Omelie riferite al libro: Vangelo secondo Luca, capitolo 12

don Giorgio Zevini     (Omelia del 14 Agosto 2016)
Video Commento a Lc 12, 46 - 53

...
(continua)

CPM-ITALIA Centri di Preparazione al Matrimonio (coppie - famiglie)     (Omelia del 18 Agosto 2019)
Commento su Ger 38,4-6.8-10; Sal 39; Eb 12,1-4; Lc 12,49-53
Le letture che la liturgia ci propone in questa domenica ci invitano a riflettere sul ruolo del profeta (nella prima lettura), del credente (nella seconda) e della comunità (nel Vangelo), cioè sugli atteggiamenti che, dobbiamo avere nei confronti del mondo in cui viviamo, per essere coerenti con la ...
(continua)
CPM-ITALIA Centri di Preparazione al Matrimonio (coppie - famiglie)     (Omelia del 14 Agosto 2016)
Commento su Ger 38,4-6.8-10; Sal 39; Eb 12,1-4; Lc 12,49-53
Gesù, nel vangelo di questa domenica fa un annuncio sconvolgente: "Sono venuto a portare il fuoco...ricevere un battesimo... a portare la divisione". La parola del vangelo, che di solito è sorgente di unione, questa domenica si trasforma in una katana affilatissima, come solo le katane lo sono, che ...
(continua)
Paolo Curtaz     (Omelia del 17 Ottobre 2014)

I farisei, gli scribi, i dottori della Legge hanno falsato l'annuncio, hanno nascosto il volto straordinario del Dio di Israele. In un modo o nell'altro tutti si sono allontanati da Dio e, quel che è peggio, hanno allontanato il popolo da Dio... E nessuno riconosce Gesù come profeta anzi, tutto lasc ...
(continua)
don Carlo Occelli     (Omelia del 16 Ottobre 2020)
Commento al vangelo 16 ottobre 2020

...
(continua)

Paolo Curtaz     (Omelia del 16 Ottobre 2015)

Il clima di ostilità nei confronti del falegname che si è fatto profeta è cresciuto a dismisura, dopo le invettive contro i farisei e i dottori della Legge. Finché Gesù puntava il dito contro le storture di chi non crede poteva andare ma, ora, Gesù accusa esplicitamente coloro che erano visti come i ...
(continua)
Casa di Preghiera San Biagio FMA     (Omelia del 20 Ottobre 2017)
Commento su Lc 12, 1-2; 4-7
«Guardatevi bene dal lievito dei farisei, che è l'ipocrisia. Non c'è nulla di nascosto che non sarà rivelato, né di segreto che non sarà conosciuto [...]. Dico a voi, amici miei: non abbiate paura di quelli che uccidono il corpo e dopo questo non possono fare più nulla. Vi mostrerò invece di chi ...
(continua)
Casa di Preghiera San Biagio FMA     (Omelia del 19 Ottobre 2018)
Commento su Lc 12, 2
«Guardatevi bene dal lievito dei farisei, che è l'ipocrisia. Non c'è nulla di nascosto che non sarà svelato, né di segreto che non sarà conosciuto»
Lc 12, 2

Come vivere questa Parola?
Gesù definisce l'ipocrisia come il lievito dei farisei. Il lievito è quel pizzico di sos ...

(continua)

don Nicola Salsa     (Omelia del 16 Ottobre 2020)
Non abbiate paura

...
(continua)

Movimento Apostolico - rito romano     (Omelia del 17 Ottobre 2014)
Anche i capelli del vostro capo sono tutti contati
Gesù vuole i suoi discepoli vera luce del mondo, vero sale della terra. La luce non ha tenebre. Non ha lati oscuri, nascosti. Neanche il sale si potrà mai rivestire di apparenze contrarie a ciò che esso è secondo verità di natura. Luce e sale non hanno un momento di realtà e un momento di apparenza. ...
(continua)
don Domenico Bruno     (Omelia del 16 Ottobre 2020)
Il nostro audio quotidiano
Per ricevere il commento quotidiano unisciti al canale Telegram @annunciatedaitetti Visita il sito annunciatedaitetti.it Dai uno sguardo anche al canale (continua)
Movimento Apostolico - rito romano     (Omelia del 16 Ottobre 2015)
Guardatevi bene dal lievito dei farisei
L'ipocrisia è la maschera che l'uomo indossa per nascondere quanto di marcio, lurido, putrido vi è nel cuore. Gesù dice ai discepoli di guardarsi bene dal lievito dei farisei. Questo ammonimento di Gesù ha un duplice significato. I suoi discepoli mai devono cadere nella trappola dell'ipocrisia di qu ...
(continua)
don Giampaolo Centofanti     (Omelia del 16 Ottobre 2020)

L'aldilà non è un luogo dove riceveremo punizioni per i nostri peccati ma una esistenza dove sarà chiarissimo che solo la fede, l'amore, sono vita. Probabilmente non dovremo ricordare ad uno ad uno tutti i nostri peccati ma sentiremo il dolore per il male commesso, le sofferenze inflitte agli altri, ...
(continua)
Movimento Apostolico - rito romano     (Omelia del 14 Ottobre 2016)
Guardatevi bene dal lievito dei farisei
Quando la religione è in mano a persone ipocrite, dal viso angelico ma dal cuore diabolico, essa viene trasformata in uno strumento di morte, disperazione, angoscia, terrore, mai potrà essere vera via di vita, benedizione, gioia, pace, ricerca del vero bene. L'ipocrisia è veleno letale per la religi ...
(continua)
don Marco Scandelli     (Omelia del 15 Ottobre 2020)
#2minutiDiVangelo - Giovedì 15/10 - Santa Teresa: donna forte esempio di anti-clericalismo!
Commento al Vangelo di giovedì 15 ottobre 2020 - XXVIII settimana del Tempo Ordinario - a cura di don Marco Scandelli #2minutiDiVangelo Luca 12 1-7 a polemica odierna si snoda sul tema dell'uso storpiato dei profeti da parte di alcuni per confermare le proprie sbagliate teorie. Insomma: anc ...
(continua)
don Marco Scandelli     (Omelia del 16 Ottobre 2020)
#2minutiDiVangelo - Venerdì 16/10 - Non passiamo dalla parte del torto reagendo al male subito!
Commento al Vangelo di venerdì 16 ottobre 2020 - XXVIII settimana del Tempo Ordinario - a cura di don Marco Scandelli #2minutiDiVangelo Luca 11 47-54 Gesù dice queste cose per mettere in guardia ?i cattivi?, ha una parola di conforto anche per le vittime: se anche dovessero farla franca le ...
(continua)
Movimento Apostolico - rito romano     (Omelia del 19 Ottobre 2018)
Guardatevi bene dal lievito dei farisei
Sono sufficienti pochi grammi di lievito nella pasta ed essa tutta si fermenta. Gesù vede il regno di Dio come vero lievito nella pasta del mondo. Concretamente lievito del regno è il discepolo del Signore a sua volta lievitato con il lievito del cuore di Cristo Gesù, lievito di verità, carità, vita ...
(continua)
Paolo Curtaz     (Omelia del 04 Agosto 2013)
Commento su Lc 12,13-21
L'atteggiamento della Bibbia, riguardo alla ricchezza, è adulto e maturo: riconosce in Dio l'origine di ogni cosa, ma lascia all'uomo la capacità di gestire il creato. Non occorre sfogliare la Scrittura per sapere cosa è bene per l'economia, è sufficiente ascoltare la nostra coscienza illuminata. ...
(continua)
Paolo Curtaz     (Omelia del 04 Agosto 2019)
Video commento a Lc 12,13-21

...
(continua)

padre Antonio Rungi     (Omelia del 04 Agosto 2019)
Cercatori di cose eterne
La parola di questa domenica XVIII del tempo ordinario, la prima del mese di agosto, il mese delle ferie per eccellenza fa luce su un problema fondamentale per l'uomo, quello dell'avere, del possedere beni terreni e cose materiali, dimenticandosi delle cose che davvero contano davanti a Dio e per l' ...
(continua)
Omelie.org - autori vari     (Omelia del 04 Agosto 2019)

COMMENTO ALLE LETTURE Commento a cura delle Clarisse di Via Vitellia Nel vangelo di oggi sentiamo dapprima di una eredità che divide due fratelli, poi di un uomo che, tutto preoccupato di accumulare per sé, non pensa ai suoi beni come eredità per altri. Dove c'è eredità di beni c ...
(continua)
don Claudio Doglio     (Omelia del 31 Luglio 2016)
Video commento a Lc 12,13-21

...
(continua)

Paolo Curtaz     (Omelia del 21 Ottobre 2013)
Commento su Lc 12,13-21
Gesù si rifiuta di entrare nella disputa per questione ereditarie fra i due fratelli del vangelo di oggi. Gesù sa bene che siamo perfettamente in grado di affrontare questioni di questo genere senza tirare Dio per la giacca e senza invocare i santi. Esiste una autonomia delle realtà terrene voluta d ...
(continua)
don Claudio Doglio     (Omelia del 04 Agosto 2019)
Video commento a Lc 12,13-21

...
(continua)

Paolo Curtaz     (Omelia del 20 Ottobre 2014)

Pagina straordinaria, quella del vangelo di oggi. Pagina in cui Gesù ribadisce uno dei capisaldi della nostra fede: Dio si fida delle nostre capacità e non va tirato in ballo a sproposito. Al fratello che chiede a Gesù di intervenire nella disputa ereditaria Gesù risponde di non averne titolo. Come ...
(continua)
don Carlo Occelli     (Omelia del 19 Ottobre 2020)
Commento al vangelo 19 ottobre 2020

...
(continua)

Paolo Curtaz     (Omelia del 19 Ottobre 2015)

Siamo capaci da soli a risolvere le nostre beghe. Anche quelle spinosissime che ci derivano da un'eredità da dividere, evento capace di far implodere più di una famiglia. Gesù si rifiuta di dirimere la questione che coinvolge due fratelli, uno dei quali pensa bene di ricorrere al giudizio del famoso ...
(continua)
don Domenico Luciani     (Omelia del 31 Luglio 2016)
Video commento su Lc 12,13-21

...
(continua)

padre Paul Devreux     (Omelia del 31 Luglio 2016)
Commento su Luca 12,13-21
In quel tempo, uno della folla disse a Gesù: «Maestro, di' a mio fratello che divida con me l'eredità». Ma egli rispose: «O uomo, chi mi ha costituito giudice o mediatore sopra di voi?».
Gesù non è venuto per fare il divisore, e non c'è bisogno di lui per capire se sto facendo la cosa gi ...

(continua)
padre Ermes Ronchi     (Omelia del 31 Luglio 2016)
Siamo veramente ricchi solo di ciò che doniamo
La campagna di un uomo ricco aveva dato un raccolto abbondante. Egli ragionava tra sé: «Come faccio? Ho troppo. Ecco, demolirò i miei magazzini e ne ricostruirò di più grandi». Così potrò accumulare e trattenere. Scrive san Basilio: «E se poi riempirai anche i nuovi granai, che cosa farai? Demolirai ...
(continua)
don Domenico Luciani     (Omelia del 04 Agosto 2019)
Video commento su Lc 12,13-21

...
(continua)

padre Ermes Ronchi     (Omelia del 04 Agosto 2019)
Siamo ricchi solo di ciò che doniamo
In quel tempo, uno della folla disse a Gesù: «Maestro, di' a mio fratello che divida con me l'eredità». Ma egli rispose: «O uomo, chi mi ha costituito giudice o mediatore sopra di voi?». E disse loro: «Fate attenzione e tenetevi lontani da ogni cupidigia perché, anche se uno è nell'abbondanza, la su ...
(continua)
padre Giuseppe De Nardi     (Omelia del 31 Luglio 2016)
Sulla Tua Parola - Lc 12,13-21

...
(continua)

don Gianfranco Calabrese     (Omelia del 31 Luglio 2016)
Video commento su Luca 12,13-21

...
(continua)

padre Gian Franco Scarpitta     (Omelia del 31 Luglio 2016)
"Perché in Dio sta tutto l'uomo"
Interpretando il pensiero sapiente del re Salomone, l'autore ignoto del libro del Qoelet delinea una visione pessimistica della vita, che viene compendiata con questa famosissima espressione, cantata anche da Branduardi e sfruttata anche in un certo romanzo letterario: "Vanità delle vanità, tutto è ...
(continua)
padre Gian Franco Scarpitta     (Omelia del 04 Agosto 2019)
Siamo una piccola parentesi in Dio
Immaginare quanto sia vecchio il nostro pianeta e considerare che la prima forma di vita sia sorta ?solamente? un miliardo e mezzo di anni or sono, a mio giudizio non può che indurci a una conclusione: noi siamo solo una parentesi fugace in un momento sperduto dell'eternità. La specie umana è sorta ...
(continua)
padre Antonio Rungi     (Omelia del 31 Luglio 2016)
La vera ricchezza che arricchisce in terra e in cielo
Il tema della ricchezza e all'attaccamento alle cose del mondo e della terra, di questa esistenza temporanea e transeunte che caratterizza il nostro pellegrinaggio vitale è al centro della parola di Dio di questa XVIII domenica del tempo ordinario, che capita con l'ultim giorno del mese di luglio. C ...
(continua)
don Roberto Fiscer     (Omelia del 31 Luglio 2016)
#StradeDorate - Commento su Luca 12,13-21

...
(continua)

Diocesi di Vicenza     (Omelia del 31 Luglio 2016)
La Parola - commento a Lc 12,13-21
Commento a cura di padre Giulio Cattozzo, superiore Comunità dei frati minori conventuali di san Lorenzo, Vicenza. Registrato nel chiostro del Tempio di san Lorenzo, Vicenza


(continua)

Diocesi di Vicenza     (Omelia del 04 Agosto 2019)
La Parola - Commento al Vangelo di Luca (Lc 12,13-21)

...
(continua)

Casa di Preghiera San Biagio FMA     (Omelia del 19 Ottobre 2015)
Commento su Lc 12, 20
"Stolto, questa notte stessa ti sarà richiesta la tua vita. E quello che hai preparato, di chi sarà?"
Lc 12, 20

Come vivere questa Parola?
Per tutta la settimana avremo come compagne le parabole del vangelo di Luca. Le parabole sono pericolose, perché troppo conosciute e ...

