Omelie riferite al libro: Esodo, capitolo 34

don Raffaello Ciccone     (Omelia del 30 Marzo 2014)
Commento su Es 34, 27 - 35, 1; 2Cor 3, 7-18; Gv 9, 1-38b
Esodo 34,27-35
Nella tragedia del tradimento il popolo, che ha abbandonato il Dio misterioso che lo ha liberato, costruendosi un vitello d'oro, ha identificato Dio con un idolo visibile. In questa operazione, è stato coinvolto anche Aronne che ha ricevuto " i pendenti delle orecchie del ...

(continua)
don Raffaello Ciccone     (Omelia del 23 Marzo 2014)
Commento su Es 34,1-10; Gal 3,6-14; Gv 8,31-59
Esodo 34, 1-10
Mosè sale sul Sinai una seconda volta. La prima volta ha ricevuto da Dio le tavole dell'alleanza, le "dieci parole" che debbono definire completamente l'adesione, la fedeltà e la conferma della preferenza di Dio per questo popolo.
Ma il ritorno è stato disastroso. Mo ...

(continua)
CPM-ITALIA Centri di Preparazione al Matrimonio (coppie - famiglie)     (Omelia del 11 Giugno 2017)
Commento su Es 34,4-6.8-9; Dn 3,52-56; 2Cor 13,11-13; Gv 3,16-18
La liturgia della Chiesa Cattolica, dopo aver celebrato, la scorsa domenica, la solennità di Pentecoste, oggi celebra la solennità della SS Trinità mistero d'amore: inesprimibile per povertà di linguaggio; di vita ché la nostra piccolezza non potrà mai comprendere anche se di Lui, talora, balbettiam ...
(continua)
dom Luigi Gioia     (Omelia del 11 Giugno 2017)
Un'onda inarrestabile
Il testo dell'omelia si trova in Luigi Gioia, "Mi guida la tua mano. Omelie sui vangeli domenicali. Anno A", ed. Dehoniane. Clicca qui ...
(continua)
dom Luigi Gioia     (Omelia del 11 Giugno 2017)
Un'onda inarrestabile
La solennità della Trinità ci invita a verificare quale idea ci facciamo di Dio e a confrontarla con quello che ci rivela Gesù per mezzo del suo Spirito. Non si tratta solo di una questione di ortodossia, di esattezza dal punto di vista dottrinale, ma della nostra stessa identità e del senso della n ...
(continua)