Omelie riferite al libro: Vangelo secondo Giovanni, capitolo 17

Paolo Curtaz     (Omelia del 03 Giugno 2014)

La vita dell'Eterno in noi, la vita eterna, consiste nel conoscere sempre di più il Padre e Gesù Cristo, suo figlio. Una conoscenza totale: nell'intelligenza, negli affetti, nelle azioni. Nutriamo la conoscenza del Padre leggendo la Parola, meditandola, facendoci aiutare, se necessario, per dare cre ...
(continua)
don Carlo Occelli     (Omelia del 26 Maggio 2020)
Commento al vangelo 26 maggio 2020

...
(continua)

Paolo Curtaz     (Omelia del 19 Maggio 2015)

Giovanni evangelista ci consegna, oltre al discorso che Gesù fa ai discepoli dopo l'ultima cena, la splendida preghiera sacerdotale che Gesù rivolge al Padre. Leggendo e meditando questa preghiera impariamo anche noi il vero e profondo significato della preghiera cristiana. Il discepolo si rivolge a ...
(continua)
don Nicola Salsa     (Omelia del 04 Giugno 2019)
La gloria di Dio è l'uomo vivente

...
(continua)

don Nicola Salsa     (Omelia del 26 Maggio 2020)
Conoscere Dio per avere la vita

...
(continua)

Casa di Preghiera San Biagio FMA     (Omelia del 03 Giugno 2014)
Commento su Gv 17, 7-8
"Ora essi sanno che tutte le cose che mi hai dato vengono da te, perché le parole che hai dato a me io le ho date a loro. Essi le hanno accolte e sanno veramente che sono uscito da te e hanno creduto che tu mi hai mandato".
Gv 17, 7-8
Come vivere questa Parola?
Le pa ...

(continua)
don Fabio Zaffuto     (Omelia del 26 Maggio 2020)
Hai mai fatto una torta di mele? Video commento su Gv 17,1-11

...
(continua)

Casa di Preghiera San Biagio FMA     (Omelia del 10 Maggio 2016)
Commento su Gv 17,4
«Io ti ho glorificato sulla terra, compiendo l'opera che mi hai dato da fare».
Gv 17,4

Come vivere questa Parola?
Tutta la preghiera di Gesù al Padre è uno scrigno di perle preziose. Anche perché è collocata nell'imminenza della Passione e della Morte del Signore. Questa ...

(continua)

Movimento Apostolico - rito romano     (Omelia del 03 Giugno 2014)
Sanno veramente che sono uscito da te
La preghiera di Gesù è carica, densa, ricca di contenuti. Occorrerebbe un libro per ogni parola in essa contenuta. Per la nostra riflessione quotidiana sul Vangelo è giusto che ci si astenga dalla globalità del messaggio e ci si limiti ad alcuni singoli aspetti. Si entra così nel mistero di Cristo S ...
(continua)
don Giampaolo Centofanti     (Omelia del 26 Maggio 2020)

La gloria di Cristo è la grazia di morire in croce fiducioso nel Padre della vita. La fede nel Figlio matura cercando di accogliere nella vita la sua Parola. Allora questa si fa vita, esperienza e aiuta a credere ancora più profondamente nella Trinità. Gesù ama tutti ma rispetta la volontà di ciascu ...
(continua)
Movimento Apostolico - rito romano     (Omelia del 19 Maggio 2015)
Che conoscano te, l'unico vero Dio, e colui che hai mandato
Chi vuole vivere di vita eterna sulla terra, deve acquisire due conoscenze: quella del Padre di Gesù, che è l'unico vero Dio, e l'altra di Gesù Cristo, colui che il Padre ha mandato non come uno dei tanti profeti, ma come nostra sapienza, rivelazione, pace, carità, fede, speranza. Non vi è conoscenz ...
(continua)
don Marco Scandelli     (Omelia del 26 Maggio 2020)
La gloria di Dio è l'uomo che, nella libertà, obbedisce!
#2minutiDiVangelo Commento al Vangelo di Martedì 26 Maggio 2020 a cura di don Marco Scandelli -- Gv 17,1-11a -- La grande preghiera scaturita dal cuore di Gesù verso il Padre. Oggi la prima parte: Gesù prega perché sia glorificato. Buon ascolto!

