Omelie riferite al libro: Apocalisse di Giovanni, capitolo 14

Casa di Preghiera San Biagio FMA     (Omelia del 27 Novembre 2012)
Commento su Apocalisse 14, 15-16
"Un altro Angelo uscì dal tempio, gridando a gran voce a colui che era seduto sulla nube: "Getta la tua falce e mieti; e giunta l'ora di mietere, perché la messe della terra è matura". E colui che era seduto sulla nuvola getto la sua falce sulla terra e la terra fu mietuta" Ap 14, 15-16< ...
(continua)
Casa di Preghiera San Biagio FMA     (Omelia del 24 Novembre 2014)
Commento su Ap. 14, 4-5
"Seguono l'Agnello dovunque vada. Questi sono stati redenti tra gli uomini come primizie per Dio e per l'Agnello. Non fu trovata menzogna sulla loro bocca: sono senza macchia."
Ap. 14, 4-5
Come vivere questa Parola?
Questa pericope dell'Apocalisse tenta di esprimere qualcosa ...

(continua)
Casa di Preghiera San Biagio FMA     (Omelia del 21 Novembre 2016)
Commento su Ap 14,1
«Io, Giovanni, vidi: ecco l'Agnello in piedi sul monte Sion, e insieme a lui centoquarantaquattromila persone, che recavano scritto sulla fronte il suo nome e il nome del Padre suo».
Ap 14,1

Come vivere questa Parola?
Le ultime due settimane dell'anno liturgico sono acco ...

(continua)

Casa di Preghiera San Biagio FMA     (Omelia del 25 Novembre 2014)
Commento su Ap. 2,10
"Sii fedele fino alla morte, dice il Signore, e ti darò la corona della vita"
Canto al Vangelo Ap. 2,10
Come vivere questa Parola?
Due righe soltanto ma centrate su ciò che più importa: il binomio "vita-morte". Un binomio che si completa rovesciandolo "morte-vita".
Il s ...

(continua)
Casa di Preghiera San Biagio FMA     (Omelia del 22 Novembre 2016)
Commento su Ap 14,14
«Io, Giovanni, vidi: ecco una nube bianca, e sulla nube stava seduto uno simile a un Figlio d'uomo: aveva sul capo una corona d'oro e in mano una falce affilata».
Ap 14,14

Come vivere questa Parola?
Nella visione di Giovanni si ripresenta il Figlio dell'uomo, con un lingu ...

(continua)

Casa di Preghiera San Biagio FMA     (Omelia del 26 Novembre 2012)
Commento su Apocalisse 14,2-3
"Udii una voce che veniva dal cielo, come un fragore di grandi acque e come un rimbombo di forte tuono. La voce che udii era come quella di suonatori di arpa che si accompagnano nel canto con le loro arpe. Essi cantavano un canto nuovo" Ap 14,2-3
Come vivere questa Parola? ...

(continua)