(continua)

Sulla strada - TV2000     (Omelia del 31 Luglio 2016)
Commento su Luca 12,13-21

...
(continua)

Casa di Preghiera San Biagio FMA     (Omelia del 17 Ottobre 2016)
Commento su Lc 12,20
«Stolto, questa notte stessa ti sarà richiesta la tua vita. E quello che hai preparato, di chi sarà?"»
Lc 12,20

Come vivere questa Parola?
Gesù ci invita ad essere vigilanti nella a non preoccuparsi eccessivamente del nostro denaro: con la morte non si porta nulla con se ...

(continua)

Sulla strada - TV2000     (Omelia del 04 Agosto 2019)
Commento su Luca 12,13-21

...
(continua)

don Roberto Farruggio     (Omelia del 31 Luglio 2016)
Video commento alla liturgia - Lc 12,13-21

...
(continua)

Casa di Preghiera San Biagio FMA     (Omelia del 23 Ottobre 2017)
Commento su Lc 12, 20-21
?Ma Dio gli disse: ?Stolto, questa notte stessa ti sarà richiesta la tua vita. E quello che hai preparato di chi sarà? Così è di chi accumula tesori per sé e non arricchisce davanti a Dio?.
Lc 12, 20-21

Come vivere questa Parola?
Gesù racconta una parabola per aiutare le ...

(continua)

don Roberto Farruggio     (Omelia del 04 Agosto 2019)
Commento alle letture - XVIII Domenica del Tempo Ordinario (Anno C)

...
(continua)

don Fabio Rosini     (Omelia del 04 Agosto 2019)
Commento al Vangelo del 4 agosto

...
(continua)

don Claudio Luigi Fasulo     (Omelia del 04 Agosto 2019)

...
(continua)

Lingua dei Segni Italiana     (Omelia del 04 Agosto 2019)

...
(continua)

don Gaetano Luca (Amore)     (Omelia del 04 Agosto 2019)

...
(continua)

Casa di Preghiera San Biagio FMA     (Omelia del 22 Ottobre 2018)
Commento su Lc 12,13-21
?In quel tempo, uno della folla disse a Gesù: «Maestro, di' a mio fratello che divida con me l'eredità». Ma egli rispose: «O uomo, chi mi ha costituito giudice o mediatore sopra di voi?». E disse loro: «Fate attenzione e tenetevi lontani da ogni cupidigia perché, anche se uno è nell'abbondanza, l ...
(continua)
mons. Erio Castellucci diocesi di Modena-Nonantola     (Omelia del 04 Agosto 2019)
E quello che hai preparato di chi sarà?

...
(continua)

Omelie.org - autori vari     (Omelia del 31 Luglio 2016)

COMMENTO ALLE LETTURE Commento a cura di Marco Simeone Questa domenica il vangelo è strano, è chiarissimo, come ogni volta che si parla di cose vicine a noi, tipo i soldi o la giustizia sociale, tutto si sfuma, diventa bello, ma sarebbe giusto che fosse così anche con altre cose. ...
(continua)
don Nicola Salsa     (Omelia del 21 Ottobre 2019)
Sono schiavo di ciò che possiedo?

...
(continua)

Agenzia SIR     (Omelia del 31 Luglio 2016)

La misura di vita indicata in questo Vangelo è alta quanto Dio. Se non c'è cattiveria a dividere l'eredità tra fratelli, il problema è quello del ricco che accumula con l'avidità insaziabile di accumulare. Chi ha scelto Cristo e vive della condizione di risorto, cerca le cose rinate e custodi ...
(continua)
don Nicola Salsa     (Omelia del 19 Ottobre 2020)
Quello che hai di chi sarà?

...
(continua)

Agenzia SIR     (Omelia del 04 Agosto 2019)
Commento su Luca 12,13-21
Cosa conta di più nella vita dell'uomo e dà senso alla sua esistenza? In che cosa consiste la vera saggezza umana su cui fondare il proprio stile di vita? La risposta la troviamo nei testi biblici di questa Messa. Il brano del Qoelet ci avverte che tutte le cose terrene, su cui gran parte degli u ...
(continua)
Agenzia SIR     (Omelia del 04 Agosto 2019)

Cosa conta di più nella vita dell'uomo e dà senso alla sua esistenza? In che cosa consiste la vera saggezza umana su cui fondare il proprio stile di vita? La risposta la troviamo nei testi biblici di questa Messa. Il brano del Qoelet ci avverte che tutte le cose terrene, su cui gran parte degli u ...
(continua)
don Giampaolo Centofanti     (Omelia del 19 Ottobre 2020)

Fate attenzione e tenetevi lontani: vi è la possibilità di attaccarsi a vie sbagliate anche avendo la grazia per comprenderlo. Chiediamo a Dio di aiutarci a non cadere in un inutili inganni che ritardano il maturare della vita vera. ...
(continua)
don Maurizio Prandi     (Omelia del 31 Luglio 2016)
Non c'è futuro per chi accumula per sé
Credo sia significativo che in questo tempo estivo che vede molte persone mettersi in viaggio, per godere di un tempo di meritato riposo, per vivere un tempo più prolungato ed "effettivo" in famiglia o anche solo per, come si dice, staccare la spina, il vangelo di Luca ci coinvolge settimanalmente d ...
(continua)
don Maurizio Prandi     (Omelia del 04 Agosto 2019)
Accendere la relazione
Siamo, ricorderete, all'interno di un viaggio che Gesù ha intrapreso in modo deciso, un viaggio durante il quale dice ai suoi discepoli e anche a noi, cose fondamentali, passi fondamentali: il passo della preghiera (ama Dio, Padre nostro) e il passo della compassione (ama il prossimo), passi che nel ...
(continua)
don Giovanni Berti     (Omelia del 04 Agosto 2019)
Soldi Soldi
Clicca qui per la vignetta della settimana. La canzone che ha vinto il Festival di Sanremo di quest'anno 2019 ed è arrivata seconda al Festival Europeo della canzone, si intitola ?Soldi? ed è scritta e interpretata da un giovane ...
(continua)
don Claudio Doglio     (Omelia del 31 Luglio 2016)
Risorti con Cristo e ricchi di umanità
Clicca qui per scaricare il commento in formato MP3.

Per ascoltare il commento, clicca sul play sulla sinistra del lettore:


(continua)

mons. Roberto Brunelli     (Omelia del 31 Luglio 2016)
Un promemoria sui beni materiali
Stando alle rilevazioni statistiche stiamo, pur faticosamente, uscendo dalla lunga crisi economica: che tuttavia ancora ci attanaglia, con gravi corollari quali la disoccupazione specie giovanile e l'accresciuto numero di quanti vivono in stato di povertà. Confidando che la situazione migliori rapid ...
(continua)
Wilma Chasseur     (Omelia del 31 Luglio 2016)
Audio commento alla liturgia - Lc 12,13-21
Clicca qui per scaricare il commento in formato MP3.

Per ascoltare il commento, clicca sul play sulla sinistra del lettore:

(continua)

mons. Roberto Brunelli     (Omelia del 04 Agosto 2019)
Anche questo è vanità
Pur faticosamente, stiamo uscendo - dice l'Istituto di Statistica - dalla lunga crisi economica, che si trascina da anni ma non appare conclusa, se si guarda alla disoccupazione specie giovanile e all'accresciuto numero di quanti vivono in stato di povertà. Confidando che la situazione migliori rapi ...
(continua)
Wilma Chasseur     (Omelia del 04 Agosto 2019)
Audio commento alla liturgia - Lc 12,13-21
Clicca qui per scaricare il commento in formato MP3.

Per ascoltare il commento, clicca sul play sulla sinistra del lettore:

(continua)

don Alberto Brignoli     (Omelia del 31 Luglio 2016)
In chi hai posto la tua fiducia?
Vatti a fidare degli uomini... Anche riguardo alla persona più affidabile di questo mondo, anche per il parente più stretto, chi di noi metterebbe la mano sul fuoco? Sì, sicuramente abbiamo tutti un amico più caro degli altri, o una persona della quale possiamo dire "Questa non mi tradirà mai"; purt ...
(continua)
padre Fernando Armellini     (Omelia del 04 Agosto 2019)
Videocommento su Lc 12,13-21

...
(continua)

don Alberto Brignoli     (Omelia del 04 Agosto 2019)
Non si fanno i conti senza l'oste...
?Ho lavorato tutta una vita, anche con grandi sacrifici, purché ai miei figli e alla mia famiglia non mancasse nulla, e così è stato. Ora è arrivato il momento di un meritato riposo, e mi sembra giusto che possa godere dei frutti dei miei sacrifici, senza più l'assillo di alzarmi presto al mattino p ...
(continua)
Movimento Apostolico - rito romano     (Omelia del 20 Ottobre 2014)
Fate attenzione e tenetevi lontani da ogni cupidigia
Gesù è mediatore unico, universale, non tra uomo e uomo per dare all'uno la volontà dell'altro o per metterli d'accordo su cose della terra. Per le cose della terra vige una legge assai semplice: al malvagio non si deve resistere. Se vuole la tunica, gli si dona anche il mantello. Se ti costringe a ...
(continua)
don Domenico Bruno     (Omelia del 04 Agosto 2019)
Il tempo è uno spazio da vivere!
Quanto tempo perdiamo (a pensare agli altri, a pensare alle cose...) e quanto poco tempo a Dio. Vogliamo tutti somigliarci e crediamo di essere originali. Ci imitiamo nel modo di parlare, nel modo di vivere, di vestire, di fare... seguiamo le mode per sentirci parte di un tutto e confrontarci, se ...
(continua)
don Domenico Bruno     (Omelia del 19 Ottobre 2020)
Il nostro audio quotidiano
Per ricevere il commento quotidiano unisciti al canale Telegram @annunciatedaitetti Visita il sito annunciatedaitetti.it Dai uno sguardo anche al canale (continua)
Movimento Apostolico - rito romano     (Omelia del 19 Ottobre 2015)
Così è di chi accumula tesori per sé
Gesù non è mediatore tra un uomo e un altro uomo. Non è questa la sua missione. Questa verità vale per ogni suo discepolo, ogni suo ministro. Vale per chiunque, a qualsiasi titolo, è chiamato a renderlo presente nella nostra storia. Gesù è il Mediatore unico tra Dio, il Padre suo, e ogni altro uomo. ...
(continua)
Movimento Apostolico - rito romano     (Omelia del 31 Luglio 2016)
Tenetevi lontani da ogni cupidigia
Il corpo, per essere vero atleta che porta anima e spirito nella più pura grazia e verità di Gesù Signore, deve essere nutrito con un alimento particolare, speciale. Di certo non saranno cibi di questo mondo a renderlo atleta per le cose del cielo. Le cose di questo mono non solo lo appesantiscono, ...
(continua)
Movimento Apostolico - rito romano     (Omelia del 17 Ottobre 2016)
Tenetevi lontani da ogni cupidigia
Gesù è Mediatore, anzi è il Mediatore unico, non però tra uomo e uomo, ma tra Dio e l'uomo. Quest'uomo vuole che Gesù faccia da mediatore tra lui e suo fratello. Gli chiede di convincere il fratello perché divida l'eredità. Non c'è pace tra gli uomini, se non c'è pace con Dio. La pace è solo quando ...
(continua)
don Marco Scandelli     (Omelia del 19 Ottobre 2020)
#2minutiDiVangelo - Lunedì 19/10 - I poveri sono il vero tesoro della Chiesa
Commento al Vangelo di lunedì 19 ottobre 2020 - XXIX settimana del Tempo Ordinario - a cura di don Marco Scandelli #2minutiDiVangelo Luca 12 13-21 Giustamente ciascuno di noi cerca di mettere qualcosina da parte per non trovarsi spiazzato quando dovesse presentarsi la necessità. Ma ricordia ...
(continua)
Movimento Apostolico - rito romano     (Omelia del 22 Ottobre 2018)
E non si arricchisce presso Dio
Vi è un solo modo per arricchire dinanzi a Dio: trasformare le ricchezze della terra in elemosina. L'elemosina per il Signore è la ?sua banca divina?. Chi versa in essa il suo denaro, non solo ricevere un interesse eterno, che è la vita divina che avrà in dono, in più il denaro dell'elemosina ...
(continua)
Movimento Apostolico - rito romano     (Omelia del 21 Ottobre 2019)
E non si arricchisce presso Dio
I beni di questo mondo - sia spirituali, sia intellettuali, sia fisici che materiali - sono dati da Dio con un fine ben preciso: fare di essi uno strumento a servizio della fede, della speranza, della carità. Non solamente della carità, ma anche della fede e della speranza. Urge sapere che la carità ...
(continua)
Movimento Apostolico - rito romano     (Omelia del 19 Ottobre 2020)
Tenetevi lontani da ogni cupidigia
La rivelazione è fatta di verità che mai vanno dimenticate. Una verità sempre da ricordare è quella sulla durata della vita dell'uomo sulla terra. Insegna Isaia: ?Una voce dice: «Grida», e io rispondo: «Che cosa dovrò gridare?». Ogni uomo è come l'erba e tutta la sua grazia è come un fiore del ca ...
(continua)
don Marco Pozza     (Omelia del 31 Luglio 2016)
Tanta-roba, gente!
La roba. Tanta-roba, ma così tanta che pare impervio persino azzardarne una valutazione: «La campagna di un uomo ricco aveva dato un raccolto abbondante». L'abbondanza, nei Vangeli, è non-misura, il tratto tipico del Dio Nazareno: l'esagerazione, l'inaspettato, il raddoppiamento della ...
(continua)
don Luciano Cantini     (Omelia del 31 Luglio 2016)
Tra sé o con altri
Disse loro una parabola
L'incontro con uno della folla, la richiesta e la conseguente risposta evidenzia uno degli aspetti tipici di Luca nei confronti del denaro. «Beati voi poveri, perché vostro è il regno di Dio» (Lc 6,20). I poveri sanno di non bastare a se stessi, riconoscono di ave ...