...
(continua)

Paolo Curtaz     (Omelia del 20 Maggio 2015)

Gesù, durante la preghiera dopo l'ultima cena, chiede per i suoi discepoli l'esperienza che lega il Padre con il Figlio. Siamo chiamati a formare un'unità profonda che non è assimilazione o appiattimento ma unione nella ricchezza della diversità: non un'unica voce ma un'armonia di suoni. Gesù, poi, ...
(continua)
don Nicola Salsa     (Omelia del 05 Giugno 2019)
La gioia non è un traguardo ma un punto di partenza

...
(continua)

don Nicola Salsa     (Omelia del 27 Maggio 2020)
Per essere in Dio una cosa sola

...
(continua)

Casa di Preghiera San Biagio FMA     (Omelia del 04 Giugno 2014)
Commento su Gv 17, 17
"Consacrali nella verità. La tua parola è verità".
Gv 17, 17
Come vivere questa Parola?
Ho timore che a volte, questa espressione di Gesù sia stata interpretata in modo semplicistico e sommario, tanto da arrivare a dire che chi crede in Gesù ha sempre ragione, su tut ...

(continua)
don Fabio Zaffuto     (Omelia del 27 Maggio 2020)
Continuerai a fare la signorina Rottenmeier? Video commento su Gv 17,11-19

...
(continua)

don Giampaolo Centofanti     (Omelia del 27 Maggio 2020)

Le altre religioni si manifestano come aree di vario pensiero, nella Chiesa da duemila anni avviene un miracolo davvero stupefacente: che tutti i fedeli siano sempre uniti nelle stesse verità essenziali. La preghiera dell'unità è come il testamento di Gesù. Il frutto di una continua maturazione è l' ...
(continua)
Casa di Preghiera San Biagio FMA     (Omelia del 11 Maggio 2016)
Commento s Gv 17,17
«Consacrali nella verità. La tua parola è verità».
Gv 17,17

Come vivere questa Parola?
Prima di tornare al Padre, Gesù gli affida i suoi discepoli, nel desiderio che, lì dove sta andando, siano poi anche loro: nell'immensa gioia della Trinità Santissima.
Durante la ...

(continua)

Movimento Apostolico - rito ambrosiano     (Omelia del 17 Maggio 2015)
Consacrali nella verità
Se leggiamo la descrizione che spesso San Paolo ci fa del mondo, rimaniamo senza parola, tanto grande è la potenza del male che governa popoli e nazioni.

Per questo Dio li ha abbandonati a passioni infami; infatti, le loro femmine hanno cambiato i rapporti naturali in quelli contro natura. Si ...
(continua)

Movimento Apostolico - rito ambrosiano     (Omelia del 13 Maggio 2018)
Non prego che tu li tolga dal mondo
Il Verbo Eterno dal cielo discende nel mondo, cioè in mezzo all'umanità, assume la carne facendosi carne per salvare la carne, liberandola dal peccato e della morte. L'umanità vive nel mondo. È il mondo il luogo della missione del Figlio di Dio. Lui è stato mandato perché il mondo si salvi per mezzo ...
(continua)
don Domenico Bruno     (Omelia del 27 Maggio 2020)
Il nostro audio quotidiano
Per ricevere il commento quotidiano unisciti al canale Telegram @annunciatedaitetti Visita il sito annunciatedaitetti.it Dai uno sguardo anche al canale (continua)
Movimento Apostolico - rito romano     (Omelia del 04 Giugno 2014)
Padre santo, custodiscili nel tuo nome
Ogni uomo è segnato dal tempo che finisce, scade. Quando il tempo viene, è già venuto. Si deve lasciare ogni cosa. La morte sigilla una relazione di separazione irreversibile. Prima si era, dopo non si è più. Prima Gesù si prendeva Lui cura visibilmente dei suoi discepoli. Ora, nel momento della mor ...
(continua)
don Giampaolo Centofanti     (Omelia del 27 Maggio 2020)

