B I B B I A .net   > Bibbia CEI 2008 > Bibbia CEI 1974 > La Bibbia TILC

Antico Gen Es Lv Nm Dt - Gios Gdc Rut 1Sam 2Sam 1Re 2Re 1Cr 2Cr Esd Nee Tob Gdt Est 1Mac 2Mac
Testam. Gb Sal Prv Qo Cant Sap Sir - Is Ger Lam Bar Ez Dan Os Gioe Am Abd Gion Mich Naum Abac Sof Agg Zacc Mal

NuovoT. Mt Mc Lc Gv - At - Rom 1Cor 2Cor Gal Ef Fil Col 1Ts 2Ts 1Tm 2Tm Tit Flm Ebr - Giac 1Pt 2Pt 1Gv 2Gv 3Gv Gd - Ap

(Versione sperimentale)
Ricerca per citazione:
CEI 2008:   CEI 74:   TILC:    Mostra N.Versetto:     

Ricerca per parola:
cerca all'interno di
CEI 2008:   CEI 74:   TILC:    Mostra N.Versetto:     
 

Giosuč
  > Libro: Giosuč, Cap.: 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21 22 23 24  

(Testo CEI74)

17
La tribł di Manasse

1Questa era la parte toccata in sorte alla tribł di Manąsse, perché egli era il primogenito di Giuseppe. Quanto a Machir, primogenito di Manąsse e padre di Gąlaad, poiché era guerriero, aveva ottenuto Gąlaad e Basan.

2Fu dunque assegnata una parte agli altri figli di Manąsse secondo le loro famiglie: ai figli di Abiezer, ai figli di Elek, ai figli d'Asriel, ai figli di Sichem, ai figli di Efer, ai figli di Semida. Questi erano i figli maschi di Manąsse, figlio di Giuseppe, secondo le loro famiglie. 3Ma Zelofcad, figlio di Efer, figlio di Gąlaad, figlio di Machir, figlio di Manąsse, non ebbe figli maschi; ma ebbe figlie, delle quali ecco i nomi: Macla, Noa, Ogla, Milca e Tirza. 4Queste si presentarono al sacerdote Eleazaro, a Giosuč figlio di Nun e ai capi dicendo: «Il Signore ha comandato a Mosč di darci una ereditą in mezzo ai nostri fratelli». Giosuč diede loro un'ereditą in mezzo ai fratelli del padre loro, secondo l'ordine del Signore. 5Toccarono cosģ dieci parti a Manąsse, oltre il paese di Gąlaad e di Basan che č oltre il Giordano, 6poiché le figlie di Manąsse ebbero un'ereditą in mezzo ai figli di lui.

Il paese di Gąlaad fu per gli altri figli di Manąsse. 7Il confine di Manąsse era dal lato di Aser, Micmetat, situata di fronte a Sichem, poi il confine girava a destra verso Iasib alla fonte di Tappuach. A Manąsse apparteneva il territorio di Tappuach, mentre Tappuach, al confine di Manąsse, era dei figli di Efraim. 9Quindi la frontiera scendeva al torrente Kana. A sud del torrente vi erano le cittą di Efraim, oltre quelle che Efraim possedeva in mezzo alle cittą di Manąsse. Il territorio di Manąsse era a nord del torrente e faceva capo al mare. 10Il territorio a sud era di Efraim, a nord era di Manąsse e suo confine era il mare. Con Aser erano contigui a nord e con Issacar ad est. 11Inoltre in Issacar e in Aser appartenevano a Manąsse: Beisan e i suoi villaggi, Ibleam e i suoi villaggi, gli abitanti di Dor e i suoi villaggi, gli abitanti di En-Dor e i suoi villaggi, gli abitanti di Taanach e i suoi villaggi, gli abitanti di Meghiddo e i suoi villaggi, un terzo della regione collinosa. 12Non poterono perņ i figli di Manąsse impadronirsi di queste cittą e il Cananeo continuņ ad abitare in questa regione. 13Poi, quando gli Israeliti divennero forti, costrinsero il Cananeo ai lavori forzati, ma non lo spodestarono del tutto.

