Omelie riferite al libro: Vangelo secondo Giovanni, capitolo 15

don Alessandro Farano     (Omelia del 06 Maggio 2018)
Video commento - VI Domenica di Pasqua - Anno B

...
(continua)

don Giorgio Zevini     (Omelia del 10 Maggio 2015)
Video commento a Gv 15, 9-17

...
(continua)

CPM-ITALIA Centri di Preparazione al Matrimonio (coppie - famiglie)     (Omelia del 06 Maggio 2018)
Commento su At 10,25-27.34-35.44-48; Sal 97; 1Gv 4,7-10; Gv 15,9-17
La liturgia di questa domenica è tutta improntata sull'amore, o meglio, sull'agape (= amore di donazione), la cui essenza sta nella comunicazione di sé all'amato.
I versetti della Sacra Scrittura che la liturgia di oggi offrono alla nostra meditazione, dicono che Dio ci ama: con amore di amiciz ...

(continua)
CPM-ITALIA Centri di Preparazione al Matrimonio (coppie - famiglie)     (Omelia del 09 Maggio 2021)
Commento su At 10,25-27.34-35.44-48; Sal 97; 1Gv 4,7-10; Gv 15,9-17
Questa domenica riprendiamo il filo che da qualche settimana ci conduce dopo la resurrezione di NSGC con le parole giovannee della sua prima lettera: "Carissimi amiamoci gli uni gli altri, perché l'amore è da Dio: chiunque ama è stato generato da Dio e conosce Dio. Chi non ama non ha conosciuto D ...
(continua)
don Alessandro Farano     (Omelia del 20 Maggio 2018)
Video commento - Domenica di Pentecoste - Anno B

...
(continua)

don Giorgio Zevini     (Omelia del 24 Maggio 2015)
Video commento a Gv 15,26-27; 16,12-15

...
(continua)

CPM-ITALIA Centri di Preparazione al Matrimonio (coppie - famiglie)     (Omelia del 20 Maggio 2018)
Commento su At 2,1-11; Sal 103; Gal 5,16-25; Gv 15,26-27; 16,12-15
La liturgia di domenica scorsa si snodava tutta intorno alla figura del Cristo che avvolto da una nube ascendeva al cielo.
Cristo siede ora alla destra del Padre, ma continua la sua missione nella Chiesa attraverso lo Spirito. Bellissima l'immagine dei discepoli, uomini di Galilea, che alzano l ...

(continua)
CPM-ITALIA Centri di Preparazione al Matrimonio (coppie - famiglie)     (Omelia del 23 Maggio 2021)
Commento su At 2,1-11; Sal 103; Gal 5,16-25; Gv 15,26-27; 16,12-15
La scorsa domenica abbiamo festeggiato Cristo, che ascendendo al Cielo porta a compimento l'unione tra questo e la terra. Oggi festeggiamo, in questa immensa unità, la discesa dello Spirito, che lega nell'amore Padre e Figlio, che scese sugli apostoli e su Maria, in lingue di fuoco, nel cenacolo, a ...
(continua)
CPM-ITALIA Centri di Preparazione al Matrimonio (coppie - famiglie)     (Omelia del 03 Maggio 2015)
Commento su At 9,26-31; 1Gv 3,18-24; Gv 15,1-8
La liturgia di domenica scorsa si svolgeva tutta intorno alla figura del pastore che da la vita per le sue pecore. Le pecore gli sono state affidate dal Padre e conoscono la voce del pastore e lo seguono. Ma Cristo è venuto per portare salve al Padre anche tutte le pecore che sono fuori dal recinto, ...
(continua)
don Alessandro Farano     (Omelia del 29 Aprile 2018)
Video commento - V Domenica di Pasqua - Anno B
www.santachiaratrani.it

...
(continua)

don Giorgio Zevini     (Omelia del 03 Maggio 2015)
Video commento a Gv 15, 1-8

...
(continua)

CPM-ITALIA Centri di Preparazione al Matrimonio (coppie - famiglie)     (Omelia del 29 Aprile 2018)
Commento su At 9,26-31; Sal 21; 1Gv 3,18-24; Gv 15,1-8
La liturgia odierna sottopone alla nostra meditazione quale era il rapporto che esisteva tra la Chiesa nascente e la Sinagoga, agli inizi del II secolo d. C., quali erano le tensioni che la turbavano e le discussioni che sorgevano, tra coloro che provenivano dal giudaismo e quelli che venivano dal p ...
(continua)
CPM-ITALIA Centri di Preparazione al Matrimonio (coppie - famiglie)     (Omelia del 02 Maggio 2021)
Commento su At 9,26-31; Sal 21; 1Gv 3,18-24; Gv 15,1-8
Questa domenica partiamo da una affermazione dell'imperatore romano Marco Aurelio, il quale affermò: "Noi siano tutti fatti per un'azione comune e l'opporsi gli uni agli altri è contro natura. La vita è comune, ogni funzione è sociale." (vedasi Pensieri, II, I), ed è un'affermazione questa che colli ...
(continua)
dom Luigi Gioia     (Omelia del 29 Aprile 2018)
Né autopunizione né autogiustificazione
Figlioli, non amiamo a parole, né con la lingua, ma con i fatti e nella verità (1Gv 3,18). Non ci si può confrontare con questo invito senza provare resistenza interiore e trepidazione. Malgrado il nostro desiderio di corrispondervi restiamo incapaci di gestire relazioni nelle quali amare e perdonar ...
(continua)
don Roberto Rossi     (Omelia del 03 Maggio 2015)
Noi in Lui, Gesù
"Io sono la vite, voi i tralci..." Meditare queste parole di Gesù sulla vite e i tralci, significa cogliere il rapporto che ci lega a lui nella sua dimensione più profonda: siamo vivi solo se uniti a lui, e solo così possiamo portare qualche frutto. "Senza di me non potete fare nulla", dice Gesù. E ...
(continua)
Paolo Curtaz     (Omelia del 03 Maggio 2015)
Video commento a Gv 15,1-8

...
(continua)

Paolo Curtaz     (Omelia del 29 Aprile 2018)
Video commento a Gv 15,1-8

...
(continua)

don Roberto Rossi     (Omelia del 02 Maggio 2021)
Nell'amore di Cristo Gesù, frutti abbondanti

...
(continua)

Paolo Curtaz     (Omelia del 02 Maggio 2021)
Video commento a Gv 15,1-8

...
(continua)

padre Antonio Rungi     (Omelia del 02 Maggio 2021)
Vite e tralci: questi siamo con Cristo e in Cristo
Il vangelo della quinta domenica del tempo di Pasqua nuovamente ci offre una definizione di Gesù, da lui stesso scelta per presentarsi a noi, come Figlio di Dio e Salvatore. Questa volta sceglie un immagine dell'agricoltura per raffigurare se stesso a quanti fanno riferimento a Lui nella vita e nel ...
(continua)
don Roberto Rossi     (Omelia del 02 Maggio 2021)
Le parole profonde di Gesù: Rimanete nel mio amore.
Gesù ci dice parole molto toccanti. E' un invito quasi accorato: "Rimanete in me e Io in voi. Rimanete nel mio amore..." Usa l'immagine che era sotto gli occhi di tutti, l'immagine della vite dei tralci. "Il tralcio non può portare frutto stesso se non rimani alla vite". .Gesù continua: "Io sono la ...
(continua)
don Marco Pedron     (Omelia del 03 Maggio 2015)
La morte è staccarsi dalla sorgente
Lunedì - Io sono sempre con te, ogni giorno In una famosa pagina del profeta Ezechiele, il profeta si chiede quali siano i pregi della vite: "Che pregi ha il legno della vite?". "Nessuno!". Il legno della vite è l'unico legno tra gli alberi della campagna con il quale non ci si può fare nulla. No ...
(continua)
don Claudio Doglio     (Omelia del 03 Maggio 2015)
Video commento a Gv 15,1-8

...
(continua)

don Claudio Doglio     (Omelia del 29 Aprile 2018)
Video commento a Gv 15,1-8

...
(continua)

Paolo Curtaz     (Omelia del 23 Luglio 2013)
Commento su Gv 15,1-8
Oggi la Chiesa celebra la memoria di Santa Brigida da Svezia, una delle protettrici della nostra Europa. A lei affidiamo il difficile periodo che stiamo vivendo, ritornando all'essenziale che è la fede.

Ieri Maria maddalena e oggi santa Brigida: la Chiesa ha bisogno di riscoprire il caris ...
(continua)

Paolo Curtaz     (Omelia del 21 Maggio 2014)

Senza Cristo non possiamo fare nulla. Lo sappiamo bene ma a volte ce ne scordiamo e viviamo di rendita, viviamo, di fatto, come se Gesù non contasse veramente nella nostra vita, nelle nostre scelte. Senza Cristo non contiamo nulla. Ma troppe volte emergono divisioni e giudizi proprio all'interno del ...
(continua)
don Claudio Doglio     (Omelia del 02 Maggio 2021)
Video commento a Gv 15,1-8

...
(continua)

don Carlo Occelli     (Omelia del 13 Maggio 2020)
Commento al vangelo 13 maggio 2020

...
(continua)

Paolo Curtaz     (Omelia del 06 Maggio 2015)

La linfa' che alimenta la nostra vita è la presenza del Maestro Gesù che abbiamo scelto come pastore. Nient'altro ci può dare forza, serenità, luce, gioia e pace nel cuore. Solo restando ancorati a lui possiamo portare frutti, crescere, fiorire. Senza di lui, niente. Orientiamo con forza e gioia, co ...
(continua)
don Carlo Occelli     (Omelia del 05 Maggio 2021)
Commento al Vangelo 5 maggio 2021

...
(continua)

padre Paul Devreux     (Omelia del 02 Maggio 2021)

"Io sono la vite vera e il Padre mio è l'agricoltore".
Padre e Figlio sono la fonte della vita, quella bella, gustosa.

" Ogni tralcio che in me non porta frutto, lo taglia, e ogni tralcio che porta frutto, lo pota perché porti più frutto".
I tralci siamo noi. Il Padre n ...

(continua)

padre Ermes Ronchi     (Omelia del 03 Maggio 2015)
Noi tralci, Lui la vite: siamo della stessa pianta di Cristo
Io sono la vite, quella vera. Cristo vite, io tralcio: io e lui la stessa cosa! Stessa pianta, stessa vita, unica radice, una sola linfa. Lui in me e io in lui, come figlio nella madre. E il mio padre è il vignaiolo: Dio raccontato con le parole semplici della vita e del lavoro. Un Dio che mi lavor ...
(continua)
don Domenico Luciani     (Omelia del 03 Maggio 2015)
Video commento su Gv 15,1-8

...
(continua)

padre Ermes Ronchi     (Omelia del 29 Aprile 2018)
Gesù è la vite. E noi i tralci, nutriti dalla linfa dell'amore
Una vite e un vignaiolo: cosa c'è di più semplice e familiare? Una pianta con i tralci carichi di grappoli; un contadino che la cura con le mani che conoscono la terra e la corteccia: mi incanta questo ritratto che Gesù fa di sé, di noi e del Padre. Dice Dio con le semplici parole della vita e del l ...
(continua)
don Domenico Luciani     (Omelia del 29 Aprile 2018)
Video commento su Gv 15,1-8

...
(continua)

padre Ermes Ronchi     (Omelia del 02 Maggio 2021)
Più che pulite Dio chiede mani colme di vendemmia
Gesù ci comunica Dio attraverso lo specchio delle creature più semplici: Cristo vite, io tralcio, io e lui la stessa pianta, stessa vita, unica radice, una sola linfa. E poi la meravigliosa metafora del Dio contadino, un vignaiolo profumato di sole e di terra, che si prende cura di me e adopera tut ...
(continua)
dom Luigi Gioia     (Omelia del 03 Maggio 2015)
Questo è il suo comandamento: che crediamo e amiamo
Figlioli, non amiamo a parole, né con la lingua, ma con i fatti e nella verità. Non ci si può ripetere questa frase di Giovanni, non ci si può confrontare con essa senza sentire fino a che punto non vi corrispondiamo, fino a che punto vi è in noi una resistenza, un paura. Amare, non a parole, né con ...
(continua)
padre Giuseppe De Nardi     (Omelia del 03 Maggio 2015)
Sulla Tua Parola - Gv 15,1-8

...
(continua)

mons. Antonio Riboldi     (Omelia del 03 Maggio 2015)
Io sono la vite vera
C'è nel tempo in cui viviamo una grande scarsità di amore. Intimamente sentiamo che il ?volersi bene' è davvero il clima di ogni vita, che sia davvero tale, ma oggi è facile dire ?ti amo', ma spesso è solo un modo di dire e non una verità. La ragione forse è nel fatto che siamo troppo incentrati sul ...
(continua)
don Gianfranco Calabrese     (Omelia del 03 Maggio 2015)
Video commento su Giovanni 15,1-8

...
(continua)

don Gianfranco Calabrese     (Omelia del 29 Aprile 2018)
Video commento su Giovanni 15,1-8

...
(continua)

don Gianfranco Calabrese     (Omelia del 02 Maggio 2021)
Video commento su Giovanni 15,1-8

...
(continua)

don Roberto Fiscer     (Omelia del 03 Maggio 2015)
#StradeDorate - Commento su Giovanni 15,1-8

...
(continua)

padre Gian Franco Scarpitta     (Omelia del 29 Aprile 2018)
Appartenere a Cristo nella forma totalizzante
Nella pastorale dei sacramenti ci si accorge che molto spesso si ricorre al Battesimo o alla liturgia di Prima Comunione per soddisfare delle pure consuetudini antesignane o per l'impulso della festa al ristorante. Il Sacramento della Confermazione nella maggior parte dei casi si riceve nell'imminen ...
(continua)
don Roberto Fiscer     (Omelia del 29 Aprile 2018)
#StradeDorate - Commento su Giovanni 15,1-8

...
(continua)

don Roberto Fiscer     (Omelia del 02 Maggio 2021)
#StradeDorate - Commento su Giovanni 15,1-8

...
(continua)

don Lello Ponticelli     (Omelia del 03 Maggio 2015)
Commento su Giovanni 15,1-8

...
(continua)

don Nazareno Galullo (giovani)     (Omelia del 03 Maggio 2015)
Le arance belle lucide e incerate...te le mangi tu! Per me frutta fresca :-)
Ciao, queste belle parole di Gesù "rimanete in me ed io in voi" sono belle solo all'ascolto. E' un po come quando un amico ci dice cose belle, o forse una fidanzata ci sussura parole dolci e amorevoli. Poi ti voglio vedere durante il matrimonio, quando i problemi sono così abbondanti che quel "miele ...
(continua)
Casa di Preghiera San Biagio FMA     (Omelia del 03 Maggio 2015)
Commento su Gv. 15,5
«Io sono la vite, voi i tralci. Chi rimane in me, e io in lui, Porta molto frutto».
Gv. 15,5

Come vivere questa Parola?
L'immagine della vite e dei tralci è molto evidente: solo se siamo innestati nella linfa - che è Cristo - possiamo portare frutto. Gesù ci chiede di rim ...

(continua)

Diocesi di Vicenza     (Omelia del 03 Maggio 2015)
La Parola - commento a Gv 15,1-8
Commento a cura di Daniele Cavedon, diacono Unità Pastorale Val Restena. Registrato nella chiesa Madonna di Monte Berico, Restena di Arzignano.

...
(continua)

Diocesi di Vicenza     (Omelia del 29 Aprile 2018)
La Parola - Commento al Vangelo di Giovanni (Gv 15,1-8)

...
(continua)

Diocesi di Vicenza     (Omelia del 02 Maggio 2021)
La Parola - Commento al Vangelo di Giovanni (Gv 15,1-8)

...
(continua)

padre Antonio Rungi     (Omelia del 03 Maggio 2015)
Amare con i fatti e nella verità
L'essenza stessa del cristianesimo sta nell'amore: amore verso Dio e verso i fratelli. L'unico grande comandamento che dobbiamo applicare e vivere costantemente nella nostra vita. Chi è risorto con Cristo vive nell'amore e di amore. E senza amore non può sopravvivere. Oggi, la parola di Dio di quest ...
(continua)
Casa di Preghiera San Biagio FMA     (Omelia del 06 Maggio 2015)
Commento su Gv. 15,5
«Chi rimane in me, e io in lui, porta molto frutto, perché senza di me non potete far nulla.».
Gv. 15,5

Come vivere questa Parola?
Gesù ci invita a rimanere sempre unito a Lui, se vogliamo portare frutti. Dobbiamo dargli spazio nel nostro cuore, fidarci di lui, accettare ...

(continua)

Carla Sprinzeles     (Omelia del 03 Maggio 2015)
Commento su At 9,26-31 e Gv 15,1-8
Amici, cosa in concreto dice a ciascuno di noi la resurrezione di Gesù? Gesù nella sua vita, nella passione, ha innescato una forza di vita tale, che, nella morte, è esplosa come resurrezione. Nel momento della morte la vita è esplosa, cioè Gesù ha raggiunto quella forma definitiva di esistenza all ...
(continua)
Missionari della Via     (Omelia del 02 Maggio 2021)
Uniti a lui è un'altra storia!

...
(continua)

padre Antonio Rungi     (Omelia del 29 Aprile 2018)
Potare i tralci secchi perché tutta la vite si rigeneri
Il Vangelo di questa quinta domenica di Pasqua, tratto dall'Evangelista Giovanni, ci porta in campagna ad osservare la vigna e la vite, che come ben sappiamo produce uva e dall'uva viene poi prodotto il vino.
Gesù non ci invita ad essere agricoltori e potatori di viti vere e reali, ma, attraver ...

