Omelie riferite al libro: Lettera ai Filippesi, capitolo 4

Casa di Preghiera San Biagio FMA     (Omelia del 10 Novembre 2012)
Commento su Filippesi 4,10
Ho provato grande gioia nel Signore Fil 4,10
Come vivere questa Parola?
Più volte, nella lettera ai Filippesi, torna il richiamo alla gioia: gioia di Paolo che si sente raggiunto e quasi avvolto dalla sollecitudine di questa comunità a lui particolarmente cara, inv ...

(continua)
Casa di Preghiera San Biagio FMA     (Omelia del 08 Novembre 2014)
Commento su Fil 4, 10
"Ho provato grande gioia nel Signore perché finalmente avete fatto rifiorire la vostra premura nei miei riguardi: l'avevate anche prima, ma non ne avete avuto l'occasione".
Fil 4, 10
Come vivere questa Parola?
La gioia è la parola chiave di questo quarto e ultimo capi ...

(continua)
Casa di Preghiera San Biagio FMA     (Omelia del 05 Novembre 2016)
Commento su Fil 4, 10-13
«Fratelli, ho provato grande gioia nel Signore perché finalmente avete fatto rifiorire la vostra premura nei miei riguardi: l'avevate anche prima, ma non ne avete avuto l'occasione. Non dico questo per bisogno, perché ho imparato a bastare a me stesso in ogni occasione. So vivere nella povertà co ...
(continua)
Casa di Preghiera San Biagio FMA     (Omelia del 12 Ottobre 2014)
Commento su Fil 4,12-14
"So vivere nella povertà come so vivere nell'abbondanza; sono allenato a tutto e per tutto, alla sazietà e alla fame, all'abbondanza e all'indigenza. Tutto posso in colui che mi dà la forza. Avete fatto bene tuttavia a prendere parte alle mie tribolazioni".
Fil 4,12-14
Come vi ...

(continua)
Monastero Domenicano Matris Domini     (Omelia del 12 Ottobre 2014)
Commento su Fil 4,12-14.19-20
Collocazione del brano
Secondo alcuni studiosi il brano 4,10-20 farebbe parte di una lettera di modeste dimensioni, chiamata "lettera di ringraziamento", che Paolo mandò ai Filippesi appunto per ringraziarli di avergli mandato Epafrodito, perché si occupasse dei suoi bisogni, insieme ad ...

(continua)
Monastero Domenicano Matris Domini     (Omelia del 13 Dicembre 2015)
Commento su Fil 4,4-7
Collocazione del brano
Il nostro cammino di Avvento attinge ancora dalla lettera ai Filippesi. Ci troviamo quasi alla fine della lettera, ai saluti finali. Paolo esorta soprattutto i suoi fedeli a essere gioiosi sempre. E' un tema che si adatta bene a questa domenica detta Gaudete
(continua)
Monastero Domenicano Matris Domini     (Omelia del 05 Ottobre 2014)
Commento su Fil 4,6-9
Collocazione del brano
La nostra lettura di Filippesi salta i capitoli centrali (2,12 - 3,21) in cui Paolo parla di alcune situazioni pratiche (la missione di Timoteo ed Epafrodito presso i Filippesi) e dei suoi detrattori, di cui peraltro non ci dà molte indicazioni. In questa domenica ...

(continua)
Casa di Preghiera San Biagio FMA     (Omelia del 02 Ottobre 2011)
Commento su Filippesi 4,8
"Quello che è vero, quello che è nobile, quello che è giusto, quello che è puro, quello che è amabile, quello che è onorato, ciò che è virtù e ciò che merita lode, questo sia oggetto dei vostri pensieri." Fil 4,8
Come vivere questa parola?
Il testo dei Filippesi della ...

(continua)
don Giorgio Zevini     (Omelia del 15 Ottobre 2017)
Video Commento a Mt 22, 1 - 14

...
(continua)

CPM-ITALIA Centri di Preparazione al Matrimonio (coppie - famiglie)     (Omelia del 15 Ottobre 2017)
Commento su Is 25,6-10a; Sal 22; Fil 4,12-14.19-20; Mt 22,1-14
La liturgia d domenica scorsa ci ricordava, attraverso le parole del profeta Isaia, il difficile rapporto che è sempre esistito fra il Signore e il suo amato popolo. Il popolo è paragonato ad una vigna e il Signore è il vignaiolo.
Un uomo possedeva un terreno, lo curò, lo attrezzò al fine di fa ...

