B I B B I A .net   > Bibbia CEI 2008 > Bibbia CEI 1974 > La Bibbia TILC

Antico Gen Es Lv Nm Dt - Gios Gdc Rut 1Sam 2Sam 1Re 2Re 1Cr 2Cr Esd Nee Tob Gdt Est 1Mac 2Mac
Testam. Gb Sal Prv Qo Cant Sap Sir - Is Ger Lam Bar Ez Dan Os Gioe Am Abd Gion Mich Naum Abac Sof Agg Zacc Mal

NuovoT. Mt Mc Lc Gv - At - Rom 1Cor 2Cor Gal Ef Fil Col 1Ts 2Ts 1Tm 2Tm Tit Flm Ebr - Giac 1Pt 2Pt 1Gv 2Gv 3Gv Gd - Ap

(Versione sperimentale)
Ricerca per citazione:
CEI 2008:   CEI 74:   TILC:    Mostra N.Versetto:     

Ricerca per parola:
cerca all'interno di
CEI 2008:   CEI 74:   TILC:    Mostra N.Versetto:     
 
Salmi
  > Libro: Salmi, Cap.: 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21 22 23 24 25 26 27 28 29 30 31 32 33 34 35 36 37 38 39 40 41 42 43 44 45 46 47 48 49 50 51 52 53 54 55 56 57 58 59 60 61 62 63 64 65 66 67 68 69 70 71 72 73 74 75 76 77 78 79 80 81 82 83 84 85 86 87 88 89 90 91 92 93 94 95 96 97 98 99 100 101 102 103 104 105 106 107 108 109 110 111 112 113 114 115 116 117 118 119 120 121 122 123 124 125 126 127 128 129 130 131 132 133 134 135 136 137 138 139 140 141 142 143 144 145 146 147 148 149 150  

(Testo TILC)

73
(72) Meditazione: la presunzione dei malvagi

1Salmo di Asaf.

Com'è buono Dio con Israele,
com'è buono con i puri di cuore!
2Per poco non sono inciampato,
un attimo, e sarei caduto.

3Quando ho visto il successo dei malvagi,
li ho invidiati, quegli arroganti.
4Non hanno preoccupazioni di morte,
il loro corpo è integro e sano,
5non conoscono le pene degli uomini,
non soffrono come gli altri.

6L'arroganza è per loro un ornamento,
la violenza è il loro costume.
7Sono sazi e diventano superbi,
dal loro cuore trabocca cattiveria.
8 Deridono tutti e dicono cose malvagie,
ti guardano dall'alto e ti minacciano.
9Per la loro avidità non è sufficiente la terra,
per la loro ingordigia non basta il cielo.

10Per questo il popolo di Dio li segue
e beve senza misura alla loro fonte.
11Dicono: 'Che ne sa Dio?
Conosce forse qualcosa l'Altissimo?'.
12 Questi sono gli increduli:
raccolgono ricchezze e se la passano bene.

13 Invano dunque sono rimasto onesto,
e mi sono lavato le mani
in segno di innocenza,
14 se poi ogni giorno subisco correzioni,
perché, o Pastore, fai pesare la tua collera
ogni mattina ricevo un castigo.
15Se dicessi di voler fare come quelli,
sarei un traditore verso i tuoi figli.

16Volevo capire tutto questo,
ma era troppo difficile per me.
17Ho capito quale sarà la loro fine
quando sono andato al santuario di Dio.
18Ecco! tu li fai scivolare,
li fai andare in rovina.
19 In un attimo sono distrutti,
finiti e spazzati via dallo spavento.
20Come un sogno, quando ci si sveglia
la loro immagine è svanita, Signore.

21Quando ero pieno di amarezza
ed era tormentato il mio cuore,
22ero solo uno sciocco, non ti capivo,
ero stupido come una bestia.

23 Ma io sarò sempre con te:
tu mi hai preso per mano,
24 con il tuo consiglio mi guiderai
e poi mi riceverai nella gloria.
25 Chi ho in cielo all'infuori di te?
Con te, null'altro desidero sulla terra!
26Anche se il corpo e la mente vengono meno,
tu sei la roccia della mia vita,
la mia ricchezza per sempre, o Dio.

27Chi è lontano da te è perduto
e tu distruggi chi ti abbandona.
28Ma per me è bello stare vicino a Dio:
trovo nel Signore il mio rifugio,
per poter celebrare tutte le sue opere.



> Cerca omelie su questo capitolo

  > Libro: Salmi, Cap.: 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21 22 23 24 25 26 27 28 29 30 31 32 33 34 35 36 37 38 39 40 41 42 43 44 45 46 47 48 49 50 51 52 53 54 55 56 57 58 59 60 61 62 63 64 65 66 67 68 69 70 71 72 73 74 75 76 77 78 79 80 81 82 83 84 85 86 87 88 89 90 91 92 93 94 95 96 97 98 99 100 101 102 103 104 105 106 107 108 109 110 111 112 113 114 115 116 117 118 119 120 121 122 123 124 125 126 127 128 129 130 131 132 133 134 135 136 137 138 139 140 141 142 143 144 145 146 147 148 149 150  
inizio pagina