(continua)
Sulla strada - TV2000     (Omelia del 29 Aprile 2018)
Commento su Giovanni 15,1-8

...
(continua)

don Roberto Farruggio     (Omelia del 29 Aprile 2018)
Commento alle letture - V domenica di Pasqua (Anno B)

...
(continua)

diac. Vito Calella     (Omelia del 02 Maggio 2021)
Il ?grappolo d'uva? dell'unità nella carità
Gesù è la «vite del Padre» drasticamente potata nell'evento della morte di croce. Gesù si definisce «la vite del Padre» mentre sta pronunciando il suo discorso, in forma di testamento spirituale, durante l'ultima cena, iniziata con il gesto sorprendente della lavanda dei piedi (cf. Gv ...
(continua)
don Fabio Rosini     (Omelia del 29 Aprile 2018)
Audio commento al Vangelo del 29 aprile 2018

...
(continua)

Casa di Preghiera San Biagio FMA     (Omelia del 27 Aprile 2016)
Commento su Gv 15, 1-5; 8
«Io sono la vite vera e il Padre mio è l'agricoltore. Ogni tralcio che in me non porta frutto, lo taglia, e ogni tralcio che porta frutto, lo pota perché porti più frutto... Rimanete in me e io in voi. Come il tralcio non può portare frutto da se stesso se non rimane nella vite, così neanche voi ...
(continua)
don Fabio Rosini     (Omelia del 02 Maggio 2021)
Commento al Vangelo del 2 maggio

...
(continua)

Casa di Preghiera San Biagio FMA     (Omelia del 17 Maggio 2017)
Commento su Gv 15,5
«Chi rimane in me, e io in lui, porta molto frutto».
Gv 15,5

Come vivere questa Parola?
Attraverso l'allegoria della vite - molto espressiva in società contadina - Gesù afferma che soltanto chi rimane unito a Dio può portare frutti buoni in parole e in opere, come il tral ...

(continua)

don Alessandro Farano     (Omelia del 02 Maggio 2021)
5a domenica di Pasqua - Commento al Vangelo

...
(continua)

don Alessandro Farano     (Omelia del 02 Maggio 2021)
Lectio Divina - V Domenica di Pasqua - Anno B

...
(continua)

don Alessandro Farano     (Omelia del 05 Maggio 2021)
Mercoledi? - V settimana di Pasqua - Commento al Vangelo

...
(continua)

Casa di Preghiera San Biagio FMA     (Omelia del 02 Maggio 2018)
Commento su Gv. 15, 6
"Chi rimane in me ed io in lui fa molto frutto"
Gv. 15, 6

Come vivere questa Parola?
Torna spesso, soprattutto negli scritti dell'apostolo Giovanni, questo invito a "RIMANERE".
E' un verbo di quiete, non di moto.
Sottolinea la necessità anche per noi, di avere ...

(continua)

Casa di Preghiera San Biagio FMA     (Omelia del 22 Maggio 2019)
Commento su Gv 15, 4 -8
"Rimanete in me e io in voi. Come il tralcio non può portare frutto da se stesso se non rimane nella vite, così neanche voi se non rimanete in me. Io sono la vite, voi i tralci. Chi rimane in me, e io in lui, porta molto frutto, perché senza di me non potete far nulla. Chi non rimane in me viene ...
(continua)
don Alessandro Farano     (Omelia del 23 Luglio 2021)
Venerdì - XVI del Tempo Ordinario - Anno B - Commento al Vangelo

...
(continua)

Agenzia SIR     (Omelia del 03 Maggio 2015)
Commento su Giovanni 15,1-8
Sette volte in quattro versi. Gesù insiste nel dirci che dobbiamo rimanere in lui. Il perché è semplice e decisivo: "Senza di me non potete fare nulla". Non dice che faremmo male o a metà le cose, ma proprio che non faremmo nulla. Questa è la verità della nostra vita. Da soli siamo invincibil ...
(continua)
don Claudio Luigi Fasulo     (Omelia del 29 Aprile 2018)
Audio commento al vangelo della quinta domenica di Pasqua (anno B - Gv 15,1-8)

...
(continua)

don Claudio Luigi Fasulo     (Omelia del 02 Maggio 2021)
Come dare vita alla vita (quinta domenica del Tempo di Pasqua)

...
(continua)

don Gaetano Luca (Amore)     (Omelia del 02 Maggio 2021)

...
(continua)

Omelie.org - autori vari     (Omelia del 03 Maggio 2015)

COMMENTO ALLE LETTURE Commento a cura di don Paolo Ricciardi Eccoci alla prima domenica di maggio..., la quinta di Pasqua: aria di primavera, tempo di prime comunioni, di battesimi, di matrimoni, di feste parrocchiali... Anche se dentro noi ci sono pensieri, motivi di preoccupazi ...
(continua)
mons. Erio Castellucci diocesi di Modena-Nonantola     (Omelia del 02 Maggio 2021)
Rimanete in me e io in voi

...
(continua)

don Nicola Salsa     (Omelia del 13 Maggio 2020)
Come io posso portare frutto?

...
(continua)

don Nicola Salsa     (Omelia del 02 Maggio 2021)
Con Cristo per portare frutto (Gv 15,1-8)

...
(continua)

don Nicola Salsa     (Omelia del 05 Maggio 2021)
Con Cristo per portare frutto (Gv 15,1-8)

...
(continua)

Omelie.org - autori vari     (Omelia del 29 Aprile 2018)

COMMENTO ALLE LETTURE Commento a cura di don Massimo Cautero Dopo aver vissuto e speriamo ben capito cosa abbiamo celebrato a Pasqua, nell'evento pasquale, al popolo dei battezzati cioè di coloro che sono inseriti in Cristo, non resta che riflettere su come "rimanere" o, se volete ...
(continua)
Bella prof! - don Gianmario Pagano     (Omelia del 02 Maggio 2021)
La vite e i tralci: la potatura e la preghiera

...
(continua)

Omelie.org - autori vari     (Omelia del 02 Maggio 2021)

COMMENTO ALLE LETTURE Commento a cura di padre Gianmarco Paris Continuiamo a meditare le parole che Gesù ha pronunciato prima della sua passione e morte, e che i discepoli hanno ricordato e compreso dopo averlo incontrato vivo e vincitore della morte. Come domenica scorsa, anche o ...
(continua)
Agenzia SIR     (Omelia del 02 Maggio 2021)

"Senza di me non potete fare nulla". Con queste parole Gesù di Nazareth pone un importante fondamento antropologico sulla sua missione salvifica in relazione a ciascun uomo. Egli, come vero uomo è il modello da seguire e imitare e come vero Dio è Colui senza il quale l'uomo non può fare nulla ...
(continua)
don Alfonso Giorgio Liguori     (Omelia del 02 Maggio 2021)
Io sono la vite vera e il Padre mio è l'agricoltore

...
(continua)

Agenzia SIR     (Omelia del 29 Aprile 2018)

Per il Vangelo non si è, ma si diventa discepoli. Da qui la cura per rimanere in Cristo. Il credente si concentra in sé per interiorizzare la parola di Gesù. Rimanendo in Gesù, la Parola in cui tutto fu fatto, questo movimento si volge in apertura non solo verso i fratelli e le sorelle nella ...
(continua)
don Roberto Seregni     (Omelia del 02 Maggio 2021)
Rimanete in me
Gesù non usa mezze misure: "Senza di me non potete fare nulla". Non dice che faremo le cose male o a metà, dice che proprio non faremo nulla. Sí, è proprio cosí: possiamo correre dalla mattina alla sera e impegnarci in mille attività, ma, se lo facciamo senza di Lui, tutto è sterile, vuoto e insigni ...
(continua)
don Fabio Zaffuto     (Omelia del 13 Maggio 2020)
Tu a quale contatore sei attaccato? Video commento su Gv 15,1-8

...
(continua)

Frati Minori Cappuccini     (Omelia del 02 Maggio 2021)

...
(continua)

don Marco Scandelli     (Omelia del 13 Maggio 2020)
Madonna di Fatima - Inutili al mondo, cari a Dio!
Commento al Vangelo di don Marco Scandelli

...
(continua)

don Claudio Doglio     (Omelia del 03 Maggio 2015)
Dio è più grande del nostro cuore
Clicca qui per scaricare il commento in formato MP3.

Per ascoltare il commento, clicca sul play sulla sinistra del lettore:

(continua)

don Marco Scandelli     (Omelia del 02 Maggio 2021)
#2minutiDiVangelo - 5 domenica Pasqua - Innestare tutte le proprie scelte in Lui per essere liberi davvero
Commento al Vangelo della 5 Domenica di Pasqua - a cura di don Marco Scandelli #2minutiDiVangelo ---- Gv 15 1-8 ----

...
(continua)

Wilma Chasseur     (Omelia del 03 Maggio 2015)
Audio commento alla liturgia - Gv 15,1-8
Clicca qui per scaricare il commento in formato MP3.

Per ascoltare il commento, clicca sul play sulla sinistra del lettore:

(continua)

Omelie.org (bambini)     (Omelia del 03 Maggio 2015)

Buona domenica! Ma che bello questo Vangelo, oggi; ci ricorda le cose importanti, cose che sembrano scontate ma che non lo sono per niente! Gesù usa un paragone semplice ma efficace: ci dice che Lui è come la vite e noi come i tralci. Come già sappiamo, usava spesso questi paragoni presi dalla vi ...
(continua)
Omelie.org (bambini)     (Omelia del 29 Aprile 2018)

Buongiorno ragazzi e buona domenica. Eccoci insieme per celebrare l'Eucarestia domenicale. Celebrare significa vivere il Grazie, dirlo con gioia, con forza, perché il termine Eucarestia significa proprio questo. Noi, la domenica, personalmente e come comunità, siamo chiamati da Dio per ascoltare ...
(continua)
Wilma Chasseur     (Omelia del 29 Aprile 2018)
Audio commento alla liturgia - Gv 15,1-8
Clicca qui per scaricare il commento in formato MP3.

Per ascoltare il commento, clicca sul play sulla sinistra del lettore:

(continua)

Omelie.org (bambini)     (Omelia del 02 Maggio 2021)

Io sono la vera Vite Cari Bambini buongiorno, oggi abbiamo letto un brano che ci aiuta a capire quanto sia bello essere uniti a Gesù. Immaginiamo di fare una passeggiata in un vigneto, cioè il luogo ove crescono le viti dalle quali si raccoglie l'uva, frutto molto gustoso che serve per fare il vi ...
(continua)
don Maurizio Prandi     (Omelia del 03 Maggio 2015)
Rimanere è crescere
In questa V^ domenica di Pasqua riceviamo l'invito a rimanere (un verbo che piace molto all'evangelista Giovanni come si capisce da quante volte lo usa senza paura di fare tante ripetizioni) nella relazione con Gesù; secondo quello che Gesù stesso afferma, rimanere in quella relazione significa anch ...
(continua)
don Maurizio Prandi     (Omelia del 29 Aprile 2018)
Ciò che ti rimane
Ascolteremo lo stesso brano di vangelo per due volte in questa settimana e lì per lì pensavo questo: che i due verbi al centro del vangelo, tagliare e potare, sono due verbi che istintivamente allontano da me perché non li sento, come dire, positivi. Quello che si diceva l'altra sera però, commentan ...
(continua)
padre Fernando Armellini     (Omelia del 02 Maggio 2021)
Videocommento su Gv 15,1-8

...
(continua)

don Giovanni Berti     (Omelia del 03 Maggio 2015)
Tagliare per vivere
Clicca qui per la vignetta della settimana. In questo tempo di profonda crisi economica, nella quale siamo ancora immersi nonostante gli annunci di un miglioramento, la ricetta più usata per risollevare i conti sia a livello sta ...
(continua)
Gaetano Salvati     (Omelia del 03 Maggio 2015)
Commento su Giovanni 15,1-8
La legittima paura dei discepoli alla vista di Paolo, divenuto credente sulla via di Damasco (At 9,26), rileva l'assoluta necessità del cristiano a non adagiarsi ad una passività priva di relazione, alla paura di aprirsi all'altro; ma abbandonarsi a Dio, al Suo dono, che è la fede. Il dono della fe ...
(continua)
don Giovanni Berti     (Omelia del 29 Aprile 2018)
E' sempre prima comunione
Clicca qui per la vignetta della settimana. Nella nostra comunità parrocchiale questa domenica i bambini della classe quarta elementare vivranno la loro prima comunione. Iniziando le prove della celebrazione ho detto ai bambini ...
(continua)
don Giovanni Berti     (Omelia del 02 Maggio 2021)
Come Una Musica In Testa
Clicca qui per la vignetta della settimana. "Sarà capitato anche a voi di avere una musica in testa..." Iniziava così la canzone "Zum Zum Zum", sigla di "Canzonissima" del 1968. E devo dire che spesso capita anche a me fin dal ...
(continua)
don Michele Cerutti     (Omelia del 02 Maggio 2021)
Commento su Giovanni 15,1-8
Quello che ci viene proposto in questa domenica è un pezzo del lungo discorso d'addio che Gesù lascia ai discepoli come una sorta di testamento spirituale. Vengono utilizzate come sempre espressioni semplici e immediate.
IO SONO LA VERA VITE E IL PADRE MIO E' IL VIGNAIOLO
La vigna nell'An ...

(continua)
mons. Roberto Brunelli     (Omelia del 03 Maggio 2015)
Perché la vite dia i suoi frutti
Nei giorni scorsi un'agenzia di stampa ha pubblicato l'annuale statistica dei battezzati nel mondo, rilevando che solo i cattolici, senza considerare le altre confessioni cristiane, sono aumentati in un anno di circa 60 milioni. E' un segno del percorso in atto sin dalle origini, quando - ricorda la ...
(continua)
don Domenico Bruno     (Omelia del 29 Aprile 2018)
L'unione fa la forza!
"L'unione fa la forza" non è solo un famoso modo di dire, ma la presa di coscienza della realtà. Quando lo scoraggiamento è in agguato significa che stiamo sperimentando il limite della nostra umanità. Il che non è un disonore, anzi è un alto atto di umiltà col quale una persona mette da parte il ...
(continua)
don Domenico Bruno     (Omelia del 13 Maggio 2020)
Il nostro audio quotidiano
Per ricevere il commento quotidiano unisciti al canale Telegram @annunciatedaitetti Visita il sito annunciatedaitetti.it Dai uno sguardo anche al canale (continua)
mons. Roberto Brunelli     (Omelia del 29 Aprile 2018)
Lavoro e libertà: ecco il segreto per dare frutto
"Io sono il buon pastore": nel vangelo di domenica scorsa, Gesù si è presentato così, mentre oggi (Giovanni 15,1-8) egli si presenta in altro modo: "Io sono la vite". Non è facile capire chi è Gesù e qual è il suo rapporto con noi; ma tutti hanno il diritto di capite: e allora egli evita difficili d ...
(continua)
mons. Roberto Brunelli     (Omelia del 02 Maggio 2021)
Legati agli altri alla natura e a Dio
Non è facile capire chi è Gesù e qual è il suo rapporto con noi; ma tutti hanno il diritto di capire: e allora egli evita difficili discorsi di teologia e si affida all'intuizione, mediante paragoni alla portata di tutti. "Io sono il buon pastore": nel vangelo di domenica scorsa, Gesù si è presentat ...
(continua)
don Domenico Bruno     (Omelia del 26 Maggio 2020)
Il nostro audio quotidiano
Per ricevere il commento quotidiano unisciti al canale Telegram @annunciatedaitetti Visita il sito annunciatedaitetti.it Dai uno sguardo anche al canale (continua)
don Domenico Bruno     (Omelia del 02 Maggio 2021)
Gesù ti carica di più!
Sicuramente tutti abbiamo un cellulare (la cellula è la forma base di una vita!). Quando un cellulare sta per scaricarsi deve essere collegato alla corrente per avere nuova energia ed essere performante, altrimenti si spegne e non serve a niente. Così una cellula se non si alimenta, muore. Come u ...
(continua)
don Domenico Bruno     (Omelia del 05 Maggio 2021)
Il nostro audio quotidiano
Ricevi ogni giorno il commento direttamente sul tuo telefono: unisciti al canale Telegram @annunciatedaitetti Resta aggiornato col sito: annunciatedaitetti.it Iscriviti ...
(continua)
Wilma Chasseur     (Omelia del 29 Aprile 2018)
Quando il vignaiolo è il padre
Siamo ancora sempre in campagna: superato il recinto delle pecore siamo finiti nella vigna. E assistiamo a una potatura tutta speciale, sia perché viene fatta da un vignaiolo assolutamente straordinario nientemeno che il Padre celeste, sia perché a venir potata non è per niente la vigna che sta in c ...
(continua)
don Alberto Brignoli     (Omelia del 03 Maggio 2015)
Una fede "a chilometro zero"
Le leggi di mercato - o forse anche solo il desiderio di soddisfare qualche piacere della gola - ci mettono oggi nelle condizioni di poterci servire, in qualsiasi momento dell'anno, di quei frutti della terra che, in un passato nemmeno troppo remoto, non potevamo certo avere la pretesa di assaporare ...
(continua)
don Alberto Brignoli     (Omelia del 29 Aprile 2018)
Storie di alberi da frutto
È stato sufficiente un prolungato periodo senza precipitazioni, e con un caldo spesso inusuale per questo periodo, perché la primavera scoppiasse in tutte le sue espressioni, i suoi colori, i suoi profumi, i suoi rumori, e anche le sue incertezze, che la rendono ancor più bella e affascinante. Il v ...
(continua)
don Alberto Brignoli     (Omelia del 02 Maggio 2021)
Altro che ascesi!
Spesso, nella nostra vita - e nella vita di fede in particolare - abbiamo la percezione di dover necessariamente compiere degli sforzi per migliorare quegli aspetti della nostra personalità, del nostro carattere e, ovviamente, anche della nostra spiritualità, che sono ancora lontani dal raggiungere ...
(continua)
Monastero Domenicano Matris Domini     (Omelia del 03 Maggio 2015)
Commento su Gv 15,1-8
Collocazione del brano
Il capitolo 15 (di cui domenica prossima leggeremo il seguito) è uno dei discorsi di addio che Gesù avrebbe pronunciato la sera dell'ultima cena, prima del suo arresto, e che occupano i capitoli 13-17. La prima parte del capitolo 15 (1-17) sottolinea l'importanza ...

