B I B B I A .net   > Bibbia CEI 2008 > Bibbia CEI 1974 > La Bibbia TILC

Antico Gen Es Lv Nm Dt - Gios Gdc Rut 1Sam 2Sam 1Re 2Re 1Cr 2Cr Esd Nee Tob Gdt Est 1Mac 2Mac
Testam. Gb Sal Prv Qo Cant Sap Sir - Is Ger Lam Bar Ez Dan Os Gioe Am Abd Gion Mich Naum Abac Sof Agg Zacc Mal

NuovoT. Mt Mc Lc Gv - At - Rom 1Cor 2Cor Gal Ef Fil Col 1Ts 2Ts 1Tm 2Tm Tit Flm Ebr - Giac 1Pt 2Pt 1Gv 2Gv 3Gv Gd - Ap

(Versione sperimentale)
Ricerca per citazione:
CEI 2008:   CEI 74:   TILC:    Mostra N.Versetto:     

Ricerca per parola:
cerca all'interno di
CEI 2008:   CEI 74:   TILC:    Mostra N.Versetto:     
 
Giobbe
  > Libro: Giobbe, Cap.: 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21 22 23 24 25 26 27 28 29 30 31 32 33 34 35 36 37 38 39 40 41 42  

(Testo CEI74)

39
1Sai tu quando figliano le camozze
e assisti al parto delle cerve?
2Conti tu i mesi della loro gravidanza
e sai tu quando devono figliare?
3Si curvano e depongono i figli,
metton fine alle loro doglie.
4Robusti sono i loro figli, crescono in campagna,
partono e non tornano più da esse.
5Chi lascia libero l'asino selvatico
e chi scioglie i legami dell'ònagro,
6al quale ho dato la steppa per casa
e per dimora la terra salmastra?
7Del fracasso della città se ne ride
e gli urli dei guardiani non ode.
8Gira per le montagne, sua pastura,
e va in cerca di quanto è verde.
9Il bufalo si lascerà piegare a servirti
o a passar la notte presso la tua greppia?
10Potrai legarlo con la corda per fare il solco
o fargli erpicare le valli dietro a te?
11Ti fiderai di lui, perché la sua forza è grande
e a lui affiderai le tue fatiche?
12Conterai su di lui, che torni
e raduni la tua messe sulla tua aia?
13L'ala dello struzzo batte festante,
ma è forse penna e piuma di cicogna?
14Abbandona infatti alla terra le uova
e sulla polvere le lascia riscaldare.
15Dimentica che un piede può schiacciarle,
una bestia selvatica calpestarle.
16Tratta duramente i figli, come se non fossero suoi,
della sua inutile fatica non si affanna,
17perché Dio gli ha negato la saggezza
e non gli ha dato in sorte discernimento.
18Ma quando giunge il saettatore, fugge agitando le ali:
si beffa del cavallo e del suo cavaliere.
19Puoi tu dare la forza al cavallo
e vestire di fremiti il suo collo?
20Lo fai tu sbuffare come un fumaiolo?
Il suo alto nitrito incute spavento.
21Scalpita nella valle giulivo
e con impeto va incontro alle armi.
22Sprezza la paura, non teme,
né retrocede davanti alla spada.
23Su di lui risuona la faretra,
il luccicar della lancia e del dardo.
24Strepitando, fremendo, divora lo spazio
e al suono della tromba più non si tiene.
25Al primo squillo grida: «Aah!...»
e da lontano fiuta la battaglia,
gli urli dei capi, il fragor della mischia.
26Forse per il tuo senno si alza in volo lo sparviero
e spiega le ali verso il sud?
27O al tuo comando l'aquila s'innalza
e pone il suo nido sulle alture?
28Abita le rocce e passa la notte
sui denti di rupe o sui picchi.
29Di lassù spia la preda,
lontano scrutano i suoi occhi.
30I suoi aquilotti succhiano il sangue
e dove sono cadaveri, là essa si trova.

(Testo TILC)

39
Stambecchi e cervi

1'Sai tu quando nascono gli stambecchi
e hai visto le cerve mentre figliano?
2Hai contato dopo quanti mesi
partoriscono?
Conosci il momento in cui si sgravano,
3quando si coricano per dare alla luce
e mettere al mondo i loro piccoli?
4I loro figli crescono sani all'aperto,
corrono via e non ritornano.

L'asino selvatico

5'Chi ha dato la libertà all'asino selvatico?
Io gli ho sciolto le briglie
6per farlo vivere in aperta campagna.
Anche la terra arida è sua dimora.
7Se ne sta lontano dal rumore della città
e non sente grida di padrone.
8Trova fra i monti il suo pascolo;
lo cerca dove cresce il verde.

Il bufalo

9'Pensi che il bufalo selvatico
voglia lavorare per te
e venire a mangiare nella tua stalla?
10Tu non potrai legarlo all'aratro
con una corda,
né trascinarlo al lavoro nelle tue valli.
11Vorresti fidarti di lui perché è molto forte
e affidargli il frutto del tuo lavoro?
12Credi davvero che egli venga da te
per ammucchiare il tuo grano sull'aia?

