Omelie riferite al libro: Deuteronomio, capitolo 18

CPM-ITALIA Centri di Preparazione al Matrimonio (coppie - famiglie)     (Omelia del 01 Febbraio 2015)
Commento su Dt 18,15-20; Sal 94; 1Cor 7,32-35; Mc 1,21-28
La liturgia di domenica scorsa ci ha fatto meditare sul perché per ognuno è ormai tempo di convertirsi e di credere al vangelo, poiché non c'è più tempo per indugiare ancora: infatti il regno di Dio è vicino.
Il regno di Dio il cristiano lo deve realizzare già in questo mondo per mezzo della p ...

(continua)
CPM-ITALIA Centri di Preparazione al Matrimonio (coppie - famiglie)     (Omelia del 31 Gennaio 2021)
Commento su Dt 18,15-20; Sal 94; 1Cor 7,32-35; Mc 1,21-28
Le letture di questa Iva Domenica del tempo ordinario ci dicono che la parola di Dio fa male. Fa male a chi la trasmette e fa male a chi la riceve e tenta di metterla in pratica.
Fa male a chi la trasmette: se guardiamo alla storia vediamo che i profeti, che hanno proclamato la parola di Dio co ...

(continua)
dom Luigi Gioia     (Omelia del 28 Gennaio 2018)
La voce che parla al cuore
La prima lettura, tratta dal libro del Deuteronomio, promette un nuovo profeta: Mosè parlò al popolo dicendo: Il Signore, tuo Dio, susciterà per te, in mezzo a te, tra i tuoi fratelli, un profeta pari a me (Dt 18,15). Il Signore promette la venuta di una persona nella cui voce si può riconoscere que ...
(continua)