(continua)
don Marco Pozza     (Omelia del 03 Maggio 2015)
Mungeva le vacche e potava le viti. Nel frattempo mi parlava di Dio
La modestia fu il suo forte: aspetto, questo, che pure i detrattori Gli riconobbero come tratto saliente della sua profezia irruente: «Senza di me non potete far nulla». Una storia modesta e sgangherata - poco più di trent'anni circoscritti in poco più di trenta chilometri quadrati - che ebbe ...
(continua)
don Marco Pozza     (Omelia del 29 Aprile 2018)
Tolti i rami secchi si vede di nuovo il cielo
Il primo uomo, nella Scrittura, fu un agricoltore. D'allora, finora, l'agricoltura è mestiere sacro: la nobiltà riposa sulla terra. Una vigna che si snoda sul dorso di una collina, tra tutti i panorami possibili, è uno spettacolo della natura. La vigna, saccheggiata dalla vendemmia, appare ancora pi ...
(continua)
don Giampaolo Centofanti     (Omelia del 13 Maggio 2020)

L'immagine del tralcio è molto significativa. Quando è tagliato dalla vite per un poco conserva ancora una certa vitalità ma gradualmente la linfa si esaurisce e tutto si secca. Talora le persone camminano nella fede e ricevono tanti doni spirituali, umani e materiali ma siccome non sono ancora pien ...
(continua)
don Luciano Cantini     (Omelia del 03 Maggio 2015)
Nelle mani dell'Agricoltore
Io sono la vite vera Nel Vangelo di Giovanni, l'espressione che per eccellenza identifica Gesù col Padre, io sono, richiamando la teofania a Mosè (Es 3,14), la ritroviamo più volte come rivelazione assoluta (8,24; 8,28; 8,58; 13,19; 18,5): Gesù e il Dio di Abramo, di Isacco e di Giacobbe son ...
(continua)
don Luciano Cantini     (Omelia del 29 Aprile 2018)
L'unico Frutto possibile
Io sono la vite vera
Giovanni riprende l'immagine della vite ben conosciuta nel mondo ebraico; diversi passi dell'Antico Testamento presentano infatti Israele come la vigna di Dio (Cfr. Is 5,1-5; Sal 80, Ez 19,10). Dice il Profeta Isaia: Il mio diletto possedeva una vigna sopra un fer ...

(continua)
fr. Massimo Rossi     (Omelia del 29 Aprile 2018)
Commento su Giovanni 15,1-8
Il quarto evangelista, unico a riportare questo insegnamento del Signore, ambienta la parabola della vite e dei tralci nel cenacolo, durante la cena di addio. Il contesto conferisce alle parole di Gesù una profondità e un valore singolari: (queste parole) rappresentano le ultime volontà del M ...
(continua)
fr. Massimo Rossi     (Omelia del 02 Maggio 2021)
Commento su Giovanni 15,1-8
Domenica scorsa abbiamo riflettuto insieme sul nostro senso di appartenenza cristiana; è una questione delicata, controversa, e sulla quale non c'è consenso diffuso tra i fedeli, specialmente nel secolo presente. Più che consenso, parliamo pure di dissenso... Se si pensa alla Chiesa c ...
(continua)
don Luca Garbinetto     (Omelia del 03 Maggio 2015)
Innestati in Cristo, vera vite
Se si guarda una vite potata all'inizio dell'inverno, si ha l'impressione di avere a che fare con una natura morta. Il tronco rugoso e attorcigliato, con i nodi dei tralci tagliati, da' un senso di malinconia, che i contadini mediterranei conoscono bene. È in sintonia con il clima freddo che si avvi ...
(continua)
don Luca Garbinetto     (Omelia del 02 Maggio 2021)
Innestati in Cristo, vera vite
Se si guarda una vite potata all'inizio dell'inverno, si ha l'impressione di avere a che fare con una natura morta. Il tronco rugoso e attorcigliato, con i nodi dei tralci tagliati, da' un senso di malinconia, che i contadini mediterranei conoscono bene. È in sintonia con il clima freddo che si avvi ...
(continua)
Michele Antonio Corona     (Omelia del 02 Maggio 2021)
Gesù è la vite, noi i tralci, il Padre è il vignaiolo
Questa pagina evangelica deve essere meditata all'aperto. Oltre all'ascolto liturgico, abbiamo necessità di comprendere ciò che dice Gesù sedendoci davanti a una vigna o a una sola vite e osservarla. Sarebbe ancora meglio se mentre contempliamo la vite, vi operasse il vignaiolo. Quel tempo dedicato ...
(continua)
Missionari della Via     (Omelia del 29 Aprile 2018)

In questa domenica Gesù ci rivela la profonda unione che siamo chiamati a vivere con Dio; per farcelo capire usa l'immagine della vite e dei tralci.
La vite nell'AT è figura del popolo d'Israele, curato con amore da Dio (Is 27,3.5), ma che spesso non ha portato se non tralci degeneri e frutti ...

(continua)
Missionari della Via     (Omelia del 02 Maggio 2021)

In questo Vangelo Gesù, usando immagini chiare e care ad ogni viticoltore, parla del Padre come del vignaiolo, di sé come della vite, e di noi come dei tralci. È dunque chiaro che Gesù ci dice che per avere la vita in Dio, per avere la vita vera, quella piena, bella, vera, bisogna essere tralci di q ...
(continua)
don Giacomo Falco Brini     (Omelia del 29 Aprile 2018)
Tu in me, io in te
Nella similitudine del buon pastore con le proprie pecore, il Signore Gesù ci ha consegnato una immagine molto suggestiva della relazione di conoscenza intima che si stabilisce con coloro che gli credono. In quella di oggi, quinta domenica di Pasqua, nel presentare se stesso come la vite e noi suoi ...
(continua)
diac. Vito Calella     (Omelia del 29 Aprile 2018)
A chi appartengo?
A chi appartengo? Ciascuno di noi diventerebbe un saggio se si domandasse ogni giorno, nell'atto di cominciare la sua lotta quotidiana: «A chi appartengo?» Il nostro cuore ci rimprovera ogni giorno l'appello della sua autonomia, perché oggi è scontata l'autonomia della libertà individuale: « ...
(continua)
don Mario Simula     (Omelia del 02 Maggio 2021)
Il gelo nascosto della solitudine
Mi immedesimo nell'animo di Paolo e cerco di coglierne il dolore per l'accoglienza sospettosa da parte della comunità di Gerusalemme.
Gesù Risorto ha capovolto l'esistenza di quest'uomo "prescelto". Paolo non prova orgoglio. Si sente sempre come un aborto davanti ai fratelli e all ...

(continua)
don Lucio D'Abbraccio     (Omelia del 02 Maggio 2021)
Restiamo uniti a Cristo come il tralcio alla vite
Nel suo insegnamento, Gesù prende spesso lo spunto da cose familiari agli ascoltatori e che erano sotto gli occhi di tutti. In tal modo, mentre udivano, con la fantasia essi potevano anche vedere; parola e immagine si sostenevano a vicenda. Soprattutto la vita dei campi gli fornisce immagini e spunt ...
(continua)
Paolo De Martino     (Omelia del 02 Maggio 2021)
Un'abbondante vendemmia dello Spirito!
Questa Domenica, Dio si racconta con le parole essenziali del lavoro, della vita. La vite, descritta in una celebra pagina del profeta Ezechiele, non ha nessun pregio. Con il suo legno non si può fare nulla, è utile solo per far passare la linfa ai tralci. E' un legno che può solo portare frutto. ...
(continua)
don Marco Scandelli     (Omelia del 14 Agosto 2020)
#2minutiDiVangelo - Venerdì 14/08: San Massimiliano Kolbe: dare la vita per un altro!
Commento al Vangelo di venerdì 14 agosto 2020 - San Massimiliano Maria Kolbe - a cura di don Marco Scandelli #2minutiDiVangelo Matteo 18 21-19 1 Io non so se a me e a te verrà mai chiesto di dare letteralmente la vita per qualcun altro. Tu la daresti? La daresti solo per i tuoi famigliari e ...
(continua)
don Mario Simula     (Omelia del 14 Agosto 2018)
La Beatitudine di un Grembo e di un Seno
Divampa la gioia attorno all'arca del Signore dimora ospitata nella tenda.
Quale gioia dovrebbe invadere la vita, il cuore, i pensieri, gli affetti di chi vede entrare nella sua vita l'Arca Santa della Madre del Signore? E' tabernacolo sigillato nell'amore. E' tabernacolo spalancato per amare.< ...

(continua)
Paolo Curtaz     (Omelia del 23 Maggio 2014)

Un solo comando, un solo precetto. Uno. Spazzate via le seicentotredici mitzvoth che il pio israelita doveva osservare. E anche le dieci parole donate da Mosè sul Sinai. E anche il doppio comandamento consegnatoci dai Sinottici. Secondo Giovanni Gesù dona un unico comandamento e lo fa durante il lun ...
(continua)
don Carlo Occelli     (Omelia del 15 Maggio 2020)
Commento al vangelo 15 maggio 2020

...
(continua)

Paolo Curtaz     (Omelia del 08 Maggio 2015)

Leggendo i Vangeli si resta colpiti dal fatto che gli evangelisti si correggono a vicenda. È come se cercassero di andare all'essenziale delle parole di Gesù senza tradirne l'intenzione. Ricordate la disputa su quale fosse il più grande fra i 613 precetti che il pio israelita era tenuto a osservare? ...
(continua)
don Carlo Occelli     (Omelia del 07 Maggio 2021)
Commento al Vangelo 7 maggio 2021

...
(continua)

Casa di Preghiera San Biagio FMA     (Omelia del 19 Maggio 2017)
Commento su Gv 15,12
«Questo vi comando: che vi amiate gli uni gli altri».
Gv 15,12

Come vivere questa Parola?
Gesù lascia ai suoi discepoli il massimo comandamento, da cui si riconosceranno suoi seguaci: amarsi gli uni gli altri. L'amicizia, nelle sue varie forme, è sempre stata stimata da t ...

(continua)

don Alessandro Farano     (Omelia del 07 Maggio 2021)
Venerdi? - V settimana di Pasqua Commento al Vangelo

...
(continua)

Casa di Preghiera San Biagio FMA     (Omelia del 24 Maggio 2019)
Commento su Gv 15,12-15
"In quel tempo, disse Gesù ai suoi discepoli: «Questo è il mio comandamento: che vi amiate gli uni gli altri come io ho amato voi. Nessuno ha un amore più grande di questo: dare la sua vita per i propri amici. Voi siete miei amici, se fate ciò che io vi comando. Non vi chiamo più servi, perché il ...
(continua)
don Nicola Salsa     (Omelia del 15 Maggio 2020)
Amatevi come io vi ho amati

...
(continua)

don Nicola Salsa     (Omelia del 07 Maggio 2021)
Il comandamento dell'Amore (Gv 15,9-17)

...
(continua)

don Fabio Zaffuto     (Omelia del 15 Maggio 2020)
Quando hai fatto l'ultimo bagno? Video commento su Gv 15,12-17

...
(continua)

don Marco Scandelli     (Omelia del 15 Maggio 2020)
La menzogna è pur sempre una verità... impazzita!
Commento al Vangelo di don Marco Scandelli

...
(continua)

don Marco Scandelli     (Omelia del 07 Maggio 2021)
#2minutiDiVangelo - V Venerdì Pasqua - Condividiamo con il mondo l'amore che Dio ha per noi
Commento al Vangelo del V Venerdì di Pasqua - a cura di don Marco Scandelli #2minutiDiVangelo ---- Gv 15 12-17

...
(continua)

don Domenico Bruno     (Omelia del 15 Maggio 2020)
Il nostro audio quotidiano
Per ricevere il commento quotidiano unisciti al canale Telegram @annunciatedaitetti Visita il sito annunciatedaitetti.it Dai uno sguardo anche al canale (continua)
don Domenico Bruno     (Omelia del 07 Maggio 2021)
Il nostro audio quotidiano
Ricevi ogni giorno il commento direttamente sul tuo telefono: unisciti al canale Telegram @annunciatedaitetti Resta aggiornato col sito: annunciatedaitetti.it Iscriviti ...
(continua)
don Giampaolo Centofanti     (Omelia del 15 Maggio 2020)

Venire portati nella comunione trinitaria. Questa è la via per amarci come fratelli. Dunque tendenzialmente, nei tempi e nei modi adeguati, che ognuno fin dalla scuola sia aiutato a maturare alla vissuta luce del proprio liberamente scelto credo religioso o filosofico da insegnanti di quella fede. E ...
(continua)
Paolo Curtaz     (Omelia del 04 Maggio 2013)
Commento su Gv 15,18-21
C'è stato un momento in cui i cristiani, forzando e tradendo il vangelo, hanno usato la forza e la violenza per imporre la fede, in un contesto molto diverso dal nostro, certo, caratterizzato da una miopia intellettuale che ora riconosciamo come una grave distorsione della proposta evangelica. Ma, g ...
(continua)
Paolo Curtaz     (Omelia del 24 Maggio 2014)

Abbiamo parlato d'amore, negli ultimi giorni. Di un amore che ci apre alla vita, un amore fecondo che ci riempie di gioia. Un amore che ci identifica col Maestro e che non è il risultato di uno sforzo ma la diffusione di un'esperienza. Oggi, drammaticamente, Gesù parla di odio quasi interrompendo un ...
(continua)
don Carlo Occelli     (Omelia del 16 Maggio 2020)
Commento al vangelo 16 maggio 2020

...
(continua)

Paolo Curtaz     (Omelia del 09 Maggio 2015)

Quanto è vero ciò che dice il Signore! Quante volte lo verifichiamo nella nostra vita! Quando parliamo del Vangelo, molte persone non ci danno retta, ci deridono, passiamo per dei matti! Certo, se siamo delle persone false ed incoerenti non siamo credibili... Ma se, con onestà e passione, cerchiamo ...
(continua)
don Carlo Occelli     (Omelia del 08 Maggio 2021)
Commento al Vangelo 8 maggio 2021

...
(continua)

Casa di Preghiera San Biagio FMA     (Omelia del 30 Aprile 2016)
Commento su Gv 15, 18-21
«Se il mondo vi odia, sappiate che prima di voi ha odiato me. Se foste del mondo, il mondo amerebbe ciò che è suo; poiché invece non siete del mondo, ma vi ho scelti dal mondo, per questo il mondo vi odia. Ricordatevi della parola che vi ho detto: "Un servo non è più grande del suo padrone". Se h ...
(continua)
Casa di Preghiera San Biagio FMA     (Omelia del 20 Maggio 2017)
Commento su Gv 15,20
«Se hanno perseguitato me, perseguiteranno anche voi;».
Gv 15,20

Come vivere questa Parola?
Gesù avverte i suoi discepoli che saranno perseguitati, così come lo è stato Lui stesso. La persecuzione sembra essere quasi una caratteristica della Chiesa e di ogni cristiano: ch ...

(continua)

don Alessandro Farano     (Omelia del 08 Maggio 2021)
Sabato - V settimana di Pasqua - Commento al Vangelo

...
(continua)

don Nicola Salsa     (Omelia del 16 Maggio 2020)
Un servo non è più del suo padrone

...
(continua)

don Nicola Salsa     (Omelia del 08 Maggio 2021)
Nel Mondo ma non del Mondo (Gv 15,18-21)

...
(continua)

don Marco Scandelli     (Omelia del 16 Maggio 2020)
#2minutiDiVangelo - Sabato 16 - Anche tu sei un "calimero" della fede?
Commento al Vangelo di don Marco Scandelli

...
(continua)

don Marco Scandelli     (Omelia del 08 Maggio 2021)
#2minutiDiVangelo - V Sabato Pasqua - I veri cristiani danno fastidio al mondo! Sai perché?
Commento al Vangelo del V Venerdì di Pasqua - a cura di don Marco Scandelli #2minutiDiVangelo ---- Gv 15 18-21

...
(continua)

don Domenico Bruno     (Omelia del 16 Maggio 2020)
Il nostro audio quotidiano
Per ricevere il commento quotidiano unisciti al canale Telegram @annunciatedaitetti Visita il sito annunciatedaitetti.it Dai uno sguardo anche al canale (continua)
don Domenico Bruno     (Omelia del 08 Maggio 2021)
Il nostro audio quotidiano
Ricevi ogni giorno il commento direttamente sul tuo telefono: unisciti al canale Telegram @annunciatedaitetti Resta aggiornato col sito: annunciatedaitetti.it Iscriviti ...
(continua)
don Giampaolo Centofanti     (Omelia del 16 Maggio 2020)

Il mondo ama ciò che è suo alla sua maniera, per interesse, per un do ut des, fino a che le cose aggradano... Sono tristi inganni a cui ci si vuole attaccare ma che facilmente poi possono causare amare delusioni. Quando anche un ateo ama davvero è sotto l'azione dello Spirito. Ma è difficile senza l ...
(continua)
don Cristiano Mauri     (Omelia del 05 Maggio 2018)
Complesso di normalità
Il tema di questa sequenza è l'odio del mondo (da intendersi qui come l'insieme degli uomini che si oppongono a Cristo) di cui i discepoli sono vittima.
Non si tratta di una possibilità, bensì di una dato certo e indiscutibile: i discepoli di Cristo sono oggetto d'odio.
Il verbo greco «mi ...