Nella sua preghiera al Padre Gesù gli chiede di custodire i suoi discepoli. Il cammino in Dio si può fare sempre più semplice e sereno ma è essenziale anche crescere nella serena vigilanza. Vi possono essere passaggi spirituali, psicologici, che se non si affrontano con ogni attenzione e aiuto posso ...
(continua)
Movimento Apostolico - rito romano     (Omelia del 20 Maggio 2015)
Che tu li custodisca dal Maligno.
La preghiera è lo stile di Cristo. È lo stile della Chiesa e del cristiano. Dal Maligno solo uno può custodire: il Padre celeste. Gesù sa questo e chiede al Padre di vegliare sui suoi discepoli perché il serpente antico non li divori, non li distrugga, non li vinca. Voi siete quelli che avete pe ...
(continua)
don Marco Scandelli     (Omelia del 27 Maggio 2020)
L'unico che può strapparti dall'amore di Dio sei tu stesso!
#2minutiDiVangelo Commento al Vangelo di Mercoledì 27 Maggio 2020 a cura di don Marco Scandelli -- Giovanni 17,11b-19 -- Gesù continua nella preghiera del cuore pregando per i suoi traditori. Non pensa a salvare la propria pelle ma a come i suoi discepoli reagiranno di fronte alla morte. Per ...
(continua)
Movimento Apostolico - rito romano     (Omelia del 11 Maggio 2016)
Come tu hai mandato me nel mondo
Nella presentazione orante della sua vita al Padre, nel suo esame di coscienza sempre dinanzi al Padre, Gesù gli dice: "Come tu hai mandato me nel mondo, anche io ho mandato loro nel mondo; per loro io consacro me stesso, perché siano anch'essi consacrati nella verità". Le modalità dell'invio ...
(continua)
Movimento Apostolico - rito romano     (Omelia del 05 Giugno 2019)
Anche io ho mandato loro nel mondo
Al Padre, Gesù parla al presente, come se fosse già risorto e asceso al cielo. La verità che dice al Padre, non la dice solo a Lui, la dice anche ai suoi Apostoli. Come il Padre ha mandato Cristo Gesù nel mondo? Lo ha mandato pieno di Spirito Santo per compiere la missione della salvezza e della red ...
(continua)
Movimento Apostolico - rito romano     (Omelia del 27 Maggio 2020)
Io li custodivo nel tuo nome
Gesù ha custodito i discepoli nel nome del Padre, custodendo se stesso nel nome del Padre suo. La stessa regola dona San Paolo a Timoteo. Se lui vuole custodire la Chiesa nel nome di Cristo, deve custodirsi Lui nel nome di Cristo Gesù: ?Lo Spirito dice apertamente che negli ultimi tempi alcuni si ...
(continua)
don Michele Cerutti     (Omelia del 13 Maggio 2018)
Commento ad At 1,15-26
Oggi nella mia omelia mi faccio aiutare da don Primo Mazzolari, prete incompreso, ma poi valorizzato sia da Roncalli che lo definirà ?tromba dello Spirito Santo in terra mantovana? e da Montini che lo convocherà in Diocesi ambrosiana per la formazione vista l'attenzione del sacerdote al mondo dei po ...
(continua)
don Walter Magni     (Omelia del 13 Maggio 2018)
Signore, tu conosci tutte le mie vie
In questa domenica dopo l'Ascensione ci troviamo davanti a due partenze: quella di Gesù, che salendo viene sottratto al nostro sguardo; e la partenza degli apostoli per le strade del mondo, in ogni angolo della terra. Come Gesù risorto proclama: ?Andate in tutto il mondo e predicate il Vangelo ad ...
(continua)
don Angelo Casati     (Omelia del 13 Maggio 2018)
Raccogliete i frammenti
Siamo, ancora una volta, nel cuore della preghiera di quell'ultima cena, preghiera di Gesù. Quella notte, ad alta voce. Lo sentirono pregare. Chissà come era la sua voce! Nel brano che oggi la liturgia ci ha proposto mi ha colpito innanzitutto un verbo e poi un viso in ombra, vi dirò. Il verbo è il ...
(continua)
Movimento Apostolico - rito ambrosiano     (Omelia del 03 Maggio 2015)
Perché egli dia la vita eterna a tutti coloro che gli hai dato
Il Vangelo di Giovanni rivela una verità che non va dimenticata, anzi va rettamente compresa e santamente vissuta. È il Padre che dona. Lui dona Gesù all'uomo e dona l'uomo a Gesù. Dona Gesù all'uomo come sua verità, grazia, pane di vita eterna, salvezza, redenzione, giustificazione, elevazione, lib ...
(continua)
Movimento Apostolico - rito ambrosiano     (Omelia del 29 Aprile 2018)
Le parole che hai dato a me
Ogni uomo dice di seguire le propria coscienza. Ma si dimentica di dichiarare la natura della coscienza in nome della quale si pensa, si opera, si decide, si vuole. La coscienza infatti può essere retta, ma anche certa, erronea, falsa, assopita, soffocata, spenta, morta. C'è poi chi dice che lui la ...
(continua)
don Cristiano Mauri     (Omelia del 29 Aprile 2018)
Il Vangelo non è una mano di intonaco
IL VANGELO NON È UNA MANO DI INTONACO L'«ora» - quella della Passione e della piena rivelazione del volto dell'Amore del Padre - è giunta.? I giochi sono fatti, non resta che attendere il ...
(continua)
don Michele Cerutti     (Omelia del 03 Maggio 2015)
Ut unum sint
Stefano si rivolge ai giudei e invita a guardare la storia della salvezza in maniera tale che al centro vi sia Cristo. Una lettura della Parola di Dio priva di Gesù rischia di portare ad un'attesa del Messia, alla maniera ebraica. Riporto un testo tratto dal Corriere di Ragusa che colpisce per ave ...
(continua)
don Walter Magni     (Omelia del 29 Aprile 2018)
Lodate il Signore e proclamate le sue meraviglie
Ci sono passi del Vangelo che non chiedono tanto di esercitare l'intelligenza, ma la predisposizione del cuore. Passaggi e parole di Vangelo che si fanno spazio dentro di noi, in modo discreto e paziente. Come pioggia leggera che feconda la terra arida; come raggi di sole che irrompono negli anfratt ...
(continua)
don Angelo Casati     (Omelia del 29 Aprile 2018)
Chiama gloria ogni gesto di amore
Sembra un gioco di parole e non è un gioco di parole. Un verbo ed una parola attraversano tutto il brano del vangelo di Giovanni, il verbo "glorificare" e la parola "gloria". Dentro una preghiera. Di solito il pregare di Gesù nei vangeli è un pregare nascosto, non odi voce. Qua e là, ma raramente, o ...
(continua)
don Franco Manzi     (Omelia del 02 Giugno 2019)
Commento su Giovanni 17,1b.20-26

