Omelie riferite al libro: Isaia, capitolo 40

CPM-ITALIA Centri di Preparazione al Matrimonio (coppie - famiglie)     (Omelia del 04 Dicembre 2011)
Commento su Isaia 40, 1-5, 9-11;Salmo 84 9-14; Seconda Pietro 3,8-14; Marco 1,1-8
Ora, dopo secoli di attesa, ora ha inizio la buona novella, proclamata dai profeti e che l'israele di Dio attendeva ed attende. Noi pensiamo che questa attesa sia già compiuta ed oggi ne celebriamo, nel consumismo, il ricordo, ma non è così. Gesù, la buona novella, è si venuto nel tempo della storia ...
(continua)
Casa di Preghiera San Biagio FMA     (Omelia del 12 Dicembre 2012)
Commento su Isaia 40, 31
Anche i giovani faticano e si stancano, gli adulti inciampano e cadono, ma quanti sperano nel Signore riacquistano forza, mettono ali come aquile, corrono senza affannarsi, camminano senza stancarsi. Is 40, 31
Come vivere questa parola?
Dopo tre generazioni passati in ...

(continua)
Casa di Preghiera San Biagio FMA     (Omelia del 10 Dicembre 2013)
Commento su Isaia 40, 1-2
Consolate, consolate il mio popolo, parlate al cuore di Gerusalemme... IS 40, 1-2
Come vivere questa Parola?
Le parole di Isaia sembrano fare eco alle parole di un salmo: "Ho atteso compassione ma invano, consolatori ma non ne ho trovati" ( Sl 69,21).
Da un lat ...

(continua)
Casa di Preghiera San Biagio FMA     (Omelia del 09 Dicembre 2014)
Commento su Is 40, 9
"Sali su un alto monte, tu che annunci liete notizie a Sion! Alza la tua voce con forza, tu che annunci liete notizie a Gerusalemme. Alza la voce, non temere; annuncia alle città di Giuda: «Ecco il vostro Dio!"
Isaia, 40, 9

Come vivere questa Parola?
Isaia ci accompagna s ...

(continua)

don Raffaello Ciccone     (Omelia del 08 Dicembre 2013)
Commento su Isaia 40,1-11; Ebrei 10,5-9a; Matteo 21,1-9
Isaia 40,1-11
Con questo testo il profeta anonimo del VI secolo, che vive con il popolo, deportato a Babilonia, e che continua il libro delle profezie del grande e primo Isaia, vuole garantire il suo popolo di una speranza grande e nuova: c'è, in prospettiva, il ritorno a Gerusalemme, M ...

(continua)
don Raffaello Ciccone     (Omelia del 07 Dicembre 2014)
Commento su Is 40,1-5.9-11; 2Pt 3,8-14; Mc 1,1-8
Isaia 16, 1-5
I due capitoli 15 e 16 si occupano del popolo di Moab che da Israele è disprezzato e con cui si è sempre sentito in lotta. E' un popolo che abita al di là del Mar Morto e, tuttavia, nella memoria, sia i Moabiti che gli Ammoniti, il popolo accanto, vengono fatti risalire all ...

(continua)
don Alessandro Farano     (Omelia del 10 Dicembre 2017)
Video commento - II Domenica di Avvento - Anno B

...
(continua)

CPM-ITALIA Centri di Preparazione al Matrimonio (coppie - famiglie)     (Omelia del 10 Gennaio 2016)
Commento su Is 40,1-5.9-11; Sal 103; Tt 2,11-14;3,4-7; Lc 3,15-16.21-22
Il Battesimo di Gesù è la festa più antica della Chiesa dopo la Pasqua, inoltre, essa chiude il ciclo liturgico del Natale e da inizio al Tempo ordinario.
Gesù si fa battezzare per assumere fino in fondo la nostra condizione di peccatore, la nostra condizione di uomini e mostrarci le vie da per ...

