B I B B I A .net   > Bibbia CEI 2008 > Bibbia CEI 1974 > La Bibbia TILC

Antico Gen Es Lv Nm Dt - Gios Gdc Rut 1Sam 2Sam 1Re 2Re 1Cr 2Cr Esd Nee Tob Gdt Est 1Mac 2Mac
Testam. Gb Sal Prv Qo Cant Sap Sir - Is Ger Lam Bar Ez Dan Os Gioe Am Abd Gion Mich Naum Abac Sof Agg Zacc Mal

NuovoT. Mt Mc Lc Gv - At - Rom 1Cor 2Cor Gal Ef Fil Col 1Ts 2Ts 1Tm 2Tm Tit Flm Ebr - Giac 1Pt 2Pt 1Gv 2Gv 3Gv Gd - Ap

(Versione sperimentale)
Ricerca per citazione:
CEI 2008:   CEI 74:   TILC:    Mostra N.Versetto:     

Ricerca per parola:
cerca all'interno di
CEI 2008:   CEI 74:   TILC:    Mostra N.Versetto:     
 

Giobbe
  > Libro: Giobbe, Cap.: 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21 22 23 24 25 26 27 28 29 30 31 32 33 34 35 36 37 38 39 40 41 42  

(Testo CEI74)

12
La sapienza di Dio si manifesta anche con le devastazioni provocate dalla sua potenza

1Giobbe allora rispose:

2E' vero, sì, che voi siete la voce del popolo
e la sapienza morirà con voi!
3Anch'io però ho senno come voi,
e non sono da meno di voi;
chi non sa cose simili?
4Ludibrio del suo amico è diventato
chi grida a Dio perché gli risponda;
ludibrio il giusto, l'integro!
5«Per la sventura, disprezzo», pensa la gente prosperosa,
«spinte, a colui che ha il piede tremante».
6Le tende dei ladri sono tranquille,
c'è sicurezza per chi provoca Dio,
per chi vuol ridurre Dio in suo potere.
7Ma interroga pure le bestie, perché ti
ammaestrino,
gli uccelli del cielo, perché ti informino,
8o i rettili della terra, perché ti istruiscano
o i pesci del mare perché te lo faccian sapere.
9Chi non sa, fra tutti questi esseri,
che la mano del Signore ha fatto questo?
10Egli ha in mano l'anima di ogni vivente
e il soffio d'ogni carne umana.
11L'orecchio non distingue forse le parole
e il palato non assapora i cibi?
12Nei canuti sta la saggezza
e nella vita lunga la prudenza.
13In lui risiede la sapienza e la forza,
a lui appartiene il consiglio e la prudenza!
14Ecco, se egli demolisce, non si può ricostruire,
se imprigiona uno, non si può liberare.
15Se trattiene le acque, tutto si secca,
se le lascia andare, devastano la terra.
16Da lui viene potenza e sagacia,
a lui appartiene l'ingannato e l'ingannatore.
17Rende stolti i consiglieri della terra,
priva i giudici di senno;
18scioglie la cintura dei re
e cinge i loro fianchi d'una corda.
19Fa andare scalzi i sacerdoti
e rovescia i potenti.
20Toglie la favella ai più veraci
e priva del senno i vegliardi.
21Sui nobili spande il disprezzo
e allenta la cintura ai forti.
22Strappa dalle tenebre i segreti
e porta alla luce le cose oscure.
23Fa grandi i popoli e li lascia perire,
estende le nazioni e le abbandona.
24Toglie il senno ai capi del paese
e li fa vagare per solitudini senza strade,
25vanno a tastoni per le tenebre, senza luce,
e barcollano come ubriachi.

(Testo TILC)

12

1A queste parole Giobbe rispose:

GIOBBE

Giobbe difende la sua innocenza

2'Voi credete di essere la voce del popolo
e che la sapienza morirà con voi!
3Ma anch'io ho un'intelligenza
come la vostra;
non sono più ignorante di voi.
Chi non sa queste cose?
4I miei amici osano prendere in giro me
che invoco Dio perché risponda.
Io sono giusto e onesto
ed essi mi deridono.
5Chi ha tutto disprezza chi non ha niente
e dà una spinta a chi sta per cadere.
6I violenti sono tranquilli nelle loro case;
quelli che provocano Dio
e vogliono tenerlo in pugno
se ne stanno al sicuro.