(continua)
don Luciano Cantini     (Omelia del 04 Agosto 2019)
Ricco-povero
Un raccolto abbondante
La parabola che Gesù racconta è stupefacente, non tanto per il racconto dalla conclusione scontata quanto per la finezza e l'arguzia spese nei particolari. La struttura è semplice: l'abbondanza del raccolto richiede strutture adeguate ma tutto è inutile perché c'è ...

(continua)
fr. Massimo Rossi     (Omelia del 31 Luglio 2016)
Commento su Luca 12,13-21
Non capita spesso, anzi, è molto raro che le tre letture della Messa ruotino tutte intorno ad uno stesso tema: questa domenica l'oggetto della nostra riflessione è il rapporto tra la vita presente e la vita eterna; rapporto inteso non in senso (solo) teologico, metafisico, ma umano, pratico. ...
(continua)
don Michele Cerutti     (Omelia del 04 Agosto 2019)
Commento su Luca 12,13-21
Ci viene sottoposto nella parabola, che il Signore ci offre un tema da sempre spinoso: l'eredità., Con l'eredità si faceva riferimento in quei tempi all'identità delle persone. Pensiamo alla disputa della vigna di cui narra il libro dei Re.
Acab, re di Samaria, voleva la vigna di Nabot, ma il d ...

(continua)
Carla Sprinzeles     (Omelia del 31 Luglio 2016)
Commento su Qoelet 1,2; 2,21-23; Luca 12,13-21
Oggi la liturgia ci propone il tema della sicurezza.
Chi non cerca sicurezza? E' uno dei bisogni fondamentali dell'uomo.
La realtà è che noi siamo portati a cercare la sicurezza nella ricchezza, nei beni, mentre queste sono false sicurezze.
Il messaggio è che dobbiamo crescere come ne ...

(continua)
Michele Antonio Corona     (Omelia del 31 Luglio 2016)

Intorno a Gesù si è assiepata la consueta marea di gente che lo ascolta e lo interroga. Ognuno coi propri problemi, le proprie questioni, interrogativi e richieste. Quando si trova una persona che ascolta in modo vero, il cuore si apre e vi sgorgano anche gli aneliti più nascosti. Un anonimo viene i ...
(continua)
Missionari della Via     (Omelia del 31 Luglio 2016)

Nel Vangelo di oggi, tutto ha inizio da una domanda di uno della folla che, approfittando della presenza autorevole di Gesù, pone una spinosa questione di eredità, tema tanto antico quanto nuovo. Quest'uomo ha un fratello, con cui dovrebbe dividere l'eredità; ma i due non riescono proprio ad accorda ...
(continua)
Missionari della Via     (Omelia del 04 Agosto 2019)

Una grande folla si è radunata attorno a Gesù per ascoltarlo. Ad un tratto, un tale vorrebbe che Gesù convincesse il fratello a dividere con lui l'eredità; forse è il fratello maggiore al quale, secondo la Legge, spettano i due terzi dell'eredità e che, forse, non vuol dare al fratello minore la sua ...
(continua)
don Giacomo Falco Brini     (Omelia del 04 Agosto 2019)
Accumulatori o erogatori di beni?
Quest'anno in Terra Santa abbiamo avuto un incontro a sorpresa. Abbiamo potuto scambiare due chiacchiere con Mons. Pierbattista Pizzaballa, arcivescovo e patriarca latino di Gerusalemme. Un uomo davvero semplice, figlio di S. Francesco in tanti sensi. A chi gli ha domandato circa le complesse proble ...
(continua)
diac. Vito Calella     (Omelia del 04 Agosto 2019)
Dalla brama di eredità materiale alla brama di eredità spirituale
Se non siamo assicurati, cioè coperti economicamente, non siamo in regola con la società contemporanea e non stiamo in pace, pensando al nostro futuro. A cominciare dall'INPS, che ci garantisce la pensione per la vecchiaia, in quasi tutti persiste la giusta preoccupazione di avere un fondo personale ...
(continua)
don Mario Simula     (Omelia del 04 Agosto 2019)
Una Chiesa libera, nelle mani di Dio
Fortunato e saggio è, per la mentalità corrente, chi accumula divorato dalla nevrosi del possesso e del consumo. Una persona strutturata in questo modo trova la sua felicità nell'avere e nell'avere sempre di più. Per alcuni questo modo di vivere è normale; per altri, anche se poveri, un modo ...
(continua)
Luca Rubin     (Omelia del 04 Agosto 2019)
Possiedi o sei posseduto?
A causa di una lettura superficiale e a interpretazioni errate proposte lungo i secoli, il vangelo è ritenuto dai più una guida non attendibile riguardo al denaro e al suo investimento, anzi, è relegato a una vita più o meno spirituale, eterea, senza alcun riferimento alla vita reale in questo mondo ...
(continua)
don Lucio D'Abbraccio     (Omelia del 04 Agosto 2019)
Pensate alle cose di lassù e non a quelle della terra!
L'evangelista Luca scrive che dalla folla che attornia Gesù si leva una richiesta: «Maestro, di' a mio fratello che divida con me l'eredità»; egli però risponde: «O uomo, chi mi ha costituito giudice o mediatore sopra di voi?» e continua dicendo: «Fate attenzione e tenetevi lontani ...
(continua)
Movimento Apostolico - rito ambrosiano     (Omelia del 07 Giugno 2015)
Quanto più degli uccelli valete voi!
Quanto Gesù oggi insegna ai suoi discepoli va saggiamente letto e sapientemente interpretato, lasciandosi illuminare dalla luce di verità che viene dallo Spirito Santo. Ci lasceremo aiutare da quanto Davide dice in uno dei suoi Salmi.

Confida nel Signore e fa' il bene: abiterai la terra e vi ...
(continua)

Movimento Apostolico - rito ambrosiano     (Omelia del 03 Giugno 2018)
Cercate piuttosto il Suo regno
Si prenda un'espressione algebrica lunga dalla terra al cielo, la sua verità dipende dal rispetto della verità di ciascun segno posta in essa. Un solo segno non rispettato e la verità di tutta l'espressione risulterà falsa. Quanto si costruisce su di essa, crolla. Niente si può edificare sulla falsi ...
(continua)
don Walter Magni     (Omelia del 03 Giugno 2018)
Lodate il Signore dai cieli, lodatelo nell'alto dei cieli
Mentre il Libro del Siracide ci esorta a imparare la sapienza di Dio: ?nel tuo cuore tieni conto delle mie parole?, Paolo, nell'Epistola ai Romani ci fa intuire qual è lo stile del vero testimone: ?Io non mi vergogno del Vangelo?. Restando così nel solco di queste parole, ...
(continua)
don Angelo Casati     (Omelia del 03 Giugno 2018)
Mangiate la bellezza!
In verità il brano di Luca oggi incominciava con un "per questo". "Per questo vi dico....". Che cosa aveva detto Gesù? Aveva raccontato una parabola, la parabola dell'uomo che aveva in mente solo i suo affari: aggiungere granai a granai e si sarebbe goduta la vita! Lo raggiunge nella notte la voce d ...
(continua)
Paolo Curtaz     (Omelia del 11 Agosto 2013)
Commento su Lc 12,32-48
State pronti, ammonisce Gesù. Pronti a viaggiare, pronti a mettere in discussione ogni risultato, ogni certezza, tanto più se derivante dalla fede e dalla religiosità. Se abbiamo capito che il nostro cuore è fatto per l'infinito e l'infinito cerchiamo, stiamo pronti a cercarlo all'infinito. < ...
(continua)
Paolo Curtaz     (Omelia del 11 Agosto 2019)
Video commento a Lc 12,32-48

...
(continua)

don Claudio Doglio     (Omelia del 07 Agosto 2016)
Video commento a Lc 12,32-48

...
(continua)

don Claudio Doglio     (Omelia del 11 Agosto 2019)
Video commento a Lc 12,32-48

...
(continua)

don Domenico Luciani     (Omelia del 07 Agosto 2016)
Video commento su Lc 12,32-48

...
(continua)

padre Ermes Ronchi     (Omelia del 07 Agosto 2016)
Tenersi pronti all'incontro con un Dio che si china sull'uomo
Tre volte è ripetuto un invito: siate pronti, tenetevi pronti. A che cosa? Allo splendore dell'incontro. E non con un Dio minaccioso, ladro di vita, che è la proiezione delle nostre paure e dei nostri moralismi violenti; ma con l'impensabile di Dio: un Dio che si fa servo dei suoi servi, che «li far ...
(continua)
don Domenico Luciani     (Omelia del 11 Agosto 2019)
Video commento su Lc 12,32-48

...
(continua)

padre Ermes Ronchi     (Omelia del 11 Agosto 2019)
E il padrone si mette a servire noi poveri servi
Siate pronti, tenetevi pronti: un invito che sale dal profondo della vita, perché vivere è attendere. La vita è attesa: di una persona da amare, di un dolore da superare, di un figlio da abbracciare, di un mondo migliore, della luce infinita che possa illuminare le tue paure e le tue ombre. Attesa d ...
(continua)
padre Giuseppe De Nardi     (Omelia del 07 Agosto 2016)
Sulla Tua Parola - Lc 12,32-48

...
(continua)

don Gianfranco Calabrese     (Omelia del 07 Agosto 2016)
Video commento su Luca 12,32-48

...
(continua)

padre Gian Franco Scarpitta     (Omelia del 07 Agosto 2016)
La vera ricchezza dipende dal cuore
Si prosegue nella riflessione sulla vanità delle ricchezze spropositate e finalizzate ad egoistici interessi e si continua a considerare come l'uomo si autodistrugge nella continua persecuzione di ciò che è effimero e transitorio. A cosa serve possedere anche tutte le sostanze di questa terra, quand ...
(continua)
don Roberto Fiscer     (Omelia del 07 Agosto 2016)
#StradeDorate - Commento su Luca 12,32-48

...
(continua)

padre Antonio Rungi     (Omelia del 07 Agosto 2016)
Sempre pronti per incontrare Gesù
Nella vita, l'attesa delle cose belle ti apre il cuore alla gioia; mentre l'attesa delle cose tristi e brutte ti pone di fronte al dramma della paura, dell'incognito, dello sconosciuto, dell'ignoto. Nel qual caso è davvero un salto nel buio. Gesù, invece, è luce, speranza, felicità, serenità.

