B I B B I A .net   > Bibbia CEI 2008 > Bibbia CEI 1974 > La Bibbia TILC

Antico Gen Es Lv Nm Dt - Gios Gdc Rut 1Sam 2Sam 1Re 2Re 1Cr 2Cr Esd Nee Tob Gdt Est 1Mac 2Mac
Testam. Gb Sal Prv Qo Cant Sap Sir - Is Ger Lam Bar Ez Dan Os Gioe Am Abd Gion Mich Naum Abac Sof Agg Zacc Mal

NuovoT. Mt Mc Lc Gv - At - Rom 1Cor 2Cor Gal Ef Fil Col 1Ts 2Ts 1Tm 2Tm Tit Flm Ebr - Giac 1Pt 2Pt 1Gv 2Gv 3Gv Gd - Ap

(Versione sperimentale)
Ricerca per citazione:
CEI 2008:   CEI 74:   TILC:    Mostra N.Versetto:     

Ricerca per parola:
cerca all'interno di
CEI 2008:   CEI 74:   TILC:    Mostra N.Versetto:     
 
Levitico
  > Libro: Levitico, Cap.: 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21 22 23 24 25 26 27  

(Testo TILC)

10
Morte di Nadab e di Abiu

1Nadab e Abiu, figli di Aronne, presero ciascuno un braciere e vi misero braci, sulle quali sparsero del profumo. Così presentarono davanti al Signore un'offerta di profumo, che il Signore non aveva loro ordinato. 2Una fiamma uscì allora, davanti al Signore, e li bruciò vivi sul posto. 3Mosè disse ad Aronne: 'Il Signore vi aveva avvertito di questo, quando disse: Io voglio che quelli che si avvicinano a me rispettino la mia santità e mi rendano gloria alla presenza di tutto il popolo'. Aronne restò in silenzio. 4Mosè chiamò Misael e Alsafan, figli di Uziel, zio di Aronne, e ordinò loro di andare a prendere i cadaveri dei loro cugini, che giacevano davanti al santuario, per portarli fuori dell'accampamento. 5Essi eseguirono l'ordine di Mosè e trasportarono i corpi, con le loro tuniche, fuori dell'accampamento. 6Mosè disse ad Aronne e agli altri suoi due figli, Eleazaro e Itamar: 'Non lasciate i vostri capelli in disordine e non vi stracciate le vesti in segno di lutto, attirereste su di voi la morte, e su tutta la comunità d'Israele la collera del Signore. I vostri fratelli Israeleiti facciano pure lutto a causa della morte che il Signore ha mandato mediante il fuoco su quegli uomini. 7Ma voi non vi allontanate dall'ingresso della tenda dell'incontro, se non volete morire; perché siete stati consacrati al Signore con l'olio sacro'.
Essi fecero come Mosè aveva detto.

Regole per i sacerdoti sulle bevande alcooliche

8Il Signore disse ad Aronne: 9'Quando dovete entrare nella tenda dell'incontro, tu e i tuoi figli non bevete vino o bevande alcooliche se non volete morire. Questa è una prescrizione che voi e i vostri discendenti osserverete in ogni tempo. 10Non bevete bevande alcooliche, nemmeno quando dovete decidere se una cosa è santa o profana, pura o impura, 11o quando dovete insegnare agli Israeleiti le leggi che io vi ho trasmesse per mezzo di Mosè'.

Regole sui cibi dei sacrifici

12Mosè disse ad Aronne e ai suoi due figli sopravvissuti, Eleazaro e Itamar: 'Prendete quel che resta dell'offerta di farina, dopo aver prelevato quel che è riservato al Signore, fatene dei pani senza lievito e mangiatene presso I'altare. Poiché si tratta di alimenti santissimi, 13voi potete mangiarli solo in luogo santo. Questa parte delle offerte presentate al Signore spetta a voi, a te Aronne, e ai tuoi figli, come mi è stato ordinato da Dio. 14Il petto e la coscia degli animali offerti in sacrificio per il banchetto sacro dagli Israeliti, e che sono stati presentati al Signore con il gesto prescritto, devono essere consumati in un luogo puro; queste parti spettano a voi, a te e ai tuoi figli, ma le tue figlie possono mangiarne insieme con voi. 15Gli Israeleiti devono portare la coscia e il petto, oltre le parti grasse che saranno bruciate sull'altare. Dopo il gesto rituale di presentazione davanti al Signore, queste parti appartengono a voi perché, secondo gli ordini del Signore, è ciò che vi spetta di diritto per sempre'.
16Mosè si informò accuratamente circa il capro offerto in sacrificio per il perdono dei peccati del popolo, e seppe che era stato bruciato. Allora si adirò contro Eleazaro e Itamar, i due figli di Aronne, e domandò loro:
17 - Perché non avete mangiato la carne di questo sacrificio in un luogo santo, dato che si trattava di un alimento santissimo? Il Signore vi aveva dato questo animale perché voi poteste liberare la comunità d'Israele dalle sue colpe e compiere per essa il sacrificio per il perdono dei peccati. 18Il sangue dell'animale non era stato portato all'interno del santuario; voi avreste dovuto mangiarne la carne in un luogo santo, come io avevo ordinato.
19Aronne rispose a Mosè:
- Ascolta, nel giorno in cui gli Israeleiti hanno presentato al Signore il loro sacrificio per ricevere il perdono e il sacrificio completo, tu sai bene quel che mi è capitato. Avrei potuto, in un tal giorno, mangiare la carne del capro offerto per il perdono? Questo non sarebbe certamente piaciuto al Signore!
20Mosè ritenne questa risposta soddisfacente.



> Cerca omelie su questo capitolo

  > Libro: Levitico, Cap.: 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21 22 23 24 25 26 27  
inizio pagina