(continua)
dom Luigi Gioia     (Omelia del 15 Ottobre 2017)
Ancora bisognosi di sperare
Il re di cui parla il vangelo di oggi è il Signore. I servi che egli invia, sono in modo particolare gli apostoli e i loro successori, i ministri della Chiesa, coloro ai quali il Signore, alla fine del Vangelo di Matteo dice: Andate, e di tutte le nazioni fate i miei discepoli. Questo è l'invito all ...
(continua)
dom Luigi Gioia     (Omelia del 15 Ottobre 2017)
Ancora bisognosi di sperare
Il re di cui parla il vangelo di oggi è il Signore. I servi che egli invia, sono in modo particolare gli apostoli e i loro successori, i ministri della Chiesa, coloro ai quali il Signore, alla fine del Vangelo di Matteo dice: Andate, e di tutte le nazioni fate i miei discepoli. Questo è l'invito all ...
(continua)
CPM-ITALIA Centri di Preparazione al Matrimonio (coppie - famiglie)     (Omelia del 12 Ottobre 2014)
Commento su Is 25,6-10a; Fil 4,12-14.19-20; Mt 22,1-14
ISAIA 25,6-10
Versetti improntati sul banchetto divino. Convocato sul monte del Signore, monte considerato luogo centrale per il mondo, dove sono invitati tutti i popoli. Dalla descrizione dell'abbondanza di vini e vivande possiamo capire quanto questa festa sia importante considerando i ...

(continua)
CPM-ITALIA Centri di Preparazione al Matrimonio (coppie - famiglie)     (Omelia del 09 Ottobre 2011)
Commento su Isaia 25,6; Salmo 22; Filippesi 4,12-14.19-20; Matteo 22,1-14
Il Regno è una festa, un banchetto gioioso al quale tutti siamo chiamati: noi che ci troviamo ai crocicchi delle strade, incerti sulla direzione del cammino, forse disillusi perché avvertiamo la nostra emarginazione dalla comunità, storpi, ciechi, rottami umani, peccatori... Il Regno è davvero una f ...
(continua)
don Giorgio Zevini     (Omelia del 08 Ottobre 2017)
Video Commento a Mt 21, 33 - 43

...
(continua)

CPM-ITALIA Centri di Preparazione al Matrimonio (coppie - famiglie)     (Omelia del 02 Ottobre 2011)
Commento su Isaia 5,1-7; Salmo 79; Filippesi 4,6-9; Matteo 21,33-43
"Voglio cantare per il mio diletto /il mio cantico d'amore per la sua vigna"... Gesù ha certamente cantato, o recitato, la stupenda pagina di Isaia (5,1-7) che inizia con queste parole, mentre racconta la parabola della vigna e dei contadini omicidi che oggi meditiamo nell'Evangelo di Matteo ...
(continua)
CPM-ITALIA Centri di Preparazione al Matrimonio (coppie - famiglie)     (Omelia del 08 Ottobre 2017)
Commento su Is 5,1-7; Sal 79; Fil 4,6-9; Mt 21,33-43
La parola di Dio della liturgia odierna ritorna sull'argomento della nostra responsabilità nell'accettare o ignorare il dono del " Regno di Dio", già adombrato la precedente domenica, nella parabola dei due figli.
Trattasi di un dono molto importante, ma ritenuto non vitale da chiunque è superf ...

(continua)
dom Luigi Gioia     (Omelia del 08 Ottobre 2017)
L'incapacità che ci salva
Chiunque abbia avuto occasione di parlare con un vignaiolo, sa quanto la vigna sia una delle attività agricole che richiedono più cura, dedizione e passione. Vi si deve lavorare tutto l'anno, vi sono mille accorgimenti dai quali dipende la qualità del raccolto e malgrado tutte le cure che si prodiga ...
(continua)
dom Luigi Gioia     (Omelia del 08 Ottobre 2017)
L'incapacità che ci salva
Chiunque abbia avuto occasione di parlare con un vignaiolo, sa quanto la vigna sia una delle attività agricole che richiedono più cura, dedizione e passione. Vi si deve lavorare tutto l'anno, vi sono mille accorgimenti dai quali dipende la qualità del raccolto e malgrado tutte le cure che si prodiga ...
(continua)
don Raffaello Ciccone     (Omelia del 18 Dicembre 2011)
Commento su Isaia. 62, 10 - 63, 3b; Filippesi. 4, 4-9; Luca. 1, 26-38a
Lettura del profeta Isaia. 62, 10 - 63, 3b
Il testo di Isaia, che leggiamo oggi, fanno parte di alcuni brani, a iniziare dal capitolo 60, che proclamano lo splendore di Sion che il Signore riveste di luce (60,1). Tornano i popoli, ritorna il popolo d'Israele. Avrà forze sufficienti per r ...