La ...
(continua)

Diocesi di Vicenza     (Omelia del 07 Agosto 2016)
La Parola - commento a Lc 12,32-48
Commento a cura di padre Giulio Cattozzo, superiore Comunità dei frati minori conventuali di san Lorenzo, Vicenza. Registrato nel chiostro del Tempio di san Lorenzo, Vicenza


(continua)

padre Antonio Rungi     (Omelia del 11 Agosto 2019)
Vegliare con la lampada della fede sempre accesa
Nel cuore dell'estate arriva forte e dirompente questa parola di Dio della XIX domenica del tempo ordinario, nella quale cogliamo l'essenziale messaggio di essere vigilanti con la lampada della fede sempre accesa per fare luce sul nostro cammino verso l'eternità.
E' sempre il Vangelo di Luca a ...

(continua)
Diocesi di Vicenza     (Omelia del 11 Agosto 2019)
La Parola - Commento al Vangelo di Luca (Lc 12,32-48)

...
(continua)

Sulla strada - TV2000     (Omelia del 07 Agosto 2016)
Commento su Luca 12,32-48

...
(continua)

Sulla strada - TV2000     (Omelia del 11 Agosto 2019)
Commento su Luca 12,32-48

...
(continua)

don Roberto Farruggio     (Omelia del 07 Agosto 2016)
Video commento alla liturgia - Lc 12,32-48

...
(continua)

don Roberto Farruggio     (Omelia del 11 Agosto 2019)
Commento alle letture - XIX Domenica del Tempo Ordinario (Anno C)

...
(continua)

diac. Vito Calella     (Omelia del 11 Agosto 2019)
Servi responsabili, cinti di fede e speranza, come lampade accese d'amore.
«Siate pronti, con le vesti strette ai fianchi» (Lc 12,35a). Se fossimo vissuti al tempo del popolo di Israele schiavo in Egitto o al tempo di Gesù, avremmo indossato lunghe tuniche. L'atto di stringere ai nostri fianchi le vesti da noi indossate, sarebbe stato un segno chiaro del nos ...
(continua)
don Fabio Rosini     (Omelia del 11 Agosto 2019)
Commento al Vangelo del 11 agosto

...
(continua)

Lingua dei Segni Italiana     (Omelia del 11 Agosto 2019)

...
(continua)

don Gaetano Luca (Amore)     (Omelia del 11 Agosto 2019)

...
(continua)

don Gaetano Luca (Amore)     (Omelia del 11 Agosto 2019)

...
(continua)

mons. Erio Castellucci diocesi di Modena-Nonantola     (Omelia del 11 Agosto 2019)
Siate pronti!

...
(continua)

Omelie.org - autori vari     (Omelia del 07 Agosto 2016)

COMMENTO ALLE LETTURE Commento a cura delle Clarisse di Via Vitellia In un mondo come il nostro di oggi, abituato dalla cultura digitale a tempi abbreviati in modo sorprendente, suona un po' stonata la parola "attesa", che le letture di oggi consegnano con insistenza alla nostra p ...
(continua)
Omelie.org - autori vari     (Omelia del 11 Agosto 2019)

?Dove è il vostro tesoro, là sarà anche il vostro cuore? Il vangelo di questa diciannovesima domenica del tempo ordinario può sembrare in dissonanza - per non dire in netto contrasto - con il periodo delle vacanze che tanta gente vive. Cosa, d'altronde, normalissima e soprattutto necessaria. Il r ...
(continua)
Agenzia SIR     (Omelia del 07 Agosto 2016)

Il Padre conosce il nostro bisogno. Da qui la pace, la consapevolezza e la consolazione, anche se siamo piccoli. L'invito a vendere, più che alla carità fa richiamo alla libertà dall'affanno e al richiamo irresistibile del tesoro della vita nuova del Vangelo. Tutto ha relazione con Dio ...
(continua)
Agenzia SIR     (Omelia del 11 Agosto 2019)

Dio nella storia dell'uomo: come sentire e come vivere questa presenza? Il brano del libro della Sapienza è una meditazione sulla storia di Israele: la liberazione dalla schiavitù d'Egitto è stata opera di Dio, che ha voluto così glorificare il suo popolo chiamandolo a sé. Dal dono della libertà ...
(continua)
don Maurizio Prandi     (Omelia del 07 Agosto 2016)
Fede di adito, fede dell'uomo
È il tema della fede a fare da sfondo alla liturgia della Parola di questa domenica. Fede dell'uomo certamente... che nella prima lettura viene presentato come colui che crede nella promessa di Dio, una promessa che diventa forza e sostegno di un popolo che sperimentava l'oppressione del faraone ma ...
(continua)
don Maurizio Prandi     (Omelia del 11 Agosto 2019)
Il mio prossimo, il mio tesoro!
Si apre una settimana importante per le nostre comunità: da oggi e per tutto il triduo in preparazione alla solennità dell'Assunzione e poi di san Rocco cercheremo di capire qualcosa di più su questo nostro tempo che sta piano piano cancellando (per non dire uccidendo) una delle parole più important ...
(continua)
don Claudio Doglio     (Omelia del 07 Agosto 2016)
Svegli e fiduciosi verso la novità
Clicca qui per scaricare il commento in formato MP3.

Per ascoltare il commento, clicca sul play sulla sinistra del lettore:


(continua)

don Giovanni Berti     (Omelia del 11 Agosto 2019)
Fede, Pronti? Via!
Clicca qui per la vignetta della settimana. È incredibile che una semplice foto di 4 uomini che attraversano la strada sia diventata uno degli scatti fotografici più famosi al mondo. Mi riferisco alla foto che è diventata la cop ...
(continua)
mons. Roberto Brunelli     (Omelia del 07 Agosto 2016)
Non saremo più noi a servire Dio
Con la parabola di domenica scorsa, quella dell'uomo ricco che fa progetti su come godersi i suoi beni, ma scioccamente perché subito muore, Gesù ha invitato ad arricchire piuttosto davanti a Dio. Oggi (Luca 12,32-48) egli aggiunge: "Procuratevi un tesoro sicuro nei cieli, dove ladro non arriva e ta ...
(continua)
Wilma Chasseur     (Omelia del 07 Agosto 2016)
Audio commento alla liturgia - Lc 12,32-48
Clicca qui per scaricare il commento in formato MP3.

Per ascoltare il commento, clicca sul play sulla sinistra del lettore:

(continua)

mons. Roberto Brunelli     (Omelia del 11 Agosto 2019)
Tutti aderenti alla fede di Abramo
Domenica scorsa, con la parabola dell'uomo ricco che fa progetti su come godersi i suoi beni, ma scioccamente perché subito muore, Gesù ha invitato ad arricchire piuttosto davanti a Dio. Oggi (Luca 12,32-48) egli aggiunge: "Procuratevi un tesoro sicuro nei cieli, dove ladro non arriva e tarlo non co ...
(continua)
Wilma Chasseur     (Omelia del 11 Agosto 2019)
Audio commento alla liturgia - Lc 12,32-48
Clicca qui per scaricare il commento in formato MP3.

Per ascoltare il commento, clicca sul play sulla sinistra del lettore:

(continua)

don Alberto Brignoli     (Omelia del 07 Agosto 2016)
Il tesoro che conta di più
Oramai, queste cose noi comuni mortali le vediamo solamente in televisione, attraverso qualche fiction, magari ambientata in altri paesi del mondo in epoche non più vicine alla nostra: mi riferisco a quei casati di ricchi e potenti signori al cui servizio avevano una servitù che viveva permanentemen ...
(continua)
don Alberto Brignoli     (Omelia del 11 Agosto 2019)
E si chiama vita
Quando utilizziamo qualcosa di nostra proprietà, ci sentiamo tutto sommato liberi, nell'utilizzarlo. La nostra auto, la nostra casa, i nostri utensili... li utilizziamo con cura, certo, ma anche con tutta quella libertà di chi sa da averne il possesso, di esserne proprietario e unico responsabile, a ...
(continua)
padre Fernando Armellini     (Omelia del 11 Agosto 2019)
Videocommento su Lc 12,32-48

...
(continua)

Movimento Apostolico - rito romano     (Omelia del 07 Agosto 2016)
Al Padre vostro è piaciuto dare a voi il Regno
Credo che l'immagine più vera per illuminare le parole di Gesù Signore dette oggi ai discepoli: "Non temere, piccolo gregge, perché al Padre vostro è piaciuto dare a voi il regno. Vendete ciò che possedete e datelo in elemosina", sia la liberazione dei figli di Israele dalla dura schiavitù d' ...
(continua)
don Claudio Luigi Fasulo     (Omelia del 11 Agosto 2019)
Audio commento al Vangelo della Diciannovesima domenica del Tempo Ordinario (Anno C - Lc 12,32-48)

...
(continua)

don Marco Pozza     (Omelia del 07 Agosto 2016)
Il Dio della luce, il Dio del letame
E' il giorno del chiaroscuro. Sulla cima del Tabor s'accende un'iradiddio di luce, tanto che i discepoli stramazzano a terra: «Il suo volto brillò come il sole e le sue vesti divennero candide come la luce (...) I discepoli caddero con la faccia a terra» (Mt 17,1.5). La festa della Trasfigura ...
(continua)
don Luciano Cantini     (Omelia del 07 Agosto 2016)
Con le maniche rimboccate
Non temere
Abbiamo bisogno di rassicurazione, specie quando è Dio a entrare in relazione con l'uomo; il timore è latente nella nostra esperienza umana e suona come allarme di fronte alle novità, a ciò che è sconosciuto o inusuale, si tramuta in ansia di fronte a cambiamenti imprevisti, i ...

(continua)
don Luciano Cantini     (Omelia del 11 Agosto 2019)
Con le maniche rimboccate
Dov'è il vostro tesoro, là sarà anche il vostro cuore
?Va' dove ti porta il cuore? è un romanzo di Susanna Tamaro che è stato un best seller nel 1994... il problema che ha evidenziato quest'epoca definita post-moderna è proprio quello di lasciarsi condurre dai sentimenti come se l ...

(continua)
fr. Massimo Rossi     (Omelia del 07 Agosto 2016)
Commento su Luca 12,32-48
La pagina di Luca che avete ascoltato è la continuazione del Vangelo di domenica scorsa: che cosa merita la nostra attenzione, più di ogni altra cosa, il nostro affetto più di ogni altro affetto? Paolo parla di cose di lassù distinte dalle cose della terra; Il terzo evangelista ...
(continua)
fr. Massimo Rossi     (Omelia del 11 Agosto 2019)

?Dov'è il vostro tesoro, là sarà anche il vostro cuore?. Avremmo il coraggio di confessare chi, o che cosa portiamo nel cuore? per chi, o per che cosa riserviamo un posticino o un posticione del nostro cuore?...e non c'è verso di togliercelo da lì! ormai c ...
(continua)
Carla Sprinzeles     (Omelia del 07 Agosto 2016)
Commento su Sapienza 18,6-9; Luca 12,32-48
Molte volte abbiamo paragonato la nostra vita, alla vita intrauterina nel grembo della madre, il nostro atteggiamento dev'essere quello dell'attesa, non di un'attesa passiva, ma proprio come una madre attenta a ciò che succede e sempre pronta a essere nelle migliori condizioni a favore del nuovo nas ...
(continua)
Missionari della Via     (Omelia del 11 Agosto 2019)

Il Vangelo di oggi ci esorta alla piccolezza e alla vigilanza, che si esprimono nel corretto uso dei beni e nel servizio.
Nella prima parte del testo il Signore ci esorta a ?non temere? e parla di ?piccolo gregge?. Già allora, i primi cristiani, al vedersi pochi e ?d ...

(continua)
don Mario Simula     (Omelia del 11 Agosto 2019)
Ti fidi, se ami
La fede, la nostra fede non si fonda sull'evidenza degli avvenimenti. E' un inno di fiducia piena nella potenza, nella parola, e nell'amore di Dio. Quando Dio parla non si smentisce. Non stabilisce il cronogramma della realizzazione delle sue promesse.
Lo scrive nel cuore di ciascuno c ...