Giobbe conosce come Dio opera

7-10'Amico, domanda agli animali
e agli uccelli,
agli insetti e ai pesci.
Tutti sanno che Dio li ha fatti con le sue mani.
Tutti ti potranno insegnare
che la vita di ogni essere vivente
e lo spirito di ogni uomo
sono nelle mani di Dio.
11Egli ha dato all'orecchio
la facoltà di distinguere le parole
e al palato di riconoscere i gusti.
12Ha dato pure saggezza ai vecchi,
agli anziani prudenza.
13Dio sa e può tutto,
egli opera con saggezza e intelligenza.
14Se Dio distrugge, nessuno può ricostruire;
se imprigiona qualcuno,
nessuno può liberarlo.
15Se Dio trattiene la pioggia,
tutto si secca, ma se manda un diluvio,
la terra è sconvolta.
16Dio è potente e sa quel che fa;
egli tiene in pugno chi sbaglia
e chi trascina nell'errore:
17toglie il potere ai consiglieri di corte
e rende pazzi i giudici.
18Annulla l'autorità dei re,
anzi li lega come prigionieri;
19 toglie i privilegi ai sacerdoti
e spodesta chi detiene posizioni di potere;
20fa ammutolire chi si crede sincero
e ai vecchi toglie il giudizio;
21copre i nobili di vergogna
e annienta l'autorità dei potenti;
22scopre le cose nascoste dall'oscurità
e porta alla luce anche le tenebre
più fitte;
23ingrandisce e distrugge i popoli,
alcuni li fa espandere, altri li annienta,
24toglie il senno ai loro capi,
perché si perdano in deserti senza via d'uscita;
25li fa brancolare nell'oscurità più nera
e li fa camminare come ubriachi.

(Testo CEI2008)

12
RISPOSTA DI GIOBBE A SOFAR

1 Giobbe prese a dire:

Giobbe rimprovera i suoi amici...

2«Certo, voi rappresentate un popolo;
con voi morirà la sapienza!
3Anch'io però ho senno come voi,
e non sono da meno di voi;
chi non sa cose simili?
4Sono diventato il sarcasmo dei miei amici,
io che grido a Dio perché mi risponda;
sarcasmo, io che sono il giusto, l'integro!
5«Allo sventurato spetta il disprezzo»,
pensa la gente nella prosperità,
»spinte a colui che ha il piede tremante».
6Le tende dei ladri sono tranquille,
c'è sicurezza per chi provoca Dio,
per chi riduce Dio in suo potere.
7Interroga pure le bestie e ti insegneranno,
gli uccelli del cielo e ti informeranno;
8i rettili della terra e ti istruiranno,
i pesci del mare e ti racconteranno.
9Chi non sa, fra tutti costoro,
che la mano del Signore ha fatto questo?
10Egli ha in mano l'anima di ogni vivente
e il soffio di ogni essere umano.
11L'orecchio non distingue forse le parole
e il palato non assapora i cibi?
12Nei canuti sta la saggezza
e in chi ha vita lunga la prudenza.

... e proclama l'onnipotenza di Dio

13In lui risiedono sapienza e forza,
a lui appartengono consiglio e prudenza!
14Ecco, se egli demolisce, non si può ricostruire,
se imprigiona qualcuno, non c'è chi possa liberarlo.
15Se trattiene le acque, vi è siccità,
se le lascia andare, devastano la terra.
16In lui risiedono potenza e sagacia,
da lui dipendono l'ingannato e l'ingannatore.
17Fa andare scalzi i consiglieri della terra,
rende stolti i giudici;
18slaccia la cintura dei re
e cinge i loro fianchi d'una corda.
19Fa andare scalzi i sacerdoti
e rovescia i potenti.
20Toglie la parola a chi si crede sicuro
e priva del senno i vegliardi.
21Sui potenti getta il disprezzo
e allenta la cintura dei forti.
22Strappa dalle tenebre i segreti
e porta alla luce le ombre della morte.
23Rende grandi i popoli e li fa perire,
fa largo ad altri popoli e li guida.
24Toglie la ragione ai capi di un paese
e li fa vagare nel vuoto, senza strade,
25vanno a tastoni in un buio senza luce,
e barcollano come ubriachi.



> Cerca omelie su questo capitolo

  > Libro: Giobbe, Cap.: 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21 22 23 24 25 26 27 28 29 30 31 32 33 34 35 36 37 38 39 40 41 42  
inizio pagina