...
(continua)

Movimento Apostolico - rito ambrosiano     (Omelia del 08 Maggio 2016)
Perché il mondo creda che tu mi hai mandato
La fede in Cristo non nasce dalla predicazione, dalle opere di carità, dal martirio. Neanche nasce dalle grandi opere di teologia, morale, ascetica, mistica o altro. Figuriamoci poi se potrà nascere da qualche principio di morale non negoziabile, che è poi la riduzione attuale del Vangelo e di tutta ...
(continua)
Movimento Apostolico - rito ambrosiano     (Omelia del 02 Giugno 2019)
Questi hanno conosciuto che tu mi hai mandato
Gesù è dal Padre nell'eternità, nel tempo, prima del tempo, dopo il tempo. Lui è mandato dal Padre sulla nostra terra per darci la grazia e la verità, la pace e la luce, la vita eterna e la risurrezione gloriosa. È stato mandato per espiare i nostri peccati e così ottenerci la grazia della riconcili ...
(continua)
don Michele Cerutti     (Omelia del 02 Giugno 2019)
Commento su Giovanni 17,1b.20-26
Quello che ci viene sottoposto questa domenica è la preghiera sacerdotale di Gesù che svela quell'intimità profonda che lega Gesù al Padre, intimità che in molte occasioni Gesù ha mostrato e che anticipa qualcosa di importante nel suo ministero.
Questa preghiera è una sorta di sintesi del cammi ...

(continua)
don Walter Magni     (Omelia del 08 Maggio 2016)
Nella casa del Signore contempleremo il suo volto
Nella sequenza delle domeniche oggi ricorre la VII domenica di Pasqua. Attenendoci al titolo ufficiale, secondo il Rito ambrosiano, celebriamo tuttavia la Domenica dopo l'Ascensione. Già, ma quando abbiamo celebrato la festa dell'Ascensione? Il giorno liturgico previsto era giovedì scorso, giovedì d ...
(continua)
don Angelo Casati     (Omelia del 02 Giugno 2019)
Costruite ponti
C'è una parola che mi sembra dire i sentimenti che ho provato, e provo, ogni volta che rileggo i brani che oggi abbiamo ascoltato e, in modo particolare, il brano del vangelo di Giovanni, che conclude il discorso di addio di Gesù nella stanza al piano superiore. E fu notte. "Dopo aver detto queste c ...
(continua)
Paolo Curtaz     (Omelia del 16 Maggio 2013)
Commento su Gv 17,20-26
Gesù durante la sua ultima grande preghiera sacerdotale porta nel suo cuore i suoi discepoli amati. È preoccupato quasi più per loro che per sé: chiede al Padre di conservarli nell'amore, di sostenerli nel loro percorso. Ma non si ferma lì: la sua preghiera si allarga e guarda oltre i confini della ...
(continua)
don Carlo Occelli     (Omelia del 28 Maggio 2020)
Commento al vangelo 28 maggio 2020

