Omelie riferite al libro: Geremia, capitolo 31

don Raffaello Ciccone     (Omelia del 28 Dicembre 2014)
Commento su Ger 31, 15-18. 20; Rm 8, 14-21; Mt 2, 13b-18
Geremia 31, 15-18. 20
La narrazione della persecuzione di Gesù bambino comanda la scelta della prima lettura: Matteo, secondo la prassi che gli è tipica, introduce, a commento dell'episodio dei bambini uccisi, un passo di Geremia. Esso appartiene al mirabile "libretto della consolazione" ...

(continua)
CPM-ITALIA Centri di Preparazione al Matrimonio (coppie - famiglie)     (Omelia del 22 Marzo 2015)
Commento su Ger 31,31-34; Eb 5,7-9; Gv 12,20-33
Ebrei 5,7-9 Gesù perseguitato e messo a morte ha offerto un sacrificio a Dio in espiazione dei peccati del mondo. Egli pregò Dio Padre con forti grida e lacrime che poteva salvarlo dalla morte, ma poi si abbandonò alla volontà del Padre. Con la risurrezione si esaudì il volere di Dio. Gesù f ...
(continua)
CPM-ITALIA Centri di Preparazione al Matrimonio (coppie - famiglie)     (Omelia del 18 Marzo 2018)
Commento su Ger 31,31-34; Sal 50; Eb 5,7-9; Gv 12,20-33
Con questa domenica siamo giunti al termine del percorso quaresimale. Le letture di oggi ci richiamano quanto Dio sia fedele alle Sue promesse e ci ricordano che l'ultima Sua parola sono il perdono e la misericordia.

Nella prima lettura il profeta Geremia, che ci ricorda lo stile di Dio, annunci ...
(continua)

CPM-ITALIA Centri di Preparazione al Matrimonio (coppie - famiglie)     (Omelia del 21 Marzo 2021)
Commento su Ger 31,31-34; Sal 50; Eb 5,7-9; Gv 12,20-33
In verità, in verità io vi dico: se il chicco di grano, caduto in terra, non muore, rimane solo; se invece muore, produce molto frutto (Gv 12,24).
Mi viene spesso da chiedermi quale similitudine sceglierebbe oggi Gesù, in questa nostra epoca super tecnologica, per indicare alle donne e ...

(continua)
don Alessandro Farano     (Omelia del 28 Ottobre 2018)
Video commento - XXX Domenica del Tempo Ordinario - Anno B

...
(continua)

CPM-ITALIA Centri di Preparazione al Matrimonio (coppie - famiglie)     (Omelia del 25 Ottobre 2015)
Commento su Ger 31,7-9; Sal 125; Eb 5,1-6; Mc 10,46-52
La liturgia odierna ci insegna che la vera fede non solo salva, ma attiva anche il dinamismo della conversione. L'uomo, da sempre, si presenta come un cieco a causa della sua esasperata ricerca della perfezione e della onnipotenza. E questo accadde da sempre, da Genesi sino ad oggi.
L'odierna u ...

(continua)
don Giorgio Zevini     (Omelia del 25 Ottobre 2015)
Video commento a Mc 10, 46-52

...
(continua)