B I B B I A .net   > Bibbia CEI 2008 > Bibbia CEI 1974 > La Bibbia TILC

Antico Gen Es Lv Nm Dt - Gios Gdc Rut 1Sam 2Sam 1Re 2Re 1Cr 2Cr Esd Nee Tob Gdt Est 1Mac 2Mac
Testam. Gb Sal Prv Qo Cant Sap Sir - Is Ger Lam Bar Ez Dan Os Gioe Am Abd Gion Mich Naum Abac Sof Agg Zacc Mal

NuovoT. Mt Mc Lc Gv - At - Rom 1Cor 2Cor Gal Ef Fil Col 1Ts 2Ts 1Tm 2Tm Tit Flm Ebr - Giac 1Pt 2Pt 1Gv 2Gv 3Gv Gd - Ap

(Versione sperimentale)
Ricerca per citazione:
CEI 2008:   CEI 74:   TILC:    Mostra N.Versetto:     

Ricerca per parola:
cerca all'interno di
CEI 2008:   CEI 74:   TILC:    Mostra N.Versetto:     
 
Baruc
  > Libro: Baruc, Cap.: 1 2 3 4 5 6  

(Testo CEI74)

3
1Signore onnipotente, Dio d'Israele, un'anima angosciata, uno spirito tormentato grida verso di te. 2Ascolta, Signore, abbi pietà, perché abbiamo peccato contro di te. 3Tu domini sempre, noi continuamente periamo. 4Signore onnipotente, Dio d'Israele, ascolta dunque la supplica dei morti d'Israele, dei figli di coloro che hanno peccato contro di te: essi non hanno ascoltato la voce del Signore loro Dio e a noi si sono attaccati questi mali. 5Non ricordare l'iniquità dei nostri padri, ma ricordati ora della tua potenza e del tuo nome, 6poiché tu sei il Signore nostro Dio e noi ti loderemo, Signore. 7Per questo tu hai riempito i nostri cuori del tuo timore perché invocassimo il tuo nome. Noi ti lodiamo ora nell'esilio, poiché abbiamo allontanato dal cuore tutta l'iniquità dei nostri padri, i quali hanno peccato contro di te. 8Ecco, siamo ancor oggi esiliati e dispersi, oggetto di obbrobrio, di maledizione e di condanna per tutte le iniquità dei nostri padri, che si sono ribellati al Signore nostro Dio.

II. LA SAGGEZZA, PREROGATIVA DI ISRAELE

9Ascolta, Israele, i comandamenti della vita,
porgi l'orecchio per intender la prudenza.
10Perché, Israele, perché ti trovi in terra nemica
e invecchi in terra straniera?
11Perché ti contamini con i cadaveri
e sei annoverato fra coloro che scendono negli inferi?
12Tu hai abbandonato la fonte della sapienza!
13Se tu avessi camminato nei sentieri di Dio,
saresti vissuto sempre in pace.
14Impara dov'è la prudenza,
dov'è la forza, dov'è l'intelligenza,
per comprendere anche dov'è la longevità e la vita,
dov'è la luce degli occhi e la pace.
15Ma chi ha scoperto la sua dimora,
chi è penetrato nei suoi forzieri?
16Dove sono i capi delle nazioni,
quelli che dominano le belve che sono sulla terra?
17Coloro che si divertono con gli uccelli del cielo,
quelli che ammassano argento e oro,
in cui confidano gli uomini,
e non pongono fine ai loro possessi?
18Coloro che lavorano l'argento e lo cesellano
senza rivelare il segreto dei loro lavori?
19Sono scomparsi, sono scesi negli inferi
e altri hanno preso il loro posto.
20Nuove generazioni hanno visto la luce
e sono venute ad abitare il paese,
ma non hanno conosciuto la via della sapienza,
21non hanno appreso i suoi sentieri;
neppure i loro figli l'hanno raggiunta,
anzi, si sono allontanati dalla sua via.
22Non se n'è sentito parlare in Canaan,
non si è vista in Teman.
23I figli di Agar, che cercano sapienza terrena,
i mercanti di Merra e di Teman,
i narratori di favole, i ricercatori dell'intelligenza
non hanno conosciuto la via della sapienza,
non si son ricordati dei suoi sentieri.
24Israele, quanto è grande la casa di Dio,
quanto è vasto il luogo del suo dominio!
25E' grande e non ha fine,
è alto e non ha misura!
26Là nacquero i famosi giganti dei tempi antichi,
alti di statura, esperti nella guerra;
27ma Dio non scelse costoro
e non diede loro la via della sapienza:
28perirono perché non ebbero saggezza,
perirono per la loro insipienza.
29Chi è salito al cielo per prenderla
e farla scendere dalle nubi?
30Chi ha attraversato il mare e l'ha trovata
e l'ha comprata a prezzo d'oro puro?
31Nessuno conosce la sua via,
nessuno pensa al suo sentiero.
32Ma colui che sa tutto, la conosce
e l'ha scrutata con l'intelligenza.
E' lui che nel volger dei tempi ha stabilito la terra
e l'ha riempita d'animali;
33lui che invia la luce ed essa va,
che la richiama ed essa obbedisce con tremore.
34Le stelle brillano dalle loro vedette
e gioiscono;
35egli le chiama e rispondono: «Eccoci!»
e brillano di gioia per colui che le ha create.
36Egli è il nostro Dio
e nessun altro può essergli paragonato.
37Egli ha scrutato tutta la via della sapienza
e ne ha fatto dono a Giacobbe suo servo,
a Israele suo diletto.
38Per questo è apparsa sulla terra
e ha vissuto fra gli uomini.

