B I B B I A .net   > Bibbia CEI 2008 > Bibbia CEI 1974 > La Bibbia TILC

Antico Gen Es Lv Nm Dt - Gios Gdc Rut 1Sam 2Sam 1Re 2Re 1Cr 2Cr Esd Nee Tob Gdt Est 1Mac 2Mac
Testam. Gb Sal Prv Qo Cant Sap Sir - Is Ger Lam Bar Ez Dan Os Gioe Am Abd Gion Mich Naum Abac Sof Agg Zacc Mal

NuovoT. Mt Mc Lc Gv - At - Rom 1Cor 2Cor Gal Ef Fil Col 1Ts 2Ts 1Tm 2Tm Tit Flm Ebr - Giac 1Pt 2Pt 1Gv 2Gv 3Gv Gd - Ap

(Versione sperimentale)
Ricerca per citazione:
CEI 2008:   CEI 74:   TILC:    Mostra N.Versetto:     

Ricerca per parola:
cerca all'interno di
CEI 2008:   CEI 74:   TILC:    Mostra N.Versetto:     
 
Giobbe
  > Libro: Giobbe, Cap.: 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21 22 23 24 25 26 27 28 29 30 31 32 33 34 35 36 37 38 39 40 41 42  

(Testo TILC)

12
1A queste parole Giobbe rispose:

GIOBBE

Giobbe difende la sua innocenza

2'Voi credete di essere la voce del popolo
e che la sapienza morirà con voi!
3Ma anch'io ho un'intelligenza
come la vostra;
non sono più ignorante di voi.
Chi non sa queste cose?
4I miei amici osano prendere in giro me
che invoco Dio perché risponda.
Io sono giusto e onesto
ed essi mi deridono.
5Chi ha tutto disprezza chi non ha niente
e dà una spinta a chi sta per cadere.
6I violenti sono tranquilli nelle loro case;
quelli che provocano Dio
e vogliono tenerlo in pugno
se ne stanno al sicuro.

Giobbe conosce come Dio opera

7-10'Amico, domanda agli animali
e agli uccelli,
agli insetti e ai pesci.
Tutti sanno che Dio li ha fatti con le sue mani.
Tutti ti potranno insegnare
che la vita di ogni essere vivente
e lo spirito di ogni uomo
sono nelle mani di Dio.
11Egli ha dato all'orecchio
la facoltà di distinguere le parole
e al palato di riconoscere i gusti.
12Ha dato pure saggezza ai vecchi,
agli anziani prudenza.
13Dio sa e può tutto,
egli opera con saggezza e intelligenza.
14Se Dio distrugge, nessuno può ricostruire;
se imprigiona qualcuno,
nessuno può liberarlo.
15Se Dio trattiene la pioggia,
tutto si secca, ma se manda un diluvio,
la terra è sconvolta.
16Dio è potente e sa quel che fa;
egli tiene in pugno chi sbaglia
e chi trascina nell'errore:
17toglie il potere ai consiglieri di corte
e rende pazzi i giudici.
18Annulla l'autorità dei re,
anzi li lega come prigionieri;
19 toglie i privilegi ai sacerdoti
e spodesta chi detiene posizioni di potere;
20fa ammutolire chi si crede sincero
e ai vecchi toglie il giudizio;
21copre i nobili di vergogna
e annienta l'autorità dei potenti;
22scopre le cose nascoste dall'oscurità
e porta alla luce anche le tenebre
più fitte;
23ingrandisce e distrugge i popoli,
alcuni li fa espandere, altri li annienta,
24toglie il senno ai loro capi,
perché si perdano in deserti senza via d'uscita;
25li fa brancolare nell'oscurità più nera
e li fa camminare come ubriachi.

(Testo CEI2008)

12
RISPOSTA DI GIOBBE A SOFAR

1 Giobbe prese a dire:

Giobbe rimprovera i suoi amici...

2«Certo, voi rappresentate un popolo;
con voi morirà la sapienza!
3Anch'io però ho senno come voi,
e non sono da meno di voi;
chi non sa cose simili?
4Sono diventato il sarcasmo dei miei amici,
io che grido a Dio perché mi risponda;
sarcasmo, io che sono il giusto, l'integro!
5«Allo sventurato spetta il disprezzo»,
pensa la gente nella prosperità,
»spinte a colui che ha il piede tremante».
6Le tende dei ladri sono tranquille,
c'è sicurezza per chi provoca Dio,
per chi riduce Dio in suo potere.
7Interroga pure le bestie e ti insegneranno,
gli uccelli del cielo e ti informeranno;
8i rettili della terra e ti istruiranno,
i pesci del mare e ti racconteranno.
9Chi non sa, fra tutti costoro,
che la mano del Signore ha fatto questo?
10Egli ha in mano l'anima di ogni vivente
e il soffio di ogni essere umano.
11L'orecchio non distingue forse le parole
e il palato non assapora i cibi?
12Nei canuti sta la saggezza
e in chi ha vita lunga la prudenza.

... e proclama l'onnipotenza di Dio

13In lui risiedono sapienza e forza,
a lui appartengono consiglio e prudenza!
14Ecco, se egli demolisce, non si può ricostruire,
se imprigiona qualcuno, non c'è chi possa liberarlo.
15Se trattiene le acque, vi è siccità,
se le lascia andare, devastano la terra.
16In lui risiedono potenza e sagacia,
da lui dipendono l'ingannato e l'ingannatore.
17Fa andare scalzi i consiglieri della terra,
rende stolti i giudici;
18slaccia la cintura dei re
e cinge i loro fianchi d'una corda.
19Fa andare scalzi i sacerdoti
e rovescia i potenti.
20Toglie la parola a chi si crede sicuro
e priva del senno i vegliardi.
21Sui potenti getta il disprezzo
e allenta la cintura dei forti.
22Strappa dalle tenebre i segreti
e porta alla luce le ombre della morte.
23Rende grandi i popoli e li fa perire,
fa largo ad altri popoli e li guida.
24Toglie la ragione ai capi di un paese
e li fa vagare nel vuoto, senza strade,
25vanno a tastoni in un buio senza luce,
e barcollano come ubriachi.



> Cerca omelie su questo capitolo

  > Libro: Giobbe, Cap.: 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21 22 23 24 25 26 27 28 29 30 31 32 33 34 35 36 37 38 39 40 41 42  
inizio pagina