Omelie riferite al libro: Lettera ai Filippesi, capitolo 2

don Raffaello Ciccone     (Omelia del 18 Maggio 2014)
Commento su At 10, 1-5. 24. 34-36. 44-48a; Fil 2, 12-16; Gv 14, 21-24
Atti degli Apostoli. 10, 1-5. 24. 34-36. 44-
La conversione di Cornelio, un centurione che coltiva un profondo rispetto per la religione d'Israele, come l'altro centurione di Cafarnao, ricordato da Luca (Lc7,1-10), è un avvenimento fondamentale dopo la risurrezione per la Comunità cristi ...

(continua)
don Giorgio Zevini     (Omelia del 01 Ottobre 2017)
Video Commento a Mt 20,1-16

...
(continua)

Casa di Preghiera San Biagio FMA     (Omelia del 01 Ottobre 2017)
Commento su Ez 18,25-28; Sal 24; Fil 2,1-11; Mt 21,28-32
La liturgia della parola, dell'odierna domenica, è dominata dalla figura dell'Emanuele obbediente al Padre. Egli incarnandosi nel seno di Maria Vergine diventa: " uno con noi,...tra noi,...come noi" e così, accettando di vivere da " servo" e da servo sofferente, partecipando alla nostra esperienza d ...
(continua)
don Giorgio Zevini     (Omelia del 01 Ottobre 2017)
Video Commento a Mt 21,28-132

...
(continua)

dom Luigi Gioia     (Omelia del 01 Ottobre 2017)
La goccia d'acqua nel deserto
Ci siamo così abituati a sentirci dire che le prostitute ci passeranno avanti nel regno di Dio e forse non ci rendiamo più conto della portata di questa affermazione. Non è certo la prostituzione stessa a rendere le prostitute esemplari. Si tratta di una delle forme più degradanti di disumanizzazio ...
(continua)
dom Luigi Gioia     (Omelia del 01 Ottobre 2017)
La goccia d'acqua nel deserto
Ci siamo così abituati a sentirci dire che le prostitute ci passeranno avanti nel regno di Dio e forse non ci rendiamo più conto della portata di questa affermazione. Non è certo la prostituzione stessa a rendere le prostitute esemplari. Si tratta di una delle forme più degradanti di disumanizzazio ...
(continua)
CPM-ITALIA Centri di Preparazione al Matrimonio (coppie - famiglie)     (Omelia del 28 Settembre 2014)
Commento su Ez 18,25-28; Sal 24; Fil 2,1-11; Mt 21,28-32
Le letture di questa domenica hanno come tema l'obbedienza al progetto di Dio ed il Vangelo si sofferma in particolare sulla differenza tra "l'intenzione" e "l'azione", affrontando il tema di un'autentica vita di fede che non è il conformismo religioso dei nostri facili "si", ma lo sforzo di colloca ...
(continua)
Monastero Domenicano Matris Domini     (Omelia del 28 Settembre 2014)
Commento su Fil 2,1-11
Collocazione del brano
Settimana scorsa abbiamo ascoltato Paolo dibattuto tra il desiderio di essere unito a Cristo mediante la morte e quello di rimanere in vita per sostenere la fede delle giovani comunità cristiane. Nel brano che non leggiamo nella liturgia egli incoraggia i fedeli a ...

(continua)
Casa di Preghiera San Biagio FMA     (Omelia del 03 Novembre 2014)
Commento su Fil 2, 3
"Ciascuno di voi, con tutta umiltà, consideri gli altri superiori a se stesso!"
Fil 2, 3
Come vivere questa Parola?
Dalla settimana scorsa stiamo leggendo in forma continuata, la lettera ai Filippesi. Sempre lei ci accompagnerà per tutta la settimana. Questa lettera, ...

