Omelie riferite al libro: Prima lettera ai Tessalonicesi, capitolo 5

Monastero Domenicano Matris Domini     (Omelia del 16 Novembre 2014)
Commento su 1Ts 5,1-6
I Tessalonicesi erano molto preoccupati riguardo il futuro ultimo, in particolare su "quando" sarebbe arrivato il giorno del Signore. Si tratta di una sollecitudine molto presente anche in ambito giudaico. La cosa più importante era il poter individuare il giorno della fine attraverso dei segni prem ...
(continua)
Monastero Domenicano Matris Domini     (Omelia del 21 Dicembre 2014)
Commento su 1Ts 5,16-24
Collocazione del brano
Questo brano è posto quasi al termine della lettera ai Tessalonicesi. Vi sono contenute numerose esortazioni, come ogni chiusura di lettera, ma soprattutto perché la seconda parte di questa missiva di Paolo è interamente dedicata all'esortazione, mentre la prima pa ...

(continua)
CPM-ITALIA Centri di Preparazione al Matrimonio (coppie - famiglie)     (Omelia del 14 Dicembre 2014)
Commento su Is 61,1-2.10-11; 1Ts 5,16-24; Gv 1,6-8.19-28
Questa terza domenica di avvento invita tutti noi ad essere testimoni della lieta novella.

Nella prima lettura Isaia racconta che Dio affida il suo messaggio ad una persona, il profeta, perché porti la lieta notizia -quella della salvezza- alle persone più sfortunate o più dimenticate tra gli uo ...
(continua)

don Giorgio Zevini     (Omelia del 17 Dicembre 2017)
Video Commento a Gv 1,6-8.19-28
Ecco il commento della liturgia della III Domenica di Avvento (Anno B), fatto da Don Giorgio Zevini, decano emerito della Facoltà di Teologia dell'UPS.

...
(continua)

CPM-ITALIA Centri di Preparazione al Matrimonio (coppie - famiglie)     (Omelia del 15 Novembre 2020)
Commento su Pr 31,10-13.19-20.30-31; Sal 127; 1Ts 5,1-6; Mt 25,14-30
Le letture, che costituiscono la liturgia della parola di questa penultima domenica dell'anno liturgico, insistono, come quelle della domenica precedente, sulla vigilanza attiva di questi accolgono il messaggio della salvezza. Questo messaggio ha in sé un rischio. Il rischio, che questa vigilanza ve ...
(continua)
dom Luigi Gioia     (Omelia del 19 Novembre 2017)
Il poco che da gioia
Anche solo soffermandosi sul frutto atteso, non è scontato riconoscere la logica evangelica nella parabola dei talenti. Nella parabola del seme, Matteo afferma infatti che il seme gettato sulla buona terra produce il cento, il sessanta, il trenta per uno, mentre in quella dei talenti il padrone non ...
(continua)
dom Luigi Gioia     (Omelia del 19 Novembre 2017)
Il poco che da gioia
Anche solo soffermandosi sul frutto atteso, non è scontato riconoscere la logica evangelica nella parabola dei talenti. Nella parabola del seme, Matteo afferma infatti che il seme gettato sulla buona terra produce il cento, il sessanta, il trenta per uno, mentre in quella dei talenti il padrone non ...
(continua)