Omelie riferite al libro: Lettera agli Efesini, capitolo 5

dom Luigi Gioia     (Omelia del 26 Marzo 2017)
Il vero accecamento
Il testo dell'omelia si trova in Luigi Gioia, "Mi guida la tua mano. Omelie sui vangeli domenicali. Anno A", ed. Dehoniane. Clicca qui ...
(continua)
dom Luigi Gioia     (Omelia del 26 Marzo 2017)
Il vero accecamento
Ogni volta che si rilegge il Vangelo del cieco nato non si può non restare stupiti di fronte all'atteggiamento dei farisei, messo in rilievo anche dall'ironia con la quale l'evangelista Giovanni lo dipinge. Hanno di fronte un cieco nato che ha ritrovato la vista, ma non esprimono nessuno stupore. Fi ...
(continua)
CPM-ITALIA Centri di Preparazione al Matrimonio (coppie - famiglie)     (Omelia del 30 Marzo 2014)
1Sam 16,1.4.6-7.10-13;Ef 5,8-14;Gv 9,1-41
1 SAMUELE 16,1.4 6-7.10-13
Da qui inizia l'ascesa di Davide al trono d'Israele. Esso viene consacrato re da Samuele per mandato da Dio. Davide fu unto in mezzo ai suoi fratelli e lo spirito del Signore irruppe su di lui da quel giorno in poi. Nonostante Iesse abbia sette figli giovani e ...

(continua)
CPM-ITALIA Centri di Preparazione al Matrimonio (coppie - famiglie)     (Omelia del 26 Marzo 2017)
Commento su 1Sam 16,1.4.6-7.10-13; Sal 22; Ef 5,8-14; Gv 9,1-41
La liturgia della terza domenica di quaresima ci aveva fatto riascoltare il dialogo che Gesù ha con la donna Samaritana, uno dei dialoghi più belli e profondi del vangelo, nel quale Gesù chiede da bere, chiede l'acqua e a sua volta dà l'acqua viva che dà la vita.
Il dono dell'acqua è un simbol ...

(continua)
CPM-ITALIA Centri di Preparazione al Matrimonio (coppie - famiglie)     (Omelia del 22 Marzo 2020)
Commento su 1Sam 16,1.4.6-7.10-13; Sal 22; Ef 5,8-14; Gv 9,1-41
Il filo conduttore delle letture di questa domenica ci pare essere la distinzione tra la visione degli occhi e la visione del cuore.
Questa distinzione è già ben chiara nell'Antico Testamento e la scelta di Davide, il più piccolo tra i figli di Iesse, sconvolge tutte le ragionevoli prassi degli ...

(continua)
don Giorgio Zevini     (Omelia del 05 Febbraio 2017)
Video Commento a Gv 9, 1 - 41

...
(continua)

don Raffaello Ciccone     (Omelia del 22 Marzo 2015)
Commento su Dt 6,4a.20-25; Ef 5,15-20; Gv 11,1-53
Deuteronomio 6, 4a. 20-25.
In tutto il capitolo 6 la Parola di Dio ci svela, da una parte, la proposta di Dio per il suo popolo e, dall'altra, la corrispondente risposta del popolo riconoscente per i doni ricevuti.
Ma, per scoprire questo dialogo e questo cammino comune, bisogna ini ...

(continua)
Monastero Domenicano Matris Domini     (Omelia del 16 Agosto 2015)
Commento su Ef 5,15-20
Collocazione del brano
Continuano le esortazioni della parte finale della lettera agli Efesini. Nel capitolo 5 tali esortazioni sono divise in tre parti. La prima riguarda l'amore, la seconda la fede e la salvezza che si ottiene attraverso un'illuminazione da parte di Cristo. La terza r ...

(continua)
Monastero Domenicano Matris Domini     (Omelia del 23 Agosto 2015)
Commento su Ef 5,21-32
Collocazione del brano
Terminiamo questa domenica la nostra lettura di Efesini. Questo brano continua quello di domenica scorsa, nel quale Paolo raccomandava ai suoi fedeli di comportarsi in modo saggio e di essere pieni dell'ebbrezza dello Spirito. Nei versetti di oggi scende alle rela ...