(continua)
don Michele Cerutti     (Omelia del 31 Maggio 2015)

Dopo aver percorso insieme il periodo forte della Quaresima che ci ha immersi nel grande disegno del Padre attraverso la Passione del Figlio che ha così portato a compimento la Kenosis. Dopo aver contemplato il Risorto con gli apostoli che vanno nel mondo ad annunciare forti dell'ascensione e dello ...
(continua)
don Michele Cerutti     (Omelia del 30 Maggio 2021)

Dopo aver implorato al Padre l'invio del Messia in tutto il tempo dell'Avvento, aver meditato la nascita di Gesù, nel tempo del Natale e i misteri di passione, morte, risurrezione del Figlio (Quaresima, Settimana Santa e Tempo di Pasqua) e aver contemplato la discesa dello Spirito Santo (Pentecoste) ...
(continua)
don Walter Magni     (Omelia del 27 Maggio 2018)
Ti ho cercato, Signore, per contemplare la tua gloria
La memoria liturgica della Santissima Trinità trova il suo significato nel rimettere i credenti davanti alla profondità del mistero di Dio. Un Dio non ovvio e scontato. Oltre la pretesa di spiegare Dio come fosse il risultato di un'operazione matematica (Uno e trino). Imparando l'umilt ...
(continua)
don Angelo Casati     (Omelia del 27 Maggio 2018)
...e se il nome fosse "sinfonia"?
Festa della Trinità. Ma come parlare di Dio? Con occhi in qualche misura ancora bendati? Per fessure di visioni? Ho letto il brano del'Esodo. E ho incominciato a farmi domande. Non voglio dirvi che ho risposte. Chi mi conosce sa che non sono un uomo dalle risposte facili, tanto meno pronte. Ebbene h ...
(continua)
don Angelo Casati     (Omelia del 30 Maggio 2021)
Che cosa lasciamo alle spalle...?
Vorrei contemplare con voi, oserei direi da lontano, il mistero di Dio. In questa festa della santissima Trinità, sento il desiderio di sfuggire al pericolo di costringere Dio in una figura algebrica. Che non mi emozionerebbe e nemmeno, penso, lo definirebbe. Già mi emoziona di più pensare al Padre ...
(continua)
Paolo Curtaz     (Omelia del 06 Maggio 2013)
Commento su Gv 15,26 - 16,4a
Sono due a dare testimonianza: lo Spirito e i discepoli della prima ora. Lo Spirito, il Paraclito, cioè il difensore, colui che protegge dagli assalti del mondo, il primo dono ai credenti da parte del risorto. È lui, lo Spirito, che spalanca il nostro sguardo interiore quando ci mettiamo a cercare l ...
(continua)
Paolo Curtaz     (Omelia del 26 Maggio 2014)

Siamo chiamati a dimorare nell'amore, ad amarci dell'amore con cui siamo amati. Ma se non ci riusciamo, se l'odio del mondo ci scoraggia e ci spinge a mollare, abbiamo un aiuto immenso che oggi cominciamo ad invocare: lo Spirito Santo che è lo spirito di Gesù, il primo dono del risorto. Gesù lo chia ...
(continua)
don Carlo Occelli     (Omelia del 18 Maggio 2020)
Commento al vangelo 18 maggio 2020

...
(continua)

Paolo Curtaz     (Omelia del 11 Maggio 2015)

Solo lo Spirito ci può aiutare a capire quello che succede. Solo lui ci aiuta in questo momento così faticoso per le comunità cristiane perseguitate. Quando parliamo di martiri, normalmente, pensiamo ai primi cristiani che devono fuggire dall'editto dell'imperatore romano, ai terribili giochi pubbli ...
(continua)
don Carlo Occelli     (Omelia del 10 Maggio 2021)
Commento al Vangelo 10 maggio 2021

...
(continua)

Casa di Preghiera San Biagio FMA     (Omelia del 02 Maggio 2016)
Commento su Gv 16,1- 4
Vi ho detto queste cose perché non abbiate a scandalizzarvi. Vi scacceranno dalle sinagoghe; anzi, viene l'ora in cui chiunque vi ucciderà crederà di rendere culto a Dio. E faranno ciò, perché non hanno conosciuto né il Padre né me. Ma vi ho detto queste cose affinché, quando verrà la loro ora, v ...
(continua)
Casa di Preghiera San Biagio FMA     (Omelia del 22 Maggio 2017)
Commento su Gv 15,26-27
"Quando verrà il Paràclito, che io vi manderò dal Padre, lo Spirito della verità che procede dal Padre, egli darà testimonianza di me; e anche voi date testimonianza, perché siete con me fin dal principio".
Gv 15,26-27

Come vivere questa Parola?
La parola greca Paraclito ...

(continua)

Casa di Preghiera San Biagio FMA     (Omelia del 07 Maggio 2018)
Commento su Gv 15, 26-27
"Quando verrà il Paràclito, che io vi manderò dal Padre, lo Spirito della verità che procede dal Padre, egli darà testimonianza di me; e anche voi date testimonianza, perché siete con me fin dal principio."

Gv 15, 26-27

Come vivere questa Parola?
"Con me fin dal princi ...

(continua)

don Alessandro Farano     (Omelia del 10 Maggio 2021)
Lunedi? - VI settimana di Pasqua - Commento al Vangelo

...
(continua)

Casa di Preghiera San Biagio FMA     (Omelia del 27 Maggio 2019)
Commento su Gv 15,26-16,4
"In quel tempo, disse Gesù ai suoi discepoli: «Quando verrà il Paràclito, che io vi manderò dal Padre, lo Spirito della verità che procede dal Padre, egli darà testimonianza di me; e anche voi date testimonianza, perché siete con me fin dal principio. Vi ho detto queste cose perché non abbiate a ...
(continua)
Casa di Preghiera San Biagio FMA     (Omelia del 10 Maggio 2021)
Commento su Gv 15,26-16,4
«Disse Gesù ai suoi discepoli: «Quando verrà il Paràclito, che io vi manderò dal Padre, lo Spirito della verità che procede dal Padre, egli darà testimonianza di me; e anche voi date testimonianza, perché siete con me fin dal principio. Vi ho detto queste cose perché non abbiate a scandalizzarvi ...
(continua)
Casa di Preghiera San Biagio FMA     (Omelia del 10 Maggio 2021)
Commento su Gv 15,26-16,4
«Disse Gesù ai suoi discepoli: «Quando verrà il Paràclito, che io vi manderò dal Padre, lo Spirito della verità che procede dal Padre, egli darà testimonianza di me; e anche voi date testimonianza, perché siete con me fin dal principio. Vi ho detto queste cose perché non abbiate a scandalizzarvi ...
(continua)
don Nicola Salsa     (Omelia del 18 Maggio 2020)
La forza dello Spirito Santo

...
(continua)

don Nicola Salsa     (Omelia del 10 Maggio 2021)
Io sarò sempre con voi (Gv 15,26-16,4)

...
(continua)

don Fabio Zaffuto     (Omelia del 18 Maggio 2020)
Tu che ora fai? Video commento su Gv 15,26-16,4

...
(continua)

don Marco Scandelli     (Omelia del 18 Maggio 2020)
#2minutiDiVangelo - Lunedì 18 - Vieni, Santo Spirito. Vieni per Maria
Commento al Vangelo di don Marco Scandelli -- Gv 15,26-16,4a

...
(continua)

don Marco Scandelli     (Omelia del 10 Maggio 2021)
#2minutiDiVangelo - VI Lunedì Pasqua - Quella della Chiesa è "la verità che procede". Non ristagna
Commento al Vangelo del VI Lunedì di Pasqua - a cura di don Marco Scandelli #2minutiDiVangelo ---- Gv 15 26-16 4

...
(continua)

don Domenico Bruno     (Omelia del 18 Maggio 2020)
Il nostro audio quotidiano
Per ricevere il commento quotidiano unisciti al canale Telegram @annunciatedaitetti Visita il sito annunciatedaitetti.it Dai uno sguardo anche al canale (continua)
don Domenico Bruno     (Omelia del 10 Maggio 2021)
Il nostro audio quotidiano
Ricevi ogni giorno il commento direttamente sul tuo telefono: unisciti al canale Telegram @annunciatedaitetti Resta aggiornato col sito: annunciatedaitetti.it Iscriviti ...
(continua)
don Giampaolo Centofanti     (Omelia del 18 Maggio 2020)

Il cammino della fede è un graduale venire portati oltre inghippi e ostacoli che possono rallentare e ostacolare il procedere. Se non si vigila sulla vera via. Il bisogno di sicurezza può far preferire un perfettino fare formale dove il cuore non è mai davvero messo in gioco, dove si cerca la gratif ...
(continua)
Paolo Curtaz     (Omelia del 24 Maggio 2015)
Video commento a Gv 15,26.27;16,12-15

...
(continua)

don Roberto Rossi     (Omelia del 23 Maggio 2021)
Una vita nuova nello Spirito

...
(continua)

Paolo Curtaz     (Omelia del 20 Maggio 2018)
Video commento a Gv 15,26-27;16,12-15

...
(continua)

don Roberto Rossi     (Omelia del 24 Maggio 2015)
Vieni o Spirito Santo e rinnova la faccia della terra
E' Pentecoste. Celebriamo la festa dello Spirito Santo, la terza persona della Ss. Trinità che agisce in modo misterioso, ma reale nella storia dei popoli e di ciascuna persona: Colui che ha dato vita a tutte le cose, colui che ha dato vita a Gesù sulla terra, Colui che ha dato vita alla Chiesa, ...
(continua)
Paolo Curtaz     (Omelia del 23 Maggio 2021)
Video commento a Gv 15,26-27; 16,12-15

...
(continua)

padre Gian Franco Scarpitta     (Omelia del 23 Maggio 2021)
Lo Spirito occasione unica
Quando si è stanchi e sfiniti dopo una lunghissima giornata estenuante, si ha voglia di riposare e si rimandano al giorno seguente eventuali altri impegni e mansioni. Se però al termine della giornata ci attende un hobby o un lavoro che siamo soliti eseguire con piacere, non si considera la stanchez ...
(continua)
Omelie.org - autori vari     (Omelia del 23 Maggio 2021)

COMMENTO ALLE LETTURE Commento a cura di padre Alvise Bellinato Il racconto della Pentecoste, riportato da Luca nel secondo capitolo degli Atti degli Apostoli ci offre spunti interessanti di meditazione per comprendere alcuni aspetti della terza Persona della Santissima Trinità, c ...
(continua)
don Claudio Doglio     (Omelia del 24 Maggio 2015)
Video commento a Gv 15,26.27;16,12-15

...
(continua)

don Roberto Rossi     (Omelia del 23 Maggio 2021)
Amore, gioia pace... accogliere e vivere i frutti dello Spirito
È la festa grande di Pentecoste, la festa dello Spirito Santo. Lo Spirito Santo: Dio amore. Lo Spirito Santo: vita e amore nella Chiesa, lo Spirito Santo: vita e amore nell'umanità. Gesù ha parlato molto dello Spirito Santo. Ce lo ha promesso, ce lo ha inviato. Dice: "Quando verrà lo Spirito vi inse ...
(continua)
don Claudio Doglio     (Omelia del 20 Maggio 2018)
Video commento a Gv 15,26-27;16,12-15

...
(continua)

don Claudio Doglio     (Omelia del 23 Maggio 2021)
Video commento a Gv 15,26-27; 16,12-15

...
(continua)

padre Paul Devreux     (Omelia del 23 Maggio 2021)

Oggi festeggiamo Pentecoste. Festa che ha cambiato la vita dei discepoli e nella quale siamo invitati a pregare Spirito Santo che è come il vento: non lo vedi ma smuove tutte le cose. Anche quando lo preghiamo è perché lui ha suscitato in noi il desiderio di pregare. Spirito Santo è il nostro aiuto ...
(continua)
padre Ermes Ronchi     (Omelia del 24 Maggio 2015)
Lo Spirito ci fa liberi, è vento nel mare di Dio
Gli Atti degli apostoli raccontano la Pentecoste con i colori dei simboli: il primo è la casa. Mentre si trovavano tutti insieme... un vento riempì la casa. Un gruppo di uomini e donne dentro una casa qualunque:»la gioia che nessun tempio /ti contiene /o nessuna chiesa /t'incatena:/Cristo sparpagli ...
(continua)
don Domenico Luciani     (Omelia del 24 Maggio 2015)
Video commento su Gv 15,26-27; 16,12-15

...
(continua)

don Domenico Luciani     (Omelia del 20 Maggio 2018)
Video commento su Gv 15,26-27; 16,12-15

...
(continua)

padre Ermes Ronchi     (Omelia del 20 Maggio 2018)
Quel vento di libertà che scuote i nostri schemi
La Bibbia è un libro pieno di vento e di strade. E così sono i racconti della Pentecoste, pieni di strade che partono da Gerusalemme e di vento, leggero come un respiro e impetuoso come un uragano. Un vento che scuote la casa, la riempie e passa oltre; che porta pollini di primavera e disperde la po ...
(continua)
padre Ermes Ronchi     (Omelia del 23 Maggio 2021)
L'umanità ha bisogno che lo Spirito la scuota
Quando verrà lo Spirito, vi guiderà a tutta la verità. È l'umiltà di Gesù, che non pretende di aver detto tutto, di avere l'ultima parola su tutto, ma parla della nostra storia con Dio con solo verbi al futuro: lo Spirito verrà, annuncerà, guiderà, parlerà. Un senso di vitalità, di energia, di spazi ...
(continua)
padre Giuseppe De Nardi     (Omelia del 24 Maggio 2015)
Sulla Tua Parola - Gv 15,26-27; 16,12-15

...
(continua)

don Gianfranco Calabrese     (Omelia del 24 Maggio 2015)
Video Commento su Giovanni 15,26-27; 16,12-15

...
(continua)

mons. Antonio Riboldi     (Omelia del 24 Maggio 2015)
Vieni Spirito Santo
Sappiamo tutti come Gesù ha iniziato la storia della Sua Chiesa, chiamando a Sé dodici apostoli, espressione di povertà di spirito, generosità e docilità. Li aveva istruiti per anni, consegnando loro il tesoro della Parola, che forma i veri discepoli, e che loro un giorno avrebbero dovuto donare al ...
(continua)
don Gianfranco Calabrese     (Omelia del 20 Maggio 2018)
Video commento su Giovanni 15,26-27; 16,12-15

...
(continua)

don Gianfranco Calabrese     (Omelia del 23 Maggio 2021)
Video commento su Giovanni 15,26-27; 16,12-15

...
(continua)

padre Gian Franco Scarpitta     (Omelia del 24 Maggio 2015)
Presenza del dono di Dio
Una volta asceso Gesù al cielo e ritornato alla gloria del Padre, egli entra nella piena dimensione del divino e la sua presenza nel mondo, nell'uomo, nella storia adesso si riscontra non più attraverso la percezione sensoriale, ma viene recepita nella fede. Questa è la nuova prerogativa che rende p ...
(continua)
don Roberto Fiscer     (Omelia del 24 Maggio 2015)
#StradeDorate - Commento su Giovanni 15,26-27; 16,12-15

...
(continua)

don Roberto Fiscer     (Omelia del 20 Maggio 2018)
#StradeDorate - Commento su Giovanni 15,26-27; 16,12-15

...
(continua)

don Lello Ponticelli     (Omelia del 24 Maggio 2015)
Prediche senza Pulpito - di Vangelo Gv 15,26-27; 16,12-15

...
(continua)

Diocesi di Vicenza     (Omelia del 24 Maggio 2015)
La Parola - commento a Gv 15,26-27; 16, 12-15
Commento a cura di Daniele Cavedon, diacono Unità Pastorale Val Restena. Registrato nella chiesa Madonna di Monte Berico, Restena di Arzignano.

...
(continua)

Diocesi di Vicenza     (Omelia del 20 Maggio 2018)
La Parola - Commento al Vangelo di Giovanni (Gv 15, 26-27; 16, 12-15)

...
(continua)

padre Antonio Rungi     (Omelia del 24 Maggio 2015)
Noi tempio dell'amore di Dio mediante il suo Spirito
L'annuale solennità della Pentecoste che, come sappiamo e leggiamo oggi nella parola di Dio, ci ricorda la discesa dello Spirito Santo, la Terza Persona della Santissima Trinità, sugli apostoli riuniti in preghiera nel cenacolo, insieme alla Madre di Gesù, ci riporta al mistero del Dio amore che nel ...
(continua)
Casa di Preghiera San Biagio FMA     (Omelia del 24 Maggio 2015)
Commento su Gv. 15,26-27
Quando verrà il Consolatore che io vi manderò dal Padre, lo Spirito di verità che procede dal Padre, egli mi renderà testimonianza; 27e anche voi mi renderete testimonianza, perché siete stati con me fin dal principio.
Gv. 15,26-27

Molte cose ho ancora da dirvi, ma per il momento ...