...
(continua)

Paolo Curtaz     (Omelia del 05 Giugno 2014)

Ogni volta che leggo questo testo mi emoziono. Tanto. Mi emoziono perché Gesù, nel momento più drammatico della propria vita, non getta la spugna, non lascia perdere, non si arrende, non dice che non ci sono soluzioni e se ne va. Mi emoziono perché, nel marasma interiore che immagino stia vivendo, r ...
(continua)
Paolo Curtaz     (Omelia del 21 Maggio 2015)

Mette i brividi pensare che Gesù ha pensato proprio a noi oggi, durante la preghiera sacerdotale dopo l'ultima cena... Eppure è proprio così: Gesù, dopo essersi preoccupato dei suoi discepoli che stanno per affrontare la durissima prova della sua morte, ha pensato anche a chi, attraverso di loro, si ...
(continua)
don Nicola Salsa     (Omelia del 06 Giugno 2019)
Uniti in comunione con Dio

...
(continua)

don Nicola Salsa     (Omelia del 28 Maggio 2020)
Perché siano una cosa sola

...
(continua)

don Fabio Zaffuto     (Omelia del 28 Maggio 2020)
Lo innaffiamo sto terreno? Video commento su Gv 17,20-26
Un duni saziu a nuddu: non ti mostri grato a nessuno.

...
(continua)

Casa di Preghiera San Biagio FMA     (Omelia del 05 Giugno 2014)
Commento su Gv 17, 20-21a
"Non prego solo per questi, ma anche per quelli che crederanno in me mediante la loro parola: perché tutti siano una sola cosa".
Gv 17, 20-21a
Come vivere questa Parola?
Questa ulteriore espressione di Gesù ci mette ancor di più al riparo da forme strane di esclusivi ...

(continua)
Casa di Preghiera San Biagio FMA     (Omelia del 21 Maggio 2015)
Commento su Gv 17, 20-21
«Gesù, alzàti gli occhi al cielo, pregò dicendo:" Non prego solo per questi, ma anche per quelli che crederanno in me mediante la loro parola: perché tutti siano una cosa sola; come tu, Padre, sei in me e io in te, siano anch'essi in noi, perché il mondo creda che tu mi hai mandato».
Gv 17, ...

(continua)
Casa di Preghiera San Biagio FMA     (Omelia del 06 Giugno 2019)
Commento su Gv 17, 25-26
?Padre giusto, il mondo non ti ha conosciuto, ma io ti ho conosciuto, e questi hanno conosciuto che tu mi hai mandato. E io ho fatto conoscere loro il tuo nome e lo farò conoscere, perché l'amore con il quale mi hai amato sia in essi e io in loro.?
Gv 17, 25-26

Come vivere questa ...
(continua)

