Omelie riferite al libro: Isaia, capitolo 26

don Raffaello Ciccone     (Omelia del 21 Ottobre 2012)
Commento su Isaia 26, 1-2. 4. 7-8; 54, 12-14a; Prima Corinzi. 3, 9-17; Giovanni 10, 22-30
Lettura del profeta Isaia 26, 1-2. 4. 7-8; 54, 12-14a
La nostalgia di poter cantare per Gerusalemme liberata e splendente è sempre stato il sogno di ogni ebreo e il testo suggerisce il canto dei liberati dalla schiavitù. La speranza infatti si sta profilando per quelli che ancora sono de ...

(continua)
Casa di Preghiera San Biagio FMA     (Omelia del 06 Dicembre 2012)
Commento su Isaia 26,1
Abbiamo una città forte; mura e bastioni egli ha posto a salvezza Is 26,1
Come vivere questa Parola?
Il passo si snoda sul confronto tra due città: la città eccelsa elevata dagli uomini che creano intorno a sé oppressione e povertà, e la città forte recintata da Dio s ...

(continua)
Casa di Preghiera San Biagio FMA     (Omelia del 05 Dicembre 2013)
Commento su Isaia 26,4
Confidate nel Signore sempre, perché il Signore è una roccia eterna Is 26,4
Come vivere questa Parola?
Dopo la rassicurante promessa del Signore - Salvatore, il popolo radunato nel suo tempio continua ad innalzargli l'inno di ringraziamento. E nello stesso tempo ind ...

(continua)