Omelie riferite al libro: Lettera ai Colossesi, capitolo 2

don Raffaello Ciccone     (Omelia del 27 Aprile 2014)
Commento su Ap 4,8-24a; Col 2,8-15; Gv 20,19-31
Atti 4, 8-24
Siamo nei primi tempi della comunità cristiana a Gerusalemme. La vita si svolge normalmente e con una certa tranquillità. Tuttavia la comunità cristiana, sconvolta dalla morte e stupita e ricca di entusiasmo per la risurrezione di Gesù, mentre si organizza, ripensa ai messa ...

(continua)
don Raffaello Ciccone     (Omelia del 07 Aprile 2013)
Commento su Atti degli Apostoli. 4, 8-24a; Colossesi 2, 8-15; Giovanni. 20, 19-31
Atti degli Apostoli. 4, 8-24a
La Comunità cristiana si sta organizzando. Continua a frequentare il tempio secondo le abitudini del gruppo dei discepoli di Gesù, che già con Gesù, nei giorni precedenti la sua morte e la resurrezione, va regolarmente. Così gli apostoli non hanno motivo di ...

(continua)
Monastero Domenicano Matris Domini     (Omelia del 28 Luglio 2013)
Commento su Colossesi 2,12-14
Collocazione del brano
Paolo continua la sua lettera ai Colossesi esortandoli a non lasciarsi ingannare da nessuno attraverso filosofie e vuoti raggiri ispirati alla tradizione umana, secondo gli elementi del mondo (stelle, fenomeni cosmici, calendari...) e non secondo Cristo. Sono quest ...

(continua)
CPM-ITALIA Centri di Preparazione al Matrimonio (coppie - famiglie)     (Omelia del 28 Luglio 2019)
Commento su Gen 18,20-32; Sal 137; Col 2,12-14; Lc 11,1-13
«Quando pregate, dite: ?Padre, sia santificato il tuo nome, venga il tuo regno; dacci oggi il nostro pane quotidiano, e perdona a noi i nostri peccati, anche noi infatti perdoniamo a ogni nostro debitore, e non abbandonarci alla tentazione?».

Ogni domenica - per chi ancora partecipa all' ...
(continua)

don Giorgio Zevini     (Omelia del 24 Luglio 2016)
Video Commento a Lc 11, 1- 13

...
(continua)

mons. Vincenzo Paglia     (Omelia del 28 Luglio 2013)
Commento su Genesi 18,20-32; Salmo137; Colossesi 2,12-14; Luca 11,1-13
Introduzione
Grazie alle letture bibliche, oggi la Chiesa ci insegna quello che significa la preghiera e come bisogna pregare. Il racconto dell'intercessione di Abramo in favore delle città depravate di Sodoma e Gomorra (Gen 18,20-32: 1a lettura) dimostra che i castighi di Dio non sono l ...

(continua)
don Raffaello Ciccone     (Omelia del 18 Gennaio 2015)
Commento su Is 25,6-10a; Col 2,1-10a; Gv 2,1-11
Isaia 25, 6-10a
Agli occhi ed alla immaginazione del mondo ebraico, povero per il proprio lavoro di agricoltore e di pastore, i racconti e gli annunci di grandi banchetti erano l'apertura di un sogno splendido, ancor più prezioso se fatto da un re dopo una vittoria. In quel caso non si b ...

(continua)