(continua)
Missionari della Via     (Omelia del 23 Maggio 2021)
Lo Spirito Santo guida alla verità

...
(continua)

padre Antonio Rungi     (Omelia del 20 Maggio 2018)
Il vento silenzioso dello Spirito che spira su di noi
La solennità di Pentecoste, a 50 giorni dalla celebrazione della Pasqua, ci riporta nel cenacolo dove gli undici apostoli scelti per primi con l'integrazione di Mattia scelto per reintegrare il numero di 12, dopo la defezione di Giuda Iscariota, insieme a Maria, sono in attesa del promesso Spirito C ...
(continua)
Sulla strada - TV2000     (Omelia del 20 Maggio 2018)
Commento su Giovanni 15,26-27; 16,12-15

...
(continua)

diac. Vito Calella     (Omelia del 20 Maggio 2018)
Passività più che attività
«Se viviamo dello Spirito, camminiamo anche secondo lo Spirito» (Gl 5,25). Il nostro vivere è un camminare. Non c'è camminare senza "prendere iniziativa". "Prendere iniziativa" è lo stesso che dire: «voglio essere libero di scegliere cosa fare e verso dove andare». La festa della Pentecoste è ...
(continua)
padre Antonio Rungi     (Omelia del 23 Maggio 2021)
Messaggeri di speranza e di gioia, animati dallo Spirito Santo
Celebriamo oggi la solennità della discesa dello Spirito Santo sugli Apostoli, riuniti in preghiera nel cenacolo insieme a Maria, la madre di Gesù.
Il cenacolo è probabilmente la casa della madre del giovane Marco, il futuro evangelista, rimasta vedova, dove si radunavano abitualmente gli apost ...

(continua)
diac. Vito Calella     (Omelia del 23 Maggio 2021)
Inviati ad essere nel mondo «Corpo di Cristo via, verità e vita»
Gesù è via, verità e vita! Nel contesto di quel suo testamento finale, Gesù aveva detto: «Io sono la via, la verità e la vita. Nessuno viene al Padre, se non per mezzo di me» (Gv 14,6). Ma nessuno di noi, sia individualmente, sia come corpo ecclesiale, riesce a fare di Gesù il centro ...
(continua)
don Fabio Rosini     (Omelia del 20 Maggio 2018)
Audio commento al Vangelo del 20 maggio 2018

...
(continua)

don Fabio Rosini     (Omelia del 23 Maggio 2021)
Commento al Vangelo del 23 maggio

...
(continua)

Casa di Preghiera San Biagio FMA     (Omelia del 20 Maggio 2018)
Comment su Gv 16, 12-14
«Molte cose ho ancora da dirvi, ma per il momento non siete capaci di portarne il peso. Quando però verrà lo Spirito di verità, egli vi guiderà alla verità tutta intera. Egli mi glorificherà, perché prenderà del mio e ve l'annunzierà. Tutto quello che il Padre possiede è mio; per questo ho detto ...
(continua)
don Alessandro Farano     (Omelia del 23 Maggio 2021)
Domenica - Pentecoste - Commento al Vangelo

...
(continua)

don Alessandro Farano     (Omelia del 23 Maggio 2021)
Lectio Divina - Domenica di Pentecoste - Anno B

...
(continua)

Casa di Preghiera San Biagio FMA     (Omelia del 23 Maggio 2021)
Commento su Gv 16,12-13
«Molte cose ho ancora da dirvi, ma per il momento non siete capaci di portarne il peso. Quando verrà lui, lo Spirito della verità, vi guiderà a tutta la verità, perché non parlerà da se stesso, ma dirà tutto ciò che avrà udito e vi annuncerà le cose future.
Gv 16,12-13

Come viver ...
(continua)

don Claudio Luigi Fasulo     (Omelia del 20 Maggio 2018)
Audio commento al Vangelo della domenica di Pentecoste (Anno B - Gv 15,26-27; 16,12-15)

...
(continua)

Agenzia SIR     (Omelia del 24 Maggio 2015)

Gesù manda lo Spirito, il Consolatore, dal Padre a noi E a noi lo Spirito darà testimonianza di Gesù perché a nostra volta possiamo testimoniarlo come coloro che sono stati con lui fin dal principio, anche se siamo di questo secolo, perché Lui, lo Spirito, ci "inzuppa" in tutta la memoria del ...
(continua)
don Claudio Luigi Fasulo     (Omelia del 23 Maggio 2021)
Cristiani che ci mettono la faccia e non la facciata (Pentecoste)

...
(continua)

don Gaetano Luca (Amore)     (Omelia del 23 Maggio 2021)

...
(continua)

don Gaetano Luca (Amore)     (Omelia del 23 Maggio 2021)

...
(continua)

mons. Erio Castellucci diocesi di Modena-Nonantola     (Omelia del 23 Maggio 2021)
Il Signore agiva insieme con loro e confermava la Parola con i segni che la accompagnavano

...
(continua)

Omelie.org - autori vari     (Omelia del 24 Maggio 2015)

COMMENTO ALLE LETTURE Commento a cura di don Paolo Matarrese Qualche anno fa un prete, parlando della missione della Chiesa di Roma diceva: "Noi dobbiamo essere come il Tevere che non passa ai margini della nostra città ma la attraversa nel mezzo, ci passa dentro fecondandol ...
(continua)
Omelie.org - autori vari     (Omelia del 20 Maggio 2018)

COMMENTO ALLE LETTURE Commento a cura di Marco Simeone Pentecoste significa 50 (giorni) dalla resurrezione di Gesù e ne rappresenta il completamento, perché senza questa festa la Resurrezione sarebbe rimasta incompleta. Gesù aveva detto in precedenza che se non se ne andava non av ...
(continua)
Bella prof! - don Gianmario Pagano     (Omelia del 23 Maggio 2021)
Il dono del Paraclito: perché?

...
(continua)

don Roberto Seregni     (Omelia del 23 Maggio 2021)
Lo Spirito della verità
La Pentecoste è una festa dal sapore missionario. La settimana scorsa abbiamo ascoltato l'invito del Signore: "Andate in tutto il mondo", e oggi, con l'effusione dello Spirito, gli apostoli schizzano fuori dal sepolcro parlando lingue nuove e lasciando tutti senza parole. Mi sembra molto importante ...
(continua)
Frati Minori Cappuccini     (Omelia del 23 Maggio 2021)
La vita è come un orto

...
(continua)

Agenzia SIR     (Omelia del 20 Maggio 2018)
Commento su Giovanni 15,26-27; 16,12-15
Celebrando la festa di Pentecoste facciamo memoria di ciò che nello Spirito il Padre ha operato nella vita di Gesù (At 10,38) e del dono dello Spirito alla Chiesa. Chiediamo che le energie di vita del Crocifisso risorto si effondano sulla Chiesa radunata in preghiera per mezzo dello Spirito p ...
(continua)
Agenzia SIR     (Omelia del 23 Maggio 2021)
Commento su Giovanni 15,26-27; 16,12-15
Il vento che spinge ad andare; il fuoco che incendia, appassiona, fa ardere. Cinquanta giorni dopo la Risurrezione di Gesù i discepoli erano chiusi nella loro paura. Ma ecco che a Pentecoste, quando lo Spirito Santo si posò su di loro, quegli uomini uscirono fuori senza timore e incominciarono ad an ...
(continua)
don Claudio Doglio     (Omelia del 24 Maggio 2015)
Le opere della carne e i frutti dello Spirito
Clicca qui per scaricare il commento in formato MP3.

Per ascoltare il commento, clicca sul play sulla sinistra del lettore:


(continua)

don Marco Scandelli     (Omelia del 23 Maggio 2021)
#2minutiDiVangelo - Pentecoste - Lo Spirito della verità che spinge a cambiare nel segno dell'amore
Commento al Vangelo di Pentecoste - a cura di don Marco Scandelli #2minutiDiVangelo Gv 15,26-27; 16,12-15

...
(continua)

Wilma Chasseur     (Omelia del 24 Maggio 2015)
Audio commento alla liturgia - Gv 15,26-27; 16,12-15
Clicca qui per scaricare il commento in formato MP3.

Per ascoltare il commento, clicca sul play sulla sinistra del lettore:

(continua)

Omelie.org (bambini)     (Omelia del 24 Maggio 2015)

Che festa, oggi, per la Chiesa! Cinquanta giorni dopo la Pasqua, cinquanta giorni dopo la gioia inebriante della Risurrezione, ci troviamo di nuovo a rallegrarci insieme per un dono smisurato: lo Spirito Santo. Lo nominiamo ogni volta che facciamo il Segno della Croce, ma poi, per essere onesti, t ...
(continua)
Omelie.org (bambini)     (Omelia del 20 Maggio 2018)

La prima lettura di oggi ci riporta al giorno in cui i discepoli hanno ricevuto lo Spirito Santo. Spirito di cui Gesù aveva tanto parlato ai suoi amici ma loro ancora non lo avevano conosciuto. E' arrivato con un'entrata trionfale nella casa dove si trovavano i discepoli! Ha fatto una bellissima sor ...
(continua)
Wilma Chasseur     (Omelia del 20 Maggio 2018)
Audio commento alla liturgia - Gv 15,26-27; 16,12-15
Clicca qui per scaricare il commento in formato MP3.

Per ascoltare il commento, clicca sul play sulla sinistra del lettore:

(continua)

Omelie.org (bambini)     (Omelia del 23 Maggio 2021)

Con la solennità di Pentecoste termina il tempo Pasquale. Un tempo lungo cinquanta giorni nel quale Gesù risorto aiuta i discepoli a capire e a vivere la loro missione tra la gente. Sono infatti mandati a "raccontare" a tutti quello che hanno visto e udito dal loro Maestro. Se ricordate il vangelo d ...
(continua)
padre Fernando Armellini     (Omelia del 23 Maggio 2021)
Videocommento su Gv 15,26-27; 16,12-15

...
(continua)

don Giovanni Berti     (Omelia del 20 Maggio 2018)
Una fiamma che apre le porte
Clicca qui per la vignetta della settimana. Mi è capitato qualche volta (secondo alcuni molte volte..eheh) di ricevere chiamate o messaggi a sera tardi se non addirittura di notte, di qualche parrocchiano che mi avvisa che ho la ...
(continua)
don Cristiano Mauri     (Omelia del 20 Maggio 2018)
Lo Spirito che ribalta
Il dono dello Spirito è accompagnato da segnali prodigiosi: frastuono, come di vento forte e poi le «lingue di fuoco».
È da notare che l'espressione «lingue di fuoco» è la stessa con cui poi si dice che gli apostoli si esprimevano in «molte lingue».
Lc sembra suggerirci che lo Spirito si ...

(continua)
don Giovanni Berti     (Omelia del 23 Maggio 2021)
Processo Al Vangelo
Clicca qui per la vignetta della settimana. Ma se lo Spirito di Dio è sceso sull'umanità, uno Spirito tra i cui frutti secondo San Paolo ci sono l'amore, la pace, la gioia... come mai il mondo sembra dominato da guerre, ingiusti ...
(continua)
don Michele Cerutti     (Omelia del 23 Maggio 2021)

E' una solennità quella che viviamo importante perché ricordiamo la nascita della Chiesa. Festa le cui radici sono innestate nella grande tradizione ebraica. 50 giorni dopo la Pasqua gli ebrei celebravano il dono della Legge ovvero i dieci comandamenti.
Noi oggi invece mettiamo in evidenza con ...

(continua)
mons. Roberto Brunelli     (Omelia del 24 Maggio 2015)
Lo Spirito della Verità vi guiderà alla meta
"Apparvero loro lingue come di fuoco, che si dividevano e si posarono su ciascuno di loro, e tutti furono colmati di Spirito Santo": cominciò in quel momento la corsa della Chiesa nel tempo e nello spazio, resa possibile dal fuoco divino. Oggi si festeggia la Pentecoste, l'evento clamoroso accaduto ...
(continua)
mons. Roberto Brunelli     (Omelia del 20 Maggio 2018)
Pentecoste: lo Spirito tra fede e ragione
"Molte cose ho ancora da dirvi, ma per il momento non siete capaci di portarne il peso. Quando verrà lui, lo Spirito della verità, vi guiderà alla verità tutta intera": è una promessa, citata nel vangelo di oggi (Giovanni16,12-15), fatta da Gesù agli apostoli, prima di tornare al Padre. La promessa ...
(continua)
mons. Roberto Brunelli     (Omelia del 23 Maggio 2021)
La Pentecoste tra fede e ragione
Il vangelo di oggi (Giovanni 16,12-15) comprende una promessa fatta da Gesù agli apostoli, prima di tornare al Padre: "Molte cose ho ancora da dirvi, ma per il momento non siete capaci di portarne il peso. Quando verrà lui, lo Spirito della verità, vi guiderà alla verità tutta intera". La promessa ...
(continua)
mons. Gianfranco Poma     (Omelia del 24 Maggio 2015)
Lo Spirito della verità vi guiderà a tutta la verità
La Pentecoste è "la festa" più vera, la festa di tutta l'umanità e di tutta la creazione: a Pentecoste l'opera di salvezza di Gesù, il progetto di Dio, l'avvento del regno della vita, della pace, della libertà, giunge al suo compimento. Gesù aveva aperto nel cuore di tutti, uomini e donne, giudei e ...
(continua)
don Alberto Brignoli     (Omelia del 24 Maggio 2015)
Spirito, ho bisogno di capire
È una delle solennità più importanti e centrali della nostra fede; anzi, mi spingo quasi a dire che - insieme alla Pasqua, con la quale forma un unico mistero, perché ne è il compimento - si tratta della solennità centrale, focale, del nostro essere cristiani; e non solo perché si colloca quasi esat ...
(continua)
don Alberto Brignoli     (Omelia del 20 Maggio 2018)
Uno sguardo al futuro
Pur essendo - dopo il Natale e la Pasqua - la principale Solennità dell'Anno Liturgico e della fede cristiana in generale, ci sbaglieremmo, se pensassimo che la festa di Pentecoste sia specifica e propria del Cristianesimo. Questo è facilmente intuibile dal racconto della discesa dello Spirito Santo ...
(continua)
don Alberto Brignoli     (Omelia del 23 Maggio 2021)
Cristiani ?spiritosi?
Ho pensato a quante volte, nella vita, abbiamo usato sugli altri (o ci siamo sentiti dire dagli altri) il termine "spiritoso". Molte volte, viene detto con tono ironico e con accezione un po' limitativa, negativa, quando la persona rivela di aver cattivo gusto, di fare battute inopportune o insulse, ...
(continua)
don Domenico Bruno     (Omelia del 23 Maggio 2021)
Gesù ti mette le ali!
I Giudei erano ferrei sulla Legge perché non avevano il dono dello Spirito. Seguire precisamente la Legge significava non sbagliare. Oggi non è pensabile che un cristiano sia chiuso mentalmente da dire: "nella Bibbia c'è scritto, la Bibbia non vuole!". Gesù è venuto a portare a compimento le Scr ...
(continua)
don Marco Pozza     (Omelia del 20 Maggio 2018)
Impreparati. Dunque prontissimi
Li ha colti impreparati. Di sorpresa, rattrappiti come delle talpe dentro a quel cenacolo che loro hanno trasformato in tana: comodo, fortino contro gli agguati, un che di sicuro per della gente insicura. Impreparati, eppur assai preparati alle notizie buie: «Sei pronto? - scrive Olga Sedakova nella ...
(continua)
don Luciano Cantini     (Omelia del 24 Maggio 2015)
Egli mi glorificherà
Il Paràclito Sono cinque, nel Vangelo di Giovanni, i brani che contengono la promessa dello Spirito Santo da parte di Gesù (Gv 14,16-17; 14,26; 15,26; 16,5-11; 16,12-15); il testo della Liturgia di oggi ce ne offre due, il terzo e il quinto, nello stesso tempo dobbiamo un po' comprenderli tu ...
(continua)
don Luciano Cantini     (Omelia del 20 Maggio 2018)
Stavano compiendosi... le cose future
Mentre stava compiendosi il giorno della Pentecoste
Luca si riferisce alla Festa di Shavuot, letteralmente significa "settimane", sono sette settimane - cinquanta giorni dopo Pasqua, in greco è detta Pentecoste - tra il passaggio del Mar Rosso e l'esperienza del Sinai.
Il Signor ...