(continua)
Monastero Domenicano Matris Domini     (Omelia del 30 Marzo 2014)
Commento su Ef 5,8-14
Collocazione del brano
In correlazione con il vangelo di questa domenica dedicato alla guarigione del cieco nato e al discorso del vedere/non vedere, la seconda lettura scelta parla della scelta che ogni credente deve fare tra la luce e le tenebre. Qui le tenebre non sono intese nel sen ...

(continua)
CPM-ITALIA Centri di Preparazione al Matrimonio (coppie - famiglie)     (Omelia del 23 Agosto 2015)
Commento su Gs 24,1-2.15-17.18; Sal 33; Ef 5,21-32; Gv 6,60-69
Giosuè dopo la morte di Mosè ha ricevuto da Jahve un'eredità non facile: condurre i figli d'Israele verso il paese che Dio ha concesso loro in eredità. Giosuè è un uomo pieno di Spirito e di saggezza, "poiché Mosè aveva posato le mani su di lui" (Dt 34,9), con un forte ascendente sul popolo, ...
(continua)
CPM-ITALIA Centri di Preparazione al Matrimonio (coppie - famiglie)     (Omelia del 26 Agosto 2018)
Commento su Gs 24,1-2.15-17.18; Sal 33; Ef 5,21-32; Gv 6,60-69
La liturgia di domenica scorsa continuava ad esporre il messaggio del Cristo quale pane disceso dal cielo. Gesù si rende conto che le folle non hanno ancora capito qual sia la differenza fra il cibo che dura in eterno e la manna che finisce.
Nel vangelo Gesù ci ricorda che solo chi mangia il su ...

(continua)
don Giorgio Zevini     (Omelia del 23 Agosto 2015)
Video commento su Gs 24,1-2.15-17.18; Sal 33; Ef 5,21-32; Giovanni 6,60-69

...
(continua)

don Raffaello Ciccone     (Omelia del 31 Agosto 2014)
Commento su Is 65,13-19;Ef 5,6-14;Lc 9,7-11
Isaia 65, 13-19
Siamo nel periodo del post- esilio, il tempo del ritorno dopo la deportazione a Babilonia (sec VI-V a.C). Il popolo, solo una parte degli esiliati, ha accettato di ritornare, ricco di sogni di grandezza. Ma tutti scoprono la povertà e la fatica, popolo povero nei confron ...

(continua)
don Michele Cerutti     (Omelia del 31 Agosto 2014)

Paolo ci invita a essere saldi e ancorati al messaggio cristiano. C'è la preoccupazione che le Comunità cristiane si disperdano dietro a falsi predicatori a coloro che dopo la morte di Gesù iniziano a diffondere eresie. D'altra parte nelle prime comunità vi era un fermento dovuto a provenienze diver ...
(continua)
CPM-ITALIA Centri di Preparazione al Matrimonio (coppie - famiglie)     (Omelia del 16 Agosto 2015)
Commento su Pr 9,1-6; Sal 33; Ef 5,15-20; Gv 6,51-58
C'è tutto un percorso sapienziale nella prima lettura di questa domenica, ed è la sapienza (uno dei tanti nomi di Dio?) la protagonista: "A chi è privo di senno ella dice: «Venite, mangiate il mio pane, bevete il vino che io ho preparato. Abbandonate l'inesperienza e vivrete, andate diritti per l ...
(continua)
CPM-ITALIA Centri di Preparazione al Matrimonio (coppie - famiglie)     (Omelia del 19 Agosto 2018)
Commento su Pr 9,1-6; Sal 33; Ef 5,15-20; Gv 6,51-58
Nel brano evangelico, che la liturgia domenicale offre alla nostra contemplazione è contenuta la conclusione del discorso di Gesù sul pane di vita.
Per tutte le religioni e civiltà di questo mondo mangiare alla stessa tavola crea vincoli sacri che si evidenziano con l'accoglienza e la confidenz ...

(continua)