(continua)
Luca Rubin     (Omelia del 11 Agosto 2019)
Sei pronto?!
Non temere, piccolo gregge, perché al Padre vostro è piaciuto dare a voi il Regno. Gesù si rivolge ai suoi discepoli usando un'immagine: ?piccolo gregge?. Il gregge è l'insieme delle pecore accudite dal pastore, portate nei pascoli, chiuse al sicuro nell'ovile, tosate e curate. I disc ...
(continua)
don Lucio D'Abbraccio     (Omelia del 11 Agosto 2019)
Vegliate e tenetevi pronti!
«Non temere, piccolo gregge»! Le parole di Gesù con cui si apre il vangelo odierno, sono un invito alla fiducia. Oggi nel mondo c'è tanta cattiveria, falsità, egoismo, ipocrisia e, spesso, il vero cristiano è sfiduciato. Però, questa espressione del Signore significa: «State tranquilli, non s ...
(continua)
Paolo Curtaz     (Omelia del 22 Ottobre 2013)
Commento su Lc 12,35-38
Viene, il Signore. Viene quando meno ce lo aspettiamo, viene nei momenti meno probabili, viene nella vita di ciascuno più e più volte. È venuto nella storia, certo, e tornerà nella gloria, alla fine del tempo. Ma continua impercettibilmente a bussare alla nostra porta: se sappiamo riconoscerlo ed ap ...
(continua)
Paolo Curtaz     (Omelia del 21 Ottobre 2014)

Stiamo pronti, come i servi che aspettano il ritorno del padrone, che aspettano alzati durante la notte. Stiamo pronti: non lasciamoci scoraggiare dalle tante cose che dobbiamo fare o dalle delusioni della vita o dalle distrazioni del nostro mondo sazio e disperato che ci propone di entrare nel paes ...
(continua)
don Carlo Occelli     (Omelia del 20 Ottobre 2020)
Commento al Vangelo 20 ottobre 2020

...
(continua)

Paolo Curtaz     (Omelia del 20 Ottobre 2015)

Stiamo pronti, il Signore viene. Alla fine dei tempi, certo, come professiamo nella nostra fede ogni domenica a messa. Lo attendiamo glorioso, tornare per rimettere ordine alla Creazione, per ricapitolare tutto in lui in un finale fatto di misericordia e giustizia. Ma, anche, il Signore viene ogni g ...
(continua)
Casa di Preghiera San Biagio FMA     (Omelia del 20 Ottobre 2015)
Commento su Lc 12, 35
"Siate pronti, con le vesti strette ai fianchi e le lampade accese."
Lc 12, 35

Come vivere questa Parola?
La vigilanza è l'atteggiamento al centro di questa altra parabola del discorso di Gesù. Egli ha appena terminato la sua articolata osservazione sulla cupidigia e sul ...

(continua)

Casa di Preghiera San Biagio FMA     (Omelia del 24 Ottobre 2017)
Commento su Lc 12,37
?Beati quei servi che il padrone al suo ritorno troverà ancora svegli; in verità vi dico, si cingerà le sue vesti, li farà mettere a tavola e passerà a servirli. ?
Lc 12,37

Come vivere questa Parola?
Per spiegare ciò che significa essere cinti, Gesù racconta una piccola p ...

(continua)

Casa di Preghiera San Biagio FMA     (Omelia del 23 Ottobre 2018)
Commento su Lc 12,35-38
«Siate pronti, con le vesti strette ai fianchi e le lampade accese; siate simili a quelli che aspettano il loro padrone quando torna dalle nozze, in modo che, quando arriva e bussa, gli aprano subito.
Lc 12,35-38

Come vivere questa Parola?
Il mio cuore non può fare a meno ...

(continua)

don Nicola Salsa     (Omelia del 27 Ottobre 2019)
Essere pronti

...
(continua)

don Nicola Salsa     (Omelia del 20 Ottobre 2020)
Siate pronti

...
(continua)

don Giampaolo Centofanti     (Omelia del 20 Ottobre 2020)

Gesù ci prepara un mare di doni spirituali, umani, materiali, chiediamogli di non ingarbugliare la sua opera in noi con le nostre ansie, impazienze, cocciutaggini... ...
(continua)
Movimento Apostolico - rito romano     (Omelia del 21 Ottobre 2014)
Li farà mettere a tavola e passerà a servirli
L'uomo che Cristo Gesù vuole sulla nostra terra deve essere persona sempre pronta a partire per l'eternità. È come se quest'uomo dovesse celebrare perennemente la cena della Pasqua in tenuta da viaggio, per lasciare la terra d'Egitto non appena giunge l'ordine divino, all'istante, senza alcun indugi ...
(continua)
don Domenico Bruno     (Omelia del 20 Ottobre 2020)
Il nostro audio quotidiano
Per ricevere il commento quotidiano unisciti al canale Telegram @annunciatedaitetti Visita il sito annunciatedaitetti.it Dai uno sguardo anche al canale (continua)
Movimento Apostolico - rito romano     (Omelia del 20 Ottobre 2015)
Con le vesti strette ai fianchi e le lampade accese
Di tutti gli uomini che vengono concepiti, moltissimi non vedono la luce per la triste e delittuosa piaga dell'aborto. Ne uccide più l'aborto che qualsiasi altra guerra sulla terra. Tutti i delitti visibili non sono per nulla paragonabili in quantità con i delitti invisibili. Oggi vi è la fabbrica d ...
(continua)
don Marco Scandelli     (Omelia del 20 Ottobre 2020)
#2minutiDiVangelo - Martedì 20/10 - Se non si aspetta un pullman, difficile vederlo passare....
Commento al Vangelo di martedì 20 ottobre 2020 - XXIX settimana del Tempo Ordinario - a cura di don Marco Scandelli #2minutiDiVangelo Luca 12 35-38 Nessuno di noi sa quando finirà la propria vita. In tempi difficili come quello della pandemia, per altro, le preoccupazioni sono tante e nulla ...
(continua)
Movimento Apostolico - rito romano     (Omelia del 24 Ottobre 2017)
Siate pronti, con le vesti strette ai fianchi
L'immagine è tratta dal rituale della Pasqua, secondo quanto prescrive il Libro dell'Esodo. Il Signore sta per passare. Quando Lui arriva, si lascia tutto e si inizia il cammino verso il paese della libertà, lontano da ogni schiavitù e oppressione. ?Il dieci di questo mese ciascuno si procuri un ...
(continua)
Movimento Apostolico - rito romano     (Omelia del 22 Ottobre 2019)
Quando arriva e bussa, gli aprano subito
Il padrone di casa parte per un viaggio di nozze. Ordina ai suoi servi di vegliare fino al suo ritorno. Nessuno però sa, neanche per immaginazione o fantasia, quando lui ritornerà. Potrebbe decidere di non andare alle nozze subito dopo che è partito e rientrare nella sua casa. Ma potrebbe anche rita ...
(continua)
Movimento Apostolico - rito romano     (Omelia del 20 Ottobre 2020)
Li farà mettere a tavola e passerà a servirli
Quanto Gesù dice sul padrone che si stringerà le vesti ai fianchi, farà mettere a tavola i suoi servi fedeli e passerà a servirli, non è solo un modo di dire, è invece la stessa storia di Cristo Gesù. Veramente Gesù ha servito i suoi servi fedeli, gli apostoli. Quanto narra il Vangelo secondo Giovan ...
(continua)
Paolo Curtaz     (Omelia del 23 Ottobre 2013)
Commento su Lc 12,39-48
No Pietro, la parabola del servo che aspetta non riguarda i fratelli ancora in ricerca o quelli che tengono Dio lontano dal proprio orizzonte. No, non è proprio così: riguarda me e te, noi discepoli di lunga data, noi che abbiamo avuto la gioia straordinaria di conoscere il vero volto di Dio. Propri ...
(continua)
Paolo Curtaz     (Omelia del 22 Ottobre 2014)

Questo è tempo per cristiani forti, non deboli. Non mezze cartucce che si lasciano trascinare dall'abitudine e sono cristiani solo perché nati in questo paese. Non cristiani che passano il tempo a porre dei ?distinguo? perché eccessivamente pigri. Tempi forti chiedono una forte appartenenza, non fan ...
(continua)
don Carlo Occelli     (Omelia del 21 Ottobre 2020)
Commento al Vangelo 21 ottobre 2020

...
(continua)

Paolo Curtaz     (Omelia del 21 Ottobre 2015)

Noi conosciamo bene la volontà del padrone, non possiamo certo cadere dalle nuvole o fare gli gnorri. Abbiamo ricevuto tanto, abbiamo ricevuto tutto: il senso della vita, il percorso che ci conduce a Dio, la chiave di lettura della nostra storia e della grande Storia. Sappiamo, agiamo di conseguenza ...
(continua)
Casa di Preghiera San Biagio FMA     (Omelia del 21 Ottobre 2015)
Commento su Lc 12, 48
«A chiunque fu dato molto, molto sarà chiesto; a chi fu affidato molto, sarà richiesto molto di più."
Lc 12, 48

Come vivere questa Parola?
Dopo un po' di discorsi di Gesù in parabole, a Pietro viene il dubbio se quei messaggi siano per lui o per altri... Forse Pietro iniz ...

(continua)

Casa di Preghiera San Biagio FMA     (Omelia del 19 Ottobre 2016)
Commento su Lc 12,48
«A chiunque fu dato molto, molto sarà chiesto»
Lc 12,48

Come vivere questa Parola?
La Parola di Dio quest'oggi ci richiama ad un atteggiamento di attesa e di operosità, sull'esempio di Cristo, che ha realizzato la volontà del Padre, facendosi servo di tutti, A noi è richi ...

(continua)

Casa di Preghiera San Biagio FMA     (Omelia del 25 Ottobre 2017)
Commento su Lc 12, 40
?Anche voi tenetevi pronti, perché il Figlio dell'uomo verrà nell'ora che non pensate.?
Lc 12, 40

Come vivere questa Parola?
L'esortazione alla vigilanza prosegue, oggi, con la parabola del ladro. Mentre nel primo racconto sono i servi che vengono invitati a vegliare di n ...

(continua)

Casa di Preghiera San Biagio FMA     (Omelia del 24 Ottobre 2018)
Commento su Lc 12,39-48
?Il Signore rispose: «Chi è dunque l'amministratore fidato e prudente, che il padrone metterà a capo della sua servitù per dare la razione di cibo a tempo debito? Beato quel servo che il padrone, arrivando, troverà ad agire così. Davvero io vi dico che lo metterà a capo di tutti i suoi averi.?

(continua)
don Nicola Salsa     (Omelia del 23 Ottobre 2019)
Hai ricevuto tanto

...
(continua)

don Nicola Salsa     (Omelia del 23 Ottobre 2019)
Hai ricevuto tanto

...
(continua)

don Nicola Salsa     (Omelia del 21 Ottobre 2020)
Nulla è davvero tuo (Lc 12,39-48)

...
(continua)

Movimento Apostolico - rito romano     (Omelia del 22 Ottobre 2014)
Gli infliggerà la sorte che meritano gli infedeli
È giusto che ci si chieda: se il dettato evangelico è così chiaro, così limpido, così trasparente, così puro nella sua verità, perché la mente che lo interpreta gli dona significati totalmente opposti? Perché per essa ciò che è chiaro diventa oscuro, ciò che è limpido diviene torbido, ciò che è tras ...
(continua)
don Domenico Bruno     (Omelia del 21 Ottobre 2020)
Il nostro audio quotidiano
Per ricevere il commento quotidiano unisciti al canale Telegram @annunciatedaitetti Visita il sito annunciatedaitetti.it Dai uno sguardo anche al canale (continua)
Movimento Apostolico - rito romano     (Omelia del 21 Ottobre 2015)
Sarà richiesto molto di più
Per poter saper morire, bisogna imparare a vivere. Poiché non sappiamo più vivere, neanche sappiamo più morire. Non si accoglie la morte. Ognuno vorrebbe esorcizzarla perché uscisse dalla sua vita. Purtroppo questo non può essere. La morte è senza legge, senza tempo, senza rispetto, senza alcuna sci ...
(continua)
don Giampaolo Centofanti     (Omelia del 21 Ottobre 2020)

Gesù molte volte nei vangeli insegna a cercare di capire ossia ad ascoltare con attenzione e a prendere sul serio le sue parole. Egli insegna a sperare nella sua sempre nuova venuta portatrice di vita in abbondanza. E che abbondanza sarà quella di Dio? Dunque l'aiuto, l'invito, è a non scoraggiarsi ...
(continua)
Movimento Apostolico - rito romano     (Omelia del 19 Ottobre 2016)
A chiunque fu dato molto, molto sarà chiesto
Si è responsabili dinanzi a Dio di ogni bene di grazia e di verità che Lui ci ha elargito per la nostra santificazione e salvezza. Anche di una sola Eucaristia ricevuta, ma non messa a frutto, o ricevuta male, si è responsabili. Se un villaggio ha il dono di un sacerdote, anche di questo dono si è r ...
(continua)
don Marco Scandelli     (Omelia del 21 Ottobre 2020)
#2minutiDiVangelo - Mercoledì 21/10 - Il dono di sé è garanzia alla nostra felicità!
Commento al Vangelo di mercoledì 21 ottobre 2020 - XXIX settimana del Tempo Ordinario - a cura di don Marco Scandelli #2minutiDiVangelo Luca 12 39-48 Il dono di sé è garanzia alla nostra felicità. Chi non si dona, chi si chiude in se stesso, chi pensa solo al proprio divertimento - dite la ...
(continua)
Movimento Apostolico - rito romano     (Omelia del 25 Ottobre 2017)
Anche voi tenetevi pronti
Se la morte fosse l'ultima cosa per un uomo, così come essa è per un animale, non dovremmo né tenerci pronti e né essere preoccupati. Come prima non eravamo e siamo stati posti in essere, così ora siamo e dalla morte ritorniamo nel non essere. Se così fosse, ognuno potrebbe vivere come gli pare. Non ...
(continua)
Movimento Apostolico - rito romano     (Omelia del 23 Ottobre 2019)
A chi fu affidato molto, sarà richiesto molto di più
Più in alto si è collocati da Dio e più grande è la nostra responsabilità. Un padre è responsabile della vita della sua famiglia. Un preside responsabile di tutta la sua scuola. Se in essa non si studia, ci si droga, si è bulli, si commettono misfatti, lui è responsabile dinanzi a Dio di tutto il ma ...
(continua)
Movimento Apostolico - rito romano     (Omelia del 21 Ottobre 2020)
Nell'ora che non immaginate, viene il Figlio dell'uomo
Oggi l'escatologia cristiana è fortemente in crisi. Le quattro verità di cui essa si compone non sono più credute. Non si crede nella repentinità della morte. Essa può venire in ogni momento. Non ci sono ore in cui si muore e ore in cui non si muore. Un istante prima si è sulla terra e un attimo dop ...
(continua)
Paolo Curtaz     (Omelia del 18 Agosto 2013)
Commento su Lc 12,49-53
L'annuncio del Vangelo è segno di contraddizione: il mondo, così amato dal Padre da dare il Figlio, vive con fastidio l'ingerenza divina e preferisce le tenebre alla luce.