(continua)
dom Luigi Gioia     (Omelia del 24 Maggio 2015)
Lo Spirito di verità vi guiderà a tutta la verità
La frase centrale di questa pagina del vangelo ci presenta un paradosso. Gesù vi afferma: Molte cose ho ancora da dirvi, ma per il momento non siete capaci di portarne il peso. Gesù ci dice che le sue parole pesano. Come può il Vangelo, cioè la "buona novella", la "gioiosa notizia" pesare? Come è po ...
(continua)
fr. Massimo Rossi     (Omelia del 24 Maggio 2015)
Commento su Giovanni 15,26-27; 16,12-15
Il capitolo degli Atti che avete ascoltato insiste sul fatto straordinario delle lingue: com'è possibile che un branco, e pure sparuto, di galilei ignoranti conosca il parto, il medio, l'elamitico, il mesopotamico, il cappadocico (?), il frigio, il panfilico, l'egiziano, il libico, il cirenico, l'ar ...
(continua)
fr. Massimo Rossi     (Omelia del 20 Maggio 2018)
Commento su Giovanni 15,26-27; 16,12-15
Oggi celebriamo la nascita della Chiesa! Secondo il racconto di Luca, il primo nucleo della Chiesa è rappresentato da Galilei, gente del nord, lontana dal Tempio di Gerusalemme, lontana dalla fede... Gente di periferia; e noi sappiamo che tipo di gente abita le periferie delle grandi città, ...
(continua)
fr. Massimo Rossi     (Omelia del 23 Maggio 2021)
Commento su Giovanni 15,26-27; 16,12-15
...e con la solennità di Pentecoste termina il tempo di Pasqua. Il Padre ha mandato il Verbo ad incarnarsi, prendendo forma mortale, Gesù di Nazareth; questi ha portato a termine la Sua missione, morendo, risorgendo il terzo giorno e salendo infine al Cielo; ora il Padre e il Figlio inviano lo Spir ...
(continua)
don Luca Garbinetto     (Omelia del 24 Maggio 2015)
Lo Spirito di verità
Per vivere appieno la Pentecoste, Pasqua dello Spirito Santo, c'è da ridestare il desiderio profondo di verità. Quello che anima i grandi testimoni e i martiri della Chiesa, come il beato Mons. Oscar Romero. La venuta del Paraclito è novità e turbamento, è incendio e refrigerio, è consolazione e sco ...
(continua)
don Luca Garbinetto     (Omelia del 20 Maggio 2018)
Prima di tutto l'unita'
Nella casa del Padre, ?tutto ciò che è mio è tuo'. Tutto ciò che è del Padre è anche del Figlio. O meglio, tutto il Padre è consegnato al Figlio e tutto il Figlio è nelle mani del Padre. ?Io sono tuo, e tu sei mio'. E da questa reciproca consegna procede lo Spirito, che è Amore. Qui sta tutta la ver ...
(continua)
don Luca Garbinetto     (Omelia del 23 Maggio 2021)
Lo Spirito di verità
Per vivere appieno la Pentecoste, Pasqua dello Spirito Santo, c'è da ridestare il desiderio profondo di verità.
Quello che anima i grandi testimoni e i martiri della Chiesa, come il beato Rosario Livatino e san Romero d'America. La venuta del Paraclito è novità e turbamento, è incendio e ...

(continua)
don Michele Cerutti     (Omelia del 24 Maggio 2015)

Gesù è ormai prossimo alla Passione e alla morte. Ogni volta che egli annuncia questi eventi che lo mostreranno nella dimensione della sofferenza gli apostoli sono sempre sgomenti. L'aria che traspare dai Vangeli si alterna dall'angoscia alla tristezza. Il Signore lo sa bene perché conosce le attese ...
(continua)
don Michele Cerutti     (Omelia del 20 Maggio 2018)
Commento su Giovanni 15,26-27; 16,12-15
Nulla di ciò che è vero e buono non può spiegarsi in maniera indipendente dallo Spirito di Dio.
Per parlare di Spirito utilizziamo l'espressione ebraica "ruach" questa espressione significa "soffio. Analizzando la Sacra Scrittura già dall'Antico Testamento incontriamo già nei primi versetti un ...

(continua)
Carla Sprinzeles     (Omelia del 24 Maggio 2015)

La vita cristiana è vita nello Spirito di Dio. La spiritualità cristiana non è qualcosa di vago, che determina un benessere fisico o psichico passeggero, ma è esperienza dello Spirito che Dio ci ha donato attraverso Gesù. La Pentecoste ha dunque una perenne attualità in ogni momento della sua vita ...
(continua)
Michele Antonio Corona     (Omelia del 23 Maggio 2021)
La parola giusta è sempre quella pronunciata dall'amore
Nel vangelo della solennità dell'Ascensione abbiamo ascoltato una promessa di Gesù: parleranno lingue nuove. Forse questo concetto non era ben chiaro e ci ha fatto pensare a tante cose, soprattutto prodigiose. La solennità della Pentecoste realizza quella promessa e gli Apostoli parlano subit ...
(continua)
Missionari della Via     (Omelia del 20 Maggio 2018)

Eccoci alla festa di Pentecoste, vero compimento della Pasqua: Gesù si è fatto uomo, è morto e risorto non per se stesso, per dimostrare quanto sia bello e forte, ma l'ha fatto per noi, per salvarci dal peccato e regalarci la vita eterna, meritandoci con la sua obbedienza al Padre quel dono grandios ...
(continua)
Missionari della Via     (Omelia del 23 Maggio 2021)
Commento su Giovanni 15,26-27; 16,12-15
Oggi è la domenica di Pentecoste. Sono trascorsi cinquanta giorni dalla Pasqua, giorni che i discepoli, chiusi nel cenacolo, hanno trascorso in preghiera, nella gioia, ma anche tra paure e incertezze nonostante abbiano visto il Risorto. Poi arriva il dono per eccellenza, lo Spirito Santo, il Paracli ...
(continua)
don Giacomo Falco Brini     (Omelia del 20 Maggio 2018)
Lo Spirito, la verità, l'amore
In tutto il mondo oggi la Chiesa celebra l'evento nel quale si è pienamente compiuta la promessa di Dio, prima predetta dai profeti e poi annunciata da Gesù stesso. L'uomo incapace di rispondere all'amore di Dio, incapace di comprenderlo e seguirlo nei suoi progetti, dopo esser stato salvato, viene ...
(continua)
don Giacomo Falco Brini     (Omelia del 23 Maggio 2021)
Lo Spirito Santo, segno e garanzia di futuro
La solennità dell'Ascensione del Signore precede liturgicamente quella di Pentecoste perché ad essa legata dalla realizzazione delle promesse di Gesù: riceverete la forza dello Spirito Santo che scenderà su di voi e mi sarete testimoni (At 1,8). In questa promessa fatta poco prima di ascender ...
(continua)
don Domenico Bruno     (Omelia del 20 Maggio 2018)
Fuoco amico
Quante guerre si combattono! Ognuno che pensa di detenere la verità, oppure fa passare come tale una verità distorta... quindi in sostanza afferma una menzogna alla quale c'è chi non vuole aderire. E sappiamo che quando si afferma qualcosa con prepotenza, si giunge spesso all'estremo: il fuoco, le a ...
(continua)
don Mario Simula     (Omelia del 23 Maggio 2021)
Come un fuoco. Come un vento
Lo Spirito di Pentecoste è la nostra giovinezza perenne, è la nostra speranza senza ombre.
Tutto ciò che il suo "dito infuocato" tocca, diventa nuovo e straripa di vita.
I dodici amici di Gesù, ancora intorpiditi dalla paura, inondati dalla sua energia, vedono spalancarsi davanti le porte ...

(continua)
don Lucio D'Abbraccio     (Omelia del 23 Maggio 2021)
Vogliamo essere Babele o Pentecoste?
Gli Atti degli Apostoli ci descrivono così l'evento di Pentecoste. Ci sono anzitutto dei segni esterni. Prima un segno percepibile all'udito: «Venne all'improvviso dal cielo un fragore, quasi un vento che si abbatte impetuoso»; quindi un secondo segno percepibile alla vista: «Apparvero lor ...
(continua)
Paolo De Martino     (Omelia del 23 Maggio 2021)
Siamo casa di Dio
Eccoci giunti alla fine del tempo di Pasqua. Sono trascorsi 50 giorni da quella Domenica. Pentecoste è una parola greca che significa cinquantesimo giorno e si celebra, infatti cinquanta giorni dopo Pasqua. Per gli antichi il 50 era il numero della pienezza di un tempo. A 50 anni a Roma si era disp ...
(continua)
don Michele Cerutti     (Omelia del 06 Maggio 2018)

La figura su cui siamo invitati a confrontarci in questa domenica è quella di Paolo.
L'apostolo delle genti è davanti al re Agrippa e a questo rappresentante di Roma spiega come il Signore è intervenuto nella sua vita. Paolo sperimenta la gratuità di Dio che lo chiama alla sua sequela senza par ...

(continua)
don Walter Magni     (Omelia del 06 Maggio 2018)
A te la mia lode, Signore, nell'assemblea dei fratelli
Il Vangelo di oggi ci porta ancora al cuore dell'ultima cena. A quel discorso che ci ricorda l'evangelista Giovanni, quando Gesù comincia a parlare dello Spirito santo, chiamandolo "Paraclito", Consolatore. Proprio come recita una celebre preghiera: vieni, Santo Spirito (...): Conso ...
(continua)
don Walter Magni     (Omelia del 09 Maggio 2021)
Commento su Giovanni 15,26-16,4
Il Vangelo della VI domenica di Pasqua ci porta al cuore del testamento che Gesù consegna ai Suoi durante l'Ultima cena. Il personaggio che entra in gioco, ormai da protagonista, è lo Spirito santo, che Gesù chiama anzitutto Paraclito, Consolatore. E la tradizione della Chiesa ...
(continua)
don Angelo Casati     (Omelia del 06 Maggio 2018)
Il segreto di una simpatia
Non ci ha nascosto la realtà. Era venuto, certo, a dare inizio al regno di Dio, un inizio qui sulla terra. Le sue parole facevano sognare e fanno ancora sognare; mettevano spinta di sangue e ancora mettono spinta di sangue nelle vene e nelle mani; si trattava e ancora si tratta di costruire paziente ...
(continua)
don Angelo Casati     (Omelia del 09 Maggio 2021)
Testimoniare è raccontare...
A creare sussulto oggi, nel cuore e nei pensieri, è una parola che ricorre nei testi, la parola "testimonianza", "dare testimonianza". L'ho trovata nelle lettura degli Atti degli Apostoli: Paolo dà testimonianza davanti al re Agrippa. Rivolto a lui dice: "Con l'aiuto di Dio, fino a questo giorno, st ...
(continua)
Paolo Curtaz     (Omelia del 02 Maggio 2013)
Commento su Gv 15,9-11
Il lungo discorso fatto da Gesù dopo l'ultima cena, nel vangelo di Giovanni, di fatto riassume tutta la predicazione del Signore, e l'evangelista lo pone prima dell'arresto nell'orto per sottolinearne la drammaticità e l'importanza. Oggi in pochi versetti, Gesù riassume tutta la sua opera e la nostr ...
(continua)
Paolo Curtaz     (Omelia del 22 Maggio 2014)

Rimanere nell'amore. Dimorare, restare, non scappare. Come quando, su un palco teatrale, uno stretto fascio di luce illumina il protagonista, lasciando nell'ombra tutto il resto. Se restiamo nella luce dello sconfinato amore di Dio possiamo nutrirci e crescere e vivere. Fuori da quell'amore solo ten ...
(continua)
Paolo Curtaz     (Omelia del 07 Maggio 2015)

Il lungo discorso che Gesù fa dopo l'ultima cena è un crescendo di teologia e di compassione, di misericordia e di stupore. L'evangelista Giovanni pone in queste pagine il testamento spirituale del Signore e la sintesi del discorso che Gesù fa è una sola: ci invita a dimorare, a restare, a perdurare ...
(continua)
don Carlo Occelli     (Omelia del 06 Maggio 2021)
Commento al Vangelo 6 maggio 2021

...
(continua)

Casa di Preghiera San Biagio FMA     (Omelia del 07 Maggio 2015)
Commento su Gv. 15,9.11
«Rimanete nel mio amore,... perché la vostra gioia sia piena».
Gv. 15,9.11

Come vivere questa Parola?
Rimanere nell'amore è vivere sotto la luce della parola di Dio, lasciarsi guidare dallo Spirito che ci rasserena. Vuol dire esercitarsi nella fedeltà a Dio, desiderare di ...

(continua)

Casa di Preghiera San Biagio FMA     (Omelia del 28 Aprile 2016)
Commento su Gv 15, 9-11
«Come il Padre ha amato me, anche io ho amato voi. Rimanete nel mio amore. Se osserverete i miei comandamenti, rimarrete nel mio amore, come io ho osservato i comandamenti del Padre mio e rimango nel suo amore. Vi ho detto queste cose perché la mia gioia sia in voi e la vostra gioia sia piena».
(continua)
Casa di Preghiera San Biagio FMA     (Omelia del 18 Maggio 2017)
Commento su Gv 15,10
«La mia gioia sia in voi e la vostra gioia sia piena».
Gv 15,10

Come vivere questa Parola?
La gioia è la manifestazione del credente che nulla antepone all'amore di Dio e vive alla presenza di Cristo. Dio ci ha amato per primo e si è manifestato nel suo Figlio, che per no ...

(continua)

don Alessandro Farano     (Omelia del 06 Maggio 2021)
Giovedi? - V settimana di Pasqua - Commento al Vangelo

...
(continua)

don Nicola Salsa     (Omelia del 14 Maggio 2020)
Festa San Mattia Apostolo

...
(continua)

don Nicola Salsa     (Omelia del 06 Maggio 2021)
Come Dio Padre ama me, così io amo voi (Gv 15,9-11)

...
(continua)

don Marco Scandelli     (Omelia del 06 Maggio 2021)
#2minutiDiVangelo - 5 Giovedì Pasqua - Dio ti ama! Te ne rendi conto di cosa vuol dire?
Commento al Vangelo del V giovedì di Pasqua - a cura di don Marco Scandelli #2minutiDiVangelo ---- Gv 15 9-11

...
(continua)

don Marco Scandelli     (Omelia del 05 Maggio 2021)
#2minutiDiVangelo - 5 Mercoledì Pasqua - Lasciamo che la sua Parola scavi dentro di noi
Commento al Vangelo del V mercoledì di Pasqua - a cura di don Marco Scandelli #2minutiDiVangelo ---- Gv 15 1-8

...
(continua)

don Domenico Bruno     (Omelia del 06 Maggio 2021)
Il nostro audio quotidiano
Ricevi ogni giorno il commento direttamente sul tuo telefono: unisciti al canale Telegram @annunciatedaitetti Resta aggiornato col sito: annunciatedaitetti.it Iscriviti ...
(continua)
don Cristiano Mauri     (Omelia del 18 Maggio 2017)
Fantasmi cristiani
Nei versetti precedenti Gesù ha declinato il proprio rapporto con il Padre e con i suoi discepoli attraverso l'immagine ricca della Vite (Gesù), i Tralci (discepoli) e il Vignaiolo (il Padre).
«Rimanere in me» è l'invito forte fatto ai suoi, come via per restare nella cura del Padre e portare ...

(continua)
Monastero Domenicano Matris Domini     (Omelia del 26 Agosto 2015)
Commento su Gv 15,9-16
Collocazione del brano
Questo brano è la continuazione del discorso di Gesù sulla vite sui tralci. L'esortazione a rimanere nel suo amore e nel portare frutto trova realizzazione nell'esperienza dei santi martiri, in particolare nel martire Alessandro che fu alle origini della fede dell ...

(continua)
Paolo Curtaz     (Omelia del 10 Maggio 2015)
Video commento a Gv 15,9-17

...
(continua)

Paolo Curtaz     (Omelia del 06 Maggio 2018)
Video commento a Gv 15,9-17

...
(continua)

don Roberto Rossi     (Omelia del 10 Maggio 2015)
L'amore infinito di Dio
La definizione più bella e la rivelazione più completa di Dio è questa: "Dio è amore". E' l'apostolo Giovanni che nel suo vangelo e nelle sue lettere non fa altro che ricordarci questo: Dio è amore, anche noi dobbiamo essere amore, dobbiamo "amarci gli uni gli altri". E' importante meditare, cont ...
(continua)
don Roberto Rossi     (Omelia del 09 Maggio 2021)
Convertirsi dall'infelicità alla gioia

...
(continua)

Paolo Curtaz     (Omelia del 09 Maggio 2021)
Video commento a Gv 15,9-17

...
(continua)

padre Antonio Rungi     (Omelia del 09 Maggio 2021)
Amare è semplicemente donare anche la vita per gli altri
La parola di Dio di questa sesta domenica di Pasqua riporta al centro della nostra riflessione il tema dell'amore: quello che Dio nutre nei confronti dell'umanità e quello che dovrebbe circolare tra tutti gli esseri umani e in particolare tra quelli che credono in Cristo, salvatore del mondo.
N ...