Proteste dei figli di Giuseppe

14I figli di Giuseppe dissero a Giosuč: «Perché mi hai dato in possesso una sola parte, una sola porzione misurata, mentre io sono un popolo numeroso, tanto mi ha benedetto il Signore?». 15Rispose loro Giosuč: «Se sei un popolo numeroso, sali alla foresta e disbosca a tuo piacere lassł nel territorio dei Perizziti e dei Refaim, dato che le montagne di Efraim sono troppo anguste per te». 16Dissero allora i figli di Giuseppe: «Le montagne non ci bastano; inoltre tutti i Cananei che abitano nel paese della valle hanno carri di ferro, tanto in Beisan e nelle sue dipendenze, quanto nella pianura di Izreel». 17Allora Giosuč disse alla casa di Giuseppe, a Efraim e a Manąsse: «Tu sei un popolo numeroso e possiedi una grande forza; la tua non sarą una porzione soltanto, 18perché le montagne saranno tue. E' una foresta, ma tu la disboscherai e sarą tua da un estremo all'altro; spodesterai infatti il Cananeo, benché abbia carri di ferro e sia forte».

(Testo TILC)

17

1Una parte del territorio a ovest dei Giordano fu assegnata ad alcune famiglie discendenti da Manasse, figlio primogenito di Giuseppe. Machir, padre di Galaad, era il primogenito di Manasse ed era un soldato; perciņ le terre di Galaad e il Basan furono assegnate a lui.
2Un territorio a ovest del Giordano fu invece assegnato alle altre sei famiglie della tribł di Manasse: Abiezer, Elek, Asriel, Sichem, Chefer, Semida. Questi erano i discendenti maschi di Manasse, il figlio di Giuseppe, ed erano capostipiti di altrettante famiglie. 3Invece Zelofcad, figlio di Chefer, figlio di Galaad, figlio di Machir, figlio di Manasse, non aveva avuto nessun figlio maschio, ma soltanto delle figlie. I loro nomi erano Macla, Noa, Ogla, Milca e Tirza. 4Esse si presentarono al sacerdote Eleazaro, a Giosuč figlio di Nun e ai capi del popolo e dissero: 'Il Signore diede ordine a Mosč di dare delle terre anche a noi, come ai nostri parenti maschi'. Perciņ come era stato ordinato dal Signore, furono assegnate loro delle terre in mezzo a quelle dei fratelli del loro padre. 5Per questa ragione l'intera tribł di Manasse ebbe complessivamente dieci possedimenti a ovest del Giordano e i territori di Galaad e di Basan, a est. 6Infatti fu assegnato un territorio non soltanto ai discendenti maschi, ma anche alle donne, e il territorio di Galaad apparteneva agli altri discendenti di Manasse. 7Il territorio di Manasse a ovest del Giordano partiva dal lato di Aser e andava a Micmetat, di fronte a Sichem. Poi il confine girava a sud, verso Iasib-En-Tappuach. 8Il territorio intorno a Tappuach apparteneva a Manasse, ma la cittą di Tappuach era della tribł di Efraim, anche se rientrava nei confini di Manasse. 9Il confine scendeva poi fino al torrente Kana. Ma le cittą a sud del torrente appartenevano ad Efraim, anche se erano nel territorio di Manasse. Il confine di Manasse seguiva le sponde settentrionali del torrente e terminava al mar Mediterraneo. 10Efraim era a sud e Manasse a nord; il loro confine a ovest era il mare. I confini di Manasse toccavano le frontiere di Aser a nord-ovest e quelle di Issacar a nord-est. 11Alla tribł di Manasse erano state assegnate all'interno del territorio di Issacar e di Aser le cittą di Betsean, Ibleam, Dor, En-Dor, Taanach, Meghiddo e i loro villaggi. 12Ma gli uomini di Manasse non riuscirono a conquistarle e cosģ continuano ad abitarvi i Cananei. 13Quando gli Israeliti divennero pił forti, riuscirono a farli lavorare per loro, ma non a cacciarli via.
I discendenti di Giuseppe chiedono pił spazio
14I discendenti di Giuseppe dissero a Giosuč:
- Perché ci hai dato soltanto una parte di territorio? Noi siamo numerosi, perché il Signore ci ha benedetti!
15Giosuč rispose:
- Se davvero siete un popolo cosģ numeroso e la zona dei monti di Efraim č troppo piccola per voi, allora andate nella foresta. Disboscatela e cercatevi spazio nel territorio dei Perizziti e dei Refaim.
16Essi replicarono:
- La zona di montagna non ci basta certo, d'altra parte i Cananei della pianura hanno carri da guerra di ferro, sia quelli che abitano a Betsean e nelle cittą dei dintorni, sia quelli che vivono nella pianura di Izreel.
17Allora Giosuč disse alle tribł di Efraim e di Manasse, discendenti di Giuseppe:
- Voi siete davvero numerosi e forti. Perciņ dovete avere pił di una parte come vostro territorio. 18La zona di montagna sarą vostra, anche se č una foresta. Voi la disboscherete e la occuperete da un capo all'altro. Inoltre riuscirete a scacciare i Cananei, anche se sono un popolo forte e hanno carri da guerra di ferro.