(Testo TILC)

3

1'Signore onnipotente, Dio d'Israele, noi siamo pieni di dolore e gridiamo verso di te nell'angoscia. 2Ascolta, o Signore, e abbi pietà. Abbiamo peccato contro dite. 3Tu regni per sempre, ma noi siamo definitivamente perduti. 4Signore onnipotente, Dio d'Israele, ascolta la nostra preghiera: siamo come condannati a morte. Siamo i discendenti di un popolo che ti ha offeso e non ha dato retta alla tua parola. Così ci portiamo addosso il castigo. 5Signore, non ricordare più il male fatto dai nostri antenati. È tempo che ti ricordi di noi, o Dio potente e santo. 6Tu sei il Signore nostro Dio e noi ti loderemo, o Signore. 7Per questo tu hai suscitato nel nostro cuore la volontà di amarti e di invocare il tuo nome. Ti loderemo qui, in terra d'esilio; abbiamo abbandonato la condotta ingiusta dei nostri antenati che ti hanno offeso. 8E ora, eccoci qui in esilio, dove ci hai dispersi; siamo insultati e maledetti, e scontiamo i peccati dei nostri antenati che si sono ribellati contro di te, Signore nostro Dio'.

Meditazione sulla sapienza
Israele ha abbandonato la sapienza

9Ascolta, Israele, i precetti che danno
la vita,
sii attento e imparerai a diventar saggio.
10Che cosa ti succede, Israele?
Perché ti trovi in un paese nemico,
invecchiato anzitempo in terra straniera?
11Sei impuro, come un cadavere
e sei già contato tra i morti!
12Tu hai abbandonato
la sorgente della sapienza!
13Se tu avessi ubbidito a Dio
ora vivresti al sicuro e in pace.
14Impara dov'è la prudenza, dov'è la forza,
dov'è la saggezza,
e saprai dove trovare una lunga vita,
la luce che ti guida e la pace.

Nessuno sa dove abita la sapienza

15Chi ha scoperto dove abita la sapienza?
Chi ha potuto entrare dove tiene i suoi
tesori?
16Dove sono i capi dei popoli
o i domatori di bestie selvagge?
17Dove sono quelli che si divertono a
cacciare uccelli
e quelli che accumulano oro e argento,
ricchi sfondati,
mai soddisfatti di quel che hanno?
18Dove sono quelli che lavorano con cura
l'argento
e tengono nascosto il segreto della loro arte?
19Son finiti tutti nella tomba, sono scomparsi;
e altri son venuti alloro posto.
20Sono sorte nuove generazioni, hanno
abitato la terra,
ma non hanno scoperto la via che porta
alla sapienza.
21Non hanno cercato i suoi sentieri
e non si sono preoccupati di lei;
non l'hanno raggiunta.
22In Canaan nessuno ha sentito parlare della
sapienza,
nessuno l'ha vista in Teman.
23Anche i discendenti di Agar che passano
per gente istruita,
i mercanti di Merra e di Teman,
e quelli che indagano sui miti e ricercano
il sapere
non hanno scoperto la via che porta alla
sapienza,
e non si sono nemmeno sognati
di raggiungerla.
24O Israele, quant'è vasto l'universo creato
da Dio!
Il luogo del suo dominio non ha confini!
25L'universo è grande e non conosce limiti,
è immenso e nessuno può misurarlo!
26In esso nacquero i famosi giganti dei
tempi antichi,
alti di statura e abilissimi nella guerra.
27Ma Dio non li ha scelti,
a loro non ha rivelato la via che porta alla
sapienza.
28Son finiti male, perché erano senza
discernimento,
sono morti perché erano privi di senno.
29Chi è salito in cielo per prendere la
sapienza?
Chi l'ha fatta scendere dalle nubi?
30Chi ha attraversato il mare ed è riuscito a
trovarla?
Chi l'ha riportata qua a prezzo d'oro?
31Nessuno sa dove abita la sapienza,
e nessuno si preoccupa di cercarla.

Solo Dio dona la sapienza a Israele

32Dio, che sa tutto, conosce la sapienza,
l'ha scoperta con la sua intelligenza.
Egli ha creato la terra per sempre
e l'ha riempita di animali.
33Quando manda la luce, la luce va;
quando la richiama, ubbidisce tremante.
34Le stelle brillano nella notte
ed esprimono la loro gioia.
35Dio le chiama ed esse rispondono:
'Eccoci!';
brillano con gioia per il loro Creatore.
36È lui il nostro Dio;
nessun altro può essere paragonato a lui.
37Egli ha scoperto tutte le vie che portano
alla sapienza,
e le ha indicate a Giacobbe, suo servo,
a Israele, il popolo che egli ama.
38In seguito la sapienza è apparsa sulla terra
ed è vissuta con gli uomini.