Gesù lo dice parlando di sé, immaginando l'evoluzione che avrà il suo messaggio. Dopo la caduta di Gerusalemme ad ope ...
(continua)

padre Gian Franco Scarpitta     (Omelia del 14 Agosto 2016)
La verità e il "fuoco"
Avevo lasciato il seminario da alcuni mesi e mi trovavo in un'altra comunità religiosa della mia Provincia, dove attendevo come prossima l'ordinazione diaconale e al sacerdozio. In una circostanza mi trovai a frequentare un corso di pastorale sul Sacramento della Riconciliazione, dove in pratica si ...
(continua)
padre Antonio Rungi     (Omelia del 18 Agosto 2019)
Incendiarsi dell'amore di Cristo
La parola di Dio questa XX domenica del tempo ordinario, sembra essere in netto contrasto con il messaggio d'amore, di unione e di pace che Cristo è venuto a portare sulla terra con la sua incarnazione, passione, morte e risurrezione e soprattutto mediante l'invio dello Spirito Santo su ciascuno di ...
(continua)
don Claudio Doglio     (Omelia del 14 Agosto 2016)
Video commento a Lc 12,49-53

...
(continua)

Paolo Curtaz     (Omelia del 24 Ottobre 2013)
Commento su Lc 12,49-53
Molti pensano, anche fra i bravi cattolici, che la fede sia una specie di gigantesco sonnifero delle coscienze, un'anestesia generale per farci diventare dei bravi ragazzi, una specie di camicia di forza che imprigiona gli istinti passionali (peccaminosi ma tanto belli!). E altri pensano, fra i non ...
(continua)
don Claudio Doglio     (Omelia del 18 Agosto 2019)
Video commento a Lc 12,49-53

...
(continua)

Paolo Curtaz     (Omelia del 23 Ottobre 2014)

Da dove la visione stereotipata di una fede che anestetizza, che imbambola, che spegne? Una fede che non fa del male a nessuno, che placa le coscienza, che ottunde il pensiero? Da dove viene quella visione perbenista e paciera del cattolicesimo? Non dal vangelo, certamente. Non da questo vangelo. Va ...
(continua)
don Carlo Occelli     (Omelia del 22 Ottobre 2020)
Commento al Vangelo 22 ottobre 2020

...
(continua)

Paolo Curtaz     (Omelia del 22 Ottobre 2015)

Il Signore è venuto ad accendere un fuoco sulla terra, è venuto per scatenare un incendio! Un incendio d'amore, un fuoco divorante che accenda le coscienze, che scaldi gli animi, che illumini ogni percorso! Quanti pensano che la religione sia oppio dei popoli, quanti vivono la fede come un anestetic ...
(continua)
don Domenico Luciani     (Omelia del 07 Agosto 2016)
Video commento su Lc 12,49-53

...
(continua)

don Domenico Luciani     (Omelia del 18 Agosto 2019)
Video commento su Lc 12,49-53

...
(continua)

padre Ermes Ronchi     (Omelia del 14 Agosto 2016)
Ritti, controcorrente, discepoli di una Parola che brucia
Sono venuto a gettare fuoco sulla terra. Tutti abbiamo conosciuto uomini e donne appassionati del Vangelo, e li abbiamo visti passare fra noi come una fiaccola accesa. «La verità è ciò che arde» (Christian Bobin), occhi e mani che ardono, che hanno luce e trasmettono calore: «la vita xe fiama» (Bia ...
(continua)
padre Ermes Ronchi     (Omelia del 18 Agosto 2019)
Dio non è neutrale e nemmeno la sua pace
Sono venuto a portare il fuoco sulla terra. E come vorrei che divampasse. È stato detto che la religione era l'oppio dei popoli, ottundimento e illusione. Nell'intenzione di Gesù il Vangelo è invece «l'adrenalina dei popoli» (B. Borsato), porta «il morso del più» (L. Ciotti), più visione, più coragg ...
(continua)
padre Giuseppe De Nardi     (Omelia del 14 Agosto 2016)
Sulla Tua Parola - Lc 12,49-53

...
(continua)

don Gianfranco Calabrese     (Omelia del 14 Agosto 2016)
Video commento su Luca 12,49-53

...
(continua)

padre Gian Franco Scarpitta     (Omelia del 18 Agosto 2019)
La verità e lo scontro
Nel XIX secolo Marx ebbe a definire la religione come ?l'oppio dei popoli?; oggi qualcuno l'ha definita come la ?dinamite? dei popoli, poiché essa piuttosto che unire e pacificare gli uomini è stata motivo di scontro e di indifferenza reciproca. La realtà dei fatti avalla la tesi di certuni che affe ...
(continua)
don Roberto Fiscer     (Omelia del 14 Agosto 2016)
#StradeDorate - Commento su Luca 12,49-53

...
(continua)

Diocesi di Vicenza     (Omelia del 14 Agosto 2016)
La Parola - commento a Lc 12, 49-53
Commento a cura di don Giovanni Imbonati, parroco di Tezze di Arzignano, Vicenza. Registrato nella chiesa parrocchiale di Tezze.

...
(continua)

Casa di Preghiera San Biagio FMA     (Omelia del 22 Ottobre 2015)
Commento su Lc 12, 51
"Pensate che io sia venuto a portare pace sulla terra? No, io vi dico, ma divisione."
Lc 12, 51

Come vivere questa Parola?
Se ancora in Pietro e negli apostoli poteva esserci l'idea che stare con Gesù fosse un privilegio, credo che queste sue parole abbiano dissipato ogn ...

(continua)

Diocesi di Vicenza     (Omelia del 18 Agosto 2019)
La Parola - Commento al Vangelo di Luca (Lc 12,49-53)

...
(continua)

Sulla strada - TV2000     (Omelia del 14 Agosto 2016)
Commento su Lc 12,49-53

...
(continua)

Casa di Preghiera San Biagio FMA     (Omelia del 20 Ottobre 2016)
Commento su Lc 12,49
«Sono venuto a gettare fuoco sulla terra, e quanto vorrei che fosse già acceso!»
Lc 12,49

Come vivere questa Parola?
Il fuoco che Gesù è venuto a portare sulla terra non è quello della guerra e delle violenze, ma è rivelatore della forza dello scegliere, non scendere a co ...

(continua)

Sulla strada - TV2000     (Omelia del 18 Agosto 2019)
Commento su Luca 12,49-53

...
(continua)

don Roberto Farruggio     (Omelia del 14 Agosto 2016)
Video commento alla liturgia - Lc 12,49-53 e Lc 1,39-56

...
(continua)

don Roberto Farruggio     (Omelia del 14 Agosto 2016)
Video commento alla liturgia con i ragazzi - Lc 12,49-53 e Lc 1,39-56

...
(continua)

diac. Vito Calella     (Omelia del 18 Agosto 2019)
Saper discernere il tempo del ?fuoco sulla terra?.
Ci muoviamo bene nel tempo meteorologico e nel tempo cronologico. Oggi basta una qualsiasi app ?meteo? del nostro smartphone per conoscere con una certa precisione le previsioni del tempo meteorologico e per regolarci sul cosa fare. Siamo abituati a vivere a servizio del tempo atmosferico, ...
(continua)
Casa di Preghiera San Biagio FMA     (Omelia del 26 Ottobre 2017)
Commento su Lc 12, 49
?In quel tempo, Gesù disse ai suoi discepoli: ?Sono venuto a portare il fuoco sulla terra; e come vorrei che fosse già acceso.?
Lc 12, 49

Come vivere questa Parola?
L'immagine del fuoco ricorre spesso nella Bibbia e non ha solo un significato. Può essere l'immagine della ...

(continua)

don Fabio Rosini     (Omelia del 18 Agosto 2019)
Commento al Vangelo del 18 agosto

...
(continua)

don Gaetano Luca (Amore)     (Omelia del 18 Agosto 2019)

...
(continua)

Casa di Preghiera San Biagio FMA     (Omelia del 25 Ottobre 2018)
Commento su Lc 12,49-53
?In quel tempo, Gesù disse ai suoi discepoli: «Sono venuto a gettare fuoco sulla terra, e quanto vorrei che fosse già acceso! Ho un battesimo nel quale sarò battezzato, e come sono angosciato finché non sia compiuto!...?
Lc 12,49-53

Come vivere questa Parola?
Come recita ...

(continua)

mons. Erio Castellucci diocesi di Modena-Nonantola     (Omelia del 18 Agosto 2019)
Sono venuto a gettare fuoco sulla terra e quanto vorrei fosse già acceso!

...
(continua)

don Nicola Salsa     (Omelia del 24 Ottobre 2019)
Sono venuto a portare il fuoco

...
(continua)

Omelie.org - autori vari     (Omelia del 14 Agosto 2016)

COMMENTO ALLE LETTURE Commento a cura di don Eduard Patrascu Tenete lo sguardo fisso su Gesù, perché non vi stanchiate" Alla prima vista, da tutte le letture di questa domenica, incluso il salmo, viene fuori un sentimento di tristezza, di desolazione e di scoraggiamento. Il profe ...
(continua)
Agenzia SIR     (Omelia del 14 Agosto 2016)

Riconoscere, capire e giudicare. Tre significati del discernimento, del quale a volte siamo capaci, ma non quando esso è davvero necessario, come nel momento presente. Anche per Gesù il suo momento presente era decisivo al punto da provocargli angoscia: "Sono venuto a gettare fuoco sul ...
(continua)
don Maurizio Prandi     (Omelia del 14 Agosto 2016)
Servitori del fuoco
Le parole della seconda lettura che la chiesa ci consegna in questa domenica ci aiutano a cogliere il cuore, il centro del messaggio che la Parola di Dio ci propone: Gesù, il figlio di Dio, sul quale tenere fisso il nostro sguardo e del quale ci viene proposto un particolare aspetto del suo vissuto ...
(continua)
don Maurizio Prandi     (Omelia del 18 Agosto 2019)
Trasmettere il fuoco
Accennavo, ieri sera, nella messa della vigilia, che mi piacerebbe condividere alcuni pensieri rispetto al fuoco acceso da Gesù e alla sua trasmissione, trasmettere il fuoco appunto. È da qualche tempo che ci penso, da quando Federico, al campo scuola di fine luglio mi ha detto che lui, da qu ...
(continua)
don Giovanni Berti     (Omelia del 18 Agosto 2019)
Il Fuoco Del Vangelo Scalda La Vita
Clicca qui per la vignetta della settimana. Sentir parlare nel Vangelo della liturgia di questa domenica di ?fuoco gettato sulla terra? in piena estate, sembra quasi una scelta ironica da parte della Chiesa. Con le ondate di cal ...
(continua)
don Claudio Doglio     (Omelia del 14 Agosto 2016)
Tenete fisso lo sguardo su Gesù
Clicca qui per scaricare il commento in formato MP3.