Casa di Preghiera San Biagio FMA     (Omelia del 01 Giugno 2017)
Commento su Gv 17, 20-23
[«Gesù, alzati gli occhi al cielo, pregò il Padre dicendo:] "Non prego solo per questi, ma anche per quelli che crederanno in me mediante la loro parola: perché tutti siano una sola cosa; come tu, Padre, sei in me e io in te, siano anch'essi in noi, perché il mondo creda che tu mi hai mandato. E ...
(continua)
Monaci Benedettini Silvestrini     (Omelia del 28 Giugno 2014)
Signore, io non son degno che tu entri sotto il mio tetto
La Chiesa universale ricorda oggi la figura di Sant'Ireneo, discepolo di San Policarpo che a sua volta fu discepolo di San Giovanni Evangelista. Si considera quindi l'ultimo uomo della generazione apostolica. Fu un grande difensore della sana dottrina sulla persona di Gesù Cristo storico contro le a ...
(continua)
don Domenico Bruno     (Omelia del 28 Maggio 2020)
Il nostro audio quotidiano
Per ricevere il commento quotidiano unisciti al canale Telegram @annunciatedaitetti Visita il sito annunciatedaitetti.it Dai uno sguardo anche al canale (continua)
Movimento Apostolico - rito romano     (Omelia del 05 Giugno 2014)
Ma io ti ho conosciuto
La conoscenza di Dio è dalla nostra conoscenza di Lui. Mai vi potrà essere vera conoscenza di Dio dalla non conoscenza vera di Dio da parte del suo mediatore. Dio si conosce solo per mediazione ecclesiale. Questa verità è giusto che venga posta sul candelabro del nostro cuore, della nostra mente, di ...
(continua)
Movimento Apostolico - rito romano     (Omelia del 21 Maggio 2015)
Crederanno in me mediante la loro parola
La Parola è la via della vera fede in Cristo, dal quale è la vera fede nel Padre. Ma quando crederanno le genti nella parola degli Apostoli e dei missionari del Vangelo? Quando essa è Parola vera di Cristo. È Parola vera di Cristo se è Parola della vera Chiesa. La vera Chiesa dona la vera Parola di ...
(continua)
don Marco Scandelli     (Omelia del 28 Maggio 2020)
Quando parliamo con gli altri dialoghiamo o facciamo monologhi?
Commento al Vangelo di Giovedì 28 Maggio 2020 a cura di don Marco Scandelli #2minutiDiVangelo -- Giovanni 17,20-26 -- Gesù termina la grande preghiera del cuore chiedendo il dono dell'unità. Noi come ci trattiamo? Siamo capaci di dialogo o siamo solo gran bravi a fare monologhi? Fidiamoci d ...
(continua)
don Marco Scandelli     (Omelia del 20 Agosto 2020)
#2minutiDiVangelo - Giovedì 20/08 - San Bernardo: l'unità come sinfonia e carità fraterna!
Commento al Vangelo di giovedì 2' agosto 2020 - San Bernardo- a cura di don Marco Scandelli #2minutiDiVangelo Giovanni 17 20-26 San Bernardo: la sua scelta per la vita religiosa non coincise con il disprezzo del mondo: anzi! In alcuni momenti abbandono il chiostro per dare risposta alle nec ...
(continua)
Movimento Apostolico - rito romano     (Omelia del 12 Maggio 2016)
Perché il mondo creda che tu mi hai mandato
Per la perfetta unità di Cristo Gesù con il Padre le folle accorrevano a Lui da ogni parte. È sufficiente leggere qualche piccolo compendio che di volta in volta gli Evangelisti ci offrono, per appurare lo stupore, la meraviglia, la sete che i cuori nutrivano per Gesù. Non si andava solo per miracol ...
(continua)
Movimento Apostolico - rito romano     (Omelia del 01 Giugno 2017)
Tutti siano una sola cosa
È illusione, oltre che follia, sperare di creare un ordine mondiale nuovo nel quale regna l'unità, la pace, la solidarietà. L'unità, la pace, la solidarietà, l'amore, la carità, la verità dell'uomo è uno solo Cristo Signore. È Lui che il Padre ha costituito cuore di ogni uomo e vi è pace per l'uomo ...
(continua)
Movimento Apostolico - rito romano     (Omelia del 06 Giugno 2019)
Perché il mondo creda che tu mi hai mandato
San Paolo mai vede Cristo separato dal Padre. Mai vede il discepolo separato da Cristo. Mai vede un uomo salvato dal Padre se non in Cristo, per Cristo, con Cristo. Questa unità tra Padre, Cristo, discepolo è mirabilmente cantata nella Lettera ai Efesini. Tutto è dal Padre. Ma tutto è per Cristo. Il ...
(continua)
Movimento Apostolico - rito romano     (Omelia del 28 Maggio 2020)
Io ho fatto conoscere loro il tuo nome
Gesù ogni giorno cresce in sapienza e grazia, mai si ferma nella conoscenza del Padre. Conosce il Padre. Fa conoscere il Padre. Paolo, Apostolo del Signore, ogni giorno corre dietro Cristo Gesù per conoscere tutto di Lui: ?Ritengo che tutto sia una perdita a motivo della sublimità della conoscenz ...
(continua)