Omelie riferite al libro: Atti degli Apostoli, capitolo 2

don Raffaello Ciccone     (Omelia del 27 Maggio 2012)
Commento su Atti degli Apostoli. 2, 1-11, Prima Corinzi. 12, 1-11; Giovanni. 14, 15-20
Lettura degli Atti degli Apostoli. 2, 1-11
La Pentecoste ci fa celebrare l'inizio di una esperienza particolare, vissuta dalla prima Comunità cristiana, che ha aperto gli occhi sul dono dello Spirito, dato dal Padre attraverso Gesù.
In questo dono, noi che siamo stati battezzati, le ...

(continua)
don Raffaello Ciccone     (Omelia del 19 Maggio 2013)
Commento su Atti 2, 1-11; Prima Corinti 12, 1-11; Giovanni. 14, 15-20
Atti degli Apostoli. 2, 1-11
Sono passati ormai quasi due mesi, 50 giorni dal tempo dell'angoscia, della solitudine e quindi della esaltazione alla vista di Gesù risorto che ha voluto restare con i suoi, secondo il calendario di Luca negli "Atti degli apostoli" 40 giorni. Ci sono stati i ...

(continua)
CPM-ITALIA Centri di Preparazione al Matrimonio (coppie - famiglie)     (Omelia del 09 Giugno 2019)
Commento su At 2, 1-11; 1Cor 12,3b-7 12-13; Gv 20, 19-23
?Secondo una tradizione giudaica, la voce del Signore al Sinai si era diversificata in settanta lingue, tanti erano i popoli della terra secondo una antica credenza (n. 10), mentre un'altra tradizione diceva che tutte le tribù l'avevano intesa, ciascuna nel suo dialetto.? Si ripete ora lo ste ...
(continua)
don Alessandro Farano     (Omelia del 20 Maggio 2018)
Video commento - Domenica di Pentecoste - Anno B

...
(continua)

CPM-ITALIA Centri di Preparazione al Matrimonio (coppie - famiglie)     (Omelia del 19 Maggio 2013)
Commento su Atti 2, 1-11; Salmo 103 (104); Romani 8,8-17; Giovanni 14,15-16.23b-26
Dopo la Pasqua, dopo gli eventi della morte e della resurrezione di Gesù, i discepoli erano disorientati e affranti. Gesù era sì ricomparso loro, ma lo percepivano "diverso" e sentivano che nulla sarebbe tornato come prima. Il loro stato d'animo era di sconforto ed essi 50 giorni dopo gli eventi si ...
(continua)
don Claudio Doglio     (Omelia del 08 Giugno 2014)
Pentecoste festa dell'alleanza nello Spirito
Clicca qui per scaricare il commento in formato MP3.

Per ascoltare il commento, clicca sul play sulla sinistra del lettore:


(continua)

don Luciano Cantini     (Omelia del 27 Maggio 2012)
Parti, Medi, Elamiti
Erano stupiti e, fuori di sé per la meraviglia Ecco la pentecoste... diversità di popoli e di etnie... fuori di sé per lo stupore perché sentono nelle loro lingue annunziare le grandi opere di Dio. Questo evento ci racconta le contraddizioni che viviamo, molti aspetti dell'oggi farebbero pe ...
(continua)
Luca Rubin     (Omelia del 09 Giugno 2019)
Pentecoste: oggi di Dio
Mentre stava compiendosi il giorno della Pentecoste, si trovavano tutti insieme nello stesso luogo. Tempo e spazio: sono le due coordinate fondamentali per la vita su questa terra. Un giorno come gli altri, un luogo familiare e ordinario diventano lo scenario dell'incontro tra Dio e l ...
(continua)
don Alessandro Farano     (Omelia del 09 Giugno 2019)
Lectio Divina - Domenica di Pentecoste - Anno C

...
(continua)

don Giorgio Zevini     (Omelia del 24 Maggio 2015)
Video commento a Gv 15,26-27; 16,12-15

...
(continua)

CPM-ITALIA Centri di Preparazione al Matrimonio (coppie - famiglie)     (Omelia del 20 Maggio 2018)
Commento su At 2,1-11; Sal 103; Gal 5,16-25; Gv 15,26-27; 16,12-15
La liturgia di domenica scorsa si snodava tutta intorno alla figura del Cristo che avvolto da una nube ascendeva al cielo.
Cristo siede ora alla destra del Padre, ma continua la sua missione nella Chiesa attraverso lo Spirito. Bellissima l'immagine dei discepoli, uomini di Galilea, che alzano l ...

(continua)
mons. Vincenzo Paglia     (Omelia del 19 Maggio 2013)
Commento su Atti 2,1-11; Salmo 103; Romani 8,8-17; Giovanni 14,15-16.23-26
Introduzione
''Lo Spirito Santo è lo Spirito di Cristo ed è la Persona divina che diffonde nel mondo la possibilità di imitare Cristo, dando Cristo al mondo e facendolo vivere in noi.
Nell'insegnamento e nell'opera di Cristo, nulla è più essenziale del perdono. Egli ha proclamato i ...

