Omelie riferite al libro: Atti degli Apostoli, capitolo 10

don Raffaello Ciccone     (Omelia del 18 Maggio 2014)
Commento su At 10, 1-5. 24. 34-36. 44-48a; Fil 2, 12-16; Gv 14, 21-24
Atti degli Apostoli. 10, 1-5. 24. 34-36. 44-
La conversione di Cornelio, un centurione che coltiva un profondo rispetto per la religione d'Israele, come l'altro centurione di Cafarnao, ricordato da Luca (Lc7,1-10), è un avvenimento fondamentale dopo la risurrezione per la Comunità cristi ...

(continua)
don Alessandro Farano     (Omelia del 01 Aprile 2018)
Video commento - Domenica di Risurrezione - Anno B

...
(continua)

Casa di Preghiera San Biagio FMA     (Omelia del 10 Maggio 2015)
Commento su At 10, 34-35
«In verità sto rendendomi conto che Dio non fa preferenze di persone, ma accoglie chi lo teme e pratica la giustizia, a qualunque nazione appartenga».
At 10, 34-35

Come vivere questa Parola?
In questa domenica rileggiamo il bel capitolo 10 degli Atti e la conversione past ...

(continua)

don Alessandro Farano     (Omelia del 06 Maggio 2018)
Video commento - VI Domenica di Pasqua - Anno B

...
(continua)

CPM-ITALIA Centri di Preparazione al Matrimonio (coppie - famiglie)     (Omelia del 06 Maggio 2018)
Commento su At 10,25-27.34-35.44-48; Sal 97; 1Gv 4,7-10; Gv 15,9-17
La liturgia di questa domenica è tutta improntata sull'amore, o meglio, sull'agape (= amore di donazione), la cui essenza sta nella comunicazione di sé all'amato.
I versetti della Sacra Scrittura che la liturgia di oggi offrono alla nostra meditazione, dicono che Dio ci ama: con amore di amiciz ...

(continua)
don Giorgio Zevini     (Omelia del 10 Maggio 2015)
Video commento a Gv 15, 9-17

...
(continua)

don Raffaello Ciccone     (Omelia del 26 Ottobre 2014)
Commento su At 10,34-48a; 1Cor 1,17b-24; Lc 24,44-49a
Atti 10,34-48
Stiamo leggendo, negli Atti degli Apostoli, il quinto intervento su otto, pronunciato da Pietro a Cesarea in casa di Cornelio, un centurione che coltiva profondo rispetto per la religione d'Israele, a somiglianza dell'altro centurione di Cafarnao, ricordato da Luca (Lc7,1-1 ...

(continua)
mons. Vincenzo Paglia     (Omelia del 31 Marzo 2013)
Commento su Atti 10,34.37-43; Salmo 117; Prima Colossesi 3,1-4; Giovanni 20,1-9
Introduzione
Che cos'è che fa correre l'apostolo Giovanni al sepolcro? Egli ha vissuto per intero il dramma della Pasqua, essendo molto vicino al suo maestro. Ci sembra perciò inammissibile un'affermazione del genere: "Non avevano infatti ancora compreso la Scrittura". Eppure era proprio ...

(continua)
CPM-ITALIA Centri di Preparazione al Matrimonio (coppie - famiglie)     (Omelia del 21 Aprile 2019)
Commento su At 10,34.37-43; Sal 117; Col 3,1-4; Gv 20,1-9
? Lo uccisero mettendolo in croce, ma Dio lo ha fatto risorgere il terzo giorno e ha voluto che si facesse vedere non a tutto il popolo, ma a noi, scelti da Dio come testimoni...? (At 10,39-40).

L'uomo pazzo «in pieno mattino, accesa una lanterna, si recò al mercato e incominciò a gridare ...
(continua)

Casa di Preghiera San Biagio FMA     (Omelia del 05 Aprile 2015)
Commento su At 10, 39-40
"Noi siamo testimoni di tutte le cose da lui compiute nella regione dei Giudei e in Gerusalemme. Essi lo uccisero appendendolo a una croce, ma Dio lo ha risuscitato al terzo giorno."
At 10, 39-40

Come vivere questa Parola?
Oggi è Pasqua! La resurrezione, pur non avendo te ...

(continua)

don Raffaello Ciccone     (Omelia del 31 Marzo 2013)
Commento su Atti 10,34a.37-43; Colossesi 3,1-4; Giovanni 20,1-9
Atti 10,34a.37-43
Pietro è nella casa di Cornelio, mandato dal Signore a questo centurione romano, che era timorato di Dio, per annunciargli il mistero pasquale di Gesù Cristo . Pietro racconta una storia nota. Incomincia nel descrivere il luogo: la Giudea e la Galilea, dopo il ba ...

(continua)
CPM-ITALIA Centri di Preparazione al Matrimonio (coppie - famiglie)     (Omelia del 16 Aprile 2017)
Commento su At 10,34a.37-43; Sal 117; Col 3,1-4; Gv 20,1-9
"Essi lo uccisero appendendolo a una croce, ma Dio lo ha risuscitato al terzo giorno e volle che si manifestasse, non a tutto il popolo, ma a testimoni prescelti da Dio, a noi che abbiamo mangiato e bevuto con lui dopo la sua risurrezione dai morti". (At 10,39-41).

Chi lo uccise? Chi ucc ...
(continua)

CPM-ITALIA Centri di Preparazione al Matrimonio (coppie - famiglie)     (Omelia del 01 Aprile 2018)
Commento su At 10,34a.37-43; Sal 117; Col 3,1-4; Gv 20,1-9
Allora entrò anche l'altro discepolo che era giunto per primo al sepolcro, e vide e credette.
E noi siamo testimoni di tutte le cose da lui compiute nella regione dei Giudei e in Gerusalemme...ma Dio lo ha risuscitato al terzo giorno e volle che apparisse, non a tutto il popolo, ma a ...

(continua)
dom Luigi Gioia     (Omelia del 01 Aprile 2018)
Cieli e terra nuovi
Occorre lasciarsi sfidare e interrogare dall'affermazione di Paolo: se Cristo non è risorto vuota è la vostra fede (1Cor 15,14). Per Paolo tutto verte intorno alla risurrezione e la qualità della nostra vita cristiana dipende da quanto crediamo in essa, da quanto riponiamo in essa tutta la nostra sp ...
(continua)
CPM-ITALIA Centri di Preparazione al Matrimonio (coppie - famiglie)     (Omelia del 12 Gennaio 2014)
Commento su Isaia 42,1-4.6-7; Salmo 28; Atti 10,34-38; Matteo 3,13-17
Siamo sulle rive del Giordano. Un profeta sta battezzando, sta cioè immergendo nelle acque del Giordano coloro che vengono a lui, che lo cercano, che lo seguono. Un rito di purificazione, una promessa di cambiamento di mentalità, l'attesa di una liberazione... Chi è un profeta? Uno che prevede il fu ...
(continua)
dom Luigi Gioia     (Omelia del 08 Gennaio 2017)
Lasciami fare
Il testo dell'omelia si trova in Luigi Gioia, "Mi guida la tua mano. Omelie sui vangeli domenicali. Anno A", ed. Dehoniane, disponibile online presso questo link https://goo.gl/NWRzYo ...
(continua)