(continua)
Casa di Preghiera San Biagio FMA     (Omelia del 05 Novembre 2014)
Commento su Fil 2, 13
"È Dio infatti che suscita in voi il volere e l'operare secondo il suo disegno di amore".
Fil 2, 13
Come vivere questa Parola?
È impressionante come una riflessione così profonda sul fare, sull'agire emerga proprio in uno scritto elaborato in reclusione! Paolo, ancora ...

(continua)
Casa di Preghiera San Biagio FMA     (Omelia del 04 Novembre 2014)
Commento su Fil 2, 5-6
"Abbiate in voi gli stessi sentimenti di Cristo Gesù: egli, pur essendo nella condizione di Dio, non ritenne un privilegio l'essere come Dio".
Fil 2, 5-6
Come vivere questa Parola?
Gesù si muove dalla divinità all'umanità, dimenticandosi i privilegi dell'essere Dio. L ...

(continua)
Casa di Preghiera San Biagio FMA     (Omelia del 09 Aprile 2017)
Commento su Fil 2, 6-8
Cristo Gesù, pur essendo di natura divina, non considerò un tesoro geloso la sua uguaglianza con Dio; ma spogliò se stesso, assumendo la condizione di servo e divenendo simile agli uomini; apparso in forma umana, umiliò se stesso facendosi obbediente fino alla morte e alla morte di croce.
Fi ...

(continua)
Monastero Domenicano Matris Domini     (Omelia del 13 Aprile 2014)
Commento su Fil 2,6-11
Collocazione del brano
Questo brano di Paolo è uno dei tre inni Cristologici che l'Apostolo riprende dalla prassi liturgica delle prime comunità cristiane e introduce nelle sue argomentazioni. In particolare in questa lettera, scritta dal carcere, egli esorta la comunità di Filippi ad e ...

(continua)
Monastero Domenicano Matris Domini     (Omelia del 14 Settembre 2014)
Commento su Fil 2,6-11
Collocazione del brano
Quest'anno la 24a domenica del tempo ordinario ricorre il 14 settembre e così lascia il posto alla festa dell'Esaltazione della Santa Croce.
La seconda lettura è tratta dalla lettera ai Filippesi e anche domenica prossima la seconda lettura abbandona Romani pe ...

(continua)
dom Luigi Gioia     (Omelia del 25 Marzo 2018)
Voci e silenzio
La proclamazione liturgica del vangelo della passione di Gesù è normalmente distribuita tra più lettori che mettono in scena tre voci: quella del cronista, quella di Gesù e quella che tradizionalmente si chiamava in latino turba, cioè tutti gli altri personaggi. Quando la Passione è cantata secondo ...
(continua)
CPM-ITALIA Centri di Preparazione al Matrimonio (coppie - famiglie)     (Omelia del 14 Aprile 2019)
Commento su Is 50,4-7; Sal 21; Fil 2,6-11; Lc 22,14-23,56
Quando partecipiamo all'Eucaristia della Domenica delle Palme, ci avviciniamo in genere alla lettura della Passione di Gesù con quella commozione che deriva dal percepire la distanza esistente tra la nostra accurata attenzione ad evitare fatiche, dolori, disconferme, e l'atteggiamento del Maestro ch ...
(continua)
don Giorgio Zevini     (Omelia del 20 Marzo 2016)
Video Commento a Lc 22,14-23,56

...
(continua)