(continua)
Omelie.org - autori vari     (Omelia del 06 Maggio 2018)

COMMENTO ALLE LETTURE Commento a cura di Lucia Piemontese Le parole che ascoltiamo oggi, dal capitolo 15 del Vangelo di Giovanni, sono precedute dalla bella immagine della vite e dei tralci, che Gesù usa per parlare dell'amore fra Lui e noi. Come la linfa vitale scorre dalle radic ...
(continua)
don Marco Pedron     (Omelia del 10 Maggio 2015)
Il circuito dell'amore
Lunedì - Per amare bisogna prima rendersi vulnerabili ed accettare di essere amati Il segno distintivo di un cristiano è una gioia piena, traboccante da poter essere comunicata agli altri. Gesù in questo brano del vangelo ci parla di questo. 9 Come il Padre ha amato me, anche io ho amato voi. ...
(continua)
don Roberto Rossi     (Omelia del 09 Maggio 2021)
Dio è gioia per noi.
Tutti cerchiamo la serenità, la pace, la gioia... eppure ci sono tante tensioni, nervosismi, scoraggiamenti, depressioni, cattiverie gli verso gli altri, anche per piccole cose. Gesù ci dice: "La mia gioia sia in voi e la vostra gioia sia piena... Cos'è la gioia? Non è lo schiamazzo, la trasgression ...
(continua)
don Claudio Doglio     (Omelia del 10 Maggio 2015)
Video commento a Gv 15,9-17

...
(continua)

Paolo Curtaz     (Omelia del 14 Maggio 2013)
Commento su Gv 15,9-17
Dodici erano stati chiamati a fare un'esperienza particolare col Signore Gesù. Dodici come le tribù di Israele, i figli di Giacobbe diventato Israele. Dodici come la totalità dell'umanità. Ma quel numero era cambiato a causa della follia di Giuda, discepolo che volle cambiare le scelte di Dio. Perci ...
(continua)
don Claudio Doglio     (Omelia del 06 Maggio 2018)
Video commento a Gv 15,9-17

...
(continua)

Paolo Curtaz     (Omelia del 14 Maggio 2014)

Quanto bene voglio a san Mattia apostolo di cui oggi facciamo memoria! La prima comunità, trasformata e riempita di Spirito, ha piena consapevolezza (finalmente!) del grande progetto che Dio ha sull'umanità e che ha realizzato in Gesù. E si rende conto che questo progetto li vede coinvolti: è la com ...
(continua)
don Carlo Occelli     (Omelia del 14 Maggio 2020)
Commento al vangelo 14 maggio 2020

...
(continua)

Paolo Curtaz     (Omelia del 14 Maggio 2015)

Oggi è la festa di san Mattia apostolo, scelto dal gruppo dei Dodici in sostituzione di Giuda dopo la Pentecoste, per ristabilire il progetto originario di Gesù. Un apostolo di riserva entrato in campo sul finire della partita... La maggioranza delle nostre vite sono piccine e insignificanti ...
(continua)
padre Paul Devreux     (Omelia del 09 Maggio 2021)

"Come il Padre ha amato me".
Mi domando in cosa consiste quest'amore del Padre per Gesù. Forse è il fatto di averlo desiderato intensamente come figlio e di averlo lasciato libero, senza possessività, di fare una cosa pericolosissima: Venirci a trovare.

" anche io ho amato voi". ...
(continua)

padre Ermes Ronchi     (Omelia del 10 Maggio 2015)
La differenza cristiana: amarsi come ama il Signore
Un canto d'amore al cuore degli insegnamenti di Gesù. Una poesia dolcissima e profonda, ritmata sul lessico degli amanti: amare, amore, gioia, pienezza, frutti.... È il canto della nostra fede. Come il Padre ha amato me, io ho amato voi. Di amore parliamo come di un nostro compito. Ma noi non possi ...
(continua)
don Carlo Occelli     (Omelia del 14 Maggio 2021)
Commento al Vangelo 14 maggio 2021

...
(continua)

don Alberto Brignoli     (Omelia del 10 Maggio 2015)
La miglior catechesi eucaristica
Ci stiamo avvicinando alla conclusione del tempo di Pasqua, e i Vangeli che abbiamo ascoltato in queste ultime tre domeniche si sono snodati lungo un filo conduttore che credo trovi il suo punto cruciale nel brano di Vangelo di quest'oggi. Il tema è quello della profonda unità, dell'unione tra il Ri ...
(continua)
don Domenico Luciani     (Omelia del 10 Maggio 2015)
Video commento su Gv 15,9-17

...
(continua)

padre Ermes Ronchi     (Omelia del 06 Maggio 2018)
Un Dio che da signore e re si fa amico, alla pari con noi
Una di quelle pagine in cui pare custodita l'essenza del cristianesimo, le cose determinanti della fede: come il Padre ha amato me, così io ho amato voi, rimanete in questo amore. Un canto ritmato sul vocabolario degli amanti: amare, amore, gioia, pienezza... «Dobbiamo tornare tutti ad amare Dio da ...
(continua)
don Domenico Luciani     (Omelia del 06 Maggio 2018)
Video commento su Gv 15,9-17

...
(continua)

dom Luigi Gioia     (Omelia del 10 Maggio 2015)
Nessuno ha un amore più grande di questo: dare la sua vita per i propri amici
Con l'avvicinarsi della Pentecoste, cioe? del momento nel quale l'amore di Dio e? versato nei nostri cuori per mezzo dello Spirito che ci e? dato, la liturgia si concentra proprio su questo tema: l'amore di Dio. E lo fa ricorrendo all'apostolo ed evangelista che piu? di ogni altro non solo ha parlat ...
(continua)
padre Ermes Ronchi     (Omelia del 09 Maggio 2021)
Se tu ami, la tua vita è comunque un successo
I pochi versetti del Vangelo di oggi ruotano intorno al magico vocabolario degli innamorati: amore, amato, amatevi, gioia. «Tutta la legge inizia con un "sei amato" e termina con un "tu amerai". Chi astrae da questo, ama il contrario della vita» (P. Beauchamp). Roba grossa. Questione che riempie o s ...
(continua)
padre Giuseppe De Nardi     (Omelia del 10 Maggio 2015)
Sulla Tua Parola - Gv 15,9-17

...
(continua)

don Gianfranco Calabrese     (Omelia del 10 Maggio 2015)
Video commento su Giovanni 15,9-17

...
(continua)

mons. Antonio Riboldi     (Omelia del 10 Maggio 2015)
Rimanete nel mio amore
Alle volte, giustamente, la Parola di Dio ci sveglia da uno stile di vita, in cui ci adattiamo, ma che della vita ha perso la parte più bella, direi il senso stesso che Dio ci ha dato creandoci. Dio ci ha fatti ?simili a Sé': e Lui è l'Amore. Se così è, inevitabilmente, quel ?soffio', che Dio ?ispi ...
(continua)
don Gianfranco Calabrese     (Omelia del 09 Maggio 2021)
Video commento su Giovanni 15,9-17

...
(continua)

padre Gian Franco Scarpitta     (Omelia del 10 Maggio 2015)
Il "fiore all'occhiello" di Dio
"Lo Spirito Santo soffia dove vuole e non senti dove viene e dove va" (Gv 3, 8) e "non si deve imprigionare lo Spirito". Egli è libero di agire indistintamente su ogni persona e su ogni situazione, valicando i confini e le limitazioni proprie della logica umana. E soprattutto è in grado di raggiunge ...
(continua)
padre Gian Franco Scarpitta     (Omelia del 06 Maggio 2018)
Il tempo dello Spirito d'Amore
Grandi cose può fare lo Spirito Santo, Terza Persona del nostro Dio Trinità, che agisce con modestia e delicatezza per infondere i suoi doni su singoli e gruppi e per sostenere, guidare e animare. Senza la sua effusione nel giorno di Pentecoste a Gerusalemme, la Chiesa non avrebbe avuto lo sprone ne ...
(continua)
don Roberto Fiscer     (Omelia del 10 Maggio 2015)
#StradeDorate - Commento su Giovanni 15,9-17

...
(continua)

don Roberto Fiscer     (Omelia del 06 Maggio 2018)
#StradeDorate - Commento su Giovanni 15,9-17

...
(continua)

padre Gian Franco Scarpitta     (Omelia del 09 Maggio 2021)
Amore senza fine
Gesù Cristo sarebbe morto inutilmente se attorno a lui venissero ora escluse delle persone. Oppure, il che è lo stesso, se la sua missione non fosse universale, estesa a tutti gli uomini di tutti i tempi senza esclusione. Morendo Gesù, si squarciava il velo del tempio si squarciò in due (Mt 27, 51) ...
(continua)
don Roberto Fiscer     (Omelia del 09 Maggio 2021)
#StradeDorate - Commento su Giovanni 15,9-17

...
(continua)

don Lello Ponticelli     (Omelia del 10 Maggio 2015)
Prediche senza Pulpito - Vangelo di Gv 15,9-17

...
(continua)

Diocesi di Vicenza     (Omelia del 10 Maggio 2015)
La Parola - commento a Gv 15,9-17
Commento a cura di Daniele Cavedon, diacono Unità Pastorale Val Restena. Registrato nella chiesa Madonna di Monte Berico, Restena di Arzignano.

...
(continua)

don Nazareno Galullo (giovani)     (Omelia del 10 Maggio 2015)
Fare l'amore è: ti uso e ti getto!
Dopo una bella potatura, ecco la stupenda rivelazione: Voi siete miei amici! Ci sta chiamando tutti amici. Quando due persone si incontrano, spesso si accende un lumicino: è il lumicino dell'amicizia. Da piccola cosa diventa cosa sempre più grande, diventa luce enorme. Due amici veri chi sono? Due ...
(continua)
Diocesi di Vicenza     (Omelia del 06 Maggio 2018)
La Parola - Commento al Vangelo di Giovanni (Gv 15,9-17)

...
(continua)

Diocesi di Vicenza     (Omelia del 09 Maggio 2021)
La Parola - Commento al Vangelo di Giovanni (Gv 15,9-17)

...
(continua)

padre Antonio Rungi     (Omelia del 10 Maggio 2015)
Dio accoglie tutti nelle braccia della sua misericordia
La sesta domenica del tempo di Pasqua, ci proietta quasi istintivamente alla celebrazione del giubileo della Divina Misericordia, indetto da Papa Francesco e che inizierà l'8 dicembre 2015, solennità dell'Immacolata Concezione e si concluderà il 30 novembre 2016, solennità di Cristo Re dell'Universo ...
(continua)
Carla Sprinzeles     (Omelia del 10 Maggio 2015)
Commento su At 10,25-26.34-35.44-48 e Gv 15,9-17
Amici, oggi prendiamo in esame come Pietro fa fatica ad abbandonare gli otri vecchi, gli insegnamenti vecchi della religione e accettare il messaggio di Gesù. Direi che ancora noi, oggi, facciamo fatica ad abbandonare insegnamenti che ci sono stati tramandati e accettare il messaggio di Gesù e vive ...
(continua)
Missionari della Via     (Omelia del 09 Maggio 2021)
Amiamo perché Lui ci ama

...
(continua)

Missionari della Via     (Omelia del 09 Maggio 2021)
Nessuno ha un amore più grande di questo: dare la vita per i propri amici

...
(continua)

padre Antonio Rungi     (Omelia del 06 Maggio 2018)
Dio non fa preferenze di persone, noi invece sì
Gli Atti degli Apostoli ci offrono un bellissimo dialogo tra Pietro e Cornelio, il quale si rivolge a Pietro per entrare anch'egli nel cammino della fede. Non essendo cristiano, ma pagano, sente il bisogno di chiedere quello che avverte profondamente nel suo cuore: fare parte della comunità dei cred ...
(continua)
Sulla strada - TV2000     (Omelia del 06 Maggio 2018)
Commento su Giovanni 15,9-17

...
(continua)

diac. Vito Calella     (Omelia del 09 Maggio 2021)
«G» di graziati, «I» di inclusi, «O» di orientati, «I» di inviati, «A» di amati da amici
Siamo entrati in una fase di timide aperture dove finalmente ci si può incontrare "in presenza" e non più "a distanza", incollati al display di un computer, o di un tablet o di uno smartfhone. La voglia di normalità nelle relazioni viene interpretata come libertà di divertirsi con la moda dello spri ...
(continua)
don Fabio Rosini     (Omelia del 06 Maggio 2018)
Audio commento al Vangelo del 6 maggio 2018

...
(continua)

Casa di Preghiera San Biagio FMA     (Omelia del 14 Maggio 2016)
Commento su Gv 15,17
"Questo vi comando: amatevi gli uni gli altri"
Gv 15,17

Come vivere questa Parola?

Non è un consiglio ma un comando. Sostanzialmente è la sintesi di tutta la Legge data a Mosè ed è anche la predicazione dei Profeti.
Ma è chiaro: se si tratta di una sintesi, significa ...

(continua)

don Fabio Rosini     (Omelia del 09 Maggio 2021)
Commento al Vangelo del 9 maggio

...
(continua)

don Alessandro Farano     (Omelia del 09 Maggio 2021)
Domenica - VI settimana di Pasqua - Commento al Vangelo

...
(continua)

Casa di Preghiera San Biagio FMA     (Omelia del 06 Maggio 2018)
Commento su Gv 15, 16-17
Non voi avete scelto me, ma io ho scelto voi e vi ho costituiti perché andiate e portiate frutto e il vostro frutto rimanga; perché tutto quello che chiederete al Padre nel mio nome, ve lo conceda. Questo vi comando: che vi amiate gli uni gli altri."
Gv 15, 16-17

Come vivere ques ...
(continua)

don Alessandro Farano     (Omelia del 09 Maggio 2021)
Lectio Divina - VI Domenica di Pasqua - Anno B

...
(continua)

Casa di Preghiera San Biagio FMA     (Omelia del 14 Maggio 2019)
Commento su Gv 15, 9-14
"In quel tempo, Gesù disse ai suoi discepoli: «Come il Padre ha amato me, anche io ho amato voi. Rimanete nel mio amore. Se osserverete i miei comandamenti, rimarrete nel mio amore, come io ho osservato i comandamenti del Padre mio e rimango nel suo amore. Vi ho detto queste cose perché la mia gi ...
(continua)
don Alessandro Farano     (Omelia del 14 Maggio 2021)
Venerdi? - VI settimana di Pasqua - Commento al Vangelo

...
(continua)

don Claudio Luigi Fasulo     (Omelia del 06 Maggio 2018)
Audio commento al vangelo della sesta domenica di Pasqua (anno B - Gv 15,9-17)

...
(continua)

Agenzia SIR     (Omelia del 10 Maggio 2015)
Commento su Giovanni 15,9-17
Lo stesso amore di Dio! Gesù ha per noi lo stesso amore con il quale è amato dal Padre. La sola cosa che vale è rimanere in questo amore osservando i comandamenti, vivendo in essi e di essi, anche in questo somigliando a Gesù stesso. La nostra gioia è rimanere nel Signore. È un rapporto del t ...
(continua)
don Claudio Luigi Fasulo     (Omelia del 09 Maggio 2021)
Vivere nella gioia, nonostante tutto. è ancora possibile (sesta domenica del Tempo di Pasqua)

...
(continua)

Casa di Preghiera San Biagio FMA     (Omelia del 14 Maggio 2021)
Commento su Gv 15,9-17
«Gesù disse ai suoi discepoli: «Come il Padre ha amato me, anche io ho amato voi. Rimanete nel mio amore. Se osserverete i miei comandamenti, rimarrete nel mio amore, come io ho osservato i comandamenti del Padre mio e rimango nel suo amore. Vi ho detto queste cose perché la mia gioia sia in voi ...
(continua)
Casa di Preghiera San Biagio FMA     (Omelia del 09 Maggio 2021)
Commento su Gv 15,9-17
«Gesù disse ai suoi discepoli: «Come il Padre ha amato me, anche io ho amato voi. Rimanete nel mio amore. Se osserverete i miei comandamenti, rimarrete nel mio amore, come io ho osservato i comandamenti del Padre mio e rimango nel suo amore. Vi ho detto queste cose perché la mia gioia sia in voi ...
(continua)
Agenzia SIR     (Omelia del 09 Maggio 2021)
Commento su Giovanni 15,9-17
"Come il Padre ha amato me, anche io ho amato voi". La qualità dell'amore di Gesù verso i suoi discepoli è il tema principale di questa pericope del Vangelo di Giovanni. L'amore di Dio per noi è questione fondamentale per la vita e pone domande decisive su chi è Dio e chi siamo noi. Benedetto ...
(continua)
don Gaetano Luca (Amore)     (Omelia del 09 Maggio 2021)

...
(continua)

Omelie.org - autori vari     (Omelia del 10 Maggio 2015)

COMMENTO ALLE LETTURE Commento a cura di padre Gianmarco Paris Preceduti e guidati dall'amore Stiamo percorrendo il cammino della Pasqua: esso ci invita a riconoscere Gesù vivo e vincitore della morte, capace di dare vita nuova a ciascuno di noi. Il Risorto che appare ai ...
(continua)
don Franco Manzi     (Omelia del 12 Maggio 2019)
Commento su Giovanni 15,9-17

...
(continua)

don Nicola Salsa     (Omelia del 09 Maggio 2021)
Il comandamento dell'Amore (Gv 15,9-17)

...
(continua)

don Nicola Salsa     (Omelia del 14 Maggio 2021)
Il comandamento dell'Amore (Gv 15,9-17)

...
(continua)

Bella prof! - don Gianmario Pagano     (Omelia del 09 Maggio 2021)
Il vero scopo della rivelazione

...
(continua)

don Roberto Seregni     (Omelia del 09 Maggio 2021)
Vi ho chiamato amici
Mi emoziona sapere che Gesù ci chiama amici. Siamo infedeli, superficiali e incostanti, ma Gesù ci chiama amici. Non ce lo meritiamo, ma la gratuità dell'amore del Maestro ci fa gustare la freschezza e la bellezza di un amore che ci ha chiamato e inviato per portare frutto. A noi, amici suoi, il Si ...
(continua)
don Alfonso Giorgio Liguori     (Omelia del 09 Maggio 2021)
Questo vi comando: che vi amiate gli uni gli altri

...
(continua)

don Fabio Zaffuto     (Omelia del 14 Maggio 2020)
Amico spugna o amico per sempre? Video commento su Gv 15,9-17

...
(continua)

Agenzia SIR     (Omelia del 06 Maggio 2018)
Commento su Giovanni 15,9-17
Rimanere nell'amore di Cristo è al cuore della vita del cristiano e della Chiesa. Il primato dell'amore di Cristo e del Padre donato ai discepoli e alla comunità precede e fonda l'amore vissuto nella e dalla Chiesa. Il Vangelo mette in guardia contro la tentazione ecclesiale di ridurre l'amor ...
(continua)
Frati Minori Cappuccini     (Omelia del 09 Maggio 2021)

...
(continua)

don Marco Scandelli     (Omelia del 14 Maggio 2020)
Dio ha bisogno di noi, qui ed ora!
Commento al Vangelo di don Marco Scandelli

...
(continua)

don Claudio Doglio     (Omelia del 10 Maggio 2015)
Cornelio, un lontano che diventa vicino
Clicca qui per scaricare il commento in formato MP3.