(Testo CEI2008)

17

1 Questo č il territorio toccato in sorte alla tribł di Manasse, perché egli era il primogenito di Giuseppe. Quanto a Machir, primogenito di Manasse e padre di Gąlaad, poiché era guerriero, aveva ottenuto Gąlaad e Basan.
2Fu dunque assegnata una parte agli altri figli di Manasse secondo i loro casati: ai figli di Abičzer, di Chelek, di Asričl, di Sichem, di Chefer, di Semidą. Questi erano i figli maschi di Manasse, figlio di Giuseppe, secondo i loro casati. 3Selofcąd, figlio di Chefer, figlio di Gąlaad, figlio di Machir, figlio di Manasse, non ebbe figli maschi, ma ebbe figlie, delle quali ecco i nomi: Macla, Noa, Cogla, Milca e Tirsa. 4Queste si presentarono al sacerdote Eleązaro, a Giosuč, figlio di Nun, e ai capi dicendo: «Il Signore ha comandato a Mosč di darci un'ereditą in mezzo ai nostri fratelli». Giosuč diede loro un'ereditą in mezzo ai fratelli del padre loro, secondo l'ordine del Signore. 5Toccarono cosģ dieci parti a Manasse, oltre il territorio di Gąlaad e di Basan che č a oriente del Giordano, 6poiché le figlie di Manasse ebbero un'ereditą in mezzo ai figli di lui. La terra di Gąlaad fu per gli altri figli di Manasse.
7Il confine di Manasse cominciava da Aser, Micmetąt, situata di fronte a Sichem, poi il confine girava a destra verso Iasib alla fonte di Tappłach. 8A Manasse apparteneva il territorio di Tappłach, mentre Tappłach, al confine di Manasse, era dei figli di Čfraim. 9Quindi il confine scendeva al torrente Kana. A meridione del torrente vi erano le cittą di Čfraim, oltre quelle cittą che erano in mezzo alle cittą di Manasse. Il territorio di Manasse era a settentrione del torrente e faceva capo al mare. 10Il territorio a meridione era di Čfraim, a settentrione era di Manasse e suo confine era il mare. Con Aser erano confinanti a settentrione e con Ģssacar a oriente. 11Inoltre in Ģssacar e in Aser appartenevano a Manasse: Bet-Sean e i suoi villaggi, Ibleąm e i suoi villaggi, gli abitanti di Dor e i suoi villaggi, gli abitanti di Endor e i suoi villaggi, gli abitanti di Taanac e i suoi villaggi, gli abitanti di Meghiddo e i suoi villaggi, un terzo della regione collinosa. 12Non poterono perņ i figli di Manasse impossessarsi di queste cittą e il Cananeo continuņ ad abitare in questa regione. 13Poi, quando gli Israeliti divennero forti, costrinsero il Cananeo al lavoro coatto, ma non lo spodestarono del tutto.
14I figli di Giuseppe dissero a Giosuč: «Perché mi hai dato in ereditą un solo lotto e una sola parte, mentre io sono un popolo numeroso, che il Signore ha cosģ benedetto?». 15Rispose loro Giosuč: «Se sei un popolo numeroso, sali alla foresta e disboscala per te nel territorio dei Perizziti e dei Refaģm, dato che la zona montuosa di Čfraim č troppo stretta per voi». 16Replicarono allora i figli di Giuseppe: «La zona montuosa non ci basta; inoltre tutti i Cananei che abitano nel territorio pianeggiante hanno carri di ferro, tanto in Bet-Sean e nei suoi villaggi quanto nella pianura di Izrečl». 17Allora Giosuč disse alla casa di Giuseppe, cioč a Čfraim e a Manasse: «Tu sei un popolo numeroso e possiedi una grande forza; la tua non sarą una porzione soltanto, 18perché le montagne saranno tue. Č una foresta, ma tu la disboscherai e sarą tua da un estremo all'altro; spodesterai infatti il Cananeo, benché abbia carri di ferro e sia forte».



> Cerca omelie su questo capitolo

  > Libro: Giosuč, Cap.: 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21 22 23 24  
inizio pagina