(Testo CEI2008)

3

1 Signore onnipotente, Dio d'Israele, un'anima nell'angoscia, uno spirito tormentato grida verso di te. 2Ascolta, Signore, abbi pietà, perché abbiamo peccato contro di te. 3Tu regni per sempre, noi per sempre siamo perduti. 4Signore onnipotente, Dio d'Israele, ascolta dunque la supplica dei morti d'Israele, dei figli di coloro che hanno peccato contro di te: essi non hanno ascoltato la voce del Signore, loro Dio, e siamo stati attaccati dai mali. 5Non ricordare le ingiustizie dei nostri padri, ma ricòrdati ora della tua potenza e del tuo nome, 6poiché tu sei il Signore, nostro Dio, e noi ti loderemo, Signore. 7Per questo tu hai posto il timore di te nei nostri cuori, perché invocassimo il tuo nome. E ti loderemo nel nostro esilio, perché abbiamo allontanato dal nostro cuore tutta l'ingiustizia dei nostri padri, i quali hanno peccato contro di te. 8Eccoci ancora oggi nel nostro esilio, dove tu ci hai disperso, oggetto di obbrobrio, di maledizione e di condanna per tutte le ingiustizie dei nostri padri, che si sono ribellati al Signore, nostro Dio».

INNO ALLA SAPIENZA

9Ascolta, Israele, i comandamenti della vita,
porgi l'orecchio per conoscere la prudenza.
10Perché, Israele? Perché ti trovi in terra nemica
e sei diventato vecchio in terra straniera?
11Perché ti sei contaminato con i morti
e sei nel numero di quelli che scendono negli inferi?
12Tu hai abbandonato la fonte della sapienza!
13Se tu avessi camminato nella via di Dio,
avresti abitato per sempre nella pace.
14Impara dov'è la prudenza,
dov'è la forza, dov'è l'intelligenza,
per comprendere anche dov'è la longevità e la vita,
dov'è la luce degli occhi e la pace.
15Ma chi ha scoperto la sua dimora,
chi è penetrato nei suoi tesori?
16Dove sono i capi delle nazioni,
quelli che dominano le belve che sono sulla terra?
17Coloro che si divertono con gli uccelli del cielo,
quelli che ammassano argento e oro,
in cui hanno posto fiducia gli uomini,
e non c'è un limite ai loro possessi?
18Coloro che lavorano l'argento e lo cesellano
senza rivelare il segreto dei loro lavori?
19Sono scomparsi, sono scesi negli inferi
e altri hanno preso il loro posto.
20Generazioni più giovani hanno visto la luce
e hanno abitato sopra la terra,
ma non hanno conosciuto la via della sapienza,
21non hanno compreso i suoi sentieri
e non si sono occupate di essa;
i loro figli si sono allontanati dalla loro via.
22Non se n'è sentito parlare in Canaan,
non si è vista in Teman.
23I figli di Agar, che cercano la sapienza sulla terra,
i mercanti di Merra e di Teman,
i narratori di favole, i ricercatori dell'intelligenza
non hanno conosciuto la via della sapienza,
non si sono ricordati dei suoi sentieri.
24O Israele, quanto è grande la casa di Dio,
quanto è esteso il luogo del suo dominio!
25È grande e non ha fine,
è alto e non ha misura!
26Là nacquero i famosi giganti dei tempi antichi,
alti di statura, esperti nella guerra;
27ma Dio non scelse costoro
e non diede loro la via della sapienza:
28perirono perché non ebbero saggezza,
perirono per la loro indolenza.
29Chi è salito al cielo e l'ha presa
e l'ha fatta scendere dalle nubi?
30Chi ha attraversato il mare e l'ha trovata
e l'ha comprata a prezzo d'oro puro?
31Nessuno conosce la sua via,
nessuno prende a cuore il suo sentiero.
32Ma colui che sa tutto, la conosce
e l'ha scrutata con la sua intelligenza,
colui che ha formato la terra per sempre
e l'ha riempita di quadrupedi,
33colui che manda la luce ed essa corre,
l'ha chiamata, ed essa gli ha obbedito con tremore.
34Le stelle hanno brillato nei loro posti di guardia
e hanno gioito;
35egli le ha chiamate ed hanno risposto: «Eccoci!»,
e hanno brillato di gioia per colui che le ha create.
36Egli è il nostro Dio,
e nessun altro può essere confrontato con lui.
37Egli ha scoperto ogni via della sapienza
e l'ha data a Giacobbe, suo servo,
a Israele, suo amato.
38Per questo è apparsa sulla terra
e ha vissuto fra gli uomini.



> Cerca omelie su questo capitolo

  > Libro: Baruc, Cap.: 1 2 3 4 5 6  
inizio pagina