Per ascoltare il commento, clicca sul play sulla sinistra del lettore:


(continua)

mons. Roberto Brunelli     (Omelia del 14 Agosto 2016)
Non si può fingere che non ci importi
Nella luce della festa di domani, che ci prospetta la possibilità di seguire Maria e come lei trovare un posto presso Dio, il vangelo di oggi (Luca 12,49-53) appare sorprendente. Vi si legge che un giorno Gesù ha detto: "Sono venuto a gettare fuoco sulla terra, e quanto vorrei che fosse già acceso!" ...
(continua)
Wilma Chasseur     (Omelia del 14 Agosto 2016)
Audio commento alla liturgia - Lc 12,49-53
Clicca qui per scaricare il commento in formato MP3.

Per ascoltare il commento, clicca sul play sulla sinistra del lettore:

(continua)

mons. Roberto Brunelli     (Omelia del 18 Agosto 2019)
Nessuno qui rischia il martirio
Alla luce della festa appena celebrata, che ci ha prospettato la possibilità di seguire Maria e come lei trovare un posto presso Dio, il vangelo di oggi (Luca 12,49-53) appare sorprendente. Vi si legge che un giorno Gesù ha detto: "Sono venuto a gettare fuoco sulla terra, e quanto vorrei che fosse g ...
(continua)
Wilma Chasseur     (Omelia del 18 Agosto 2019)
Audio commento alla liturgia - Lc 12,49-53
Clicca qui per scaricare il commento in formato MP3.

Per ascoltare il commento, clicca sul play sulla sinistra del lettore:

(continua)

don Alberto Brignoli     (Omelia del 14 Agosto 2016)
Un Vangelo di fuoco
Certo, sentir parlare di "fuoco acceso" che scalda, che dà calore, in questo periodo dell'anno può sembrare quanto meno fuori luogo. Il fuoco, lo sappiamo bene, non solo scalda e dà vita, ma anche brucia, consuma, distrugge, lasciando ben poco scampo a ciò che incontra sul proprio cammino: e questo ...
(continua)
don Alberto Brignoli     (Omelia del 18 Agosto 2019)
Il fuoco della novità
Pensare che il messaggio cristiano sia qualcosa di pacifico che mette tutti quanti d'accordo solo perché parla di uguaglianza, di fraternità, di amore verso il prossimo, è quantomeno utopico. Se così fosse, infatti, non ci sarebbero divisioni all'interno della comunità dei credenti: nonostante le di ...
(continua)
padre Fernando Armellini     (Omelia del 18 Agosto 2019)
Videocommento su Lc 12,49-57

...
(continua)

Gaetano Salvati     (Omelia del 18 Agosto 2019)
Commento su Luca 12,49-53
La vicenda storica del Figlio di Dio, fatto carne, illumina il nostro cammino cristiano nel mondo. Il Signore è "angosciato" finché non opera la volontà del Padre. Ma, cos'è questa determinazione divina per noi; in che consiste? È il battesimo cui accenna il maestro, cioè l'immersione totale, esclus ...
(continua)
don Claudio Luigi Fasulo     (Omelia del 18 Agosto 2019)
Audio commento al Vangelo della Ventesima domenica del Tempo Ordinario (Anno C - Lc 12,49-53)

...
(continua)

Movimento Apostolico - rito romano     (Omelia del 23 Ottobre 2014)
Sono venuto a gettare fuoco sulla terra
Per molti di noi la volontà di Dio è un peso. Sovente la pensiamo come un carico assai gravoso. È questo il segno che non l'abbiamo fatta nostra propria volontà, nostro desiderio, nostra carne e nostro sangue. Essa è fuori di noi, non è in noi. È una cosa estranea. È un corpo invadente da respingere ...
(continua)
don Domenico Bruno     (Omelia del 22 Ottobre 2020)
Il nostro audio quotidiano
Per ricevere il commento quotidiano unisciti al canale Telegram @annunciatedaitetti Visita il sito annunciatedaitetti.it Dai uno sguardo anche al canale (continua)
Movimento Apostolico - rito romano     (Omelia del 22 Ottobre 2015)
Sono venuto a gettare fuoco sulla terra
Gesù è annunziato da Giovanni come colui che battezzerà in Spirito Santo e fuoco. Lui verrà per immergere ogni uomo nel fuoco dell'amore di Dio e della sua eterna verità. È come se l'uomo venisse sciolto nel fuoco per essere nuovamente ricomposto. Vedendo molti farisei e sadducei venire al suo b ...
(continua)
Movimento Apostolico - rito romano     (Omelia del 14 Agosto 2016)
Sono venuto a gettare fuoco sulla terra
La Scrittura spesse volte parla di un fuoco che viene acceso da Dio. Con Abramo il Signore brucia gli animali divisi, passandovi in mezzo. Dio sigilla così con il suo fedele Abramo un'alleanza unilaterale. Gesù non accenderà questo fuoco. La sua è alleanza bilaterale. In Lui Dio e l'uomo stringerann ...
(continua)
don Giampaolo Centofanti     (Omelia del 22 Ottobre 2020)

Gesù viene con delicatezza a fare luce nella nostra vita aiutandoci in un graduale cammino a superare tendenzialmente tutti quegli atteggiamenti del cuore dettati da ferite, timori, strutturazioni fasulle. Così gli stessi rapporti umani vengono liberati da tante falsità e storture. Nessuno può con c ...
(continua)
Movimento Apostolico - rito romano     (Omelia del 20 Ottobre 2016)
Ho un battesimo nel quale sarò battezzato
Una divina verità che sempre illumina, guida, conforta, muove il cuore di Cristo Gesù è la perfetta scienza e conoscenza che Lui ha di se stesso. Lui sa sempre cosa fare, come farlo, quando farlo. Lui non è mai fuori luogo, fuori tempo, fuori scienza, fuori conoscenza, fuori verità, fuori luce. È im ...
(continua)
don Marco Scandelli     (Omelia del 22 Ottobre 2020)
#2minutiDiVangelo - Giovedì 22/10 - Non possiamo essere invidiosi di chi ha una fede entusiasta!
Commento al Vangelo di giovedì 22 ottobre 2020 - XXIX settimana del Tempo Ordinario - a cura di don Marco Scandelli #2minutiDiVangelo Luca 12 49-53 Gesù è venuto a portarci l'entusiasmo della fede, ma ci avverte anche che questo entusiasmo è divisivo. Non pensiamo subito ai litigi che posso ...
(continua)
Movimento Apostolico - rito romano     (Omelia del 22 Ottobre 2020)
Sono venuto a gettare fuoco sulla terra
Il fuoco non è quello di Elia, invocato per incendiare il sacrificio e così attestare che solo il Dio di Abramo, Isacco e Giacobbe è il vero Dio: ?Al momento dell'offerta del sacrificio si avvicinò il profeta Elia e disse: «Signore, Dio di Abramo, di Isacco e d'Israele, oggi si sappia che tu sei ...
(continua)
don Luciano Cantini     (Omelia del 14 Agosto 2016)
Follia
Quanto vorrei
Stiamo contemplando uno dei momenti di particolare intimità tra il Signore e i suoi discepoli, le parole di Gesù ci permettono di affondare lo sguardo nel suo cuore, percepire i suoi sentimenti. Ai suoi sta confidando il fallimento umano della sua missione, per quanto abbia ...

(continua)
don Luciano Cantini     (Omelia del 18 Agosto 2019)
Sono venuto a gettare fuoco
A gettare fuoco
Queste parole del Signore traspirano ?passione?, una potenza e una forza che sembrano avere il bisogno di esplodere! Il loro significato è ostico, eppure hanno la capacità di svegliarci dal nostro torpore, da un equilibrio cercato, da una misura ponderata, dagli stereotip ...

(continua)
Riccardo Ripoli     (Omelia del 24 Ottobre 2013)
Pensate che io sia venuto a portare la pace sulla terra? No, vi dico, ma la divisione
Un ragazzo entrato nel mondo della droga Quando si hanno idee diverse, è inutile negarlo, si possono trovare tutti gli accordi che vogliamo per una sana convivenza, ma si tende alla divisione, siamo portati a far valere le nostre idee, pronti anche a scontrarci, litigare, dividerci. Quando sono ...
(continua)
fr. Massimo Rossi     (Omelia del 14 Agosto 2016)
Commento su Luca 12,49-53
Non me ne vogliano le suocere, ma chiudere una pagina di Vangelo con un'allusione sgradevole alla suocera, non è proprio il massimo, suvvia! Bando all'ironia facile, gratuita e poco opportuna. Questa domenica siamo chiamati a valutare il significato di certe parole, abbandonando stere ...
(continua)
fr. Massimo Rossi     (Omelia del 18 Agosto 2019)
Commento su Luca 12,49-53
La vicenda di Gesù che raggiunge il culmine nella morte violenta, fuoco e battesimo, come la chiama, segna la fine dell'attesa e inaugura il tempo del compimento e della decisione a favore, o contro di Lui. Le perplessità, certo, umanissime, il continuo rimandare, ...
(continua)
Carla Sprinzeles     (Omelia del 14 Agosto 2016)
Commento su Geremia 38,4-6.8-10; Luca 12,49-53
La liturgia di oggi ci chiede di vivere il nostro essere credenti con una buona dose di realismo!
Credere è rischioso. Vivere i valori del regno conduce al rifiuto; la "pace" messianica non garantisce il credente da persecuzione, ostilità, emarginazioni.

GEREMIA 38, 4-6. 8-10
La ...

(continua)

Missionari della Via     (Omelia del 14 Agosto 2016)

Oggi Gesù ci rivela il Suo più ardente desiderio: portare il fuoco sulla terra. Gesù vuol portare il fuoco dell'amore che accende e dà vita, quel fuoco dello Spirito Santo che ci meriterà con la sua passione e risurrezione, mediante il quale l'uomo è salvato, reso figlio di Dio, e reso capace di ama ...
(continua)
Missionari della Via     (Omelia del 18 Agosto 2019)

In questa XX domenica contempliamo il ?fuoco d'amore? che arde nel cuore di Cristo, ma anche le conseguenze che comporta l'accoglierlo nella propria vita. Anzitutto Luca ci mostra uno spaccato dei sentimenti di Cristo: è venuto a portare fuoco sulla terra, immagine forte dello Spirito Santo, capace ...
(continua)
don Mario Simula     (Omelia del 18 Agosto 2019)
Il rischio di essere sedotti da Dio
Il fuoco del Vangelo brucia talmente, come un'urgenza interiore, nel cuore di Geremia, che la sua vita si gioca tutta al confine tra il vivere e il morire. Il fuoco è un incendio incontenibile e urgente in lui, che si fa strada anche nei momenti della più acuta persecuzio ...
(continua)
Luca Rubin     (Omelia del 18 Agosto 2019)
Un incendio indomabile
Sono venuto a gettare fuoco sulla terra, e quanto vorrei che fosse già acceso! Il fuoco. I contadini dopo il raccolto bruciavano le sterpaglie e le piante ormai avvizzite, così, oltre a liberare il campo da questi resti, lo concimavano e nutrivano, con i ...
(continua)
don Lucio D'Abbraccio     (Omelia del 18 Agosto 2019)
Sono venuto a portare il fuoco sulle terra!
I profeti sono scomodi perché dicono la verità e vanno contro le mode facili e contro le attese sbagliate della gente. Per questo chi dice la verità è condannato a soffrire. Geremia ne è una prova. Nella I Lettura abbiamo ascoltato che i capi dissero al re: «Si metta a morte Geremia, perché egli ...
(continua)
Paolo Curtaz     (Omelia del 25 Ottobre 2013)
Commento su Lc 12,54-59
Hai perfettamente ragione, Signore: siamo degli ipocriti. Fingiamo di non vedere, di non accorgerci cosa sta succedendo, giochiamo davanti agli eventi che ci obbligano a capire e a credere. Facciamo come se nulla dovesse cambiare, come se la Chiesa fosse inamovibile, come se tutto fosse scontato. Te ...
(continua)
Paolo Curtaz     (Omelia del 24 Ottobre 2014)

Ammettiamolo: facciamo una gran fatica a riconoscere i segni dei tempi, a riconoscere la presenza di Dio nelle esperienze che viviamo, nella realtà quotidiana, nelle vicende della nostra vita. Spesso siamo come dei rami trasportati da un fiume in piena, lasciamo che sia la corrente e spingerci, non ...
(continua)
don Carlo Occelli     (Omelia del 23 Ottobre 2020)
Commento al Vangelo 23 ottobre 2020

...
(continua)

Paolo Curtaz     (Omelia del 23 Ottobre 2015)

Che tempi stiamo vivendo? Brutti, ovvio. Non ho vissuto un anno della mia vita senza che qualcuno si lamentasse della tristezza dei tempi presenti. E, a pensarci bene, leggendo qua e là, colgo le stesse precise lamentazioni dai greci in avanti. Tempi cupi in cui le persone hanno smarrito il senso de ...
(continua)
Casa di Preghiera San Biagio FMA     (Omelia del 23 Ottobre 2015)
Commento su Lc 12, 56-57
"Sapete valutare l'aspetto della terra e del cielo; come mai questo tempo non sapete valutarlo? E perché non giudicate voi stessi ciò che è giusto?"
Lc 12, 56-57

Come vivere questa Parola?
Gesù torna a parlare alla folla. Il tono si fa rapidamente asciutto, sa di rimprove ...

