Omelie riferite al libro: Lettera ai Galati, capitolo 6

don Raffaello Ciccone     (Omelia del 24 Febbraio 2013)
Commento su Deuteronomio 11, 18-28; Galati 6,1-10; Giovanni 4,5-42
Deut. 11, 18-28
Mosè, con questo testo, ci offre una riflessione sulle leggi dell'Alleanza che verranno poi scritte nei cap 12-26.
Tale riflessione conclude alcune raccomandazioni al popolo che esigono una chiara fedeltà alla legge e quindi alla ubbidienza e al riconoscimento dell'u ...

(continua)
don Romeo Maggioni     (Omelia del 24 Febbraio 2013)
Il dono di Dio
L'uomo è un pellegrino, assetato di felicità. Sballottato da illusioni, tenta ogni via, prova ogni esperienza, e alla fine si trova con la bocca amara. Quale la causa vera? Dice Geremia: "Oracolo del Signore. Due sono le colpe che ha commesso il mio popolo: ha abbandonato me, sorgente di acqua viva, ...
(continua)
Eremo San Biagio     (Omelia del 04 Ottobre 2013)
Commento su Galati 6, 14
"Quanto a me non ci sia altro vanto che nella croce del Signore nostro Gesù Cristo." Gal 6, 14
Come vivere questa Parola?
Le parole di s. Paolo ai Galati commentano a pennello l'esistenza di Francesco d'Assisi e mostrano come la conversione sia sempre uno spogliarsi ...

(continua)
Eremo San Biagio     (Omelia del 04 Ottobre 2011)
Commento su Lettera ai Galati 6,14
"Quanto a me non ci sia altro vanto che nella croce del Signore nostro Gesù Cristo, per mezzo della quale il mondo per me è stato crocifisso, come io per il mondo". Gal 6,14
Come vivere questa Parola?
In questa celebrazione del santo che ad Assisi, da spensierato ric ...

(continua)
Eremo San Biagio     (Omelia del 04 Ottobre 2012)
Commento su Galati 6,14
Quanto a me non ci sia altro vanto che nella Croce del Signore Gesù Cristo. Gal 6,14
Come vivere questa Parola?
Non solo perché è patrono d'Italia, ma perché è un Santo che, lungo i secoli, ha esercitato una forte attrattiva su uomini e donne di ogni tipo di società, ...

(continua)
Monastero Domenicano Matris Domini     (Omelia del 07 Luglio 2013)
Commento su Galati 6,14-18
Collocazione del brano
Questi sono gli ultimi versetti della lettera ai Gàlati. Con il nome di Galazia si definiva una zona che si trova più o meno al centro dell'attuale Turchia. Nella lettera che Paolo ha scritto ai suoi abitanti si viene a sapere che egli aveva annunciato loro il Vang ...

(continua)
Eremo San Biagio     (Omelia del 04 Ottobre 2010)

Dalla Parola del giorno Non è infatti la circoncisione che conta, né la non circoncisione, ma l'essere nuova creatura. (Gal 6,15) Come vivere questa Parola? La fede cristiana non si è imposta immediatamente come religione distinta dall'ebraismo nel cui alveo si era andata ...
(continua)
Eremo San Biagio     (Omelia del 04 Ottobre 2008)
Commento a Gal 6,15
Dalla Parola del giorno ?Non è né la circoncisione, né la non circoncisione che conta, ma l?essere Nuova creatura.? Come vivere questa Parola? S. Paolo dice che il suo vanto è solo aver capito quale forza generativa di vita sta nella croce del Signore Gesù. Ma la croce in s ...
(continua)
mons. Vincenzo Paglia     (Omelia del 07 Luglio 2013)
Commento su Isaia 66,10-14; Salmo 65; Galati 6,14-18; Luca 10,1-12.17-20
Introduzione
Non ci si fa da sé discepoli di Gesù. Si ricevono da lui la missione e la grazia necessaria per compierla. Si è mandati. Vi è dunque un doppio compito: ascoltare Dio per ricevere da lui la nostra missione particolare (e ciò attraverso il ministero della Chiesa, nella maggior ...

(continua)