(continua)
don Giorgio Zevini     (Omelia del 15 Maggio 2016)
Video Commento a Gv 14,15-16.23-26

...
(continua)

dom Luigi Gioia     (Omelia del 04 Giugno 2017)
Respirare Dio
Il testo dell'omelia si trova in Luigi Gioia, "Mi guida la tua mano. Omelie sui vangeli domenicali. Anno A", ed. Dehoniane. Clicca qui ...
(continua)
dom Luigi Gioia     (Omelia del 04 Giugno 2017)
Respirare Dio
Il gesto che compie Gesù nel vangelo di oggi richiama quello del Padre nel momento della creazione del primo essere umano. Come infatti Gesù soffia per effondere lo Spirito Santo, così nel libro della Genesi il Padre plasmò l'uomo con polvere del suolo e soffiò nelle sue narici un alito di vita e l' ...
(continua)
don Raffaello Ciccone     (Omelia del 08 Giugno 2014)
Commento su At 2,1-11;1Cor 12,1-11;Gv 14,15-20
Atti degli Apostoli. 2, 1-11
Luca, che vuole richiamare il cammino nel tempo della Comunità di Gesù, ritorna ai suoi inizi per scoprire come è iniziato e quindi come è continuato negli anni successivi. Gli Atti degli Apostoli iniziano con i brevi incontri di Gesù risorto, l'Ascensione ...

(continua)
CPM-ITALIA Centri di Preparazione al Matrimonio (coppie - famiglie)     (Omelia del 08 Giugno 2014)
Commento su At 2,1-11; 1Cor 12,3-7.12-13; Gv 20,19-23
La festa di Pentecoste non può essere disgiunta dalla veglia di preghiera che la precede, che fa un chiaro riferimento alla Pasqua. Le diverse letture di questa veglia ci aiutano a rileggere ciò che Dio ha fatto per noi e ci permettono di rivedere, con lo sguardo del poi, tutta la storia alla luce d ...
(continua)
don Maurizio Prandi     (Omelia del 27 Maggio 2012)
Consumarsi, amando
E' una bella solennità quella che celebriamo in questa domenica: una festa dell'universalità, e come domenica scorsa possiamo dire che è una festa missionaria. L'universalità emerge prepotentemente dalla prima lettura, grazie alla forza dell'annuncio. Lo immagino così l'annuncio dei discepoli que ...
(continua)
mons. Gianfranco Poma     (Omelia del 19 Maggio 2013)
Tutti coloro che sono guidati dallo Spirito sono figli di Dio
"Mentre stava compiendosi il giorno della Pentecoste si trovavano tutti insieme nello stesso luogo. Venne all'improvviso dal cielo un fragore, quasi un vento che si abbatte impetuoso e riempì tutta la casa dove stavano. Apparvero loro lingue come di fuoco che si dividevano e si posarono su ciascuno ...
(continua)
dom Luigi Gioia     (Omelia del 15 Aprile 2018)
Il cambiamento possibile
Il primo discorso di Pietro dopo la Pentecoste afferma la nostra responsabilità collettiva per la morte di Gesù. Fu crocifisso dai suoi contemporanei, ma ancora oggi siamo complici delle stesse dinamiche che condussero alla sua condanna. Nella celebre leggenda del grande inquisitore de I fratelli Ka ...
(continua)
CPM-ITALIA Centri di Preparazione al Matrimonio (coppie - famiglie)     (Omelia del 30 Aprile 2017)
Commento su At 2,14.22-33; Sal 15; 1Pt 1,17-21; Lc 24,13-35
La liturgia di questa domenica ci propone una serie di letture nelle quali Gesù Cristo, morto e risorto, è posto al centro della vita delle prime comunità e che Pietro ci indica come modello da seguire (prima e seconda lettura). Ma il nemico più insidioso, che si annida in noi, è l'incapacità di ved ...
(continua)
dom Luigi Gioia     (Omelia del 30 Aprile 2017)
Per aprire gli occhi
Il testo dell'omelia si trova in Luigi Gioia, "Mi guida la tua mano. Omelie sui vangeli domenicali. Anno A", ed. Dehoniane. Clicca qui ...
(continua)
dom Luigi Gioia     (Omelia del 30 Aprile 2017)
Per aprire gli occhi
I viandanti di cui parla il vangelo di oggi siamo noi. Il cammino che percorriamo è quello della nostra vita. Come i due discepoli, anche noi abbiamo smarrito la meta come appare dall'indicazione geografica menzionata in questa pericope. Nella mente dell'uomo biblico il senso della vita, la direzion ...
(continua)
CPM-ITALIA Centri di Preparazione al Matrimonio (coppie - famiglie)     (Omelia del 04 Maggio 2014)
Commento su At 2,14.22-33;Sal 15; 1Pt 1,17-21;Lc 24,13-35
Domenica scorsa, seconda domenica di Pasqua, la liturgia ci ricordava la grandezza della vita delle prime comunità cristiane. Attraverso la condivisione di tutto e nel pregare insieme frequentando il tempio avevano nel cuore la vera letizia. Pietro ci ricordava come, con l'accettazione serena, le di ...
(continua)
Casa di Preghiera San Biagio FMA     (Omelia del 11 Maggio 2014)
Commento su At 2, 37-39
"All'udire queste cose si sentirono trafiggere il cuore e dissero a Pietro e agli altri apostoli: «Che cosa dobbiamo fare, fratelli?». E Pietro disse loro: «Convertitevi e ciascuno di voi si faccia battezzare nel nome di Gesù Cristo, per il perdono dei vostri peccati, e riceverete il dono dell ...
(continua)
CPM-ITALIA Centri di Preparazione al Matrimonio (coppie - famiglie)     (Omelia del 07 Maggio 2017)
Commento su At 2,14.36-41; Sal 22; 1Pt 2,20-25; Gv 10,1-10
La liturgia di questa domenica è in continuazione con quella di domenica scorsa centrata sulla figura di Gesù, il risorto, con particolare riferimento alla sua immagine di "Buon Pastore".
Nella prima lettura troviamo Pietro, scelto da Gesù come pastore che guida la Chiesa che si sta formando, c ...

