Omelie riferite al libro: Giobbe, capitolo 19

Casa di Preghiera San Biagio FMA     (Omelia del 02 Novembre 2015)
Commento su Gb 19, 25-27
"Io so che il mio Redentore è vivo e che, ultimo, si ergerà sulla polvere! Dopo che questa mia pelle sarà distrutta, senza la mia carne, vedrò Dio. Io lo vedrò, io stesso, e i miei occhi lo contempleranno non da straniero."
Gb 19, 25-27

Come vivere questa Parola?
Il pensi ...

(continua)

Casa di Preghiera San Biagio FMA     (Omelia del 02 Novembre 2016)
Commento su Gb 19,1; 23-27
«Rispondendo Giobbe prese a dire: "Oh, se le mie parole si scrivessero, se si fissassero in un libro, fossero impresse con stilo di ferro e con piombo, per sempre sì incidessero sulla roccia! Io so che il mio redentore è vivo e che, ultimo, si ergerà sulla polvere! Dopo che questa mia pelle sarà ...
(continua)
don Giorgio Zevini     (Omelia del 02 Novembre 2017)
Video Commento a Gv 6, 37-40

...
(continua)

Casa di Preghiera San Biagio FMA     (Omelia del 02 Novembre 2014)
Commento su Gb 19,1.23-27a; Sal 26; Rm 5,5-11; Gv 6,37-40
Con l'autunno termina un anno liturgico e ne inizia uno nuovo fra tre settimane con l'avvento. In quest'ultimo periodo del tempo ordinario celebriamo la memoria dei defunti. Sono stati i celti a collocare in questo periodo dell'anno solare la memoria dei morti. La Chiesa ha solo cristianizzato quest ...
(continua)
Casa di Preghiera San Biagio FMA     (Omelia del 02 Novembre 2012)
Commento su Giobbe 19,26-27
Vedrò Dio. Io lo vedrò. I miei occhi lo contempleranno non da straniero. Gb 19,26-27
Come vivere questa Parola?
La ricorrenza dei morti, che oggi siamo chiamati a vivere, per alcuni è fonte di amaro rimpianto, per altri di un ricordo vestitosi di dolore ma soprattutto ...

(continua)