(continua)
CPM-ITALIA Centri di Preparazione al Matrimonio (coppie - famiglie)     (Omelia del 07 Dicembre 2014)
Commento su Is 40,1-5.9-11; Sal 84; 2Pt 3,8-14; Mc 1,1-8
The voice said, Cry. And he said, What shall I cry? All flesh is grass, and all the goodliness thereof is as the flower of the field: The grass withereth, the flower fadeth: but the word of our God shall stand for ever (Isaia 40,6-8) [King James Version]. Una voce grida: / «Annuncia un me ...
(continua)
CPM-ITALIA Centri di Preparazione al Matrimonio (coppie - famiglie)     (Omelia del 10 Dicembre 2017)
Commento su Is 40,1-5.9-11; Sal 84; 2Pt 3,8-14; Mc 1,1-8
Le letture di oggi ci introducono in pieno nel tempo di Avvento che stiamo vivendo e mettono in contatto due grandi personaggi, Isaia e Giovanni il Battista, l'ultimo dei profeti che fa da collegamento tra l'Antico Testamento e il Nuovo, quello di Gesù.
La si può chiamare la domenica della cons ...

(continua)
CPM-ITALIA Centri di Preparazione al Matrimonio (coppie - famiglie)     (Omelia del 13 Gennaio 2013)
Commento su Isaia 40,1-5:9-11; Salmi 103 (104); Tito 2,11-14; 3,4-7; Luca 3,15-16; 21-22
Poiché il popolo era in attesa e tutti, riguardo a Giovanni, si domandavano in cuor loro se non fosse lui il Cristo, Giovanni rispose a tutti dicendo: «Io vi battezzo con acqua; ma viene colui che è più forte di me, a cui non sono degno di slegare i lacci dei sandali. Egli vi battezzerà in Spi ...
(continua)
dom Luigi Gioia     (Omelia del 10 Dicembre 2017)
Condotti dolcemente
La tonalità che caratterizza l'avvento è all'insegna della pace e della consolazione. Il Signore chiede: Consolate, consolate il mio popolo (Is 40,1). La sua venuta non può non essere fonte di consolazione perché tale è la missione dello Spirito che ci ha mandato, anzi tale è il suo stesso nome, il ...
(continua)
Casa di Preghiera San Biagio FMA     (Omelia del 07 Dicembre 2011)
Commento su Isaia 40,27
Perché dici, Giacobbe, e tu, Israele, ripeti: «La mia via è nascosta al Signore e il mio diritto è trascurato dal mio Dio»? Is 40,27
Come vivere questa Parola?
Quando l'orizzonte si fa scuro e anche Dio sembra non prestare più ascolto al nostro grido di aiuto, può as ...

(continua)
Casa di Preghiera San Biagio FMA     (Omelia del 11 Dicembre 2013)
Commento su Isaia 40, 29
Egli dà forza allo stanco e moltiplica il vigore allo spossato. IS 40, 29
Come vivere questa Parola?
Oggi è il giorno del riposo, del riposo che viene da Dio. Leggiamo infatti anche nel vangelo: "Venite a me voi tutti che siete affaticati e oppressi e io vi darò ris ...

(continua)
Casa di Preghiera San Biagio FMA     (Omelia del 10 Dicembre 2014)
Commento su Is 40, 29-31
"Anche i giovani faticano e si stancano, gli adulti inciampano e cadono; ma quanti sperano nel Signore riacquistano forza, mettono ali come aquile, corrono senza affannarsi, camminano senza stancarsi".
Is 40, 29-31
Come vivere questa Parola?
Ma che significa sperare nel Sign ...

(continua)
Casa di Preghiera San Biagio FMA     (Omelia del 11 Dicembre 2012)
Commento su Isaia 40,5
Sarà rivelata la gloria del Signore, la vedranno gli uomini tutti, - ha parlato la bocca del Signore. Is 40,5
Come vivere questa parola?
Oggi Isaia ci porta un messaggio di consolazione e di giubilo: Ecco il vostro Dio. Ecco il Signore Dio viene con potenza, viene com ...

(continua)
Casa di Preghiera San Biagio FMA     (Omelia del 06 Dicembre 2011)
Commento su Isaia 40,8
Secca l'erba, appassisce il fiore, ma la parola del nostro Dio dura per sempre. Is 40,8
Come vivere questa Parola?
La fede non è un infantile chiudere gli occhi per immergersi nel sogno di un mondo ovattato, dove tutto giunge a buon fine grazia alla bacchetta magica ...

(continua)