(continua)
CPM-ITALIA Centri di Preparazione al Matrimonio (coppie - famiglie)     (Omelia del 11 Maggio 2014)
Commento su At 2,14.36-41; Sal 22; 1Pt 2,20-25; Gv 10,1-10
La liturgia della terza domenica di Pasqua ha cercato di farci comprendere il vero significato della Pasqua cristiana, del valore della vita e della morte, della risurrezione del Cristo che con la sua passione ha definitivamente sconfitto la morte per la salvezza di tutti gli uomini. La liturgia di ...
(continua)
dom Luigi Gioia     (Omelia del 07 Maggio 2017)
Una voce che è possibile riconoscere
Il testo dell'omelia si trova in Luigi Gioia, "Mi guida la tua mano. Omelie sui vangeli domenicali. Anno A", ed. Dehoniane. Clicca qui ...
(continua)
dom Luigi Gioia     (Omelia del 07 Maggio 2017)
Una voce che è possible riconoscere
Nel ritratto che Ezechiele, Geremia e Zaccaria offrono del pastore atteso da Israele si insiste soprattutto su un aspetto: sarà colui che terrà il gregge unito, perché le pecore hanno tendenza ad impaurirsi, a scappare e così a disperdersi diventando così più vulnerabili. Il ruolo principale del pas ...
(continua)
Casa di Preghiera San Biagio FMA     (Omelia del 01 Aprile 2013)
Commento su Atti 2,28
"mi hai fatto conoscere le vie della vita, mi colmerai di gioia con la tua presenza" Atti 2,28
Come vivere questa Parola?
Forte dello Spirito Santo e illuminato da Lui che era sceso a Pentecoste sui discepoli nel cenacolo, Pietro non è più l'uomo di prima: generoso sì ...

(continua)
Casa di Preghiera San Biagio FMA     (Omelia del 03 Aprile 2018)
Commento su At 2, 37
«All'udire queste cose si sentirono trafiggere il cuore e dissero a Pietro e agli altri apostoli: «Che cosa dobbiamo fare, fratelli?».»
At 2, 37

Come vivere questa Parola?
Trafiggere il cuore: ma cosa significa? Che reazione è? Un dispiacere profondo viene metaforicament ...

(continua)

CPM-ITALIA Centri di Preparazione al Matrimonio (coppie - famiglie)     (Omelia del 23 Aprile 2017)
Commento su At 2,42-47; Sal 117; 1Pt 1,3-9; Gv 20,19-31
Gli Atti ci descrivono la vita della prima comunità cristiana: l'accento è posto sul vivere fraternamente assieme, sull'assiduità all'insegnamento degli Apostoli, sul partecipare alla Cena del Signore, spezzando assieme e "in casa" il pane, prendendo i pasti con semplicità di cuore.

Pens ...
(continua)

dom Luigi Gioia     (Omelia del 23 Aprile 2017)
Oltre le nostre porte chiuse
Il testo dell'omelia si trova in Luigi Gioia, "Mi guida la tua mano. Omelie sui vangeli domenicali. Anno A", ed. Dehoniane. Clicca qui ...
(continua)
dom Luigi Gioia     (Omelia del 23 Aprile 2017)
Oltre le nostre porte chiuse
Se facciamo fatica a capire cosa significhi davvero la resurrezione siamo in buona compagnia. Gli stessi discepoli non capivano e ogni volta che Gesù ne parlava si interrogavano tra di loro su cosa volesse dire. Ma anche dopo la resurrezione, pur vedendo Cristo, hanno continuato ad essere come frast ...
(continua)
CPM-ITALIA Centri di Preparazione al Matrimonio (coppie - famiglie)     (Omelia del 27 Aprile 2014)
Commento su At 2,42-47; Sal 117; 1Pt 1,3-9; Gv 20,19-31
Non abbiamo ancora dimenticato il suono glorioso dell'alleluia pasquale che nella veglia ha annunciato al mondo ed in particolare a noi cristiani la Risurrezione di Cristo. Già allora era difficile credere a questo evento straordinario, gli apostoli ed i discepoli erano pieni di stupore per quel Ges ...
(continua)