(continua)
don Raffaello Ciccone     (Omelia del 21 Dicembre 2014)
Commento su Is 62,10-63,3b; Fil 4,4.9; Lc 1,26-38
Is 62,10-63,3b
Il capitolo 62 è il canto dello Sposo per la sposa, il canto della giustizia e della salvezza che brillano come stella e come lampada. "Per amore di Sion non tacerò, per amore di Gerusalemme non mi concederò riposo, finché non sorga come aurora la sua giustizia e la sua sa ...

(continua)
don Raffaello Ciccone     (Omelia del 22 Dicembre 2013)
Commento su Isaia 62,10-63,3b; Filippesi 4,4.9; Luca 1,26-38a
Isaia 62, 10 - 63, 3b
Tutto il capitolo 62 è il canto dello sposo e della sposa. Lo sposo è il Signore mentre la sposa è Gerusalemme. Il profeta vede rifiorire la sua città e ne interpreta la sua forza e la sua bellezza come il dono di Dio. "Sarai una magnifica corona nella mano del Sign ...

(continua)
Casa di Preghiera San Biagio FMA     (Omelia del 16 Dicembre 2012)
Commento su Luca 3,10.12.14; Sofonia 3,14; Filippesi 4,4
Maestro, che cosa dobbiamo fare? Lc 3,10.12.14
...Rallegratevi ~ siate sempre lieti nel Signore... Sof 3,14; Fil 4,4
Come vivere questa Parola?
Colpisce, in questa terza domenica di Avvento, la triplice domanda al maestro, a colui che sta pr ...

(continua)
Casa di Preghiera San Biagio FMA     (Omelia del 16 Dicembre 2012)
Commento su Luca 3,10.12.14; Sofonia 3,14; Filippesi 4,4
Maestro, che cosa dobbiamo fare? Lc 3,10.12.14
...Rallegratevi ~ siate sempre lieti nel Signore... Sof 3,14; Fil 4,4
Come vivere questa Parola?
Colpisce, in questa terza domenica di Avvento, la triplice domanda al maestro, a colui che sta pr ...

(continua)
Monastero Domenicano Matris Domini     (Omelia del 16 Dicembre 2012)
Commento su Sofonia 3,14-17; Is 12,2-6; Filippesi 4,4-7; Luca 3,10-18.
Collocazione del brano
Domenica scorsa abbiamo letto i primi sei versetti del capitolo 3 di Luca, capitolo dedicato per metà alla predicazione di Giovanni Battista. Come si è visto, i versetti 1-6 erano introduttivi, inquadravano la predicazione di Giovanni nella situazione politica e re ...

(continua)
Monastero Domenicano Matris Domini     (Omelia del 03 Marzo 2013)
Commento su Luca 3,10-18.
Collocazione del brano
Domenica scorsa abbiamo letto i primi sei versetti del capitolo 3 di Luca, capitolo dedicato per metà alla predicazione di Giovanni Battista. Come si è visto, i versetti 1-6 erano introduttivi, inquadravano la predicazione di Giovanni nella situazione politica e re ...

(continua)
CPM-ITALIA Centri di Preparazione al Matrimonio (coppie - famiglie)     (Omelia del 13 Dicembre 2015)
Commento su Sof 3,14-18; Is 12; Fil 4,4-7; Lc 3,10-18
La terza domenica di avvento è la domenica della gioia, della serenità di spirito, della fiducia nel Signore: le letture di questa domenica lo testimoniano e san Paolo ci esorta a far sì che la nostra gioia sia nota a tutti.
Questo annuncio, contestualizzato nella realtà dei giorni nostri, par ...

(continua)
CPM-ITALIA Centri di Preparazione al Matrimonio (coppie - famiglie)     (Omelia del 16 Dicembre 2012)
Commento su Sofonia 3,14-18;Isaia 12;Filippesi 4,4-7;Luca 3,10-18
Siamo a metà del tempo d'Avvento, tempo di attesa del perdono di Dio, proclamato dai profeti e da noi atteso, perché in noi si manifesti, col perdono delle nostre colpe anche la nostra salvezza. Questa attesa si manifesta nella venuta del Salvatore; permettiamolo venire nei nostri cuori affinché la ...
(continua)