Per ascoltare il commento, clicca sul play sulla sinistra del lettore:


(continua)

don Marco Scandelli     (Omelia del 09 Maggio 2021)
#2minutiDiVangelo - VI Domenica Pasqua - Il tuo primo compito è amare. Poi viene tutto il resto.
Commento al Vangelo della VI Domenica di Pasqua - a cura di don Marco Scandelli #2minutiDiVangelo ---- Gv 15 9-17

...
(continua)

don Marco Scandelli     (Omelia del 14 Maggio 2021)
#2minutiDiVangelo - San Mattia - Quando il Signore scegli non in base a cordate di potere, ma sulla fiducia
Commento al Vangelo di San mattia - a cura di don Marco Scandelli #2minutiDiVangelo ---- Gv 15 9-17

...
(continua)

Wilma Chasseur     (Omelia del 10 Maggio 2015)
Audio commento alla liturgia - Gv 15,9-17
Clicca qui per scaricare il commento in formato MP3.

Per ascoltare il commento, clicca sul play sulla sinistra del lettore:

(continua)

Omelie.org (bambini)     (Omelia del 10 Maggio 2015)

Il vangelo di oggi inizia con delle bellissime parole che Gesù dice ai suoi discepoli poco prima di morire: "Come il Padre ha amato me, anche io ho amato voi". Cioè, con lo stesso amore con cui il Padre ama Gesù, così Gesù ama noi, proprio ognuno di noi personalmente! Ma ci pensate bambini? E' un ...
(continua)
Omelie.org (bambini)     (Omelia del 06 Maggio 2018)

Secondo voi, qual è il segno che dovrebbe contraddistinguere noi cristiani? È la gioia. Una gioia che si dovrebbe vedere anche solo guardandoci negli occhi, una gioia piena, una gioia così grande da desiderare di trasmetterla a tutti. Gesù, in questo brano del Vangelo, ci dice il perché. L'evange ...
(continua)
Wilma Chasseur     (Omelia del 06 Maggio 2018)
Audio commento alla liturgia - Gv 15,9-17
Clicca qui per scaricare il commento in formato MP3.

Per ascoltare il commento, clicca sul play sulla sinistra del lettore:

(continua)

don Maurizio Prandi     (Omelia del 06 Maggio 2018)
Un amore che impara
Questa pagina è il trionfo della gratuità! Contro ogni malinteso, contro ogni fraintendimento, Gesù dice chiaramente che non è la reciprocità ma la gratuità il cuore del suo messaggio. Daniele lo sottolineava bene durante il momento di preghiera comune sul vangelo: non ci ha chiesto di amare lui, ...
(continua)
don Giovanni Berti     (Omelia del 10 Maggio 2015)
Nel flusso dell'amore di Dio
Clicca qui per la vignetta della settimana. Ci sono esperienze nella vita che non è possibile raccontare e spiegare senza la consapevolezza che vengano di fatto "ridotte" da qualsiasi parola si usi. Impossibile raccontare quell ...
(continua)
don Giovanni Berti     (Omelia del 06 Maggio 2018)
Con Gesù meglio servi oppure amici?
Clicca qui per la vignetta della settimana. È più facile essere servi o amici? Il servo è colui che deve eseguire gli ordini senza discutere. Il servo non considera il padrone a suo pari, ma si "sottomette" alla sua volontà spe ...
(continua)
don Giovanni Berti     (Omelia del 09 Maggio 2021)
Una Fede Non Da Servi
Clicca qui per la vignetta della settimana. Laura, l'ultima delle mie tre sorelle, mi ha ricordato qualche giorno fa' che questo brano del Vangelo è proprio quello che lei e suo marito Stefano avevano scelto per il giorno del lo ...
(continua)
mons. Roberto Brunelli     (Omelia del 10 Maggio 2015)
Vivere nell'amore secondo il modello
La prima comunità cristiana era composta da soli ebrei che avevano riconosciuto in Gesù il Messia promesso, ma ritenevano che egli fosse stato mandato soltanto a beneficio del popolo d'Israele. E' occorso un diretto intervento di Dio, per far capire loro che Gesù è venuto a redimere l'umanità intera ...
(continua)
don Domenico Bruno     (Omelia del 14 Maggio 2020)
Il nostro audio quotidiano
Per ricevere il commento quotidiano unisciti al canale Telegram @annunciatedaitetti Visita il sito annunciatedaitetti.it Dai uno sguardo anche al canale (continua)
mons. Roberto Brunelli     (Omelia del 06 Maggio 2018)
Non la rinuncia ma la piena gioia
Certe storie di santi, certe immagini che accade di vedere dentro le chiese, certe prediche vecchio stile, persino certi detti popolari, paiono dare fondamento a chi ritiene il cristianesimo la religione della rinuncia, del sacrificio, della penitenza; insomma, di una vita triste che si priva di qua ...
(continua)
mons. Roberto Brunelli     (Omelia del 09 Maggio 2021)
Avere fede significa vivere nella gioia
Secondo un vecchio detto popolare, "siamo nati per patire", e sembrano corrispondervi certe storie di santi, certe immagini che accade di vedere dentro le chiese, certe prediche vecchio stile; insoma pare aver ragione chi ritiene il cristianesimo la religione della rinuncia, del sacrificio, della pe ...
(continua)
mons. Gianfranco Poma     (Omelia del 10 Maggio 2015)
Io vi chiamo amici
La pagina che leggiamo nella sesta domenica di Pasqua, Gv 15,9-17, è certamente una delle più intense del Vangelo: solo ascoltandola interiormente, vivendola, possiamo comprenderne sempre più profondamente il significato. È Lui, Gesù, che continua ad invitarci a "rimanere" in Lui, ma adesso ci intro ...
(continua)
Wilma Chasseur     (Omelia del 06 Maggio 2018)
Il soffio che ci toglie il respiro
Se domenica scorsa eravamo in campagna, nella vigna, oggi armiamoci di piccozza, corda e coraggio perché siamo invitati a salire un'altissima montagna che è addirittura l'Everest del cristianesimo: "Amatevi come io vi ho amati". Di che toglierci il respiro. Che dobbiamo amare l'abbiamo sempre saputo ...
(continua)
don Alberto Brignoli     (Omelia del 06 Maggio 2018)
Un Dio per amico
Di fronte all'ascolto di questo brano di Vangelo, potrà sembrare strano, ma a me sorge spontanea una domanda: "Perché?". Perché quando guardo le mie sorelle e i miei fratelli cristiani non vedo sul loro volto e nel loro cuore "la gioia piena" di cui ci parla Gesù oggi? Perché, invece di incontrare c ...
(continua)
don Alberto Brignoli     (Omelia del 09 Maggio 2021)
Liberi, felici, e innamorati dell'Amore
In questi giorni, nel panorama mediatico, ha tenuto banco - oltre, ovviamente, alle costanti informazioni riguardanti la pandemia - la notizia della polemica intercorsa tra un noto personaggio del mondo dello spettacolo, i vertici dell'azienda radiotelevisiva di stato, e alcuni esponenti del mondo p ...
(continua)
Monastero Domenicano Matris Domini     (Omelia del 10 Maggio 2015)
Commento su Gv 15,9-17
Collocazione del brano
Continua la nostra lettura di Giovanni 15. Dopo aver esortato i suoi a rimanere in Lui come i tralci nella vite, Gesù lascia cadere le similitudini e giunge a ciò che giustifica in profondità il discorso simbolico della vite stessa, e cioè l'amore, di cui il Padre ...

(continua)
don Domenico Bruno     (Omelia del 09 Maggio 2021)
Collegati a Gesù e scarica la gioia piena!
Rimanere nell'amore di Gesù significa collegarsi a Lui e scaricare l'aggiornamento per la gioia... quella piena! Quando Gesù ci esorta a seguire i suoi comandamenti non sta imponendo un atteggiamento di sottomissione, ma una formula magica. La ricetta della gioia piena! Chi non desidera di ess ...
(continua)
don Marco Pozza     (Omelia del 10 Maggio 2015)
L'eleganza non è farsi notare ma farsi ricordare
Con il fiatone della partenza addosso, tutto preso dagli ultimi preparativi. Quella cena ardentemente desiderata, la passione ancor tutta da vivere appieno, quel bacio che farà di un amico il traditore - anche se per Lui rimarrà amico ad oltranza -. E poi il catino e l'asciugatoio, la ...
(continua)
don Marco Pozza     (Omelia del 06 Maggio 2018)
Storia di un amore ricamato a mano
Alcuni amori sono fatti a mano, altri amori sono fatti in serie. Amori già veduti all'opera: "Sarò il tuo amore se (...)" Anche no, troppo facile così: "Lascia stare. Ti amo nonostante". Oltre: "Sei stato/a un disastro: ti amo per questo. Non ti sei arreso/a al disastro. Grazie, passato del mio disa ...
(continua)
don Giampaolo Centofanti     (Omelia del 14 Maggio 2020)

La graduale assiduità nell'accogliere la luce scava, scava, come nei discepoli di Emmaus. Ma poi, scavato molto, o entri in una nuova conversione o regredisci: il segno chiaro è l'insuperbire e il deviare, svuotandosi. Rimanere e crescere sempre. Se cincischio di continuo non cercando di distinguere ...
(continua)
don Luciano Cantini     (Omelia del 10 Maggio 2015)
Una gioia piena
Rimanete nel mio amore Con lo stesso amore con cui Gesù percepisce l'amore del Padre, il Signore ama i suoi discepoli ed esorta a permanere in quell'amore che insieme è del Padre e suo. Dall'inizio della cena (Gv 13,1) troviamo usato spesso il verbo agapaô (amare), e il sostantivo ...
(continua)
don Luciano Cantini     (Omelia del 06 Maggio 2018)
Senso unico
Come il Padre
L'amore è da Dio, scrive Giovanni nella sua prima lettera (4,7)... così dobbiamo intendere l'espressione "come" (kathòs) non nel senso del paragone piuttosto in senso generativo perché chiunque ama è stato generato da Dio (1Gv 4,7); è lui la sorgente dell'amor ...

(continua)
fr. Massimo Rossi     (Omelia del 10 Maggio 2015)
Commento su Giovanni 15,9-17
"A chi annunciamo il Vangelo? a coloro che conoscono già le Scritture, ai Giudei soltanto, oppure anche ai pagani?". Gli Atti degli Apostoli presentano entrambe le tesi: Pietro rappresenta coloro i quali ritenevano meritevoli di ricevere l'annuncio di salvezza solo i credenti di ...
(continua)
fr. Massimo Rossi     (Omelia del 06 Maggio 2018)
Commento su Giovanni 15,9-17
In questo breve passo tratto dal capitolo 15 del quarto Evangelo la Rivelazione raggiunge il culmine: Gesù svela il senso profondo della vocazione dei discepoli: diventare suoi amici. Si delinea così un nuovo legame tra Dio e gli uomini: fino ad allora percepito e vissuto come rapport ...
(continua)
fr. Massimo Rossi     (Omelia del 09 Maggio 2021)
Commento su Giovanni 15,9-17
Continua la catechesi di Gesù ai Dodici, durante la cena di addio: ritorna due volte la preghiera del Maestro di rimanere nel Suo amore; il Figlio di Dio spiega cosa significhi rimanere nel Suo amore: osservare i Suoi comandamenti. Lui stesso ha osservato i comandamenti del Padr ...
(continua)
don Luca Garbinetto     (Omelia del 10 Maggio 2015)
La cascata dell'amore
Siamo nel cuore dell'inno all'amore di Giovanni. Una cascata di Amore, lo Spirito Santo. La cui sorgente è il Padre e il cui letto che ne raccoglie le cataratte è il cuore squarciato del Figlio. Da lì trabocca, infrangendo gli argini, verso i suoi diletti, coloro che Egli ha scelto come suoi amici. ...
(continua)
don Luca Garbinetto     (Omelia del 09 Maggio 2021)
Il cerchio dell'amore
L'itinerario dell'amore che Gesù consegna ai suoi sembra percorrere una rotta verticale.
Parte dall'Alto, dal Padre, e discende verso il Figlio. Da questi entra nella vita delle sue creature più belle, gli uomini e le donne di questo mondo, che Gesù chiama amici e conduce per la via del ...

(continua)
don Michele Cerutti     (Omelia del 17 Aprile 2016)

Paolo annuncia il Vangelo tra le catene. Vuol dire anche in mezzo alle prove della vita il battezzato è chiamato ad annunciare Gesù e la sua novella. Penso a don Melloni sacerdote che l'anno scorso a Barletta pochi mesi prima della sua morte è stato ordinato. Devastato da un male che lo stava letter ...
(continua)
Michele Antonio Corona     (Omelia del 09 Maggio 2021)
Amare è un atto eroico
In questa domenica la liturgia ci propone il tema più importante dell'anno e dell'intera vita cristiana: l'amore, l'amore di Dio, l'amore da condividere coi fratelli. Non ci sono mezze misure nella sequela del Cristo risorto e non esistono scorciatoie. Non si tratta di un amore dolciastro, né di una ...
(continua)
Missionari della Via     (Omelia del 06 Maggio 2018)

In questa domenica il Signore approfondisce quella meravigliosa unione di amore che siamo chiamati e siamo resi capaci di vivere con lui e con gli altri. Anzitutto ci invita a rimanere nel suo amore. È un'immagine molto bella: la fede è uno stare uniti a Dio, immersi in lui, protetti e avvolti dal s ...
(continua)
Missionari della Via     (Omelia del 09 Maggio 2021)

Gesù ci lascia un comandamento, anzi il comandamento: quello dell'amore! Sembra strano, secondo la logica di questo mondo, che l'amore possa essere un comandamento, quando la frase che oggi ricorre spesso è: "al cuore non si comanda!".
Cosa è che mi dà la forza di amare in ogni momento anche qu ...

(continua)
don Giacomo Falco Brini     (Omelia del 06 Maggio 2018)
Se vuoi diventare amico di Dio
"Amarsi un po'", diceva il ritornello di una famosa canzone di Lucio Battisti nel suggerire di addentrarsi in una relazione di amore senza paura, avendo solo il coraggio di cominciare. Ma quella stessa canzone precisava che per viverla bisogna poi saper affrontare ostacoli e lacrime. In quest ...
(continua)
don Walter Magni     (Omelia del 17 Aprile 2016)
Nelle tue mani, Signore, è tutta la mia vita
Anche in questa domenica continuiamo a farci una domanda: cosa vuol dire stare dalla parte di Gesù Risorto? Scegliere di testimoniarlo non a parole, ma nei fatti? Direbbe il Vangelo di oggi: amando come Lui ci ha amati! Che poi vuol dire che andare oltre il mio io solito, marciare verso l'ine ...
(continua)
don Angelo Casati     (Omelia del 12 Maggio 2019)
Un vuoto di tenerezza...
Non so come voi stiate uscendo dalle letture che ora abbiamo ascoltato. Non so. Io esco - ma immagino anche voi - come da un'immersione nella tenerezza dei sentimenti. Penso alla casa del diacono Filippo: allora ci si riuniva nelle case. Vi immaginate la differenza tra casa e luogo pubblico? Dunque ...
(continua)
diac. Vito Calella     (Omelia del 06 Maggio 2018)
Dal "Ti do se tu mi dai" al "Do agli altri, perché tu mi hai dato"
Siamo impastati di due sguardi: uno controllore, un altro accogliente. Il nostro vivere dipende dallo sguardo degli occhi. Se la vita è una corsa dalla mattina alla notte, i nostri occhi diventano servi del nostro tatto. Rischiamo di fare con-tatto con le cose e soprattutto con le persone ch ...
(continua)
don Domenico Bruno     (Omelia del 06 Maggio 2018)
Il vizio di amare
Il vizio è un'abitudine non buona, un'azione sbagliata che compiamo senza nemmeno rendercene conto. Il suo esatto contrario è la virtù: un'abitudine buona. Il problema non sta in ciò che facciamo, ma in ciò che non ci rendiamo conto di fare. Infatti, se compiamo un'azione cattiva e ce ne accorgiamo, ...
(continua)
don Mario Simula     (Omelia del 09 Maggio 2021)
L'Amore senza argini
Il percorso del credente, discepolo del Signore Risorto, è tracciato. Non ne esiste uno alternativo. Non prevede scorciatoie. La luce che lo indica è inestinguibile e luminosissima. Splende giorno e notte.
E' una luce semplice e intensa. Disarma chi la accoglie con cuore sincero e ...

(continua)
don Lucio D'Abbraccio     (Omelia del 09 Maggio 2021)
Dio si conosce amando
Nelle letture di questa domenica è evidente e centrale il tema dell'amore. Questo, che è un argomento ricorrente nella prima Lettera di Giovanni, lo è anche nel brano del Vangelo dello stesso Giovanni che ci viene proposto oggi. Giovanni, nella sua Lettera (seconda lettura) rivela che Dio è Amore ...
(continua)
Paolo De Martino     (Omelia del 09 Maggio 2021)
Amati per amare
In questa pagina è racchiusa forse l'essenza del cristianesimo. Siamo al cuore dei discorsi di addio, cioè siamo al cuore del testamento che lascia Gesù. In questi nove versetti per nove volte risuona la parola "amore/amare" e per tre volte la parola "amici". Lo sappiamo, l'amore è l'esperienza p ...
(continua)