la fonte ...
(continua)
Luca Rubin     (Omelia del 29 Settembre 2019)
Mi regali un sorriso?
Gesù disse ai farisei: C'era un uomo ricco, che indossava vestiti di porpora e di lino finissimo, e ogni giorno si dava a lauti banchetti. Un povero, di nome Lazzaro, stava alla sua porta, coperto di piaghe, bramoso di sfamarsi con quello che cadeva dalla tavola del ricco; ma erano i cani che ...
(continua)
don Lucio D'Abbraccio     (Omelia del 29 Settembre 2019)
Senza la carità non siamo niente!
Il vangelo di questa domenica incomincia con queste parole: «C'era un uomo ricco, che indossava vestiti di porpora e di lino finissimo, e ogni giorno si dava a lauti banchetti». È da notare che Gesù non dà il nome al ricco egoista: quest'uomo è definito unicamente da ciò che possiede; egli am ...
(continua)
Paolo Curtaz     (Omelia del 08 Novembre 2014)

Gesù continua la riflessione iniziata ieri con la sconcertante parabola dell'amministratore disonesto e chiede ai discepoli di essere liberi dalla bramosia e dall'attaccamento al denaro e di accumulare ricchezza davanti a Dio. Evidenzia poi un aspetto simpatico, una piccola regola di vita che può ai ...
(continua)
Paolo Curtaz     (Omelia del 07 Novembre 2015)

Mettessimo nelle cose di Dio la stessa attenzione che mettiamo nelle cose degli uomini! Fossimo capaci di dedicare alla nostra anima anche solo un decimo delle energie che investiamo per le cose di questo mondo! È paradossale, ma è un errore in cui incorriamo continuamente: a ciò che rimane, alla no ...
(continua)
don Carlo Occelli     (Omelia del 07 Novembre 2020)
Commento al Vangelo 7 novembre 2020

...
(continua)

Casa di Preghiera San Biagio FMA     (Omelia del 07 Novembre 2015)
Commento su Lc.16,13
"Nessun servo può servire a due padroni: o odierà l'uno e amerà l'altro oppure si affezionerà all'uno e disprezzerà l'altro: Non potete servire a Dio e a mammona."
Lc.16,13

Come vivere questa Parola?
Gesù detta le sue regole, chiare ed essenziali. Ricalcano il detto popol ...

(continua)

Casa di Preghiera San Biagio FMA     (Omelia del 11 Novembre 2017)
Commento su Lc 16,13
? Nessun servitore può servire due padroni, perché o odierà l'uno e amerà l'altro, oppure si affezionerà all'uno e disprezzerà l'altro. Non potete servire Dio e la ricchezza».
Lc 16,13

Come vivere questa Parola?
La ricchezza, in sé stessa è neutra: né cattiva né buona. T ...

(continua)

Casa di Preghiera San Biagio FMA     (Omelia del 10 Novembre 2018)
Commento su Lc 16, 10.13-15
«Chi è fedele in cose di poco conto, è fedele anche in cose importanti; e chi è disonesto in cose di poco conto, è disonesto anche in cose importanti. [...] Nessun servitore può servire due padroni, perché o odierà l'uno e amerà l'altro, oppure si affezionerà all'uno e disprezzerà l'altro. Non p ...
(continua)
don Nicola Salsa     (Omelia del 07 Novembre 2020)
Dov'è il tesoro, là il tuo cuore (Lc 16,9-15)

...
(continua)

don Giampaolo Centofanti     (Omelia del 07 Novembre 2020)

Guadagni, glorie terrene, diventano nella sequela di Gesù sempre più chiaramente abbagli da cui non lasciarsi ingannare. Esiste una vita vera, una maturità, anche rapporti profondi, costruiti su basi solide e gioiose, sulla vera pace. ...
(continua)
Movimento Apostolico - rito romano     (Omelia del 08 Novembre 2014)
Non potete servire Dio e la ricchezza
La vera religione sempre cammina tra fedeltà e infedeltà, vera adorazione ed empietà, culto a Dio e superstizione, latria e idolatria. Celebre è il richiamo fatto dal profeta Elia al popolo del Signore che saltellava da una parte all'altra. Un poco con Dio e un molto più con gli idoli. Questa commis ...
(continua)
don Domenico Bruno     (Omelia del 07 Novembre 2020)
Il nostro audio quotidiano
Per ricevere il commento quotidiano unisciti al canale Telegram @annunciatedaitetti Visita il sito annunciatedaitetti.it Dai uno sguardo anche al canale (continua)
Movimento Apostolico - rito romano     (Omelia del 07 Novembre 2015)
Davanti a Dio è cosa abominevole
Una cosa sola è abominevole davanti a Dio: l'idolatria. È cosa abominevole che un uomo prenda il posto di Dio, si sostituisca a Lui. Come è anche abominevole che si cerchi nelle cose ciò che solo Dio può donare. L?uomo è fatto di anima e di spirito, di tempo e di eternità, di vita presente e futura. ...
(continua)
don Marco Scandelli     (Omelia del 07 Novembre 2020)
#2minutiDiVangelo - Sabato 7/11 - Ricchi di denaro? No, grazie. Preferisco l'amore!
Commento al Vangelo di sabato 7 novembre 2020 - XXXI settimana del Tempo Ordinario - a cura di don Marco Scandelli #2minutiDiVangelo Lc 16 9-15 La ricchezza disonesta a tutto ciò a cui noi attacchiamo il nostro cuore e progettiamo la vita, diventandone però schiavi: dal denaro alla nostra i ...
(continua)
Movimento Apostolico - rito romano     (Omelia del 05 Novembre 2016)
Voi siete quelli che si ritengono giusti davanti agli uomini
La Scrittura Santa indica ad ogni uomo una regola infallibile per non sbagliare nei giudizi e nelle valutazioni. Nessuno deve valutarsi guardando se stesso, la sua coscienza, il suo cuore. L'uomo in se stesso è già un inganno. Inganna se stesso, inganna gli altri. Ogni valutazione, misura, discernim ...
(continua)
Movimento Apostolico - rito romano     (Omelia del 10 Novembre 2018)
Non potete servire Dio e la ricchezza
L'uomo ha un solo cuore, una sola anima, il solo corpo, una sola vita. Può consacrare se stesso al suo Signore per il compimento della sua volontà. Se fa questo diviene signore come Dio è il Signore. Ma anche può sottrarsi al suo Creatore e Dio porsi al servizio delle creature. La parabola di Gesù c ...
(continua)