Lo struzzo

13'Lo struzzo batte festoso le ali,
ma non riesce a volare come la cicogna;
14lascia le sue uova a terra,
le fa riscaldare nella polvere
15e dimentica che un piede le può
schiacciare
o che gli animali possono calpestarle.
16Maltratta come estranei i suoi piccoli
e non capisce che spreca il suo lavoro.
17Non agisce con intelligenza,
perché io gli ho tolto la sapienza;
18ma quando si lancia nella corsa,
se la ride del cavallo e del cavaliere.

Il cavallo

19'Sei tu che hai dato la forza al cavallo
e adornato il suo collo con la criniera?
20Puoi farlo saltare come fosse un grillo?
Egli mette spavento
quando lo sentì nitrire,
21scalpita spensierato nella valle,
va incontro alle armi con forza.
22Non conosce la paura né il terrore,
la battaglia non lo mette in fuga.
23Porta addosso frecce tintinnanti,
lance e spade che luccicano.
24Freme impaziente di divorare le distanze.
Nessuno lo trattiene
quando suona la tromba,
25essa dà il via e il cavallo nitrisce.
Da lontano sente la battaglia,
le grida di guerra e gli ordini dei capitani.

Il falco e l'avvoltoio

26'Se il falco vola e spiega le ali
verso il sud,
è forse per la tua intelligenza?
27Hai ordinato tu all'avvoltoio
di volare in alto e di farsi il nido lassù?
28L'avvoltoio è di casa sulla cima dei monti,
il suo riparo è tra le rocce inaccessibili.
29Di lassù scorge la sua preda,
il suo occhio vede lontano.
30L'avvoltoio va dove ci sono cadaveri
e i suoi piccoli bevono il sangue'.

(Testo CEI2008)

39

1 Sai tu quando figliano i camosci
o assisti alle doglie delle cerve?
2Conti tu i mesi della loro gravidanza
e sai tu quando devono partorire?
3Si curvano e si sgravano dei loro parti,
espellono i loro feti.
4Robusti sono i loro figli, crescono all'aperto,
se ne vanno e non tornano più da esse.

L'asino selvatico

5Chi lascia libero l'asino selvatico
e chi ne scioglie i legami?
6Io gli ho dato come casa il deserto
e per dimora la terra salmastra.
7Dei rumori della città se ne ride
e non ode le urla dei guardiani.
8Gira per le montagne, sua pastura,
e va in cerca di quanto è verde.

Il bufalo

9Forse il bufalo acconsente a servirti
o a passare la notte presso la tua greppia?
10Puoi forse legare il bufalo al solco con le corde,
o fargli arare le valli dietro a te?
11Ti puoi fidare di lui, perché la sua forza è grande,
e puoi scaricare su di lui le tue fatiche?
12Conteresti su di lui, perché torni
e raduni la tua messe sull'aia?

Lo struzzo

13Lo struzzo batte festosamente le ali,
come se fossero penne di cicogna e di falco.
14Depone infatti sulla terra le uova
e nella sabbia le lascia riscaldare.
15Non pensa che un piede può schiacciarle,
una bestia selvatica calpestarle.
16Tratta duramente i figli, come se non fossero suoi,
della sua inutile fatica non si preoccupa,
17perché Dio gli ha negato la saggezza
e non gli ha dato in sorte l'intelligenza.
18Ma quando balza in alto,
si beffa del cavallo e del suo cavaliere.

Il cavallo

19Puoi dare la forza al cavallo
e rivestire di criniera il suo collo?
20Puoi farlo saltare come una cavalletta,
con il suo nitrito maestoso e terrificante?
21Scalpita nella valle baldanzoso
e con impeto va incontro alle armi.
22Sprezza la paura, non teme,
né retrocede davanti alla spada.
23Su di lui tintinna la faretra,
luccica la lancia e il giavellotto.
24Con eccitazione e furore divora lo spazio
e al suono del corno più non si tiene.
25Al primo suono nitrisce: «Ah!»
e da lontano fiuta la battaglia,
gli urli dei capi e il grido di guerra.

L'aquila

26È forse per il tuo ingegno che spicca il volo lo sparviero
e distende le ali verso il meridione?
27O al tuo comando l'aquila s'innalza
e costruisce il suo nido sulle alture?
28Vive e passa la notte fra le rocce,
sugli spuntoni delle rocce o sui picchi.
29Di lassù spia la preda
e da lontano la scorgono i suoi occhi.
30I suoi piccoli succhiano il sangue
e dove sono cadaveri, là essa si trova».



> Cerca omelie su questo capitolo

  > Libro: Giobbe, Cap.: 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21 22 23 24 25 26 27 28 29 30 31 32 33 34 35 36 37 38 39 40 41 42  
inizio pagina