CPM-ITALIA Centri di Preparazione al Matrimonio (coppie - famiglie)     (Omelia del 20 Marzo 2016)
Commento su Is 50,4-7; Sal 21; Fil 2,6-11; Lc 22,14-23,56
Con questa domenica della passione del Signore si apre la Settimana santa. La liturgia prevede due momenti significativi: la processione degli ulivi (ricordo dell'entrata festosa di Gesù a Gerusalemme) e la lettura dell'intero racconto della passione secondo Luca, che rappresenta il vertice della li ...
(continua)
CPM-ITALIA Centri di Preparazione al Matrimonio (coppie - famiglie)     (Omelia del 25 Marzo 2018)
Commento su Is 50,4-7; Sal 21; Fil 2,6-11; Mc 14,1-15,47
La Domenica delle Palme nella tradizione liturgica è dedicata alla lettura del racconto della Passione di Nostro Signore Gesù Cristo; il ricordo di questo evento centrale per la nostra fede merita tutta la nostra attenzione e la nostra meditazione sulla sofferenza di Gesù accettata per amore degli u ...
(continua)
CPM-ITALIA Centri di Preparazione al Matrimonio (coppie - famiglie)     (Omelia del 09 Aprile 2017)
Commento su Is 50,4-7; Sal 21; Fil 2,6-11; Mt 26,14-27,66
Se dovessimo cercare una parola chiave per questa domenica delle Palme, potremmo trovarla nel termine obbedienza. A chi bisogna obbedire? Ai figli viene detto che occorre obbedire ai genitori; ai credenti di qualsivoglia religione si richiede l'obbedienza ai loro capi spirituali; ai sudditi è ...
(continua)
CPM-ITALIA Centri di Preparazione al Matrimonio (coppie - famiglie)     (Omelia del 05 Aprile 2020)
Commento su Is 50,4-7; Sal 21; Fil 2,6-11; Mt 26,14-27,66
Domenica delle Palme...dagli ?osanna? si passa al ?crucifige?... ossia: un trionfo senza dolore è illusione, come è illusione ogni trionfo che non sia dono di Pace. Ecco per cui, per i cristiani, l'olivo simboleggia la pace, mentre la palma simboleggia il martirio.

E' una lettura d ...
(continua)

dom Luigi Gioia     (Omelia del 09 Aprile 2017)
Quando il senso svanisce
Il testo dell'omelia si trova in Luigi Gioia, "Mi guida la tua mano. Omelie sui vangeli domenicali. Anno A", ed. Dehoniane. Clicca qui ...
(continua)
dom Luigi Gioia     (Omelia del 09 Aprile 2017)
Quando il senso svanisce
C'è qualcosa che l'uomo della Bibbia teme ancora più della sofferenza fisica, del dolore e delle prove della vita. C'è una forma di afflizione interiore legata direttamente alla relazione con il Signore che più di ogni altra chiude l'orizzonte e fa paura. Essa si esprime quando il salmista geme in e ...
(continua)
CPM-ITALIA Centri di Preparazione al Matrimonio (coppie - famiglie)     (Omelia del 13 Aprile 2014)
Commento su Is 50,4-7;Sal 21;Fil 2,6-11;Mt 26,14-27,66
Prima "Osanna al Figlio di Davide" e dopo "Sia crocifisso", ma sempre umiltà e obbedienza.
Colui che viene osannato al suo ingresso in Gerusalemme termina la sua straordinaria avventura appeso al legno della croce abbandonato da tutti: "Dio mio, Dio mio, perché mi hai abbandonato".
...

(continua)
CPM-ITALIA Centri di Preparazione al Matrimonio (coppie - famiglie)     (Omelia del 14 Settembre 2014)
Commento su Nm 21,4-9; Fil 2,6-11; Gv 3,13-17
Oggi la liturgia ci propone la festa dell'esaltazione della santa croce, che si celebra in questa data e, trovandosi di domenica, ha precedenza sulla liturgia ordinaria. La sua origine è storica e ricorda il ritrovamento del luogo della crocifissione a Gerusalemme da parte della regina Elena, madre ...
(continua)
don Raffaello Ciccone     (Omelia del 14 Settembre 2014)
Commento su Nm 21,4b-9;Fil 2,6-11;Gv 3,13-17
Lettura del libro dei Numeri 21, 4b-9
Il popolo è scoraggiato della fatica e delle difficoltà che deve affrontare, addirittura per mancanza di acqua e di cibo che invece in Egitto avevano a sufficienza. Ma allora l'aver seguito questo nuovo Dio, di cui Mosè si è fatto portavoce, è una d ...

(continua)