(continua)

Casa di Preghiera San Biagio FMA     (Omelia del 21 Ottobre 2016)
Commento su Lc 12,56
«Sapete valutare l'aspetto della terra e del cielo; come mai questo tempo non sapete valutarlo?»
Lc 12,56

Come vivere questa Parola?
Gesù rimprovera i suoi contemporanei, perché - pur riconoscendo i segni materiali della terra, per cui possono fare previsioni in vista del ...

(continua)

Casa di Preghiera San Biagio FMA     (Omelia del 26 Ottobre 2018)
Commento su Lc 12,54-59
In quel tempo, Gesù diceva alle folle: «Quando vedete una nuvola salire da ponente, subito dite: ?Arriva la pioggia?, e così accade. E quando soffia lo scirocco, dite: ?Farà caldo?, e così accade. Ipocriti! Sapete valutare l'aspetto della terra e del cielo; come mai questo tempo non sapete valuta ...
(continua)
don Nicola Salsa     (Omelia del 25 Ottobre 2019)
Il tuo posto nel mondo

...
(continua)

don Nicola Salsa     (Omelia del 23 Ottobre 2020)
Saper leggere se stessi (Lc 12,54-59)

...
(continua)

don Giampaolo Centofanti     (Omelia del 23 Ottobre 2020)

L'uomo può discenere mosso dai suoi male intesi interessi e poi anche pretendere giustizia dagli altri. Gesù però parla un linguaggio spirituale: qui osserva che vivendo nei ripiegamenti citati la persona si chiude da sola in una gabbia di sfiducia, di giudizio, di solitudine. E talora se si intesta ...
(continua)
Monaci Benedettini Silvestrini     (Omelia del 24 Ottobre 2014)
Sapete giudicare l'aspetto della terra e de cielo, come mai questo tempo non sapete giudicarlo?
Saper riconoscere i segni dei tempi è per i cristiani una prova di fede. Come da certi segni si sa prevedere che tempo farà, così occorre attenzione e poi sincera disponibilità a riconoscere i segni di Dio e a convertirsi, prima di arrivare davanti al Giudice. Gesù rimprovera la cecità di chi vive b ...
(continua)
Riccardo Ripoli     (Omelia del 25 Ottobre 2013)
E perché non giudicate da voi stessi ciò che è giusto?
Siamo capaci di giudicare noi stessi? Se guardiamo le azioni degli altri siamo sempre pronti a sindacare se quel comportamento è corretto o meno, siamo certi che ogni passo sia buono o cattivo e non ci facciamo problemi a dirlo ad alta voce puntando il dito. Siamo veramente bravi a vedere il com ...
(continua)
Movimento Apostolico - rito romano     (Omelia del 24 Ottobre 2014)
Come mai questo tempo non sapete valutarlo?
La verità dell'uomo, delle cose, della storia, non è nell'uomo. Se l'uomo fosse principio di verità, luce, giustizia, non avrebbe bisogno di Dio. Invece l'uomo non è principio né di sapienza e né di intelligenza e per questo ha sempre bisogno di Dio. Come la terra necessita del sole, ogni uomo neces ...
(continua)
don Domenico Bruno     (Omelia del 23 Ottobre 2020)
Il nostro audio quotidiano
Per ricevere il commento quotidiano unisciti al canale Telegram @annunciatedaitetti Visita il sito annunciatedaitetti.it Dai uno sguardo anche al canale (continua)
Movimento Apostolico - rito romano     (Omelia del 23 Ottobre 2015)
Come mai questo tempo non sapete valutarlo?
Per avere la conoscenza delle stagioni spirituali, dei loro cambiamenti - anche lo spirito ha le sue stagioni ed esse sono in una perenne evoluzione - urge che si sia sempre stracolmi di sapienza divina. Essa discende solo da Dio e da nessun altro. Questa sapienza va sempre chiesta, con preghiera in ...
(continua)
Movimento Apostolico - rito romano     (Omelia del 21 Ottobre 2016)
Lungo la strada cerca di trovare un accordo con lui
Gesù vuole i suoi discepoli sapienti, saggi, sempre prudenti, orientati alla ricerca del vero bene, incapaci di pensare cose stolte, insipienti, futili, vane, inutili. Li vuole sempre immersi nello Spirito Santo, illuminati dalla sua potente luce divina, condotti dalla sua forza irresistibile, perch ...
(continua)
don Marco Scandelli     (Omelia del 23 Ottobre 2020)
#2minutiDiVangelo - Venerdì 23/10 - La vogliamo capire che è più ciò che ci unisce che ciò che ci divide!
Commento al Vangelo di venerdì 23 ottobre 2020 - XXIX settimana del Tempo Ordinario - a cura di don Marco Scandelli #2minutiDiVangelo Luca 12 54-59 Tutti hanno la presunzione di sapere sempre quale sia la verità. Siamo molto litigiosi, anzitutto perché non ci ascoltiamo. I nostri dialoghi s ...
(continua)
Movimento Apostolico - rito romano     (Omelia del 24 Ottobre 2019)
E quanto vorrei che fosse già acceso!
Il Salmo rivela che il Cristo di Dio ha un solo desiderio nel cuore: fare la volontà del Padre. È questa la verità di Gesù. Lui fa sua la volontà del Padre. Il dono della vita fino alla morte di croce è volontà del Padre, ma è anche volontà di Gesù. Il Padre lo dona per la salvezza del mondo. Lui si ...
(continua)
Movimento Apostolico - rito romano     (Omelia del 25 Ottobre 2019)
Come mai questo tempo non sapete valutarlo?
La carne valuta secondo la carne, lo spirito secondo lo spirito, la sapienza secondo la sapienza. San Paolo rivela ai Corinti che l'uomo secondo la carne non comprende le cose di Dio. Lui vede dalla carne. Le cose di Dio vanno viste dallo Spirito del Signore. Anch'io, fratelli, quando venni tra ...
(continua)
Movimento Apostolico - rito romano     (Omelia del 23 Ottobre 2020)
Perché non giudicate voi stessi ciò che è giusto?
Per giudicare da noi stessi ciò che è giusto è necessario avere il cuore colmo di sapienza soprannaturale. Quando si cade nell'idolatria, da essa sempre si precipita nell'immoralità. Un cuore immorale è sempre chiuso alla sapienza e alla verità. Vedrà ogni cosa dalla stoltezza, dall'insipienza, dall ...
(continua)
Paolo Curtaz     (Omelia del 19 Ottobre 2013)
Commento su Lc 12,8-12
Possiamo tapparci le orecchie e chiudere gli occhi davanti all'evidenza, possiamo drammaticamente e ostinatamente chiudere il nostro cuore all'accoglienza della Parola, possiamo girare lo sguardo dall'altra parte e rifiutare la presenza di Dio. Dio opera ed agisce con discrezione nella nostra vita, ...
(continua)
don Carlo Occelli     (Omelia del 17 Ottobre 2020)
Commento al Vangelo 17 ottobre 2020

...
(continua)

Paolo Curtaz     (Omelia del 17 Ottobre 2015)

Forse Gesù intravvede nella reazione offesa dei farisei e dei dottori della Legge una potenziale minaccia nei suoi confronti? E già intuisce che lo scontro, per ora solo dottrinale, teologico, potrebbe trasformarsi in uno scontro fisico? Probabile. Per lui e per i suoi discepoli. Il giudaismo sta us ...
(continua)
Casa di Preghiera San Biagio FMA     (Omelia del 21 Ottobre 2017)
Commento su Lc 12, 10-13
«Chiunque parlerà contro il Figlio dell'uomo, gli sarà perdonato; ma a chi bestemmierà lo Spirito Santo, non sarà perdonato. Quando vi porteranno davanti alle sinagoghe, ai magistrati e alle autorità, non preoccupatevi di come o di che cosa discolparvi, o di che cosa dire, perché lo Spirito Santo ...
(continua)
Casa di Preghiera San Biagio FMA     (Omelia del 20 Ottobre 2018)
Commento su Lc 12, 10
«Chiunque parlerà contro il Figlio dell'uomo, gli sarà perdonato; ma a chi bestemmierà lo Spirito Santo, non sarà perdonato»
Lc 12, 10

Come vivere questa Parola?
Riconoscere o rinnegare? Parlare contro o bestemmiare? Questa pagina di Vangelo scruta le potenzialità del li ...

(continua)

Casa di Preghiera San Biagio FMA     (Omelia del 19 Ottobre 2019)
Commento su Lc 12,8-12
Io vi dico: chiunque mi riconoscerà davanti agli uomini, anche il Figlio dell'uomo lo riconoscerà davanti agli angeli di Dio; 9ma chi mi rinnegherà davanti agli uomini, sarà rinnegato davanti agli angeli di Dio. 10Chiunque parlerà contro il Figlio dell'uomo, gli sarà perdonato; ma a chi bestemmie ...
(continua)
don Nicola Salsa     (Omelia del 17 Ottobre 2020)
Il peccato contro lo Spirito

...
(continua)

don Giampaolo Centofanti     (Omelia del 17 Ottobre 2020)

Ascoltare lo Spirito, anche imparare a comunicare con gli altri nello Spirito, ossia cercando la sintonia col loro autentico cammino, i loro autentici bisogni. Ecco la Parola di Gesù oggi. Un innamorato di prepara tutto un discorso per l'amata ma poi dal vivo si accorge che in quel momento altre son ...
(continua)
don Domenico Bruno     (Omelia del 17 Ottobre 2020)
Il nostro audio quotidiano
Per ricevere il commento quotidiano unisciti al canale Telegram @annunciatedaitetti Visita il sito annunciatedaitetti.it Dai uno sguardo anche al canale (continua)
Movimento Apostolico - rito romano     (Omelia del 17 Ottobre 2015)
Lo riconoscerà davanti agli angeli di Dio
Ai predicatori del cristianesimo si richiede una sola cosa: dire la verità di Cristo così come essa è. Essi potrebbero salvare il mondo solo ripetendo il Vangelo e lasciando allo Spirito del Signore di operare nei cuori, una volta che la vera parola è stata seminata in essi. Molti maestri, dottori, ...
(continua)
Movimento Apostolico - rito romano     (Omelia del 15 Ottobre 2016)
Lo Spirito Santo vi insegnerà in quel momento
Attesta il Salmo che la Parola del Signore è provata con il fuoco: "La via di Dio è perfetta, la parola del Signore è purificata nel fuoco; egli è scudo per chi in lui si rifugia (Sal 18 (17) 31). Anche ogni Parola di Gesù è provata con il fuoco. Essa è prima messa nel fuoco, solo se resiste ...
(continua)
Movimento Apostolico - rito romano     (Omelia del 20 Ottobre 2018)
Chiunque mi riconoscerà davanti agli uomini
Il martirio per la retta fede non è nato con Cristo Gesù, ma con lo stesso Abele, alle origini della creazione dell'uomo. Fu ucciso per invidia dal fratello Caino. Caino presentò frutti del suolo come offerta al Signore, mentre Abele presentò a sua volta primogeniti del suo gregge e il loro gras ...
(continua)
don Giorgio Zevini     (Omelia del 31 Luglio 2016)
Video Commento a Lc 12, 13 - 21

...
(continua)

CPM-ITALIA Centri di Preparazione al Matrimonio (coppie - famiglie)     (Omelia del 31 Luglio 2016)
Commento su Qo 1,2;2,21-23; Sal 89; Col 3,1-5.9-11; Lc 12,13-21
La liturgia di questa diciottesima giornata de tempo ordinario ci propone delle letture che caratterizzano questa festività, secondo alcuni, come la domenica "della contestazione", secondo altri, si potrebbe anche appellare come domenica "della vera vita in abbondanza".
Noi siamo, nonostante i ...

(continua)
don Giorgio Zevini     (Omelia del 07 Agosto 2016)
Video Commento a Lc 12, 32 - 48

...
(continua)

CPM-ITALIA Centri di Preparazione al Matrimonio (coppie - famiglie)     (Omelia del 07 Agosto 2016)
Commento su Sap 18,6-9; Sal 32; Eb 11,1-2.8-19; Lc 12,32-48
L'ufficio delle letture di questa 19a domenica del tempo ordinario offre alla nostra meditazione un brano del libro della Sapienza, un brano della lettera agli ebrei, e un brano del Vangelo di Luca.
Il libro della Sapienza è dominato dal fascio luminoso che porta il popolo di Israele alla liber ...

(continua)